Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.autosomma.it/home/adzone/include/config.php:194) in /web/htdocs/www.autosomma.it/home/rss.php on line 7 NEWS E AUTOhttp://www.autosomma.itAUTOSOMMACopyright 2011 www.autosomma.it http://blogs.law.harvard.edu/tech/rssIT-it autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/17/dakar_al_attiyah_e_la_toyota_vincono_l_edizione_2019/gallery/vincitori.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24097 Dakar - Al-Attiyah e la Toyota vincono ledizione 2019 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24097&tipo=fv CARLOS SAINZ HA VINTO LA DECIMA E ULTIMA TAPPA DELLA DAKAR, LA PISCO - LIMA. Lo spagnolo ha preceduto di appena 42 secondi la Peugeot di Sébastien Loeb e laltra Mini di Cyril Despres. Ma i riflettori sono tutti puntati su NASSER AL-ATTIYAH: il qatariota, oggi dodicesimo al traguardo, ha vinto la sua terza Dakar in carriera, regalando alla Toyota il primo successo nella categoria. VITTORIA DI SQUADRA. I meriti della vittoria non sono certamente da assegnare solo ad Al-Attiyah, che dal canto suo è stato perfetto e non ha commesso alcun errore, anche grazie alla perfetta navigazione di Matthieu Baumel. Il successo finale è frutto di un grande spirito di sacrificio della squadra, che ha lavorato davvero senza sosta per preparare ogni tappa, e anche della Hilux che si è confermata veloce e robusta allo stesso tempo. "Non abbiamo commesso alcun errore durante lintero evento", ha detto soddisfatto Al-Attiyah. "Abbiamo preso il comando al terzo giorno e da quel momento abbiamo costruito il nostro vantaggio, giorno dopo giorno. Sono davvero contento: grazie squadra per lo splendido lavoro, al fornitore di pneumatici BF Goodrich, a tutti gli sponsor. Sono felice di aver firmato la prima vittoria nella Dakar per la Toyota". ROMA TROPPO CONSERVATIVO. Nani Roma chiude questa edizione della Dakar in seconda posizione, con un ritardo di poco più di 46 minuti dal vincitore assoluto. Per sua stessa ammissione, Roma è risultato poco incisivo in certe fasi della corsa e con Al-Attiyah che non ha sbagliato un colpo, non si poteva certo sperare in qualcosa di meglio. "Non abbiamo vinto, ma siamo comunque soddisfatti" ha ammesso Roma dopo aver tagliato il traguardo dellultima tappa. "Questa è una gara difficile e con molto stress da sopportare ogni giorno. Inoltre, gli ultimi cinque giorni sono stati ancora più duri per il mio copilota, che ha corso con due costole rotte e ha sofferto molto. Non è stato una grande gara per la Mini, ma essere sul podio e lottare con i grandi è comunque positivo. Congratulazioni a Nasser: non ha commesso alcun errore, ha vinto meritatamente!". QUALCHE RIMPIANTO PER LOEB. Probabilmente non avrà molto tempo per pensarci, considerando che già domani dovrà iniziare la preparazione del rally di Monte Carlo con la Hyundai, ma Sébastien Loeb è consapevole che avrebbe potuto giocarsi la vittoria finale. "Complessivamente è stato un buon rally", ha ammesso il nove volte campione del mondo. "Siamo saliti sul podio, ma potevamo fare di più. Globalmente, siamo stati i più veloci, ma poi abbiamo perso un sacco di tempo in certe fasi. Quindi non siamo i vincitori, ma va bene così: io mi sono divertito e avevamo un buon ritmo. Ma la prossima volta dovremo fare meglio". MINI ALZA BANDIERA BIANCA. Non è certo il risultato sperato per il team X-Raid che ha schierato questanno Despres, Sainz e Peterhansel. Mentre il francese è riuscito a lottare con Loeb per il podio, i suoi compagni di squadra sono letteralmente mancati. Sainz ha perso ogni possibilità di vittoria già alla terza tappa, a causa della rottura di una sospensione, mentre Mister Dakar ha dovuto fare i conti con alcuni errori che lo avevano attardato nella classifica generale nei confronti di Al-Attiyah. Tra laltro, visti anche i problemi alla schiena per Castera, Peterhansel ha scelto di ritirarsi dalla gara per consentire al suo navigatore di ricorrere alle cure mediche. COSì NELLE ALTRE CATEGORIE. Nei camion, doppietta del team Kamaz - Master, con i due equipaggi russi che hanno letteralmente dominato la scena. A vincere sono stati Nikolaev, Iakovlev e Rybakov. Per le moto, successo per il Red Bull KTM Factory Team che piazza tre piloti sul podio: la vittoria è andata a Toby Price che ha chiuso davanti a Matthias Walkner e Sam Sunderland. Dominio assoluto nei quad per Nicolas Cavigliasso: largentino del team Dragon ha tagliato il traguardo con quasi due ore di vantaggio sul primo degli inseguitori, avendo vinto otto delle dieci tappe. 2019-01-17 21:19:30 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/17/hyundai_ioniq_ibrida_e_plug_in_si_aggiornano/gallery/2019-Hyundai-Ioniq-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24096 Hyundai Ioniq - Ibrida e Plug-in si aggiornano http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24096&tipo=fv A tre anni esatti dal debutto, la HYUNDAI [1] ha svelato la versione aggiornata della IONIQ [2], il modello più green del costruttore coreano che nelle sue tre versioni, hybrid, plug-in ed elettrica, a oggi è stata scelta da 60.000 clienti in tutto il mondo. Laggiornamento di metà carriera parte dalle due varianti ibride, ma nelle prossime settimane la Casa svelerà anche la versione 2019 della IONIQ EV [3] che, oltre alle modifiche estetiche, potrebbe introdurre anche miglioramenti dal punto di vista dellautonomia. LE IBRIDE SI RIFANNO IL LOOK. Per rinfrescare lestetica delle due ibride i designer coreani hanno aggiornato il frontale con nuovi dettagli per il paraurti e la calandra, dotata come sul modello originale di una cornice che sottolinea i fari, anchessi aggiornati. I gruppi ottici sono ora full led sia allanteriore, sia al posteriore, mentre in gamma debuttano le nuove colorazioni Fluidic Metal, Electric Shadow e Liquid Sand. NUOVO INFOTAINMENT E MODALITà DI GUIDA GREEN. Le novità continuano allinterno dellabitacolo, dove debutta un nuovo impianto di infotainment Bluelink con schermo da 10,25" e compatibilità con Android Auto, Apple CarPlay e con i servizi online Hyundai Live. Tutte le versioni disporranno di serie del pacchetto di Adas SmartSense con mantenimento attivo della corsia di marcia, frenata autonoma demergenza e Driver Attention Alert. Con laggiornamento arrivano anche la nuova modalità di guida Eco+ e la Gdm, acronimo di Green-zone Drive Mode che, in alcune zone selezionate, permette di sfruttare al massimo la propulsione elettrica. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/HYUNDAI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/HYUNDAI-IONIQ [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/DIARIO_DI_BORDO/2018/02/12/HYUNDAI_IONIQ_ELECTRIC_UNA_SETTIMANA_CON_LA_VARIANTE_A_EMISSIONI_ZERO.HTML 2019-01-17 17:51:23 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/17/lotus_i_nuovi_modelli_saranno_prodotti_in_cina/gallery/2019-Lotus-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24095 Lotus - I nuovi modelli saranno prodotti in Cina http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24095&tipo=fv Il GRUPPO GEELY [1], proprietario anche del marchio LOTUS [2], potrebbe spostare la produzione di alcuni modelli della Casa britannica in Cina. Il colosso asiatico ha infatti stanziato 9 miliardi di yuan (1,16 miliardi di euro) per costruire una nuova fabbrica nella città di Wuhan, per la quale sono state già avviate le selezioni del personale. DAL 2021 LA NUOVA SUV. Il nuovo stabilimento sarà in grado di costruire fino a 150.000 automobili premium allanno: la Geely punta infatti a innalzare il livello della propria gamma, andando a posizionarsi in segmenti finora inesplorati. Parte della capacità produttiva, infatti, potrebbe essere impiegata per creare dei modelli di altri marchi del gruppo: la fabbrica, come riportato dalla REUTERS [3], potrà costruire sia automobili dotate di propulsori termici, sia vetture totalmente elettriche. Visti i ridotti volumi di vendita delle sportive britanniche (nel 2018 sono stati consegnati 1.630 esemplari), la mossa di produrre in Cina potrebbe essere una vera e propria svolta per il brand. Le due posti continueranno a essere assemblate a Norfolk, in Inghilterra, con lo stabilimento cinese che potrebbe occuparsi della realizzazione di un nuovo modello, probabilmente la SUV ATTESA PER IL 2021 [4] che potrebbe risollevare le sorti del marchio britannico. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GEELY [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/LOTUS.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.REUTERS.COM/ARTICLE/US-GEELY-CHINA-LOTUS-PRODUCTION-EXCLUSIV/EXCLUSIVE-BRITISH-LOTUS-CARS-TO-BE-MADE-IN-CHINA-AT-NEW-GEELY-PLANT-DOCUMENTS-IDUSKCN1PB08Q [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/01/31/LOTUS_DUE_SPORTIVE_E_LA_SUV_CON_LA_GEELY_PUNTA_IN_ALTO.HTML 2019-01-17 16:17:02 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2019/01/10/mercedes_amg_proseguono_i_collaudi_della_gle_coupe/gallery/2018-mercedes-ok-32650.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24094 Mercedes-AMG - Proseguono i collaudi della GLE Coupé http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24094&tipo=fv Si spostano in Scandinavia i collaudi della MERCEDES-BENZ GLE COUPé [1], variante dal tetto spiovente della GLE di nuova generazione appena presentata al pubblico. I prototipi sono già stati avvistati nei mesi scorsi, ma quella delle immagini dovrebbe essere la più sportiva variante AMG. LA COUPé IN VERSIONE AMG. La GLE Coupé di seconda generazione riprende la formula del modello uscente, con proporzioni molto catatteristiche: linea di cintura alta, tetto raccolto nella zona posteriore, accenno di terzo volume sono i punti che la distinguono dalla GLE standard, mentre il frontale dovrebbe essere molto simile. Che si tratti della variante AMG lo si deduce da alcuni particolari come le grandi prese daria frontali, il generoso impianto frenante con dischi forati e baffati e soprattutto dai quattro terminali squadrati, vera e propria "firma" di Affalterbach. Nella zona posteriore si nota anche una parte dei gruppi ottici, dal taglio particolarmente sottile e totalmente diverso da quello della GLE. PROBABILE CONFERMA DEL V8 BITURBO. Se gli scarichi non mentono, quella delle immagini dovrebbe essere la Mercedes-AMG GLE Coupé 63 4Matic, ovvero quella con il V8 4.0 biturbo già noto su moltissimi altri modelli della Stella. Il condizionale è dobbligo visto che neanche la GLE appena lanciata è stata ancora svelata in versione AMG, ma vista lassenza di ulteriori indizi non sappiamo se la vettura possa adottare una qualche forma di elettrificazione del mondo EQ. La GLE Coupé adotterà anche la versione AMG 53 [2] con motore sei cilindri, avvistata poco tempo fa con i caratteristici scarichi tondeggianti. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2018/08/29/MERCEDES_BENZ_OLTRE_ALLA_NUOVA_GLE_IN_ARRIVO_LA_VERSIONE_COUPE.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2018/12/03/MERCEDES_AMG_GLE_53_NUOVI_COLLAUDI_PER_LA_COUPE_IBRIDA.HTML 2019-01-17 14:54:49 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/17/fiat_tipo_con_la_nuova_gamma_arriva_la_sport/gallery/2019-Fiat-Tipo-Sport-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24093 Fiat Tipo - Con la nuova gamma arriva la Sport http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24093&tipo=fv La FIAT [1] ha aggiornato la gamma della TIPO [2] introducendo alcune novità. La compatta rimane disponibile nelle tre varianti carrozzeria hatchback, wagon e berlina in quattro allestimenti. Oltre alle versioni Mirror e Street, i clienti potranno scegliere la segmento C anche nelle varianti S-Design e Sport, caratterizzate da un look più dinamico e da accessori esclusivi. PIù SPORTIVA. Sviluppata insieme alla MOPAR [3], la Fiat Tipo Sport si basa sulla S-Design e sarà disponibile solo in versione cinque porte. Dotata di un kit estetico esclusivo, con paraurti più sportivi e minigonne inedite, la Sport dispone di nuove cornici fendinebbia e di uno spoiler posteriore, mentre la finitura Nero Lucido caratterizza i cerchi di lega da 18", le calotte degli specchietti retrovisori, i profili delle prese daria, la calandra anteriore e linterno dei fari Bi-Xeno. Di serie sono previsti anche vetri posteriori oscurati e interni Total Black con sedili di pelle e tessuto con cuciture a doppia ribattitura, infotainment Uconnet 7" HD Live e rivestimenti tecno-leather a trama incrociata per pomello del cambio e volante. Oltre ai già disponibili 1.4 T-Jet e 1.6 Multijet, entrambi da 120 CV, le versioni S-Design, e conseguentemente anche le nuove Sport, saranno ordinabili anche con i 95 CV 1.4 benzina e 1.3 Multijet. Tutte le versioni disporranno di un cambio manuale e solo la diesel più potente potrà essere ordinata anche con lautomatico doppia frizione Dct. Tra le novità anche la tinta Rosso Passione abbinabile al tetto nero a contrasto che amplia lofferta di colori affiancandosi ai già disponibili Bianco Gelato, Grigio Colosseo, Grigio Metropoli e Nero Cinema. ANCHE MIRROR E STREET. I clienti potranno scegliere la Tipo anche nelle già disponibili versioni Mirror e Street. La prima punta tutto sulla tecnologia offrendo di serie il sistema multimediale Uconnect 7" HD Live compatibile con Android Auto e Apple Carplay: a listino debutta la nuova tinta Blu Venezia che contrasta con le finiture cromate delle maniglie, della calandra e delle calotte degli specchietti. La Fiat Tipo Street, invece, dispone di cerchi di lega da 16", vetri posteriori oscurati e finitura scura per calandra, maniglie porta e calotte degli specchietti retrovisori esterni. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FIAT.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FIAT-TIPO [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MOPAR 2019-01-17 12:47:37 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/aziende/2019/01/17/gruppo_psa_thorel_cambio_al_vertice_della_filiale_italiana/gallery/Gaetano-Thorel-Ford-Europe1-503x340.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24090 Gruppo PSA - Cambio al vertice della filiale italiana http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24090&tipo=fv Cambio al vertice della filiale italiana del GRUPPO PSA. Dal 1 febbraio, GAETANO THOREL, uno dei manager italiani dellautomotive di lungo corso e brillante carriera, svolta principalmente alla FORD e nellultimo periodo alla FCA, diventerà il nuovo Direttore generale di Groupe PSA Italia, rispondendo gerarchicamente a Maxime Picat, Executive Vice President Europe. Gaetano Thorel subentra a MASSIMO ROSERBA, che sarà invece nominato a sua volta Direttore generale della DONGFENG PEUGEOT CITROëN AUTOMOBILES, rispondendo gerarchicamente a Carlos Gomes, capo della Direzione Cina e Asia. LUNGA CARRIERA NELLAUTO. Thorel, 51 anni, laureato in Ingegneria e sposato con due figli, ha trascorso più di 25 anni nel settore automobilistico in diverse posizioni di vendita, marketing e direzione generale in Italia e in Europa. Ha iniziato a lavorare in Ford Italia nel 1992 ed è cresciuto allinterno dellazienda raggiungendo la posizione di Amministratore delegato nel 2007. Dal 2012 al 2016 è stato Vice president marketing Ford Europe, prima di lasciare la Società per entrare in FCA come Head of European minor markets, Importers and Africa. Nel 2017 ha ricoperto la posizione di ceo di FCA Germany. Nel gruppo PSA è entrato nellottobre 2018, come Responsabile vendite di Peugeot Europa. 2019-01-17 11:26:47 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2019/01/17/auto_a_gpl_i_modelli_da_acquistare_nel_2019_foto_gallery/gallery/2019-Auto-Gpl-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24091 Auto a Gpl - I modelli da acquistare nel 2019 FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24091&tipo=fv Nel 2018 la vendita di vetture a doppia alimentazione benzina-Gpl nel nostro Paese ha raggiunto 125.327 unità, con una quota del 6,5% delle immatricolazioni, la stessa del 2017. La più venduta tra le auto a gas di petrolio liquefatto, manco a dirlo, è la PANDA [1], che lo scorso anno è stata consegnata in 12.097 esemplari così alimentati, seguita dalla Lancia Ypsilon (11.302) e dalla Opel Corsa (9.428). Numeri importanti, dunque, nonostante una flessione del 3,5%, del tutto in linea con LA PERDITA COMPLESSIVA DEL MERCATO [2] (-3,3%). SCENDE LOFFERTA. A colpire, semmai, è la consistente diminuzione di Case che offrono questi modelli nella nostra Penisola. Se NON MOLTI MESI FA [3] contavamo ben 16 marchi rappresentati, questanno ne contiamo solo 11, come potete constatare scorrendo le immagini della nostra gallery, nella quale elenchiamo gli esemplari disponibili nei nostri confini. GPL SU TUTTA LA GAMMA. Ma alcuni marchi, va detto, non lesinano proposte con la doppia alimentazione: il gruppo Renault, per esempio, ha reso noto che il 40% delle vendite Dacia nel 2018 in Italia è costituito da esemplari a Gpl. Non è un caso: il brand francorumeno, al pari della molisana DR, propone versioni a gas di petrolio liquefatto su tutta la gamma. ALTRI MARCHI. Fiat, Lancia e Renault offrono al momento esemplari a Gpl su citycar e utilitarie. La Opel, anche su una B-Suv, mentre nella gamma Nissan solo la Juke dispone anche di tale versione. E guardando a Oriente, non mancano modelli con questa alimentazione nella gamma della Hyundai, che ha appena introdotto nuove varianti a Gpl per i10 e i20, della Kia al momento, lunica a essere dotata di questa opzione su una berlina compatta, la Ceed e della SsangYyong (tutte le Suv tranne la Rexton), così come in quella della Mitsubishi, che prevede versioni a Gpl persino sulla Outlander. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FIAT-PANDA [2] https://www.quattroruote.it/news/mercato/2019/01/02/mercato_italiano_vendite_auto_dicembre_2018.html [3] https://www.quattroruote.it/news/mercato/2018/05/05/auto_a_gpl_i_modelli_in_vendita_nel_2018_foto_gallery.html 2019-01-17 11:26:47 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/17/range_rover_la_evoque_arriva_a_milano/gallery/2019-Range-Rover-Evoque-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24092 Range Rover - La Evoque arriva a Milano http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24092&tipo=fv Dopo essere stata svelata in anteprima mondiale a Londra lo scorso novembre, la RANGE ROVER EVOQUE [1] è pronta ad arrivare anche in Italia. Per loccasione la LAND ROVER [2] ha organizzato una serata di unveiling a Milano, presentando al pubblico la Suv che, per la prima volta, sarà anche elettrificata. La Evoque è già ordinabile con prezzi a partire da 44.500 euro. RINNOVATA SOTTO OGNI ASPETTO. Alla base della Sport Utility è presente la Premium Transverse Architecture, una variante aggiornata della precedente piattaforma dalluminio: il passo è cresciuto di 2 cm ma le dimensioni esterne sono rimaste praticamente invariate con una lunghezza di 437 cm. Nonostante questo, la riprogettazione dellabitacolo ha permesso di garantire più spazio per passeggeri e bagagli: la capacità di carico è migliorata del 10% e ora spazia da un minimo di 591 litri a un massimo di 1.383 con sedili posteriori abbattuti. Tra le novità più importanti si segnala lintroduzione dellinfotainment Touch Pro Duo con doppio schermo derivato dalla Velar e abbinato a un quadro strumenti digitale da 12,3". SEI MOTORI, TUTTI ANCHE 48V. Le unità Ingenium della gamma sono state profondamente aggiornate: ora i quattro cilindri benzina e diesel dispongono, a richiesta, di un sistema mild hybrid a 48V, montanto di serie solo sulle top di gamma. Lofferta a gasolio include le Td4 da 150 o 180 CV e la Sd4 da 240 CV, mentre la gamma a benzina si compone dei 2.0 turbo Si4 da 200, 250 o 300 CV. Di serie su tutte le versioni, esclusa la diesel di minore potenza, saranno presenti la trazione integrale e un cambio automatico a nove rapporti. IN ITALIA ANCHE I CITY CURATORS. Per lanciare la nuova Suv il marchio britannico ha scelto di affidarsi a dei City Curators che reinterpreteranno il progetto Live for the city nelle città di Milano, Firenze e Roma creando delle installazioni artistiche basate sui wire form, le SILHOUETTE DI FILO METALLICO [3] utilizzate dalla Casa per anticipare le linee della Suv. A curare i cinque progetti saranno gli artisti Emilia Billitteri, Giacomo Biraghi, Elena Ghisellini, Diva Tommei e il duo Giovannoni-Marcantonio. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/11/22/RANGE_ROVER_EVOQUE_PREZZO_INTERNI_FOTO_MOTORI_DIMENSIONI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/LAND-ROVER [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/11/14/RANGE_ROVER_EVOQUE_LA_SUV_E_PRONTA_AL_DEBUTTO.HTML 2019-01-17 11:26:47 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/17/renault_la_francia_vuole_sostituire_carlos_ghosn/gallery/2018-Ghosn-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24089 Renault - La Francia vuole sostituire Carlos Ghosn http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24089&tipo=fv La Francia cambia il suo atteggiamento nella gestione della vicenda dellarresto di CARLOS GHOSN [1] e dopo la prudenza dei mesi scorsi chiede la sostituzione del presidente e amministratore delegato della RENAULT [2]. stato Bruno Le Maire, ministro dellEconomia e delle Finanze e diretto responsabile delle partecipazioni statali francesi, a rivelare una precisa richiesta rivolta al consiglio di amministrazione de La Regie: "Ora dobbiamo passare a una nuova fase. Abbiamo bisogno di una governance nuova e duratura per la Renault", ha affermato il ministro al canale televisivo LC1. CHIESTO UN CDA. Le Maire ha aggiunto di aver chiesto alla Casa automobilistica la convocazione di un consiglio di amministrazione straordinario nei prossimi giorni per la nomina del successore di Ghosn. A tal proposito non è escluso che già oggi possano emergere nuovi sviluppi su una vicenda da mesi al centro delle cronache finanziarie dOltralpe. Infatti, secondo Le Figaro, il consiglio dovrebbe riunirsi in giornata per procedere con le nomine richieste dal governo francese. UNA GOVERNANCE COMPLESSA. Attualmente la Francia detiene il 15% del capitale della Renault ma pieni poteri grazie al 28% dei diritti di voto. Anche lalleato nipponico, la NISSAN [3], possiede il 15% della Casa di Boulogne-Billancourt senza, però, alcun diritto di voto. Al contempo la Renault controlla poco più del 43% della Nissan e gode di una forte influenza per quanto vincolata da accordi sul fronte della governance. proprio lassenza di equilibrio tra i poteri attribuiti alle diverse parti in gioco ad aver rappresentato più volte, negli ultimi anni, una fonte di contrasti tra francesi e giapponesi. Per risolverli il mercato ha sempre chiesto di procedere con una revisione dellattuale struttura dellALLEANZA RENAULT-NISSAN [4] e quindi con lesame di una vera a propria fusione tra le due Case. Laggregazione è stata, però, sempre osteggiata dai giapponesi, preoccupati di perdere potere decisionale nonostante oggi la Nissan registri dati finanziari doppi, se non tripli, rispetto alla sua controparte francese. Il caso dellarresto di Ghosn e della successiva defenestrazione dalla Nissan ha dunque esacerbato una situazione non idilliaca che il manager voleva risolvere proponendo proprio unoperazione di aggregazione. Ghosn, secondo diverse indiscrezioni della stampa giapponese, aveva deciso di elaborare un progetto di fusione, da presentare al cda per la fine dellanno scorso per poi implementarlo a partire della prossima primavera, ma le sue intenzioni sono state bloccate dallARRESTO DEL 19 NOVEMBRE SCORSO [5]. Per questo motivo sono in molti a ritenere che allinterno della Nissan sia scattato un complotto per fermare la fusione e quindi le mire della Renault e dei francesi. DALLA PRUDENZA ALLA REAL-POLITIK. Inizialmente la Francia ha reagito allarresto assumendo un atteggiamento di massima prudenza e non ha chiesto la testa di Ghosn al contrario di quanto deciso dalla Casa di Yokohama. La Nissan ha infatti votato per la rimozione del dirigente dalla carica di presidente pochi giorni dopo il provvedimento di custodia cautelare emesso dalla Procura di Tokyo con laccusa di false dichiarazioni fiscali e uso indebito di beni aziendali. Nel corso dei mesi, però, la situazione di Ghosn è diventata sempre più pesante. Le indagini sono state estese e altri capi di imputazione sono stati depositati dalle autorità inquirenti prolungando più volte i tempi della carcerazione. Proprio ieri è stata rigettata lennesima istanza di liberazione su cauzione e ora Ghosn, in caso di ultima conferma in appello, rischia di dover rimanere sotto custodia fino allavvio del processo, previsto per la prossima estate. questo rischio ad aver spinto la Francia a cambiare approccio e a scegliere la strada del pragmatismo. I CANDIDATI ALLA SOSTITUZIONE. La Renault potrebbe ora procedere con una svolta storica. Ghosn ha iniziato la sua carriera professionale allinterno de La Regie nel 1996 diventandone amministratore delegato nel 2005 anche grazie ai risultati ottenuti nel trasformare la Nissan, a partire dallaccordo di salvataggio del 1999, da una realtà sullorlo del fallimento in una delle società di maggior spicco nel panorama automobilistico globale. Negli anni è inoltre riuscito a creare una delle alleanze di maggior successo al mondo come dimostrato anche dalla conquista nel 2017 della leadership mondiale dei produttori. Qualsiasi successore avrà dunque un compito arduo da portare avanti e una pesante eredità da sostenere. In prima fila per la successione figura Thierry Bolloré, il direttore operativo a cui sono state affidate a fine novembre le deleghe di Ghosn "ad interim". Bolloré è in predicato di diventare ora amministratore delegato a tutti gli effetti mentre per la presidenza si parla con insistenza di Jean-Dominque Senard, attuale numero uno del produttore di pneumatici Michelin. Negli scorsi giorni sono emersi, comunque, altri candidati, anche esterni, come Didier Leroy, attuale presidente di Toyota Motore Europe con un passato proprio nella Renault, e Carlos Tavares, lex braccio destro di Ghosn oggi al timone del gruppo PSA, nonché i manager della Casa francese Thierry Koskas e Stefan Muller. Le candidature devono essere comunque comunicate alla Nissan e infatti il governo ha inviato in Giappone due funzionari governativi di primo piano - Martin Vial, direttore dellagenzia nazionale delle partecipazioni pubbliche, ed Emmanuel Moulin, capo di gabinetto di Le Maire - per incontrare i dirigenti della Casa di Yokohama. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/11/20/RENAULT_NISSAN_MITSUBISHI_CASO_GHOSN_LA_FRANCIA_E_PRUDENTE_MA_VUOLE_UNA_NUOVA_GOVERNANCE_.HTML [2] https://www.quattroruote.it/auto/renault.html [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/NISSAN.HTML [4] https://www.quattroruote.it/tags/alleanza-renault-nissan-mitsubishi [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/11/19/ALLEANZA_RENAULT_NISSAN_MITSUBISHI_ACCUSE_DI_EVASIONE_FISCALE_FINISCE_L_ERA_GHOSN.HTML 2019-01-17 10:02:12 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/aziende/2019/01/16/flotte_la_nostra_intervista_a_marco_dainese_maserati_/gallery/MASERATI-Dainese.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24088 Flotte - La nostra intervista a Marco Dainese (Maserati) http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24088&tipo=fv Nel corso del 2018, la MASERATI [1] ha immatricolato in Italia 2.762 vetture, in calo del 5,35% rispetto allanno precedente, con una quota di mercato dello 0,14; ecco la nostra intervista a Marco Dainese, head of corporate sales remarketing della Casa del Tridente. QUALI SONO LE VOSTRE PRINCIPALI NOVITà DI PARTICOLARE INTERESSE PER LA CLIENTELA BUSINESS NEL 2019? La Maserati ha recentemente presentato la nuova gamma prodotto model year 19, caratterizzata da un aggiornamento degli interni e degli esterni, unitamente allintroduzione della nuova leva del cambio. Il tutto per migliorare sempre di più la possibilità di customizzazione tailor-made dei nostri prodotti, passando dalla pelle primo fiore, esclusiva per il mondo dellauto, alle modanature di fibra di carbonio con texture 3D. CAMBIATO IL MIX DI RICHIESTE TRA DIESEL E ALIMENTAZIONI ALTERNATIVE? Lattenzione dei clienti verso le alimentazioni alternative è sicuramente aumentata negli ultimi anni e qualche piccola quota di mercato è stata conquistata. Rimane però la tematica relativa alla tipologia di utilizzo della vettura. Chi la impiega prettamente in città oppure per brevi percorsi e ha la possibilità di disporre di una colonnina di ricarica a casa oppure in ufficio, valuta positivamente lalternativa ibrida oppure elettrica rispetto ai tradizionali motori termici. Viceversa, chi utilizza lautovettura per chilometraggi elevati e magari per fini prettamente lavorativi rimane al momento fedele al motore diesel. La Maserati, in questottica, continua a lavorare per ottimizzare le performance dei propri motori in termini di prestazioni, emissioni e consumi, ma contemporaneamente lavora sullo sviluppo di propulsori ad alimentazione alternativa. NEL 2018 è CRESCIUTA ULTERIORMENTE LA DOMANDA DI SISTEMI DI AUSILIO ALLA GUIDA? I sistemi Adas sono sempre più richiesti, soprattutto dalla nostra clientela business, che risulta essere attenta in maniera crescente alle tematiche di sicurezza dei propri driver. Molte car policy di multinazionali chiedono, in fase di quotazione dei veicoli, linserimento dei sistemi di ausilio alla guida come accessori indispensabili. La Maserati, in questo contesto, si posiziona tra i costruttori che hanno il livello più alto di guida semiautonoma autorizzata dal legislatore. IN CRESCITA IL NOLEGGIO A LUNGO TERMINE PRESSO LA VOSTRA RETE DI CONCESSIONARI? La Maserati continua a crescere anno dopo anno nel settore del noleggio a lungo termine. Questo grazie anche alla rete di concessionari coinvolta, fin dal nostro ingresso nel mondo business, nel processo di fornitura e supporto alle società di noleggio, nonché nellutilizzo di questo strumento di vendita come valida alternativa ai più classici leasing e finanziamenti. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MASERATI.HTML 2019-01-17 09:36:08 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/diario_di_bordo/2019/01/10/jaguar_e_pace_una_settimana_con_la_2_0_awd_r_dynamic_video/gallery/2019-Jaguar-E-Pace-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24087 Jaguar E-Pace - Una settimana con la 2.0 AWD R-Dynamic - VIDEO [Day 4] http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24087&tipo=fv la porta dingresso al mondo JAGUAR [1]. La E-Pace, più corta di 34 cm rispetto alla F-Pace, ha un passo di 2,68 cm e un bagagliaio con capacità dichiarata variabile da 577 a 1.234 litri. Motore 4 cilindri a benzina da 200 CV e 320 Nm, capace di spingere questa C-Suv alla velocità massima di 216 km/h e di fermare il cronometro nello 0-100 in 8,2. Cambio automatico ZF a 9 marce, trasmissione integrale (costante allanteriore, alloccorrenza al posteriore). Come tutte le Jaguar, è ben rifinita e - specie in questo allestimento top - ben equipaggiata. Il taglio della carrozzeria premia la sportività, con chiari riferimenti alla F-Type, dove emerge una compattezza dinsieme notevole grazie anche ai grossi cerchi da 20. Costa 58.200 euro. SPORTIVA, MA OSPITALE [DAY 1]. La piccola del Giaguaro convince. Il primo giorno con questa Jaguar E-Pace ci serve per presentarla e per riconoscere, nelle sue linee molto sportive, le enormi ruote da 20" e il lunotto spiovente, il Dna dello stile di Ian Callum, il designer che ha rivoluzionato tutte le Jaguar di oggi. ROBERTO UNGARO, REDAZIONE WEBTV COME VA IN OFF-ROAD ? [DAY 2] Per il secondo giorno del Diario di bordo, abbiamo portato la Jaguar E-Pace sul tracciato di fuoristrada di Vairano. Nonostante laria decisamente sportiva, la piccola Suv ha doti meccaniche ed elettroniche che le permettono di cavarsela anche quando lasfalto finisce. Di certo non si può esagerare, viste la massa e le ruote da 20, ma laltezza da terra di 20 cm in certe situazioni aiuta. CARLO BELLATI, REDAZIONE WEBTV NOTIZIE DAGLI INTERNI [DAY 3]. La comodità delle Jaguar non si discute e anche la E-Pace non fa eccezione. Il posto guida è accogliente come la poltrona di casa e non manca nulla o quasi, visto che qualche piccola lacuna labbiamo trovata. In questo terzo giorno del diario di bordo, poi, siamo andati a vedere anche come viaggiano i passeggeri e tanto altro ancora. FRANCESCA GALBIATI, REDAZIONE WEBTV DETTAGLI PICCOLI E GRANDI [DAY 4]. Oggi osserviamo con la lente dingrandimento il piccolo giaguaro. Si scoprono tante finiture di pregio, anche dove non te le aspetti, ma aprendo il cofano motore ROBERTO BONI, REDAZIONE PROVE SU STRADA Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/JAGUAR.HTML 2019-01-17 08:56:47 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/viabilita/2019/01/17/superstrada_e45_chiuso_un_tratto_per_pericolo_di_crollo/gallery/2019-e45.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24086 Superstrada E45 - Chiuso un tratto per pericolo di crollo http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24086&tipo=fv Ragioni di sicurezza. Con questa motivazione è stato chiuso il viadotto Puleto sulla E45, nei pressi di Valsavignone, in provincia di Arezzo. Lopera si trova lungo la superstrada Ravenna-Orte, al confine tra Toscana e lEmilia Romagna, che è ora interrotta tra gli svincoli di Canili e Valsavignone. Il sequestro della struttura è stato disposto su iniziativa della Procura di Arezzo dopo la segnalazione di crepe sui piloni in cemento e dopo che gli accertamenti degli esperti incaricati dalla magistratura che avevano paventato il rischio di collasso. La richiesta del procuratore capo Roberto Rossi si basa sulle valutazioni della commissione di tecnici sullo stato di logoramento di un pilone del viadotto, con possibili rischi sulla tenuta legati a un eventuale sovraccarico di traffico, in particolare di quello pesante. INDAGINI IN SEGUITO A UN CEDIMENTO. La verifica è stata disposta nellambito dellinchiesta partita dalla frana che aveva interessato una piazzola di sosta a Pieve Santo Stefano e dopo una segnalazione riguardante lusura del pilone in cemento armato del viadotto, che presenta armature a vista. Ci rendiamo conto del gravissimo disagio che questo provvedimento comporterà a cittadini e automobilisti, ha dichiarato il procuratore capo Rossi, ma abbiamo ritenuto che le esigenze di tutela della sicurezza e dellincolumità dovessero prevalere su ogni altra considerazione. Confidiamo che la situazione possa essere ricondotta in termini di sicurezza quanto prima, che quindi possa essere riattivata la circolazione. LA RISPOSTA DELLANAS. Il viadotto Puleto, un ponte a cinque campate lungo circa 200 metri, era sotto monitoraggio da tempo da parte dei tecnici e le indagini effettuate sullopera e le ispezioni eseguite periodicamente non hanno rilevato criticità di natura strutturale, ha spiegato lAnas in una nota, aggiungendo che fornirà alla Procura i risultati di ispezioni e studi per valutare una possibile riapertura dellopera, eventualmente con limitazioni al traffico. Lente spiega anche che il viadotto presenta alcuni elementi di ammaloramento nel sistema di appoggio, nei giunti e nei cordoli laterali e un degrado superficiale sulle pile e le spalle, con scopertura in alcune zone dei copriferri e lossidazione dei ferri di armatura. Elementi che, tuttavia, secondo lAnas non pregiudicano la transitabilità del viadotto, per i quali erano in fase di avvio lavori di manutenzione straordinaria per 2,5 milioni di euro. I PERCORSI ALTERNATIVI. Non essendo presente una viabilità locale nel tratto di valico interdetto, la viabilità alternativa per le lunghe percorrenze sulla direttrice Orte-Cesena è costituita unicamente dalle autostrade A1 e A14. Sulla E45 lultima uscita utile per chi viaggia in direzione sud è lo svincolo di Verghereto, mentre per chi viaggia in direzione nord è lo svincolo di Valsavignone. LAnas ricorda che per i veicoli in transito sulla E45 in direzione Cesena lautostrada A1 è raggiungibile da Perugia tramite il raccordo Perugia-Bettolle in direzione Firenze e da Sansepolcro (Arezzo) tramite la Statale 73 con uscita allo svincolo di Sansepolcro sud in direzione Arezzo. Lautostrada A14 è raggiungibile da Perugia tramite la direttrice Perugia-Ancona con uscita allo svincolo Ancona-Valfabbrica e da Umbertide con uscita allo svincolo Gubbio-Umbertide. In alternativa, è possibile uscire allo svincolo di Umbertide-Gubbio e proseguire verso Fano. Il traffico che proviene da Orte può inoltre percorrere la statale 675 fino a Terni, proseguire sulla Flaminia fino a Foligno e raggiungere la A14 tramite la direttrice Foligno-Civitanova Marche. SPEZZATA IN DUE. Le conseguenze della chiusura hanno messo in allarme i sindaci dei comuni della zona della Valle del Savio, che hanno inviato una lettera al presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli chiedendo un incontro urgente. "La situazione desta grande preoccupazione", scrivono gli amministratori locali, "perché in quel tratto non esiste una viabilità alternativa, essendo la parallela strada provinciale non più agibile da anni. Questo comporta linterruzione della circolazione tra Emilia-Romagna e Toscana e spezza a metà lintero sistema viario dellItalia, con gravissimi danni di natura economica e sociale". ARTERIA MARTORIATA. Da anni la E45 versa in condizioni critiche, con cantieri infiniti, tratti dissestati e deviazioni lungo il percorso, in particolare nella zona dove si trova il viadotto posto sotto sequestro. A quello stesso tratto, nei pressi del valico di Verghereto, abbiamo dedicato anche noi alcune inchieste (lultima pubblicata A GIUGNO 2018 [1]), denunciando lo stato di degrado delle strutture. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/VIABILITA/2018/05/24/SUPERSTRADA_ORTE_RAVENNA_DISASTRO_E45.HTML 2019-01-17 02:01:19 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/16/dakar_tappa_9_vince_al_attiyah_peterhansel_si_ritira/gallery/al-attiyah.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24085 Dakar - Tappa 9 - Vince Al-Attiyah, Peterhansel si ritira http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24085&tipo=fv NASSER AL-ATTIYAH HA VINTO LA NONA TAPPA DELLA DAKAR, la seconda ad anello, con partenza e arrivo a Pisco per un totale di 313 chilometri di prova speciale. Il pilota della Toyota ha approfittato dei problemi di Loeb e Despres, vincendo la tappa e allungando ancora sugli avversari, facendo un altro importante passo verso la vittoria finale. Seconda posizione di tappa per Nani Roma, che ha portato la sua Mini a 4 minuti e 58 secondi dalla Hilux del qatariota ed è ora alle sue spalle anche nella classifica generale. Terzo De Villiers, con laltra Toyota ufficiale, a 7 minuti e 15 secondi dal compagno di squadra. A UN PASSO DALLA VITTORIA. Oggi Al-Attiyah ha gestito il suo vantaggio, guidando magistralmente, senza fare alcun tipo errore. Questo gli ha consentito di ritrovarsi al comando quando Loeb e Despres hanno avuto problemi, ritrovandosi entrambi a rinunciare alla leadership della tappa. Ma non è tutto, perché oggi il principale avversario di Al-Attiyah si è dovuto ritirare, a causa di un incidente che ha provocato forti dolori alla schiena di David Castera, navigatore di Stéphane Peterhansel. Un mesto addio a questa edizione della Dakar che lascia via libera al qatariota della Toyota per la vittoria finale. "Oggi è stato molto difficile, ma abbiamo fatto un buon lavoro e siamo abbastanza felici, ha dichiarato Nasser Al-Attiyah dopo aver tagliato il traguardo. La vettura è buona, così come il nostro passo. Ogni giorno abbiamo accumulato del vantaggio sugli avversari, quindi siamo piuttosto felici". LOEB IN LOTTA PER IL PODIO. Il mesto ritiro di Peterhansel rilancia le speranze di un podio per Sébastien Loeb. Oggi, nonostante 1 ora e 15 minuti di ritardo accumulato, il francese è riuscito a mantenere la terza posizione nella classifica generale, alle spalle di Al-Attiyah e Roma. Il nove volte vincitore del Mondiale Rally ha gettato alle ortiche quella che poteva essere la sua quinta vittoria di tappa, a causa di un problema di natura meccanica: "Stavamo facendo unottima prova, ma al chilometro 250 abbiamo rotto la trasmissione e abbiamo dovuto sostituirla, unoperazione abbastanza difficile. Nel farlo è probabile che abbiamo commesso un piccolo errore e più avanti si è nuovamente rotta, così abbiamo dovuto attendere che Pierre Lachaume ci desse la sua trasmissione di riserva. Ci è voluto del tempo, ma alla fine abbiamo ugualmente tagliato il traguardo". DOMANI LA SFIDA FINALE. Tenersi lontano dai guai sarà limperativo per Nasser Al-Attiyah e la Toyota, pronti a festeggiare il successo. Ma al più duro rally raid al mondo bisogna sempre portare rispetto, perché basta davvero niente per ribaltare un risultato che, al momento, pare scontato. I piloti affronteranno domani 247 chilometri di trasferimento e poi 112 chilometri di prova speciale: lultima per questa edizione 2019. 2019-01-16 22:43:33 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2019/01/16/mitsubishi_test_invernali_per_il_restyling_della_pajero_sport/gallery/2019-Mitsubishi-Pajero-Sport-spy-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24084 Mitsubishi Pajero Sport - Primi test invernali per il restyling http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24084&tipo=fv La MITSUBISHI [1] sta lavorando al restyling del PAJERO SPORT [2] e queste sono le prime immagini di un prototipo, fotografato in Scandinavia. La carrozzeria è protetta dalle pellicole, ma adotta già i componenti definitivi, fattore determinante per valutare le modifiche apportate. PICCOLI RITOCCHI A FRONTALE E CODA. Il frontale e la coda sono le zone dove i designer sono intervenuti maggiormente per rinfrescare il fuoristrada giapponese. Il taglio sottile dei gruppi ottici, la mascherina sviluppata verticalmente e i massicci paraurti richiamano allo stile della L200 appena presentata con cui condivide diversi componenti, comunque simili al modello attuale. In coda si nota una grafica aggiornata dei gruppi ottici Led, anche se non è possibile capire se sia rimasta anche la sezione verticale inferiore, attualmente occultata. UN POSSIBILE RITORNO IN EUROPA. Per il momento le informazioni relative ai powertrain non sono note, ma è interessante vedere il Pajero Sport in Europa: il modello attuale è infatti disponibile solo in Asia, Russia e Australia e la sua presenza su strada con targhe tedesche potrebbe indicare un ritorno del veicolo anche nel Vecchio Continente. Se così fosse potremmo avere ulteriori notizie tra la fine del 2019 e linizio del 2020. Links: ------ [1] http://www.quattroruote.it/listino/mitsubishi [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA/2017/09/19/MITSUBISHI_IL_PAJERO_SPORT_RINASCE_IN_RUSSIA.HTML 2019-01-16 17:24:37 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/16/mclaren_600lt_la_longtail_diventa_anche_spider/gallery/2019-mclaren-ok-3.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24083 McLaren 600LT - La Longtail diventa anche Spider http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24083&tipo=fv La MCLAREN [1] ha svelato immagini e informazioni ufficiali della 600 LT SPIDER. Si tratta della quinta Longtail della storia e della variante con tetto apribile della recentissima 600 LT [2], con la quale ha in comune la produzione limitata per soli 12 mesi. In Italia, la Spider sarà ordinabile con prezzi a partire da 265.500 euro. SOTTO I 1.300 KG CON IL PACCHETTO MSO CLUBSPORT. Gli interventi che hanno trasformato la 570S nella 600 LT sono stati replicati sulla Spider, a partire dal V8 3.8 biturbo da 600 CV e 620 Nm, con i caratteristici scarichi alti: la vettura tocca i 100 km/h in 2,9 secondi e i 200 km/h in 8,4 secondi, inoltre raggiunge una punta massima di 324 km/h (315 con tetto aperto). La differenza di peso tra Coupé e Spider è di 50 kg, grazie alla monoscocca in carbonio Monocell II che non ha richiesto ulteriori rinforzi per la rimozione del tetto. La Spider dichiara una massa a secco di 1.297 kg, inferiore di circa 100 kg rispetto alla 570S Spider, se viene installato il pacchetto opzionale MSO Clubsport da 23.500 euro che include lutilizzo del carbonio per i sedili della McLaren Senna, i rivestimenti degli interni, gli sfoghi daria dei parafanghi anteriori, oltre ai bulloni di titanio per i cerchi di lega. STESSA DOWNFORCE DELLA COUPé. Aerodinamica e assetto sono stati rivisti completamente per assicurare alla LT prestazioni e dinamica di guida ai massimi livelli. Il lavoro di affinamento ha permesso di ottenere gli stessi valori di downforce della coupé, inoltre sono state adottate modifiche alla taratura degli ammortizzatori e allimpianto frenante, oltre alladozione dei pneumatici Pirelli Trofeo R. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MCLAREN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/06/28/MCLAREN_600LT_LA_SPORT_SERIES_DIVENTA_ESTREMA.HTML 2019-01-16 15:52:49 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/primo_contatto/2019/01/16/hyundai_al_volante_della_i30_n_fastback/gallery/2019-Hyundai-i30-N-Fastback-6.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24082 Hyundai - Al volante della i30 N Fastback http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24082&tipo=fv Quando ho scoperto di essere più vecchio della Casa per cui corro, ammetto di esser rimasto un po incredulo, racconta sogghignando Gabriele Tarquini mentre sulla stessa auto raggiungiamo il circuito dove guideremo la nuova I30 N FASTBACK [1]. Sono cinque, per lesattezza, gli anni che separano la data di fondazione della HYUNDAI [2] Motor Company (1967) dalla nascita del più anziano neo CAMPIONE DEL MONDO [3] di sempre; il diversamente giovane Tarquini, appunto, classe 1962 e fiero detentore del titolo WTCR con la i30 da corsa. IL BRAND N DEDICATO ALLE PERFORMANCE. Compleanni a parte, deve far riflettere cosera la Hyundai qualche decennio fa e cosè diventata oggi. Pochi altri costruttori, in un lasso di tempo così ristretto, hanno compiuto passi avanti di tale portata: per bontà costruttiva, tecnologia, qualità di marcia. E adesso sta fiorendo bene pure il lato sportivo, con il brand N che vuole diventare per Hyundai quello che la lettera M sta per BMW, e il riferimento va alla Casa bavarese perché sono tantissimi i tecnici strappati a Monaco per fornire il proprio know how ai coreani. I quali, alle corse ci credono fortemente. Questanno difenderanno il titolo mondiale turismo con piloti dal piede molto pesante (oltre a Tarquini, i nuovi acquisti Catsburg e Farfus) e per il WRC si sono accaparrati il nove volte campione del mondo rally Sébastien Loeb, per tentare di agguantare quel titolo sfuggito per poco lanno scorso. SCOCCA PIù RIGIDA E RINFORZATA. Tutto questo per dire che la faccenda della sportività se la sono presa a cuore davvero. E questo, di rilfesso, lo si percepisce nelle qualità dinamiche della i30 N Fastback. Che di diverso dalla già nota due volumi, oltre alla coda (che la rende il 7% più efficiente in termini di penetrazione aerodinamica), ha poco altro: pesa solo 12 chili in più (1429 kg in tutto) che sono finiti per lo più dietro, dunque la ripartizione dei pesi è più equilbrata, e rispetto alla Fastback standard ha la scocca più rigida: una trentina di punti di saldatura in più qua e là, rinforzi strutturali nella parte inferiore e una barra di irrigidimento posteriore che fa bella mostra di sé quando apri il pratico e spazioso baule con portellone. GRAN COMPORTAMENTO DINAMICO. Del resto, le qualità sono quelle già apprezzate sulla due volumi. Un motore 2 litri turbobenzina da 250 cavalli (275 nella versione Performance, lunica che arriverà in Italia a circa 38-39 mila euro) che spinge e canta forte. Ma in particolare un gran bel comportamento dinamico. Che su strade aperte si apprezza maggiormente usando le modalità di guida più tranquille (Normal, Sport e Eco), specie per lassetto che risulta duro, ma ben sopportabile, mentre la posizione N è meglio tenersela per la pista, o quantomeno per strade dal manto liscio come la pelle di un bambino per via della taratura maledettamente rigida, al limite del fastidioso sullo sconnesso. Alla fine, senza dubbio alcuno, è meglio perdere cinque minuti e personalizzare la posizione N Custom attraverso il display touch da 8. Qui, al solito, puoi combinare a piacimento la taratura di sospensioni, sterzo, controllo di stabilità e differenziale elettronico, risposta del motore e della sua voce, che quandè in modalità sportiva e la valvola di scarico si apre è piena e gratificante, con i classici botti in rilascio che non si negano più a nessuno. IN PISTA DOTI E LIMITI. In pista, il banco di prova definitivo per qualsiasi vettura stradale, emergono doti e limiti. Questi ultimi, lo diciamo subito, riguardano soltanto un componente: leLSD, sigla che evoca un differenziale a slittamento limitato, ma viene tradita da quella e davanti, a significare che è lelettronica a limitare il pattinamento della ruota interna alla curva in accelerazione. Su strada lo fa egregiamente. In pista piuttosto bene, ma non quanto un autobloccante meccanico. Fa da contrappasso, però, un avantreno molto presente e incisivo, che stupisce per una notevole rapidità e precisione dinserimento in curva, pressoché esente da sottosterzo; una coda relativamente libera di muoversi in rilascio, poi, è il perfetto completamento per un setup davvero riuscito. Bene anche i freni, potenti e resistenti, e il cambio meccanico a sei marce: pur con una leva un po troppo bassa (è la seduta, invece, che sarebbe preferibile più infossata), è veloce e preciso, nonché dotato di Rev matching (la doppietta automatica) e di luci di diverso colore sul cruscotto, strappate al motorsport, che segnalano lavvicinarsi del limitatore. UNA GAMMA DI SPORTIVE. La N, che sta per Namyang in Corea dove ha sede il reparto R D e per Nürburgring dove la Hyundai ha un suo centro tecnico, pare quindi cresca bene. La gamma di vetture N è destinata a proliferare, come pure la famiglia delle N Line (allestimento sportivo per le Hyundai normali) e il catalogo N Option per personalizzare la vettura con parti speciali. Lapice, però, dovremmo vederlo fra un paio danni, quando debutterà un modello inedito che si porrà sulla cima della piramide N. E lì, ci sarà la resa dei conti per vedere quanto in fretta crescono i coreani anche nellélite della sportività. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/nuovi-modelli/2018/09/26/hyundai_i30_fastback_n_svelata_la_variante_sportiva_della_coupe_.html [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/HYUNDAI.HTML [3] https://www.quattroruote.it/news/sport/2018/11/18/wtcr_gabriele_tarquini_e_campione_del_mondo.html 2019-01-16 15:52:49 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/16/auto_elettriche_la_evergrande_prende_il_controllo_della_nevs/gallery/2019-Nevs-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24080 Auto elettriche - La Evergrande prende il controllo della Nevs http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24080&tipo=fv Il gruppo Evergrande ha acquisito il 51% della NEVS [1], prendendo di fatto il controllo del costruttore di auto elettriche nato SULLE CENERI DELLA SAAB [2] grazie a capitali cinesi. Il restante 49% della società è controllato dalla Ne Holding di Kai Johan Jiang: per il momento non sono stati ufficializzati i dettagli economici dellaccordo ma secondo alcune fonti cinesi il gruppo attivo nel settore immobiliare dovrà pagare circa 930 milioni di dollari. ACQUISIZIONE COMPLETATA ENTRO LA FINE DI GENNAIO. La prima parte della transazione è stata già completata a seguito di un versamento di 430 milioni di dollari: limporto restante sarà saldato entro la fine di gennaio. Questa operazione ha permesso alla Evergrande, e al suo fondatore Hui Ka-yan, conosciuto in Cina con il nome di Xu Jiayin, di ampliare il proprio portfolio di aziende attive nello sviluppo della mobilità elettrica. Il gruppo cinese, infatti, possiede già il 32% della FARADAY FUTURE [3], per la quale aveva annunciato investimenti, poi cancellati, PER DUE MILIARDI DI DOLLARI [4]. FULL ELECTRIC. Fondata nel 2012, la National Electric Vehicle Sweden cercò di prendere il controllo della Saab, che al tempo era in bancarotta, per produrre in Cina le vetture del marchio svedese. La Nevs ha così iniziato a sviluppare una versione elettrica della 9-3, avviandone la produzione allinterno di una fabbrica appositamente costruita a Tianjin, a sud-est di Pechino, che sarà presto affiancata da un secondo stabilimento a Shanghai, la cui costruzione è già stata avviata. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/NEVS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA/2017/01/26/NEVS_CINA_VIA_LIBERA_ALLA_PRODUZIONE_SI_PARTE_DALLE_9_3_ELETTRICHE.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/11/08/FARADAY_FUTURE_SI_FERMA_LA_FABBRICA_FUTURO_IN_BILICO.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/06/27/FARADAY_FUTURE_CONFERMATI_I_DUE_MILIARDI_DI_DOLLARI_DI_INVESTIMENTI.HTML 2019-01-16 15:14:50 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/16/stefano_sorrentino_ericsson_5g_i_primi_obiettivi_sono_la_sicurezza_e_il_confort/gallery/2019-Sorrentino-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24081 Sorrentino (Ericsson) - "5G, i primi obiettivi sono la sicurezza e il confort" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24081&tipo=fv Più sicurezza e confort, meno congestione. Con il 5G, la quinta generazione delle reti cellulari ormai prossima al debutto sul mercato, anche lautomobile farà passi da gigante. E non soltanto nella direzione della guida autonoma. Ne è convinto Stefano Sorrentino, ricercatore italiano in forza alla Ericsson e con base a Stoccolma, specializzato negli sviluppi della tecnologia mobile applicati allindustria delle quattro ruote. Laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni al Politecnico di Milano, Sorrentino vive in Svezia da dieci anni: oltre a essere titolare di 180 brevetti (non a caso, Ericsson lo ha nominato "inventore dellanno"), il nostro connazionale rappresenta lazienda di Stoccolma nel board della 5G AUTOMOTIVE ASSOCIATION [1], fondata due anni fa assieme ai gruppi tedeschi Audi, BMW e Daimler. Una posizione privilegiata per farsi unidea su ciò che sta per accadere nel settore della mobilità. Ingegner Sorrentino, si parla molto della velocità di trasmissione del 5G. Quali sono le caratteristiche chiave della tecnologia? Dire che il 5G è dieci volte più veloce del 4G sarebbe corretto, ma riduttivo e in fondo poco significativo. La velocità è importante, ma lo è di più il controllo della qualità dei dati. IL 5G VIENE SPESSO PRESENTATO COME LA TECNOLOGIA CHE RENDERà POSSIBILE LA GUIDA AUTONOMA. DAVVERO COSì? Prima di tutto, serve una precisazione: il 5G è davvero indispensabile per la guida autonoma? La risposta è no. Esistono prototipi di vetture robotizzate che non sfruttano il 5G. Sulla strada, il veicolo deve prima di tutto affidarsi a una serie di sensori: radar, Lidar (i laser, _ndr_), telecamere. Questa dotazione hardware garantisce un primo livello di sicurezza, sufficiente per viaggiare in autostrada. In sostanza, nelle situazioni di traffico più semplici, te la puoi cavare i sensori di bordo. Il 5G, semmai, estende queste informazioni, migliorando la sicurezza, il confort e lefficienza di guida. Può farci qualche esempio? Unapplicazione fondamentale del 5G è la guida cooperativa: i veicoli si parleranno tra di loro (la cosiddetta tecnologia V2V, vehicle-to-vehicle, _ndr_), ottimizzando la marcia e anticipando lintenzione di effettuare delle manovre, per esempio un cambio di corsia. Questa è sicurezza. E poi, in futuro, i semafori saranno automatizzati: grazie allo scambio di informazioni e linfrastruttura stradale (il cosiddetto V2X, _ndr_), i veicoli potranno adeguare e ottimizzare la velocità di crociera per cogliere sempre londa verde. Questa è efficienza. Unaltra applicazione della tecnologia è la connessione permanente al cloud, per gli aggiornamenti software e non solo. Per esempio, cambierà il concetto stesso di mappa: grazie al contributo dei sensori a bordo delle vetture in circolazione, sarà possibile aggiornare le cartine in tempo reale, direttamente sui server della Casa automobilistica, correggendo eventuali discrepanze. Per certi versi, il 5G sarà il linguaggio di ogni cosa, lautostrada comune su cui viaggeranno le auto e tutti gli altri dispositivi che usiamo ogni giorno. Secondo Ericsson, entro la fine del 2024 il 5G raggiungerà più del 40% della popolazione globale. Qual è il percorso che ci porterà fino a lì? In che modo sarà coinvolta lautomobile? Negli Stati Uniti, il debutto dei primi servizi è ormai questione di settimane: in principio, il grosso del business del 5G riguarderà luso degli smartphone nelle aree urbane. Anche sul fronte delle auto, le prime implementazioni sono attese allinizio di questanno, sempre negli Usa: poi, entro la fine del 2019, toccherà allEuropa. Inizialmente, il 5G verrà impiegato per lo streaming a bordo di contenuti, in sostanza per il confort o lintrattenimento dei passeggeri. Per le applicazioni relative alla guida autonoma, invece, ci vorrà qualche anno. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVE_TECNOLOGIE/2016/09/27/GUIDA_AUTONOMA_CASE_TEDESCHE_E_TECH_COMPANY_NASCE_LA_5G_AUTOMOTIVE_ASSOCIATION.HTML 2019-01-16 15:14:50 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2019/01/08/audi_q4_i_test_della_suv_coupe_proseguono_sulla_neve/gallery/2019-Audi-Q4-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24079 Audi Q4 - I test della Suv coupé proseguono sulla neve http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24079&tipo=fv Gli avvistamenti dei prototipi della nuova AUDI Q4 [1] iniziano a moltiplicarsi in vista del debutto, previsto entro la prossima estate. La nuova Suv coupé dei Quattro Anelli si baserà sulla meccanica della Q3 [2] e, proprio per questo motivo, secondo alcune voci non sarebbe da escludere che possa prendere il nome di Q3 Sportback, seguendo la logica di denominazione che dovrebbe caratterizzare anche la versione più sportiva dellelettrica E-TRON [3]. STILE SPORTIVO. Rispetto al primo avvistamento, le nuove foto spia ci permettono di osservare molti più dettagli della nuova sport utility, a partire dallo stile del frontale che dovrebbe ricalcare fedelmente limpostazione della sorella Q3. Le novità principali, come anticipato, si concentreranno al posteriore, dove sarà presente un montante di forma totalmente inedita che snellirà il profilo della coda rendendolo più sportivo e dinamico. Anche sul retro, tuttavia, lo stile appare immediatamente riconducibile a quello della Q3, a partire dalla forma dei gruppi ottici fino ad arrivare allinserto del paraurti, che sulla Q4 sarà posizionato più in alto e integrerà i catarifrangenti. GEMELLE DIVERSE. Le similitudini tra i due modelli continueranno anche sottopelle, dove sarà presente la stessa meccanica. La Q4 si baserà sul pianale modulare Mqb sul quale verranno montati gli stessi motori a quattro cilindri già disponibili sulla Q3. Tra questi vi saranno le varie versioni a due o quattro ruote motrici con cambi manuali o automatici S tronic dei 1.5 e 2.0 turbobenzina da 150, 190 e 230 CV delle 35, 40 e 45 TFSI oltre ai 2.0 turbodiesel da 150 e 190 CV rispettivamente montati sulle 35 TDI e 40 TDI. Non è infine da escludere che le due Suv in futuro possano essere anche declinate in altrettante varianti sportive: se confermata, la RS Q4 potrebbe essere spinta dal cinque cilindri 2.5 TFSI da 400 CV già visto sulle RS3 e TT RS. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUDI-Q4 [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUDI-Q3 [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUDI-E-TRON 2019-01-16 15:14:50 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/16/porsche_panamera_le_nuove_versioni_di_exclusive_manufaktur/gallery/2019-panamera-ok--8.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24078 Porsche Panamera GTS - Le nuove versioni di Exclusive Manufaktur http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24078&tipo=fv La PORSCHE [1] presenta due nuove vetture realizzate del reparto EXCLUSIVE MANUFAKTUR, nate per mostrare le potenzialità di personalizzazione offerte ai clienti. La protagonista è la PANAMERA GTS, nelle varianti berlina e Sport Turismo. MAMBA GREEN PER LA BERLINA. Per la Panamera GTS è prevista la tinta esterna Mamba Green, estesa anche al logo del modello, alle prese daria e abbinata al nero lucido delle cornici dei cristalli, delle calotte degli specchietti, dei terminali dello scarico sportivo e del logo Porsche sulla coda. Sono stati installati anche i gruppi ottici anteriori e posteriori oscurati e i cerchi di lega da 21" SportDesign in tinta Satin Platinum. Nellabitacolo troviamo gli inserti della plancia e la chiave della vettura in tinta con la carrozzeria, le cinture di sicurezza e il fondo del contagiri e dello SportChrono nel colore Crayon, le bocchette dellareazione nero lucido, i rivestimenti di pelle estesa per plancia, piantone e pannelli porta, battitacco illuminati, tappetini personalizzati con bordi in pelle, sistema di intrattenimento per i sedili posteriori e portaoggetti in pelle nel divano posteriore. NERO E BORDEAUX PER LA SPORT TURISMO. Sulla Panamera GTS Sport Turismo il reparto Exclusive Manufaktur ha scelto invece un approccio totalmente diverso. La carrozzeria è verniciata nella tinta Black, estesa anche a tutti i componenti aerodinamici, al logo del modello, ai terminali dello scarico sportivo e ai cerchi da 21" Exclusive. Sono previsti inoltre i gruppi ottici Led oscurati. Linterno è caratterizzato dai rivestimenti di pelle nera a grana fine con inserti e cuciture Bordeaux Red, tinta ripresa anche per le cinture di sicurezza e lo sfondo del contagiri e dello SportChrono. La pelle viene utilizzata anche per rivestire le bocchette di areazione, la plancia e il piantone dello sterzo, inoltre è presente il logo Porsche sui poggiatesta e sul bracciolo centrale. Sono personalizzati anche i battitacco, i tappetini e la protezione del fondo del bagagliaio. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/PORSCHE.HTML 2019-01-16 14:28:12 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/16/volkswagen_golf_iniziano_le_prevendite_della_gti_tcr/gallery/2019-VW-Golf-GTI-TCR-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24077 Volkswagen Golf GTI TCR - Iniziano le prevendite, in Germania da 38.950 euro http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24077&tipo=fv La VOLKSWAGEN [1] ha aperto in Germania le prenotazioni per la GOLF GTI TCR, che sarà proposta a partire da 38.950 euro, circa 3.300 euro in più rispetto alla GTI Performance con cambio Dsg. Ispirata allimpegno della Casa tedesca nelle competizioni turismo e PRESENTATA COME CONCEPT AL WöRTHERSEE 2018 [2], la GTI TCR adotta una versione da 290 CV e 370 Nm del 2.0 TSI con filtro particolato, proposto solo con cambio automatico sette marce: raggiunge una punta massima di 250 km/h e passa da 0 a 100 km/h in 5,6 secondi. LA DOTAZIONE DI SERIE. La dotazione di serie deriva dalla GTI Performance da 245 CV e include il Front Assist, lActive Info Display, i gruppi ottici a Led, il differenziale autobloccante anteriore, i dischi freno forati, il selettore per le modalità di guida, i sedili sportivi rivestiti di microfibra, le cinture di sicurezza con finiture rosse e il volante personalizzato. prevista anche ladozione dei cerchi di lega forgiati da 18", delle calotte degli specchietti nere e del pacchetto aerodinamico TCR con splitter anteriore, minigonne, spoiler e diffusore posteriore. GLI OPTIONAL SPORTIVI. Tra gli optional figurano i cerchi di lega da 19" con pneumatici 235/35 semi-slick, le sospensioni elettroniche DCC, il tetto di colore nero, la finitura di carbonio delle calotte degli specchietti e un pacchetto per portare la velocità massima da 250 a 260 km/h. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/VOLKSWAGEN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CONCEPT/2018/05/10/VOLKSWAGEN_GOLF_LA_GTI_TCR_CONCEPT_DEBUTTA_AL_WORTHERSEE.HTML 2019-01-16 12:31:52 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/16/mini_per_l_anniversario_nasce_la_60_years_edition/gallery/2018-mini-ok--46.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24076 Mini - Per lanniversario, nasce la 60 Years Edition http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24076&tipo=fv Per festeggiare i 60 anni di carriera del proprio iconico modello la MINI [1] ha presentato la serie speciale MINI 60 YEARS EDITION, proposta per le varianti TRE E CINQUE PORTE e disponibile a partire da marzo. Le motorizzazioni offerte sono quelle benzina Cooper 1.5 136 CV, Cooper S 192 CV, Cooper D 116 CV e Cooper SD 170 CV. LA LIVREA E GLI ACCESSORI. La carrozzeria sfoggia la classica tinta British Racing Green IV, ma in alternativa è possibile optare anche per le varianti Midnight Black, Moonwalk Grey e Melting Silver. Di serie sono previste inoltre le stripes e la finitura Pepper White o Black del tetto e delle calotte degli specchietti, oltre agli esclusivi cerchi di lega da 17" bicolore. Gli interni sono caratterizzati dai rivestimenti di pelle Mini Yours Lounge 60 Years in tinta Dark Maroon, inoltre sono previsti di serie il pacchetto Chili, i fendinebbia Led, le luci posteriori Led, il pacchetto Mini Excitement, il climatizzatore automatico, il Mini Driving Modes e il sensore pioggia. I loghi 60 Years sono presenti sulla carrozzeria, sui sedili, sul volante e sui battitacco, ma sono anche proiettati sul terreno aprendo le portiere anteriori. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MINI.HTML 2019-01-16 11:39:12 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/16/bmw_serie_7_l_ammiraglia_si_rifa_il_look/gallery/2019-BMW-Serie-7-39.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24075 BMW Serie 7 - Lammiraglia si rifà il look http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24075&tipo=fv Pochi mesi dopo aver svelato lammiraglia alta della Casa, linedita X7 [1], la BMW [2] aggiorna la sua auto di rappresentanza bassa, la SERIE 7 [3]. E non si tratta di modifiche di poco conto, per il modello prodotto dal 2015, pur considerando solo il lato estetico. Lintero frontale, infatti, è stato ridisegnato e risulta più alto di 5 cm allestremità del cofano: a cambiare sono il doppio rene (più largo del 40%, in linea con quello dellX7), il fascione con finiture cromate, i gruppi ottici più sottili (del tipo adattivo a Led di serie o Laserlight optional) e il cofano. Persino il logo ora è più largo. GRANDE ATTENZIONE AL CONFORT. Di lato spiccano, oltre ai nuovi cerchi di lega fino a 21, i profili inferiori ridisegnati, integrati da sfoghi per ottimizzare il flusso daria proveniente dai passaruota anteriori. La vetratura, inoltre, è più spessa di oltre 5 mm, per isolare ancora di più labitacolo: e, restando in tema, è stato aggiunto ulteriore materiale fonoassorbente nei passaruota posteriori. In coda, i gruppi ottici tridimensionali a Led sono più sottili di 35 mm, e sono ora collegati da una striscia luminosa molto sottile. Cambia anche la parte inferiore, con i grandi terminali di scarico integrati in unampia cornice cromata. ANCHE A PASSO LUNGO. La Serie 7 continua a essere disponibile in due varianti di carrozzeria: quella lunga, con passo maggiorato di 14 cm, che porta la lunghezza a 5,26 metri, mentre la versione standard si fa per dire arriva a 5,12. Entrambe guadagnano 2,2 cm dingombri, mentre larghezza (1,90 metri) e altezza (1,47 metri, e 1,48 per la lunga), restano invariate. AMBIENTE AL TOP. Il lavoro prosegue allinterno, dove laccento è stato posto, oltre che sullo stile, sulle dotazioni, sui materiali e sui sistemi di bordo. La Serie 7 è offerta di serie con rivestimenti di pelle Dakota, disponibile in cinque colori. Sono sei, invece, le varianti di tinta per lopzionale pelle nappa Exclusive, mentre ora è disponibile pure la variante con trapuntatura estesa. Nuove le finiture di legno pregiato American Oak Dark con inserti di metallo e grana di pioppo grigio metallizzato lucido. Rifiniture e bordi cromati del pannello strumenti sono realizzati ad hoc per ogni auto, per garantire un assemblaggio più preciso. Lambiente, già lussuoso, può essere ulteriormente arricchito grazie al pacchetto Design Pure Excellence, che include: rivestimento di Alcantara, listelli sottoporta di alluminio spazzolato, cuciture nella parte inferiore del cruscotto e inserti di legno pregiato per i copri-prese delle cinture di sicurezza. Il pacchetto M Sport racchiude invece il volante sportivo di pelle e la pedaliera M, i sedili confort, i listelli sottoporta M illuminati e gli inserti di rifinitura di legno pregiato Fineline Black. Ridisegnato il volante di serie e rivisti alcuni comandi, inoltre la ricarica wireless è collocata in posizione più comoda. Previsto di serie il BMW Live Cockpit Professional, che include il sistema dinfotainment la strumentazione interamente digitale, rispettivamente con schermo da 12,3 e da 10,25, gestiti dal nuovo BMW operating system 7.0. Linterfaccia avviene tramite lo schermo touch, liDrive sul tunnel, i comandi al volante e quelli vocali naturali. LIntelligent personal assistant può essere attivato con la frase Hey BMW, e aiuta il conducente a sfruttare le varie funzioni. DIETRO SEI IN FIRST CLASS. Per la versione a passo lungo è disponibile lExecutive Lounge, che mira a migliorare ulteriormente il benessere di chi sta a bordo. Oltre al clima automatico quadrizona, ai sedili confort regolabili elettricamente e alla funzione massaggio posteriore, il pacchetto comprende anche la ventilazione attiva per tutti i sedili, oltre alle opzioni Executive Lounge seating e alla console posteriore Executive Lounge. Il sistema multimediale posteriore consta di due display Full HD touch da 10, completi di lettore Blu-ray, che consentono di accedere anche alle funzioni online e di navigazione. Inoltre, il BMW Touch command è stato migliorato: questo tablet estraibile da 7 può essere utilizzato persino fuori dallauto e permette di gestire la regolazione dei sedili, lilluminazione interna e il controllo del climatizzatore, nonché il sistema dinfotainment. Può anche riprodurre file audio e video esterni. POTENZA VELLUTATA. La Serie 7, che si pone come obiettivo il miglior compromesso possibile tra confort e doti dinamiche, può contare su un telaio raffinato, sospensioni adattive di serie con smorzamento a controllo elettronico e sospensioni pneumatiche autolivellanti. Tra gli optional si possono scegliere lIntegral active steering e lExecutive drive pro chassis system, disponibile per tutte le Serie 7, tranne che per la variante plug-in. Robusto, ovviamente, lausilio alla guida previsto dal Driving assistant professional, tra cui: lassistente di sterzata e controllo corsia e il Traffic jam assist, il sistema di mantenimento corsia con protezione attiva dellurto laterale, la manovra di evasione, il Cross traffic alert, i sistemi di avviso anche di marcia contromano, oltre al cruise control adattivo con funzione Stop Go. Ed è di serie lassistenza al parcheggio, che ora include la possibilità di effettuare manovre in retromarcia automatizzate. ANCHE PLUG-IN. La gamma motori prevede unità benzina e diesel, a sei, otto e dodici cilindri, oltre a una rinnovata ibrida plug-in. Anche il cambio Steptronic a otto marce di serie ha subito migliorie, così come la trazione integrale xDrive, che può essere combinata con lalimentazione ibrida. Al top troviamo la M760Li xDrive, equipaggiata col V12 6.6 da 585 CV, mentre la 750i xDrive monta un nuovo V8 4.4 da 530 CV. Librida plug-in 745e adotta un sei cilindri in linea di 3 litri, abbinato a un motore elettrico sincrono, per una potenza totale di 394 CV in modalità Sport. Tra i diesel si segnalano tre propulsori a sei cilindri in linea di 3 litri: erogano 400 CV sulla 750d xDrive, 320 CV sulla 740d xDrive e 265 sulla 730d. E il lancio? In marzo, come accadrà per la Serie 3, lX7 e la Z4. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/10/17/BMW_X7_USCITA_2019_INTERNI_FOTO_DIMENSIONI_MOTORI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/BMW.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BMW-SERIE-7 2019-01-16 11:11:54 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/16/skoda_una_nuova_crossover_al_salone_di_ginevra/gallery/2018-skoda-ok2-.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24074 Skoda - Una nuova crossover al Salone di Ginevra http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24074&tipo=fv Lofferta della SKODA [1] si amplia con unaltra Suv, che debutterà al SALONE DI GINEVRA [2] (che si svolgerà nella città svizzera dal 7 al 17 marzo) e della quale la Casa ceca ha mostrato un primo teaser. Per ora, del modello che affiancherà la grande KODIAQ e la media KAROQ, si vede solo unimmagine del frontale, con il nuovo design dei fari a Led, luci di marcia diurna separate nella parte superiore e indicatori di direzione integrati. Secondo quanto dichiarato dalla Casa, si tratta di un modello di crossover urbana, che nasce sulla base della Modular Transverse Matrix (MQB) del gruppo Volkswagen. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/SKODA.HTML [2] https://www.quattroruote.it/tags/salone-di-ginevra 2019-01-16 10:41:27 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/16/bmw_aggiornamenti_per_la_gamma/gallery/2019-BMW-aggiornamenti-new.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24073 BMW - Tutti gli aggiornamenti per la gamma europea http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24073&tipo=fv La BMW [1] ha rilasciato un corposo aggiornamento del listino che coinvolge molti dei suoi modelli: SERIE 2, SERIE 3 GT, SERIE 4, SERIE 5, SERIE 8, X1, X2 e X5, incluse alcune varianti M, modificando dotazioni di serie e accessori. Le novità saranno effettivamente disponibili a partire dal mese di marzo. LA SERIE 2. Per la Serie 2 Coupé e Cabriolet sono previsti gruppi ottici posteriori oscurati e viene introdotto a listino lallestimento Sport Line con cerchi di lega bicolore opzionali da 17" e 18". Sulla M240i è ora disponibile una nuova variante Cerium Grey dei cerchi da 18" e la colorazione esterna Long Beach Blue, che può essere abbinata anche agli interni di fibra di carbonio con finitura opaca. Tutte le versioni M Sport ricevono inoltre di serie il doppio rene anteriore nero. LA SERIE 3 GT. La Serie 3 GT viene dotata di serie di gruppi ottici posteriori oscurati e inserti neri nei gruppi ottici con Adaptive Led opzionali. Le versioni M Sport aggiungono alla dotazione il doppio rene e i terminali di scarico nero con finitura nero lucido, oltre a nuove varianti dei cerchi da 18" e 19" e alla tinta Mineral White metallizzata. LA SERIE 4. Per tutte le varianti della Serie 4 è prevista lintroduzione, tra gli optional, delle tinte Individual Aventurine Red e Frozen Dark Grey (Gran Coupé) e di quella Mediterranean Blue (Coupé e Cabriolet), oltre a nuovi cerchi di lega da 18" e 19". Per la versione Sport Line, Luxury e M Sport è disponibile linterno di pelle Dakota in tinta Mocha, mentre solo la M Sport propone anche le finiture interne di carbonio. Le versioni Sport Line e M Sport, infine, adottano i gruppi ottici posteriori oscurati e il doppio rene anteriore nero lucido. Per tutte le versioni della Serie 4 è inoltre disponibile lallestimento M Sport Individual, che include la tinta esterna Tanzanite Blue, il pacchetto aerodinamico M, la High-Gloss Shadow Line esterna, i cerchi da 19", i sedili sportivi riscaldabili di pelle Merino Opal White, il volante M, le finiture Piano Black della plancia e, per le sole versioni a trazione posteriore, lassetto M Sport. Tra le opzioni sono invece presenti ulteriori combinazioni cromatiche interne ed esterne. LA M4. Per le M4 Coupé e Cabriolet è prevista di serie ladozione dei gruppi ottici posteriori oscurati e viene introdotta lopzione della tinta Individual Frozen Dark Blue II. Per la sola versione Coupé Competition è inoltre proposta lopzione degli interni di pelle Merino Individual bicolore nelle varianti Sakhir Orange/Black e Silverstone/Black. LA SERIE 5. Nella gamma della Serie 5 debutta il pacchetto Individual Composition che include la tinta esterna Individual nelle varianti Azurite Black, Carbon Black, Champagne Quartz, Almandine Brown oppure Rhodonite Silver, i cerchi da 20", gli interni di pelle Merino color Tartufo, Caramel o Smoke White, i sedili ventilati comfort, la plancia di pelle Individual, il padiglione antracite, il pacchetto aerodinamico M, lassetto e limpianto frenante M Sport, il doppio rene anteriore e i profili dei cristalli nero lucido, il volante M, i battitacco personalizzati, i fendinebbia Led e i terminali di scarico con profilo trapezoidale cromato. LA SERIE 8. Per la neonata gamma della Serie 8 Coupé è prevista lintroduzione di nuove opzioni di personalizzazione. La carrozzeria potrà essere ordinata nelle varianti Individual Aventurine Red, Tanzanite Blue, Brilliant White Frozen Dark Brown, Frozen Arctic Grey, Frozen Cashmere Silver, Frozen Dark Silver, Frozen Brilliant White e Pure Metal Silver, da abbinare agli interni di pelle Merino Individual nelle colorazioni Black, Ivory White e Cognac e nelle varianti bicolore Fiona Red/Black, Tartufo/Black, Ivory White/Tartufo e Midnight Blue/Black. LA X5. Sulla BMW X5 debuttano le tinte esterne Sophisto Grey Brilliant Effect e Terra Brown, oltre alle varianti Individual Ruby Black, Pyrite Brown, Ametrine e Tanzanite Blue. In abitacolo sono invece previsti gli interni in pelle Merino Individual bicolore Ivory White/Midnight Blue e quelli a Merino a grana fine Black, Ivory White, Tartufo, Coffee e bicolore Ivory White/Midnight Blue, oltre ai rivestimenti della plancia in legno Fineline Black con inserti in alluminio. LE X1 E X2. Per le BMW X1 e X2 sono previste invece delle novità di carattere tecnico. Sarà infatti lanciata sul mercato la già annunciata X2 M35I [2] con il 2.0 turbo benzina da 306 CV, abbinato al cambio automatico e alla trazione integrale xDrive. Saranno inoltre disponibili le versioni aggiornate della X1 20i e 25i con i 4 cilindri 2.0 turbo benzina dotati di filtro antiparticolato. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/auto/bmw.html [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/09/07/BMW_X2_M35I_INFORMAZIONI_FOTO_DOTAZIONI_DATI_TECNICI_PREZZI_SUV_COMPATTA.HTML 2019-01-16 10:41:27 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/16/mercedes_benz_arriva_la_classe_a_sport_extra_serie_speciale_hi_tech/gallery/2019-Mercedes-Benz-Classe-A-Sport-Extra-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24072 Mercedes-Benz - Arriva la Classe A Sport Extra, serie speciale hi-tech http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24072&tipo=fv Allombra della Stella puntano ad avere una gamma sempre più tecnologica e connessa, come dimostra la diffusione a macchia dolio nel listino MERCEDES-BENZ [1] dellinterfaccia Mbux. Portabandiera di questo nuovo corso è lultima generazione della CLASSE A [2], la cui offerta si amplia con il lancio della A180 D AUTOMATIC SPORT EXTRA, una serie speciale a tiratura limitata che fa proprio dei contenuti hi-tech il suo punto di forza. SOLO PER POCHI. Realizzata in soli 2.000 esemplari, tutti riservati allItalia, questa versione aggiunge alla dotazione di serie il doppio schermo da 10,25 pollici sulla plancia, la realtà aumentata, lActive parking assist e il Mirror pack. Questi accessori, normalmente venduti a 2.524 euro, sono invece inclusi nellequipaggiamento standard con un sovrapprezzo di 800 euro, che portano dunque il prezzo totale dellauto a 33.470 euro. Lallestimento Sport, va ricordato, comprende già tra le altre cose i cerchi di lega da 17 pollici, il volante sportivo, la mascherina cromata, lassetto sportivo ribassato, i fari a Led High Performance e il climatizzatore automatico bizona, oltre, chiaramente, al sistema dinfotainment Mbux di cui sopra. LITALIA APRIPISTA CON LO STORE. La A180 d Automatic Sport Extra non è però lunica novità annunciata da Mercedes per il mercato italiano. Il nostro Paese è infatti stato scelto dalla Casa di Stoccarda come Stato pilota per il lancio del Mercedes me Store. Questa piattaforma, che sarà resa completamente attiva nel corso di questanno, viene a costituire un nuovo modello di business B2C, grazie alla vendita di prodotti e servizi per lauto in cloud. In questa particolare dimensione commerciale, anche i dealer possono giocare un ruolo inedito, stimolando il cliente nella scoperta delle potenzialità del mondo Mercedes me e guidandolo nellacquisto, effettuato poi magari attraverso le forme di pagamento digitali legate a Mercedes Pay. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MERCEDES-BENZ.HTML [2] http://www.quattroruote.it/tags/mercedes-benz-classe-a 2019-01-16 10:16:13 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/diario_di_bordo/2019/01/10/jaguar_e_pace_una_settimana_con_la_2_0_awd_r_dynamic_video/gallery/2019-Jaguar-E-Pace-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24071 Jaguar E-Pace - Una settimana con la 2.0 AWD R-Dynamic - VIDEO [Day 3] http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24071&tipo=fv la porta dingresso al mondo JAGUAR [1]. La E-Pace, più corta di 34 cm rispetto alla F-Pace, ha un passo di 2,68 cm e un bagagliaio con capacità dichiarata variabile da 577 a 1.234 litri. Motore 4 cilindri a benzina da 200 CV e 320 Nm, capace di spingere questa C-Suv alla velocità massima di 216 km/h e di fermare il cronometro nello 0-100 in 8,2. Cambio automatico ZF a 9 marce, trasmissione integrale (costante allanteriore, alloccorrenza al posteriore). Come tutte le Jaguar, è ben rifinita e - specie in questo allestimento top - ben equipaggiata. Il taglio della carrozzeria premia la sportività, con chiari riferimenti alla F-Type, dove emerge una compattezza dinsieme notevole grazie anche ai grossi cerchi da 20. Costa 58.200 euro. SPORTIVA, MA OSPITALE [DAY 1]. La piccola del Giaguaro convince. Il primo giorno con questa Jaguar E-Pace ci serve per presentarla e per riconoscere, nelle sue linee molto sportive, le enormi ruote da 20" e il lunotto spiovente, il Dna dello stile di Ian Callum, il designer che ha rivoluzionato tutte le Jaguar di oggi. ROBERTO UNGARO, REDAZIONE WEBTV COME VA IN OFF-ROAD ? [DAY 2] Per il secondo giorno del Diario di bordo, abbiamo portato la Jaguar E-Pace sul tracciato di fuoristrada di Vairano. Nonostante laria decisamente sportiva, la piccola Suv ha doti meccaniche ed elettroniche che le permettono di cavarsela anche quando lasfalto finisce. Di certo non si può esagerare, viste la massa e le ruote da 20, ma laltezza da terra di 20 cm in certe situazioni aiuta. CARLO BELLATI, REDAZIONE WEBTV NOTIZIE DAGLI INTERNI [DAY 3]. La comodità delle Jaguar non si discute e anche la E-Pace non fa eccezione. Il posto guida è accogliente come la poltrona di casa e non manca nulla o quasi, visto che qualche piccola lacuna labbiamo trovata. In questo terzo giorno del diario di bordo, poi, siamo andati a vedere anche come viaggiano i passeggeri e tanto altro ancora. FRANCESCA GALBIATI, REDAZIONE WEBTV Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/JAGUAR.HTML 2019-01-16 08:41:37 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2019/01/15/mercato_europeo_risultati_vendite_auto_europa_dicembre_2018/gallery/mercato-europeo-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24070 Mercato europeo - Vendite in calo a dicembre, il 2018 resta stabile http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24070&tipo=fv Il MERCATO EUROPEO [1] dellauto chiude il 2018 con una calo marginale delle immatricolazioni. Sulla base dei dati dellAcea (lAssociazione europea dei costruttori), le registrazioni annuali nellarea Ue+Efta si sono fermate a 15.624.486 unità, lo 0,04% in meno rispetto al 2017. A pesare sullandamento della domanda sono stati soprattutto gli ultimi quattro mesi dellanno, con leffetto WLTP [2] (le nuove procedure di omologazione in vigore dal 1* settembre) che ha fatto pagare un conto salato a molti produttori. Dicembre, con 1.038.984 immatricolazioni, è infatti il quarto mese di fila in contrazione: -8,7% che segue il -8,1% di NOVEMBRE [3], il -7,4% di OTTOBRE [4] e il -23,4% di SETTEMBRE [5]. MERCATI PRINCIPALI IN ORDINE SPARSO. I cinque maggiori mercati del Vecchio Continente lanciano segnali contrastanti. la Spagna a mettere a segno la miglior performance annuale con una crescita del 7%, seguita dalla Francia con un +3%. Sostanzialmente stabile la Germania (-0,2%), mentre risultano in flessione lItalia (-3,1%) e il Regno Unito (-6,8%). Nel solo mese di dicembre è il mercato italiano lunico a crescere (+2%): la Spagna chiude con un calo del 3,5%, il Regno Unito del 5,5%, la Germania del 6,7% e la Francia del 14,5%. JEEP SOSTIENE FCA. Nella classifica dei maggiori produttori il gruppo FCA perde una posizione scendendo al quinto posto per effetto del sorpasso della BMW. Gli italo-statunitensi chiudono lanno con 1.021.311 immatricolazioni e un calo del 2,3% nonostante il boom della Jeep. Il brand americano segna infatti una crescita del 55,6% con 108.431 registrazioni. Male la Fiat con un -8,8%, la Maserati con un -8,1% e la Lancia con un -19,8%. LAlfa Romeo limita le perdite a un -3,4%. TEDESCHI SULLALTALENA. Il gruppo Volkswagen si conferma, invece, al primo posto dallalto di 3.733.427 immatricolazioni, in crescita di appena lo 0,4% a causa dei frequenti crolli subiti negli ultimi mesi dellanno per colpa dei ritardi nellimplementazione della nuove procedure di omologazione. Il brand omonimo cresce comunque del 2,7%, Skoda del 3,4% e Seat del 12,8%. Perdono terreno lAudi e la Porsche con una flessione, rispettivamente, del 12,4% e del 3,9%. Il gruppo BMW conquista il quarto posto nonostante un calo dell1% con 1.033.221 unità registrate: sono 815.179 le vetture del marchio dellElica immesse sul mercato (-1,5%) e 218.042 le Mini (+1,2%). Il peggior andamento è comunque della Daimler. Con 970.187 esemplari il gruppo di Stoccarda perde il 2,3% e vede il marchio Mercedes-Benz scendere del 2,5% (871.221 unità) e la Smart migliorare i volumi di solo 12 vetture rispetto al 2017 (98.966). OPEL SPINGE IL GRUPPO PSA. Alle spalle del leader tedesco si piazza il gruppo PSA, capace di mettere a segno una crescita del 32,5% e di immatricolare 2.499.522 veicoli grazie soprattutto al contributo della Opel. La Casa di Rüsselsheim assiste a un balzo del 156,2% con 884.412 immatricolazioni, ma fanno bene anche la Peugeot con un +5% e 971.437 unità e la Citroën con un tasso di crescita analogo alla sua sorella transalpina, ma con volumi inferiori (598.254). Sostanzialmente stabile la DS con 45.419 unità e un calo di appena l1%. Il podio della top-ben europea è completato dallaltro produttore francese. Il gruppo Renault immatricola infatti 1.641.156 vetture e chiude in rialzo dello 0,8% nonostante i continui crolli degli ultimi mesi dellanno scorso. La Regie fa segnare un calo del 3,9% (971.437), mentre al Dacia sale dell11,7% e la Lada risulta in flessione solo dello 0,1%. BENE VOLVO, MALE FORD. Tra le altre Case occidentali, la Ford, con 994.397 immatricolazioni, scende del 2,4%. Jaguar Land Rover piazza, invece, 214.188 veicoli e cala del 3,1% con il balzo del marchio del Giaguaro (+20,6%) annullato dal -14% del brand dei fuoristrada. In crescita risulta, invece, la Volvo, con 320.071 registrazioni (+6,1%). ASIA IN ORDINE SPARSO. Sul fronte dei costruttori asiatici, il gruppo Toyota segna un miglioramento del 3,8% (+3,9% per il marchio omonimo e 2,6% per la Lexus). La Nissan perde, invece, il 12,8% e la Honda il 3,4%. Infine, le coreane Hyundai e Kia godono di una crescita, rispettivamente, del 3,9% e del 4,7%. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/tags/mercato-europeo [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/WLTP [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/MERCATO/2018/12/14/MERCATO_EUROPEO_A_NOVEMBRE_PEGGIORA_IL_CALO_DELLE_IMMATRICOLAZIONI_8_1_.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/MERCATO/2018/11/15/MERCATO_EUROPEO_IMMATRICOLAZIONI_IN_CALO_ANCHE_A_OTTOBRE_7_4_.HTML [5] https://www.quattroruote.it/news/mercato/2018/10/17/mercato_europeo_crollano_le_immatricolazioni_a_settembre_23_4_.html 2019-01-16 08:15:14 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/15/dakar_tappa_8_loeb_vince_la_san_juan_de_marcona_pisco/gallery/loeb-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24069 Dakar - Tappa 8 - Loeb vince la San Juan de Marcona - Pisco http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24069&tipo=fv SéBASTIEN LOEB HA VINTO LOTTAVA TAPPA DELLA DAKAR, quella che da San Juan de Marcona ha portato la carovana fino a Pisco, tramite un trasferimento di 215 chilometri e una speciale di 360. Un successo che alimenta un po i rimpianti del francese, perché quella odierna è la quarta vittoria su otto prove disputate, segno dellindiscutibile talento del pilota e che rende merito anche alla Peugeot 3008 DKR Maxi, che resta ancora una vettura competitiva. Seconda posizione oggi per Nasser Al-Attiyah: il pilota della Toyota, approfittando di unaltra giornata negativa di Peterhansel, ha messo una seria ipoteca sulla vittoria finale, a due giornate dalla fine. ALTI E BASSI PER LOEB. Le giornate del francese in Perù non sono stati certo tutte uguali e monotone: quando non ha vinto, ha accusato dei problemi. Lultimo ieri, quando un guasto di natura elettrica gli ha fatto perdere contatto dagli avversari. Anche oggi era iniziata male, con una piccola foratura dopo appena 6 chilometri dal via. Nonostante questo intoppo, Loeb è riuscito a vincere con più di sette minuti di vantaggio su Al-Attiyah. "Oggi è stata una bella giornata", ha ammesso. "A parte quella foratura allinizio della speciale, abbiamo guidato bene. Abbiamo fatto solo un piccolo errore, ma per il resto siamo stati bravi. Dopo i quaranta minuti persi ieri, non è male risalire in terza posizione nella generale oggi. Vedremo cosa succederà nelle ultime due prove". AL-ATTIYAH GESTISCE IL VANTAGGIO. Il qatariota ha guadagnato oggi altri 20 minuti su Stéphane Peterhansel, luomo maggiormente temuto dal pilota della Toyota. E ora che il ruolo di inseguitore più vicino è passato a Nani Roma, che accusa un ritardo di 46 minuti, Al-Attiyah penserà a gestire il suo vantaggio fino alla fine. "Quando abbiamo visto il tabellone al traguardo, siamo rimasti davvero sorpresi: sono abbastanza contento. Siamo riusciti a non rimanere bloccati tra le dune di sabbia e abbiamo mantenuto un buon ritmo. Adesso rimangono ancora due giorni, ma pensiamo a una tappa per volta. Sono abbastanza contento per come è andata oggi, ma prima di cantare vittoria bisogna aspettare ancora". Infine, il qatariota ha aggiunto: "Probabilmente ci sono altri piloti più veloci, ma il nostro obiettivo principale è difenderci da Stéphane: cercheremo di gestire questo vantaggio nei prossimi giorni". PER PETERHANSEL è TUTTA IN SALITA. Il pilota della Mini ha commesso altri due errori oggi che gli sono costati davvero tanto e ora è sceso in quarta posizione nella classifica generale, a 53 minuti dalla Toyota Hilux di Al-Attiyah. "Non è stata una tappa facile", ha ammesso dopo aver tagliato il traguardo a Pisco. "Senza linee da seguire, nelle dune è stato davvero complicato. Siamo rimasti bloccati e abbiamo perso qualcosa come una decina di minuti. Poi ho spinto ancora, ma sono rimasto bloccato una seconda volta e anche lì abbiamo perso altri dieci minuti. La sabbia era davvero molto morbida e senza delle linee lasciate dalle moto non è stato facile anticipare una buona traiettoria", ha concluso. 2019-01-16 00:24:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/aziende/2019/01/15/carnext_inaugurato_il_delivery_store_a_milano/gallery/CarNext-Store.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24068 CarNext - Inaugurato il Delivery Store a Milano http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24068&tipo=fv Dal 19 gennaio, per quattro sabati consecutivi, CARNEXT.COM, marchio di LEASEPLAN ITALIA dedicato alla commercializzazione di veicoli usati apre le porte del suo nuovo store di Via Cassinis a Milano, con una serie di attività e un concorso che metterà in palio una NISSAN QASHQAI del suo parco di auto usate e garantite. Nei 4 giorni si susseguiranno eventi a tema food, beauty, gaming e fai-da-te. Su 3 dei 5 piani del CarNext.com Delivery Store saranno allestiti 4 corner esperienziali presidiati da altrettanti influencer chiamati a coinvolgere ed interagire con il pubblico: Simone Belli (make-up artist), Stefano il Falegname (maker DIY Youtuber), Erica Liverani (vincitrice della quinta edizione di Masterchef Italia) e Brazo Crew, (gamer YouTuber). Presentatrice degli eventi, la cronista sportiva Barbara Pedrotti. I partecipanti agli opening del CarNext.com Delivery Store potranno partecipare al concorso Unauto in premio per te che metterà in palio una Nissan Qashqai 1.5 Dci 110 Business usata, semplicemente registrandosi presso il corner presente in Store. 2019-01-15 18:33:16 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2019/01/15/sergio_marchionne_il_manager_sara_inserito_nella_automotive_hall_of_fame/gallery/Marchionne-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24067 Sergio Marchionne - Sarà inserito nella Automotive Hall of Fame http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24067&tipo=fv SERGIO MARCHIONNE [1] sarà inserito nella Automotive Hall of Fame. Lorganizzazione con base a Dearborn, in Michigan, celebra nel 2019 80 anni di attività: con loccasione sarà insignita la figura del manager, SCOMPARSO NEL LUGLIO SCORSO [2], in particolare per loperazione che ha salvato il gruppo Chrysler e dato vita al Gruppo FCA. PREMI ANCHE PER TRE PERSONAGGI AMERICANI. Accanto a Marchionne faranno il loro ingresso nella Hall of Fame anche Richard E. Dauch, Pat Ryan e Janet Guthrie. Dauch, morto nel 2013, fu uno dei fondatori della American Axle Manufacturing che ha riunito cinque siti produttivi della GM e ha collaborato anche alla rinascita della Chrysler. Pat Ryan è stato un precursore del settore finanziario legato al mondo dellauto negli anni 60, mentre Janet Guthrie fu la prima donna a qualificarsi e partecipare alla 500 Miglia di Indianapolis nel 1976. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SERGIO-MARCHIONNE [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/07/22/SERGIO_MARCHIONNE_ADDIO_AL_CREATORE_DI_FCA.HTML 2019-01-15 17:21:23 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/ecologia/2019/01/15/milano_e_area_b_tutto_quello_che_c_e_da_sapere_sui_nuovi_divieti_alla_circolazione/gallery/cartellone area b.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24066 Milano e Area B - Tutto quello che cè da sapere sui nuovi divieti alla circolazione http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24066&tipo=fv Una rivoluzione per oltre mezzo milione di veicoli (circa 570 mila), che non potranno più circolare in gran parte della città e diventeranno di fatto quasi inservibili. E una spesa, per il Comune di Milano, di 12,8 milioni di euro, in gran parte per le infrastrutture necessarie. Dal 25 febbraio, nel capoluogo lombardo, alla nota AREA C [1], più centrale (che resta in vigore), si aggiunge lAREA B, [2] una zona a traffico limitato che comprende quasi tre quarti del territorio comunale. Al suo interno, dal lunedì al venerdì, dalle ore 7.30 alle 19.30, sarà vietata la circolazione dei veicoli a benzina Euro 0 e dei diesel fino allEuro 3. Saranno attivate le telecamere nei 15 varchi previsti, e precisamente nelle vie Anassagora, Pirelli, Sarca, Giuditta Pasta, Gallarate, Tofano, Basilea, Zurigo, Gonin, Baroni, Cassinis, Rogoredo, Carlo Feltrinelli, Mecenate e Fantoli. Da marzo, progressivamente, saranno collocate altre 78 telecamere per arrivare a 98 entro la fine del 2019. Complessivamente, entro ottobre 2020, saranno completati 188 varchi. FACCIAMO CHIAREZZA. Per orientarsi tra i nuovi divieti, che dal 1 ottobre riguarderanno anche i diesel Euro 4 senza Fap (oltre alle Euro 3 e 4, anche se dotate di filtro antiparticolato) con Fap di serie, è possibile collegarsi al Portale dellAutomobilista e (previa registrazione) inserire, nellAPPOSITA SEZIONE [3], il tipo di veicolo e la targa. Oppure entrare direttamente nel SITO DEL COMUNE DEDICATO ALLAREA B [4]. Qui abbiamo riassunto le disposizioni principali in una serie di domande e risposte, per chiarire i dubbi più comuni, a partire dai 50 giorni di libera circolazione garantiti ai cittadini residenti (cinque, per chi viene da fuori), ma solo nel primo anno. E attenzione, perché al loro esaurimento scatteranno le sanzioni, di 80 euro. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AREA-C [2] http://www.quattroruote.it/tags/area-b [3] https://www.ilportaledellautomobilista.it/web/portale-automobilista/verifica-classe-ambientale-veicolo [4] http://www.comune.milano.it/wps/portal/ist/it/servizi/mobilita/Area_B 2019-01-15 16:49:40 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/15/volkswagen_e_ford_annunciata_la_nuova_alleanza_globale/gallery/2018-Volkswagen-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24065 Volkswagen e Ford - Annunciata la nuova alleanza globale http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24065&tipo=fv La FORD [1] e il GRUPPO VOLKSWAGEN [2] hanno annunciato nuovi dettagli riguardo la loro alleanza strategica che, COME ANTICIPATO [3], non porterà a compartecipazioni finanziarie tra le due aziende. Il nuovo accordo porterà i due produttori a migliorare la propria competitività allinterno dellindustria automobilistica, estendendo su più fronti la propria collaborazione. SI PARTE DAI VAN. I ceo dei due guppi, Herbert Diess e Jim Hackett, hanno confermato durante una conference call come le due aziende intendano sviluppare insieme nuovi veicoli commerciali e pick-up di taglia media che debutteranno sui mercati globali a partire dal 2022. I nuovi van avranno una base comune ma si differenzieranno per estetica ed esperienza di guida, oltre che dal punto di vista tecnologico. Ogni modello frutto della nuova alleanza avrà unidentità propria: gli americani vogliono creare un furgoncino di grandi dimensioni per lEuropa, mentre i tedeschi puntano a costruire un inedito city van. La produzione dei modelli commerciali potrebbe essere affidata alla fabbrica Volkswagen di Hannover, dove nascono gli Amarok e Transporter, o a quella Ford di Gölcük, in Turchia, che attualmente produce i Transit. Entrambe le aziende hanno inoltre dichiarato di essere aperte a collaborare anche su altre tipologie di veicoli nel prossimo futuro. DIESS: "ALLEANZA VISIONARIA". Le due aziende hanno inoltre firmato un memorandum dintesa che le porterà a esplorare insieme le nuove frontiere della mobilità, dalla guida autonoma, ai propulsori elettrici fino ad arrivare alla digitalizzazione. La potenziale collaborazione potrebbe portare i gruppi a unire le proprie capacità nei rispettivi settori di punta per creare competenze complementari, tanto a livello locale, quanto su scala globale. Lad del gruppo Volkswagen Herbert Diess ha definito la nuova alleanza come visionaria, dichiarandosi fiducioso riguardo alla futura collaborazione tra i due gruppi. CONDIVISIONE A TUTTO TONDO. Dal punto di vista dellelettrificazione, non è da escludere che la NUOVA PIATTAFORMA MEB [4] possa essere condivisa con la Ford pur essendo stata sviluppata principalmente per essere impiegata sui mercati europei e in Cina. Anche i powertrain, come le architetture produttive, saranno probabilmente condivisi e per il momento nessuna ipotesi è da escludere. Per il momento, tuttavia, i costruttori non si sono sbilanciati riguardo alla condivisione degli impianti e alla possibile riallocazione dei lavoratori: nuovi annunci sono attesi per i prossimi mesi. INSIEME ANCHE PER LA GUIDA AUTONOMA. Gli accordi tra i due gruppi verteranno anche sullo sviluppo congiunto della guida autonoma. I research group di Wolfsburg e Monaco (lAUTONOMOUS INTELLIGENT DRIVING [5]) collaboreranno con ARGO AI [6], la startup attiva nella realizzazione di unintelligenza artificiale per la gestione dei sistemi driverless. Nellaccordo verranno coinvolti i vari marchi del gruppo tedesco, AUDI [7] compresa. Questultima ha avviato collaborazioni con diverse realtà attive nellambito delle auto senza conducente, come NVIDIA [8], HUAWEI [9] e INTEL, CON LA CONTROLLATA MOBILEYE [10]. VABTAGGI PER ENTRAMBI. "Questa alleanza", ha affermato Jim Hackett, "aiuterà entrambe le aziende a creare valore e soddisfare le esigenze dei clienti e della società. Non solo porterà a significativi incrementi di efficienza e aiuterà entrambe le aziende a migliorare il proprio stato di salute, ma ci darà anche lopportunità di collaborare per dare forma alla prossima era della mobilità". Il ceo del gruppo Volkswagen Herbert Diess ha definito lalleanza come un nuovo punto di partenza: "La Volkswagen e la Ford sfrutteranno risorse collettive, capacità di innovazione e posizioni di mercato complementari per servire ancora meglio milioni di clienti in tutto il mondo. Allo stesso tempo, lalleanza sarà una pietra miliare per migliorare ulteriormente la competitività". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FORD.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GRUPPO-VOLKSWAGEN [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/06/20/FORD_E_VOLKSWAGEN_ALLEANZA_STRATEGICA.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/12/07/GRUPPO_VOLKSWAGEN_15_MILIONI_DI_VEICOLI_USERANNO_LA_PIATTAFORMA_MEB.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/03/15/AUDI_LA_E_TRON_GT_E_I_PROSSIMI_MODELLI.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVE_TECNOLOGIE/2017/02/13/GUIDA_AUTONOMA_FORD_UN_MILIARDO_DI_DOLLARI_PER_L_INTELLIGENZA_ARTIFICIALE_DI_ARGO_AI.HTML [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/AUDI.HTML [8] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA/2017/06/27/GUIDA_AUTONOMA_NVIDIA_RAFFORZA_LE_PARTNERSHIP_CON_VOLKSWAGEN_E_VOLVO.HTML [9] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/TECNOLOGIA/2018/07/10/AUDI_CON_HUAWEI_PER_LE_AUTO_CONNESSE.HTML [10] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/TECNOLOGIA/2019/01/10/GUIDA_AUTONOMA_NUOVO_ACCORDO_TRA_MOBILEYE_INTEL_E_VOLKSWAGEN.HTML 2019-01-15 16:49:40 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/15/bmw_il_primo_teaser_della_serie_7/gallery/2019-BMW-Serie-7-teaser-ok-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24064 BMW - Il primo teaser della Serie 7 restyling http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24064&tipo=fv La BMW [1] ha diffuso il teaser della versione restyling della SERIE 7 [2]. La berlina è pronta allaggiornamento di metà carriera e, vista lassenza del marchio al SALONE DI DETROIT [3], sarà svelata in un evento dedicato domani in una nuova area del BMW Welt di Monaco, realizzata in collaborazione con larchitetto Patricia Urquiola. IL FRONTALE SI ISPIRA ALLA X7. Limmagine del frontale non fornisce ancora tutti i dettagli necessari: si possono scorgere i nuovi gruppi ottici più sottil, mentre le ombre nascondono il doppio rene e il paraurti proprio gli elementi che subiranno maggiori trasformazioni. Seguendo lesempio della sorella a ruote alte, la X7 [4], la berlina dovrebbe infatti cambiare volto e proporre una mascherina molto più grande e imponente dellattuale, rivedendo di conseguenza anche le prese daria. Piccoli aggiornamenti dovrebbero riguardare anche gli interni e i powertrain: sapremo tutto non appena sarà diffuso il comunicato stampa. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/BMW.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BMW-SERIE-7 [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-DI-DETROIT/2019.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BMW-X7 2019-01-15 16:22:34 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/concept/2019/01/15/italdesign_primo_teaser_per_il_salone_di_ginevra/gallery/2019-Italdesign-concept-ginevra-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24063 Italdesign - Il teaser di un modello per il Salone di Ginevra http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24063&tipo=fv La ITALDESIGN [1] ha diffuso il primo teaser di una concept che sarà presentata al SALONE DI GINEVRA [2] (che si svolgerà nella città svizzera dal 7 al 17 marzo 2019). Limmagine non è accompagnata da alcun dettaglio, quindi per il momento non conosciamo il nome o altri dati relativi alla vettura. Quello che possiamo vedere è una inquadratura dallalto di quella che sembra la zona del parafango posteriore, con una presa daria e una sezione scura del tetto. Si tratta comunque di uninterpretazione difficile senza un contesto più chiaro, anche se sicuramente questa sarà solo la prima di una serie di anticipazioni che ci permetteranno di scoprire il progetto. REDUCE DALLA ZEROUNO E DALLA GT-R50. Sullimmagine è presente il logo Italdesign e non quello della Italdesign Automobili Speciali, segno che forse a Ginevra vedremo un prototipo di stile e non un modello destinato alla produzione in serie limitata. Questa informazione, in ogni caso, è tutta da confermare, vista la frenetica attività del brand nellultimo periodo con la ZEROUNO COUPé [3] e DUERTA [4], e la NISSAN GT-R50 [5]. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ITALDESIGN [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-GINEVRA [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NOVITA/2017/10/02/ITALDESIGN_CONSEGNATA_LA_PRIMA_ZEROUNO.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/03/06/ITALDESIGN_ZEROUNO_DUERTA_5_ESEMPLARI_IN_VERSIONE_TARGA.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CONCEPT/2018/06/29/NISSAN_GTR_50_BY_ITALDESIGN_LA_SHOW_CAR_CELEBRA_I_50_ANNI_DELLA_SPORTIVA.HTML 2019-01-15 13:08:13 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/15/geely_primo_teaser_della_nuova_elettrica/gallery/2019-Geely-GE11-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24062 Geely - Primo teaser della nuova elettrica http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24062&tipo=fv La GEELY [1], pur non essendo presente al SALONE DI DETROIT [2], ha diramato il primo teaser della sua nuova berlina elettrica. La tre volumi, internamente chiamata GE11, sarà svelata entro la prossima primavera per poi debuttare nei mesi successivi su alcuni dei principali mercati a livello globale, a partire dalla Cina. MANIGLIE A SCOMPARSA PER MIGLIORARE IL CX. Per quanto riguarda le dimensioni, la quattro porte dovrebbe andarsi a posizionare nel cuore del segmento D con una lunghezza attorno ai quattro metri e 70 cm. La GE11 sarà spinta da un motore elettrico della CATL [3] con una potenza di circa 180 CV: per il momento non sono emersi dettagli per quanto riguarda lautonomia, con la Casa cinese che si è limitata a indicare il coefficiente aerodinamico (Cx) della berlina che sarà pari a 0,24 (per paragone, la Mercedes-Benz CLA di precedente generazione arrivava a 0,22). Per raggiungere questo valore i progettisti hanno sviluppato soluzioni stilistiche specifiche, allungando il cofano anteriore e integrando delle maniglie delle portiere a scomparsa che rientrano automaticamente a filo con la carrozzeria non appena la vettura supera una determinata velocità. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GEELY [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-DI-DETROIT/2019.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/ECOLOGIA/2018/02/06/CATL_IPO_LA_PIU_GRANDE_FABBRICA_BATTERIE_ELETTRICHE_MONDIALE.HTML 2019-01-15 12:36:34 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2019/01/14/lynk_co_su_strada_il_prototipo_della_04/gallery/2019-Lynk&co-04-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24061 Lynk&Co 04 - Nuovi test in Scandinavia per la hatchback http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24061&tipo=fv La cinese LYNK CO [1] sta collaudando in Scandinavia la 04 [2], la sua prima hatchback. Le foto spia che vi proponiamo sono le più complete mai scattate sul modello, che appare ormai molto vicino alla versione definitiva. La 04 si appresta ad affiancare le Suv 01 e 02 e la berlina 03: proprio da questultima, pronta a debuttare nelle COMPETIZIONI TURISMO [3], derivano gran parte degli elementi principali. TAGLIO SPORTIVO. Nelle immagini possiamo vedere la 04 in una veste praticamente definitiva: le pellicole coprono la carrozzeria, anche se gruppi ottici, paraurti e prese daria sono totalmente visibili. Non ci sono sorprese rispetto alla 03, visto che moltissimi elementi sono comuni: anche il taglio dei gruppi ottici posteriori è molto simile, ma qui troviamo ovviamente il portellone con un grande spoiler superiore. Da notare anche il doppio terminale di scarico di stampo sportivo, così come il diffusore. PIATTAFORMA E MOTORI GEELY E VOLVO. La Lynk Co, che appartiene insieme alla Volvo alla cinese Geely, sfrutterà anche per la 04 la piattaforma modulare Cma, utilizzata dalla Casa svedese per la XC40, da cui derivano anche i powertrain benzina 1.5 e 2.0 con lopzione del sistema plug-in hybrid. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/tags/lynk-co [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2018/02/01/_LYNK_CO_04_PRIMO_AVVISTAMENTO_DELLA_FUTURA_CINQUE_PORTE.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CONCEPT/2018/10/19/LYNK_CO_PRESENTATA_LA_03_CYAN_RACING_CONCEPT.HTML 2019-01-15 12:05:41 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/concept/2019/01/15/gac_entranze_ev_concept_l_avanzata_cinese_passa_da_detroit/gallery/2019-GAC-Entranze-EV-Concept-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24060 GAC Entranze EV Concept - Lavanzata cinese passa da Detroit http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24060&tipo=fv La cinese GAC [1] continua il suo processo di avvicinamento al mercato americano presentando al SALONE DI DETROIT [2] la ENTRANZE CONCEPT. La crossover è lopera prima del Centro stile della Casa a Los Angeles diretto da Pontus Fontaeus e rappresenta la visione di una monovolume rialzata dedicata alle famiglie. Laccesso è garantito dalle porte scorrevoli semitrasparenti e labitacolo a sette posti adotta linusuale formula dei tre sedili anteriori e di due file di due sedili singoli per seconda e terza fila, con la possibilità di fissare i bagagli su un binario centrale in stile aeronautico. Carrozzeria e interni giocano sul tema delle forme geometriche, mentre le finiture dellabitacolo fanno uso del sughero e di materiali riciclati. INFOTAINMENT E GUIDA AUTONOMA DOPO IL DESIGN. Aspetti come infortainment e guida autonoma non sono al centro dellattenzione. La GAC si limita infatti a parlare di uninterfaccia con comandi vocali per gestire la maggior parte delle funzioni, con display Oled anteriori e posteriori a disposizione dei passeggeri. La guida autonoma di Livello 3, della quale non si fa menzione per la concept, è un obiettivo fissato per il 2020, mentre lelettrificazione dei modelli di serie sarà completata nel 2025. La Entranze adotta effettivamente un powertrain a zero emissioni, ma non sono stati forniti dettagli tecnici di sorta. GLI INVESTIMENTI PER IL DEBUTTO AMERICANO NEL 2020. Dopo il Centro Stile, la GAC ha in programma lapertura di una sede centrale per la gestione del mercato americano a Irvine in California e di un centro di ricerca e sviluppo a Detroit, per il quale è previsto un investimento di 4,4 milioni di dollari. già presente un altro centro ricerca nella Silicon Valley e tutte queste scelte strategiche preludono al debutto del brand sul mercato, fissato per il primo semestre del 2020. In parallelo è in corso anche lapproccio al mercato europeo, come dimostrato dalla presenza della GAC AL SALONE DI PARIGI [3]. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GAC [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-DI-DETROIT/2019.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/10/03/GAC_CON_LA_GS5_PUNTA_ALL_EUROPA.HTML 2019-01-15 11:44:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/15/subaru_wrx_sti_s209_motore_foto_caratteristiche/gallery/2019-Subaru-WRX-STI-S209-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24059 Subaru WRX STI - Oltre 340 CV per la nuova S209 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24059&tipo=fv La SUBARU [1] ha svelato al SALONE DI DETROIT [2] la sua prima "S" destinata agli Stati Uniti, la WRX STI S209. La sportiva sarà realizzata in tiratura limitata di 200 esemplari come modello di punta della gamma WRX [3]: oltre 340 CV e componenti derivate dalle competizioni asseconderanno le smanie di sportività dei clienti che frequentano track day ed eventi in pista. Pur avendo il marchio delle Pleiadi sulla calandra anteriore, tecnicamente la S209 non è una Subaru. Sul mercato statunitense, infatti, sarà la stessa STI a presentare la richiesta di omologazione di questo modello che debutterà negli ultimi mesi del 2019 nelle due colorazioni Blue Pearl o Crystal White Pearl, rispettivamente abbinate a cerchi di lega BBS da 19" grigi o dorati. SOLO MANUALE. Dentro al cofano della serie limitata della Subaru Tecnica International è presente il quattro cilindri boxer EJ25 di 2.5 litri con varie componenti modificate che gli hanno permesso di raggiungere una potenza massima di 341 CV. Il turbo, firmato Hks, garantisce una pressione massima di sovralimentazione di 1,2 bar contro gli 1,1 garantiti dalla turbina di serie, mentre allinterno del propulsore sono presenti nuovi pistoni forgiati e bielle alleggerite. Nuovi iniettori si abbinano a una pompa della benzina maggiorata, a un filtro conico, a nuovi condotti daspirazione e di raffreddamento: quando la temperatura del propulsore inizia ad alzarsi troppo, tramite un tasto integrato nel volante il guidatore può azionare degli ugelli che spruzzano acqua sullintercooler, proprio come sulle STI prodotte dal 2004 al 2007. Lo scarico ha una contropressione minore del 17% rispetto alla STI di serie, mentre lunica trasmissione disponibile è una manuale a sei rapporti con trazione integrale permanente Symmetrical All-Wheel Drive con differenziali a slittamento limitati anteriori e posteriori, Torque Vectoring e differenziale centrale Dccd. FIGLIA DELLA PISTA. La S209 è ispirata alla WRX STI Nürburgring Challenge, la versione da corsa che ha vinto la 24 Ore del Nürburgring 2018 nella categoria SP3T. Dalla variante da competizione deriva il kit estetico con passaruota allargati di 4,3 cm e dotati di nuove prese daria, alettone posteriore regolabile di fibra di carbonio e nuovi paraurti con appendici aerodinamiche integrate. Rispetto alla STI di serie la S209 dispone di carreggiate allargate di 15 mm, ammortizzatori Bilstein, molle più rigide, nuove boccole e una barra antirollio posteriore da 20 mm. La scocca è stata irrigidita con nuovi sottotelai di rinforzo e con una barra duomi anteriore flessibile che, rispetto alle versioni più tradizionali, dispone di un giunto centrale che migliora il comportamento della vettura in appoggio. Limpianto frenante, infine, è un Brembo con dischi dacciaio forati e pinze a sei pistoncini allanteriore e a due al posteriore. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/SUBARU.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-DETROIT [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SUBARU-WRX 2019-01-15 11:09:54 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/15/mahindra_roxor_la_copia_della_willys_sara_venduta_negli_usa/gallery/2018-roxor-ok-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24058 Mahindra Roxor - La copia della Willys sarà venduta negli Usa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24058&tipo=fv Al SALONE DI DETROIT [1] sono esposte, allo stand della MAHINDRA [2] automotive North America, alcune varianti dimostrative della ROXOR, la piccola offroad il cui prezzo di partenza sul mercato statunitense è di 15.999 dollari. Ne avevamo già parlato (soprattutto per il tentativo della FCA, proprietaria del marchio JEEP, di IMPEDIRE AGLI INDIANI DI COMMERCIALIZZARE QUESTO PRESUNTO PLAGIO [3]): per il suo aspetto e le fattezze della calandra (a cinque feritoie e non sette), in effetti, la Roxor assomiglia molto alla MITICA WILLYS [4], la Jeep che divenne prima il simbolo dellultima guerra vinta dagli Americani e poi un mito in tutto il mondo. Willys che, per altro, fu il primo veicolo Mahindra assemblato su licenza nel dopoguerra in India. IN SCALA RIDOTTA. Ebbene, pare che per il gruppo FCA la questione non sia chiusa: questo, però, non ha impedito che la Roxor possa essere messa in vendita. Più piccola delloriginale dellepoca (ha due soli posti ed è lunga circa 3,76 metri senza ruota di scorta esterna), la Mahindra si ispira anche allinterno, in qualche modo, alla Willys nella costruzione semplice e spartana. Assemblata nel Michigan, da un team di 425 dipendenti, la off-road si può personalizzare in molti modi, a partire da centinaia di tinte e trattamenti di carrozzeria, per passare a vari tipi di accessori, tra cui lhard-top, la chiusura integrale soft dellabitacolo, il verricello, le luci supplementari e vari cerchi e gommature. Nel cofano la Roxor ha un motore 2.5 TURBODIESEL 4 CILINDRI DA 62 CV, abbinato a un cambio manuale a 5 marce, con impianto frenante misto dischi-tamburi e la trazione integrale. La velocità massima è di circa 88 KM/H. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-DI-DETROIT/2019.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MAHINDRA.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/08/30/MAHINDRA_GLI_INDIANI_CERCANO_DI_FERMARE_IL_RECLAMO_JEEP_SULLA_REPLICA_DELLA_WILLYS.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/08/03/GRUPPO_FCA_LA_JEEP_DENUNCIA_PER_PLAGIO_LA_MAHINDRA_ROXOR.HTML 2019-01-15 10:20:35 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/15/hyundai_con_elantra_gt_e_veloster_n_punta_sulle_prestazioni/gallery/2019-Hyundai-Elantra-GT-Nline-4.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24057 Hyundai - Con Elantra GT N Line e Veloster N TCR punta sulle prestazioni http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24057&tipo=fv una HYUNDAI [1] dallanimo sportivo quella presente al SALONE DI DETROIT [2]. La novità della Casa coreana sono infatti concentrate sulla neonata gamma prestazionale N, che porta al debutto la ELANTRA GT [3] N LINE di serie e la VELOSTER N TCR da competizione. DEBUTTA NEGLI STATI UNITI LA GAMMA N LINE. La Elantra GT N Line rappresenta lanteprima dellallestimemto N Line negli Stati Uniti, dopo il lancio di varianti analoghe della cugina I30 [4] in Europa. Questa versione, che sostituisce la precedente GT Sport, è caratterizzata dal kit aerodinamico, dalla finitura silver della Cascade Grille frontale e dai cerchi di lega da 18" con pneumatici Michelin Pilot Sport 225/40. Lassetto è stato completamente rivisto lavorando sulle tarature degli ammortizzatori, dei supporti motore, delle barre antirollio e dello sterzo. Nessuna modifica al propulsore: lunica scelta è quella del 1.6 T-GDI da 201 CV con cambio manuale o automatico. Gli interni, infine, sono personalizzati grazie al volante N con inserti di metallo, dai sedili sportivi di pelle con cuciture rosse e dalla strumentazione specifica. LA VELOSTER N TCR DA COMPETIZIONE. La Hyundai dimostra sempre maggiore attenzione per le competizioni: dopo limpegno nel WRC con la i20 Coupè e quello della i30 N nel TCR, i tecnici della Casa coreana hanno infatti sviluppato la Veloster N TCR, che debutterà nel campionato IMSA Michelin Pilot Challenge americano. La vettura, realizzata sulla base della VELOSTER N [5] stradale, parteciperà con i colori del team Brian Herta Autosport con gli altri due equipaggi: Michael Lewis e Mark Wilkins e la coppia Mason Filippi e Harry Gottsacker. Molti componenti meccanici, incluso il motore da 350 CV, derivano dalla i30 TCR, mentre le modifiche di carattere aerodinamico sono ovviamente specifiche per la coupé coreana e approntate secondo il regolamento TCR. La Veloster è stata sviluppata e sarà prodotta nella sede della Hyundai Motorsport di Alzenau in Germania e sarà proposta ai clienti sportivi a partire da 135.000 euro. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/auto/hyundai.html [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-DI-DETROIT/2019.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/HYUNDAI-ELANTRA-GT [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/07/19/HYUNDAI_I30_LA_N_LINE_DEBUTTA_IN_EUROPA.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/01/15/HYUNDAI_VELOSTER_LA_NUOVA_GENERAZIONE_DIVENTA_ANCHE_N.HTML 2019-01-15 10:20:35 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/concept/2019/01/15/infiniti_qx_inspiration_la_suv_elettrica_e_autonoma_dalle_linee_liquide/gallery/2019-Infiniti-QX-Inspiration-4.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24056 Infiniti QX Inspiration - La Suv del futuro, elettrica e autonoma http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24056&tipo=fv Sbalzi corti, linea di cintura molto alta, muso aguzzo, fari minimalisti, incavi laddove servono. Telecamere al posto degli specchi retrovisori e ampie piastre di protezione "a salire". Può bastare? La concept annunciata da INFINITI [1] per il SALONE DI DETROIT [2], la QX INSPIRATION [3], colpisce, non cè che dire. Per le sue forme "liquide" - a Karim Habib, direttore del design Infiniti, questa definizione piace -, loriginalità espressa e tutto ciò che rappresenta per il futuro del marchio premium della galassia Nissan. Ossia, una pietra miliare e una tappa fondamentale verso qualcosa di nuovo, di forte e deciso dal punto di vista stilistico, riconoscibile e molto convincente. Sfruttando tutte le potenzialità offerte dallalimentazione elettrica. FUTURO A EMISSIONI ZERO. Non cè dubbio che le batterie poste sotto al pianale e uno schema tecnico full electric - la Casa non ha voluto entrare nel dettaglio del layout, che però potrebbe essere simile a quello della concept berlina IMs di Nissan - con trazione probabilmente integrale, regalano buoni spazi di manovra a ingegneri e designer. La QX Inspiration concept, lunga sui 4 metri e 70, da futura segmento D, si dischiude con porte ad armadio senza montante centrale, ha pavimento perfettamente piatto, e quindi offre buona accessibilità e spazio comodo per quattro passeggeri. Oltre a un ambiente sofisticato e connesso, fatto di materiali ricercati e hi-tech, e una filosofia che affonda le radici e lispirazione nella tradizione minimalista, ma ricca di spunti, del Giappone. I sedili sono quattro, simili a gusci, la strumentazione e il sistema multimediale formano un continuum digitale, che corre dal posto del guidatore, caratterizzato da un volante tipo cloche daereo (con i pedali), a quello del passeggero. Un chiaro esempio di come si sia pensato fin dallinizio alla possibilità di avere unassistenza alla guida elevata, anche di Livello 4, se le condizioni tecniche e normative lo renderanno possibile nella fase di produzione. Il pianale, specifico per lalimentazione a batteria, è frutto del lavoro del gruppo. LA STRADA è QUESTA. Tornando per un momento allesterno, i grandi cerchi da 22 pollici, che lasciano intravvedere pinze freno rosse, montano pneumatici dotati di unoriginale scolpitura leggera e asimmetrica, facendo intuire prestazioni da cavallo di razza. La domanda, come sempre in questi casi, è quasi obbligata: quanto di quello visto su questa concept resterà poi nella versione di serie che dovrebbe aprire un ciclo nel 2021-2022? Karim Habib, il padre della vettura, afferma che questa volta verrà conservato molto di più di quanto non si pensi. Perché la strada tracciata è questa, e non sono ammesse deroghe. Beh, allora non sarà affatto male. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/INFINITI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-DI-DETROIT/2019.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CONCEPT/2019/01/04/INFINITI_QX_INSPIRATION_LA_SUV_DELL_ERA_ELETTRICA.HTML 2019-01-15 09:51:31 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/aziende/2019/01/11/flotte_la_nostra_intervista_a_fabrizio_quinti_ford_/gallery/2018-quinti-ok-.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24055 Flotte - La nostra intervista a Fabrizio Quinti (Ford) http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24055&tipo=fv Nel 2018, la FORD [1] ha immatricolato in Italia (dati Unrae) 129.563 vetture, con una flessione del 3,40% sullanno precedente e una quota pari al 6,78%, collocandosi al terzo posto tra i marchi più venduti nel nostro Paese alle spalle di Fiat e Volkswagen. Ecco la nostra intervista a Fabrizio Quinti, rental, fleet remarketing manager della Ford Italia. Quali sono le vostre principali novità di particolare interesse per la clientela business nel 2019? Sicuramente la nuova Focus, che abbiamo appena lanciato e che sarà la protagonista del nostro 2019. Nel corso degli eventi di test drive in pista che abbiamo dedicato al mondo business, i feedback sono stati estremamente positivi: i fleet manager hanno particolarmente apprezzato le innovative tecnologie di guida assistita e i dispositivi dedicati alla sicurezza e alla connettività. In gennaio completiamo la gamma con lintroduzione della Focus Active, che si presenta con le caratteristiche estetiche di una crossover, ma con costi di gestione nettamente inferiori a quelli delle Suv tradizionali: una scelta intelligente che coniuga Tco e trend del momento. Nel primo trimestre del 2019 arriverà la versione station wagon della Mondeo Hybrid, pensata per soddisfare le esigenze di maggiore versatilità dei clienti del segmento di riferimento e che siamo certi sarà apprezzata anche dalle aziende. Si completa il rinnovamento della gamma Suv con lintroduzione del restyling della Edge, la full-size pensata per le figure manageriali delle aziende. Nel secondo semestre assisteremo anche al completamento del rinnovo della gamma dei veicoli commerciali con il nuovo Transit da 2 tonnellate e larrivo dei Transit Custom Plug-In, che si inserisce nel processo di elettrificazione dei prodotti Ford. cambiato il mix di richieste tra diesel e alimentazioni alternative? Indubbiamente cè molta attenzione verso le propulsioni ibride ed elettrificate, però è evidente come il diesel sia ancora la scelta principale del cliente business. Daltronde, il tema della mobilità sostenibile, sul fronte aziendale, ha una doppia anima: quella relativa allimpronta ambientale dellazienda e quella relativa ai costi. Il settore business, dunque, più che orientarsi verso soluzioni alternative di mobilità, cerca la massima efficienza, perché una flotta efficiente si traduce in risparmio. Nel 2018 è cresciuta ulteriormente la domanda di sistemi di ausilio alla guida? Assolutamente sì, lattuale sistema della mobilità è giunto a un livello di complessità tale da non poter prescindere dai sistemi avanzati di assistenza alla guida. Con la Focus abbiamo inaugurato una nuova era per gli Adas: la gamma di tecnologie di assistenza alla guida della nuova Focus è la più sofisticata che abbiamo mai offerto. Linnovativo sistema Co-Pilot360 migliora sicurezza e guidabilità, rendendo lesperienza di guida meno stressante e più sicura. Il cuore del sistema è il nuovo cruise control adattivo, ora disponibile con stop go, Speed Sign Recognition e Lane-Centring: supporta lautomobile nel mantenimento della distanza di sicurezza dai veicoli che precedono, mantiene lauto centrata nella sua corsia e adegua automaticamente la velocità di crociera ai limiti del tratto stradale che si sta attraversando. La nuova funzionalità stop go consente di fermare completamente il veicolo nella fase di partenza-arresto e di farlo ripartire in maniera autonoma se la sosta è inferiore a tre secondi. LEvasive Steering Assist, tecnologia offerta per la prima volta su una vettura di segmento C, aiuta i guidatori a evitare le collisioni derivanti da eventuali veicoli che procedano a rilento o inaspettatamente fermi sulla strada. E, in linea con il Dna Ford di democratizzazione delle tecnologie, abbiamo racchiuso tutte queste tecnologie in un pacchetto, il Co-Pilot Pack, che offriamo gratis al lancio. in crescita il noleggio a lungo termine presso la vostra rete di concessionari? Oggi più che mai assistiamo alla diffusione della consapevolezza che lauto è sempre di più un oggetto strumentale, del quale è necessario, semplicemente, pagare un costo di utilizzo, diluito nel tempo. Per tale motivo, le formule di accessibilità sono sempre più determinanti per la scelta del consumatore. Abbiamo pertanto pensato di proporre al cliente privato una formula così detta all-inclusive: un noleggio a lungo termine studiato per chi desidera un pacchetto di servizi completo, modulabile, e una gestione del veicolo a 360. Il piano trova la sua massima espressione abbinato alla nostra gamma Vignale, sintesi delleleganza e della cura dei dettagli Ford. Ci è sembrata la strategia più efficace per unire la semplicità e la certezza di un canone mensile onnicomprensivo allopportunità di guidare un prodotto esclusivo. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FORD.HTML 2019-01-15 09:27:55 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/diario_di_bordo/2019/01/10/jaguar_e_pace_una_settimana_con_la_2_0_awd_r_dynamic_video/gallery/2019-Jaguar-E-Pace-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24054 Jaguar E-Pace - Una settimana con la 2.0 AWD R-Dynamic - VIDEO [Day 2] http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24054&tipo=fv la porta dingresso al mondo JAGUAR [1]. La E-Pace, più corta di 34 cm rispetto alla F-Pace, ha un passo di 2,68 cm e un bagagliaio con capacità dichiarata variabile da 577 a 1.234 litri. Motore 4 cilindri a benzina da 200 CV e 320 Nm, capace di spingere questa C-Suv alla velocità massima di 216 km/h e di fermare il cronometro nello 0-100 in 8,2. Cambio automatico ZF a 9 marce, trasmissione integrale (costante allanteriore, alloccorrenza al posteriore). Come tutte le Jaguar, è ben rifinita e - specie in questo allestimento top - ben equipaggiata. Il taglio della carrozzeria premia la sportività, con chiari riferimenti alla F-Type, dove emerge una compattezza dinsieme notevole grazie anche ai grossi cerchi da 20. Costa 58.200 euro. SPORTIVA, MA OSPITALE [DAY 1]. La piccola del Giaguaro convince. Il primo giorno con questa Jaguar E-Pace ci serve per presentarla e per riconoscere, nelle sue linee molto sportive, le enormi ruote da 20" e il lunotto spiovente, il Dna dello stile di Ian Callum, il designer che ha rivoluzionato tutte le Jaguar di oggi. ROBERTO UNGARO, REDAZIONE WEBTV COME VA IN OFF-ROAD ? [DAY 2] Per il secondo giorno del Diario di bordo, abbiamo portato la Jaguar E-Pace sul tracciato di fuoristrada di Vairano. Nonostante laria decisamente sportiva, la piccola Suv ha doti meccaniche ed elettroniche che le permettono di cavarsela anche quando lasfalto finisce. Di certo non si può esagerare, viste la massa e le ruote da 20, ma laltezza da terra di 20 cm in certe situazioni aiuta. CARLO BELLATI, REDAZIONE WEBTV Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/JAGUAR.HTML 2019-01-15 08:49:51 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/14/dakar_tappa_7_tripletta_mini_vince_peterhansel/gallery/peterhansel.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24053 Dakar - Tappa 7 - Tripletta Mini, vince Peterhansel http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24053&tipo=fv La MINI HA MONOPOLIZZATO IL PODIO VIRTUALE DELLA SETTIMA TAPPA DELLA DAKAR, la prima delle due prove ad anello con partenza e arrivo a San Juan de Marcona. STéPHANE PETERHANSEL si è riscattato dopo la brutta giornata di ieri, conquistando la vittoria a bordo del suo buggy con un tempo di gara di 4 ore nette. Il tredici volte vincitore della Dakar si è lasciato alle spalle laltra Mini di Nani Roma e il compagno di squadra Carlos Sainz, rispettivamente a 4 e 9 minuti di distacco. TIMIDO RECUPERO. Grazie alla prestazione odierna, Peterhansel è salito in seconda posizione nella classifica generale ma paga ancora un distacco di 29 minuti dal leader, che resta Nasser Al-Attiyah. Al termine della giornata, Mister Dakar ha dichiarato: "Nelle fasi iniziali, un salto su una duna ha danneggiato il cofano e ci ha dato un gran brutto colpo di frusta. La navigazione è stata complicata, ma penso che abbiamo fatto bene perché abbiamo guadagnato tempo su tutti. Ci siamo un po avvicinati a Nasser, ma sarà difficile strappargli il comando. In realtà, non meritiamo di essergli davanti, perché lui sta correndo davvero bene e non ha commesso alcun errore". TOYOTA GESTISCE IL VANTAGGIO. Oggi Al-Attiyah non ha minimamente forzato e ha chiuso in quarta posizione finale, cedendo al suo rivale 11 minuti e 58 secondi, nonostante una foratura a una decina di chilometri dal traguardo. Adesso mancano solamente 3 tappe al gran finale e il qatariota dovrà dividersi tra lambizione di lottare per le altre vittorie di tappa e la tentazione di tenersi ben lontano dai guai. Il pilota della Toyota è riuscito a limitare i danni: "Oggi mi aspettavo sarebbe stata una prova difficile e che Stéphane avrebbe attaccato. Vedremo cosa fare in questi ultimi giorni". PROBLEMI PER LOEB. Brutta giornata per il pilota francese che oggi ha perso 28 minuti a causa di problemi di natura elettrica sulla sua Peugeot 3008 DKR Maxi. Ora è quarto in classifica generale a oltre unora dal leader della classifica. "La macchina si è fermata dopo tre chilometri", ha ammesso Loeb. "Siamo riusciti a farla partire, ma poco dopo si è fermata di nuovo e ogni volta si fermava a intervalli sempre più brevi. Siamo andati per tentativi fin quando non siamo riusciti ad indovinare il problema. A parte questo, oggi non abbiamo fatto errori ed eravamo abbastanza veloci, quindi è un po frustrante. Vedremo per cosa potremo combattere nei prossimi giorni". 2019-01-15 00:28:25 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/14/kia_telluride_la_nuova_suv_full_size_per_gli_stati_uniti/gallery/2019-Kia-Telluride-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24052 Kia Telluride - La nuova Suv full size per gli Stati Uniti http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24052&tipo=fv Il SALONE DI DETROIT [1] segna il debutto della versione definitiva della KIA TELLURIDE [2], che si posiziona al vertice della gamma americana del marchio coreano. Proprio ai clienti statuitensi è dedicato un veicolo che abbraccia la formula della Suv full size a otto posti, che unisce caratteristiche più simili ai modelli premium con contenuti tecnici che non escludono limpegno nelloff-road leggero grazie alla trazione integrale opzionale. IMPONENTE E CONFORTEVOLE, A UN PASSO DALLE PREMIUM. Il design, già svelato nei mesi scorsi con una serie di concept e allestimenti in anteprima, prende le distanze da altri prodotti KIA [3], ma conferma la mascherina Tiger Nose e trova nei gruppi ottici a Led anteriori e posteriori un punto di originalità. Lintenzione è quella di puntare sullimponenza, ma non mancano i classici componenti in plastica grezza su paraurti e passaruota. Gli interni sono caratterizzati dal volante a due razze, dal display in stile tablet dellinfotainment da 10,25 pollici, dalla plancia semplificata a sviluppo orizzontale e dalle grandi maniglie integrate nel tunnel, vicino alla leva del cambio automatico. Accessori come i rivestimenti di pelle Nappa, i legni pregiati per le finiture, limpianto audio Harman Kardon e la climatizzazione dei sedili della prima e seconda fila elevano il livello qualitativo dellinsieme SOLO V6 BENZINA. La Kia Telluride sarà disponibile soltanto con il propulsore V6 3.8 GDI benzina aspirato a ciclo Atkinson da 291 CV e 394 Nm, abbinato al cambio automatico a otto marce. Il telaio monoscocca prevede sospensioni indipendenti sui due assi con quelle posteriori autolivellanti sulle versioni più ricche, oltre alla trazione integrale on-demand opzionale senza riduttore. Il guidatore può scegliere tra le modalità di guida Smart, Eco, Sport e Comfort, alle quali si aggiungono le variante Snow e Lock sulla integrale. ADAS AL DEBUTTO IN CASA KIA. La Telluride porta al debutto anche una serie di Adas alla prima assoluta su una Kia, disponibili di serie oppure optional in base agli allestimenti: il Blind spot collision-avoidance assist rear, il Rear cross-traffic collision avoidance assist, il Lane following assist, il Safe exit assist, lHighway driving assist (per il controllo di sterzo, acceleratore e freno e dei limiti di velocità), lhead-up display, il Driver talk (un microfono per poter parlare con gli occupanti della seconda e terza fila), il Quiet mode (per eliminare laudio dellinfotainment nella seconda e terza fila) e il Rear occupant alert con sensori di movimento per allertare il guidatore nel caso di bambini o animali dimenticati nel veicolo. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-DI-DETROIT/2019.HTML [2] http://www.quattroruote.it/tags/kia-telluride [3] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/KIA.HTML 2019-01-14 19:23:38 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/14/gruppo_fca_gli_investimenti_per_l_italia_saranno_rivisti/gallery/2019-Mike-Manley-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24051 Gruppo FCA - Gli investimenti per lItalia saranno rivisti http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24051&tipo=fv Il PIANO DI INVESTIMENTI DA 5 MILIARDI DI EURO [1] che il GRUPPO FCA [2] aveva previsto per lItalia sarà rivisto a seguito dellintroduzione dellECOTASSA [3]. Ad annunciarlo, a margine della conferenza della Ram al SALONE DI DETROIT [4], è stato lo stesso ad del gruppo, MIKE MANLEY [5]. INVESTIMENTI IN FORSE. "Il piano deve essere necessariamente rivisto: in questo momento è in fase di revisione" ha dichiarato il successore di Sergio Marchionne, rimandando a data da destinarsi una comunicazione definitiva riguardo alla strategia per lItalia. La notizia, riportata dalla REUTERS [6], conferma dunque QUANTO GIà ANNUNCIATO [7] dal responsabile delle attività europee del costruttore Pietro Gorlier lo scorso dicembre alla vigilia dellincontro, poi saltato, con il consiglio regionale del Piemonte per una tavola rotonda fissata proprio per discutere sulle conseguenze che lintroduzione dellecotassa avrebbe causato alle aziende del settore automotive attive in Italia. Manley ha inoltre confermato che né la Comau, né la Teksid sono in vendita: "Intendo creare valore in quelle aziende. Se riuscirò a farlo, mi daranno delle opzioni per il futuro". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/11/29/GRUPPO_FCA_LA_SUV_COMPATTA_ALFA_ROMEO_ASSEGNATA_A_POMIGLIANO.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GRUPPO-FCA [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ECOTASSA [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-DETROIT [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/07/21/GRUPPO_FCA_MIKE_MANLEY_E_IL_SUCCESSORE_DI_MARCHIONNE.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.REUTERS.COM/ARTICLE/US-AUTOSHOW-DETROIT-FIATCHRYSLER-ITALY/FIAT-CHRYSLER-REVIEWS-ITALY-PLAN-AFTER-NEW-TAXES-ON-POLLUTING-CARS-IDUSKCN1P822J [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/12/12/GRUPPO_FCA_SE_RESTA_L_ECOTASSA_RIVEDREMO_IL_PIANO_DI_INVESTIMENTI.HTML 2019-01-14 19:23:38 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/primo_contatto/2019/01/14/lexus_al_volante_della_rc_300h/gallery/2019-Lexus-RC-300h-12.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24050 Lexus - Al volante della RC 300h http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24050&tipo=fv Nel mese di gennaio il lungomare di Malaga ispira serenità: la temperatura è primaverile e gli arenili della Malagueta sono quasi deserti, bagnati da acque più placide che mai, che allorizzonte si confondono col cielo. Uno scenario che mette in pace con se stessi e con la natura. E che è perfettamente affine allo spirito della rinnovata LEXUS RC HYBRID [1], elegante coupé dallo spirito ecocompatibile: giunta a metà del suo ciclo commerciale, è stata rinnovata nellestetica e nei contenuti per rimanere al passo coi tempi. Migliorano laerodinamica (il Cx è di 0,29), il funzionamento del propulsore ibrido e il sistema sospensivo. UN RESTYLING LEGGERO. Allesterno il cambiamento più evidente è a livello della fanaleria: il gruppo ottico anteriore incorpora le luci diurne, mandando in pensione il baffo luminoso della precedente edizione. Altri particolari si rifanno alla LC [2], come i paraurti e la trama della griglia anteriore. Sul fascione posteriore sono spuntati, inoltre, nuovi condotti aerodinamici: contribuiscono a migliorare la stabilità della RC. Le proporzioni rimangono da coupé tradizionale, con motore anteriore e trazione posteriore. Allinterno dove debuttano nuove modanature per la plancia latmosfera rimane quella, ricercata, delle altre LEXUS [3]: un ambiente fra lusso e tecnologia dove sono presenti linfotainment con interfaccia modificata, schermo da 10,3 e radio Dab, e un nuovo orologio analogico. Il bagagliaio ha una capacità di 340 litri. MECCANICA OTTIMIZZATA. Motore anteriore e trazione posteriore con distribuzione dei pesi 50:50 fra gli assi: non sono tante le auto che possono vantare questo layout. Ancor meno quelle che prevedono una sospensione anteriore e doppio braccio oscillante (dietro, cè il multi-link). Col restyling la taratura dellassetto è stata rivista (ci sono nuovi ammortizzatori e boccole più rigide), così come la tipologia dei pneumatici adoperati per foderare i cerchi da 18 (in opzione quelli da 19): il fine è di offrire maggiore grip e una migliore precisione di guida. Rivista la taratura dello sterzo con servoassistenza elettrica. Il peso dichiarato in ordine di marcia è di 1.735 kg. Sotto al cofano un sistema di propulsione elettrificato, composto da un quattro cilindri aspirato di 2,5 litri a ciclo Atkinson, capace di 181 CV di potenza e 221 Nm di coppia massima (efficienza termica del 38,5%) abbinato a un motore elettrico a magneti permanenti da 143 CV e 300 Nm, alimentato da una batteria al nichel-metallo idruro. La potenza massima di sistema è di 223 CV e il costruttore dichiara che in città lauto marcia per circa il 54% del tempo in modalità 100% elettrica. Ciò consente di contenere i consumi medi omologati Nedc a 5 litri/100 km, con emissioni di CO2 limitate a 114 g/km. ANDATURA? MEGLIO ALLEGRA CHE SPEDITA. Su carta, le prestazioni velocistiche sarebbero anche discrete: 0-100 km/h in 8,6 secondi e una punta massima di 190 orari. A guastare la festa ai guidatori che pestano sul gas con più vemenza è sempre lui: il cambio a variazione continua, alias E-CVT. Potremmo discutere ore sulla giustezza di questa soluzione tecnica: è la più efficiente, vero; è estremamente affidabile, non cè dubbio. Ma finisce, inevitabilmente, per guastare buona parte di quel piacere di guida che unauto come la Lexus RC Hybrid dovrebbe assicurare: colpa del noto trascinamento tipico della suddetta trasmissione, che finisce per far salire allimpazzata il regime di rotazione dellunità termica senza però elargire accelerazioni proporzionate alla rumorosità prodotta. Meglio quindi lavorare sullacceleratore con garbo, alla ricerca della totale fluidità di marcia: in questo contesto emerge il meglio di una meccanica che non disegna le andature allegre ma che sembra tollerare poco il piede pesante. Di livello il duo telaio-sterzo: questultimo è abbastanza pronto e pesante il giusto, mentre lo chassis, molto rigido, garantisce un ottimo comfort sospensivo, unelevata tenuta di strada e una buona agilità nei cambi di direzione. La dotazione di sicurezza e ausilio alla guida include cruise control adattivo, frenata automatica di emergenza, Blind spot monitoring, Rear cross traffic alert, assistente di corsia e fari a Led. PREZZI E DOTAZIONI. Il prezzo della RC Hybrid in allestimento Executive è di 50.900 euro e include pure i sedili di pelle con quelli anteriori riscaldabili e completi di regolazione elettrica e supporto lombare. Sale la grinta estetica e lassegno da staccare con lallestimento F Sport: 54.400 euro, cifra che annovera i cerchi da 19 con pneumatici 235/40 davanti e 265/35 dietro e i sedili anteriori ventilati. Permutando lusato, però, si beneficia di un ecobonus da 6.500 euro. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/LEXUS-RC [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/LEXUS-LC [3] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/LEXUS.HTML 2019-01-14 18:57:28 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2019/01/14/north_american_car_of_the_year_premiate_genesis_g70_hyundai_kona_e_ram_1500/gallery/2018-Genesis-G70-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24049 North American Car of the Year - Premiate Genesis G70, Hyundai Kona e Ram 1500 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24049&tipo=fv Si è svolta al SALONE DI DETROIT [1] la tradizionale premiazione del premio NORTH AMERICAN CAR OF THE YEAR 2019. La giuria di 54 membri americani e canadesi ha premiato rispettivamente la GENESIS G70 [2], la HYUNDAI KONA [3] e il RAM 1500 [4]. LE ALTRE FINALISTE. La Genesis G70 ha battuto le finaliste HONDA INSIGHT e VOLVO S60/V60, facendosi notare in particolare per il rapporto qualità-prezzo e per il coinvolgimento di guida. Nel settore Utility troviamo la Hyundai Kona, che ha sconfitto in volata la JAGUAR I-PACE e la ACURA RDX. Nella gamma della Kona figura anche la EV, dando quindi voce allavanzata delle emissioni zero: è stata proprio questa variante a fare la differenza, con caratteristiche tecniche e posizionamento di mercato di grande spessore. Nel segmento dei Truck la lotta è stata tutta made in Usa, con il Ram 1500 capace di superare la concorrenza del GMC SIERRA 1500 e dello CHEVROLET SILVERADO 1500 grazie alla particolare cura per il confort e per la flessibilità di utilizzo. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-DI-DETROIT/2019.HTML [2] https://www.quattroruote.it/tags/genesis-g70 [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/HYUNDAI-KONA [4] https://www.quattroruote.it/tags/ram-1500 2019-01-14 18:57:28 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/14/volkswagen_a_chattanooga_le_elettriche_per_gli_usa/gallery/2019-Volkswagen-Chattanooga-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24048 Volkswagen - A Chattanooga le elettriche per gli Usa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24048&tipo=fv Nella giornata dapertura del SALONE DI DETROIT [1] la VOLKSWAGEN [2] ha annunciato che sarà la fabbrica di Chattanooga a ospitare la produzione delle elettriche destinate al mercato americano. Lespansione dello stabilimento del Tennessee comporterà lassunzione di 1.000 nuovi dipendenti con un investimento di 800 milioni di dollari (697 milioni di euro) per laggiornamento delle strutture. Attualmente nel sito produttivo statunitense vengono assemblate la PASSAT [3] a cinque porte e la Suv a tre file ATLAS [4], che presto sarà affiancata da una variante a cinque posti, la CROSS SPORT [5]. NEL 2022 LINIZIO DELLA PRODUZIONE. Secondo i piani della Casa, la prima elettrica americana basata sulla piattaforma Meb uscirà dalla fabbrica di Chattanooga nel 2022, tre anni dopo lavvio della produzione nello stabilimento tedesco di Zwickau, dove già il prossimo anno vedranno la luce i primi modelli basati sulla nuova architettura a batteria. Nel 2020 verranno inaugurate anche le sezioni dedicate alla produzione di auto a zero emissioni degli stabilimenti cinesi di Foshan e Anting, che saranno seguite nel 2022 dai reparti EV delle fabbriche tedesche di Hannover ed Emden. SI PARTE DA UNA SUV. Nonostante questo, il debutto della prima elettrica Meb per il mercato americano è fissato per il 2020: si tratterà di una versione di produzione della concept I.D. CROZZ [6] presentata al Salone di Detroit del 2018. La Suv a zero emissioni sarà seguita da una multispazio derivata dalla I.D. BUZZ [7] che, secondo le previsioni, dovrebbe portare la Casa a vendere un milione di elettriche allanno entro il 2025. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-DETROIT [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/VOLKSWAGEN.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/01/14/VOLKSWAGEN_PASSAT_LA_NUOVA_GENERAZIONE_DEBUTTA_AL_SALONE_DI_DETROIT.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/VOLKSWAGEN-ATLAS [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CONCEPT/2018/03/28/VOLKSWAGEN_ATLAS_CROSS_SPORT_CONCEPT_SALONE_DI_NEW_YORK.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CONCEPT/2017/09/11/VOLKSWAGEN_I_D_CROZZ_II_L_AGGIORNAMENTO_SBARCA_A_FRANCOFORTE_PRODUZIONE_IN_SERIE_NEL_2020.HTML [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA/2017/08/21/VOLKSWAGEN_I_D_BUZZ_VIA_LIBERA_ALLA_PRODUZIONE_DEL_BULLI_ELETTRICO.HTML 2019-01-14 18:32:45 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2019/01/14/detroit_2019_il_salone_sempre_piu_americano/gallery/2019-Salone-Detroit-live-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24047 Detroit 2019 - Il Salone sempre più americano http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24047&tipo=fv Quando esco dallaeroporto di Detroit, cè un bel sole, ma non è il caso di scaldarsi troppo: fa già freddo, ed è solo pomeriggio. Sulle mega-strade che si snodano fuori città, si vede quello che verrà poi confermato percorrendo le vie del centro: Suv, crossover e, in genere, auto a ruote alte a bizzeffe, preferibilmente di taglia medio-grande, e ancora tante berline a tre volumi. Sì, ovvio, i pick-up non mancano, mentre ci sono pochi modelli europei; la presenza giapponese, invece, è sempre piuttosto nutrita, un po a tutti i livelli. Detroit è sempre stata la capitale dei grandi marchi americani, come Ford (a Dearborn), General Motors e Chrysler. Il vecchio cuore industriale degli States, quello del Michigan, che ha indirizzato per decenni le sorti economiche del Paese, con il solo fiume Detroit, appunto, a separarlo dal dirimpettaio Canada. ULTIMA EDIZIONE AL FREDDO. Siamo qui per il Naias, il North american international auto show, che si tiene nellarea del Cobo center, in zona centrale. E si terrà ancora lì, negli anni a venire, ma non più nel gelido gennaio, bensì a giugno (nel 2020, scatterà l8), anche per dar modo di effettuare eventi e test allaperto, e far guidare i prodotti ai potenziali clienti. Una svolta storica, imposta dalla concorrenza sempre più serrata. Troppo forte, nelle ultime edizioni del SALONE DI DETROIT [1], il richiamo e la sovrapposizione con la vetrina della tecnologia mondiale, il CES [2] di Las Vegas, appena concluso. Inevitabile, quindi, per il Naias, battere una strada nuova, rimettendosi in gioco. E al riguardo, però, qui si dice che non sarà tanto il cambio di stagione a fare la differenza, quanto quello di format, che dovrà essere aggiornato per addetti ai lavori e pubblico. Perché, se a gennaio il freddo ha tradizionalmente spinto la gente allinterno dei padiglioni a vedere le auto, il clima di giugno potrebbe invece portarli lontano, a godersi il weekend. Insomma, tutto da verificare lanno prossimo. RASSEGNA ALLAMERICANA. In ogni caso, il Naias appare come un mondo rutilante e diversificato, e più alla mano rispetto ai saloni europei. Di auto ce ne sono parecchie, ma spesso sono modelli che da noi non vengono importati. Anche e soprattutto per via della taglia, over 5 metri, e dei cassoni che superano la statura di una persona. Inoltre, lesposizione tocca un po tutti gli aspetti dellindustria automobilistica, includendo i fornitori, anche di tecnologia, le start-up e i progetti universitari. Tutto è piuttosto concentrato e non si perde tempo. Camminando tra uno stand e laltro, noto parecchi operatori di settore, nonostante le voci che preannunciavano unedizione poco attraente. Certo, ci sono molti americani, che si accalcano alle presentazioni delle novità più legate al loro mercato, come nel caso della nuova RAM HD [3] pickup o della FORD MUSTANG SHELBY GT500 [4], con oltre 700 CV, in arrivo nel 2020. Anche se non manca la tanto attesa FORD EXPLORER, IN VERSIONE ST E HYBRID [5], più vicina ai nostri canoni. Sembra che, in alcuni casi, i nordamericani siano rimasti molto legati allauto grande, possente, con tanti CV e Nm, senza badare tanto allanima green. Ma questo, come sappiamo, dipende dalle regioni e se vale a Detroit, non si ritrova affatto in California. Ci sono pure i marchi asiatici, con i giapponesi sugli scudi (del resto, per loro, gli Usa sono un mercato imprescindibile) e novità come la TOYOTA SUPRA [6]. Nissan e Infiniti portano delle importanti concept, e di questo parleremo a breve. Presente anche la Gac: a osservare il design dei tanti modelli esposti, bisogna riconoscere che i cinesi si stanno impegnando parecchio per risalire le posizioni. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-DI-DETROIT/2019.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-CES/NEWS.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/01/14/RAM_HEAVY_DUTY_2500_E_3500_FOTO_MOTORE.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/01/14/FORD_MUSTANG_SHELBY_GT500_FOTO_MOTORE_CARATTERISTICHE.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/01/14/FORD_EXPLORER_ST_A_DETROIT_ANCHE_LA_VERSIONE_PIU_PERFORMANTE_.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/01/14/TOYOTA_SUPRA_INFORMAZIONI_DATI_TECNICI_FOTO_PRESTAZIONI.HTML 2019-01-14 18:32:45 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/14/volkswagen_passat_la_nuova_generazione_debutta_al_salone_di_detroit/gallery/2019-Volkswagen-Passat-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24046 Volkswagen Passat - La nuova generazione debutta al Salone di Detroit http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24046&tipo=fv La VOLKSWAGEN [1] presenta al SALONE DI DETROIT [2] la variante aggiornata della PASSAT [3]. Si tratta della berlina prodotta localmente, totalmente diversa dalla omonima versione europea e chiamata a presidiare un segmento che sta riscuotendo sempre meno consensi per lormai inarrestabile ascesa di Suv e crossover. TUTTA NUOVA, ESCLUSA LA PIATTAFORMA. La Volkswagen ha scelto di realizzare un importante restyling della versione precedente, senza quindi modificare la piattaforma e senza adottare la Mqb modulare. Il design risente dellevoluzione globale del marchio, come dimostra il taglio dei gruppi ottici a Led anteriori e la loro integrazione con la grande mascherina a lame orizzontali. Anche la zona posteriore risulta più slanciata e filante, mentre la selezione dei cerchi di lega spazia da 17 ai 19 pollici per un look più sportivo. Labitacolo, evoluto a livello di materiali, vede lintroduzione dellinfontainment di ultima generazione con display più ampio e compatibile con gli standard Apple CarPlay e Android Auto. SOLO 2.0 TSI CON CAMBIO AUTOMATICO. Per il 2019 la Passat americana dice addio al classico V6 benzina e si limita alla versione 2.0 TSI da 174 CV, ora capace di 250 Nm di coppia massima. Lunica trasmissione è quella automatica sei marce, abbinata alla trazione anteriore, quindi la declinazione della gamma sarà esclusivamente legata ai differenti allestimenti. Per tutti saranno di serie i gruppi ottici Full Led, il Front Assist con riconoscimento pedoni, il Blind Spot Monitor e il Rear Traffic Alert, mentre tra le dotazioni opzionali figurano lAdaptive Cruise Control, il Lane Assist, il Park Assist, gli abbaglianti automatici, i sedili posteriori riscaldabili e limpianto audio Fender. La Passat sarà presentata anche in una serie limitata di lancio: in questo caso la meccanica sarà però quella 2.0 TSI del modello precedente, con coppia inferiore. Links: ------ [1] http://www.quattroruote.it/auto/volkswagen.html [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-DI-DETROIT/2019.HTML [3] https://www.quattroruote.it/tags/volkswagen-passat 2019-01-14 17:58:00 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/concept/2019/01/14/nissan_ims_un_elettrica_a_tre_o_cinque_posti_intercambiabili/gallery/2018-IMs-ok-01-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24045 Nissan IMs - Unelettrica a tre o cinque posti intercambiabili http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24045&tipo=fv Al SALONE DI DETROIT [1], la NISSAN [2] presenta la concept IMS, con unoriginale architettura interna che prevede cinque posti nella disposizione 2+1" o "2+1+2, inteso come tre posti posteriori di cui uno centrale dominante. "Questa audace concept rappresenta la nascita di un inedito segmento di veicoli: una berlina sportiva elettrificata rialzata", ha dichiarato Denis Le Vot, vicepresidente di Nissan North America. Le Vot ha anche annunciato che la Casa giapponese lancerà altri sette veicoli elettrici entro il 2022. DOPPIO MOTORE PER LA TRAZIONE INTEGRALE. Il powertrain della concept prevede una coppia di motori elettrici situati nella parte anteriore e posteriore, per un totale di 489 CV e 800 Nm di coppia, in modo da ottenere un sistema di trazione integrale (AWD) ad alte prestazioni. Il risultato, secondo i tecnici, è un bilanciamento ideale, una trazione eccezionale sulle superfici di guida scivolose e prestazioni eccellenti in curva. Grazie alle sospensioni pneumatiche avanzatate che si adattano a diverse situazioni di guida, la IMs punta a un alto livello di confort abbinato a grandi prestazioni. La batteria da 115 kWh fornisce unautonomia stimata di 380 miglia. SENZA GRIGLIA ANTERIORE. Il design V-motion della Nissan prevede una fascia anteriore senza griglia, mentre le grandi ruote da 22 pollici conferiscono sportività alla linea laterale. Nella modalità di guida autonoma, i fari e la luce posteriore combinati del sistema IMs diventano blu e lilluminazione si sposta continuamente dallanteriore al retro per segnalare ai pedoni e agli altri automobilisti la modalità stessa. Lesterno è inoltre dotato di luci posteriori olografiche. Per enfatizzare la tradizione giapponese, un motivo grafico geometrico Asanoha color oro è stato applicato sul tetto di vetro oscurato. Lesterno è rifinito con una speciale vernice "metallo liquido" che intende suggerire un minerale immaginario di origine lunare. GLI INTERNI. Labitacolo della concept IMs vuole interpretare il modo completamente nuovo di viaggiare in un mondo dominato dalla guida autonoma. Nella modalità di guida manuale, linterno del concetto IM diventa una cabina di pilotaggio incentrata sul guidatore, con tecnologia avanzata di assistenza alla guida e display di informazioni a più livelli. Nella modalità di guida autonoma, la concept si trasforma grazie al "Premier Seat", un sedile centrale di grandi dimensioni che si ottiene ripiegando i sedili laterali, a seconda delle necessità. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-DI-DETROIT/2019.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/NISSAN.HTML 2019-01-14 17:58:00 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/14/ford_explorer_st_a_detroit_anche_la_versione_piu_performante_/gallery/2019-Ford-Explorer-ST-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24044 Ford Explorer ST e Hybrid - A Detroit la versione performante accanto allibrida http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24044&tipo=fv Svelati i dettagli della gamma standard, la FORD [1] si concentra su due ulteriori novità relative alla EXPLORER [2], completamente rinnovata e appena presentata al SALONE DI DETROIT [3]. Parliamo della versione Hybrid e dellallestimento sportivo ST, che si trovano agli opposti quanto a scopo del progetto, ma che mostrano le potenzialità del Suv. LA ST DA 400 CV. La Explorer ST, sviluppata dal reparto Ford Performance come tutti gli altri modelli caratterizzati da questa sigla, è dotata di una versione specifica del V6 3.0 Ecoboost capace di erogare 400 CV e 563 Nm di coppia massima. La trasmissione è automatica dieci marce abbinata di serie alla trazione integrale e lunico dato prestazionale diffuso per il momento è quello della velocità massima, pari a 143 miglia orarie (229 km/h). La Suv propone un pacchetto aerodinamico esclusivo e cerchi da 21", mentre limpianto frenante maggiorato fa parte di un allestimento opzionale. A bordo sono di serie il selettore delle modalità di guida, il display da 12,3 pollici della strumentazione, il volante sportivo con sezione inferiore piatta, il Park Assist 2.0, i sedili anteriore ad alto contenimento e le finiture dedicate LA HYBRID DA 800 KM CON UN PIENO. La Explorer Hybrid combina il V6 3.3 aspirato al motore elettrico e al cambio automatico dieci marce, per una potenza totale di 318 CV. Secondo i primi dati di consumi questo powertrain consentirà di percorrere oltre 500 miglia (800 km) con un pieno da 19,3 galloni (circa 73 litri) nella variante a trazione posteriore, pari a circa 9 l/100 km. Il pacco batterie è stato ridisegnato ed è completo di sistema di raffreddamento a liquido: si trova sotto alla seconda fila di sedili per non compromettere lo spazio della terza fila e del bagagliaio. La versione Hybrid sarà proposta solo nellallestimento Limited e offrirà quindi di serie lActive Noise Cancellation, gli Adas del pacchetto Ford Co-Pilot360 Assist+, i sedili di pelle microforata, i sedili riscaldati della seconda fila, limpianto audio B O, la ricarica wireless per smartphone e i sedili anteriori a regolazione elettrica. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FORD.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/01/10/FORD_EXPLORER_TOLTI_I_VELI_ALLA_NUOVA_GENERAZIONE.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-DI-DETROIT/2019.HTML 2019-01-14 16:32:10 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/14/ford_mustang_shelby_gt500_foto_motore_caratteristiche/gallery/2019-Ford-Mustang-Shelby-GT500-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24043 Ford Mustang Shelby GT500 - Con oltre 700 CV è la più potente di sempre http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24043&tipo=fv La FORD [1] stradale più potente di sempre. Questa frase riassume il Dna della nuova MUSTANG SHELBY GT500, la massima evoluzione della muscle car americana che, come da tradizione, è stata svelata al SALONE DI DETROIT [2]. Insieme alle POLICE INTERCEPTOR [3] ed EXPLORER [4], anche in versione ST, la Casa americana ha portato al Cobo Center quello che sarà ricordato come uno dei modelli dellOvale Blu più potenti di sempre: pur non avendo lesclusività della GT [5] da 656 CV, con il suo V8 da oltre 700 CV la GT500 è già entrata di diritto nella storia del marchio di Dearborn. SOLO DOPPIA FRIZIONE. La sportiva debutterà sul mercato durante il prossimo autunno, affiancandosi alla SORELLA MINORE GT350 [6], con la quale condividerà il propulsore otto cilindri. Sulla GT500, tuttavia, 5.2 litri dalluminio costruito a mano non sarà aspirato ma disporrà di un compressore volumetrico Eaton da 2.65 litri che gli permetterà di oltrepassare i 700 CV di potenza massima. Il V8 disporrà di un intercooler aria-acqua e di soluzioni tecniche esclusive, come i nuovi condotti di raffreddamento e lubrificazione, testate aggiornate, bielle rinforzate e una coppa dellolio con funzioni strutturali che riduce le vibrazioni. Di serie sarà previsto un cambio automatico doppia frizione Tremec a sette rapporti, connesso con un albero di trasmissione di fibra di carbonio: la trazione è posteriore e gli innesti delle marce vengono completati in meno di 100 millisecondi. La GT500 disporrà di diverse modalità di guida, come le Normal, Weather, Sport, Drag e Track oltre alle funzioni launch control e line-lock, per scollegare i freni posteriori per realizzare con facilità dei burnout. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FORD.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-DETROIT [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/01/07/FORD_IL_POLICE_INTERCEPTOR_SI_RINNOVA.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/01/10/FORD_EXPLORER_TOLTI_I_VELI_ALLA_NUOVA_GENERAZIONE.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/PROVE/2018/FORD_GT_LA_PROVA_DELLA_V6_3_5_DA_656_CV.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/06/12/FORD_MUSTANG_SHELBY_GT350.HTML 2019-01-14 16:04:56 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/14/citroen_correra_nell_italiano_rally_nel_2019/gallery/citroen-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24041 Citroën<br> - Correrà nellItaliano Rally nel 2019 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24041&tipo=fv La CITROëN PARTECIPERà AL CAMPIONATO ITALIANO RALLY 2019: nellanno che celebra il centenario della sua fondazione, il costruttore francese ha deciso di impegnarsi per la conquista del titolo tricolore schierando la C3 R5. Piloti e livrea ufficiale saranno svelati a breve. UNA NUOVA SFIDA. Nonostante la contrazione del mercato dellauto, la Citroën ha chiuso il 2018 con una crescita del 5% sulle immatricolazioni. Ora la sfida si sposta dai mercati ai tracciati di gara: oltre alla partecipazione al MONDIALE RALLY CON IL CAMPIONE IN CARICA SéBASTIEN OGIER [1], la Casa francese proverà a conquistare anche il titolo tricolore sfruttando le potenzialità della C3 R5. La vettura, con la livrea di Citroën Italia, parteciperà anche ad alcune prove del WRC-2 per uno sviluppo ancora più accurato. LA C3 R5 IN BREVE. Il debutto di questa vettura è avvenuto nellaprile 2018, al Tour de Corse, gara in cui ha ottenuto un ottimo secondo posto nella categoria WRC-2, grazie a Yoann Bonato. spinta da un motore 1.6 litri a quattro cilindri in linea da 282 cavalli a 5.000 giri/minuto con una coppia massima di 420 Nm (a 4.000 giri/min). La trazione è integrale permanente con differenziali autobloccanti sia allavantreno che al retrotreno. La C3 R5 monta cerchi da 18 pollici nelle gare in asfalto e da 15 in quelle su terra. Il debutto nel Campionato Italiano Rally avverrà allinizio della prossima primavera, al Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, in programma dal 22 al 24 marzo. "WIN ON SUNDAY, SELL ON MONDAY". Basterebbe questo famoso modo di dire, ampiamente radicato nel motorsport, per spiegare i motivi che hanno portato la casa automobilistica francese nel Campionato Italiano Rally. Carlo Leoni, direttore comunicazione e relazioni esterne di PSA Italia ha voluto sottolineare che: "Questo progetto si inserisce allinterno della nostra strategia, perché il CIR gioca un ruolo centrale nelle attività di marketing della Citroën. Il progetto sarà a supporto dei successi commerciali della C3 e celebrerà il centenario del marchio Citroën, fondato nel 1919". La struttura tecnica per la preparazione e lassistenza in gara sarà quella di Fabrizio Fabbri, uno dei partner storici del gruppo PSA in Italia. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/SPORT/2019/01/12/MONDIALE_RALLY_ECCO_LA_NUOVA_CITROEN_C3_WRC_2019.HTML 2019-01-14 16:01:25 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/14/ram_heavy_duty_2500_e_3500_foto_motore/gallery/2019-Ram-Heavy-Duty-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24042 Ram HD 2500 e 3500 - Con gli Heavy Duty fino a 1.350 Nm di coppia http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24042&tipo=fv Il GRUPPO FCA [1] è presente al SALONE DI DETROIT [2] con una novità legata al brand RAM [3]. Si tratta del rinnovamento completo della gamma Heavy Duty 2500 e 3500, che punta tutto sulle capacità di carico e di traino, abbinate a un affinamento della guidabilità stradale per confermare i successi commerciali del passato. NUOVO DESIGN, SEI GRIGLIE FRONTALI TRA CUI SCEGLIERE. La serie, dedicata al mercato americano, è stata ridisegnata ispirandosi ALLAGGIORNAMENTO DEL MODELLO 1500: [4] gli affinamenti aerodinamici hanno permesso di portare il Cx a un valore di 0,409. Sono previste ben sei diverse varianti della griglia anteriore, legate ai differenti allestimenti e personalizzazioni disponibili. Inoltre, i più di 20 sensori esterni sono stati integrati negli elementi della carrozzeria per migliorare limpatto visivo. Trattandosi di un pick-up, non potevano mancare neanche le soluzioni dedicate alluso professionale. Il sistema RamBox, con sportelli esterni ai lati del cassone posteriore, è stato ulteriormente evoluto: i contenitori sono lavabili, illuminati, dotati di serratura e ora completi anche di prese di corrente a 115 volt per lutilizzo dei più comuni utensili. CRESCONO CONFORT E QUALITà ALLINTERNO. Il telaio è stato rivisto adottando nuovi acciai ad alta resistenza, che hanno permesso di migliorare la rigidità torsionale senza gravare sul peso totale. Gli interni sono stati anchessi totalmente ridisegnati per aumentare il livello qualitativo e integrare linfotainment UConnect 4 con display da 12", la strumentazione digitale con schermo da 7" e il nuovo comando rotante e-shift della trasmissione dei modelli benzina. Per garantire il confort nellabitacolo sono stati adottati in anteprima i cristalli acustici e lActive Noise Cancellation, ma sono stati riprogettati anche tutti i supporti del telaio e sono stati adottati ammortizzatori posteriori ad aria con abbassamento automatico per il carico. La console centrale, dotata di piattaforma di ricarica wireless, può essere configurata in dodici diverse combinazioni con 22,6 litri di spazio totale. IL V8 HEMI BENZINA E IL DIESEL DA 1.350 NM. La gamma dei propulsori include il V8 6.4 Hemi benzina da 410 CV e 582 Nm con sistema di disattivazione dei cilindri ai carichi parziali, abbinato al cambio automatico Torqueflite otto marce, e il diesel I6 6.7 Cummins nelle versioni da 370 CV e 1.150 Nm o 400 CV e 1.350 Nm di coppia massima, dotate di varianti specifiche degli automatici sei marce forniti dalla Aisin. Oltre alla versioni a trazione posteriore, sono previsti anche allestimenti 4x4 grazie alla collaborazione con la BorgWarner, che fornisce sistemi manuali o automatici in base alla motorizzazione e allallestimento del veicolo. QUASI 16.000 KG RIMORCHIABILI CON ACCESSORI DEDICATI. Con queste credenziali il nuovo Heavy Duty mette in campo numeri record, con una capacità di traino di 15.921 kg e una portata di 3.483 kg. Sono previsti inoltre accessori specifici per lutilizzo dei rimorchi: una modalità di guida dedicata, telecamere aggiuntive per le manovre e sensori di pressione pneumatici per motrice e rimorchio: a bordo sarà possibile controllare fino a sei ruote del veicolo e fino a 12 del rimorchio, con la possibilità di salvare quattro diverse configurazioni personalizzate. Per gli amanti del fuoristrada è previsto invece lallestimento Power Wagon, che offre lassetto rialzato, i differenziali autobloccanti, le barre antirollio scollegabili, il verricello anteriore, e le telecamere esterne ad alta definizione. GLI ADAS. Il rinnovamento porta in dote anche un aggiornamento degli Adas: sono infatti disponibili lAdaptive Cruise Control, il Forward Collision Warning, le telecamere a 360 gradi e lAutomatic Emergency Braking, che può intervenire anche sui freni dei rimorchi. Sono disponibili infine i gruppi ottici Led Afs e la cargo-view camera, che permette di controllare il carico nel vano esterno separatamente rispetto alle altre telecamere di bordo. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GRUPPO-FCA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-DETROIT [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/RAM [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/01/15/RAM_1500_A_DETROIT_IL_PICK_UP_DIVENTA_IBRIDO.HTML 2019-01-14 16:01:25 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/14/nissan_si_dimette_il_manager_jose_munoz/gallery/2019-Jose-Munoz-Nissan-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24040 Nissan - Si dimette il manager José Muoz http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24040&tipo=fv Nuovi scossoni in Casa NISSAN [1]: si è infatti dimesso con effetto immediato JOSé MUOZ dalla carica di chief performance officer. Il manager aveva ricoperto dal 2014 al 2017 la carica di amministratore delegato della filiale americana ottenendo risultati record e nei giorni scorsi era stato messo in congedo per occuparsi del caso GHOSN [2]. In una dichiarazione alla stampa Muoz ha confermato di voler continuare a collaborare, mentre non sono state ancora fornite informazioni ufficiali dalla Casa giapponese. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/NISSAN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CARLOS-GHOSN 2019-01-14 13:14:55 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/14/nissan_si_dimette_il_manager_jose_munoz/gallery/2019-Jose-Munoz-Nissan-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24038 Nissan - Si dimette il manager Jose Muoz http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24038&tipo=fv Nuovi scossoni in Casa NISSAN [1]: si è infatti dimesso con effetto immediato JOSE MUOZ dalla carica di chief performance officer. Il manager aveva ricoperto dal 2014 al 2017 la carica di amministratore delegato della filiale americana ottenendo risultati record e nei giorni scorsi era stato messo in congedo per occuparsi del caso GHOSN [2]. In una dichiarazione alla stampa Muoz ha confermato di voler continuare a collaborare, mentre non sono state ancora fornite informazioni ufficiali dalla Casa giapponese. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/NISSAN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CARLOS-GHOSN 2019-01-14 12:45:34 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/14/mazda_cx_5_prezzi_dimensioni_motori_listino/gallery/2019-Mazda-CX-5-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24039 Mazda CX-5 - La my 2019 in Italia con prezzi da 29.400 euro http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24039&tipo=fv Dopo il DEBUTTO IN GIAPPONE [1], la versione aggiornata della MAZDA CX-5 [2] arriva in Italia, dove è già in vendita con prezzi a partire da 29.400 euro. Rispetto alle precedenti versioni, la Suv dispone di un infotainment aggiornato, nuovi dettagli interni, cerchi di lega dal design inedito, luci targa a Led e, per la prima volta, del sistema G-Vectoring Control Plus che utilizza i freni per migliorare la trazione in curva. DIESEL O BENZINA, ANCHE A TRAZIONE INTEGRALE. La gamma italiana della Suv si compone di quattro motori, due benzina e due diesel, abbinabili a sei differenti allestimenti: Evolve, Business, Executive, Exceed, Exclusive e Signature. Alla base dellofferta è presente il 2.0 Skyactiv-G da 165 CV, disponibile sia con trazione anteriore, sia con quattro ruote motrici ma solo con cambio manuale. La sorella maggiore, la 2.5 Skyactiv-G da 194 CV, è ordinabile nelle versioni a due o quattro ruote motrici solo con cambio automatico a sei rapporti. Lofferta a gasolio è meno articolata: tutte le versioni si basano sul 2.2 Skyactiv-D proposto unicamente con cambio manuale nelle varianti da 150 CV, con trazione anteriore o integrale, e da 184 CV con quattro ruote motrici. SEI ALLESTIMENTI. Su tutte le versioni sono previste di serie svariate dotazioni, a partire dai cerchi di lega da 17" fino ad arrivare al sistema di isolamento acustico con doppi cristalli anteriori. Non mancano, inoltre, linfotainment MZD Connect compatibile con Android Auto e Apple CarPlay, il navigatore satellitare, il climatizzatore automatico bizona, il cruise control, i sensori di parcheggio anteriori e posteriori, il G-Vectoring Control Plus, la frenata autonoma con rilevamento dei pedoni, il blind spot e il lane keeping. Oltre a questi accessori, sulle versioni Business sono presenti anche la videocamera di retromarcia e i fari Led adattivi, di serie anche sulla Executive. Questultima dispone inoltre dellActive Driving Display a colori, del sistema di rilevazione della stanchezza del guidatore, del riconoscimento dei segnali stradali, della frenata intelligente posteriore, del monitor 360 e dei cerchi di lega da 19", proposti anche sugli allestimenti più completi. A partire dalla Exceed sono previsti di serie fari anteriori a Led a matrice, Smart Key, strumentazione con schermo a colori da 7", sbrinatore del parabrezza e sistema di recupero dellenergia in frenata i-Eloop. Le Exclusive e Signature sono inoltre equipaggiate con tetto apribile (solo sulle versioni AWD) e sedili anteriori riscaldabili con sellerie di pelle. DI SERIE Cè QUASI TUTTO. Lelenco degli optional è particolarmente ridotto vista lampia offerta di allestimenti: per tutte le versioni sono disponibili tre diverse tipologie di vernice per la carrozzeria, Metallizzata (800 euro), Machine Gray (950 euro) o Soul Red Crystal (1.100 euro). Oltre al cambio automatico, disponibile solo in abbinamento ad alcune motorizzazioni con un sovrapprezzo di 2.000 euro, i clienti potranno scegliere il Cruise Pack con Head Up Display, frenata intelligente in autostrada e cruise control adattivo: il pacchetto è di serie sulle Exclusive e Signature ma può essere acquistato anche sulle Exceed aggiungendo 850 euro al prezzo dacquisto, mentre non risulta disponibile sulle Evolve, Business ed Executive. LISTINO PREZZI MAZDA CX-5 Mazda CX-5 2.0 Skyactiv-G 6MT 2WD 165 CV Evolve 29.400 euro Mazda CX-5 2.0 Skyactiv-G 6MT 2WD 165 CV Business 30.250 euro Mazda CX-5 2.0 Skyactiv-G 6MT 2WD 165 CV Executive 31.450 euro Mazda CX-5 2.0 Skyactiv-G 6MT 2WD 165 CV Exceed 33.050 euro Mazda CX-5 2.0 Skyactiv-G 6MT 2WD 165 CV Exclusive 35.550 euro Mazda CX-5 2.0 Skyactiv-G 6MT 2WD 165 CV Signature 36.700 euro Mazda CX-5 2.0 Skyactiv-G 6MT AWD 165 CV Exceed 35.350 euro Mazda CX-5 2.0 Skyactiv-G 6MT AWD 165 CV Exclusive 38.500 euro Mazda CX-5 2.0 Skyactiv-G 6MT AWD 165 CV Signature 39.650 euro Mazda CX-5 2.5 Skyactiv-G 6AT 2WD 194 CV Exceed 36.450 euro Mazda CX-5 2.5 Skyactiv-G 6AT 2WD 194 CV Exclusive 38.950 euro Mazda CX-5 2.5 Skyactiv-G 6AT 2WD 194 CV Signature 40.100 euro Mazda CX-5 2.5 Skyactiv-G 6AT AWD 194 CV Exceed 38.750 euro Mazda CX-5 2.5 Skyactiv-G 6AT AWD 194 CV Exclusive 41.900 euro Mazda CX-5 2.5 Skyactiv-G 6AT AWD 194 CV Signature 43.050 euro Mazda CX-5 2.2 Skyactiv-D 6MT 2WD 150 CV Evolve 31.900 euro Mazda CX-5 2.2 Skyactiv-D 6MT 2WD 150 CV Business 32.750 euro Mazda CX-5 2.2 Skyactiv-D 6MT 2WD 150 CV Executive 33.950 euro Mazda CX-5 2.2 Skyactiv-D 6MT 2WD 150 CV Exceed 35.550 euro Mazda CX-5 2.2 Skyactiv-D 6MT 2WD 150 CV Exclusive 38.050 euro Mazda CX-5 2.2 Skyactiv-D 6MT 2WD 150 CV Signature 39.200 euro Mazda CX-5 2.2 Skyactiv-D 6MT AWD 150 CV Business 35.050 euro Mazda CX-5 2.2 Skyactiv-D 6MT AWD 150 CV Executive 36.250 euro Mazda CX-5 2.2 Skyactiv-D 6MT AWD 150 CV Exceed 37.850 euro Mazda CX-5 2.2 Skyactiv-D 6MT AWD 150 CV Exclusive 41.000 euro Mazda CX-5 2.2 Skyactiv-D 6MT AWD 150 CV Signature 42.150 euro Mazda CX-5 2.2 Skyactiv-D 6MT AWD 184 CV Exceed 38.850 euro Mazda CX-5 2.2 Skyactiv-D 6MT AWD 184 CV Exclusive 42.000 euro Mazda CX-5 2.2 Skyactiv-D 6MT AWD 184 CV Signature 43.150 euro Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/TECNOLOGIA/2018/10/11/MAZDA_SULLA_CX_5_DEBUTTA_IL_G_VECTORING_CONTROL_PLUS.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MAZDA-CX-5 2019-01-14 12:45:34 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/ecologia/2019/01/14/opel_russelsheim_diventera_la_citta_piu_elettrica_d_europa/gallery/2018-opel-elettriche-ok-0-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24037 Opel - Rüsselsheim diventerà la città più elettrica dEuropa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24037&tipo=fv La città dove ha sede la OPEL [1], RüSSELSHEIM AM MAIN, punta a diventare la più elettrica dEuropa. La Casa tedesca e la RheinMain University stanno realizzando lampliamento dellinfrastruttura di ricarica dei veicoli a batterie: grazie ai finanziamenti del ministero federale dellEconomia (di 12,8 milioni di euro), saranno installate circa 1.300 stazioni di ricarica in tutta la città, a partire dai prossimi mesi. Loperazione non sarà limitata al sito della Opel e al campus universitario, ma interesserà tutti i quartieri e le zone residenziali, i parcheggi di alcuni supermercati e centri commerciali e il parcheggio dellospedale cittadino (il GPR, che sta per Gesundheits und Pflegezentrum Rüsselsheim). UN PUNTO DI RICARICA OGNI 72 ABITANTI. Il progetto sarà realizzato in diverse fasi entro il 2020 e lobiettivo è di raggiungere una densità record di un punto di ricarica pubblico ogni 72 abitanti, la più alta finora raggiunta in Germania (e di fatto in tutta lUnione europea). Per rendere lidea, Amburgo, attualmente la prima città tedesca per infrastrutture di ricarica, ha 785 punti di ricarica pubblici per 1,8 milioni di abitanti (uno ogni 229). LABORATORIO URBANO. Grazie alla collaborazione con la RheinMain University, Rüsselsheim diventerà un vero e proprio laboratorio urbano per la mobilità elettrica. Nellambito del progetto, infatti, saranno esaminate questioni tecniche come la stabilità della fornitura di energia e lintegrazione nella rete, oltre ad aspetti socioeconomici legati alla mobilità in generale. I dati relativi al comportamento degli automobilisti riguardo alle abitudini di ricarica delle vetture a batterie permetteranno agli ingegneri di prevedere la domanda futura di elettricità e saranno fondamentali per identificare le necessità future, con laumento progressivo di elettriche circolanti. Oltre ai 20 punti di ricarica nel proprio campus, la RheinMain University installerà anche sistemi per lo stoccaggio dellenergia, studiati per migliorare luso delle energie rinnovabili minimizzando la necessità di ampliamento della rete. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/OPEL.HTML 2019-01-14 12:14:28 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/14/cadillac_a_detroit_il_debutto_della_nuova_xt6/gallery/2018-xt6-detroit-ok-11.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24036 Cadillac - A Detroit il debutto della nuova XT6 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24036&tipo=fv La CADILLAC [1] amplia ulteriormente la propria gamma Suv presentando la XT6 [2] al SALONE DI DETROIT [3]. Il modello da 5,05 metri e 2.83 metri di passo affianca le XT4, XT5 ed Escalade già presenti seguendo lattuale corrente stilistica del marchio, che trova nei gruppi ottici sviluppati in parte verticalmente e nella grande mascherina i suoi motivi principali. Con una versione a otto posti del genere la Cadillac colma un vuoto storico nella propria offerta, allineandosi maggiormente alla concorrenza. GLI ACCESSORI DEDICATI AL CONFORT. Gli interni sono stati studiati per non sacrificare nessuno dei posti disponibili e particolare enfasi è stata data agli accessori pensati per il confort. Troviamo infatti il sistema audio Bose Performance Series con 14 diffusori, i rivestimenti di pelle semi-anilina, lo ionizzatore, i sedili anteriori climatizzati e i sedili esterni della seconda fila riscaldabili, oltre a una ampia selezione di materiali e combinazioni cromatiche per le finiture. Sulla variante Premium sono inoltre previsti cerchi da 20" e finiture esterne Bright Galvano, mentre la Sport propone cerchi da 21" opzionali e griglia anteriore nera V-Series. ADAS COMPLETI, MA NIENTE SUPER CRUISE. Tra gli altri accessori vanno segnalati la ricarica wireless per smartphone, la connessione remota al veicolo per controllo delle funzioni e per lavviamento grazie al sistema 4G di bordo, il sistema elettrico per ripiegare i sedili della terza fila e la possibilità di accedere al cloud per recuperare i propri parametri personalizzati. Sul fronte Adas sono di serie il Forward Collision Alert, lAutomatic Emergency Braking, il Following Distance Indicator, il Front Pedestrian Braking, il Park Assist, il Lane Change Alert con Side Blind Zone Alert e Rear Cross Traffic Alert, il Lane Keep Assist con Lane Departure Warning, il Safety Alert Seat e lo Speed Limiter. In opzione è possibile invece aggiungere ulteriori funzioni come il Rear Camera Mirror, lAdaptive Cruise Control Advanced, lAutomatic Park Assist, il Rear Pedestrian Alert, le telecamere Surround con Video Recorder, lhead-up display, il Reverse Automatic Braking, il Night Vision e lHitch Guidance per i rimorchi, mentre è assente la guida semi-autonoma Super Cruise sviluppata dalla Cadillac per le sue berline. SOLO V6 BENZINA ASPIRATO. La XT6 sarà proposta negli Stati Uniti in ununica variante benzina V6 3.6 aspirato da 310 CV abbinata al cambio automatico nove marce, mentre la trazione integrale sarà opzionale. Il propulsore è capace di funzionare come un V4 ai carichi parziali, ma i dati relativi ai consumi non sono stati ancora svelati. Sono previste inoltre diverse modalità di guida, con settaggi che differiscono nelle varie tarature in base allallestimento scelto dal cliente: Premium, Luxury e Sport. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/auto/cadillac.html [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CADILLAC-XT6 [3] https://www.quattroruote.it/tags/salone-di-detroit 2019-01-14 12:14:28 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2019/01/09/ford_kuga_collaudi_americani_per_la_nuova_generazione/gallery/2019-Ford-Kuga-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24035 Ford Kuga - Collaudi americani per la nuova generazione http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24035&tipo=fv La nuova generazione della FORD KUGA [1] torna sotto i riflettori: a distanza di qualche mese dallULTIMO AVVISTAMENTO [2], i nostri fotografi sono riusciti a immortalare un muletto della Suv durante una sessione di collaudo negli Stati Uniti, dove è conosciuta con il nome Escape. In attesa della presentazione ufficiale, che dovrebbe avvenire tra la fine del 2019 e i primi mesi del 2020, queste foto spia mostrano una vettura con camuffature decisamente meno marcate rispetto al passato. ABITO NUOVO. Basta una semplice occhiata per accorgersi di alcuni evidenti cambiamenti nello stile. In linea con le recenti soluzioni stilistiche adottate dal marchio, le linee del frontale appaiono più morbide e si abbinano in maniera ottimale a gruppi ottici e prese daria dalle dimensioni notevoli. La porzione posteriore sembra allungata, con una distanza maggiore tra la portiera e linizio della fanaleria. Di primo acchito anche linclinazione e la dimensione del lunotto sembrerebbero essere stati lievemente rivisitati. Per quanto concerne laspetto tecnico, non essendoci ancora informazioni ufficiali, risulterebbe prematuro avanzare ipotesi di ogni tipo. Di certo è lecito aspettarsi un aggiornamento della gamma propulsori. Una tesi avvalorata da un possibile indizio rilevabile sulla carrozzeria del muletto: lo sportello del rifornimento invece che sul lato destro appare sul lato sinistro della fiancata. In altre parole, non è da escludere che possa trattarsi di una variante plug-in hybrid. PIATTAFORME CONDIVISE. La Suv condividerà senza dubbio componenti tecnici e know-how con gli altri modelli della gamma, per unottimizzazione dellefficienza produttiva. Proprio in questottica va ricordato che il marchio ha confermato il taglio delle piattaforme, RIDOTTE A CINQUE VARIANTI [3] per tutti i modelli del futuro. A tal proposito, un esempio pertinente per evidenziare la prima fase intrapresa da questa soluzione è dato dalla piattaforma della FOCUS [4], sulla quale nascerà anche una SUV COMPATTA [5]. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FORD-KUGA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2018/05/02/FORD_LE_FOTO_DELLA_KUGA.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/08/09/FORD_SOLO_CINQUE_PIATTAFORME_MODULARI_PER_TAGLIARE_I_COSTI.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FORD-FOCUS [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/08/10/FORD_LA_PIATTAFORMA_DELLA_FOCUS_PER_UN_INEDITA_SUV.HTML 2019-01-14 10:49:21 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/14/lexus_rc_f_con_il_restyling_arriva_anche_la_track_edition/gallery/2019-Lexus-RC-F-4.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24034 Lexus RC F - Con il restyling arriva anche la Track Edition http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24034&tipo=fv Al SALONE DI DETROIT [1] la LEXUS [2] si concentra sulla coupé RC e sulle sue versioni sportive: dopo il RESTYLING DEL MODELLO [3] svelato nei mesi scorsi al SALONE DI PARIGI vengono infatti presentate la RC F e la RC F TRACK EDITION. FEDELE ALLASPIRATO E ANCORA PIù BRILLANTE. Entrambe le versioni possono contare sul design aggiornato e su un lavoro di affinamento che ha interessato lassetto e la massa totale, mantenendo liconico V8 5.0 aspirato con cambio automatico otto marce. Oltre a un rapporto al ponte modificato, la vettura può contare anche su un nuovo impianto di aspirazione e dichiara ora una potenza massima leggermente superiore al passato di 472 CV e 535 Nm. Grazie al Launch Control di serie e al grip dei pneumatici Michelin Pilot Sport 4S con mescola specifica la RC F offre prestazioni ancora più brillanti e un minor sottosterzo. LA TRACK EDITION PIù LEGGERA E AGGRESSIVA. La RC F Track Edition, che sarà proposta in serie limitata, nasce grazie allesperienza della Lexus nelle competizioni. Il pacchetto aerodinamico di fibra di carbonio garantisce una maggiore downforce grazie allo splitter anteriore e soprattutto allalettone fisso posteriore, che da solo offre 26 kg di carico in più rispetto allelemento attivo della RC F. La massa totale è stata ridotta di circa 80 kg rispetto alla RC F prima serie: per ottenere questo risultato è stato installato limpianto frenante carboceramico Brembo, abbinato a cerchi in lega forgiati BBS da 19" ispirati dalla versione GT3. Anche il tetto, il cofano e la sezione posteriore dei sedili sono di fibra di carbonio, inoltre è previsto limpianto di scarico in titanio. Grazie a questi alleggerimenti e agli interventi tecnici la Track Edition può raggiungere le 60 miglia orarie da fermo in meno di 4 secondi. La RC F Track Edition sarà proposta unicamente nelle colorazioni Ultra White e Matte Gray con interni di pelle rossa con sezioni di Alcantara e finiture di carbonio rosso. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-DI-DETROIT/2019.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/LEXUS.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/08/30/LEXUS_RC_FOTO_INFORMAZIONI_DATI_TECNICI_MODEL_YEAR_2019.HTML 2019-01-14 10:22:05 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/concept/2019/01/14/cadillac_la_prima_elettrica_sara_una_suv/gallery/2019-Cadillac-EV-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24033 Cadillac - La prima elettrica sarà una Suv http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24033&tipo=fv La CADILLAC [1] ha aperto le danze del SALONE DI DETROIT [2] con un vero e proprio, anche se in parte atteso, colpo di scena. Anticipando anche lapertura alla stampa del Cobo Center, la Casa americana ha svelato un prototipo che apre la strada al processo di transizione che porterà il marchio a una trasformazione radicale che, immancabilmente, avrà il proprio centro focale sullelettrificazione. La concept, della quale non è stato comunicato il nome, è una Suv a batteria che darà vita a un modello di produzione destinato a insediarsi nel cuore del segmento delle sport utility. UNA BASE PER TUTTI. Una piattaforma comune sarà alla base di tutti i modelli a zero emissioni della GENERAL MOTORS [3]: la Cadillac sarà il primo marchio a utilizzare la nuova architettura, che successivamente verrà impiegata anche sulle vetture dei brand Buick, Chevrolet e GMC. La condivisione permetterà al gruppo di ridurre i tempi di sviluppo dei nuovi modelli, potendo così adeguare più rapidamente lofferta a seconda delle richieste di mercato. La flessibilità sarà uno dei punti di forza della nuova piattaforma grazie a pacchi batteria e motori elettrici appositamente progettati per essere impiegati su svariate tipologie di veicoli: i progettisti potranno creare unelettrica con trazione anteriore, posteriore o integrale regolando le performance del powertrain a seconda del tipo di impiego. Non è da escludere, infine, che le future elettriche della GM possano condividere tra di loro anche dotazioni tecnologiche per la guida autonoma. SEI NUOVI MODELLI. Nei piani del costruttore, oltre allintroduzione di una nuova gamma di veicoli elettrici, cè anche una complessiva accelerazione nelle strategie di lancio di nuovi prodotti. Dopo la XT6, appena svelata a Detroit, arriveranno una versione aggiornata della Escalade e una berlina ad alte performance: da oggi al 2021 la gamma si rinnoverà totalmente al ritmo di un nuovo modello ogni sei mesi. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/CADILLAC.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-DETROIT [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GENERAL-MOTORS 2019-01-14 09:55:24 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/aziende/2019/01/11/flotte_la_nostra_intervista_a_dario_mennella_bmw_/gallery/2018-mennella-ok-.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24032 Flotte - La nostra intervista a Dario Mennella (BMW) http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24032&tipo=fv Nel 2018, la BMW [1] ha immatricolato in Italia 57.121 vetture, con una flessione dl 6,20% rispetto allanno precedente, ottenendo una quota pari al 2,99%; a queste si sono aggiunte 20.529 Mini (--16,97%; quota dell1,07%; tutti i dati sono di fonte Unrae). Ecco la nostra intervista a DARIO MENNELLA, corporate direct special sales manager della BMW Italia. Quali sono le vostre principali novità di particolare interesse per la clientela business nel 2019? Il 2019 sarà un anno molto ricco per lofferta della BMW. Partiamo dalla X5, da poco completamente rinnovata, e dalla I3 120 Ah, che avranno modo di affermarsi nel corso del nuovo anno. Sarà però larrivo della nuova Serie 3, modello baricentrico della nostra offerta alle aziende, a dare un forte e ulteriore appeal ai nostri prodotti, che avranno importanti innovazioni sia in termini stilistici, sia di contenuto. cambiato il mix di richieste tra diesel e alimentazioni alternative? Registriamo un marcato orientamento sulla richiesta di vetture a benzina per i modelli mini della nostra gamma Mini, completato dal grande successo che sta riscuotendo la Countryman Plug-In Hybrid proprio nel mondo business e flotte. Contemporaneamente, la gamma BMW Plug-In Hybrid ha registrato un incremento degli ordini e un interesse marcato per la 225xe iPerformance Active Tourer, vettura versatile e con connotazione sia cittadina sia autostradale. Abbiamo poi la Serie 5 Berlina e la Serie 7 Plug-In Hybrid che vanno a completare la gamma che vedrà, nel nuovo anno, lingresso della nuova Serie 3 Plug-In Hybrid. Nel 2018 è cresciuta ulteriormente la domanda di sistemi di ausilio alla guida? I fleet manager si stanno sempre più informando su questi sistemi e noi stessi, attraverso i nostri fleet account manager, stiamo veicolando maggiori informazioni e incrementando i test drive con questi dispositivi. Di fatto, cè stato un incremento di richiesta degli Adas, ma al di sotto delle attese: crediamo che occorra ancora diffondere più informazioni per consolidare la loro diffusione, che ha importanti impatti sociali in termini di risparmio di vite, costi assicurativi e costi indiretti, come le giornate di lavoro perse in caso di incidenti. in crescita il noleggio a lungo termine presso la vostra rete di concessionari? Sì: sempre più clienti che si recano presso i nostri concessionari sono interessati. A questa forma di mobilità in espansione, che ha visto i suoi inizi nei grandi clienti corporate e che via via si sta allargando anche verso aziende con flotte più piccole, che trovano nella nostra rete linterlocutore primario. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/BMW.HTML 2019-01-14 09:26:06 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/diario_di_bordo/2019/01/10/jaguar_e_pace_una_settimana_con_la_2_0_awd_r_dynamic_video/gallery/2019-Jaguar-E-Pace-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24031 Jaguar E-Pace - Una settimana con la 2.0 AWD R-Dynamic - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24031&tipo=fv la porta dingresso al mondo JAGUAR [1]. La E-Pace, più corta di 34 cm rispetto alla F-Pace, ha un passo di 2,68 cm e un bagagliaio con capacità dichiarata variabile da 577 a 1.234 litri. Motore 4 cilindri a benzina da 200 CV e 320 Nm, capace di spingere questa C-SUV alla velocità massima di 216 km/h e di fermare il cronometro nello 0-100 in 8,2. Cambio automatico ZF a 9 marce, trasmissione integrale (costante allanteriore, alloccorrenza al posteriore). Come tutte le Jaguar, è ben rifinita e - specie in questo allestimento top - ben equipaggiata. Il taglio della carrozzeria premia la sportività, con chiari riferimenti alla F-type, dove emerge una compattezza dinsieme notevole grazie anche ai grossi cerchi da 20. Costa 58.200 euro. SPORTIVA, MA OSPITALE [DAY 1]. La piccola del giaguaro convince. Il primo giorno con questa Jaguar E-pace ci serve per presentarla e per riconoscere, nelle sue linee molto sportive, le enormi ruote da 20" e il lunotto spiovente, il Dna dello stile di Ian Callum, il designer che ha rivoluzionato tutte le Jaguar di oggi. ROBERTO UNGARO, REDAZIONE WEBTV Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/JAGUAR.HTML 2019-01-14 08:59:41 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/13/dakar_tappa_6_loeb_protagonista_al_attiyah_allunga_nella_generale/gallery/loeb.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24030 Dakar - Tappa 6 - Loeb protagonista, Al-Attiyah allunga nella generale http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24030&tipo=fv Dopo aver osservato una giornata di riposo, la DAKAR è TORNATA IN AZIONE OGGI CON LA SESTA DELLE DIECI TAPPE IN PROGRAMMA, LA AREQUIPA - SAN JUAN DE MARCONA. Un trasferimento di 502 e una speciale di 336 chilometri hanno visto primeggiare nuovamente la Peugeot 3008 DKR di SéBASTIEN LOEB: il francese ha tagliato per primo il traguardo, rosicchiando 2 minuti e 17 secondi al leader della classifica generale, Nasser Al-Attiyah, oggi secondo. Sul podio virtuale di giornata troviamo Carlos Sainz che, dopo una serie di giornate negative, è finalmente riuscito a regalarsi una prestazione pulita. UNA SFIDA CON TANTI RIMPIANTI. Certamente, per Loeb sta pesando come un macigno il tanto tempo perso nel corso della terza tappa quando, per i problemi di navigazione relativi al road-book, ha perso un totale di 42 minuti nella generale. Non a caso ieri lo stesso Daniel Elena - navigatore di Loeb - si è lasciato andare a dure dichiarazioni contro lorganizzazione, la quale ha ammesso che cè stata unimprecisione nel road-book relativamente al chilometro 177, ma che nulla ormai cambierà in termini di classifica, perché non tutti hanno accusato problemi. Loeb è ora secondo in classifica e viaggia con 37 minuti di ritardo da Al-Attiyah che, salvo particolari colpi di scena, sembra essere sempre più favorito per la vittoria finale. AL-ATTIYAH SEMPRE SALDAMENTE AL COMANDO. Il qatariota della Toyota oggi ha perso solamente quei due minuti nei confronti di Loeb, ma ne ha guadagnati altri preziosissimi sugli avversari diretti come Peterhansel e Roma. Il francese e il suo Buggy Mini hanno faticato davvero tanto sia nelle fasi iniziali che in quelle finali della speciale di oggi e alla fine ha chiuso sesto con 18 minuti e 49 secondi di ritardo dal battistrada. "Ho fatto ancora uno stupido errore, sono rimasto bloccato e ho perso venti minuti e sento la vittoria sfuggire via per i tanti errori", ha ammesso candidamente Mister Dakar. 2019-01-14 00:06:37 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2019/01/13/suv_fuoristrada_e_non_solo_le_italiane_a_ruote_alte_foto_gallery/gallery/1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24029 Suv, fuoristrada e non solo - Le italiane a ruote alte - FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24029&tipo=fv Continua il successo della FIAT 500X [1], che nel 2018 conquista la terza posizione tra LE AUTO PIù VENDUTE IN ITALIA [2]. Del resto, la vettura si accoda al boom di Suv e crossover che DA OLTRE VENTANNI [3] a questa parte raccolgono sempre più clienti. LE SUV ITALIANE. E se dalla presentazione della Kamal, lapprezzatissima CONCEPT DEL BISCIONE [4], gli appassionati del marchio di Arese hanno atteso circa quattordici anni per vedere finalmente un veicolo a ruote alte, la Stelvio, tra i listini della Casa, lItalia è ben rappresentata anche da prodotti ancor più lussuosi, come la Maserati Levante e la Lamborghini Urus. IN ARRIVO. In attesa della FERRARI PUROSANGUE [5], nonché di ALTRE SUV DEL TRIDENTE E DEL BISCIONE [6]. Mentre la più popolare Panda, che già oggi punta forte sulle sue versioni a baricentro alto - la Cross e la City Cross, senza dimenticare LAMATISSIMA 4X4 [7] - dovrebbe assumere le forme di una piccola Suv con il lancio della sua prossima generazione. LUNGA TRADIZIONE. La storia dei veicoli a ruote alte con marchio italiano, tra cui vanno menzionati anche I MODELLI DELLA DR [8], può farsi risalire al secondo dopoguerra, ovvero dalla nascita delle mitiche Fiat Campagnola e Alfa Romeo Matta. Le troverete nella nostra galleria dimmagini, dove abbiamo raccolto gli esemplari più significativi o semplicemente curiosi tra veicoli di serie e concept. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FIAT-500X [2] https://www.quattroruote.it/news/mercato/2019/01/03/panda_clio_e_le_altre_le_20_auto_piu_vendute_in_italia_nel_2018_foto_gallery.html [3] https://www.quattroruote.it/news/curiosita/2018/11/02/suv_e_crossover_una_storia_di_oltre_20_anni_foto_gallery.html [4] https://www.quattroruote.it/news/curiosita/2018/10/24/alfa_romeo_le_concept_piu_belle_e_curiose_foto_gallery.html [5] https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2018/09/18/ferrari_tutte_le_novita_della_gamma_2022.html [6] https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2018/06/01/i_piani_di_fca_punto_per_punto_il_futuro_del_gruppo.html [7] https://www.quattroruote.it/news/eventi/2018/03/29/fiat_panda_i_35_anni_dell_inarrestabile_4x4_foto_gallery.html [8] https://www.quattroruote.it/news/novita/2016/12/02/dr_quattro_nuove_suv_al_motor_show.html 2019-01-13 15:18:06 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/12/mondiale_rally_la_toyota_presenta_l_evoluzione_della_yaris_wrc/gallery/toyota-wrc.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24028 Mondiale Rally - La Toyota presenta levoluzione della Yaris WRC http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24028&tipo=fv La TOYOTA ha svelato oggi le prime foto ufficiali della YARIS WRC PLUS, la vettura con la quale il costruttore giapponese correrà il Mondiale Rally 2019. Pochissimi cambiamenti nella livrea della Yaris che questanno sarà guidata da Kris Meeke e dal suo copilota Seb Marshall. La nuova coppia si unisce agli altri due equipaggi, formati da Ott Tänak e Martin Järveoja e Jari-Matti Latvala e Miikka Antiila. COSTANTE EVOLUZIONE. La nuova Yaris è levoluzione della sua versione precedenti e sono diversi gli sviluppi realizzati dal costruttore giapponese. Sviluppi che vedremo già sulla vettura nella prima gara del campionato 2019, che prenderà il via con il Rally di Monte Carlo, dal 24 al 27 gennaio. Tommi Mäkinen, team principal della Toyota Gazoo Racing WRT, ha dichiarato: "Tornare in azione da campioni del mondo è grandioso. Quello che siamo riusciti a fare la scorsa stagione è stato incredibile, grazie al duro lavoro di tutta la squadra per migliorare costantemente la Yaris. Questanno inizieremo con la voglia di migliorare ancora di più. Vogliamo difendere il titolo costruttori e puntare a vincere anche il campionato piloti. Non sarà facile, perché i nostri avversari sono molto forti, ma siamo fiduciosi". 2019-01-12 19:00:05 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/primo_contatto/2019/01/11/lexus_es_al_volante_della_300h/gallery/2019-Lexus-ES-300h-16.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24027 Lexus ES - Al volante dellibrida 300h http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24027&tipo=fv Allinizio di questo decennio, la LEXUS [1] era sul banco degli imputati per la scarsa personalità stilistica e la bassa emozionalità dei suoi prodotti. Critiche che hanno convinto Akio Toyoda, numero uno del gruppo Toyota, a rifondare il marchio di modo che le parole noioso e Lexus non fossero mai più abbinate nella stessa frase. Sono queste le origini del design della NUOVA ES [2]: il suo stile è figlio di un percorso virtuoso, iniziato nel 2012. Può piacere o meno, ma non è certo anonimo. La ES, poi, è un caposaldo della produzione Lexus sin dal 1989 (è la berlina più famosa della marca, con oltre 2,3 milioni di unità vendute a livello globale), ora rinnovato da cima a fondo per far concorrenza alle blasonate Audi e Mercedes. Quello da poco iniziato sarà un anno cruciale per il brand giapponese, pronto a introdurre sul mercato la nuova UX [3] (arriva a marzo), urban-crossover che, nelle previsioni, dovrebbe far quasi raddoppiare le vendite italiane del marchio: dalle 3.975 unità del 2018 alle 7.400 ipotizzate per il 2019 NUOVA PIATTAFORMA, NUOVO PROPULSORE. Nonostante il suo apprezzamento commerciale globale, la ES è un modello che ci ha messo un trentennio ad arrivare in Europa: infatti, la settima edizione della berlina nipponica è anche la prima a essere introdotta nel vecchio continente. Un evento da celebrare con una piattaforma costruttiva a trazione anteriore completamente nuova: è la New Global Architecture K (GA-K), specificamente messa a punto per piacere pure alle nostre latitudini. Davanti prevede una sospensione di tipo MacPherson, dietro cè il multilink. Da noi, coerentemente con lattuale politica della filiale italiana di Lexus, la ES sarà disponibile solo nella versione ibrida, denominata 300h: sfrutta un 4 cilindri benzina di 2,5 litri a ciclo Atkinson da 178 CV e 221 Nm (lefficienza termica raggiunge il 41%) e ununità elettrica da 120 CV e 202 Nm, più compatta e leggera del 15% (con perdite meccaniche ridotte del 25%), alimentata da una batteria al nichel-metallo idruro collocata sotto il divanetto; così non sottrae spazio al bagagliaio da 454 litri. La potenza totale di sistema tocca quota 218 CV, ma il vero asso nella manica è la parsimonia di esercizio: nel ciclo Wltp il consumo medio dichiarato è di 5,3 litri/100 km (4,4 secondo la vecchia omologazione Nedc), con emissioni di CO2 di 119,5 g/km (100 con Nedc). Non male per una sedan che sfiora i 5 metri di lunghezza e con un peso in ordine di marcia che arriva a 1.740 kg. Merito pure della trasmissione a variazione continua. PIù CONFORT CHE SPORTIVITà. Se non bastasse la scheda tecnica a far comprendere lindole paciosa dellauto, allora sentite questo trittico: per progettare i sedili in modo che offrissero il massimo confort, gli ingegneri nipponici ci hanno messo tre anni; la ES è la Lexus su cui sono utilizzati più materiali fonoassorbenti in assoluto e allinterno dei cerchi è ricavata una specifica camera daria per ridurre i rumori provenienti dal rotolamento. Al di là dei tecnicismi, comunque, basta unaccelerata a tavoletta a freddare ogni velleità di guida sportiva: la trasmissione, infatti, pur migliorata rispetto al passato, fa i conti col noto effetto trascinamento dellE-CVT, che fa strillare a squarciagola il 4 cilindri senza però produrre unaccelerazione che giustifichi a pieno i suoi vocalizzi, peraltro fastidiosi. Meglio quindi rilassarsi e utilizzare lacceleratore con tatto: in questa maniera ci si gode a pieno legregio lavoro del telaio le sospensioni hanno assorbito alla grande le (poche) asperità delle strade spagnole dove si è svolto il test-drive e lo sterzo (con servoassistenza elettrica), bello pronto e comunicativo quanto basta. Guidando in souplesse il motore non dà mai limpressione di essere in affanno e ci si può comunque godere la precisione di una chassis davvero ben fatto, con rollio e beccheggio ben controllati, che infonde sicurezza in appoggio ed è relativamente svelto in inserimento e nei cambi di direzione. Il tutto allinterno di un abitacolo molto silenzioso e rifinito di tutto punto. IL LISTINO PARTE DA 50.800. La vettura è già ordinabile presso la rete ufficiale Lexus: i prezzi partono dai 50.800 euro dellallestimento Business, che include fari full Led, navigatore, tetto apribile e sedili elettrici. La dotazione di ausili elettronici di guida comprende la frenata automatica di emergenza con riconoscimento pedoni e ciclisti, il cruise control adattivo e il lane assist. Più curata la Executive, che costa 56 mila euro: alla dotazione aggiunge la selleria di pelle, il dispositivo di monitoraggio dellangolo morto nei retrovisori e quello che controlla il traffico di coda in retromarcia che, se necessario, arresta lauto per evitare collisioni. Più atletica e con accorgimenti estetici specifici la F-Sport, offerta a 58.200 euro: vanta le sospensioni a controllo elettronico, cerchi da 19 e una specifica modalità di guida sportiva. Al vertice cè la Luxury: per averla servono 64 mila euro e include climatizzatore trizona, schermo del navigatore da 12,3 (anziché di 8) e sedili posteriori riscaldabili. Per tutte, permutando unauto usata, cè uno sconto dal listino di ben 8.500 euro. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/LEXUS.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/04/25/LEXUS_ES_SALONE_DI_PECHINO.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/LEXUS-UX 2019-01-12 18:32:40 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/12/formula_e_d_ambrosio_vince_l_eprix_di_marrakech/gallery/dambrosio.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24026 Formula E - DAmbrosio vince lePrix di Marrakech http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24026&tipo=fv JéRME DAMBROSIO HA VINTO LEPRIX DI MARRAKESH, secondo appuntamento del campionato di Formula E. Il pilota della Mahindra, partito dalla decima posizione sulla griglia di partenza, ha condotto una gara accorta e intelligente e ha sfruttato ogni occasione che gli si è presentata per mettere le mani sulla sua prima vittoria stagionale. Sul podio anche le due Envision Virgin Racing di Robin Frijns e Sam Bird: le due vetture, spinte dal powertrain Audi, hanno monopolizato il resto del podio, collezionando ben 36 punti che gli garantiscono un bel passo avanti nel campionato costruttori. UN DISASTRO PER LA BMW. Sembrava una doppietta scontata, almeno fino a 8 minuti dalla fine, quando Antonio Felìx Da Costa e Alex Sims si sono trovati appaiati alla staccata di curva 7. Sims ha tirato la staccata al compagno di squadra, arrivando a ruote fumanti allingresso della curva. I due si sono toccati e Da Costa è finito contro il muro: gara finita per lui, mentre Sims è riuscito a continuare, tagliando il traguardo in quarta posizione. Grande delusione per la BMW che ha visto sfumare loccasione di allungare in classifica nei confronti degli avversari: lunica consolazione è che la vettura è tra le più competitive del lotto e il bello deve ancora venire. CAOS ALLA PRIMA CURVA. Jean-Eric Vergne ha un po deluso le aspettative in questo ePrix in Marocco. Partito dalla prima fila, ha provato ad attaccare il poleman Bird alla prima curva, ma è arrivato lungo. I due si sono toccati e Vergne ha avuto la peggio, finendo in testacoda e creando un po di scompiglio a centro gruppo. Il francese della DS Techeetah ha poi recuperato dallultima posizione fino alla quinta, chiudendo davanti al compagno di squadra Lotterer. DELUDONO AUDI E NISSAN. Entrambi i costruttori stanno vivendo un momento difficile: Di Grassi e Abt oggi non sono andati oltre il settimo e decimo posto, con JEV che è riuscito a conquistare anche un punto per aver conquistato il giro più veloce. andata ancora peggio alla Nissan, con Buemi ottavo e Rowland quindicesimo. LA CLASSIFICA. DAmbrosio è il nuovo leader della classifica, con 40 punti. Dopo lo zero in classifica di oggi, Da Costa scende in seconda posizione, a pari punti con Jean-Eric Vergne. La DS Techeetah è ora in testa alla classifica costruttori, con 47 punti, mentre in seconda e terza posizione troviamo la Mahindra e la BMW a quota 40 punti. EPRIX DI MARRAKESH RISULTATI DELLA GARA 1. DAmbrosio - Mahindra Racing 2. Frijns - Virgin Racing 3. Bird - Virgin Racing 4. Sims - BMW Andretti 5. Vergne - DS Techeetah 6. Lotterer - DS Techeetah 7. Di Grassi - Audi Sport 8. Buemi - Nissan e.dams 9. Evans - Jaguar Racing 10. Abt - Audi Sport 11. Lopez - Geox Dragon 12. Gunther - Geox Dragon 13. Mortara - Venturi 14. Piquet - Jaguar Racing 15. Rowland - Nissan e.dams 16. Turvey - Nio 17. Dillmann - Nio 18. Massa - Venturi RITIRATI: Da Costa (BMW), Paffett (HWA), Wehrlein (Mahindra), Vandoorne (HWA), Vandoorne (HWA) 2019-01-12 17:56:03 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/12/mondiale_rally_svelata_la_hyundai_i20_coupe_wrc/gallery/i20-3.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24025 Mondiale Rally - Svelata la Hyundai i20 Coupé WRC http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24025&tipo=fv Dopo il teaser dei giorni scorsi [1], ecco finalmente nella sua interezza la NUOVA HYUNDAI I20 COUPé WRC PLUS che prenderà al prossimo MONDIALE RALLY 2019. Come si poteva già intuire, seppur con la stessa base di colori, la nuova livrea della i20 è decisamente più aggressiva e interpreta perfettamente i sentimenti di tutto il team che vuole mettere le mani sul titolo mondiale, dopo sei tentativi andati a vuoto. TUTTI LAVORANO NELLA STESSA DIREZIONE. Andrea Adamo, nuovo team principal della Hyundai, ha grandi doti di leader e lo ha dimostrato anche durante gli Autosport International, dove ha presenziato insieme ai suoi piloti. Mancavano allappello solamente LOEB ED ELENA, IMPEGNATI NELLA DAKAR [2], e che per Hyundai correranno 6 delle 14 gare in calendario. Adamo non ha usato mezzi termini e ha confermato: "Lobiettivo non cambia, rimane sempre quello di vincere. Ma dovremo affrontare altri team che hanno lo stesso nostro approccio alla stagione e dobbiamo essere sicuri di essere competitivi e al massimo delle nostre possibilità, con la massima costanza possibile". GLI EQUIPAGGI. Il team Hyundai schiererà tre equipaggi per lintero campionato: mentre Sébastien Loeb e Dani Sordo si alterneranno alla guida della i20 e dovranno contribuire a portare punti importanti per il campionato costruttori, Thierry Neuville e Andreas Mikkelsens saranno chiamati a lottare anche per il titolo piloti. "Abbiamo sfruttato la pausa invernale per ricaricare le batterie e ora siamo pronti a provare lassalto al titolo iridato", ha detto Thierry. "Siamo consapevoli che la costanza sia unimportante area di miglioramento per il nostro team e lavoreremo insieme per cercare di progredire. Sappiamo che i nostri avversari saranno forti e quindi dobbiamo raddoppiare i nostri sforzi". A tal proposito, Andreas ha aggiunto: "Sono pronto a lasciarmi alle spalle un 2018 difficile e approcciare alla nuova stagione con uno spirito nuovo. Abbiamo imparato molto sulla i20 Coupé e sento che siamo ben preparati per il 2019". Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/sport/2019/01/08/mondiale_rally_in_anteprima_la_livrea_della_hyundai_i20_coupe.html [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/SPORT/2019/01/11/DAKAR_TAPPA_5_LOEB_DOMINA_LA_TACNA_AREQUIPA.HTML 2019-01-12 13:20:28 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/12/mondiale_rally_ecco_la_nuova_citroen_c3_wrc_2019/gallery/c3-wrc.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24024 Mondiale Rally - Ecco la nuova Citroën C3 WRC 2019 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24024&tipo=fv Svelata oggi la NUOVA CITROëN C3 WRC PLUS che prenderà parte al MONDIALE RALLY 2019. La nuova livrea celebra il secolo di storia del costruttore francese e sfoggia sulle fiancate il marchio Red Bull che torna tra i partner principali insieme agli storici supporter Total e Michelin. UN TRAGUARDO DA FESTEGGIARE. Per celebrare il centenario del marchio, la Citroën ha pensato di realizzare questa nuova livrea molto particolare: sul tetto della C3 spicca il primo logo della casa automobilistica, che risale al 1919, e quella stessa data è stata poi riportata in bella vista sul retrotreno della vettura. La Citroën tornerà a correre con il numero 1 sulla vettura, grazie allarrivo di Ogier e dal suo copilota Ingrassia. Laltro equipaggio sarà formato da Esapekka Lappi e dal suo navigatore Janne Ferm. SI PUNTA IN ALTO. Il team Citroën Total ha già conquistato 99 vittoria nel Mondiale Rally dal 1999 e punta a iniziare la stagione per raggiungere liconica cifra delle cento vittorie, nellanno del centenario. Ma non solo: Ogier è motivato a inseguire il suo settimo titolo mondiale consecutivo e farà di tutto per riuscirci. Su quanto sarà competitiva la C3 WRC Plus 2019 lo vedremo già a partire dal Rally di Monte Carlo, in programma dal 24 al 27 gennaio: sarà la prima delle 14 gare in programma da qui fino a novembre. 2019-01-12 12:56:33 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2019/01/11/belle_dentro_le_auto_dai_cruscotti_futuristici_foto_gallery/gallery/1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24023 Belle dentro - Le auto dai cruscotti futuristici FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24023&tipo=fv Si è conclusa venerdì ledizione 2019 del CES DI LAS VEGAS [1]: per lautomobile, il primo dei grandi APPUNTAMENTI [2] dellanno appena iniziato. Già, perché la più celebre fiera mondiale dellelettronica di consumo è sempre più legata al mondo delle quattro ruote. Ogni anno, le grandi Case presentano qui numerose novità: modelli di serie, come la nuova MERCEDES CLA [3] o prototipi avveniristici, a GUIDA AUTONOMA [4] o addirittura CON LE GAMBE [5]. A cambiare è soprattutto lesperienza di bordo, supportata dalle nuove tecnologie, dagli schermi sempre più grandi ai volanti retraibili in modalità driverless. Per loccasione, abbiamo raccolto nella nostra galleria di immagini i cruscotti più tecnologici e curiosi selezionati tra le concept presentate in questi anni, al Ces e nei grandi saloni dellauto. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CES [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2018/12/21/SALONI_DELL_AUTO_DA_LAS_VEGAS_A_LOS_ANGELES_TUTTI_GLI_APPUNTAMENTI_DEL_2019.HTML [3] https://www.quattroruote.it/news/nuovi-modelli/2019/01/08/mercedes_benz_cla_informazioni_tecniche_schede_foto_nuova_berlina.html [4] https://www.quattroruote.it/news/concept/2019/01/09/mercedes_benz_con_vision_urbanetic_immagina_il_futuro_della_mobilita.html [5] https://www.quattroruote.it/news/concept/2019/01/03/hyundai_cradle_al_ces_arriva_l_auto_che_cammina.html 2019-01-12 11:23:03 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/11/dakar_tappa_5_loeb_domina_la_tacna_arequipa/gallery/loeb-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24022 Dakar - Tappa 5 - Loeb domina la Tacna - Arequipa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24022&tipo=fv QUINTA GIORNATA DI GARA PER LA DAKAR, con la carovana della auto che ha affrontato la seconda parte della Marathon Stage, percorrendo 517 chilometri di prova speciale e 197 di trasferimento. IL PIù VELOCE è STATO SéBASTIEN LOEB che ha chiuso la giornata con un tempo di 4 ore, 56 minuti e 34 secondi. Il nove volte campione del mondo rally ha preceduto la Toyota Hilux di Nasser Al-Attiyah e la Mini del team X-Raid di Nani Roma, staccati rispettivamente di 10 e 24 minuti. LOEB TORNA ALLA CARICA. Il francese - che guida una Peugeot 3008 DKR Maxi privata, gestita dal team PH-Sport - è alla sua seconda vittoria di tappa sulle cinque finora disputate e con la prestazione odierna è rientrato a far parte dei papabili vincitori finali. Ha aumentato costantemente il suo vantaggio sugli avversari che oggi non sono riusciti a tenergli testa: il più vicino è stato Al-Attiyah, che ha accusato un gap di 10 minuti e 22 secondi sotto la bandiera a scacchi. Questo ha consentito a Sébastien di ridurre il suo distacco dal qatariota della Toyota, che per ora resta leader della classifica generale. Al termine della tappa, Loeb ha dichiarato: "Abbiamo spinto dallinizio alla fine, senza errori, forature o altri problemi. Per me è stata una bella giornata. Il road-book oggi era corretto e non abbiamo commesso errori: è stata una giornata perfetta". AL-ATTIYAH NON PERDE IL SORRISO. Nonostante il secondo posto di oggi e il distacco rimediato nei confronti di Loeb, il pilota della Toyota Gazoo Racing resta positivo. In fondo, il qatariota ha comunque aumentato il suo vantaggio sugli avversari più quotati, come per esempio su Peterhansel. Oggi, il francese ha avuto un po di difficoltà con la sua Mini e ha perso un bel po di tempo, tagliando il traguardo in quarta posizione con 26 minuti e 9 secondi di ritardo da Loeb. Comunque, Al-Attiyah resta al comando della classifica generale, dove conduce grazie a un tempo di gara di 17 ore, 19 minuti e 53 secondi. Peterhansel è seocndo a 24 minuti e 42 secondi. Terzo Roma, a oltre 34 minuti. Loeb risale la classifica fino al quinto posto, a 40 minuti netti dal leader. IL RIPOSO DEI GUERRIERI. Dopo le ultime due lunghe giornate, la Dakar si prende una meritata pausa. Sabato 12 si resta ad Arequipa, mentre domenica si riprende con la sesta delle dieci tappe in programma, la Arequipa - San Juan de Marcona (502 chilometri di trasferimento e 336 chilometri di speciale). 2019-01-12 01:12:34 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/concept/2019/01/11/subaru_le_novita_del_salone_di_tokyo/gallery/2019-Subaru-Forester-Advance-Sport-Concept-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24021 Subaru - Le novità per il Tokyo Auto Salon http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24021&tipo=fv La SUBARU [1] è presente in forma ufficiale al TOKYO AUTO SALON [2], dove espone alcuni modelli derivati dalla produzione di serie e sviluppati in collaborazione con il reparto STI. Non mancano, inoltre, le vetture da competizione del marchio: la WRX STI NBR Challenge reduce dalla 24 Ore del Nürburgring 2018 e la BRZ GT300 del campionato Super GT. FORESTER, IMPREZA, LEVORG E WRX. Le novità di prodotto sono ben quattro: la Forester Advance Sport Concept, la Impreza STI Sport Concept, la Levorg STI Performance e la WRX STI Rally Concept. Sulla Forester, dotata del propulsore e-Boxer elettrificato e riservato per ora al mercato giapponese, è prevista la speciale verniciatura Fighter Gray con cerchi da 19" e impianto frenante Brembo, mentre sulla Impreza troviamo un kit aerodinamico dedicato e uno speciale rivestimento interno con accenti di colore bordeaux. Per la Levorg sono stati creati componenti aggiuntivi della linea aftermarket STI Performance per laerodinamica e lassetto, mentre la WRX STI Rally Concept è stata sviluppata partendo dalla Type S del mercato giapponese: cita i modelli da competizione del passato grazie ai cerchi dorati BBS da 19" e i sedili sportivi Recaro. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/SUBARU.HTML [2] http://www.quattroruote.it/tags/tokyo-auto-salon 2019-01-11 18:35:00 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2019/01/08/bmw_x3_nuovi_test_su_strada_per_la_versione_elettrica/gallery/2019-BMW-X3-Spy-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24019 BMW X3 - Nuovi test su strada per la versione elettrica http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24019&tipo=fv Un prototipo della BMW IX3 [1], la versione elettrica della Suv tedesca, è stato nuovamente fotografato su strada durante una fase dei test. La vettura raggiungerà il mercato nel 2020 e sarà prodotta grazie alla joint-venture con la cinese Brilliance. PICCOLE DIFFERENZE. Il muletto è molto simile a quello avvistato nei mesi scorsi e dimostra lapproccio che la BMW [2] ha scelto per questo modello: la iX3 è fedele alla variante con propulsore endotermico e solo paraurti e mascherina sono stati modificati. Le scritte sulle fiancate e sulla coda confermano la presenza delle batterie, così come è evidente la minore portata delle prese daria frontali per le diverse necessità di raffreddamento del powertrain elettrico, che sul modello di serie sarà proposto nella variante di quinta generazione. Infine, una piccola curiosità: la presa di ricarica non si trova sul parafango sinistro come sulla CONCEPT [3], ma dovrebbe essere nascosta nel tradizionale tappo di rifornimento posizionato sul lato destro, una soluzione che potrebbe comunque non essere definitiva. 270 CV E 400 KM DI AUTONOMIA. La iX3 è stata anticipata dalla omonima show car al Salone di Pechino 2018, occasione in cui sono stati diffusi anche i dati tecnici preliminari. Con 270 CV e batterie da 70 kW, la Suv dovrebbe raggiungere unautonomia di 400 km nel ciclo Wltp, con la possibilità di collegarsi a colonnine rapide da 150 kW per fare il pieno di energia in circa 30 minuti. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2018/11/02/BMW_IX3_PRIMI_COLLAUDI_PER_LA_SUV_ELETTRICA.HTML [2] http://www.quattroruote.it/auto/bmw.html [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CONCEPT/2018/04/25/BMW_CONCEPT_IX3_FOTO_MOTORE_INFORMAZIONI_.HTML 2019-01-11 18:01:10 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/diario_di_bordo/2019/01/04/suzuki_vitara_una_settimana_con_la_1_0_boosterjet_4wd_allgrip/gallery/2019-Suzuki-Vitara-1.0-Boosterjet-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24020 Suzuki Vitara - Una settimana con la 1.0 Boosterjet 4WD Allgrip http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24020&tipo=fv Questa settimana, nel nostro Diario di bordo, mettiamo alla prova un classico, la SUZUKI VITARA [1]. Giunta alla quarta generazione (lanciata nel 2015), la giap è stata ristilizzata nei mesi scorsi, con novità in campo estetico, nella dotazione di bordo, nei sistemi di sicurezza e nei motori. Partendo da questi ultimi, la Vitara del test adotta il new entry, l1.0 Boosterjet tre cilindri turbobenzina da 112 CV, abbinato al cambio manuale a cinque marce e alla trazione integrale 4WD Allgrip Select. La carrozzeria è bicolore, grigio Glasgow con tetto nero metallizzato, mentre lallestimento è quello di punta, Starview (prezzo di listino nella nostra motorizzazione, 26.620 euro), che include, tra laltro anabbaglianti a Led, sedili di pelle scamosciata riscaldabili, sistema keyless, navigatore satellitare, sensori di parcheggio anteriori e posteriori, cruise control adattivo, retrovisori ripiegabili e tetto apribile (clima automatico, monitor touch da 7 compatibile con Android Auto ed Apple CarPlay, retrocamera, sedili riscaldabili e altro sono già presenti dallallestimento Cool). IL MILLINO SPINGE BENE [DAY 1]. Mi piace, della Suzuki Vitara, limmagine giovane e disinvolta. Caratteristica, questultima, che la Suv conferma pure nella non facile guida in mezzo al traffico milanese. La taglia, del resto - quattro metri e 17 cm di lunghezza - consente di muoversi sempre con agilità e di parcheggiare senza tanti problemi (qui, poi, la dotazione di sensori e retrocamera è al completo). Al posto guida noto alcune cose: sedile ampio, che sostiene bene il busto, regolazione dello schienale a scatti e cintura che scorre in altezza. Ci si sistema velocemente al volante, un po inclinato e dalla corona sottile: si guida in posizione rialzata, a busto dritto e ginocchia piegate. Così, la Vitara è facile da decifrare, anche perché risponde in modo pronto e sincero, in virtù di una massa contenuta, considerata la presenza della trazione integrale. Il tre cilindri si sente appena, al minimo: poi, la sua risposta in Auto è normale, più rotonda che sprintosa; in ogni caso la coppia è adeguata ai bassi regimi. Il tre diventa più pronto ruotando la manopola sul tunnel in Sport, anche se il vero caratterino l1.0 lo mostra quando lo si spreme a fondo, dopo i 4.500 giri e fino allingresso, un po brusco, del limitatore sulla soglia dei 6.000. Gradevole il cambio manuale, ben manovrabile e dalla frizione corta e non affaticante. Più che altro, le cinque marce, molto spaziate, non consentono di sfruttare sempre a fondo le potenzialità di questo millino. Che vanta buone prestazioni ed è ben isolato, al contrario della gommatura da 17 pollici, il cui rumore di fondo si fa sentire talvolta a velocità non elevate. Ridotti, invece, i fruscii aerodinamici. La Vitara, dunque, si conferma versatile, e non solo quando la si sfrutta dinverno per una vacanza in montagna. ANDREA STASSANO, REDAZIONE AUTONOTIZIE IL TRE CILINDRI MI HA CONVINTO [DAY 2]. Non sono mai stato un grande fan dei tre cilindri. Lho già scritto, in occasione di diari di bordo precedenti, ed ero pronto a ripeterlo per questa Vitara dotata dell1.0 Boosterjet turbobenzina. E, invece, è bastato un lungo giro in città, più qualche tratto di provinciali e una breve sezione della tangenziale milanese, per farmi ricredere, almeno in questo caso. Lunico problema che i progettisti di questi propulsori dovrebbero riuscire a risolvere, in fondo, è quello del rumore, la cui tonalità, soprattutto al salire dei giri, resta un po sgradevole. Ma questo tricilindrico (perdonate il brutto termine, ma rende lidea) Suzuki, nonostante la potenza non esuberante, spinge a dovere e rende la Vitara una delle Suv compatte a mio parere più divertenti: permette scatti brillanti ai semafori, slalom nel traffico per sfruttarne gli eventuali varchi (non si dovrebbe), allunghi insospettabili. Talvolta, se si esagera, si arriva abbastanza rapidamente a far entrare in funzione il limitatore, che taglia in maniera un po repentina la spinta. Ma è un dettaglio, relativo a un comportamento riprovevole; in compenso, in queste situazioni si apprezza la buona manovrabilità del cambio, privo però di una sesta marcia probabilmente incompatibile con lerogazione della potenza del propulsore. Perché, se vogliamo, il limite di questo turbobenzina è proprio questo: la fatica a sostenere le marce alte quando la velocità scende, accompagnata a una certa difficoltà nel riprendere dalle basse andature. Ma basta scalare un rapporto, per ritrovare tutta la grinta di questo motore e dei 112 CV che, in molte occasioni, sembrano essere anche di più. Ultima nota, sui consumi: nonostante una guida un po disinvolta, necessaria per poter valutare il comportamento del motore, è bastato uscire dalla città e viaggiare per un po a velocità costante per guadagnare almeno un km al litro, arrivando alla fine a sfiorare una media dei 12. EMILIO DELEIDI, REDAZIONE ATTUALITà E INCHIESTE DAVVERO COMODA, PECCATO CHE CHI SIEDE DIETRO... [DAY 3]. Al termine del mio giro, ciò che mi ha colpito di più della Vitara è stato senza dubbio il confort. Una volta a bordo, non cè nulla di particolare che attiri lattenzione. Anzi, al primo colpo docchio gli interni appaiono abbastanza sobri, con pochi comandi distribuiti in modo ordinato sia sul volante sia sulla console centrale, in cima alla quale domina il display del sistema dinfotainment. Bastano pochi chilometri, però, per apprezzare la qualità delle sedute, avvolgenti e soffici al punto giusto, che non affaticano neanche dopo lunghi tragitti. E se da un lato le velleità fuoristradistiche di questa 4WD Allgrip sono una garanzia per la tenuta, anche sulle strade più scivolose di questo periodo dellanno, non su tutte le concorrenti avevo riscontrato una simile capacità delle sospensioni di assorbire al meglio dossi, buche e sconnessioni del manto stradale. A completare la piacevolezza degli spostamenti, ci pensano la frizione leggera e il cambio, davvero poco contrastato e morbido negli innesti. Purtroppo, chi siede dietro ha spazio per le gambe, ma poca aria sopra la testa (i più alti devono quasi accucciarsi per non toccare il cielo) a causa del tetto panoramico, senza contare che la presenza del tunnel centrale sconsiglia il trasporto del quinto passeggero, se non per brevi tragitti. Il confort delle sedute, poi, qui si rivela controproducente: se si decide di abbattere il divano, infatti, gli schienali rimangono parecchio sollevati (vedi foto), complicando leventuale trasporto di oggetti lunghi. Comoda, invece, la presenza della retrocamera, che in fase di parcheggio offre la precisa percezione della distanza dagli ostacoli, facilitando le manovre anche negli spazi più angusti. ALESSANDRO CARCANO, REDAZIONE MERCATO FACILE MA TROPPO "MORBIDA" [DAY 4]. Prima di salire sulla Vitara lho voluta osservare per bene. Le modifiche del restyling non ne hanno snaturato limpostazione, anzi. Il look è quello di sempre, fatta eccezione per alcuni dettagli, come i paraurti e la calandra, che la rendono più attuale. Lassemblaggio, sia dentro sia fuori, appare ben curato, soprattutto per quanto riguarda alcuni particolari, come le guarnizioni, che isolano a dovere labitacolo da rumori esterni e fruscii, ma solo a basse velocità. Mettendomi al volante ho subito regolato il sedile nella posizione più vicina al pavimento che, tuttavia, non si è rivelata sufficientemente bassa per permettermi di guidare comodamente: il tetto panoramico apribile, infatti, toglie qualche centimetro di spazio per la testa, influendo negativamente anche sullabitabilità posteriore. Con il sistema keyless avvio il tre cilindri con il tasto presente alla base del piantone del volante e subito collego il cavo Usb per utilizzare Android Auto: la configurazione, effettuabile solo da fermi e con freno a mano tirato, è estremamente rapida e intuitiva, ma non si può dire lo stesso del funzionamento. Quando si utilizza unapp di musica in streaming e si cerca di fare una chiamata, per esempio, il sistema perde di fluidità, arrivando quasi a bloccarsi. Linfotainment è rimasto invariato rispetto alla versione precedente, ma, mirroring escluso, è semplice da usare anche durante la guida grazie a una grafica semplificata. Solitamente non apprezzo la mancanza di un comando fisico per la regolazione del volume dellaudio, ma il sistema touch di questa Suzuki non mi ha fatto rimpiangere lassenza della classica manopola. Fin dai primi metri di guida ho notato il ricambio generazionale a livello propulsivo: il nuovo 1.0 turbo è molto più spigliato rispetto al 1.6 aspirato che è andato a sostituire e permette di viaggiare senza problemi anche a bassi regimi, a tutto vantaggio dei consumi. Per quanto riguarda sterzo e assetto, invece, avrei preferito unimpostazione meno "morbida": la Vitara punta sul confort a discapito della dinamica di guida. MIRCO MAGNI, REDAZIONE ONLINE BUONA LA DOTAZIONE DI ADAS, CONTENUTI I CONSUMI [DAY 5]. Non si può certo annoverare tra i modelli che fanno girare la testa quando li vedi passare per strada, ma comunque (anche se qui si entra nel campo della pura soggettività) trovo riuscito il design della Vitara, "vestita" con una linea accattivante pur senza essere necessariamente modaiola. Oltretutto, nel variegato mondo delle Suv, ha dimensioni "umane", soprattutto per chi deve destreggiarsi nel traffico cittadino. A parte le considerazioni estetiche a bordo ci si sente subito "a casa". La posizione di guida si trova, infatti, con molta facilità a patto di non essere oltre i 180 cm di altezza, come già accennato dai colleghi che mi hanno preceduto. Labitacolo è piacevole, ampio e arioso, pur con qualche plastica un po rigida e poco appagante, soprattutto nella zona delle portiere e della plancia. Le sedute, poi, sono ben sagomate e assicurano un buon confort nei viaggi lunghi. Discreta la visuale, limitata in parte dallampio montante anteriore. In marcia il "millino" si fa apprezzare regalando un discreto sprint anche nei tragitti autostradali. Le cinque marce, certo, limitano un po lallungo quando ci si trova nella parte alta del contachilometri e spesso bisogna mettere mano al cambio e scalare per effettuare un sorpasso con una certa disinvoltura. Quel che mi è piaciuto meno della Vitara è lo scarso isolamento acustico: a 120-130 km orari nellabitacolo filtrano troppi decibel per le mie orecchie. Linfotainment è molto semplice e intuitivo, ma piuttosto basico nella grafica. Oltretutto non sono riuscito a effettuare il mirroring con il mio iPhone, che si è collegato al sistema soltanto via Bluetooth. Buona invece la dotazione di Adas, inclusi cruise control adattivo e mantenimento della corsia. Un po invadente solo la frenata automatica demergenza, che interviene, soprattutto con lavviso acustico e luminoso, in maniera un po troppo preventiva. Il tre cilindri, per concludere, si è dimostrato anche poco assetato; al termine dei 168 km del mio tragitto la media è stata di 14,2 l/km. A margine, val la pena sottolineare un aspetto tuttaltro che secondario nel giudizio complessivo di una vettura, ossia il rapporto qualità-prezzo: in questo modello si parte dai 20.980 euro della entry level a due ruote motrici per arrivare ai 26.620 della nostra versione 4x4 particolarmente accessoriata. ROBERTO BARONE, REDAZIONE ONLINE Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SUZUKI-VITARA 2019-01-11 18:01:10 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/cronaca/2019/01/11/incidente_a16_otto_condanne_e_sette_assoluzioni_per_il_bus_precipitato/gallery/2019-Incidente-A16-Acqualonga-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24018 Lincidente sullA16 - Otto condanne e sette assoluzioni per il bus precipitato http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24018&tipo=fv Otto condanne e sette assoluzioni: è la sentenza pronunciata oggi dal giudice monocratico del tribunale di Avellino, Luigi Buono, nel processo per il bus precipitato dal viadotto Acqualonga, lungo lautostrada A16 Napoli-Canosa. La sera del 28 luglio 2013 il pullman, a causa di un guasto allimpianto frenante, dopo aver urtato diverse automobili sfondò le barriere di protezione, finendo nella scarpata sottostante al termine di un volo di oltre 30 metri. Quaranta persone persero la vita e altre nove rimasero ferite. CASTELLUCCI ASSOLTO. Le indagini da parte degli inquirenti si sono concentrate su due filoni: lo stato dellautobus, di cui è stata accertata una REVISIONE IRREGOLARE [1], e quello delle BARRIERE [2], che non sono state in grado di contenere il mezzo. Dopo un iter lungo oltre cinque anni, con numerose perizie e deposizioni da parte di tecnici ed esperti, si è arrivati alla sentenza di primo grado. Tra le assoluzioni ci sono quelle dellamministratore delegato di Autostrade per lItalia, Giovanni Castellucci, per il quale laccusa aveva chiesto una condanna a 10 anni per disastro colposo, e dellex condirettore della società Riccardo Mollo. PENE DA 5 A 12 ANNI. La condanna più severa, a 12 anni di reclusione, è stata comminata a Gennaro Lametta, titolare della società proprietaria dellautobus. Antonietta Ceriola, funzionaria della Motorizzazione civile, è stata condannata a otto anni di reclusione, mentre a sei dirigenti di Autostrade per lItalia sono state inflitte pene comprese tra i cinque e sei anni di reclusione. "Non è giustizia": queste le parole dei familiari delle vittime del disastro dopo la lettura della sentenza. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/SICUREZZA/2014/05/05/INCIDENTE_DEL_BUS_SULL_A16_LA_REVISIONE_ERA_FASULLA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2013/08/01/INDAGINE_ANCHE_SUL_CEDIMENTO_DELLA_BARRIERA.HTML 2019-01-11 17:33:03 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/11/audi_a4_con_la_45_tfsi_arrivano_nuove_dotazioni/gallery/2019-Audi-A4-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24017 Audi A4 - Con la 45 TFSI arrivano nuove dotazioni http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24017&tipo=fv LAUDI [1] rinnova ulteriormente la gamma della A4 MODEL YEAR 2019 [2] introducendo nuove dotazioni e la denominazione alfanumerica comune agli altri modelli. Viene inoltre aggiunta a listino la versione benzina 45 TFSI, omologata come ibrida: in Italia la A4, nelle versioni berlina e Avant, viene proposta con prezzi a partire da 36.050 euro. LA BENZINA TOP DI GAMMA IBRIDA DA 245 CV. La A4 45 TFSI è dotata della variante da 245 CV e 370 Nm del 2.0 TFSI benzina. Questa unità, già completa di filtro antiparticolato, è abbinata al sistema mild hybrid Mhev con un elemento unico che lavora sia come starter sia come alternatore permettendo di migliorare il funzionamento dello Start Stop e di attivare la funzione di veleggio. Questo elemento, insieme al cambio automatico S tronic sette marce, permette di ridurre i consumi e viene proposto sia per le versioni con trazione anteriore sia per le quattro. In base alla carrozzeria e alla trazione, la 45 TFSI raggiunge i 100 km/h da fermo in un tempo variabile tra 5,8 e 6,5 secondi: la Casa dichiara un consumo medio variabile da 6,3 e 6,4 l/100 km con 144-147 g/km di CO2. TUTTE LE VERSIONI AGGIORNATE DELLA A4. Seguendo lo schema già introdotto sui modelli più recenti, la A4 viene ora identificata con le sigle alfanumeriche per distinguere la motorizzazione. Le versioni benzina, tutte basate sul 2.0 litri con sistema ibrido, sono denominate 35 TFSI (150 CV), 40 TFSI (190 CV) e 45 TFSI (245 CV), mentre quelle diesel 2.0 TDI sono chiamate 30 TDI (122 CV) 35 TDI (150 CV) e 40 TDI (190 CV), alle quali si aggiunge la 45 TDI con il V6 3.0. importante notare che la trasmissione manuale è offerta solo sui benzina da 150 e 190 CV, mentre tutte le altre propongono soltanto lautomatico S tronic. La A4 allroad segue una strada diversa, offrendo solo la 45 TFSI quattro con il 2.0 turbobenzina mild hybrid da 252 CV e la 40 TDI quattro con il 2.0 turbodiesel da 190 CV. Oltre alla allroad, la trazione quattro è offerta come opzione per le sole 45 TFSI e 40 TDI, mentre è di serie sulla 45 TDI. NUOVE DOTAZIONI. Per tutte le A4, indipendentemente dallallestimento, sono ora previsti di serie i gruppi ottici anteriori e posteriori Led, che integrano anche le luci diurne, gli abbaglianti automatici, gli indicatori di direzione posteriori dinamici e le luci di svolta. Per le vetture in allestimento Business è invece previsto un ulteriore arricchimento delle dotazioni di serie grazie al display a colori da 7 pollici integrato nella strumentazione e, per le sole TDI, sono ora previsti un serbatoio AdBlue da 24 litri e uno per il gasolio da 54 litri. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/AUDI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/06/27/AUDI_A4_BERLINA_E_AVANT_SI_AGGIORNANO.HTML 2019-01-11 16:46:50 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/cronaca/2019/01/11/incidente_a16_otto_condanne_e_sette_assoluzioni_per_il_bus_precipitato/gallery/2019-Incidente-A16-Acqualonga-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24016 Incidente A16 - Otto condanne e sette assoluzioni per il bus precipitato http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24016&tipo=fv Otto condanne e sette assoluzioni: è la sentenza pronunciata oggi dal giudice monocratico del tribunale di Avellino, Luigi Buono, nel processo per il bus precipitato dal viadotto Acqualonga, lungo lautostrada A16 Napoli-Canosa. La sera del 28 luglio 2013 il pullman, a causa di un guasto allimpianto frenante, dopo aver urtato diverse automobili sfondò le barriere di protezione, finendo nella scarpata sottostante al termine di un volo di 30 metri. Quaranta persone persero la vita e altre nove rimasero ferite. CASTELLUCCI ASSOLTO. Le indagini da parte degli inquirenti si sono concentrate su due filoni: lo stato dellautobus, di cui è stata accertata una revisione irregolare, e quello dellinfrastruttura, che non è stata in grado di contenere il mezzo. Dopo un iter lungo oltre cinque anni, con numerose perizie e deposizioni da parte di tecnici ed esperti, si è arrivati alla sentenza di primo grado. Tra le assoluzioni ci sono quelle dellamministratore delegato di Autostrade per lItalia, Giovanni Castellucci, per il quale laccusa aveva chiesto una condanna a 10 anni per disastro colposo, e dellex condirettore della società Riccardo Mollo. PENE DA 5 A 12 ANNI. La condanna più severa, a 12 anni di reclusione, è stata comminata a Gennaro Lametta, titolare della società proprietaria dellautobus. Antonietta Ceriola, funzionaria della Motorizzazione civile, è stata condannata a otto anni di reclusione, mentre a sei dirigenti di Autostrade per lItalia sono state inflitte pene comprese tra i cinque e sei anni di reclusione. "Non è giustizia": queste le parole dei famigliari delle vittime del disastro dopo la lettura della sentenza. 2019-01-11 16:07:17 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/concept/2019/01/11/lexus_lc_convertible_concept_salone_detroit_informazioni_tecniche_foto/gallery/2019-Lexus-LC-Convertible-Concept-11.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24015 Lexus LC - La Convertible Concept si scopre prima del Salone di Detroit http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24015&tipo=fv Il SALONE DI DETROIT [1] ospita lanteprima mondiale della LEXUS LC CONVERTIBLE CONCEPT, della quale sono state diffuse le prime immagini ufficiali. La sportiva sarà in futuro proposta sul mercato, ma tempi e modi non sono stati ancora definiti. La LEXUS [2] non ha fornito alcun dettaglio sul propulsore installato sul prototipo. UNA CONCEPT CHE DIVENTERà PRESTO REALTà. La LC Convertible ha le stesse dimensioni della LC COUPé [3], ma risulta più bassa di 10 mm, e mantiene limpostazione 2+2. Il frontale è identico alla variante chiusa, mentre la coda è stata ridisegnata per creare lo scomparto nel quale viene ripiegata la capote, di cui ancora non sono disponibili immagini. I gruppi ottici posteriori sono identici a quelli attuali, mentre la fiancata è impreziosita dai cerchi di lega da 22". Labitacolo è rifinito di pelle bianca con cuciture gialle, ma non presenta differenze sostanziali rispetto al modello da cui deriva. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-DETROIT [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/LEXUS.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/MERCATO/2018/08/02/LEXUS_LC_LA_COUPE_DIVENTA_YELLOW_EDITION.HTML 2019-01-11 15:10:34 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2019/01/11/mercedes_benz_anche_nel_2018_e_la_regina_del_segmento_premium/gallery/2019-Mercedes-Benz-CLA-10.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24013 Mercedes-Benz - Anche nel 2018 è la regina del segmento premium http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24013&tipo=fv La MERCEDES-BENZ [1] si conferma anche per il 2018 la regina del segmento premium. La marca di Stoccarda ha infatti chiuso lanno con 2,31 milioni di auto vendute in tutto il mondo e con una crescita di appena lo 0,9% ha arginato le mire delleterna rivale BMW [2], ferma a 2,125 milioni di esemplari, nonostante un +1,8%. LA DIATRIBA INFINITA. Da anni ormai i tedeschi fanno a gara per conquistare la vetta del mercato con una battaglia al calor bianco soprattutto sul fronte dialettico. I numeri, però, parlano chiaro e, paradossalmente, danno ragione a entrambi i concorrenti. La Mercedes-Benz è infatti il miglior brand al mondo del segmento, mentre i bavaresi conquistano la leadership considerando i dati di gruppo. La BMW, insieme alle britanniche Mini e Rolls-Royce, ha infatti venduto nel complesso 2,49 milioni di veicoli (+1,1% sul 2017), mentre la Casa di Stoccarda non ha ricevuto un contributo adeguato dalla Smart per superare i bavaresi. La Mercedes-Benz Cars, la divisione responsabile di tutte le attività automobilistiche della Daimler, ha infatti commercializzato 2,438 milioni di veicoli, lo 0,6% in più rispetto al 2017. Di queste sono 128.802 le Smart (-4,6%). SUV E ASIA I FATTORI IN COMUNE. I numeri, dunque, indicano una differenza, seppur di poche centinaia di unità, sulle capacità commerciali dei due gruppi. Due sono, però, i punti in comune tra Stoccarda e Monaco di Baviera: la costante crescita sui mercati asiatici e la predominanza delle Suv. Per il gruppo BMW le consegne in Asia nel 2018 sono aumentate del 3,2% arrivando a 874.828 unità, mentre per la Mercedes-Benz Cars sono salite del 7,8% fino a 943.473. in entrambi i casi è sempre la Cina a rappresentare il principale motore di crescita: sono 639.953 le vendite della BMW (+7,7%) nel Paese e 652.996 per la Mercedes (+11,1%). Numeri importanti sono stati registrati anche nel segmento delle auto a ruote alte. La famiglia BMW X, grazie al lancio della X2 allinizio del 2018 e allaumento della produzione della X3 in Cina e Sud Africa, ha messo a segno un aumento del 12,1% con 792.590 esemplari. Minor tasso di crescita (+1,9%) è stato riscontrato dalla gamma delle sport utility della Stella a tre Punte pur con numeri più elevati (820.721 esemplari). AUDI DISTANZIATA. Rimane molto indietro nelle classifiche lAudi, il marchio del gruppo Volkswagen che fino a pochi anni fa sembrava sul punto quantomeno di affiancare le altre due Case tedesche. La casa dei Quattro anellii ha chiuso il 2018 con 1.812.500 veicoli e un calo del 3,5% rispetto al 2017 determinato soprattutto dai ritardi nelle consegne in Europa causati a loro volta dallintroduzione delle nuove procedute di omologazione Wltp. Con la Mercedes e la BMW lAudi condivide comunque performance di successo in Cina, dove le sue vendite sono salite del 10,9% fino a 663.049 unità. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/auto/mercedes-benz.html [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/BMW.HTML 2019-01-11 12:23:23 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/ecologia/2019/01/11/colonnine_di_ricarica_la_general_motors_si_allea_con_chargepoint/gallery/2019-General-Motors-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24014 Colonnine di ricarica - La General Motors si allea con Chargepoint http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24014&tipo=fv La GENERAL MOTORS [1] ha annunciato nuovi accordi che permetteranno ai clienti che hanno acquistato unelettrica del gruppo di poter accedere a tre delle più grandi reti di ricarica statunitensi: CHARGEPOINT [2], EVgo e Greenlots. Complessivamente le reti delle tre aziende contano circa 31.000 punti di ricarica. UNAPP PER TUTTO. Lobiettivo è quello di semplificare lesperienza di ricarica ai clienti, permettendogli di accedere a colonnine di diversi fornitori utilizzando ununica applicazione, la myChevrolet, in grado di gestire anche i pagamenti. Con lultimo aggiornamento, lapp dedicata alla Chevrolet Bolt, è diventata compatibile sia con Android Auto, sia con Apple CarPlay, consentendo ai clienti di poter accedere alle informazioni di ricarica direttamente dallo schermo dellimpianto di infotainment della propria auto. Oltre a questo il guidatore può pianificare il proprio percorso per raggiungere i punti di ricarica e visualizzare, dallauto o da remoto, lo stato della carica e lautonomia della vettura. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GENERAL-MOTORS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/ECOLOGIA/2018/09/14/CHARGEPOINT_2_5_MILIONI_DI_COLONNINE_DI_RICARICA_ENTRO_IL_2025.HTML 2019-01-11 12:23:23 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/11/skoda_kodiaq_la_gamma_si_allarga_con_la_versione_7_tech/gallery/2019-Skoda-Kodiaq-7-tech-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24012 Skoda Kodiaq - La gamma si allarga con la versione 7 Tech http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24012&tipo=fv La gamma italiana della SKODA KODIAQ [1] si arricchisce con lintroduzione dellallestimento 7 TECH, che sarà offerto esclusivamente nella variante 2.0 TDI 150 CV con cambio automatico Dsg a sette marce e la scelta tra la trazione anteriore o integrale. Questultima offre di serie il Driving Mode Select con programma off-road. I prezzi partono da 37.080 per la 2WD e 39.080 euro per la 4WD. LE DOTAZIONI DI SERIE. Il numero 7 è un simbolo di questo allestimento della Kodiaq: di serie è infatti previsto labitacolo sette posti e sono presenti sette Adas e sette soluzioni per la connettività. La dotazione include infatti la già citata terza fila di sedili ripiegabile, lAdaptive Cruise Control con funzione Stop Go, il Lane Assistant, il Blind Spot Detect con Rear Traffic Alert, il Front Assistant con riconoscimento pedoni, il Driver Activity Assistant, lAuto Light Assistant e il Traffic Jam Assistant attivo fino a 60 km/h. Il pacchetto include anche i gruppi ottici full Led, i cerchi da 18", il climatizzatore bi-zona, linfotainment Amundsen con display da 8", il navigatore, lo Skoda Connect con compatibilità Apple CarPlay e Android Auto e il sistema In-Car communication per dialogare con i passeggeri. UN PACCHETTO UNICO PER GLI OPTIONAL. In opzione la Skoda ha previsto anche il 7 Tech Pack, che porta in dote per 995 euro il portellone posteriore elettrico, i gruppi ottici posteriori a Led, la retrocamera, il sistema DAB+ per la ricezione audio, il sistema Keyless con pulsante di avviamenti, i sedili anteriori e il volante riscaldabili e il ruotino di scorta. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/PRIMO_CONTATTO/2018/12/12/SKODA_KODIAQ_RS_AL_VOLANTE_DELLA_SUV_DA_240_CV.HTML 2019-01-11 11:54:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/11/bosch_emissioni_131_milioni_di_dollari_per_chiudere_la_causa/gallery/2019-Bosch.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24011 Bosch - Emissioni, accordo per 131 milioni di dollari http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24011&tipo=fv DOPO IL GRUPPO FCA [1], anche la BOSCH [2] ha raggiunto unintesa con le autorita federali degli Stati Uniti che le permetterà, tramite due accordi separati, di chiudere le azioni legali intraprese a seguito dello scandalo emissioni. Complessivamente, lazienda pagherà circa 131 milioni di dollari (113,7 milioni di euro) per risolvere tutte le indagini avviate in 47 diversi stati degli Usa (oltre a District of Columbia, Puerto Rico e Guam) e liquidare i proprietari di vetture della Fiat Chrysler Automobiles [3], che a sua volta dovrà versare 800 milioni di dollari per mettere fine alle cause statunitensi. LAZIENDA NON SI ASSUME ALCUNA RESPONSABILITà. In particolare, i rimborsi per le circa 100.000 RAM 1500 [4] e JEEP GRAND CHEROKEE [5] diesel prodotte dal 2014 al 2016 e dotate di centraline Bosch ammonteranno a 27,5 milioni di dollari (23,8 milioni di euro). La somma che lazienda dovrà pagare ai vari stati per chiudere tutte le indagini collegate alle vetture dei gruppi FCA e VOLKSWAGEN [6] sarà di 98 milioni di dollari (85 milioni di euro), mentre circa cinque milioni di dollari (4,3 milioni di euro) saranno destinati al pagamento di un gruppo di avvocati. Nonostante questo, la Bosch ha dichiarato di non volersi assumere nessuna responsabilità né di ammettere alcuna accusa, affermando di aver accettato il provvedimento economico per "evitare lunghi e costosi procedimenti legali". Il 23 gennaio la Corte terrà unaudizione per ratificare in via preliminare la liquidazione, mentre lapprovazione finale dellaccordo è prevista per le prime settimane di maggio. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2019/01/10/EMISSIONI_DIESEL_FCA_PAGHERA_OLTRE_700_MILIONI_DI_DOLLARI_PER_CHIUDERE_LA_CAUSA_NEGLI_USA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BOSCH [3] https://www.quattroruote.it/tags/gruppo-fca [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/RAM-1500 [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/JEEP-GRAND-CHEROKEE [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GRUPPO-VOLKSWAGEN 2019-01-11 11:54:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/11/carlos_ghosn_il_manager_resta_in_carcere_nuovi_capi_d_imputazione/gallery/2018-Carlos-Ghosn-04.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24008 Nissan - Carlos Ghosn resta in carcere, nuovi capi dimputazione http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24008&tipo=fv Nuovi sviluppi nella vicenda dellarresto di CARLOS GHOSN [1]. Quando ormai mancavano poche ore al termine ultimo per la proroga del provvedimento cautelare, la procura di Tokyo ha depositato nuovi CAPI DI IMPUTAZIONE [2] prolungando così larresto dellormai EX PRESIDENTE DELLA NISSAN [3]. I NUOVI CAPI DI IMPUTAZIONE. Il 21 dicembre scorso i procuratori avevano emesso un ulteriore mandato darresto dopo il primo del 19 novembre con laccusa di "abuso di fiducia, un reato espressamente previsto dal codice penale giapponese che può essere paragonato alluso illecito di beni aziendali a fini personali sanzionato dagli ordinamenti occidentali. Labuso di fiducia si è concretizzato nel tentativo di Ghosn di accollare alla Nissan "perdite su investimenti personali subiti nellottobre del 2008. Si tratta del ormai noto contratto su derivati al centro della dichiarazione pubblica con cui lo stesso Ghosn pochi giorni fa HA NEGATO TUTTI GLI ADDEBITI [4] mossi dalla Procura e difeso il suo operato di presidente della Casa giapponese. Inoltre, il dirigente è stato ufficialmente accusato di aver presentato false dichiarazione sui compensi ottenuti dalla Nissan anche tra il 2015 e il 2018. Inizialmente il manager di origini brasiliane era accusato di aver falsificato le dichiarazione solo per il periodo tra il 2010 e il 2015. Le nuove accuse sono state estese alla stessa Nissan e anche a Greg Kelly, IL CONSIGLIERE SCARCERATO POCHE SETTIMANE FA [5] per pesanti problemi di salute. NESSUNA SCARCERAZIONE PER GHOSN. Le nuove incriminazioni prolungano di nuovo i termini per la scarcerazione dellex numero uno della Nissan. Tuttavia, anche Ghosn sta affrontando problemi di salute che hanno spinto la moglie Carole a parlare per la prima volta in pubblico deplorando le dure condizioni di detenzione e il trattamento ingiusto. Anche per questi motivi i legali hanno presentato immediatamente unistanza di scarcerazione su cauzione. LA DENUNCIA DELLA NISSAN. La Casa di Yokohama ha espresso il suo rammarico per le nuove accuse mosse dalla procura contro lazienda, ma allo stesso tempo ha avviato uniniziativa che rischia di mettere ancor più a rischio i rapporti con il partner Renault. La Nissan, che proprio ieri ha ribadito lobiettivo di salvaguardare lalleanza con la Casa francese, ha infatti depositato una denuncia contro Ghosn per "lappropriazione indebita di una quantità significativa di fondi appartenenti allazienda. "Nissan non tollera azioni del genere e richiede severe sanzioni", ha aggiunto la società giapponese. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/tags/carlos-ghosn [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/11/19/ALLEANZA_RENAULT_NISSAN_MITSUBISHI_ACCUSE_DI_EVASIONE_FISCALE_FINISCE_L_ERA_GHOSN.HTML [3] https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2018/11/22/nissan_il_cda_ha_licenziato_ghosn_.html [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2019/01/08/NISSAN_GHOSN_CONTRO_DI_ME_ACCUSE_INFONDATE.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/12/27/RENAULT_NISSAN_MITSUBISHI_CARLOS_GHOSN_RIMANE_IN_CARCERE_GREG_KELLY_RILASCIATO_SU_CAUZIONE.HTML 2019-01-11 11:24:27 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/11/bosch_emissioni_131_milioni_di_dollari_per_chiudere_la_causa/gallery/2019-Bosch.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24009 Bosch - Emissioni, 131 milioni di dollari per chiudere la causa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24009&tipo=fv DOPO IL GRUPPO FCA [1], anche la BOSCH [2] ha raggiunto unintesa con le autorita federali degli Stati Uniti che le permetterà, tramite due accordi separati, di chiudere le azioni legali intraprese a seguito dello scandalo emissioni. Complessivamente, lazienda pagherà circa 131 milioni di dollari (113,7 milioni di euro) per risolvere tutte le indagini avviate in 47 diversi stati degli Usa (oltre a District of Columbia, Puerto Rico e Guam) e liquidare i proprietari di vetture della Fiat Chrysler Automobiles [3], che a sua volta dovrà versare 800 milioni di dollari per mettere fine alle cause statunitensi. LAZIENDA NON SI ASSUME ALCUNA RESPONSABILITà. In particolare, i rimborsi per le circa 100.000 RAM 1500 [4] e JEEP GRAND CHEROKEE [5] diesel prodotte dal 2014 al 2016 e dotate di centraline Bosch ammonteranno a 27,5 milioni di dollari (23,8 milioni di euro). La somma che lazienda dovrà pagare ai vari stati per chiudere tutte le indagini collegate alle vetture dei gruppi FCA e VOLKSWAGEN [6] sarà di 98 milioni di dollari (85 milioni di euro), mentre circa cinque milioni di dollari (4,3 milioni di euro) saranno destinati al pagamento di un gruppo di avvocati. Nonostante questo, la Bosch ha dichiarato di non volersi assumere nessuna responsabilità né di ammettere alcuna accusa, affermando di aver accettato il provvedimento economico per "evitare lunghi e costosi procedimenti legali". Il 23 gennaio la Corte terrà unaudizione per ratificare in via preliminare la liquidazione, mentre lapprovazione finale dellaccordo è prevista per le prime settimane di maggio. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2019/01/10/EMISSIONI_DIESEL_FCA_PAGHERA_OLTRE_700_MILIONI_DI_DOLLARI_PER_CHIUDERE_LA_CAUSA_NEGLI_USA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BOSCH [3] https://www.quattroruote.it/tags/gruppo-fca [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/RAM-1500 [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/JEEP-GRAND-CHEROKEE [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GRUPPO-VOLKSWAGEN 2019-01-11 11:24:27 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2019/01/11/gazoo_racing_le_novita_del_salone_di_tokyo/gallery/2019-Toyota-GR-Supra-Super-GT-Concept-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24010 Toyota - Le novità del Tokyo Auto Salon http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24010&tipo=fv La TOYOTA [1] gioca in casa al TOKYO AUTO SALON [2] ed ha previsto una importante serie di novità griffate GAZOO RACING [3], con la Daihatsu Copen GR Sport Concept, la Mark X "GRMN e la preview della GR Supra da competizione che parteciperà al campionato Super GT. LA GR SUPRA PER IL SUPER GT 2020. La SUPRA [4] è la novità principale, dal momento che la Casa ha diffuso le foto di questa versione prima ancora del debutto del modello stradale al SALONE DI DETROIT [5] della prossima settimana. La vettura, sviluppata dal Toyota Gazoo Racing, sarà sviluppata nel corso del 2019, quando sui campi di gara vedremo ancora la Lexus LC e sarà poi ufficialmente impiegata nelle competizioni nella stagione 2020. Il regolamento ha permesso di modificare in modo sostanziale la due posti a livello meccanico e aerodinamico, ma sono chiaramente visibili le linee principali del modello stradale. Per il momento non sono stati diffusi dati tecnici di alcun tipo, né sul propulsore né sulle soluzioni tecniche applicate. LA MARK X GRMN. La Mark X GRMN è una berlina dedicata al mercato interno giapponese. Sarà prodotta in soli 350 esemplari, contro i 100 costruiti nel 2015 del modello uscente. Per esaltarne lanima sportiva, il reparto Toyota Gazoo Racing ha deciso di abbinare il V6 3.5 benzina da 318 CV e 380 Nm con il cambio manuale a sei marce e la trazione posteriore, ma sono stati totalmente rivisti anche assetto e impianto frenante. Il telaio è dotato di nuovi rinforzi. Inoltre, sono installati di serie i cerchi di lega BBS da 19" forgiati e il pacchetto aerodinamico GR. Come ulteriore opzione è prevista ladozione del tetto di CFRP, capace di ridurre di 10 kg la massa totale. LA DAIHATSU COPEN GR SPORT CONCEPT. Il marchio DAIHATSU [6], legato a Toyota, sarà presente al Tokyo Auto Salon con una variante sportiva della COPEN [7], battezzata Copen GR Sport Concept. La roadster è caratterizzata da una veste aerodinamica inedita, che modifica completamente laspetto del frontale e della coda, coinvolgendo anche i gruppi ottici. Anche i cerchi di lega e lassetto sono diversi, così come alcuni particolari di finitura interna, mentre il propulsore non è stato aggiornato viste le limitazioni imposte in Giappone per questo segmento. La vettura potrebbe presto trasformarsi in una serie limitata da proporre sul mercato interno. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TOYOTA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/TOKYO-AUTO-SALON [3] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/TOYOTA-GAZOO-RACING [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/12/19/TOYOTA_SUPRA_SVELATO_IL_SOUND_DELLA_SPORTIVA_VIDEO.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-DETROIT [6] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/DAIHATSU.HTML [7] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/DAIHATSU-COPEN 2019-01-11 11:24:27 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sicurezza/2019/01/11/gruppo_fca_richiamo_per_1_6_milioni_di_veicoli_per_sostituire_gli_airbag_takata/gallery/2012-Jeep-Wrangler-43.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24007 Airbag Takata - FCA richiama oltre 1,6 milioni di vetture in tutto il mondo http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24007&tipo=fv Il GRUPPO FCA [1] ha avviato una campagna per richiamare in officina oltre 1,6 milioni di vetture in tutto il mondo a causa della potenziale presenza degli airbag difettosi della giapponese TAKATA [2]. La decisione è stata presa per lo stesso motivo che ha determinato IN PASSATO INIZIATIVE ANALOGHE [3]: i dispositivi di gonfiaggio degli airbag del lato passeggero, in caso di loro utilizzo, potrebbero esplodere spargendo così pericolose schegge allinterno dellabitacolo. CAMPAGNA PRECAUZIONALE. Fiat Chrysler Automobiles ha avviato la campagna in via esclusivamente precauzionale visto che non è a conoscenza di alcun ferito o incidente legato al difetto riscontrato. Il gruppo ha tenuto a precisare, inoltre, come gli airbag non siano presenti in nessuno dei modelli attualmente in produzione. Del resto il richiamo rientra nella "quarta e ultima fase del processo coordinato dalla National highway traffic safety administration (lagenzia federale per la sicurezza stradale) e stabilito per individuare gli airbag difettosi dellex Takata". A tal proposito FCA ha sottolineato come finora abbia sostituito più di quattro milioni di airbag dellazienda giapponese, ma in magazzino si ritrovi dispositivi di ricambio in numero superiore alleffettiva richiesta. IL FULCRO NEGLI USA. Sono interessati in particolare gli Stati Uniti e il Nord America. La Casa ha quantificato in 1,4 milioni le vetture da richiamare negli Usa, a cui se ne aggiungono 88.830 in Canada, 12.821 in Messico e 118.084 al di fuori della regione Nafta. I modelli coinvolti sono i Ram 3500 e 4500/5500 del 2010, i Dodge Dakota del 2010-2011, le Dodge Challenger del 2010-2014, le Dodge Charger del 2011-2015, le Chrysler 300 del 2010-2015 e le Jeep Wrangler del 2010-2016. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GRUPPO-FCA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/TAKATA [3] https://www.quattroruote.it/news/sicurezza/2016/06/22/gruppo_fca_stop_agli_airbag_della_takata.html 2019-01-11 10:28:01 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2019/01/09/mercedes_benz_proseguono_i_test_della_nuova_gle_coupe/gallery/2019-Mercedes-Benz-GLE-Coupe-spy-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24006 Mercedes-Benz - Proseguono i test della nuova GLE Coupé http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24006&tipo=fv Il 2019 per la MERCEDES-BENZ [1] inizia allinsegna delle novità: in occasione del CES DI LAS VEGAS [2], la Casa della Stella ha infatti svelato al pubblico la seconda generazione della CLA COUPé [3], che nel corso dei prossimi mesi sarà affiancata da una serie di modelli inediti. Uno di questi è rappresentato dalla futura GLE COUPé [4], un progetto in fase evolutiva già concreta, come dimostrano le foto spie odierne che la immortalano durante una sessione di collaudo invernale su strade innevate. UNA RINFRESCATA AL LOOK. Nonostante le pellicole camouflage ancora presenti sul muletto, sintravede nitidamente il profilo generale del modello rinnovato, che non vedrà stravolta limpostazione stilistica utilizzata per la generazione attualmente in commercio. Lupgrade si concentrerà prevalentemente su frontale, dove svetteranno gruppi ottici ridisegnati abbinati a passaruota leggermente più bombati e prese daria dalle dimensioni generose. La linea del tetto spiovente che genera un unico arco, nel quale è inglobato anche il grande lunotto, sfocerà in un posteriore dalla personalità marcata, con terminali di scarico integrati nel paraurti e unappendice (sul bordo del portellone) particolarmente pronunciata. GAMMA AMPIA E ARTICOLATA. In attesa di dettagli ufficiali è lecito aspettarsi che la GLE Coupé ricalchi le scelte tecniche intraprese della sorella GLE. Pertanto, la gamma potrebbe comprendere powertrain aggiornati a quattro, sei e otto cilindri, incluse le varianti elettrificate. Non solo: labitacolo, come i modelli di recente produzione, con tutta probabilità sarà dotato di grandi display affiancati, sui quali sarà possibile consultare le principali informazioni di bordo, e un sistema operativo dultima generazione con comandi vocali evoluti. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MERCEDES.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-CES/2019.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/01/08/MERCEDES_BENZ_CLA_INFORMAZIONI_TECNICHE_SCHEDE_FOTO_NUOVA_BERLINA.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MERCEDES-BENZ-GLE-COUPE 2019-01-11 09:34:08 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/aziende/2019/01/10/flotte_la_nostra_intervista_ad_alberto_cestaro_audi_/gallery/2018-cestaro-ok-.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24005 Flotte - La nostra intervista ad Alberto Cestaro (Audi) http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24005&tipo=fv Nel 2019, lAUDI [1] ha immatricolato in Italia 62.776 vetture, con una flessione del 6,45% rispetto allanno precedente e una quota di mercato del 3,29%. Ecco la nostra intervista ad ALBERTO CESTARO, responsabile Flotte del marchio. Quali sono le vostre principali novità di particolare interesse per la clientela business nel 2019? Il 2018 si è chiuso allinsegna del rinnovamento grazie alle nuove generazioni di diverse car line - che di fatto vedranno il 2019 come il vero palcoscenico su cui esprimersi - e allintroduzione di nuovi modelli. La nuova generazione dellA6 si presenta come riferimento della categoria business premium. Innovativa nel design e nella tecnologia, con alimentazioni mild hybrid, offre un abitacolo completamente rivisto con i più evoluti sistemi di connettività in un cockpit completamente digitale che riprendono i due schermi touch response già inaugurati sullammiraglia A8. LA6 è stata affiancata dallinedita Q8 che, con il suo design personale e innovativo, costituisce un punto di arrivo per molti imprenditori: efficienza e performance di guida con livello di confort da ammiraglia sono i suoi principali punti di forza. Il 2019 vedrà sulla rampa di lancio la nuova A1 Sportback e la nuova Q3, che arrivano entrambe alla seconda generazione: lA1 con motori a benzina, dimensioni cresciute e tanto carattere da farla entrare nel perimetro dellinteresse aziendale sicuramente più della precedente generazione. La Q3 rappresenta la sintesi della vettura ideale del momento, una Suv compatta ma cresciuta rispetta alla precedente, che la rende un perfetto connubio tra esigenze di lavoro e tempo libero. Motori a benzina e diesel, sistemi di assistenza, infotainment e allestimenti possono soddisfare le necessità di ogni utente flotte. Infine, la vera svolta sarà lintroduzione nel mercato di Audi e-tron, la prima Audi elettrica: design personale, senza rinunce di alcun genere, è la prima dotata anche di trazione quattro elettrica e di un sistema di recupero di energia di assoluto riferimento nel mercato dei prodotti premium a batterie. Un cambio di passo, atteso dal mercato sempre più in fermento per le novità elettriche che possano garantire percorrenze elevate. cambiato il mix di richieste tra diesel e alimentazioni alternative? Il mix non è cambiato in modo significativo e non attendiamo nel mondo aziendale grandi stravolgimenti. Ci sarà una richiesta crescente di motorizzazioni alternative (ibride, elettriche e a metano) perché il mercato le rende disponibili, ma il mondo delle aziende viaggerà ancora molto con il diesel perché di fatto oggi (e anche domani) rimane il propulsore più efficiente e pulito secondo le vigenti normative. Autonomia, percorrenze per litro e prestazioni, combinate a consumi da indiscutibile primato rendono il diesel ancora oggi la motorizzazione più richiesta. Sul fronte delle propulsioni alternative, lAudi si presenta con una serie di novità oltre a implementare la gamma g-tron a metano con A3, A4 e A5 (è lunica marca premium a offrire una simile scelta), si presenta con motori diesel e benzina con tecnologia mild hybrid che introducono una modalità di funzionamento particolarmente efficiente. E, come detto, la -tron apre la strada ai nuovi modelli elettrici, che occuperanno un ruolo importante con una gamma dedicata. Nel 2018 è cresciuta ulteriormente la domanda di sistemi di ausilio alla guida? Certamente sì: sempre più i modelli Audi vengono richiesti con questi sistemi che accompagnano i driver in viaggi più sicuri e confortevoli. Limportanza del rapporto uomo-ambiente esterno è il focus per lAudi e lobiettivo di ridurre ed evitare situazioni di contatto o di pericolo è una costante per tutti i modelli della gamma perché alla sicurezza deve poter accedere chiunque. Inoltre, la diffusione degli Adas sta rendendo sempre più semplice il loro utilizzo e la familiarità con essi. La strada dalla guida assistita verso la guida autonoma è appena iniziata. in crescita il noleggio a lungo termine presso la vostra rete di concessionari? Il noleggio sta diventando una modalità di accesso alla mobilità: è stato per anni la soluzione aziendale per le grandi flotte e oggi si è sviluppato anche nel mondo retail con accessibilità e flessibilità che sta convincendo molti clienti, prima devoti alla modalità di acquisto della vettura. Le società di noleggio sono state lungimiranti nel vedere in questa grande porzione di mercato un potenziale di profitto maggiore rispetto al business corporate. Ma anche la rete dei concessionari Audi ha saputo reagire, accettando il confronto e rimettendo mano al modello di business che il mercato imponeva. Oggi per accedere o trovare una vettura a noleggio si può facilmente rivolgersi allinterlocutore che da sempre ha avuto il compito di relazionarsi con il cliente, il concessionario. Per quanto riguarda la rete Audi, i numeri sono in crescita e la professionalità dei venditori è migliorata per competenza e preparazione. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/AUDI.HTML 2019-01-11 09:06:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/diario_di_bordo/2019/01/04/suzuki_vitara_una_settimana_con_la_1_0_boosterjet_4wd_allgrip/gallery/2019-Suzuki-Vitara-1.0-Boosterjet-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24004 Suzuki Vitara - Una settimana con la 1.0 Boosterjet 4WD Allgrip - DAY 5 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24004&tipo=fv Questa settimana, nel nostro Diario di bordo, mettiamo alla prova un classico, la SUZUKI VITARA [1]. Giunta alla quarta generazione (lanciata nel 2015), la giap è stata ristilizzata nei mesi scorsi, con novità in campo estetico, nella dotazione di bordo, nei sistemi di sicurezza e nei motori. Partendo da questi ultimi, la Vitara del test adotta il new entry, l1.0 Boosterjet tre cilindri turbobenzina da 112 CV, abbinato al cambio manuale a cinque marce e alla trazione integrale 4WD Allgrip Select. La carrozzeria è bicolore, grigio Glasgow con tetto nero metallizzato, mentre lallestimento è quello di punta, Starview (prezzo di listino nella nostra motorizzazione, 26.620 euro), che include, tra laltro anabbaglianti a Led, sedili di pelle scamosciata riscaldabili, sistema keyless, navigatore satellitare, sensori di parcheggio anteriori e posteriori, cruise control adattivo, retrovisori ripiegabili e tetto apribile (clima automatico, monitor touch da 7 compatibile con Android Auto ed Apple CarPlay, retrocamera, sedili riscaldabili e altro sono già presenti dallallestimento Cool). IL MILLINO SPINGE BENE [DAY 1]. Mi piace, della Suzuki Vitara, limmagine giovane e disinvolta. Caratteristica, questultima, che la Suv conferma pure nella non facile guida in mezzo al traffico milanese. La taglia, del resto - quattro metri e 17 cm di lunghezza - consente di muoversi sempre con agilità e di parcheggiare senza tanti problemi (qui, poi, la dotazione di sensori e retrocamera è al completo). Al posto guida noto alcune cose: sedile ampio, che sostiene bene il busto, regolazione dello schienale a scatti e cintura che scorre in altezza. Ci si sistema velocemente al volante, un po inclinato e dalla corona sottile: si guida in posizione rialzata, a busto dritto e ginocchia piegate. Così, la Vitara è facile da decifrare, anche perché risponde in modo pronto e sincero, in virtù di una massa contenuta, considerata la presenza della trazione integrale. Il tre cilindri si sente appena, al minimo: poi, la sua risposta in Auto è normale, più rotonda che sprintosa; in ogni caso la coppia è adeguata ai bassi regimi. Il tre diventa più pronto ruotando la manopola sul tunnel in Sport, anche se il vero caratterino l1.0 lo mostra quando lo si spreme a fondo, dopo i 4.500 giri e fino allingresso, un po brusco, del limitatore sulla soglia dei 6.000. Gradevole il cambio manuale, ben manovrabile e dalla frizione corta e non affaticante. Più che altro, le cinque marce, molto spaziate, non consentono di sfruttare sempre a fondo le potenzialità di questo millino. Che vanta buone prestazioni ed è ben isolato, al contrario della gommatura da 17 pollici, il cui rumore di fondo si fa sentire talvolta a velocità non elevate. Ridotti, invece, i fruscii aerodinamici. La Vitara, dunque, si conferma versatile, e non solo quando la si sfrutta dinverno per una vacanza in montagna. ANDREA STASSANO, REDAZIONE AUTONOTIZIE IL TRE CILINDRI MI HA CONVINTO [DAY 2]. Non sono mai stato un grande fan dei tre cilindri. Lho già scritto, in occasione di diari di bordo precedenti, ed ero pronto a ripeterlo per questa Vitara dotata dell1.0 Boosterjet turbobenzina. E, invece, è bastato un lungo giro in città, più qualche tratto di provinciali e una breve sezione della tangenziale milanese, per farmi ricredere, almeno in questo caso. Lunico problema che i progettisti di questi propulsori dovrebbero riuscire a risolvere, in fondo, è quello del rumore, la cui tonalità, soprattutto al salire dei giri, resta un po sgradevole. Ma questo tricilindrico (perdonate il brutto termine, ma rende lidea) Suzuki, nonostante la potenza non esuberante, spinge a dovere e rende la Vitara una delle Suv compatte a mio parere più divertenti: permette scatti brillanti ai semafori, slalom nel traffico per sfruttarne gli eventuali varchi (non si dovrebbe), allunghi insospettabili. Talvolta, se si esagera, si arriva abbastanza rapidamente a far entrare in funzione il limitatore, che taglia in maniera un po repentina la spinta. Ma è un dettaglio, relativo a un comportamento riprovevole; in compenso, in queste situazioni si apprezza la buona manovrabilità del cambio, privo però di una sesta marcia probabilmente incompatibile con lerogazione della potenza del propulsore. Perché, se vogliamo, il limite di questo turbobenzina è proprio questo: la fatica a sostenere le marce alte quando la velocità scende, accompagnata a una certa difficoltà nel riprendere dalle basse andature. Ma basta scalare un rapporto, per ritrovare tutta la grinta di questo motore e dei 112 CV che, in molte occasioni, sembrano essere anche di più. Ultima nota, sui consumi: nonostante una guida un po disinvolta, necessaria per poter valutare il comportamento del motore, è bastato uscire dalla città e viaggiare per un po a velocità costante per guadagnare almeno un km al litro, arrivando alla fine a sfiorare una media dei 12. EMILIO DELEIDI, REDAZIONE ATTUALITà E INCHIESTE DAVVERO COMODA, PECCATO CHE CHI SIEDE DIETRO... [DAY 3]. Al termine del mio giro, ciò che mi ha colpito di più della Vitara è stato senza dubbio il confort. Una volta a bordo, non cè nulla di particolare che attiri lattenzione. Anzi, al primo colpo docchio gli interni appaiono abbastanza sobri, con pochi comandi distribuiti in modo ordinato sia sul volante sia sulla console centrale, in cima alla quale domina il display del sistema dinfotainment. Bastano pochi chilometri, però, per apprezzare la qualità delle sedute, avvolgenti e soffici al punto giusto, che non affaticano neanche dopo lunghi tragitti. E se da un lato le velleità fuoristradistiche di questa 4WD Allgrip sono una garanzia per la tenuta, anche sulle strade più scivolose di questo periodo dellanno, non su tutte le concorrenti avevo riscontrato una simile capacità delle sospensioni di assorbire al meglio dossi, buche e sconnessioni del manto stradale. A completare la piacevolezza degli spostamenti, ci pensano la frizione leggera e il cambio, davvero poco contrastato e morbido negli innesti. Purtroppo, chi siede dietro ha spazio per le gambe, ma poca aria sopra la testa (i più alti devono quasi accucciarsi per non toccare il cielo) a causa del tetto panoramico, senza contare che la presenza del tunnel centrale sconsiglia il trasporto del quinto passeggero, se non per brevi tragitti. Il confort delle sedute, poi, qui si rivela controproducente: se si decide di abbattere il divano, infatti, gli schienali rimangono parecchio sollevati (vedi foto), complicando leventuale trasporto di oggetti lunghi. Comoda, invece, la presenza della retrocamera, che in fase di parcheggio offre la precisa percezione della distanza dagli ostacoli, facilitando le manovre anche negli spazi più angusti. ALESSANDRO CARCANO, REDAZIONE MERCATO FACILE MA TROPPO "MORBIDA" [DAY 4]. Prima di salire sulla Vitara lho voluta osservare per bene. Le modifiche del restyling non ne hanno snaturato limpostazione, anzi. Il look è quello di sempre, fatta eccezione per alcuni dettagli, come i paraurti e la calandra, che la rendono più attuale. Lassemblaggio, sia dentro sia fuori, appare ben curato, soprattutto per quanto riguarda alcuni particolari, come le guarnizioni, che isolano a dovere labitacolo da rumori esterni e fruscii, ma solo a basse velocità. Mettendomi al volante ho subito regolato il sedile nella posizione più vicina al pavimento che, tuttavia, non si è rivelata sufficientemente bassa per permettermi di guidare comodamente: il tetto panoramico apribile, infatti, toglie qualche centimetro di spazio per la testa, influendo negativamente anche sullabitabilità posteriore. Con il sistema keyless avvio il tre cilindri con il tasto presente alla base del piantone del volante e subito collego il cavo Usb per utilizzare Android Auto: la configurazione, effettuabile solo da fermi e con freno a mano tirato, è estremamente rapida e intuitiva, ma non si può dire lo stesso del funzionamento. Quando si utilizza unapp di musica in streaming e si cerca di fare una chiamata, per esempio, il sistema perde di fluidità, arrivando quasi a bloccarsi. Linfotainment è rimasto invariato rispetto alla versione precedente, ma, mirroring escluso, è semplice da usare anche durante la guida grazie a una grafica semplificata. Solitamente non apprezzo la mancanza di un comando fisico per la regolazione del volume dellaudio, ma il sistema touch di questa Suzuki non mi ha fatto rimpiangere lassenza della classica manopola. Fin dai primi metri di guida ho notato il ricambio generazionale a livello propulsivo: il nuovo 1.0 turbo è molto più spigliato rispetto al 1.6 aspirato che è andato a sostituire e permette di viaggiare senza problemi anche a bassi regimi, a tutto vantaggio dei consumi. Per quanto riguarda sterzo e assetto, invece, avrei preferito unimpostazione meno "morbida": la Vitara punta sul confort a discapito della dinamica di guida. MIRCO MAGNI, REDAZIONE ONLINE BUONA LA DOTAZIONE DI ADAS, CONTENUTI I CONSUMI [DAY 5]. Non si può certo annoverare tra i modelli che fanno girare la testa quando li vedi passare per strada, ma comunque (anche se qui si entra nel campo della pura soggettività) trovo riuscito il design della Vitara, "vestita" con una linea accattivante pur senza essere necessariamente modaiola. Oltretutto, nel variegato mondo delle Suv, ha dimensioni "umane", soprattutto per chi deve destreggiarsi nel traffico cittadino. A parte le considerazioni estetiche a bordo ci si sente subito "a casa". La posizione di guida si trova, infatti, con molta facilità a patto di non essere oltre i 180 cm di altezza, come già accennato dai colleghi che mi hanno preceduto. Labitacolo è piacevole, ampio e arioso, pur con qualche plastica un po rigida e poco appagante, soprattutto nella zona delle portiere e della plancia. Le sedute, poi, sono ben sagomate e assicurano un buon confort nei viaggi lunghi. Discreta la visuale, limitata in parte dallampio montante anteriore. In marcia il "millino" si fa apprezzare regalando un discreto sprint anche nei tragitti autostradali. Le cinque marce, certo limitano un po lallungo quando ci si trova nella parte alta del contachilometri e spesso bisogna mettere mano al cambio e scalare per effettuare un sorpasso con una certa disinvoltura. Quel che mi è piaciuto meno della Vitara è lo scarso isolamento acustico: a 120-130 km orari nellabitacolo filtrano troppi decibel per le mie orecchie. Linfotainment è molto semplice e intuitivo, ma piuttosto basico nella grafica. Oltretutto sono non sono riuscito a effettuare il mirroring con il mio iPhone che si è collegato al sistema soltanto via Bluetooth. Buona invece la dotazione di Adas, inclusi cruise control adattivo e mantenimento della corsia. Un po invadente solo la frenata automatica demergenza che interviene, soprattutto con lavviso acustico e luminoso, in maniera un po troppo preventiva. Il tre cilindri, per concludere, si è dimostrato anche poco assetato; al termine dei 168 km del mio tragitto la media è stata di 14,2 l/km. A margine, val la pena sottolineare un aspetto tuttaltro che secondario nel giudizio complessivo di una vettura, ossia il rapporto qualità-prezzo: in questo modello si parte 20.980 della entry level a due ruote motrici per arrivare ai 26.620 della nostra versione 4x4 particolarmente accessoriata. ROBERTO BARONE, REDAZIONE ONLINE Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SUZUKI-VITARA 2019-01-11 08:32:46 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/10/dakar_tappa_4_al_attiyah_vince_la_prima_marathon_stage/gallery/alattiyah.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24003 Dakar - Tappa 4 - Al-Attiyah vince la prima Marathon Stage http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24003&tipo=fv QUARTA GIORNATA DI GARA PER LA DAKAR: la carovana delle auto ha affrontato la prima parte della MARATHON STAGE con ben 405 CHILOMETRI DI SPECIALE. Il più rapido a tagliare il traguardo è stato Nasser Al-Attiyah, riuscito a terminare la prova 1 minuto e 52 secondi prima del suo diretto rivale per la vittoria finale, Stéphane Peterhansel. Terzo posto di tappa per Jakub Przygonski: il polacco della Mini sembra essere a suo agio in Perù e lo sta dimostrando mettendo a segno delle prestazioni degne di nota. INIZIO AGRODOLCE PER LA TOYOTA. Con la vittoria di oggi, Al-Attiyah torna al comando della classifica generale. Ma gli uomini del team Gazoo Racing non sono del tutto felici, perché gli altri due equipaggi ufficiali hanno già perso qualsiasi possibilità di vittoria a causa di problemi tecnici incontrati tra ieri e oggi. Durante la terza tappa era stato De Villiers a perdere molto tempo per un problema tecnico, mentre oggi un destino simile è toccato al compagno di squadra Ten Brinke. MISTER DAKAR NON MOLLA. Dopo la bella vittoria di ieri, Stéphane Peterhansel si è ripetuto oggi con una prestazione altrettanto interessante. Seppur si sia dovuto accontentare della seconda posizione, il francese si è detto soddisfatto perché è riuscito a contenere il ritardo dal suo principale avversario, issatosi oggi al comando nella generale. Oggi è stato completamente diverso rispetto agli altri giorni, senza dune e solo con grandi valli aperte. E quando ti ritrovavi dietro a qualcuno, non riuscivi più a vedere nulla. E a volte basta poco per non vedere una roccia LOEB RECUPERA POSIZIONI. Dopo il giro di vite sullutilizzo della road map ufficiale [1], sono stati diversi i piloti ad accusare problemi con la navigazione. Tra le vittime eccellenti ci sono anche Carlos Sainz e Sébastien Loeb. Il francese, navigato come sempre da Elena, oggi ha guidato bene e recuperato posizioni importanti. Nella Marathon Stage di oggi ha chiuso quinto assoluto, con poco più di 12 minuti di ritardo dalla Toyota vincitrice. LA CLASSIFICA GENERALE. Il nuovo leader è Nasser Al-Attiyah. Il qatariota ha portato la sua Toyota in vetta con un tempo totale di gara di 12 ore, 12 minuti e 57 secondi. Stéphane Peterhansel (X-Raid Mini JCW team) insegue con 8 minuti e 55 secondi di ritardo, mentre in terza posizione troviamo Nani Roma (X-Raid Team). Da sottolineare la rimonta in classifica di Loeb (PH-Sport), risalito fino al sesto posto assoluto. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/sport/2019/01/09/dakar_tappa_3_vittoria_per_peterhansel_e_ora_leader_nella_generale.html 2019-01-10 23:05:44 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/10/guida_autonoma_nuovo_accordo_tra_mobileye_intel_e_volkswagen/gallery/intel-22.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24002 Mobileye e Intel - Accordo con Volkswagen e Valeo per la guida autonoma http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24002&tipo=fv In occasione del CES DI LAS VEGAS [1], la INTEL e la sua controllata MOBILEYE hanno confermato di aver avviato nuove collaborazioni con VALEO e con la VOLKSWAGEN [2] per sviluppare ulteriormente i sistemi di guida autonoma. Lintenzione è quella di portare la tecnologia su strada nel più breve tempo possibile, iniziando dallintegrazione con gli Adas attualmente disponibili: questo consentirà di velocizzare test e sviluppi, anche in assenza di un quadro normativo che ancora oggi rende molto limitato lutilizzo di sistemi di Livello 3. La collaborazione con Volkswagen permetterà infatti di combinare le mappe ad alta definizione create per la guida autonoma per rendere ancora più efficienti sistemi come il Lane Keeping, anche in assenza di segnali orizzontali e in condizioni di scarsa visibilità. A LAVORO SULLE REGOLE DI COMPORTAMENTO DEI SISTEMI AUTONOMI. Il lavoro che sarà portato avanti con Valeo riguarda invece lintegrazione nei sistemi di bordo di vere e proprie regole di comportamento per i sistemi di guida, capaci domani di dare delle priorità allintelligenza artificiale ma utile già oggi per comprendere il comportamento dei guidatori e fornire suggerimenti in tempo reale per evitare incidenti. Lesempio più concreto è quello della valutazione della velocità troppo elevata nellapproccio di una curva e della distanza di sicurezza, fornendo indicazioni ben prima dellintervento dei sistemi di emergenza. Quello che Intel definisce Responsibility-Sensitive Safety è un algoritmo standard a cui i governi non hanno ancora pensato, ma che in futuro dovrà essere preso in considerazione per regolamentare il comportamento delle auto autonome: oltre alla Valeo anche la cinese BAIDU ha già aderito al progetto per i suoi sistemi di Livello 4. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CES [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/VOLKSWAGEN.HTML 2019-01-10 18:24:07 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/10/formula_1_seidl_e_il_nuovo_managing_director_della_mclaren/gallery/andreas-seidl.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24001 Formula 1 - Seidl è il nuovo managing director della McLaren http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24001&tipo=fv La MCLAREN continua il suo piano di ristrutturazione del team di Formula 1. Lultimo passo è stata la nomina di ANDREAS SEIDL COME MANAGING DIRECTOR: lex team principal della Porsche nel Mondiale Endurance risponderà a Zak Brown, ceo della McLaren Racing, e avrà la responsabilità di tutti gli aspetti connessi al programma F.1 di Woking. UNA NUOVA GRANDE SFIDA. Per Seidl, lincarico in McLaren rappresenta un ritorno in Formula 1, avendo già lavorato dal 2000 al 2006 in BMW Motorsport e poi fino al 2009 alla BMW Sauber come responsabile delle operazioni in pista. "Questo è per me un enorme privilegio e al tempo stesso una grande sfida. Avere lopportunità di contribuire alla storia della McLaren è estremamente stimolante. Questa squadra ha la visione, lesperienza, le doti di leadership e, soprattutto, le persone per tornare a vincere e questa sarà la mia attenzione e missione assoluta. Non vedo lora di unirmi al team e iniziare a lavorare con i miei colleghi, i partner della Renault e, naturalmente, Carlos e Lando". SEI STAGIONI SENZA VITTORIE. Un periodo decisamente nero quello che sta vivendo la McLaren che toglie il sonno al ceo Zak Brown, il quale ha tracciato un piano quinquennale per tornare a vincere. Il cambiamento ha mutato molto le sale del McLaren Technology Center di Woking, con un rimodellamento della squadra davvero notevole. Parlando del nuovo piano, Brown ha affermato: "Dobbiamo prima di tutto tornare a vincere delle gare: abbiamo tracciato il percorso e definito gli investimenti. A volte, nella vita come negli affari, un po di dolore serve a farti diventare più forte". A FEBBRAIO LA NUOVA VETTURA. La nuova McLaren, che questanno sarà guidata da Carlos Sainz e Lando Norris, sarà svelata il prossimo 14 febbraio, appena quattro giorni prima dellinizio dei test invernali. 2019-01-10 18:06:25 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2019/01/09/bmw_dalla_inext_alla_x7_tutte_le_novita_di_las_vegas/gallery/2019-BMW-Ces-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23999 BMW - Dalla iNext alla X7: tutte le novità di Las Vegas - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23999&tipo=fv In occasione del CES DI LAS VEGAS [1], la BMW [2] ha presentato al pubblico la propria visione di mobilità connessa del futuro. Oltre alla VISION INEXT [3], vero e proprio punto focale dellesposizione della Casa tedesca, al Consumer Electronics Show sono presenti anche modelli di produzione, come la X7 [4], e tecnologie già pronte per il lancio commerciale, come lINTELLIGENT PERSONAL ASSISTANT [5]. Non mancano, infine, delle aree di dimostrazione della guida autonoma, anche a due ruote con la R 1200 GS SELF RIDING [6]. LA INEXT. In attesa del debutto, previsto per il 2021, della versione di produzione della iNext, grazie alla realtà virtuale i visitatori del Ces possono salire a bordo della concept sperimentandone le varie funzionalità, dalla guida autonoma al sistema di realtà aumentata integrato nel parabrezza. Il prototipo con proporzioni da Suv dispone di un abitacolo particolarmente spazioso al quale si può accedere con grande facilità grazie allassenza di un montante centrale tra le due portiere che si aprono in direzioni opposte. Caratterizzata da un powertrain elettrico, la iNext dispone di un sistema driverless ma, nella modalità Boost, il proprietario può decidere di guidarla sfruttando il volante retraibile integrato nella plancia minimalista di questa concept che, tra le altre cose, utilizza un tessuto con microchip annegati nelle fibre tessili che lo rendono reattivo al tatto, trasformandolo, di fatto, in una sorta di touchpad. LASSISTENTE PERSONALE. Per mostrare le potenzialità dellIntelligent Personal Assistant, la BMW ha esposto al Ces di Las Vegas alcuni esemplari della nuova X5, sulla quale sarà disponibile a partire dal prossimo mese di marzo. Il guidatore può utilizzare il sistema parlando: per avviarlo è sufficiente pronunciare la frase "Hey BMW" e indicare semplicemente alla vettura cosa fare. Oltre a svolgere le funzioni di assistente personale, questa tecnologia può apprendere le abitudini del proprietario e aiutarlo, per esempio, nellutilizzo della suite Office integrata o nella ricerca di un parcheggio. CHARGEFORWARD. Grazie al Digital Charging Service, invece, i clienti che hanno scelto una BMW elettrificata potranno migliorare la propria esperienza dutilizzo, facendo scegliere direttamente alla vettura quando far partire la ricarica per avere la massima autonomia al momento della partenza sfruttando le fasce orarie in cui lelettricità è meno cara. Con ChargeForward la Casa ha voluto fare un ulteriore passo avanti, creando un progetto pilota che ha coinvolto 300 clienti dellarea di San Francisco per consentire alle vetture di ricaricarsi nei momenti in cui la rete elettrica viene alimentata da fonti di energia rinnovabili, sospendendo la ricarica quando la richiesta locale di elettricità risulta particolarmente elevata. PER LA CINA Cè TMALL GENIE. Dedicato al mercato cinese, ma comunque presente anche a Las Vegas, è Tmall Genie, il nuovo assistente personale sviluppato dalla Alibaba A.I. Labs che sarà integrato su tutti i nuovi modelli del costruttore tedesco. Sfruttando unintelligenza artificiale, il sistema permette al guidatore di controllare varie funzioni dellauto con la propria voce, potendo, per esempio, richiedere allintelligenza artificiale di effettuare ricerche online, acquistare prodotti, prenotare un tavolo in un ristorante oppure controllare gli orari di apertura di un negozio. IL FUTURELIGHT CAMPER. La BMW Designworks ha presentato al Ces il Futurelight Camper, un concept sviluppato con la The North Face e pensato per il campeggio. Realizzata con un tessuto idrorepellente ma traspirante, la copertura di questa sorta di roulotte compatta dispone di microfori che permettono di mantenere linterno asciutto anche nelle condizioni meteorologiche più difficili. Il telaio del rimorchio è di fibra di carbonio. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CES [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/BMW.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BMW-INEXT [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BMW-X7 [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/TECNOLOGIA/2018/09/07/BMW_ARRIVA_L_ASSISTENTE_PERSONALE_DI_BORDO.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.DUERUOTE.IT/NEWS/MOTO-SCOOTER/2018/09/12/GUIDA-AUTONOMA-ECCO-LA-BMW-R-1200-GS-2018-CHE-GUIDA-DA-SOLA.HTML 2019-01-10 18:06:25 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/08/mercedes_benz_cla_informazioni_tecniche_schede_foto_nuova_berlina/gallery/2019-Mercedes-Benz-CLA-17.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=24000 Mercedes-Benz CLA - Con la seconda generazione diventa più sportiva - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=24000&tipo=fv Ledizione 2019 del CES DI LAS VEGAS [1] è loccasione scelta dalla MERCEDES-BENZ [2] per presentare in anteprima la seconda generazione della CLA COUPé. La berlina replica la formula del modello uscente, ma nella gamma affianca ora la CLASSE A SEDAN [3] e può quindi puntare ancora di più sul suo spirito sportiveggiante, sfruttando le innovazioni comuni a tutti i modelli della gamma aggiornata. Nonostante si tratti di un modello relativamente di nicchia, ha confermato il proprio successo conquistando con le versioni Coupé e Shooting Brake ben 750.000 clienti in tutto il mondo con la prima generazione. La CLA sarà costruita nello stabilimento ungherese di Kecskemét e sarà disponibile indicativamente a partire dal mese di maggio, con il probabile lancio della gamma Europa al SALONE DI GINEVRA [4]. PIù LUNGA, PIù LARGA E CON UN CX RECORD DI 0,23. La CLA ha da sempre puntato sul design per conquistare consensi e per la seconda serie la Mercedes-Benz ha scelto di aumentare le dimensioni: 4,68 metri di lunghezza (+48 mm), 1,83 di larghezza (+53 mm), 1,44 di altezza (- 2 mm) e 2,72 metri di passo (+30 mm). Queste soluzioni hanno permesso di migliorare lo spazio interno pur offrendo linee ancora più affilate e aggressive, con fianchi posteriori più larghi, accenno di spoiler in coda e gruppi ottici posteriori sviluppati in senso orizzontale come altri modelli GT della Casa. Il lavoro in galleria del vento ha inoltre consentito di raggiungere un nuovo record di efficienza, con un Cx di 0,23, lavorando in particolare sullestrattore posteriore e sui gruppi ruota e adottando griglie attive nel frontale. Le carreggiate più larghe (+63 mm allinteriore e +55 mm al posteriore), lo schema multilink posteriore e il baricentro abbassato offrono un assetto ancora più preciso e dinamico, che può essere esaltato adottando gli ammortizzatori opzionali a controllo elettronico e i cerchi di lega da 19" con pneumatici 225/40. GLI AGGIORNAMENTI DELLMBUX. Gli interni replicano limpostazione della Classe A e degli altri modelli derivati, con il doppio display dedicato a strumentazione e infontainment e il numero limitato di comandi fisici. Sulla CLA debuttano anche nuove funzionalità dellMbux: lultimo aggiornamento ha migliorato ulteriormente linterazione con lassistente virtuale, capace ora di comprendere domande più complesse e di relazionarsi solo con lutente che per ultimo ha attivato la funzione "Hey Mercedes" senza confonderlo con altre voci. Con la nuova assistenza per gli interni è inoltre possibile utilizzare comandi gestuali, sia di giorno sia di notte, per far comparire comandi aggiuntivi sul display o per richiamare funzioni preferite. Il sistema è in grado anche di riconoscere se a muovere la mano è il guidatore o il passeggero, richiamando così i dati corrispondenti nel caso per esempio di una destinazione di navigazione o della regolazione del sedile. stato sviluppato anche un automatismo per attivare gli spot di lettura, utile per trovare oggetti al buio. Viene infine introdotto anche il sistema Energizing Coach del pacchetto Energizing Plus, che consente allMbux di richiamare una serie di funzioni dei sedili, dellilluminazione e dei media in base alle richieste dellutente: al Ces viene anche mostrata la possibilità di leggere i parametri vitali e lo storico delle proprie attività attraverso lo smartwatch Vivoactive 3 di Garmin, che contribuisce a rendere più efficace il lavoro del computer per assecondare le richieste dellutente. NEGLI USA DEBUTTA LA CLA 250 BENZINA. La Mercedes-Benz CLA presentata al Ces introduce per il momento lunico powertrain di lancio per il mercato americano: si tratta della versione CLA 250 con il 2.0 turbobenzina da 225 CV e 350 Nm, abbinato esclusivamente alla trazione anteriore e al cambio automatico 7G-Dct e proposto anche nellesclusivo allestimento Edition 1 con colori e accessori esclusivi. In futuro scopriremo altre varianti e saranno introdotti anche il cambio manuale e la trazione integrale 4Matic. Completa la dotazione di Adas: alla frenata demergenza automatica e al controllo della traiettoria di serie si aggiunge infatti il pacchetto opzionale Intelligent Drive, che include il Distronic con controllo della distanza di sicurezza e della velocità in base al percorso. Inoltre, sono disponibili i gruppi ottici Multibeam Led e quelli Led High Performance. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-CES/2019.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MERCEDES-BENZ.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/07/23/MERCEDES_BENZ_CLASSE_A_PRIME_IMMAGINI_DELLA_BERLINA.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-GINEVRA 2019-01-10 18:06:25 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/04/nissan_un_nuovo_sistema_rende_visibile_l_invisibile/gallery/2019-Nissan-Invisible-to-visible-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23998 Nissan - Un nuovo sistema rende "visibile linvisibile" - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23998&tipo=fv La NISSAN [1] ha svelato nuovi dettagli relativi allanteprima prevista per lormai imminente CES DI LAS VEGAS [2]. La Casa giapponese mostrerà le potenzialità della guida connessa attraverso la realtà aumentata presentando il sistema I2V (invisible to visible) sviluppato dalla Nissan Intelligent Mobility. Al Consumer Electronics Show sarà possibile vedere il sistema in azione grazie a un display interattivo tridimensionale che offrirà unesperienza immersiva, comparabile a quella che la Casa vuole offrire in futuro ai propri clienti. VEDERE LINVISIBILE CON LA REALTà AUMENTATA. Grazie al sistema I2V, i guidatori potranno ricevere informazioni raccolte dai sensori di bordo e dal cloud grazie alla tecnologia Omni-Sensing, così da poter vedere sia quello che accade intorno al proprio veicolo, sia quello che si trova fuori dal proprio campo visivo, come ad esempio pericoli nascosti dietro a una curva o dopo un incrocio. La Nissan ha scelto di veicolare le informazioni attraverso grafiche tridimensionali e veri e propri avatar, ma si tratta solo di un esempio delle potenzialità praticamente illimitate di sviluppo del sistema, che potrebbe aprire nuovi scenari nel settore. Le funzionalità dellI2V sono fondamentali anche per le future evoluzioni della guida autonoma, che per la Nissan significano una connessione diretta con le piattaforme SAM (Seamless Autonomous Mobility) e ProPilot. COLLEGATI AL METAVERSO. Una funzione assolutamente innovativa dellI2V è quella del collegamento al Metaverso, ovvero a riproduzioni tridimensionali di altre persone collegate a Internet. Questo permetterà ad esempio di ricevere assistenza da operatori allinterno del veicolo, come tecnici, guide turistiche e persino istruttori di guida sportiva, ma consentirà anche di sfruttare le fasi di guida autonoma per incontrare virtualmente amici, conoscenti o colleghi di lavoro. LI2V sarà infine in grado di modificare completamente lambiente nelle fasi di guida autonoma, eliminando per esempio una grigia giornata di pioggia e sostituendola con una più piacevole ambientazione estiva e soleggiata. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/NISSAN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CES 2019-01-10 17:58:42 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/10/emissioni_diesel_fca_paghera_oltre_700_milioni_di_dollari_per_chiudere_la_causa_negli_usa/gallery/2019-Gruppo-FCA-04.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23997 Emissioni diesel - FCA, 800 milioni di dollari per chiudere la causa negli Usa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23997&tipo=fv Il GRUPPO FIAT CHRYSLER [1] dovrebbe pagare più di 700 milioni di dollari per chiudere la causa civile avviata dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sulla presunta istallazione di software illegali per il controllo delle emissioni su migliaia di veicoli diesel. Laccordo, secondo la stampa americana, dovrebbe essere annunciato già oggi DOPO LE INDISCREZIONI DI IERI [2] su unimminente chiusura delle trattative in corso da ormai diversi mesi. ESBORSO GIà COPERTO. Numerose sono le testate statunitensi che hanno lanciato anticipazioni sui dettagli dellintesa e quasi tutte sono concordi nel rivelare lammontare degli esborsi che il gruppo sarà obbligato a effettuare a favore delle parti coinvolte nella causa legale. Nel dettaglio, FCA dovrebbe pagare sanzioni per 311 milioni di dollari al Dipartimento di Giustizia, allagenzia federale per la protezione ambientale (Epa) e al California Air Resources Board (Carb), almeno 75 milioni ai diversi Stati che hanno denunciato il gruppo con laccusa di frode e 280 milioni per chiudere una class action avviata dai proprietari dei veicoli coinvolti. In tal caso ogni automobilista dovrebbe ricevere circa 2.800 dollari per completare un aggiornamento software già autorizzato nel luglio del 2017 dalle autorità americane. Ulteriori pagamenti, per ora non quantificati, è previsto vengano effettuati a titolo di compensazione delleccesso di emissioni e a favore di altre agenzie o Stati per chiudere ulteriori cause legali. La cifra complessiva, secondo le indiscrezioni, varia tra un minimo di 660 milioni e un massimo di 800 milioni. FCA, che ha sempre negato qualsiasi illecito e smentito lutilizzo intenzionale di software illegali per aggirare i test e le normative sulle emissioni come nel caso del DIESELGATE [3], ha comunque già provveduto lo scorso ottobre a coprire leventuale esborso stabilendo a bilancio accantonamenti per 713 milioni di euro, pari a 815 milioni di dollari. Si tratta di importi decisamente inferiori a quanto pagato finora dal gruppo Volkswagen, costretto a sborsare oltre 25 miliardi di dollari tra multe, rimborsi e risarcimenti vari. OGGI LANNUNCIO. Lannuncio dellaccordo, con i relativi dettagli, dovrebbe arrivare oggi. Ad avvalorare lipotesi è stata la stessa Epa con la diffusione di un avviso per informare di un "annuncio di una significativa azione civile per affrontare il problema dei test federali sulle emissioni delle auto". Laccordo non dovrebbe inoltre prevedere alcuna ammissione di responsabilità da parte di FCA. Anche la tedesca BOSCH [4], accusata di aver fornito alcune componenti dei motori diesel incriminati, dovrebbe annunciare oggi unanaloga intesa per chiudere una causa civile con il pagamento di circa 30 milioni di dollari. LE ACCUSE. La vicenda RISALE AL GENNAIO DEL 2017 [5] quando lEpa, lagenzia federale per la protezione ambientale, ha accusato FCA di aver istallato software illegali per il controllo delle emissioni nei motori 3.0 turbodiesel di 104 mila esemplari di Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram 1500 venduti negli Stati Uniti tra il 2014 e il 2016. Secondo lagenzia, il gruppo non avrebbe fornito informazioni sulla presenza di otto componenti ausiliari della centralina elettronica che consentirebbero di aggirare le normative e quindi i limiti di legge imposti per le emissioni di ossidi di azoto (NOX). Le accuse dellEpa hanno successivamente SPINTO IL DIPARTIMENTO DI GIUSTIZIA [6] ad avviare una causa legale con la richiesta di multe per un totale di oltre 4 miliardi di dollari e, come da prassi negli Stati Uniti, delle trattative con FCA per chiudere il caso, almeno dal punto di vista civile. Il Dipartimento ha infatti avviato anche unindagine penale, che dovrà essere affrontata in separata sede. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GRUPPO-FCA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2019/01/09/EMISSIONI_DIESEL_VICINO_L_ACCORDO_TRA_FCA_E_IL_DIPARTIMENTO_DI_GIUSTIZIA_USA.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/DIESELGATE [4] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BOSCH [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA/2017/01/12/FCA_USA_L_EPA_ACCUSA_UN_SOFTWARE_NEI_MOTORI_DIESEL_JEEP_E_RAM_.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA/2017/05/23/EMISSIONI_DIESEL_GLI_STATI_UNITI_FANNO_CAUSA_AL_GRUPPO_FCA.HTML 2019-01-10 17:58:42 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/10/continental_al_ces_con_navette_autonome_e_postini_robot/gallery/2019-Continental-Ces-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23996 Continental - Al Ces con navette autonome e postini robot http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23996&tipo=fv La CONTINENTAL [1] è presente al CES DI LAS VEGAS [2] con una serie di novità e tecnologie pensate per le Smart City di domani e riunite nel concetto di Mobility Intelligence. IL PROGETTO PILOTA DEI LAMPIONI CONNESSI. La novità principale è lavvio del progetto pilota dellIntelligent Intersection nella città californiana di Walnut Creek. Grazie al concetto di sensor fusion è possibile processare un numero molto elevato di dati provenienti da telecamere e sensori, sia posti sullincrocio stesso sia nei veicoli connessi. Questo permette, senza adottare semafori o rotatorie, di analizzare e modificare i flussi del traffico riducendo i tempi di attesa e limitando di conseguenza le emissioni inquinanti, migliorando allo stesso tempo la sicurezza degli utenti. Nel progetto sono coinvolti anche gli Intelligent Street Lamps, che forniscono luce e possono allo stesso tempo inviare dati sul traffico, sui parcheggi disponibili, sulla qualità dellaria e sui livelli di rumore. La connessione con la rete permette inoltre di utilizzare lenergia in maniera efficiente e di gestire in remoto la manutenzione. CUBE CON LE CONSEGNE AUTOMATIZZATE. Negli Stati Uniti la Continental espone anche il veicolo driverless elettrico URBAN MOBILITY EXPERIENCE (CUBE) [3] in versione commerciale, aggiornandone i contenuti con nuove funzioni. La navetta a propulsione elettrica è pensata per le consegne automatizzate ed è stato dotato di robot postini autonomi che si occupano degli ultimi metri della consegna, anche in zone dove un veicolo su ruote non può arrivare. I robot a quattro zampe si trovano a bordo del veicolo e lelettronica di controllo si occupa di caricare su di loro il pacco relativo alla spedizione in corso. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CONTINENTAL [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-CES/2019.HTML [3] http://www.autosomma.it/(HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVE_TECNOLOGIE/2017/07/25/CONTINENTAL_CUBE_CONCEPT_A_FRANCOFORTE_IL_TAXI_ROBOT_A_GUIDA_AUTONOMA.HTML 2019-01-10 17:04:58 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2019/01/07/walmart_le_auto_dei_film_vanno_a_fare_la_spesa_video/gallery/2019-Walmart-auto-film-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23995 Walmart - Le auto dei film vanno a fare la spesa - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23995&tipo=fv Anche i supereroi vanno a fare la spesa, da Walmart. La catena di supermercati americana ha realizzato un nuovo spot con tutte le più famose auto del grande schermo, dalla BATMOBILE [1] al MAGGIOLINO DI BUMBLEBEE, [2] per sponsorizzare il nuovo servizio di ritiro Walmart Pickup. Cè ANCHE CENERENTOLA. Nel filmato non manca quasi nessuno. Oltre a Batman e al personaggio dei Transformers, nel parcheggio del supermercato sono presenti anche altri protagonisti dei film più disparati. Si spazia così dalla DeLorean di Ritorno al Futuro alla Ford Explorer di Jurassic Park per arrivare a Kitt, la Pontiac Firebird usata da Michael Knight nel telefilm Supercar. Non mancano la Mistery Machine di Scooby Doo, lauto a forma di cane di Scemo e più scemo, Saetta McQueen di Cars, lambulanza dei Ghostbusters con Slimer, lauto di pietra dei Flintstones e la carrozza di Cenerentola, che nasce, immancabilmente, da una zucca. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CURIOSITA/2016/03/25/LE_AUTO_DI_BATMAN_LA_NUOVA_BATMOBILE_.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CURIOSITA/2018/12/18/TRANSFORMERS_LE_AUTO_E_GLI_ALTRI_MEZZI_DELLA_SAGA_FOTO_GALLERY.HTML 2019-01-10 16:47:39 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/10/formula_e_sabato_in_pista_per_l_eprix_di_marrakech/gallery/formulae1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23994 Formula E - Sabato in pista per lePrix di Marrakech http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23994&tipo=fv La FORMULA E TORNA A CORRERE IN MAROCCO per la terza volta nella storia della categoria. Appuntamento sabato con il terzo EPRIX DI MARRAKECH, seconda prova del campionato 2018/2019. SI ACCENDE LA BATTAGLIA. Al primo appuntamento in Arabia Saudita, lo scorso mese, la BMW ha debuttato con un gran risultato, portandosi a casa la vittoria a opera di Antonio Felìx da Costa. La seconda gara di Marrakech si preannuncia ancora più combattuta, ora che le squadre hanno avuto un mese di tempo per analizzare i dati e capire dove e come migliorare. Certamente, potremmo aspettarci un ritorno in grande stile della DS Techeetah, così come gli agguerriti team di Audi e Nissan che non vogliono certo fermarsi a recitare ruoli da comprimari. La classifica attuale vede proprio Antonio Felix da Costa in testa al campionato con 28 punti, con Jean-Eric Vergne secondo e staccato di 10 punti. Nel campionato costruttori la DS Techeetah è davanti a tutti con un solo punto di margine sulla BMW, mentre la Mahindra è terza, grazie ai 15 punti conquistati da Jerome DAmbrosio nel primo appuntamento disputato. LO SCENARIO. LePrix di Marrakech si correrà sul Circuito Internazionale Moulay El Hassan, un tracciato di 12 curve e due lunghi rettilinei che si snoda su una distanza totale di 2,97 chilometri. La pista si riversa sulle strade del moderno quartiere degli hotel di Marrakech, a pochi minuti di distanza dalla Medina e dalle mura storiche della città. Nelle precedenti edizioni, solamente due piloti hanno avuto lonore di effettuare dei giri in testa alla gara: sono Sébastien Buemi e Felix Rosenqvist, entrambi hanno poi vinto la gara. LA FORMULA E IN TV. Come di consueto, lintera azione si concentrerà nella giornata di sabato: prove libere e qualifiche potranno essere seguite in streaming sul canale Youtube ufficiale della Formula E, mentre la gara sarà poi trasmessa in diretta televisiva sia su Italia 1 che su Eurosport 1. Ecco gli orari dellePrix del Marocco. SABATO 12 GENNAIO Prove Libere 1 dalle 8 in diretta su Youtube Prove Libere 2 Dalle 10.15 in diretta su Youtube Qualifiche Dalle 12 in diretta su Youtube Superpole Dalle 12.45 in diretta su Youtube ePrix Marrakech Dalle 16 in diretta su Italia 1 ed Eurosport 1 2019-01-10 16:42:44 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/10/jaguar_land_rover_il_gruppo_tagliera_4500_posti_di_lavoro/gallery/2019-Gruppo-Jaguar-Land-Rover-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23993 Jaguar Land Rover - Il gruppo taglierà 4.500 posti di lavoro http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23993&tipo=fv DOPO LA FORD [1], anche la JAGUAR LAND ROVER [2] ha presentato un ampio programma di ristrutturazione per ridurre i costi e migliorare una redditività messa a dura prova da una serie di fattori negativi. Il gruppo britannico, alle prese con le incertezze generate dalla Brexit e con il forte calo sia delle vendite in Cina sia dei modelli diesel, ha intenzione di tagliare 4.500 posti di lavoro, partendo dalla Gran Bretagna. GIà TAGLIATI 1.500 POSTI. Le nuove misure seguono le iniziative già avviate lanno scorso quando, tramite uscite volontarie o incentivate, sono stati congedati 1.500 dipendenti. La riduzione della forza lavoro, composta fino allo scorso giugno da oltre 43 mila dipendenti per la maggior parte nel Regno Unito, rientra in un più ampio piano di riduzione dei costi denominato "Charge and Accelerate" e volto a risparmiare 2,5 miliardi di sterline (2,8 miliardi di euro) nel giro di 18 mesi. La società britannica, oggi di proprietà dellindiana Tata Motors, ha finora identificato oltre 1 miliardo di sterline di potenziali risparmi e di questi ne ha già realizzati per un valore di 500 milioni. NESSUN TAGLIO IN FABBRICA MA NUOVI INVESTIMENTI. A essere interessati dalle misure non sono tanto gli operai delle fabbriche quanto il personale amministrativo e commerciale. Le strutture industriali britanniche del gruppo, infatti, non dovrebbero subire particolari conseguenze. Anzi, la Jaguar Land Rover ha annunciato una serie di nuovi investimenti nel Regno Unito. "Stiamo adottando misure decisive per contribuire alla crescita a lungo termine, a fronte di molteplici ostacoli geopolitici e normativi nonché delle sfide tecnologiche che lindustria automobilistica deve affrontare. Il programma "Charge and Accelerate" combina misure di efficienza con investimenti mirati, salvaguardando il nostro futuro e assicurando di massimizzare le opportunità create dalla crescente domanda di tecnologie autonome, connesse, elettriche e condivise", ha commentato lamministratore delegato Ralf Speth. I risparmi e i miglioramenti di efficienza dovranno generare le risorse necessarie per sostenere diversi nuovi investimenti, a partire dalla produzione di nuove unità elettriche presso la fabbrica di motori di Wolverhampton. Inoltre le nuove motorizzazioni saranno alimentate da batterie prodotte presso un nuovo impianto ad Hams Hall, nella zona settentrionale della contea del Warwickshire. Gli investimenti sulla rete produttiva seguono un 2018 che ha visto linaugurazione del nuovo STABILIMENTO SLOVACCO DI NITRA [3], la conferma della produzione delle prossime RANGE ROVER [4] e RANGE ROVER SPORT [5] a Solihull e limpegno in nuovi centri di progettazione a Manchester, in Ungheria e in Irlanda. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/12/14/FORD_LA_FABBRICA_DI_BLANQUEFORT_VERSO_LA_CHIUSURA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GRUPPO-JAGUAR-LAND-ROVER [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/10/25/JAGUAR_LAND_ROVER_APRE_LA_FABBRICA_IN_SLOVACCHIA.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/RANGE-ROVER [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/RANGE-ROVER-SPORT 2019-01-10 16:33:22 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/10/guida_autonoma_la_hyundai_immagina_come_passeremo_il_tempo_in_auto_video/gallery/2019-Hyundai-Ces-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23992 Guida autonoma - La Hyundai immagina come passeremo il tempo in auto - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23992&tipo=fv Gli esperti presenti al CES DI LAS VEGAS [1] hanno raffeddato gli entusiasmi riguardo alle auto a GUIDA AUTONOMA [2]: per vederle lungo le nostre strade bisognerà attendere ancora qualche anno. Tuttavia cè chi, come la HYUNDAI [3], ha già ipotizzato come potremo impiegare il tempo libero che avremo a disposizione a bordo, non dovendo più impugnare il volante. LUNICO LIMITE è DETTATO DALLA FANTASIA. Il padiglione della Casa coreana alla manifestazione dedicata alla tecnologia che si tiene nel Nevada è stato concepito come un grande anfiteatro allinterno del quale delle "bolle interattive" illustrano, con laiuto della realtà aumentata, quali potranno essere le opportunità di personalizzazione e di sfruttamento dellabitacolo che sono limitate solo dalla fantasia: si va dallintrattenimento alla possibilità di lavorare, sino allesercizio fisico e al monitoraggio dei parametri biometrici. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-CES/2019.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GUIDA-AUTONOMA [3] https://www.quattroruote.it/auto/hyundai.html 2019-01-10 16:09:22 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/07/byton_m_byte_svelati_gli_interni_definitivi/gallery/2019-Byton-M-Byte-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23990 Byton M-Byte - La Suv avrà uno schermo da 48" - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23990&tipo=fv A un anno di distanza dalla presentazione della concept, la BYTON [1] è tornata al CES DI LAS VEGAS [2] per svelare gli interni definitivi della sua prima Suv elettrica la M-Byte. La startup cinese ha evoluto il design dellabitacolo senza tuttavia stravolgerlo: un grande schermo da 48" è rimasto a dominare la plancia e si abbina, come sul prototipo, a un touch screen integrato nel volante. La produzione della sport utility inizierà durante la prossima estate al termine della fase di collaudo dei prototipi. CINQUE SCHERMI. Lo Shared Experience Display (Sed) è, per il momento, lo schermo più grande mai utilizzato su un modello di produzione e si estende per tutta la larghezza dellabitacolo. La Casa ha già comunicato che il display soddisfa tutti i requisiti di sicurezza dei mercati in cui la sport utility sarà venduta e grazie a una grafica appositamente studiata non distrarrà eccessivamente il guidatore. Oltre ai controlli vocali, per interagire con il Sed si potranno utilizzare un touch screen da 7" integrato nel volante poco al di sopra dellairbag oppure un nuovo schermo da 8", assente sulla concept, posizionato sul tunnel centrale. Dietro agli schienali dei sedili anteriori saranno inoltre presenti due touch screen che permetteranno ai passeggeri posteriori di controllare alcune funzioni del Sed e di visualizzare contenuti diversi rispetto a quelli selezionati dalle altre persone a bordo. NUOVO LOOK PER LA PLANCIA. La versione di serie della M-Byte proporrà anche altre novità, a partire dal deisgn della plancia, nettamente evoluto rispetto alla concept grazie a nuove bocchette daerazione e pulsanti fisici che permettono, tra le altre cose, di gestire anche la trasmissione. Per assicurare la massima sicurezza anche durante le fasi di guida assistita, al centro della plancia è presente un nuovo sistema di monitoraggio del conducente. A vettura ferma, infine, i sedili anteriori potranno ruotare di 12 per rendere più confortevole labitacolo permettendo ai passeggeri di comunicare più facilmente. BYTON LIFE. Per facilitare la gestione della tecnologia di bordo, la startup ha sviluppato Byton Life, un ecosistema che connette dati dellutente, device e applicazioni per fornire una migliore esperienza di utilizzo della vettura. Grazie a un sistema di machine learning, lintelligenza artificiale di Byton Life riconosce le voci dei passeggeri, ricordando automaticamente appuntamenti e scadenze o suggerendo gli indirizzi preferiti a seconda dellorario e del giorno della settimana. In Europa questa tecnologia sarà compatibile anche con Amazon Alexa e presto potrebbe offrire nuove funzionalità: la piattaforma della startup cinese è infatti open source. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BYTON [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-CES/2019.HTML 2019-01-10 15:09:40 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/10/mazda3_svelati_i_prezzi_dell_ibrida/gallery/2019-Mazda3-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23991 Mazda3 - Annunciati i prezzi dellibrida http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23991&tipo=fv Dopo aver svelato i LISTINI DELLA VERSIONE DIESEL [1], la MAZDA [2] ha diramato il prezzo delle varianti elettrificate della nuova MAZDA3 [3]. La 2.0 Skyactiv-G M-Hybrid da 122 CV è omologata come ibrida a tutti gli effetti e sfrutta un sistema 24V composto da un piccolo motore elettrico alimentato da una batteria agli ioni di litio. Le prime consegne sono previste per il prossimo mese di marzo con prezzi a partire da 23.200 euro. VA ANCHE A DUE CILINDRI. Il sistema utilizzato dalla Mazda3 ibrida è in grado di recuperare energia nelle fasi di frenata per poi supportare il funzionamento del motore, riducendo i consumi e migliorando le prestazioni, soprattutto nello spunto da fermo e in accelerazione. La M-Hybrid dispone di una variante aggiornata del sistema i-Stop: grazie alla presenza del motore elettrico supplementare, il ritardo nella riattivazione del propulsore dopo larresto con funzione Start Stop è stato ulteriormente ridotto. Linerzia del propulsore termico, dotato anche di disattivazione selettiva dei cilindri, è stata infine ridotta per garantire una maggiore fluidità di marcia durante le cambiate. QUATTRO VERSIONI. Come la diesel, anche librida viene proposta in Italia nei quattro allestimenti Evolve, Executive, Exceed ed Exclusive con prezzi che spaziano dai 23.200 ai 27.150 euro. Tutti i clienti che sceglieranno una Mazda3, diesel o ibrida, entro il 28 febbraio riceveranno in omaggio il Celebration Pack con servizi Mazda Best5 e ServicePlus Essence con inclusi i primi cinque tagliandi di manutenzione programmata. Tutte le versioni dispongono di serie di un cambio manuale a sei rapporti sostituibile, a richiesta, con un automatico Skyactiv-Drive a sei marce. LISTINO PREZZI MAZDA3 Mazda3 2.0 Skyactiv-G M-Hybrid 122 CV Evolve 23.200 euro Mazda3 2.0 Skyactiv-G M-Hybrid 122 CV Executive 23.900 euro Mazda3 2.0 Skyactiv-G M-Hybrid 122 CV Exceed 25.500 euro Mazda3 2.0 Skyactiv-G M-Hybrid 122 CV Exclusive 27.150 euro Mazda3 1.8 Skyactiv-D 116 CV Evolve 25.400 euro Mazda3 1.8 Skyactiv-D 116 CV Executive 26.100 euro Mazda3 1.8 Skyactiv-D 116 CV Exceed 27.700 euro Mazda3 1.8 Skyactiv-D 116 CV Exclusive 29.350 euro Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/12/13/MAZDA_3_VIA_ALLE_PRENOTAZIONI_IN_ITALIA_CON_PREZZI_DA_23_200_EURO.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MAZDA.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MAZDA3 2019-01-10 15:09:40 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/07/byton_m_byte_svelati_gli_interni_definitivi/gallery/2019-Byton-M-Byte-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23989 Byton M-Byte - Svelati gli interni definitivi - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23989&tipo=fv A un anno di distanza dalla presentazione della concept, la BYTON [1] è tornata al CES DI LAS VEGAS [2] per svelare gli interni definitivi della sua prima Suv elettrica la M-Byte. La startup cinese ha evoluto il design dellabitacolo senza tuttavia stravolgerlo: un grande schermo da 48" è rimasto a dominare la plancia e si abbina, come sul prototipo, a un touch screen integrato nel volante. La produzione della sport utility inizierà durante la prossima estate al termine della fase di collaudo dei prototipi. CINQUE SCHERMI. Lo Shared Experience Display (Sed) è, per il momento, lo schermo più grande mai utilizzato su un modello di produzione e si estende per tutta la larghezza dellabitacolo. La Casa ha già comunicato che il display soddisfa tutti i requisiti di sicurezza dei mercati in cui la sport utility sarà venduta e grazie a una grafica appositamente studiata non distrarrà eccessivamente il guidatore. Oltre ai controlli vocali, per interagire con il Sed si potranno utilizzare un touch screen da 7" integrato nel volante poco al di sopra dellairbag oppure un nuovo schermo da 8", assente sulla concept, posizionato sul tunnel centrale. Dietro agli schienali dei sedili anteriori saranno inoltre presenti due touch screen che permetteranno ai passeggeri posteriori di controllare alcune funzioni del Sed e di visualizzare contenuti diversi rispetto a quelli selezionati dalle altre persone a bordo. NUOVO LOOK PER LA PLANCIA. La versione di serie della M-Byte proporrà anche altre novità, a partire dal deisgn della plancia, nettamente evoluto rispetto alla concept grazie a nuove bocchette daerazione e pulsanti fisici che permettono, tra le altre cose, di gestire anche la trasmissione. Per assicurare la massima sicurezza anche durante le fasi di guida assistita, al centro della plancia è presente un nuovo sistema di monitoraggio del conducente. A vettura ferma, infine, i sedili anteriori potranno ruotare di 12 per rendere più confortevole labitacolo permettendo ai passeggeri di comunicare più facilmente. BYTON LIFE. Per facilitare la gestione della tecnologia di bordo, la startup ha sviluppato Byton Life, un ecosistema che connette dati dellutente, device e applicazioni per fornire una migliore esperienza di utilizzo della vettura. Grazie a un sistema di machine learning, lintelligenza artificiale di Byton Life riconosce le voci dei passeggeri, ricordando automaticamente appuntamenti e scadenze o suggerendo gli indirizzi preferiti a seconda dellorario e del giorno della settimana. In Europa questa tecnologia sarà compatibile anche con Amazon Alexa e presto potrebbe offrire nuove funzionalità: la piattaforma della startup cinese è infatti open source. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BYTON [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-CES/2019.HTML 2019-01-10 14:42:30 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/09/honda_ces_i_servizi_connessi_dream_drive_in_mostra_a_las_vegas/gallery/2019-Honda-Dream-Drive-Ces-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23988 Honda - I servizi connessi e i quad autonomi in mostra a Las Vegas - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23988&tipo=fv La HONDA [1] Innovations presenta al CES 2019 [2] la Demo degli innovativi servizi connessi Honda Dream Drive, un progetto evoluto rispetto a quello già presentato nel 2017. Attraverso lintegrazione di varie funzioni e applicazioni la Casa giapponese vuole offrire nuovi contenuti ai passeggeri dei propri veicoli, rendendoli disponibili attraverso linfotainment di bordo. Il sistema, sviluppato in collaborazione con Connected Travel, viene mostrato a bordo della HONDA PASSPORT [3] appena presentata al SALONE DI LOS ANGELES [4], ma non è ancora nota la data di debutto sul mercato. ACQUISTARE A BORDO COME SUL DIVANO DI CASA. La Honda ha definito due versioni del sistema, denominate Driver e Passenger. La prima, dedicata al guidatore, integra una serie di servizi che possono essere pagati direttamente dal display di bordo, anche attraverso i comandi vocali, replicando così le soluzioni che ormai sono diventate comuni nelle proprie abitazioni. Lutente può comprare biglietti di un evento e contenuti multimediali, prenotare un ristorante o pagare il carburante e i parcheggi direttamente dal display del veicolo. La versione dedicata ai passeggeri viene invece installata su device esterni e può riprodurre contenuti multimediali e controllare linfotainment di bordo e le funzionalità principali del veicolo. Per sviluppare questi servizi la Honda ha stretto collaborazioni con le più importanti aziende del settore come Visa, Mastercard, Paypal, Atom Tickets, Chevron, Lego e Univision Music. I QUAD AUTONOMI. Al Ces la Honda ha mostrato anche due quad dotati di guida autonoma e di gomme davvero speciali. Due mezzi che si presterebbero a mille applicazioni: lavorativi in primis, ma anche sanitari, agricoli, di ispezione (soprattutto in zone anguste), di soccorso e tanto altro ancora. Ma, soprattutto, impiegabili già ora e non in un futuro ancora lontano. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/HONDA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-CES/2019.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/11/28/HONDA_PASSPORT_UNA_NUOVA_SUV_TRA_LA_CR_V_E_LA_PILOT.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUTE.IT/TAGS/SALONE-DI-LOS-ANGELES 2019-01-10 13:18:35 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/03/kia_al_ces_la_guida_autonoma_diventa_emozionale/gallery/2019-Kia-Ces-03.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23986 Kia - La guida autonoma diventa emozionale - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23986&tipo=fv La KIA [1] presenterà al CES DI LAS VEGAS [2] una nuova tecnologia che permetterà di migliorare lesperienza di viaggio sulle future auto a guida autonoma. Lintelligenza artificiale sviluppata dal marchio coreano insieme al gruppo Media Labs Affective Computing e al Massachusetts Institute of Technology è in grado di percepire le emozioni dei passeggeri regolando di conseguenza lambiente interno della vettura per rilassarli. LA "GUIDA EMOZIONALE". Questa nuova tecnologia, battezzata Read (Real-time Emotion Adaptive Driving), analizza in tempo reale lo stato emotivo dei passeggeri grazie a un sistema di riconoscimento del segnale biologico. Il sistema di guida emozionale sarà esposto allinterno dellesibizione Space of Emotive Driving che mostrerà al pubblico una visione futuristica nella quale la guida autonoma sarà già una realtà e la priorità della mobilità sarà il miglioramento dellesperienza umana. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/KIA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CES 2019-01-10 12:50:33 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/10/mazda3_svelati_i_prezzi_dell_ibrida/gallery/2019-Mazda3-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23987 Mazda3 - Svelati i prezzi dellibrida http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23987&tipo=fv Dopo aver svelato i LISTINI DELLA VERSIONE DIESEL [1], la MAZDA [2] ha diramato il prezzo delle varianti elettrificate della nuova MAZDA3 [3]. La 2.0 Skyactiv-G M-Hybrid da 122 CV è omologata come ibrida a tutti gli effetti e sfrutta un sistema 24V composto da un piccolo motore elettrico alimentato da una batteria agli ioni di litio. Le prime consegne sono previste per il prossimo mese di marzo con prezzi a partire da 23.200 euro. VA ANCHE A DUE CILINDRI. Il sistema utilizzato dalla Mazda3 ibrida è in grado di recuperare energia nelle fasi di frenata per poi supportare il funzionamento del motore, riducendo i consumi e migliorando le prestazioni, soprattutto nello spunto da fermo e in accelerazione. La M-Hybrid dispone di una variante aggiornata del sistema i-Stop: grazie alla presenza del motore elettrico supplementare, il ritardo nella riattivazione del propulsore dopo larresto con funzione Start Stop è stato ulteriormente ridotto. Linerzia del propulsore termico, dotato anche di disattivazione selettiva dei cilindri, è stata infine ridotta per garantire una maggiore fluidità di marcia durante le cambiate. QUATTRO VERSIONI. Come la diesel, anche librida viene proposta in Italia nei quattro allestimenti Evolve, Executive, Exceed ed Exclusive con prezzi che spaziano dai 23.200 ai 27.150 euro. Tutti i clienti che sceglieranno una Mazda3, diesel o ibrida, entro il 28 febbraio riceveranno in omaggio il Celebration Pack con servizi Mazda Best5 e ServicePlus Essence con inclusi i primi cinque tagliandi di manutenzione programmata. Tutte le versioni dispongono di serie di un cambio manuale a sei rapporti sostituibile, a richiesta, con un automatico Skyactiv-Drive a sei marce. LISTINO PREZZI MAZDA3 Mazda3 2.0 Skyactiv-G M-Hybrid 122 CV Evolve 23.200 euro Mazda3 2.0 Skyactiv-G M-Hybrid 122 CV Executive 23.900 euro Mazda3 2.0 Skyactiv-G M-Hybrid 122 CV Exceed 25.500 euro Mazda3 2.0 Skyactiv-G M-Hybrid 122 CV Exclusive 27.150 euro Mazda3 1.8 Skyactiv-D 116 CV Evolve 25.400 euro Mazda3 1.8 Skyactiv-D 116 CV Executive 26.100 euro Mazda3 1.8 Skyactiv-D 116 CV Exceed 27.700 euro Mazda3 1.8 Skyactiv-D 116 CV Exclusive 29.350 euro Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/12/13/MAZDA_3_VIA_ALLE_PRENOTAZIONI_IN_ITALIA_CON_PREZZI_DA_23_200_EURO.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MAZDA.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MAZDA3 2019-01-10 12:50:33 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/10/brabham_automotive_tornera_a_correre_a_le_mans/gallery/bt62-race-wec.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23984 Brabham Automotive - Tornerà a correre a Le Mans http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23984&tipo=fv La BRABHAM TORNERà A CORRERE NEL MONDIALE ENDURANCE E NELLA 24 ORE DI LE MANS: lo ha confermato la casa automobilistica con sede ad Adelaide che ha svelato il suo programma pluriennale nel motorsport, confermando che il lavoro di sviluppo è già in corso e si baserà sulla BT62, la sportiva presentata nel maggio del 2018. Lobiettivo del team è quello di prendere parte alla categoria GTE del WEC già nel 2021. DAL SOGNO ALLA REALTà. Tornare a correre a Le Mans è sempre stato uno degli obiettivi della Brabham Automotive e oggi è diventato realtà. Lingresso nella categoria sarà interamente gestito e finanziato direttamente dal costruttore, dai partner commerciali e supportato dagli sponsor. La partecipazione al Mondiale Endurance sarà direttamente collegata al Brabham BT62 Driver Development Programme che coinvolgerà i proprietari di queste sportive nei test per Le Mans, offrendo loro la possibilità di gareggiare in una competizione mondiale, nelle categorie GTE Pro e Am. Lavoro da anni per tornare a Le Mans, ha ammesso David Brabham, amministratore delegato della casa automobilistica e figlio dellindimenticato Sir Jack. Abbiamo un lungo percorso di sviluppo da affrontare prima di competere a Le Mans, ma il nostro è un impegno a lungo termine. Attendiamo con impazienza lo sviluppo della BT62 e dei futuri modelli. Ulteriori dettagli sul programma sportivo saranno rivelati più avanti: per il momento, ci è dato sapere che la nuova vettura che scenderà in pista a Le Mans nella categorie GTE sarà basata sul telaio della BT62. OPZIONE PER LOMOLOGAZIONE STRADALE. La Brabham ha anche confermato che la BT62 non rimarrà solamente una vettura con cui scorrazzare sulle piste di tutto il mondo. Dan Mark, direttore commerciale della Brabham, ha infatti annunciato che la BT62 [1] è ora disponibile con una opzione di conversione stradale, per luso legale sulle strade di tutti i giorni: La BT62 è unauto eccezionale, senza restrizioni, già pensata per soddisfare gli alti standard di sicurezza della Fia. Adesso, questa vettura è disponibile anche con unopzione di conversione che la rende guidabile anche fuori dai tracciati. Le modifiche tecniche e strutturali che garantiscono lomologazione stradale hanno un valore di circa 160 mila euro, da sommare al costo dacquisto della vettura. Marks ha specificato che saranno gli stessi clienti a decidere se convertire la propria auto anche alluso stradale oppure mantenere le caratteristiche del progetto originario: "Le nostre auto sono dei prodotti esclusivi, pensate su misura e realizzate per ogni singolo cliente. Siamo felici di poter offrire loro anche questa ulteriore scelta". Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/nuovi-modelli/2018/03/12/brabham_bt62_nuovi_dettagli_sulla_sportiva.html 2019-01-10 12:50:33 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2019/01/10/gruppo_fca_a_las_vegas_la_pacifica_di_waymo_video_/gallery/2018-pacifica-ces-ok-02.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23985 Gruppo FCA - A Las Vegas la Pacifica di Waymo - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23985&tipo=fv Sullo stand del gruppo FCA [1] al CES di Las Vegas, andiamo a scoprire e toccare con mano la CHRYSLER PACIFICA HYBRID di WAYMO [2], lazienda di guida autonoma controllata da GOOGLE impegnata nel progetto pilota di RIDE-HAILING SENZA CONDUCENTE su larga scala. LIVELLO 4 E 5. Waymo ha deciso di appoggiarsi a un unico fornitore per poter sviluppare in tempi rapidi unINFRASTRUTTURA DI SENSORI E TECNOLOGIE REPLICABILE SU LARGA SCALA. Sul prototipo della Pacifica esposta non manca il volante, ma sulla cintura campeggia la scritta "Do not sit here", a intendere che si tratta di unauto completamente autonoma, che non ha bisogno del guidatore (livello 5). Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/tags/Gruppo-FCA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/WAYMO 2019-01-10 12:50:33 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/07/audi_l_abitacolo_diventa_uno_spazio_per_la_realta_virtuale/gallery/2019-Audi-Virtual-Reality-CES-12.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23983 Audi - Labitacolo diventa uno spazio per la realtà virtuale - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23983&tipo=fv Lintrattenimento a bordo e la realtà virtuale sono i temi principali della novità assoluta che lAUDI [1] presenta al CES 2019 [2] di Las Vegas. LAudi Electronics Venture GmbH, che fa parte della Casa dei quattro anelli, ha infatti investito nella startup Holoride GmbH per sviluppare e commercializzare una piattaforma open source, che a Las Vegas viene mostrata grazie a una collaborazione con la Disney Games and Interactive Experiences. UNA VIAGGIO VIRTUALE, MA CON GLI STESSI MOVIMENTI DELLAUTO. Il sistema Holoride è stato integrato su un esemplare della AUDI A8 [3] e su uno della AUDI E-TRON [4] a propulsione elettrica: se entrambi è disponibile la demo denominata Marvels Avengers Rockets Rescue Run. I passeggeri dei sedili posteriori, indossando dei visori per la realtà virtuale, possono immedesimarsi nellambientazione del firmato e interagire con esso, conoscendo anche in anteprima uno dei personaggi che sarà introdotto in Avengers: Endgame. I movimenti della vettura sono collegati a quelli della astronave in cui si trovano i passeggeri, sia per le accelerazioni che per i cambi di direzione, soluzione pensata anche per ridurre drasticamente il mal dauto. TRA TRE ANNI SUL MERCATO. La scelta di lavorare con una piattaforma open source e con una startup permetterà secondo lAudi di diffondere in maniera più rapida e creativa questa nuova tecnologia sul mercato. In futuro, lintrattenimento potrebbe spaziare dai videogiochi fino ai tour storici o educativi, sfruttando mappe ad alta precisione e informazioni raccolte in rete, con la possibilità di includere anche la realtà aumentata. Lobiettivo è quello di raggiungere il mercato entro tre anni, sfruttando occhiali VR normalmente in commercio e non più complessi e costosi hardware dedicati. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/AUDI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-CES/NEWS.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUDI-A8 [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/PRIMO_CONTATTO/2018/12/06/AUDI_E_TRON_AL_VOLANTE_DELLA_SUV_ELETTRICA_VIDEO.HTML 2019-01-10 12:23:39 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/10/gruppo_volkswagen_da_apple_e_porsche_al_comando_delle_autonome_/gallery/Alexander-Hitzinger.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23981 Gruppo Volkswagen - Da Apple e Porsche al comando delle autonome http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23981&tipo=fv Il gruppo VOLKSWAGEN [1] investe ancora sulla guida autonoma: ha infatti scelto il nuovo responsabile del progetto di RIDE-HAILING MAAS [2], che dirigerà anche lo sviluppo dei veicoli commerciali. DA APPLE PER LAVORARE SULLA GUIDA AUTONOMA. Si tratta del quarantasettenne tedesco ALEXANDER HITZINGER, che vanta un interessante curriculum: inizialmente impegnato in Formula 1 con il team RED BULL RACING, ha poi lavorato per la PORSCHE e ha trascorso un periodo anche negli Stati Uniti alla APPLE, dove ha fatto parte del team Project TITAN [3], dedicato alla mobilità elettrica e alla guida autonoma. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/VOLKSWAGEN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/TECNOLOGIA/2018/10/30/VOLKSWAGEN_RIDE_HAILING_CON_ELETTRICHE_A_GUIDA_AUTONOMA_IN_ISRAELE.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/08/10/GUIDA_AUTONOMA_DOUG_FIELD_LASCIA_LA_TESLA_E_TORNA_ALLA_APPLE.HTML 2019-01-10 11:30:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/10/ford_explorer_tolti_i_veli_alla_nuova_generazione/gallery/2019-Ford-Explorer-16.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23982 Ford Explorer - Tolti i veli alla nuova generazione http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23982&tipo=fv Rinnovare la Suv più venduta del mercato americano: è con questo impegnativo target che la FORD [1] ha sviluppato la nuova generazione dellEXPLORER [2], che debutterà al SALONE DI DETROIT [3] e arriverà nelle concessionarie nella seconda parte dellanno. Il design esterno è unevoluzione di quello precedente, mentre gli interni con sette posti sono totalmente ripensati con un approccio contemporaneo e ancora maggiore spazio. Sotto il profilo tecnico è importante notare lintroduzione di motori più potenti e di tecnologie volte a migliorare le doti in fuoristrada, oltre al ritorno alla trazione posteriore per gli allestimenti base per offrire una maggiore capacità di traino: tutti gli interventi, secondo la Ford, nascono dal dialogo con i clienti e dallanalisi delle loro reali esigenze nella vita quotidiana. NUOVO INFOTAINMENT VERTICALE, ADAS DI ULTIMA GENERAZIONE. La dotazione di serie prevede due degli elementi ormai imprescindibili di un veicolo: Adas e infotainment. A bordo è stato infatti integrato nella console centrale il display da 8 pollici (quello da 10,1 pollici capacitivo è opzionale) del sistema Sync 3 con FordPass Connect, che dialoga con quello da 12,3 pollici della strumentazione e offre anche lhotspot wi-fi 4G con una sim dedicata. Di serie è previsto anche il pacchetto Ford Co-Pilot360 che include il Pre-Collision Assist con Emergency Breaking, Pedestrian Detection e Forward Collision Warning, il Blind Spot Information System con Cross-Traffic Alert, il Lane Keeping System, lEvasive Steering Assist, il controllo automatico degli abbaglianti e la retrocamera. In opzione è previsto inoltre il Park Assist 2.0 che controlla sterzo, trasmissione, acceleratore e freni per gestire in totale autonomia i parcheggi. QUATTRO E SEI CILINDRI BENZINA, TORNA LA TRAZIONE POSTERIORE. La gamma dei propulsori prevede la sceltra tra il 2.3 Ecoboost da 300 CV e 420 Nm e il V6 3.0 Ecoboost da 365 CV e 515 Nm, entrambi abbinati al cambio automatico a dieci marce con selettore rotante sulla console centrale. Il sistema di trazione integrale opzionale integra il Terrain Management System con sette modalità di guida che intervengono su diversi parametri della vettura, mentre sono sei quelle disponibili per la variante a due ruote motrici. Nella gamma è prevista anche la versione Limited Hybrid, ma la Ford non ha ancora rilasciato i dati completi di questo allestimento, inclusi quelli relativi ai consumi. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FORD.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2018/11/21/FORD_EXPLORER_NUOVO_AVVISTAMENTO_DELLA_SUV_AMERICANA.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-DETROIT 2019-01-10 11:30:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sicurezza/2019/01/10/airbag_usa_la_toyota_richiama_1_7_milioni_di_veicoli/gallery/2018-Toyota-033.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23980 Airbag Takata - Toyota, nuovo richiamo da 1,7 milioni di veicoli http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23980&tipo=fv La TOYOTA [1] ha annunciato un nuovo richiamo di 1,7 milioni di veicoli a livello globale per potenziali problemi degli airbag TAKATA [2]. LA MAGGIOR PARTE DELLE AUTO è NEGLI USA. Nel nuovo richiamo, IL TERZO SU LARGA SCALA [3] diramato dalla Toyota NEGLI ULTIMI MESI [4], sono coinvolti modelli prodotti tra il 2010 e il 2015, la maggior parte dei quali sono stati venduti negli Stati Uniti. Circa 1,3 milioni delle vetture che dovranno essere aggiornate, infatti, circolano sulle strade americane: come per i richiami precedenti, il problema per la sicurezza risiede nel sistema di gonfiaggio degli airbag che potrebbe azionarsi improvvisamente scagliando schegge di metallo sugli occupanti. Il difetto che negli scorsi anni ha portato al richiamo a livello globale di decine di milioni di veicoli di 19 differenti case automobilistiche, ha causato almeno 23 morti e 290 ferimenti, portando alla bancarotta la Takata NEL GIUGNO DEL 2017 [5]. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TOYOTA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/TAKATA [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/SICUREZZA/2018/11/01/TOYOTA_NUOVO_RICHIAMO_PER_1_6_MILIONI_DI_AUTO.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/10/05/TOYOTA_RICHIAMO_PER_2_43_MILIONI_DI_IBRIDE.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA/2017/06/26/TAKATA_DICHIARATA_LA_BANCAROTTA_SARA_ACQUISITA_DALLA_KEY_SAFETY_SYSTEMS.HTML 2019-01-10 10:30:16 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2019/01/09/peugeot_il_prototipo_della_futura_208/gallery/2018-208-ok-32550.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23978 Peugeot - Il prototipo della futura 208 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23978&tipo=fv La PEUGEOT [1] sta portando avanti gli ultimi collaudi della prossima generazione della 208 [2]. Le immagini che vi proponiamo provengono dalla Scandinavia e mostrano la vettura con molti dettagli già definitivi. Il debutto avverà nei prossimi mesi, ma la Casa francese non ha ancora fornito i dettagli del lancio commerciale. GLI STILEMI PIù RECENTI DEL LEONE. Da tempo sappiamo che la Peugeot vuole portare sulla 208 gli stilemi delle sorelle maggiori, che nel frattempo sono state profondamente evolute. Le foto confermano questo aspetto, mostrando sotto alle pellicole i gruppi ottici a Led a tre elementi verticali in coda, simili a quelli della 3008 e le luci diurne Led anteriori verticali, vicine al concetto espresso sulla 508. Nel frontale si nota anche un andamento aggressivo delle prese daria inferiori, mentre la carrozzeria è quella cinque porte: non sappiamo se la tre porte rimarrà disponibile. LA VERSIONE ELETTRICA NEL 2020. La 208 nasce sulla piattaforma modulare Cmp, quella che il gruppo PSA ha adottato in anteprima sulla DS3 Crossback e che servirà da base per tutti i modelli compatti previsti in futuro, inclusa la Opel Corsa. Consentirà di aumentare labitabilità con dimensioni leggermente maggiori e di adottare Adas di ultima generazione, inoltre accoglierà tutti i propulsori Puretech e BlueHDi rivisti per la massima efficienza, ma la chicca è larrivo della versione puramente elettrica, attesa nel 2020 con lo stesso powertrain della già annunciata DS3 CROSSBACK E-TENSE [3]. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/PEUGEOT.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/09/27/PEUGEOT_LA_208_FESTEGGIA_CON_LA_SERIE_SPECIALE_SIGNATURE.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/10/02/DS_3_CROSSBACK_AL_SALONE_DI_PARIGI_ANCHE_LA_E_TENSE.HTML 2019-01-10 10:03:37 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2019/01/10/gruppo_renault_clio_mai_cosi_al_top_dacia_in_crescita_/gallery/3.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23979 Gruppo Renault - Clio mai così al top. Dacia in crescita http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23979&tipo=fv Una quota di mercato del 10% suddivisa tra RENAULT [1] e DACIA [2], con la CLIO [3] che si conferma nel 2018 lauto straniera più venduta nel nostro Paese, raggiungendo il suo miglior risultato di sempre nella classifica delle top seller, ovvero LA SECONDA POSIZIONE [4]. Sono i risultati del gruppo francese, che nellanno appena conclusosi ha registrato circa 187 mila immatricolazioni di auto nella nostra Penisola, dove dispone di una forza lavoro di 8.100 persone, tra cui 800 dipendenti diretti e 7.600 addetti impiegati presso la rete di vendita e assistenza. I MARCHI. NONOSTANTE IL MERCATO SIA IN FLESSIONE [5], dunque, il gruppo Renault mantiene pressoché la stessa quota del 2017, con un leggero miglioramento (dal 9,73% al 9,78% secondo lUnrae). Il marchio della Losanga, pur subendo una contrazione (-6,43%), rimane il quarto per vendite in Italia, mentre la Dacia, undicesima, guadagna una posizione con un incremento del 6,19%. Alpine, invece, ha consegnato 45 esemplari della A110 [6]: numeri di nicchia, certo, ma va considerato che si tratta di una sportiva da circa 60 mila euro, prodotta in soli 20 esemplari al giorno nello stabilimento di Dieppe e con una lunga lista dattesa. LE BEST SELLER. E a proposito di modelli, la Clio, come dicevamo, è ancora lauto straniera più venduta sul nostro territorio, nonché la più gettonata tra le auto del segmento B, con 52.300 unità registrate. Le fa compagnia la Captur, la più venduta tra le B-Suv di produzione estera (29.621 esemplari), e la quinta TRA LE AUTO A RUOTE ALTE [7]. LE DACIA. Quanto a Dacia, il 2018 è stato lanno migliore per la Sandero dallesordio del modello, datato 2008, con circa 29.500 unità consegnate. Particolare successo sta riscuotendo la versione Streetway, che ha già raggiunto il 40% degli ordini. Anche la Duster registra il miglior risultato di sempre (27.600 esemplari), attestandosi come Suv compatta più venduta ai privati in Italia. E le aspettative per il futuro sono ancora alte: Dacia è il marchio del gruppo con i più ampi margini di crescita, ha dichiarato Xavier Martinet, NUOVO DIRETTORE GENERALE DI RENAULT ITALIA [8]. Per esempio, la Sandero è lauto più venduta in Europa ai privati, ma è solo quinta in Italia tra le vetture di segmento B. I MOTORI. Merito del successo anche delle versioni bifuel Gpl, disponibili su tutta la gamma, che fanno di Dacia il terzo marchio in Italia per vendite di auto con questalimentazione. Sebbene in misura minore rispetto ad altri mercati europei, a perdere terreno nel gruppo sono invece le motorizzazioni diesel: se le versioni a gasolio rappresentavano il 66% delle vendite da gennaio ad agosto, la loro quota è scesa al 50% da settembre a dicembre. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/RENAULT.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/DACIA.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/RENAULT-CLIO [4] https://www.quattroruote.it/news/mercato/2019/01/03/panda_clio_e_le_altre_le_20_auto_piu_vendute_in_italia_nel_2018_foto_gallery.html [5] https://www.quattroruote.it/news/mercato/2019/01/02/mercato_italiano_vendite_auto_dicembre_2018.html [6] https://www.quattroruote.it/news/curiosita/2018/12/21/alpine_a110_il_ritorno_della_francesina_che_fu_regina_dei_rally_foto_gallery.html [7] https://www.quattroruote.it/news/curiosita/2019/01/07/_500x_renegade_e_le_altre_le_20_suv_piu_vendute_in_italia_nel_2018_foto_gallery.html [8] https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2018/09/04/renault_italia_xavier_martinet_e_il_nuovo_direttore_generale.html 2019-01-10 10:03:37 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/10/emissioni_diesel_fca_paghera_oltre_700_milioni_di_dollari_per_chiudere_la_causa_negli_usa/gallery/2019-Gruppo-FCA-04.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23977 Emissioni diesel - FCA, oltre 700 milioni di dollari per chiudere la causa negli Usa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23977&tipo=fv Il GRUPPO FIAT CHRYSLER [1] dovrebbe pagare più di 700 milioni di dollari per chiudere la causa civile avviata dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sulla presunta istallazione di software illegali per il controllo delle emissioni su migliaia di veicoli diesel. Laccordo, secondo la stampa americana, dovrebbe essere annunciato già oggi DOPO LE INDISCREZIONI DI IERI [2] su unimminente chiusura delle trattative in corso da ormai diversi mesi. ESBORSO GIà COPERTO. Diverse sono le testate statunitensi che hanno lanciato anticipazioni sui dettagli dellintesa e quasi tutte sono concordi nel rivelare lammontare degli esborsi che il gruppo italo-statunitense sarà obbligato a effettuare a favore delle parti coinvolte nella causa legale. Nel dettaglio FCA dovrebbe pagare sanzioni per 311 milioni di dollari al Dipartimento di Giustizia, allagenzia federale per la protezione ambientale (Epa) e al California Air Resources Board (Carb), almeno 75 milioni ai diversi Stati che hanno denunciato il gruppo con laccusa di frode e 280 milioni per chiudere una class action avviata dai proprietari dei veicoli coinvolti. In tal caso ogni automobilista dovrebbe ricevere circa 2.800 dollari per completare un aggiornamento software già autorizzato nel luglio del 2017 dalle autorità americane. Ulteriori pagamenti, per ora non quantificati, è previsto vengano effettuati a titolo di compensazione delleccesso di emissioni e a favore di altre agenzie o Stati per chiudere ulteriori cause legali. La cifra complessiva, secondo le indiscrezioni, varia tra un minimo di 660 milioni e un massimo di 800 milioni. FCA, che ha sempre negato qualsiasi illecito e smentito lutilizzo intenzionale di software illegali per aggirare i test e le normative sulle emissioni come nel caso del dieselgate, ha comunque già provveduto lo scorso ottobre a coprire leventuale esborso stabilendo a bilancio accantonamenti per 713 milioni di euro, pari a 815 milioni di dollari. Si tratta di importi decisamente inferiori a quanto pagato finora dal gruppo Volkswagen, costretto a sborsare oltre 25 miliardi di dollari tra multe, rimborsi e risarcimenti vari. OGGI LANNUNCIO. Le varie testate sono inoltre concordi nellaffermare come lannuncio dellaccordo, con i relativi dettagli, sia previsto per la giornata odierna. Ad avvalorare tale ipotesi è stata la stessa Epa con la diffusione di un avviso per informare di un "annuncio di una significativa azione civile per affrontare il problema dei test federali sulle emissioni delle auto". Laccordo non dovrebbe inoltre prevedere alcuna ammissione di responsabilità da parte di FCA. Anche la tedesca Bosch, accusata di aver fornito alcune componenti dei motori diesel incriminati, dovrebbe annunciare oggi unanaloga intesa per chiudere una causa civile dietro il pagamento di circa 30 milioni di dollari. LE ACCUSE. La vicenda RISALE AL GENNAIO DEL 2017 [3] quando lEpa, lagenzia federale per la protezione ambientale, ha accusato FCA di aver istallato software illegali per il controllo delle emissioni nei motori 3.0 turbodiesel di 104 mila esemplari di Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram 1500 venduti negli Stati Uniti tra il 2014 e il 2016. Secondo lagenzia, il gruppo non avrebbe fornito informazioni sulla presenza di otto componenti ausiliari della centralina elettronica che consentirebbero di aggirare le normative e quindi i limiti di legge imposti per le emissioni di ossidi di azoto (NOX). Le accuse dellEpa hanno successivamente SPINTO IL DIPARTIMENTO DI GIUSTIZIA [4] ad avviare una causa legale con la richiesta di multe per un totale di oltre 4 miliardi di dollari e, come da prassi negli Stati Uniti, delle trattative con FCA per chiudere il caso, quantomeno dal punto di vista civile. Il Dipartimento ha infatti avviato anche unindagine penale, che dovrà essere ovviamente affrontata in separata sede. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GRUPPO-FCA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2019/01/09/EMISSIONI_DIESEL_VICINO_L_ACCORDO_TRA_FCA_E_IL_DIPARTIMENTO_DI_GIUSTIZIA_USA.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA/2017/01/12/FCA_USA_L_EPA_ACCUSA_UN_SOFTWARE_NEI_MOTORI_DIESEL_JEEP_E_RAM_.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA/2017/05/23/EMISSIONI_DIESEL_GLI_STATI_UNITI_FANNO_CAUSA_AL_GRUPPO_FCA.HTML 2019-01-10 09:01:40 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/aziende/2019/01/09/flotte_la_nostra_intervista_ad_alessandro_grosso_fca_/gallery/2018-fca-ok-.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23976 Flotte - La nostra intervista ad Alessandro Grosso (FCA) http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23976&tipo=fv Nel 2018, tra i brand del gruppo FCA, la FIAT ha immatricolato in Italia 323.342 vetture (-19,65% rispetto al 2017, JEEP 84.535 (+70,77%), LANCIA 48.557 (-19,53%), ALFA ROMEO 43.112 (-4,9%). Ecco la nostra intervista ad ALESSANDRO GROSSO, responsabile Fleet business sales per la regione Emea (Europa, Medio Oriente, Africa). Quali saranno le vostre principali novità di particolare interesse per la clientela business nel 2019? Il 1 giugno, in occasione del Capital market day, la FCA ha presentato il suo nuovo piano industriale con validità fino al 2022. Si tratta di un piano con un orientamento ben preciso, che vede la progressiva elettrificazione della gamma FCA utilizzando tutte le soluzioni attualmente disponibili: elettrico puro, plug-in hybrid, full hybrid, mid hybrid, eccetera. Questo avrà un impatto positivo sulla nostra clientela business che, oltre a continuare ad apprezzare i nostri prodotti, avrà la possibilità diniziare ad approcciarsi alla nostra strategia di sviluppo. Inoltre, avremo importanti novità anche per quanto riguarda i sistemi dinfotainment: del resto, è uno degli aspetti di maggiore interesse da parte clienti. cambiato il mix di richieste tra diesel e alimentazioni alternative? Nel 2018 la FCA ha registrato un incremento della richiesta di alimentazioni alternative a gas, che ha rappresentato un elemento aggiuntivo rispetto alle alimentazioni a gasolio e benzina. Questo fenomeno è risultato essere molto evidente nei canali del noleggio a lungo termine e delle flotte gestite dai dealer. In generale, il mercato si sta evolvendo, probabilmente in modo non proprio lineare: è il frutto, in particolare, della cattiva e a volte errata informazione nei confronti di alcuni carburanti come per esempio il diesel, che in realtà con le nuove tecnologie, già tutte disponibili sul mercato, è molto più pulito di quanto si dica. Su questo punto credo che tutti coloro che sono deputati alla comunicazione verso i cittadini debbano fare maggiore chiarezza. Nel 2018 è cresciuta ulteriormente la domanda di sistemi di ausilio alla guida? La richiesta di Adas continua a crescere in modo sostenuto. Un fenomeno che testimonia al contempo la grande attenzione di noi costruttori e lelevato interesse dei clienti. Attualmente, un cliente su tre chiede che la propria auto sia dotata di tali sistemi ed è una quota che cresce giorno dopo giorno. Sotto questo punto di vista tutta la gamma FCA continua a evolversi, registrando il grande apprezzamento della clientela. Abbiamo intrapreso un percorso importante che, oltre a migliorare le nostre vetture, ci consente di offrire ancora maggiore sicurezza ai clienti. in crescita il noleggio a lungo termine presso la vostra rete di concessionari? Il riscontro che abbiamo dal noleggio a lungo termine in questi anni è estremamente interessante. Continua a farsi strada, soprattutto nelle nuove generazioni, il concetto di utilizzo rispetto a quello di possesso. Nel nostro caso, lincremento è stato di circa il 20% presso la rete: un dato interessante, considerando che si sta creando un vero e proprio mercato di questa modalità di uso delle vetture che solo pochi anni fa era visto con meno certezze. Seguendo landamento di mercato, è ipotizzabile che questo fenomeno continui a crescere: siamo già attivi con la proposta di nuove soluzioni, sempre più favorevoli per la rete e i clienti. 2019-01-10 09:01:40 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/diario_di_bordo/2019/01/04/suzuki_vitara_una_settimana_con_la_1_0_boosterjet_4wd_allgrip/gallery/2019-Suzuki-Vitara-1.0-Boosterjet-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23975 Suzuki Vitara - Una settimana con la 1.0 Boosterjet 4WD Allgrip - DAY 4 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23975&tipo=fv Questa settimana, nel nostro Diario di bordo, mettiamo alla prova un classico, la SUZUKI VITARA [1]. Giunta alla quarta generazione (lanciata nel 2015), la giap è stata ristilizzata nei mesi scorsi, con novità in campo estetico, nella dotazione di bordo, nei sistemi di sicurezza e nei motori. Partendo da questi ultimi, la Vitara del test adotta il new entry, l1.0 Boosterjet tre cilindri turbobenzina da 112 CV, abbinato al cambio manuale a cinque marce e alla trazione integrale 4WD Allgrip Select. La carrozzeria è bicolore, grigio Glasgow con tetto nero metallizzato, mentre lallestimento è quello di punta, Starview (prezzo di listino nella nostra motorizzazione, 26.620 euro), che include, tra laltro anabbaglianti a Led, sedili di pelle scamosciata riscaldabili, sistema keyless, navigatore satellitare, sensori di parcheggio anteriori e posteriori, cruise control adattivo, retrovisori ripiegabili e tetto apribile (clima automatico, monitor touch da 7 compatibile con Android Auto ed Apple CarPlay, retrocamera, sedili riscaldabili e altro sono già presenti dallallestimento Cool). IL MILLINO SPINGE BENE [DAY 1]. Mi piace, della Suzuki Vitara, limmagine giovane e disinvolta. Caratteristica, questultima, che la Suv conferma pure nella non facile guida in mezzo al traffico milanese. La taglia, del resto - quattro metri e 17 cm di lunghezza - consente di muoversi sempre con agilità e di parcheggiare senza tanti problemi (qui, poi, la dotazione di sensori e retrocamera è al completo). Al posto guida noto alcune cose: sedile ampio, che sostiene bene il busto, regolazione dello schienale a scatti e cintura che scorre in altezza. Ci si sistema velocemente al volante, un po inclinato e dalla corona sottile: si guida in posizione rialzata, a busto dritto e ginocchia piegate. Così, la Vitara è facile da decifrare, anche perché risponde in modo pronto e sincero, in virtù di una massa contenuta, considerata la presenza della trazione integrale. Il tre cilindri si sente appena, al minimo: poi, la sua risposta in Auto è normale, più rotonda che sprintosa; in ogni caso la coppia è adeguata ai bassi regimi. Il tre diventa più pronto ruotando la manopola sul tunnel in Sport, anche se il vero caratterino l1.0 lo mostra quando lo si spreme a fondo, dopo i 4.500 giri e fino allingresso, un po brusco, del limitatore sulla soglia dei 6.000. Gradevole il cambio manuale, ben manovrabile e dalla frizione corta e non affaticante. Più che altro, le cinque marce, molto spaziate, non consentono di sfruttare sempre a fondo le potenzialità di questo millino. Che vanta buone prestazioni ed è ben isolato, al contrario della gommatura da 17 pollici, il cui rumore di fondo si fa sentire talvolta a velocità non elevate. Ridotti, invece, i fruscii aerodinamici. La Vitara, dunque, si conferma versatile, e non solo quando la si sfrutta dinverno per una vacanza in montagna. ANDREA STASSANO, REDAZIONE AUTONOTIZIE IL TRE CILINDRI MI HA CONVINTO [DAY 2]. Non sono mai stato un grande fan dei tre cilindri. Lho già scritto, in occasione di diari di bordo precedenti, ed ero pronto a ripeterlo per questa Vitara dotata dell1.0 Boosterjet turbobenzina. E, invece, è bastato un lungo giro in città, più qualche tratto di provinciali e una breve sezione della tangenziale milanese, per farmi ricredere, almeno in questo caso. Lunico problema che i progettisti di questi propulsori dovrebbero riuscire a risolvere, in fondo, è quello del rumore, la cui tonalità, soprattutto al salire dei giri, resta un po sgradevole. Ma questo tricilindrico (perdonate il brutto termine, ma rende lidea) Suzuki, nonostante la potenza non esuberante, spinge a dovere e rende la Vitara una delle Suv compatte a mio parere più divertenti: permette scatti brillanti ai semafori, slalom nel traffico per sfruttarne gli eventuali varchi (non si dovrebbe), allunghi insospettabili. Talvolta, se si esagera, si arriva abbastanza rapidamente a far entrare in funzione il limitatore, che taglia in maniera un po repentina la spinta. Ma è un dettaglio, relativo a un comportamento riprovevole; in compenso, in queste situazioni si apprezza la buona manovrabilità del cambio, privo però di una sesta marcia probabilmente incompatibile con lerogazione della potenza del propulsore. Perché, se vogliamo, il limite di questo turbobenzina è proprio questo: la fatica a sostenere le marce alte quando la velocità scende, accompagnata a una certa difficoltà nel riprendere dalle basse andature. Ma basta scalare un rapporto, per ritrovare tutta la grinta di questo motore e dei 112 CV che, in molte occasioni, sembrano essere anche di più. Ultima nota, sui consumi: nonostante una guida un po disinvolta, necessaria per poter valutare il comportamento del motore, è bastato uscire dalla città e viaggiare per un po a velocità costante per guadagnare almeno un km al litro, arrivando alla fine a sfiorare una media dei 12. EMILIO DELEIDI, REDAZIONE ATTUALITà E INCHIESTE DAVVERO COMODA, PECCATO CHE CHI SIEDE DIETRO... [DAY 3]. Al termine del mio giro, ciò che mi ha colpito di più della Vitara è stato senza dubbio il confort. Una volta a bordo, non cè nulla di particolare che attiri lattenzione. Anzi, al primo colpo docchio gli interni appaiono abbastanza sobri, con pochi comandi distribuiti in modo ordinato sia sul volante sia sulla console centrale, in cima alla quale domina il display del sistema dinfotainment. Bastano pochi chilometri, però, per apprezzare la qualità delle sedute, avvolgenti e soffici al punto giusto, che non affaticano neanche dopo lunghi tragitti. E se da un lato le velleità fuoristradistiche di questa 4WD Allgrip sono una garanzia per la tenuta, anche sulle strade più scivolose di questo periodo dellanno, non su tutte le concorrenti avevo riscontrato una simile capacità delle sospensioni di assorbire al meglio dossi, buche e sconnessioni del manto stradale. A completare la piacevolezza degli spostamenti, ci pensano la frizione leggera e il cambio, davvero poco contrastato e morbido negli innesti. Purtroppo, chi siede dietro ha spazio per le gambe, ma poca aria sopra la testa (i più alti devono quasi accucciarsi per non toccare il cielo) a causa del tetto panoramico, senza contare che la presenza del tunnel centrale sconsiglia il trasporto del quinto passeggero, se non per brevi tragitti. Il confort delle sedute, poi, qui si rivela controproducente: se si decide di abbattere il divano, infatti, gli schienali rimangono parecchio sollevati (vedi foto), complicando leventuale trasporto di oggetti lunghi. Comoda, invece, la presenza della retrocamera, che in fase di parcheggio offre la precisa percezione della distanza dagli ostacoli, facilitando le manovre anche negli spazi più angusti. ALESSANDRO CARCANO, REDAZIONE MERCATO [DAY 4]. Prima di salire sulla Vitara lho voluta osservare per bene. Le modifiche del restyling non ne hanno snaturato limpostazione, anzi. Il look è quello di sempre, fatta eccezione per alcuni dettagli, come i paraurti e la calandra, che la rendono più attuale. Lassemblaggio, sia dentro sia fuori, appare ben curato, soprattutto per quanto riguarda alcuni particolari, come le guarnizioni, che isolano a dovere labitacolo da rumori esterni e fruscii. Mettendomi al volante ho subito regolato il sedile nella posizione più vicina al pavimento che, tuttavia, non si è rivelata sufficientemente bassa per permettermi di guidare comodamente: il tetto panoramico apribile, infatti, toglie qualche centimetro di spazio per la testa, influendo negativamente anche sullabitabilità posteriore. Con il sistema keyless avvio il tre cilindri con il tasto presente alla base del piantone del volante e subito collego il cavo Usb per utilizzare Android Auto: la configurazione, effettuabile solo da fermi e con freno a mano tirato, è estremamente rapida e intuitiva, ma non si può dire lo stesso del funzionamento. Quando si utilizza unapp di musica in streaming e si cerca di fare una chiamata, per esempio, il sistema perde di fluidità, arrivando quasi a bloccarsi. Linfotainment è rimasto invariato rispetto alla versione precedente, ma, mirroring escluso, è semplice da usare anche durante la guida grazie a una grafica semplificata. Solitamente non apprezzo la mancanza di un comando fisico per la regolazione del volume dellaudio, ma il sistema touch di questa Suzuki non mi ha fatto rimpiangere lassenza della classica manopola. Fin dai primi metri di guida ho notato il ricambio generazionale a livello propulsivo: il nuovo 1.0 turbo è molto più spigliato rispetto al 1.6 aspirato che è andato a sostituire e permette di viaggiare senza problemi anche a bassi regimi, a tutto vantaggio dei consumi. Per quanto riguarda sterzo e assetto, invece, avrei preferito unimpostazione meno "morbida": la Vitara punta sul confort a discapito della dinamica di guida. MIRCO MAGNI, REDAZIONE ONLINE. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SUZUKI-VITARA 2019-01-10 08:37:11 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/09/dakar_tappa_3_vittoria_per_peterhansel_e_ora_leader_nella_generale/gallery/peterhansel.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23974 Dakar - Tappa 3 - Vittoria e leadership per Peterhansel http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23974&tipo=fv STEPHANE PETERHANSEL HA VINTO LA TERZA TAPPA DELLA DAKAR CHE HA PORTATO LA CAROVANA DA SAN JUAN DE MARCONA FINO AD AREQUIPA, in un percorso totale di 467 chilometri, con una speciale lunga 331. Il francese del X-Raid Mini JCW team è riuscito a dare un colpo di spugna allopaca prestazione di ieri, vincendo la tappa odierna e prendendo un discreto vantaggio sulla Toyota di Nasser Al-Attiyah, che ha chiuso secondo. "Questa è stata una bella tappa, con dune impegnative e una navigazione complicata: la grande classica peruviana", ha commentato "Monsieur Dakar" prima di aggiungere "Direi che è fondamentale evitare qualsiasi tipo di errore o problema nella marathon stage, perché è lì che ho già perso la scorsa edizione della Dakar". PICCOLA MODIFICA AL REGOLAMENTO. La terza giornata di gara è iniziata con una novità regolamentare, comunicata ieri sera alle squadre mediante una circolare. LASO ha infatti deciso di vietare laggiunta di qualsiasi informazione al road book ufficiale, mettendo dunque uno stop alla figura del mapman. La perdita del road book o laggiunta di informazioni porta a una penalità di 3 ore aggiunte al tempo di gara e, nel caso di una infrazione ripetuta, si arriverà anche alla squalifica dellequipaggio. PETERHANSEL IN TESTA ALLA GENERALE. Tre tappe e tre vincitori diversi, questo è il primo bilancio della Dakar che vede la sfida per la vittoria ancora molto aperta. Oggi è toccato a Peterhansel tagliare per primo il traguardo, dopo una bella battaglia con la Toyota Hilux di Al-Attiyah. Il veterano francese ha saputo capitalizzare però nel tratto finale, chiudendo davanti a tutti e prendendo anche la leadership nella classifica generale, dove guida con un tempo di 3 ore, 54 minuti e 31 secondi. La Toyota del qatariota Al-Attiyah segue con un gap di 3 minuti e 26 secondi. Il piazzamento sul gradino più basso del podio consolida anche la terza posizione in generale di Jakub Przygonsky che, a bordo della sua Mini Orlen X-Raid, è terzo con 11 minuti di distacco dalla vetta. PRIMI COLPI DI SCENA. Difficilmente potremo veder lottare per la vittoria finale Carlos Sainz o Giniel De Viliers. Oggi i due rivali hanno avuto destini del tutto simili, bloccati da rotture di natura meccanica costate davvero parecchio tempo ai due, scivolati molto indietro in classifica. Giornata difficile anche per il nove volte campione del mondo rally, Sébastien Loeb: dopo il successo ottenuto ieri, il pilota francese ha avuto delle difficoltà legata alla navigazione e ha tagliato il traguardo in decima posizione. Laver perso 42 minuti dal leader della gara lo ha fatto scivolare indietro anche nella classifica generale. 2019-01-09 21:24:41 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/09/bose_la_cancellazione_attiva_del_rumore_arriva_in_auto/gallery/Bose-QuietComfort-Road-Noise-Control.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23973 Bose - La cancellazione attiva del rumore arriva in auto http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23973&tipo=fv Cancellare il rumore generando onde sonore opposte. questa lidea alla base dei sistemi di riduzione attiva del rumore, già disponibili su alcune automobili, come, per esempio la JEEP CHEROKEE [1] o la FORD EDGE [2]. Questa tecnologia, grazie alla Bose, potrebbe presto diffondersi sempre su più modelli. AUTO SEMPRE PIù SILENZIOSE. Lazienda statunitense specializzata nellaudio professionale ha annunciato al Ces di Las Vegas di aver reso disponibile la tecnologia Quietcomfort alle case automobilistiche di tutto il mondo. Sfruttando dei microfoni, il sistema Road Noise Control (Rnc) individua i suoni fastidiosi (come il rotolamento degli pneumatici) e genera delle onde sonore con la stessa ampiezza ma con fase opposta, così da ridurre sensibilmente i rumori percepiti dagli occupanti. La versione destinata alle automobili dispone di accelerometri e sfrutta direttamente le casse dellimpianto audio della vettura. LRnc potrà inoltre essere abbinato a due tecnologie come lEngine Harmonic Cancellation (Ehc), che riduce i rumori provenienti dal motore, e lEngine Harmonic Enhancement (Ehe), che invece rende più coinvolgente il sound del propulsore. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/JEEP-CHEROKEE [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FORD-EDGE 2019-01-09 18:40:18 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/viabilita/2019/01/09/autostrade_toninelli_blocco_tariffe_per_tutto_il_2019/gallery/2019-rincari-autostrade.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23971 Autostrade - Toninelli: blocco tariffe per tutto il 2019 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23971&tipo=fv Il BLOCCO DEGLI AUMENTI DELLE TARIFFE AUTOSTRADALI [1], previsto fino al 30 giugno, sarà esteso a tutto il 2019 e a tutte le concessionarie. Lo ha dichiarato oggi, nel corso del question time alla Camera dei deputati, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli. Attraverso il lavoro che ha portato allemanazione dei decreti interministeriali del 31 dicembre 2018 abbiamo evitato gli aumenti per circa il 90% delle autostrade italiane, almeno fino al 30 giugno, ma abbiamo lobiettivo ambizioso di estendere il blocco a tutto il 2019. Gli aumenti, ha sottolineato, sono stati scongiurati e non sospesi in quanto, differentemente dal passato, non potranno comportare un incremento tariffario. BLOCCO SU TUTTA LA RETE. Non solo. Il blocco degli incrementi potrebbe essere esteso anche al 10% di rete a pagamento che, invece, ha potuto ritoccare allinsù le tariffe. Il ministero sta lavorando per la riduzione o leliminazione degli incrementi dei pedaggi anche per il restante 10% della rete autostradale, ha annunciato. TARIFFE DIMEZZATE CON LA DELIBERA CIPE DEL 1994. Citando una regola tariffaria prevista da una delibera del 1994 del Cipe, lallora Comitato interministeriale per la programmazione economica, ma mai applicata, Toninelli ha rivelato anche che in base a questa disposizione i pedaggi sarebbero variati in base ai prezzi al consumo e al traffico effettivo nel periodo considerato. Se fosse stata applicata questa regola, le tariffe sarebbero aumentate, dal 1994 a oggi, del 9%, mentre invece sono aumentate del 90%. Questo perché quella delibera non è mai stata recepita nelle convenzioni successive. POSSIBILE RIDUZIONE DELLE TARIFFE. Per quanto riguarda il futuro, il ministro ha ricordato lintroduzione di regole tariffarie improntate al principio del price-cap che potranno comportare anche una riduzione rispetto a quelle vigenti. Le nuove formule tariffarie, ha concluso il ministro, sono già adottabili per le società concessionarie nei cui confronti è scaduto il periodo regolatorio e che dunque devono aggiornare i contratti; inoltre, nuovi regimi tariffari sono previsti anche per le concessioni autostradali scadute e nei cui confronti sono state avviate procedure di riaffidamento. Queste nuove regole saranno estese a tutti i concessionari quando scadranno i periodi quinquennali avviati prima del DECRETO GENOVA [2]. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/VIABILITA/2019/01/01/AUTOSTRADE_AUMENTI_DEI_PEDAGGI_SOSPESI_IN_GRAN_PARTE_DELLA_RETE.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CRONACA/2018/11/15/PONTE_MORANDI_IL_DECRETO_GENOVA_E_LEGGE.HTML 2019-01-09 18:02:56 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/09/mclaren_il_teaser_della_nuova_longtail/gallery/2018-longtail-ok-.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23972 McLaren - Il teaser della nuova Longtail http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23972&tipo=fv La MCLAREN [1] ha diffuso il teaser di un nuovo modello della famiglia LONGTAIL, che sarà svelato il prossimo 16 gennaio. Pur non fornendo alcuna indicazione aggiuntiva, se non quella della produzione limitata a soli 12 mesi, la McLaren ha scelto di mostrare un particolare molto caratteristico della vettura, ovvero i terminali di scarico verticali: è molto probabile quindi che la vettura sia la 600 LT SPIDER. QUINTO MODELLO LONGTAIL DELLA STIRPE. Con la 600 LT COUPé [2] presentata a luglio 2018 a Goodwood, la naturale evoluzione del progetto è proprio labbinamento tra la meccanica e laerodinamica modificata e la carrozzeria spider, seguendo lesempio della precedente 675 LT, a sua volta ispirata alla F1 originale. La vettura dovrebbe quindi adottare lo stesso propulsore V8 3.8 biturbo da 600 CV e le nuove appendici aerodinamiche studiate per massimizzare la downforce, mentre il peso dovrebbe risultare leggermente superiore ai 1.247 kg della coupé ma pur sempre ridotto rispetto alla 570S Spider da cui deriva. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MCLAREN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/06/28/MCLAREN_600LT_LA_SPORT_SERIES_DIVENTA_ESTREMA.HTML 2019-01-09 18:02:56 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/viabilita/2019/01/09/ztl_le_ibride_non_potranno_circolare/gallery/2018-Area-C-Milano-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23969 Zone a traffico limitato - DellOrco: "Le ibride non potranno accedere" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23969&tipo=fv Via le ibride dalle Ztl. Lo ha annunciato oggi il sottosegretario alle infrastrutture Michele DellOrco rivelando lintenzione del governo di modificare la norma appena introdotta con la LEGGE DI BILANCIO PER IL 2019 [1]. In pratica, dall1 gennaio le auto ELETTRICHE [2] e IBRIDE [3] possono accedere liberamente nelle Ztl. Ma presto questa facoltà sarà riservata solo alle auto a batteria. In accordo con il Parlamento, stiamo lavorando a una modifica normativa che elimini la possibilità di accesso alle Ztl anche per le auto ibride, lasciandola solo per i veicoli elettrici. Ritocco, peraltro, che il Mit aveva suggerito anche durante lesame della norma in legge di Bilancio. In questo modo la misura potrà realmente rispondere alla necessità di far sviluppare il mercato dellelettrico e un ricambio del parco mezzi privati con veicoli a basso impatto, ma non rischierà di affollare i centri storici delle città. NIENTE AUTO NELLE AREE PEDONALI. Il sottosegretario ha anche ricordato che la modifica del codice della strada contenuta nella Legge di bilancio, non consente laccesso alle auto nelle aree pedonali, come invece qualcuno ha interpretato. La formulazione della norma, ha sottolineato DellOrco, non apre le porte delle zone pedonali alle auto e ai motorini elettrici o ibridi. Larticolo 3 del codice della strada, che definisce appunto le aree pedonali delle città, stabilisce che in queste zone possano circolare esclusivamente pedoni, biciclette, veicoli di persone con disabilità, mezzi delle forze di polizia e di soccorso. Questo articolo del codice non è stato modificato dalla norma che abbiamo inserito in Bilancio: va da sé che è logicamente impossibile ipotizzare alcuna estensione di accesso ai veicoli nelle aree pedonali. E chi afferma il contrario dice il falso. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/BUROCRAZIA/2018/12/22/ECOBONUS_IL_PREZZO_MASSIMO_SALE_A_61_MILA_EURO.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUTO-ELETTRICHE [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUTO-IBRIDE 2019-01-09 17:38:15 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2019/01/09/cina_l_auto_frena_nel_2018_primo_calo_delle_vendite_in_20_anni/gallery/2019-Traffico-auto-Cina-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23970 Cina - Lauto frena: nel 2018 primo calo delle vendite in 20 anni http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23970&tipo=fv Il mercato automobilistico cinese lancia un segnale negativo allintero settore delle quattro ruote. Nel 2018, secondo i dati diffusi dalla China Passenger Car Association (CPCA), le vendite sono infatti diminuite per la prima volta negli ultimi venti anni. In particolare, la flessione è stata del 6%, con 22,7 milioni di nuove unità registrate. SEGNALI DI RALLENTAMENTO GIà NEL 2017. La brusca frenata del 2018, accentuata nel solo mese di dicembre da un tonfo del -19%, segue comunque un primo segnale di rallentamento riscontrato già nel 2017, quando le vendite, in quello che da anni ormai è il maggior mercato al mondo, sono salite di appena l1,4% dopo il +15% del 2016. Sullandamento dellanno scorso pesano diversi fattori, sia interni che esterni, che potrebbero determinare un ulteriore calo nel 2019. La debolezza delleconoma nazionale, il tono negativo dei mercati borsistici e la disputa commerciale con gli Stati Uniti hanno infatti influito sulla fiducia dei consumatori e quindi sulla loro propensione allacquisto di beni durevoli, come le auto. Altri fattori, non certo secondari, sono la minor popolarità dei diesel, la crescente diffusione dei servizi di car sharing con la relativa flessione della domanda di auto di proprietà e infine alcune iniziative governative, tra cui le leggi contro particolari forme di finanziamento usate tradizionalmente per lacquisto di veicoli e laumento dellimposizione fiscale. A tal proposito, Cui Dongshu, segretario generale del CPCA, ha ricordato come la decisione presa quattro anni fa da Pechino di tagliare dal 10% al 5% limposta sugli acquisti sia stata cruciale per spingere il mercato di nuovo su un sentiero di crescita sostenuta. Tuttavia, allinizio dellanno scorso, laliquota è tornata al 10% frenando gli acquisti. MERCATO IN FASE DI NORMALIZZAZIONE? Da anni, comunque, si parla della necessità di un processo di "normalizzazione" della crescita per un mercato da troppo tempo in continuo boom. Anche per questo Cui ha definito il calo del 2018 come normale dopo anni di crescita sostenuta, mentre lassociazione prevede per il 2019 una stabilizzazione della domanda con un aumento delle vendite atteso intorno all1%. Tuttavia, sono molti gli analisti e gli osservatori di mercato a prevedere unulteriore brusca contrazione. La statunitense Goldman Sachs si aspetta, per esempio, una flessione del 7% ma anche un ritorno alla crescita già nel 2020. La China Association of Automobile Manufacturers (CAAM) non vede invece alcun segnale positivo per lanno corrente a causa di una contrazione della domanda innanzitutto in quelle città di terzo e quarto livello (ossia sotto i 4 milioni di abitanti) che hanno finora sostenuto landamento del mercato. Un mercato che, comunque, potrebbe ricevere ancora una volta una spinta decisiva da Pechino, visto che dalla Commissione Nazionale per lo Sviluppo e le Riforme sono arrivati segnali sulla possibilità di nuove misure per stimolare i consumi di beni durevoli. ELETTRICHE IN CONTROTENDENZA. In un contesto nel complesso negativo continua, invece, a brillare la stella delle elettriche o comunque dei veicoli ad alimentazione alternativa (New Energy Vehicle-NEV). Secondo la CPCA, nel 2018 sono stati venduti oltre 1 milioni di auto NEV, l88,5% in più rispetto al 2017 grazie ai forti programmi di incentivazione fiscale varati dal governo per favorire ladozione dellelettrico e quindi abbattere gli elevati livelli di inquinamento dellaria. 2019-01-09 17:38:15 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/09/auto_volanti_la_bell_nexus_in_mostra_al_ces/gallery/2019-Bell-Nexus-3.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23968 Auto volanti - La Bell Nexus in mostra al Ces http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23968&tipo=fv La americana BELL ha presentato al CES DI LAS VEGAS il modello completo del NEXUS, un innovativo veicolo volante destinati ai servizi di AIR TAXI che in futuro offriranno una alternativa alle trafficate strade metropolitane. Per il momento è stato svelato uno scenografico modello a grandezza naturale, ma lintenzione è quella di avviare i collaudi già nel corso del 2020. Lobiettivo commerciale è invece quello di avviare il servizio per i clienti a partire dal 2023 e uno dei partner del progetto è il gigante del settore, Uber, allinterno del NUOVO CONCEPT UBER ELEVATE [1]. SEI ROTORI ELETTRICI PER IL DECOLLO E ATTERRAGGIO VERTICALE. Il Bell Nexus ha una forma che ricorda un drone: è dotato infatti di sei eliche orientabili che permettono i decollo e latterraggio verticale, fondamentali per i trasporti urbani e per poter utilizzare spazi ristretti come il tetto dei grattaceli e delle costruzioni per evitare qualunque problema sulle strade. Viene quindi classificato come eVOTL (electric Vertical Take-Off and Landing). PROPULSIONE IBRIDA, PILOTA A BORDO. Contrariamente ad altri progetti il powertrain è ibrido e sviluppato dalla Safran e sfrutta una turbina a gas che alimenta i motori elettrici per circa 240 km di autonomia totale, ma in futuro è prevista anche la possibilità di sfruttare solo gli accumulatori quando la tecnologia li renderà sufficienti per questo utilizzo. Labitacolo può ospitare in totale 5 passeggeri e nel padiglione è integrato un display che fornisce indicazioni sulla posizione e sul tragitto, inoltre sono previsti anche sistemi di realtà aumentata per i cristalli laterali. La guida sarà affidata a un pilota coadiuvato da sistemi autonomi attualmente in fase di sviluppi insieme a Garmin e anche la tipologia e la logica di funzionamento dei comandi saranno oggetto di studi e ricerche approfondite, per consentire anche a piloti non molto esperti di poter controllare il veicolo. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/TECNOLOGIA/2018/05/09/UBER_ELEVATE_CON_LA_NASA_E_L_ESERCITO_PER_LE_AUTO_VOLANTI.HTML 2019-01-09 17:10:52 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/cronaca/2019/01/09/trasporto_pubblico_lunedi_21_gennaio_sciopero_nazionale_di_quattro_ore/gallery/2019-sciopero-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23967 Trasporto pubblico - Il 21 gennaio sciopero nazionale di quattro ore http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23967&tipo=fv Il 21 gennaio si prospetta un lunedì nero per gli spostamenti urbani. stato indetto infatti uno sciopero nazionale del trasporto pubblico che interesserà tutti i mezzi di superficie, le metropolitane e i pullman a noleggio. Lo stop sarà di quattro ore (dalle 10 alle 14 per gli autisti dei pullman) con modalità che saranno decise a livello locale e nel rispetto delle fasce di garanzia. NORME UE SU TEMPI DI GUIDA E RIPOSO. Lo sciopero è stato organizzato dalle sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil e da Faisa Cisal e Ugl-Fna contro le proposte europee di nuove norme sui tempi di guida e di riposo che, secondo i rappresentanti dei lavororatori, "liberalizza il mercato internazionale dei servizi di trasporto passeggeri a lunga percorrenza, svolto con autobus e pullman nellUnione europea". 2019-01-09 16:42:41 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2019/01/08/ford_fiesta_il_prototipo_di_una_b_suv/gallery/2019-Ford-Fiesta-Suv-spy-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23966 Ford - Le prime immagini del prototipo di una B-Suv http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23966&tipo=fv Anche la FORD [1] sta lavorando a una B-Suv e queste sono le prime foto spia di un prototipo. Lintenzione appare quella di avvicinarsi alla formula della concorrenza diretta, ma non sappiamo in questo momento se questo significherà affiancare o sostituire lECOSPORT [2], almeno per quanto riguarda il mercato europeo. Il debutto potrebbe avvenire entro il 2020. CARROZZERIA SPECIFICA. La piattaforma dovrebbe essere quella della FIESTA [3], dalla quale dovrebbero quindi derivare anche le unità propulsive. Anche se le proporzioni possono ricordare la FIESTA ACTIVE [4] è evidente che questo muletto adotta una carrozzeria specifica: le portiere e i cristalli hanno un taglio differente, nonostante gli specchietti retrovisori siano sostanzialmente identici. In coda si intravedono dei gruppi ottici dalla forma scavata, mentre quelli anteriori definitivi non sono presenti. Sono assenti anche i mancorrenti sul tetto, mentre nella zona del portellone si nota un accenno di terzo volume che potrebbe indicare una capienza extra per il vano bagagli. LINFOTAINMENT. Uno degli scatti della fiancata lascia intravedere lo schermo dellinfotainment, che con il suo stile tablet a centro plancia richiama nuovamente la Fiesta. Questo però è lunico dettaglio dellabitacolo, del quale non esistono per ora foto specifiche. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FORD.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FORD-ECOSPORT [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FORD-FIESTA [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/11/21/FORD_FOCUS_ACTIVE_ANCHE_LA_MEDIA_SI_DA_UN_LOOK_DA_CROSSOVER.HTML 2019-01-09 15:21:47 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2019/01/09/bmw_dalla_inext_alla_x7_tutte_le_novita_di_las_vegas/gallery/2019-BMW-Ces-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23964 BMW - Dalla iNext alla X7: tutte le novità di Las Vegas http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23964&tipo=fv In occasione del CES DI LAS VEGAS [1], la BMW [2] ha presentato al pubblico la propria visione di mobilità connessa del futuro. Oltre alla VISION INEXT [3], vero e proprio punto focale dellesposizione della Casa tedesca, al Consumer Electronics Show sono presenti anche modelli di produzione, come la X7 [4], e tecnologie già pronte per il lancio commerciale, come lINTELLIGENT PERSONAL ASSISTANT [5]. Non mancano, infine, delle aree di dimostrazione della guida autonoma, anche a due ruote con la R 1200 GS SELF RIDING [6]. LA INEXT. In attesa del debutto, previsto per il 2021, della versione di produzione della iNext, grazie alla realtà virtuale i visitatori del Ces possono salire a bordo della concept sperimentandone le varie funzionalità, dalla guida autonoma al sistema di realtà aumentata integrato nel parabrezza. Il prototipo con proporzioni da Suv dispone di un abitacolo particolarmente spazioso al quale si può accedere con grande facilità grazie allassenza di un montante centrale tra le due portiere che si aprono in direzioni opposte. Caratterizzata da un powertrain elettrico, la iNext dispone di un sistema driverless ma, nella modalità Boost, il proprietario può decidere di guidarla sfruttando il volante retraibile integrato nella plancia minimalista di questa concept che, tra le altre cose, utilizza un tessuto con microchip annegati nelle fibre tessili che lo rendono reattivo al tatto, trasformandolo, di fatto, in una sorta di touchpad. LASSISTENTE PERSONALE. Per mostrare le potenzialità dellIntelligent Personal Assistant, la BMW ha esposto al Ces di Las Vegas alcuni esemplari della nuova X5, sulla quale sarà disponibile a partire dal prossimo mese di marzo. Il guidatore può utilizzare il sistema semplicemente parlando: per avviarlo è sufficiente pronunciare la frase "Hey BMW" e indicare semplicemente alla vettura cosa fare. Oltre a svolgere le funzioni di assistente personale, questa tecnologia può apprendere le abitudini del proprietario e aiutarlo, per esempio, nellutilizzo della suite Office integrata o nella ricerca di un parcheggio. CHARGEFORWARD. Grazie al Digital Charging Service, invece, i clienti che hanno scelto una BMW elettrificata potranno migliorare la propria esperienza dutilizzo, facendo scegliere direttamente alla vettura quando far partire la ricarica per avere la massima autonomia al momento della partenza sfruttando le fasce orarie in cui lelettricità è meno cara. Con ChargeForward la Casa ha voluto fare un ulteriore passo avanti, creando un progetto pilota che ha coinvolto 300 clienti dellarea di San Francisco per consentire alle vetture di ricaricarsi nei momenti in cui la rete elettrica viene alimentata da fonti di energia rinnovabili, sospendendo la ricarica quando la richiesta locale di elettricità risulta particolarmente elevata. PER LA CINA Cè TMALL GENIE. Dedicato al mercato cinese, ma comunque presente anche a Las Vegas, è Tmall Genie, il nuovo assistente personale sviluppato dalla Alibaba A.I. Labs che sarà integrato su tutti i nuovi modelli del costruttore tedesco. Sfruttando unintelligenza artificiale, il sistema permette al guidatore di controllare varie funzioni dellauto con la propria voce, potendo, per esempio, richiedere allintelligenza artificiale di effettuare ricerche online, acquistare prodotti, prenotare un tavolo in un ristorante oppure controllare gli orari di apertura di un negozio. IL FUTURELIGHT CAMPER. La BMW Designworks ha presentato al Ces il Futurelight Camper, un concept sviluppato con la The North Face e pensato per il campeggio. Realizzata con un tessuto idrorepellente ma traspirante, la copertura di questa sorta di roulotte compatta dispone di microfori che permettono di mantenere linterno asciutto anche nelle condizioni meteorologiche più difficili. Il telaio del rimorchio è di fibra di carbonio. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CES [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/BMW.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BMW-INEXT [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BMW-X7 [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/TECNOLOGIA/2018/09/07/BMW_ARRIVA_L_ASSISTENTE_PERSONALE_DI_BORDO.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.DUERUOTE.IT/NEWS/MOTO-SCOOTER/2018/09/12/GUIDA-AUTONOMA-ECCO-LA-BMW-R-1200-GS-2018-CHE-GUIDA-DA-SOLA.HTML 2019-01-09 15:03:50 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/aziende/2019/01/09/intervista_a_massimo_ghenzer_dieci_anni_di_consulenza_contro_la_crisi/gallery/ghenzer-ok.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23965 Massimo Ghenzer - Dieci anni di consulenza contro la crisi http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23965&tipo=fv Compie dieci ARETé METHODOS, la società di consulenza strategica fondata da un decano dellautomobilismo italiano e internazionale, MASSIMO GHENZER, che al momento del pensionamento da Dg di TRENITALIA, con un passato da supermanager della FORD, si è rimesso in gioco con DROMO FAFFA, altro grande esperto delle reti di vendita. Unoccasione per fare due chiacchiere con un 75enne di quelli che hanno tanto da insegnare, ma mai in modo pedante, tirando fuori consigli utilissimi anche (e forse soprattutto) per i neolaureati che sognano di entrare in questo mondo, tornato centrale e affascinante più che mai dopo un decennio grigio, di crisi, durante i quali Areté ha contribuito a migliorare lanalisi della domanda e i processi di vendita per conto delle Case. Partiamo dal nome, Areté, la virtù dei greci. Ha un significato particolare? Il riferimento è al passato, ai valori familiari, persino del mondo agricolo, e il posto che abbiamo scelto per il Centro ricerche, Foligno, nel cuore dellUmbria ma vicino alluniversità di Perugia, rispecchia tutto questo. Qui lavorano 23 donne, in maggiornaza laureate in Economia, per cinque ore al giorno, su due turni, per coprire la giornata di 10-11 ore in questo modo si dà il massimo, lefficienza è alta e si produce meglio. Per esperienza, non certo da sindacalista, sono contrario a far lavorare i miei collaboratori otto ore. Chi sono i vostri clienti? In maggioranza case automobilistiche, di cui non posso fare i nomi, ma anche aziende di noleggio a lungo termine come lALD. E abbiamo realizzato studi anche in altri campi, per esempio per il Teatro dellOpera di Roma o per lospedale Spallanzani, centro di eccellenza nellInfettivologia. Come è cambiato il mondo dellauto? In un certo senso, noi siamo impegnati sul proseguimento dellIdea Ford che inventammo nel 92, puntando più sul possesso dellauto piuttosto che sulla proprietà. Ora si parla di gestione della mobilità delle persone. Allora facemmo passare il concetto di utilizzo, con la proposta di comprare metà auto e tenerla 2-3 anni, per poi decidere se andare avanti con un modello nuovo o riscattarla. Ora, soprattutto con ALD, lavoriamo sul noleggio a lungo termine: non alle aziende, ma ai privati, con proposte su misura per i clienti. Il modello tradizionale di acquisto è in crisi? In concessionaria, su cento persone che entrano, venti decidono poi di comprare e ottanta vanno via, essenzialmente per tre motivi: non si trova un accordo economico, lauto desiderata non è disponibile, oppure manca il rapporto corretto tra venditore e cliente. A volte ci si sente trattati male, non da protagonisti. Il venditore deve saper mettere a proprio agio chi si trova davanti, profilarlo nel modo migliore, per arrivare alla proposta giusta. Devessere un rapporto approfondito, non frettoloso, senza però diventare invasivo. E poi spesso i venditori trascurano il follow-up, non telefonano ai clienti, direi in sei casi su dieci. Bisogna migliorare, la preparazione dei venditori è fondamentale. Come vede la svolta elettrica? Il 60% dei clienti è favorevole allelettrico, ma poi non lo compra nessuno. Per diverse ragioni: il prezzo troppo alto, i dubbi sul valore residuo dellusato, la riserva. Il noleggio a lungo termine è una risposta parziale, risolve i primi due punti, ma le difficoltà a ricaricare, lautonomia e i tempi, restano un problema: non ha senso metterci 7-8 ore per andare da Milano a Roma. In più, per i mezzi commerciali è più efficiente il diesel, che non sparirà nemmeno dalle auto, con nuove soluzioni e filtri anti-inquinamento. E naturalmente i motori a benzina resteranno a lungo, con le ibride. Concettualmente, la soluzione migliore sarebbe lidrogeno... Che consigli darebbe ai giovani appassionati di auto che sognano di lavorare in questo campo? Oggi più che mai, lavorare nellauto è stimolante e permette di crescere, proprio per levoluzione sociale e le nuove esigenze della società civile. Un giovane può essere attirato dalla finanza, ma è soprattutto speculazione. Trovo che sia più affascinante lavorare nella vendita, nel branding, nellaffinity marketing (sulla conoscenza approfondita dei potenziali clienti e dei gruppi che si punta a raggiungere). Ci vuole un ritorno alla manifattura, anche alla tecnica. Quali indirizzi di studi, quali lingue consiglierebbe di approfondire? Nel nostro Centro di Foligno prevalgono i laureati in Economia, ma sono molto favorevole anche alle materie giuridiche, che danno una giusta quadratura mentale, o anche umanistiche, come filosofia. Poi conta lapproccio del singolo, lattitudine, la disponibilità a viaggiare. E consiglio sempre di imparare bene linglese: come diceva Henry Kissinger (segretario di Stato Usa negli anni 70), i cinesi più li frequento e meno li capisco. Tradotto oggi, direi ancora: la Cina è sempre più importante, ma è meglio incontrarsi in campo neutro, usando linglese anche con loro, piuttosto che cercare di mettersi sul loro livello imparando la lingua. 2019-01-09 15:03:50 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/aziende/2019/01/09/intervista_a_massimo_ghenzer_dieci_anni_di_consulenza_contro_la_crisi/gallery/2018-ghenzer-areté-ok-.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23963 Intervista a Massimo Ghenzer - Dieci anni di consulenza contro la crisi http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23963&tipo=fv Compie dieci ARETé METHODOS, la società di consulenza strategica fondata da un decano dellautomobilismo italiano e internazionale, MASSIMO GHENZER, che al momento del pensionamento da Dg di TRENITALIA, con un passato da supermanager della FORD, si è rimesso in gioco con DROMO FAFFA, altro grande esperto delle reti di vendita. Unoccasione per fare due chiacchiere con un 75enne di quelli che hanno tanto da insegnare, ma mai in modo pedante, tirando fuori consigli utilissimi anche (e forse soprattutto) per i neolaureati che sognano di entrare in questo mondo, tornato centrale e affascinante più che mai dopo un decennio grigio, di crisi, durante i quali Areté ha contribuito a migliorare lanalisi della domanda e i processi di vendita per conto delle Case. Partiamo dal nome, Areté, la virtù dei greci. Ha un significato particolare? Il riferimento è al passato, ai valori familiari, persino del mondo agricolo, e il posto che abbiamo scelto per il Centro ricerche, Foligno, nel cuore dellUmbria ma vicino alluniversità di Perugia, rispecchia tutto questo. Qui lavorano 23 donne, in maggiornaza laureate in Economia, per cinque ore al giorno, su due turni, per coprire la giornata di 10-11 ore in questo modo si dà il massimo, lefficienza è alta e si produce meglio. Per esperienza, non certo da sindacalista, sono contrario a far lavorare i miei collaboratori otto ore. Chi sono i vostri clienti? In maggioranza case automobilistiche, di cui non posso fare i nomi, ma anche aziende di noleggio a lungo termine come lALD. E abbiamo realizzato studi anche in altri campi, per esempio per il Teatro dellOpera di Roma o per lospedale Spallanzani, centro di eccellenza nellInfettivologia. Come è cambiato il mondo dellauto? In un certo senso, noi siamo impegnati sul proseguimento dellIdea Ford che inventammo nel 92, puntando più sul possesso dellauto piuttosto che sulla proprietà. Ora si parla di gestione della mobilità delle persone. Allora facemmo passare il concetto di utilizzo, con la proposta di comprare metà auto e tenerla 2-3 anni, per poi decidere se andare avanti con un modello nuovo o riscattarla. Ora, soprattutto con ALD, lavoriamo sul noleggio a lungo termine: non alle aziende, ma ai privati, con proposte su misura per i clienti. Il modello tradizionale di acquisto è in crisi? In concessionaria, su cento persone che entrano, venti decidono poi di comprare e ottanta vanno via, essenzialmente per tre motivi: non si trova un accordo economico, lauto desiderata non è disponibile, oppure manca il rapporto corretto tra venditore e cliente. A volte ci si sente trattati male, non da protagonisti. Il venditore deve saper mettere a proprio agio chi si trova davanti, profilarlo nel modo migliore, per arrivare alla proposta giusta. Devessere un rapporto approfondito, non frettoloso, senza però diventare invasivo. E poi spesso i venditori trascurano il follow-up, non telefonano ai clienti, direi in sei casi su dieci. Bisogna migliorare, la preparazione dei venditori è fondamentale. Come vede la svolta elettrica? Il 60% dei clienti, è favorevole allelettrico, ma poi non lo compra nessuno. Per diverse ragioni: il prezzo troppo alto, i dubbi sul valore residuo dellusato, la riserva. Il noleggio a lungo termine è una risposta parziale, risolve i primi due punti, ma le difficoltà a ricaricare, lautonomia e i tempi, restano un problema: non ha senso metterci 7-8 ore per andare da Milano a Roma. In più, per i mezzi commerciali è più efficiente il diesel, che non sparirà nemmeno dalle auto, con nuove soluzioni e filtri anti-inquinamento. E naturalmente i motori a benzina resteranno a lungo, con le ibride. Concettualmente, la soluzione migliore sarebbe lidrogeno... Che consigli darebbe ai giovani appassionati di auto che sognano di lavorare in questo campo? Oggi più che mai, lavorare nellauto è stimolante e permette di crescere, proprio per levoluzione sociale e le nuove esigenze della società civile. Un giovane può essere attirato dalla finanza, ma è soprattutto speculazione. Trovo che sia più affascinante lavorare nella vendita, nel branding, nellaffinity marketing (sulla conoscenza approfondita dei potenziali clienti e dei gruppi che si punta a raggiungere). Ci vuole un ritorno alla manifattura, anche alla tecnica. Quali indirizzi di studi, quali lingue consiglierebbe di approfondire? Nel nostro Centro di Foligno prevalgono i laureati in Economia, ma sono molto favorevole anche alle materie giuridiche, che danno una giusta quadratura mentale, o anche umanistiche, come filosofia. Poi conta lapproccio del singolo, lattitudine, la disponibilità a viaggiare. E consiglio sempre di imparare bene linglese: come diceva Henry Kissinger (segretario di Stato Usa negli anni 70), i cinesi più li frequento e meno li capisco. Tradotto oggi, direi ancora: la Cina è sempre più importante, ma è meglio incontrarsi in campo neutro, usando linglese anche con loro, piuttosto che cercare di mettersi sul loro livello imparando la lingua. 2019-01-09 14:26:05 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/09/honda_ces_i_servizi_connessi_dream_drive_in_mostra_a_las_vegas/gallery/2019-Honda-Dream-Drive-Ces-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23962 Honda - I servizi connessi Dream Drive in mostra a Las Vegas http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23962&tipo=fv La HONDA [1] Innovations presenta al CES 2019 [2] la Demo degli innovativi servizi connessi Honda Dream Drive, un progetto evoluto rispetto a quello già presentato nel 2017. Attraverso lintegrazione di varie funzioni e applicazioni la Casa giapponese vuole offrire nuovi contenuti ai passeggeri dei propri veicoli, rendendoli disponibili attraverso linfotainment di bordo. Il sistema, sviluppato in collaborazione con Connected Travel, viene mostrato a bordo della HONDA PASSPORT [3] appena presentata al SALONE DI LOS ANGELES [4], ma non è ancora nota la data di debutto sul mercato. ACQUISTARE A BORDO COME SUL DIVANO DI CASA. La Honda ha definito due versioni del sistema, denominate Driver e Passenger. Il primo, dedicato al guidatore, integra una serie di servizi che possono essere pagati direttamente dal display di bordo, anche attraverso i comandi vocali, replicando così le soluzioni che ormai sono diventate comuni nelle proprie abitazioni. Lutente può comprare biglietti di un evento e contenuti multimediali, prenotare un ristorante o pagare il carburante e i parcheggi direttamente dal display del veicolo. La versione dedicata ai passeggeri viene invece installata su device esterni e può riprodurre contenuti multimediali e controllare linfotainment di bordo e le funzionalità principali del veicolo. Per sviluppare questi servizi la Honda ha stretto collaborazioni con le più importanti aziende del settore come Visa, Mastercard, Paypal, Atom Tickets, Chevron, Lego e Univision Music. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/HONDA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-CES/2019.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/11/28/HONDA_PASSPORT_UNA_NUOVA_SUV_TRA_LA_CR_V_E_LA_PILOT.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUTE.IT/TAGS/SALONE-DI-LOS-ANGELES 2019-01-09 14:12:58 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2019/01/09/ssangyong_tivoli_una_one_off_per_il_comune_di_milano/gallery/2019-SSangYong-Tivoli-Milano-8.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23961 SsangYong Tivoli - Una one-off per il Comune di Milano http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23961&tipo=fv Nella flotta di auto messe a disposizione delle case automobilistiche al COMUNE DI MILANO [1] è appena arrivata una SSANGYONG TIVOLI [2], più precisamente una one-off decorata con la tecnica del wrapping. il risultato del progetto Tivoli Design Takeover, che si è svolto in collaborazione con limportatore del marchio coreano in Italia durante il Fuorisalone 2018 (evento collaterale allannuale Salone internazionale del mobile). La decorazione del modello, sviluppata da un gruppo di studenti del Master in Transportation and Car Design della Scuola Politecnica di Design di Milano, riprende lo skyline del capoluogo lombardo: questo giustifica la curiosa denominazione Tivoli Milano attribuita allesemplare unico, per questo offerta dal Gruppo Koelliker allamministrazione in comodato duso. Luca Ronconi, lamministratore delegato di SYMI e di Koelliker, ha consegnato le chiavi dellauto al vicesindaco, Anna Scavuzzo. UNA DIESEL IN FLOTTA. Ad affiancare la Volvo XC60 T8 Twin Engine utilizzata abitualmente dal sindaco Sala, unibrida plug-in da 400 CV, cè dunque una vettura diesel (1.6 la cilindrata, Euro 6C lomologazione). Una vera curiosità: la giunta meneghina è tra le più ostili dItalia nei confronti della circolazione delle auto, tanto da pretendere la rottamazione programmata di quelle a gasolio dei milanesi, come prevedono le regole della nuova AREA B [3], estesa allintero territorio cittadino. Scelta ancor meno comprensibile se si considera che lintera gamma delle piccole SsangYong (esclusa lammiraglia Rexton) è disponibile con motorizzazione bifuel, senzaltro più ecocompatibile con le totalizzanti politiche anti-automobile di Palazzo Marino. La Tivoli, però, era già stata lauto ufficiale del Museo delle culture di via Tortona (Mudec) e questo conferma il legame con Milano dei marchi automobilistici rappresentati dal gruppo Koelliker, dove il glorioso importatore ha da sempre una posizione di peso. Una storia nata dalla passione del fondatore, Bepi Koelliker, e alle rappresentanze tra cui quelle di prestigiosi marchi inglesi come Jaguar e Rolls-Royce, americani come Chrysler, giapponesi come Mitsubishi, coreani come Kia, Hyundai e SsangYong, oltre quelle della spagnola Seat e delle russe Moskvitch, Volga e Zaz. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MILANO [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SSANGYONG-TIVOLI [3] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AREA-B-MILANO 2019-01-09 12:30:21 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/09/mercedes_benz_con_vision_urbanetic_immagina_il_futuro_della_mobilita/gallery/2019-Mercedes-Vision-Urbanetic-Ces-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23960 Mercedes-Benz - Al Ces nuovi dettagli sul progetto Vision Urbanetic http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23960&tipo=fv La MERCEDES-BENZ [1], oltre allanteprima mondiale della CLA [2], ha portato al CES DI LAS VEGAS [3] anche il progetto VISION URBANETIC [4], svelato nel settembre 2018. Allevento americano la Casa ha fornito informazioni dettagliate sulla strategia e sul funzionamento di questo nuovo concept di mobilità. UNA PIATTAFORMA PER DUE CARROZZERIE DIVERSE. Si tratta di un prototipo di veicolo modulare elettrico a guida autonoma, inserito in un progetto globale di mobilità dalle prospettive innovative. Sfruttando una piattaforma unica da 5,14 metri che integra telaio, batterie, propulsori, sospensioni e tutta lelettronica di controllo è possibile realizzare veicoli per trasporto merci o passeggeri, con una capacità che può raggiungere 10 pallet o 12 persone. In pochi minuti è possibile sostituire la carrozzeria, consentendo così di assecondare il flusso di richieste e adattare la flotta di conseguenza, concentrando ad esempio il trasporto delle persone negli orari di punta giornalieri e spostando le consegne nei momenti di minor affollamento e di notte. COMUNICARE CON IL MONDO E CON GLI UTENTI. Linnovazione del progetto sta anche nel modo in cui il veicolo può comunicare e interagire con il mondo esterno e con gli utenti. Gli schermi e i sistemi luminosi a Led integrati nella carrozzeria possono infatti restituire un feedback ai pedoni per lattraversamento della strada e agli altri utenti per chiarire le proprie intenzioni, mentre lintelligenza artificiale riesce ad analizzare sia le richieste in tempo reale sia quelle possibili future, ricevendo per esempio informazioni sul traffico (anche dagli altri veicoli del network Car-To-X) e su particolari eventi che si terranno nellarea. Il sistema è in grado di inviare veicoli in aree dove è prevista maggiore richiesta e può imparare nel tempo le abitudini dei passeggeri per assecondarne le necessità, guadagnando così la loro fiducia. TUTTO IL MONDO DEL RIDE SHARING IN UNAPP. Lapposita app che gestisce il servizio per i passeggeri è pensata per la massima chiarezza e semplicità di utilizzo. Una volta prenotato un percorso il software indica infatti il luogo dincontro, un codice numerico colorato e un avatar digitale. La cifra colorata viene mostrata sugli schermi esterni del veicolo quando si avvicina al punto di incontro, così da rendersi riconoscibile per lutente, che viene poi identificato tramite la stessa app, con impronta digitale oppure con il riconoscimento facciale. A bordo è presente uno schermo a 360 gradi sul padiglione che indica le informazioni sul percorso previsto, mentre ogni utente ha a sua disposizione un sistema di realtà aumentata per ricevere contenuti personalizzati, quali le indicazioni turistiche o gli ulteriori percorsi necessari a raggiungere la propria destinazione finale: in base al traffico può per esempio suggerire di abbinare il servizio con i mezzi pubblico o con una bicicletta a noleggio per ridurre costi e tempi di percorrenza. IL TRASPORTO MERCI. La soluzione dedicata al trasporto merci mette in risalto la modularità del progetto. In questo caso la piattaforma può infatti separarsi dal modulo cargo, depositando il carico presso il luogo di consegna e procedendo nuovamente verso un magazzino per caricare un altro modulo. Questo consente di ridurre il numero di veicoli sulla strada e ottimizzare tempi e costi di trasporto, ma anche di decentralizzare i magazzini e di renderli più flessibili in base alla domanda del mercato. Un altro modo per utilizzare il concept Vision Urbanetics è quello legato alle consegne di ordini verso i privati: in questo caso il sistema è in grado di lavorare in una finestra temporale e un luogo definito dallutente per consegnare la merce richiesta; il modulo dedicato è progettato per riconoscere i singoli utenti e consegnare solo il pacco a loro destinato, senza necessità di avere un operatore a bordo. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/auto/mercedes-benz.html [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/01/08/MERCEDES_BENZ_CLA_INFORMAZIONI_TECNICHE_SCHEDE_FOTO_NUOVA_BERLINA.HTML [3] https://www.quattroruote.it/saloni-auto/salone-ces/2019.html [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CONCEPT/2018/09/10/MERCEDES_BENZ_CON_VISION_URBANETIC_UNO_SGUARDO_SUL_FUTURO_DELLE_CITTA.HTML 2019-01-09 12:30:21 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/09/porsche_911_a_listino_anche_la_nuova_cabriolet/gallery/2019-Porsche-911-Carrera4S-cabrio-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23959 Porsche 911 - Svelata anche la nuova Cabriolet http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23959&tipo=fv La PORSCHE [1] è già pronta ad allargare la gamma dellultima generazione della 911 [2] con lintroduzione della variante Cabriolet. La vettura mantiene intatte le caratteristiche tipiche del modello, ovvero la capote di tela dalla linea particolarmente slanciata e il design muscoloso della coda. Il tetto può essere azionato anche in movimento fino a 50 km/h in soli 12 secondi grazie a un sistema idraulico totalmente rivisto, mentre il comfort è garantito anche da un nuovo deflettore integrato. AL LANCIO CON IL BOXER DA 450 CV. In occasione del lancio commerciale la 911 Cabriolet sarà offerta solo nelle varianti S e 4S già annunciate sulla 992 coupé, con il 6 cilindri boxer biturbo 3.0 da 450 CV e 530 Nm abbinato al cambio automatico doppia frizione otto marce. I consumi variano da 9 a 9,1 l/100 km in base allallestimento (207-208 g/km di CO2), mentre la velocità massima è compresa tra 304 e 306 km/h. I 100 km/h vengono raggiunti da fermo in un tempo variabile tra 3,6 e 3,9 secondi in base al sistema di trazione e alla presenza dello Sport Chrono opzionale. La Porsche non ha però fornito per il momento i dati relativi alla massa della vettura, per poterla paragonare con quelli della coupé. PRESENTE ANCHE IL PASM SPORT. Tutte le novità tecniche già presentate sulla 992 coupé sono disponibili sulla Cabriolet: questo significa anche che per la prima volta sarà possibile ordinare lassetto PASM Sport Chassis ribassato, mentre per tutte le versioni sono previsti di serie i cerchi di lega da 20" anteriori e 21" posteriori con carreggiate allargate. Confermata anche la presenza dei sensori nei parafanghi anteriori per lattivazione della innovativa modalità di guida Wet. Labitacolo è infine identico alla coupé, con la plancia a sviluppo orizzontale che ricrea virtualmente la strumentazione a cinque elementi circolari e linfotainment con display da 10,9 pollici e funzioni connesse di ultima generazione. Gli Adas sono stati aggiornati con dotazioni come il Night vision, il Brake assist e il cruise control con funzione Stop Go. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/PORSCHE.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/12/14/PORSCHE_911_TUTTO_QUELLO_CHE_C_E_DA_SAPERE_SULLA_992.HTML 2019-01-09 11:03:20 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/burocrazia/2019/01/09/reddito_di_cittadinanza_le_auto_che_impediscono_l_erogazione_del_sussidio/gallery/2018-Palazzo-Chigi-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23958 Reddito di cittadinanza - Le auto che impediscono lerogazione del sussidio http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23958&tipo=fv Secondo quanto annunciato dal premier Giuseppe Conte, il reddito di cittadinanza sarà sul tavolo del Consiglio dei Ministri domani, 10 gennaio. La bozza del decreto legge circola già da diversi giorni, con alcune disposizioni che interessano i nuclei familiari con vetture piuttosto recenti. Vediamo quali. LE SEMESTRALI. Dallarticolo 2 del documento elaborato dallufficio legislativo del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali si apprende infatti che, tra i vari requisiti del nucleo , nessun componente [] deve essere intestatario o avente piena disponibilità di vetture immatricolate per la prima volta nei sei mesi antecedenti la richiesta. Unautomobile con anzianità inferiore a un semestre, dunque, impedisce lerogazione dellintegrazione reddituale. LA CILINDRATA E I DISABILI. Non solo: comportano lesclusione dal beneficio anche le vetture e i motocicli fino a due anni di vita, con cilindrata superiore, rispettivamente, a 1.600 e 250 cm3. Sono fatti salvi, comunque, gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista unagevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità ai sensi della disciplina vigente. LA RATIO. Come altre disposizioni contenute nella bozza, relative per esempio al possesso di navi e imbarcazioni da diporto, quelle ora richiamate dovrebbero contribuire a restringere loperatività del reddito di cittadinanza a situazioni di bisogno effettive. Daltra parte, i fondi previsti dalla legge di bilancio approvata a fine dicembre sono limitati: 7,1 miliardi di euro per il 2019, di cui uno destinato alla riforma dei centri per limpiego, 8,055 per il 2020 e 8,317 per il 2021. 2019-01-09 10:40:21 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/09/antitrust_maxi_multa_da_670_milioni_di_euro_alle_finanziarie_delle_case_auto/gallery/AGCM-quattroruote.jpeg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23956 Antitrust - Maxi multa da 678 milioni di euro alle finanziarie delle case auto http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23956&tipo=fv LAutorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha chiuso LISTRUTTORIA AVVIATA NEL MAGGIO DEL 2017 [1] sulle finanziarie e banche captive delle case automobilistiche comminando, nel complesso, multe per oltre 678 milioni di euro. Con il procedimento, condotto con la collaborazione del Nucleo Speciale Antitrust della Guardia di Finanza, lautorità ha accertato "lattuazione di unintesa unica, complessa e continuata avente a oggetto lo scambio di informazioni sensibili relative a quantità e prezzi, anche attuali e futuri". LA DENUNCIA DELLA MERCEDES. Listruttoria, progressivamente estesa A NUMEROSE REALTà DEL SETTORE [2], è stata avviata in seguito a una "domanda di clemenza" presentata dalla Daimler e dalla sua finanziaria interna Mercedes-Benz Financial Services Italia Spa. La società del gruppo tedesco ha denunciato le conseguenze della costituzione di un cartello tra le principali finanziarie e banche cosiddette "captive (entità create internamente per offrire finanziamenti allacquisto di auto) dei principali gruppi automobilistici operanti sul territorio nazionale nella vendita di auto tramite prodotti finanziari. LAutorità ha in particolare accertato la realizzazione di "unintesa restrittiva della concorrenza, tra il 2003 e il 2017, funzionale ad alterare le dinamiche concorrenziali nel mercato della vendita di vetture dei gruppi di appartenenza attraverso finanziamenti erogati dalle rispettive captive bank_"_. 20 SOCIETà SOTTO INDAGINE. A finire nel mirino dellAntitrust sono state 20 realtà del settore automobilistico e non solo. Si tratta di Banca PSA Italia, Banque PSA Finance, Santander Consumer Bank, BMW Bank, BMW, Daimler, Merceds Benz Financial Services Italia, FCA Bank, FCA Italy, Credit Agricole Consumer Finance, Ford Crédit Europe Bank, Ford, General Motor Financial Italia, General Motors, RCI Banque, Renault, Toyota Financial Services, Toyota Motor, Volkswagen Bank e Volkswagen. Sono state, inoltre, coinvolte le associazioni di categoria Assilea (Assocazione italiana leasing) e Assofin (Associazione italiana credito al consumo e immobiliare). SANZIONI PESANTI. Per la "gravità" e la "durata dellinfrazione", lAutorità ha imposto sanzioni pecuniarie, per un totale complessivo, di 678,39 milioni di euro. Nello specifico, la multa di maggior entità (178,91 milioni) è stata comminata a FCA Bank, seguita dal gruppo Volkswagen (163,014 milioni) e dalla Renault (125,17 milioni). BMW è stata sanzionata per 71,7 milioni, Banque PSA per 44,6 milioni, Toyota per 43,38 milioni, Ford per 41,52 milioni e General Motors per 10,06 milioni. stato invece riconosciuto il beneficio dellimmunità totale dalla sanzione a favore delle società Daimler e Mercedes-Benz Financial Services Italia, che hanno così evitato limposizione di una sanzione superiore a 60 milioni di euro. Le società interessate dal provvedimento hanno ora 30 giorni di tempo per presentare eventuali ricorsi. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA/2017/05/15/ANTITRUST_APERTA_ISTRUTTORIA_SULLE_FINANZIARIE_DELLE_CASE_AUTOMOBILISTICHE.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/MERCATO/2017/10/31/ANTITRUST_ESTESA_L_INDAGINE_SULLE_FINANZIARIE_DELLE_CASE_AUTOMOBILISTICHE.HTML 2019-01-09 09:43:46 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/diario_di_bordo/2019/01/04/suzuki_vitara_una_settimana_con_la_1_0_boosterjet_4wd_allgrip/gallery/2019-Suzuki-Vitara-1.0-Boosterjet-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23957 Suzuki Vitara - Una settimana con la 1.0 Boosterjet 4WD Allgrip - DAY 3 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23957&tipo=fv Questa settimana, nel nostro Diario di bordo, mettiamo alla prova un classico, la SUZUKI VITARA [1]. Giunta alla quarta generazione (lanciata nel 2015), la giap è stata ristilizzata nei mesi scorsi, con novità in campo estetico, nella dotazione di bordo, nei sistemi di sicurezza e nei motori. Partendo da questi ultimi, la Vitara del test adotta il new entry, l1.0 Boosterjet tre cilindri turbobenzina da 112 CV, abbinato al cambio manuale a cinque marce e alla trazione integrale 4WD Allgrip Select. La carrozzeria è bicolore, grigio Glasgow con tetto nero metallizzato, mentre lallestimento è quello di punta, Starview (prezzo di listino nella nostra motorizzazione, 26.620 euro), che include, tra laltro anabbaglianti a Led, sedili di pelle scamosciata riscaldabili, sistema keyless, navigatore satellitare, sensori di parcheggio anteriori e posteriori, cruise control adattivo, retrovisori ripiegabili e tetto apribile (clima automatico, monitor touch da 7 compatibile con Android Auto ed Apple CarPlay, retrocamera, sedili riscaldabili e altro sono già presenti dallallestimento Cool). IL MILLINO SPINGE BENE [DAY 1]. Mi piace, della Suzuki Vitara, limmagine giovane e disinvolta. Caratteristica, questultima, che la Suv conferma pure nella non facile guida in mezzo al traffico milanese. La taglia, del resto - quattro metri e 17 cm di lunghezza - consente di muoversi sempre con agilità e di parcheggiare senza tanti problemi (qui, poi, la dotazione di sensori e retrocamera è al completo). Al posto guida noto alcune cose: sedile ampio, che sostiene bene il busto, regolazione dello schienale a scatti e cintura che scorre in altezza. Ci si sistema velocemente al volante, un po inclinato e dalla corona sottile: si guida in posizione rialzata, a busto dritto e ginocchia piegate. Così, la Vitara è facile da decifrare, anche perché risponde in modo pronto e sincero, in virtù di una massa contenuta, considerata la presenza della trazione integrale. Il tre cilindri si sente appena, al minimo: poi, la sua risposta in Auto è normale, più rotonda che sprintosa; in ogni caso la coppia è adeguata ai bassi regimi. Il tre diventa più pronto ruotando la manopola sul tunnel in Sport, anche se il vero caratterino l1.0 lo mostra quando lo si spreme a fondo, dopo i 4.500 giri e fino allingresso, un po brusco, del limitatore sulla soglia dei 6.000. Gradevole il cambio manuale, ben manovrabile e dalla frizione corta e non affaticante. Più che altro, le cinque marce, molto spaziate, non consentono di sfruttare sempre a fondo le potenzialità di questo millino. Che vanta buone prestazioni ed è ben isolato, al contrario della gommatura da 17 pollici, il cui rumore di fondo si fa sentire talvolta a velocità non elevate. Ridotti, invece, i fruscii aerodinamici. La Vitara, dunque, si conferma versatile, e non solo quando la si sfrutta dinverno per una vacanza in montagna. ANDREA STASSANO, REDAZIONE AUTONOTIZIE IL TRE CILINDRI MI HA CONVINTO [DAY 2]. Non sono mai stato un grande fan dei tre cilindri. Lho già scritto, in occasione di diari di bordo precedenti, ed ero pronto a ripeterlo per questa Vitara dotata dell1.0 Boosterjet turbobenzina. E, invece, è bastato un lungo giro in città, più qualche tratto di provinciali e una breve sezione della tangenziale milanese, per farmi ricredere, almeno in questo caso. Lunico problema che i progettisti di questi propulsori dovrebbero riuscire a risolvere, in fondo, è quello del rumore, la cui tonalità, soprattutto al salire dei giri, resta un po sgradevole. Ma questo tricilindrico (perdonate il brutto termine, ma rende lidea) Suzuki, nonostante la potenza non esuberante, spinge a dovere e rende la Vitara una delle Suv compatte a mio parere più divertenti: permette scatti brillanti ai semafori, slalom nel traffico per sfruttarne gli eventuali varchi (non si dovrebbe), allunghi insospettabili. Talvolta, se si esagera, si arriva abbastanza rapidamente a far entrare in funzione il limitatore, che taglia in maniera un po repentina la spinta. Ma è un dettaglio, relativo a un comportamento riprovevole; in compenso, in queste situazioni si apprezza la buona manovrabilità del cambio, privo però di una sesta marcia probabilmente incompatibile con lerogazione della potenza del propulsore. Perché, se vogliamo, il limite di questo turbobenzina è proprio questo: la fatica a sostenere le marce alte quando la velocità scende, accompagnata a una certa difficoltà nel riprendere dalle basse andature. Ma basta scalare un rapporto, per ritrovare tutta la grinta di questo motore e dei 112 CV che, in molte occasioni, sembrano essere anche di più. Ultima nota, sui consumi: nonostante una guida un po disinvolta, necessaria per poter valutare il comportamento del motore, è bastato uscire dalla città e viaggiare per un po a velocità costante per guadagnare almeno un km al litro, arrivando alla fine a sfiorare una media dei 12. EMILIO DELEIDI, REDAZIONE ATTUALITà E INCHIESTE DAVVERO COMODA, PECCATO CHE CHI SIEDE DIETRO... [DAY 3]. Al termine del mio giro, ciò che mi ha colpito di più della Vitara è stato senza dubbio il confort. Una volta a bordo, non cè nulla di particolare che attiri lattenzione. Anzi, al primo colpo docchio gli interni appaiono abbastanza sobri, con pochi comandi distribuiti in modo ordinato sia sul volante sia sulla console centrale, in cima alla quale domina il display del sistema dinfotainment. Bastano pochi chilometri, però, per apprezzare la qualità delle sedute, avvolgenti e soffici al punto giusto, che non affaticano neanche dopo lunghi tragitti. E se da un lato le velleità fuoristradistiche di questa 4WD Allgrip sono una garanzia per la tenuta, anche sulle strade più scivolose di questo periodo dellanno, non su tutte le concorrenti avevo riscontrato una simile capacità delle sospensioni di assorbire al meglio dossi, buche e tutte le sconnessioni del manto stradale. A completare la piacevolezza degli spostamenti, ci pensano la frizione leggera e il cambio, davvero poco contrastato e morbido negli innesti. Purtroppo, chi siede dietro ha spazio per le gambe, ma poca aria sopra la testa (i più alti devono quasi accucciarsi per non toccare il cielo) a causa del tetto panoramico, senza contare che la presenza del tunnel centrale sconsiglia il trasporto del quinto passeggero, se non per brevi tragitti. Il confort delle sedute, poi, qui si rivela controproducente: se si decide di abbattere il divano, infatti, gli schienali rimangono parecchio sollevati (vedi foto), complicando leventuale trasporto di oggetti lunghi. Comoda, invece, la presenza della retrocamera, che in fase di parcheggio offre la precisa percezione della distanza dagli ostacoli, facilitando le manovre anche negli spazi più angusti. ALESSANDRO CARCANO, REDAZIONE MERCATO Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SUZUKI-VITARA 2019-01-09 09:43:46 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/09/mazda_mx_5_la_30th_anniversary_debuttera_a_chicago/gallery/2019-Mazda-MX-5-30th-Anniversary-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23954 Mazda MX-5 - La 30th Anniversary debutterà a Chicago http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23954&tipo=fv La MAZDA [1] esporrà in anteprima mondiale al SALONE DI CHICAGO [2] (9-18 febbraio) la MX-5 30TH ANNIVERSARY EDITION, una versione a tiratura limitata creata per celebrare i tre decenni di storia della roadster giapponese. La kermesse dellIllinois non è stata scelta a caso. Nel 1989, infatti, il costruttore di Hiroshima presentò la prima generazione della MX-5 [3] proprio a Chicago. TIRATURA LIMITATA. Per il momento la Casa non ha diramato ulteriori informazioni sul nuovo allestimento della piccola sportiva, limitandosi a pubblicare un teaser in cui sono visibili in trasparenza una MX-5 RF arancione con cerchi di lega bruniti a dieci razze e impianto frenante con pinze rosse. Trattandosi di una versione probabilmente destinata a essere commercializzata a livello globale, la 30th Anniversary Edition sarà prodotta in alcune migliaia di esemplari: insieme al teaser la Mazda ha rilasciato una ricostruzione grafica del badge identificativo sul quale verrà riportato il numero progressivo a quattro cifre di ogni esemplare. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MAZDA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-CHICAGO [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MAZDA-MX-5 2019-01-09 09:43:46 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/09/emissioni_diesel_vicino_l_accordo_tra_fca_e_il_dipartimento_di_giustizia_usa/gallery/2018-gruppo-FCA.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23955 Emissioni diesel - Vicino un accordo tra FCA e il dipartimento di giustizia Usa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23955&tipo=fv Il GRUPPO FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES [1] è prossimo a sottoscrivere un accordo con il dipartimento di giustizia degli Stati Uniti per chiudere lindagine partita dalle accuse sullutilizzo di software illegali per il controllo delle EMISSIONI [2] su migliaia di veicoli diesel. Lindiscrezione è stata diffusa dalla Reuters, secondo la quale lintesa potrebbe essere annunciata già nei prossimi giorni. LE ACCUSE. La vicenda nasce nel gennaio del 2017 in seguito alle ACCUSE MOSSE DALLEPA [3] sullinstallazione di un software irregolare nei motori turbodiesel 3.0 di 104 mila esemplari di Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram 1500 venduti negli Stati Uniti tra il 2014 e il 2016. Secondo lagenzia federale per la protezione dellambiente, FCA non avrebbe fornito informazioni sulla presenza di otto componenti software ausiliari per il controllo delle emissioni che consentirebbero ai motori di produrre valori di ossidi di azoto (NOX) superiori ai limiti di legge. Le accuse dellEpa hanno successivamente spinto il dipartimento di giustizia ad AVVIARE UNA CAUSA [4] e a valutare MULTE E RICHIAMI [5]. PREVISTE MULTE SIGNIFICATIVE Laccordo prossimo a essere annunciato dovrebbe includere proprio delle sanzioni definite dalla Reuters come "significative", ma anche lobbligo per il gruppo automobilistico di effettuare pagamenti per "compensare le eccedenze di emissioni". Per il momento non sono emersi dettagli sugli importi della multa e degli altri pagamenti, anche se alcune indicazioni sono arrivate lo scorso ottobre dalla stessa FCA. Il gruppo automobilistico, che ha sempre negato qualsiasi illecito e smentito lutilizzo intenzionale di software illegali per aggirare i test e le normative sulle emissioni come nel caso del dieselgate Volkswagen, ha infatti deciso di accantonare 713 milioni di euro a copertura dei potenziali oneri legati allintera vicenda. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/tags/gruppo-fca [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/EMISSIONI [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA/2017/01/12/FCA_USA_L_EPA_ACCUSA_UN_SOFTWARE_NEI_MOTORI_DIESEL_JEEP_E_RAM_.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA/2017/05/23/EMISSIONI_DIESEL_GLI_STATI_UNITI_FANNO_CAUSA_AL_GRUPPO_FCA.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/02/03/EMISSIONI_FCA_USA_MULTE_E_RICHIAMI_PER_CHIUDERE_LA_CAUSA_LEGALE.HTML 2019-01-09 09:43:46 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/aziende/2019/01/08/free2move_lease_italia_la_nostra_intervista_ad_andrea_valente/gallery/2018-free-ok-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23953 Free2Move Lease Italia - La nostra intervista ad Andrea Valente http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23953&tipo=fv FREE2MOVE LEASE è una nuova business unit del GRUPPO PSA presente in diversi Paesi come Gran Bretagna, Francia, Germania, Spagna e Italia: il suo compito è garantire a professionisti, piccole, medie e grandi aziende unofferta multimarca di auto e servizi che facilitino le attività professionali, ottimizzando i costi di utilizzo dei veicoli. Ecco la nostra intervista ad ANDREA VALENTE, general manager di Free2Move Lease Italia. Che bilancio del 2018 potete tracciare per la vostra azienda? Un bilancio sicuramente positivo. Siamo partiti da un anno, aumentiamo i nostri volumi del 60%, conquistiamo nuovi clienti e diamo uno strumento commerciale importante alla nostra rete. Tanto è ancora da fare, ma la strada è tracciata. Registrate una crescita della domanda da parte dei privati? Sì. una domanda crescente, con forti picchi quando sostenuta dalla comunicazione. Il concetto di pagare per lutilizzo e non per la proprietà si diffonde nelle nuove generazioni, abituate a questo tipo di consumo. Quali sono i servizi più richiesti? E quali, invece, sembrano in calo? Nellottica dello sviluppo del concetto di mobilità, tutti i servizi che vanno in questa direzione sono i più richiesti, accompagnati da quelli riguardanti la sicurezza e la semplicità di gestione. Nessuno è in calo per il momento, ma la domanda si evolve e dobbiamo prepararci a rispondere con grande flessibilità alle nuove richieste. Il tutto compreso rimane di grande attualità. cresciuta la richiesta di sistemi automatici di ausilio alla guida? Sì. Il gruppo PSA è assolutamente allavanguardia sugli Adas, percepiti dai clienti come un fattore dincremento della sicurezza attiva e passiva del veicolo. Come noleggiatori dobbiamo approfittare della minor rischiosità di queste vetture per proporre delle vetture più sicure a un canone più conveniente. La richiesta del diesel è ancora alta? E quella di auto ad alimentazione alternativa (ibride, elettriche) è in crescita? Se sì, in quale misura? La richiesta è fortunatamente ancora alta. Nei segmenti C e D praticamente il 90% della richiesta è a gasolio. Il diesel è ad oggi il carburante con le minori emissioni di CO2 e sarà di grande supporto per rispettare i nuovi standard europei. Non è arrivato al capolinea e dobbiamo fare in modo di contrastare il processo della sua demonizzazione. Ci prepariamo a essere innovativi nella proposta di nuove alimentazioni (soprattutto per le elettriche), ma la domanda è per ora ancora molto bassa. Quanto incide la maggiore o minore rivendibilità di un modello (insieme alla sua diffusione o la scelta di versioni o allestimenti particolari) sui canoni di noleggio? Incide tanto: il valore residuo viene calcolato su questi principi, insieme ad alcune opzioni (come il cambio automatico) che siamo sicuri ne aumenteranno la rivendibilità in futuro. Proponete ai vostri clienti anche il noleggio di usato, soprattutto se proveniente dalla fine di vostri noleggi precedenti? Ancora no, ma il cantiere è aperto. Dieci anni dopo la grande crisi del 2008, si è invertita la tendenza al downsizing e downgrading dei modelli scelti dalle aziende clienti? Si è stabilizzata e modificata grazie anche alla crescita di nuovi segmenti come le Suv. Le dimensioni non sono tutto: oggi cè molta attenzione sugli equipaggiamenti e sulla sicurezza dei veicoli, anche se sono di 20 centimetri più corti. Proponete ai clienti anche formule di noleggio a medio termine? La nostra proposta va da 12 a 60 mesi. Copriamo quindi quasi tutte le esigenze, ma sono sicuro che ciò non sarà sufficiente in futuro. La flessibilità, lagilità e la facilità di accesso al servizio saranno fattori chiave per il successo di unazienda come la nostra. Le esigenze dei clienti cambiano e noi dobbiamo assecondarle il meglio possibile. 2019-01-09 09:14:32 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/09/antitrust_maxi_multa_da_670_milioni_di_euro_alle_finanziarie_delle_case_auto/gallery/AGCM-quattroruote.jpeg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23951 Antitrust - Maxi multa da 678 milioni di euro alle finanziarie delle Case auto http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23951&tipo=fv LAutorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha chiuso LISTRUTTORIA AVVIATA NEL MAGGIO DEL 2017 [1] sulle finanziarie e banche captive delle case automobilistiche comminando, nel complesso, multe per oltre 678 milioni di euro. Con il procedimento, condotto con la collaborazione del Nucleo Speciale Antitrust della Guardia di Finanza, lautorità ha accertato "lattuazione di unintesa unica, complessa e continuata avente a oggetto lo scambio di informazioni sensibili relative a quantità e prezzi, anche attuali e futuri". LA DENUNCIA DELLA MERCEDES. Listruttoria, progressivamente estesa A NUMEROSE REALTà DEL SETTORE [2], è stata avviata in seguito a una "domanda di clemenza" presenta dalla Daimler e dalla sua finanziaria interna Mercedes-Benz Financial Services Italia Spa. La società del gruppo tedesco ha denunciato le conseguenze della costituzione di un cartello tra le principali finanziarie e banche cosiddette "captive (entità create internamente per offrire finanziamenti allacquisto di auto) dei principali gruppi automobilistici operanti sul territorio nazionale nella vendita di auto tramite prodotti finanziari. Lautorità ha in particolare accertato la realizzazione di "unintesa restrittiva della concorrenza, tra il 2003 e il 2017, funzionale ad alterare le dinamiche concorrenziali nel mercato della vendita di vetture dei gruppi di appartenenza attraverso finanziamenti erogati dalle rispettive captive bank_"_. 20 SOCIETà SOTTO INDAGINE. A finire nel mirino dellAntitrust sono state 20 realtà del settore automobilistico e non solo. Si tratta di Banca PSA Italia, Banque PSA Finance, Santander Consumer Bank, BMW Bank, BMW, Daimler, Merceds Benz Financial Services Italia, FCA Bank, FCA Italy, Credit Agricole Consumer Finance, Ford Credit Europe Bank, Ford, General Motor Financial Italia, General Motors, RCI Banque, Renault, Toyota Financial Services, Toyota Motor, Volkswagen Bank e Volkswagen. Sono state, inoltre, coinvolte le associazioni di categoria Assilea (Assocazione italiana leasing) e Assofin (Associazione italiana credito al consumo e immobiliare). Per la "gravità" e la "durata dellinfrazione", lAutorità ha imposto sanzioni pecuniarie, per un totale complessivo, di circa 678,39 milioni di euro. Nello specifico la multa di maggior entità (178,91 milioni) è stata comminata a FCA Bank, seguita dal gruppo Volkswagen (163,014 milioni) e dalla Renault (125,17 milioni). BMW è stata sanzionata per 71,7 milioni, Banque PSA per 44,6 milioni, Toyota per 43,38 milioni, Ford per 41,52 milioni e General Motors per 10,06 milioni. stato invece riconosciuto il beneficio dellimmunità totale dalla sanzione a favore delle società Daimler e Mercedes-Benz Financial Services Italia, che hanno così evitato limposizione di una sanzione superiore a 60 milioni di euro. Le società interessate dal provvedimento hanno ora 30 giorni di tempo per presentare eventuali ricorsi. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA/2017/05/15/ANTITRUST_APERTA_ISTRUTTORIA_SULLE_FINANZIARIE_DELLE_CASE_AUTOMOBILISTICHE.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/MERCATO/2017/10/31/ANTITRUST_ESTESA_L_INDAGINE_SULLE_FINANZIARIE_DELLE_CASE_AUTOMOBILISTICHE.HTML 2019-01-09 08:49:56 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/diario_di_bordo/2019/01/04/suzuki_vitara_una_settimana_con_la_1_0_boosterjet_4wd_allgrip/gallery/2019-Suzuki-Vitara-1.0-Boosterjet-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23952 Suzuki Vitara - Una settimana con la 1.0 Boosterjet 4WD ALLGRIP - DAY 3 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23952&tipo=fv Questa settimana, nel nostro Diario di bordo, mettiamo alla prova un classico, la SUZUKI VITARA [1]. Giunta alla quarta generazione (lanciata nel 2015), la giap è stata ristilizzata nei mesi scorsi, con novità in campo estetico, nella dotazione di bordo, nei sistemi di sicurezza e nei motori. Partendo da questi ultimi, la Vitara del test adotta il new entry, l1.0 Boosterjet tre cilindri turbobenzina da 112 CV, abbinato al cambio manuale a cinque marce e alla trazione integrale 4WD Allgrip Select. La carrozzeria è bicolore, grigio Glasgow con tetto nero metallizzato, mentre lallestimento è quello di punta, Starview (prezzo di listino nella nostra motorizzazione, 26.620 euro), che include, tra laltro anabbaglianti a Led, sedili di pelle scamosciata riscaldabili, sistema keyless, navigatore satellitare, sensori di parcheggio anteriori e posteriori, cruise control adattivo, retrovisori ripiegabili e tetto apribile (clima automatico, monitor touch da 7 compatibile con Android Auto ed Apple CarPlay, retrocamera, sedili riscaldabili e altro sono già presenti dallallestimento Cool). IL MILLINO SPINGE BENE [DAY 1]. Mi piace, della Suzuki Vitara, limmagine giovane e disinvolta. Caratteristica, questultima, che la Suv conferma pure nella non facile guida in mezzo al traffico milanese. La taglia, del resto - quattro metri e 17 cm di lunghezza - consente di muoversi sempre con agilità e di parcheggiare senza tanti problemi (qui, poi, la dotazione di sensori e retrocamera è al completo). Al posto guida noto alcune cose: sedile ampio, che sostiene bene il busto, regolazione dello schienale a scatti e cintura che scorre in altezza. Ci si sistema velocemente al volante, un po inclinato e dalla corona sottile: si guida in posizione rialzata, a busto dritto e ginocchia piegate. Così, la Vitara è facile da decifrare, anche perché risponde in modo pronto e sincero, in virtù di una massa contenuta, considerata la presenza della trazione integrale. Il tre cilindri si sente appena, al minimo: poi, la sua risposta in Auto è normale, più rotonda che sprintosa; in ogni caso la coppia è adeguata ai bassi regimi. Il tre diventa più pronto ruotando la manopola sul tunnel in Sport, anche se il vero caratterino l1.0 lo mostra quando lo si spreme a fondo, dopo i 4.500 giri e fino allingresso, un po brusco, del limitatore sulla soglia dei 6.000. Gradevole il cambio manuale, ben manovrabile e dalla frizione corta e non affaticante. Più che altro, le cinque marce, molto spaziate, non consentono di sfruttare sempre a fondo le potenzialità di questo millino. Che vanta buone prestazioni ed è ben isolato, al contrario della gommatura da 17 pollici, il cui rumore di fondo si fa sentire talvolta a velocità non elevate. Ridotti, invece, i fruscii aerodinamici. La Vitara, dunque, si conferma versatile, e non solo quando la si sfrutta dinverno per una vacanza in montagna. ANDREA STASSANO, REDAZIONE AUTONOTIZIE IL TRE CILINDRI MI HA CONVINTO [DAY 2]. Non sono mai stato un grande fan dei tre cilindri. Lho già scritto, in occasione di diari di bordo precedenti, ed ero pronto a ripeterlo per questa Vitara dotata dell1.0 Boosterjet turbobenzina. E, invece, è bastato un lungo giro in città, più qualche tratto di provinciali e una breve sezione della tangenziale milanese, per farmi ricredere, almeno in questo caso. Lunico problema che i progettisti di questi propulsori dovrebbero riuscire a risolvere, in fondo, è quello del rumore, la cui tonalità, soprattutto al salire dei giri, resta un po sgradevole. Ma questo tricilindrico (perdonate il brutto termine, ma rende lidea) Suzuki, nonostante la potenza non esuberante, spinge a dovere e rende la Vitara una delle Suv compatte a mio parere più divertenti: permette scatti brillanti ai semafori, slalom nel traffico per sfruttarne gli eventuali varchi (non si dovrebbe), allunghi insospettabili. Talvolta, se si esagera, si arriva abbastanza rapidamente a far entrare in funzione il limitatore, che taglia in maniera un po repentina la spinta. Ma è un dettaglio, relativo a un comportamento riprovevole; in compenso, in queste situazioni si apprezza la buona manovrabilità del cambio, privo però di una sesta marcia probabilmente incompatibile con lerogazione della potenza del propulsore. Perché, se vogliamo, il limite di questo turbobenzina è proprio questo: la fatica a sostenere le marce alte quando la velocità scende, accompagnata a una certa difficoltà nel riprendere dalle basse andature. Ma basta scalare un rapporto, per ritrovare tutta la grinta di questo motore e dei 112 CV che, in molte occasioni, sembrano essere anche di più. Ultima nota, sui consumi: nonostante una guida un po disinvolta, necessaria per poter valutare il comportamento del motore, è bastato uscire dalla città e viaggiare per un po a velocità costante per guadagnare almeno un km al litro, arrivando alla fine a sfiorare una media dei 12. EMILIO DELEIDI, REDAZIONE ATTUALITà E INCHIESTE DAVVERO COMODA, PECCATO CHE CHI SIEDE DIETRO... [DAY 3]. Al termine del mio giro, ciò che mi ha colpito di più della Vitara è stato senza dubbio il confort. Una volta a bordo, non cè nulla di particolare che attiri lattenzione. Anzi, al primo colpo docchio gli interni appaiono abbastanza sobri, con pochi comandi distribuiti in modo ordinato sia sul volante sia sulla console centrale, in cima alla quale domina il display del sistema dinfotainment. Bastano pochi chilometri, però, per apprezzare la qualità delle sedute, avvolgenti e soffici al punto giusto, che non affaticano neanche dopo lunghi tragitti. E se da un lato le velleità fuoristradistiche di questa 4WD AllGrip sono una garanzia per la tenuta, anche sulle strade più scivolose di questo periodo dellanno, non su tutte le concorrenti avevo riscontrato una simile capacità delle sospensioni di assorbire al meglio dossi, buche e tutte le sconnessioni del manto stradale. A completare la piacevolezza degli spostamenti, ci pensano la frizione leggera e il cambio, davvero poco contrastato e morbido negli innesti. Purtroppo, chi siede dietro ha spazio per le gambe, ma poca aria sopra la testa (i più alti devono quasi accucciarsi per non toccare il cielo) a causa del tetto panoramico, senza contare che la presenza del tunnel centrale sconsiglia il trasporto del quinto passeggero, se non per brevi tragitti. Il confort delle sedute, poi, qui si rivela controproducente: se si decide di abbattere il divano, infatti, gli schienali rimangono parecchio sollevati (vedi foto), complicando leventuale trasporto di oggetti lunghi. Comoda, invece, la presenza della retrocamera, che in fase di parcheggio offre la precisa percezione della distanza dagli ostacoli, facilitando le manovre anche negli spazi più angusti. ALESSANDRO CARCANO, REDAZIONE MERCATO Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SUZUKI-VITARA 2019-01-09 08:49:56 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/09/nissan_leaf_e_foto_motore_autonomia/gallery/2019-Nissan-Leaf-e-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23950 Nissan - La Leaf diventa 3.Zero http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23950&tipo=fv La NISSAN [1] ha annunciato i primi dettagli della LEAF 3.ZERO [2], una nuova versione dellelettrica che andrà ad sostituire il modello attualmente disponibile proponendosi anche nellinedita variante E+ LIMITED EDITION, con una maggiore autonomia e migliori prestazioni. Le modifiche principali di questultima riguardano il motore elettrico e la batteria da 62 kWh (contro i 40 kWh della Leaf tradizionale). In Italia la Leaf 3.Zero è già ordinabile con prezzi a partire da 42.080 euro, 7.070 euro in meno dei 49.150 euro necessari per lacquisto di una delle 5.000 e+ Limited Edition destinati allEuropa: le prime consegne sono previste per il prossimo mese di maggio. CRESCONO PRESTAZIONI E AUTONOMIA. La versione più performante dellelettrica presentata al CES DI LAS VEGAS [3] dispone di un motore da 217 CV (160 kW) e 340 Nm, ovvero 68 CV e 20 Nm in più rispetto al modello originale, che le permette di offrire migliori prestazioni: la ripresa da 80 a 120 km/h, per esempio, è più rapida del 13%, mentre la velocità massima è stata aumentata del 10%, passando da 144 a 158 km/h. La batteria da 62 kWh contiene 288 celle (sulla 40 kWh sono 192) e permette allelettrica di proporre unautonomia superiore del 40%, raggiungendo i 385 km nel ciclo Wltp combinato, 115 km in più rispetto alla sorella. A bordo è presente un nuovo sistema di ricarica rapida da 70 kW con 100 kW di picco massimo che permette di ripristinare lautonomia in tempi paragonabili a quelli dellattuale Leaf (dotata di un sistema da 50 kW) nonostante la capacità di stoccaggio dellenergia sia superiore del 55%. La nuova batteria, tuttavia, ha influito solo lievemente sulle dimensioni della vettura che, con cerchi da 16, risulta più alta delle altre Leaf di cinque mm. NUOVI DETTAGLI E TECNOLOGIE INEDITE. La nuova Leaf 3.Zero dispone anche di alcuni aggiornamenti tecnologici che si aggiungono alle dotazioni già disponibili in gamma. Al centro della plancia è stato integrato un nuovo impianto di infotainment connesso con schermo da 8": il sistema può essere aggiornato direttamente dai clienti anche over-the-air e offre nuove funzioni come la navigazione door-to-door che sincronizza le informazioni di viaggio per permettere allo smartphone del guidatore di fornire indicazioni per raggiungere la destinazione finale a piedi. Non mancano, inoltre, il sistema di assistenza alla guida ProPilot e la funzionalità e-Pedal, due tecnologie già presenti sulla nuova generazione della Leaf. Dal punto di vista del design, le modifiche apportate allelettrica sono minime: sul frontale sono presenti una nuova finitura blu abbinata al logo e+ posizionato allinterno dello sportello di ricarica. Sul retro debuttano gruppi ottici con design rinnovato, mentre allinterno dellabitacolo delle cuciture blu a contrasto per volante e sedili riprendono gli accenti esterni. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/NISSAN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/NISSAN-LEAF [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CES 2019-01-09 02:43:56 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/09/opel_debutta_la_zafira_life/gallery/2019-Opel-Zafira-Life-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23949 Opel - Debutta in gamma la Zafira Life http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23949&tipo=fv La OPEL [1] introduce nella gamma la ZAFIRA LIFE, che debutterà in pubblico al SALONE DI BRUXELLES e potrà essere ordinata a partire da febbraio. Al di là della denominazione non ci sono parentele dirette con il modello attualmente a listino al quale si affiancherà: la Zafina Life deriva infatti dallo stesso progetto che vede coinvolti anche Citroën, Peugeot e Toyota per i veicoli commerciali e i derivati per trasporto passeggeri con i modelli rispettivamente denominati SPACETOURER [2], TRAVELLER [3] e PROACE VERSO [4]. TRE LUNGHEZZE PER COPRIRE TUTTE LE ESIGENZE. Il frontale è la zona dove la Zafira Life è maggiormente riconoscibile rispetto alle "sorelle", grazie al design specifico della mascherina, dei gruppi ottici e del paraurti, con generose prese daria e lintegrazione nella zona inferiore delle luci a Led diurne e dei fendinebbia. La carrozzeria viene proposta in lunghezze: Small da 4,6 metri (più corta della Zafira), Medium da 4,95 metri e Large da 5,30 metri, tutte disponibili anche a nove posti. Le versioni M e L adottano il passo lungo da 3,25 metri e offrono quindi maggiore spazio per i passeggeri. ACCESSORI PREMIUM. La dotazione degli accessori fa della Zafira Life un modello confortevole e al passo con i tempi: troviamo infatti linfotainment di ultima generazione con servizi Opel Connect, lhead-up display, il cruise control attivo con radar, la frenata automatica con riconoscimento dei pedoni, il controllo della traiettoria, il monitoraggio della stanchezza del guidatore, gli abbaglianti automatici, il doppio tetto panoramico e il portellone elettrico con apertura automatica azionabile anche muovendo il piede sotto il paraurti. Sulle versioni M e L è possibile anche ordinare lallestimento Lounge che prevede i sedili anteriori riscaldabili con funzione massaggio e quattro sedute singole posteriori specifiche di pelle, con possibilità di disporre i posti uno di fronte allaltro con un tavolino mobile al centro. SUBITO 4X4, NEL 2021 LELETTRICA. La gamma include versioni dotate del sistema di controllo della trazione IntelliGrip, ma in opzione sono previsti anche allestimenti 4x4 curati dallo specialista Dangel, come già accade sulle vetture Citroën e Peugeot. La Opel non ha ancora annunciato i propulsori disponibili, anche se con ogni probabilità si tratterà degli stessi BlueHDi già proposti sulle altre versioni del Gruppo Psa. Allinizio del 2021 la Casa presenterà infine una variante totalmente elettrica della Zafira Life, della quale però non si conoscono ancora le caratteristiche tecniche. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/auto/opel.html [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/06/01/CITROEN_SPACETOURER_EDIZIONE_SPECIALE_RIP_CURL.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NOVITA/2016/02/11/PEUGEOT_TRAVELLER_A_GINEVRA_LA_SORELLA_DI_SPACETOURER_E_PROACE.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/11/12/TOYOTA_PROACE_SULLA_VERSO_ARRIVA_UN_NUOVO_1_5_DIESEL.HTML 2019-01-09 00:26:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/08/mercedes_benz_cla_informazioni_tecniche_schede_foto_nuova_berlina/gallery/2019-Mercedes-Benz-CLA-17.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23948 Mercedes-Benz CLA - Con la seconda generazione diventa più sportiva http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23948&tipo=fv Ledizione 2019 del CES DI LAS VEGAS [1] è loccasione scelta dalla MERCEDES-BENZ [2] per presentare in anteprima la seconda generazione della CLA COUPé. La berlina replica la formula del modello uscente, ma nella gamma affianca ora la CLASSE A SEDAN [3] e può quindi puntare ancora di più sul suo spirito sportiveggiante, sfruttando tutte le innovazioni comuni a tutti i modelli della gamma aggiornata. Nonostante si tratti di un modello relativamente di nicchia, ha confermato il proprio successo conquistando con le versioni Coupé e Shooting Brake ben 750.000 clienti in tutto il mondo con la prima generazione. La CLA sarà costruita nello stabilimento ungherese di Kecskemét e sarà disponibile indicativamente a partire dal mese di maggio, con in probabile lancio della gamma Europa al SALONE DI GINEVRA [4]. PIù LUNGA, PIù LARGA E CON UN CX RECORD DI 0,23. La CLA ha da sempre puntato sul design per conquistare consensi e per la seconda serie la Mercedes-Benz ha scelto di aumentare le dimensioni: 4,68 metri di lunghezza (+48 mm), 1,83 di larghezza (+53 mm), 1,44 di altezza (- 2 mm) e 2,72 metri di passo (+30 mm). Queste soluzioni hanno permesso di migliorare lo spazio interno pur offrendo linee ancora più affilate e aggressive, con fianchi posteriori più larghi, accenno di spoiler in coda e gruppi ottici posteriori sviluppati in senso orizzontale come altri modelli GT della Casa. Il lavoro in galleria del vento ha inoltre consentito di raggiungere un nuovo record di efficienza, con un Cx di 0,23, lavorando in particolare sullestrattore posteriore e sui gruppi ruota e adottando griglie attive nel frontale. Le carreggiate più larghe (+63 mm allinteriore e +55 mm al posteriore), lo schema multilink posteriore e il baricentro abbassato offrono un assetto ancora più preciso e dinamico, che può essere esaltato adottando gli ammortizzatori opzionali a controllo elettronico e i cerchi di lega da 19" con pneumatici 225/40. GLI AGGIORNAMENTI DELLMBUX. Gli interni replicano limpostazione della Classe A e degli altri modelli derivati, con il doppio display dedicato a strumentazione e infontainment e il numero limitato di comandi fisici. Sulla CLA debuttano anche nuove funzionalità dellMbux: lultimo aggiornamento ha migliorato ulteriormente linterazione con lassistente virtuale, capace ora di comprendere domande più complesse e di relazionarsi solo con lutente che per ultimo ha attivato la funzione "Hey Mercedes" senza confonderlo con altre voci. Con la nuova assistenza per gli interni è inoltre possibile utilizzare comandi gestuali, sia di giorno sia di notte, per far comparire comandi aggiuntivi sul display o per richiamare funzioni preferite. Il sistema è in grado anche di riconoscere se a muovere la mano è il guidatore o il passeggero, richiamando così i dati corrispondenti nel caso per esempio di una destinazione di navigazione o della regolazione del sedile. stato sviluppato anche un automatismo per attivare gli spot di lettura, utile per trovare oggetti al buio. Viene infine introdotto anche il sistema Energizing Coach del pacchetto Energizing Plus, che consente allMbux di richiamare una serie di funzioni dei sedili, dellilluminazione e dei media in base alle richieste dellutente: al Ces viene anche mostrata la possibilità di leggere i parametri vitali e lo storico delle proprie attività attraverso lo smartwatch Vivoactive 3 di Garmin, che contribuisce a rendere più efficace il lavoro del computer per assecondare le richieste dellutente. NEGLI USA DEBUTTA LA CLA 250 BENZINA. La Mercedes-Benz CLA presentata al Ces introduce per il momento lunico powertrain di lancio per il mercato americano: si tratta della versione CLA 250 con il 2.0 turbo benzina da 225 CV e 350 Nm, abbinato esclusivamente alla trazione anteriore e al cambio automatico 7G-DCT e proposto anche nellesclusivo allestimento Edition 1 con colori e accessori esclusivi. In futuro scopriremo altre varianti e saranno introdotti anche il cambio manuale e la trazione integrale 4Matic. Completa la dotazione di Adas: alla frenata demergenza automatica e al controllo della traiettoria di serie si aggiunge infatti il pacchetto opzionale Intelligent Drive che include il Distronic con controllo della distanza di sicurezza e della velocità in base al percorso. Inoltre, sono disponibili i gruppi ottici Multibeam Led e quelli Led High Performance. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-CES/2019.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MERCEDES-BENZ.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/07/23/MERCEDES_BENZ_CLASSE_A_PRIME_IMMAGINI_DELLA_BERLINA.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-GINEVRA 2019-01-08 21:04:24 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/noleggio/2019/01/08/arval_alain_van_groenendael_e_il_nuovo_ceo/gallery/ceodiarval.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23947 Arval - Alain Van Groenendael è il nuovo ceo http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23947&tipo=fv Alain Van Groenendael è il nuovo presidente e ceo di ARVAL [1], la società fondata nel 1989 e di proprietà di BNP Paribas specializzata nel noleggio di flotte aziendali. LUNGA ESPERIENZA. Laureato presso lInstitut Catholique des Hautes tudes Commerciales (ICHEC) e allUniversità Saint Louis di Bruxelles, il nuovo ceo ha alle spalle incarichi prestigiosi in numerose società di spicco nel mondo della finanza internazionale e prima di arrivare in Arval è stato presidente di Opel Vauxhall Finance. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ARVAL 2019-01-08 19:07:05 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/08/subaru_wrx_sti_un_nuovo_teaser_della_s209/gallery/2019-Subaru-WRX-STI-S209-teaser-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23946 Subaru - Un nuovo teaser della WRX STI S209 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23946&tipo=fv Con lultimo teaser ufficiale la SUBARU [1] ha fugato ogni dubbio sulla novità destinata al SALONE DI DETROIT [2]: la S209 [3] è una serie limitata della WRX STI [4]. Limmagine mostra infatti il tre quarti anteriore della berlina, mettendo in evidenza alcuni particolari dei componenti aerodinamici studiati per questo allestimento. AERODINAMICA, ASSETTO E FRENI, IN ATTESA DEL BOXER POTENZIATO. Fino a oggi confinate al mercato JDM, ovvero a quello interno giapponese, le VARIANTI S DELLA WRX STI [5] sono da sempre un concentrato di prestazioni e dotazioni esclusive. Sarà così anche per la S209, che adotta carreggiate allargate, profili aggiuntivi nel paraurti anteriore e una imponente ala posteriore. Le modifiche riguarderanno sicuramente anche assetto e impianto frenante, mentre ancora non sono stati forniti dettagli sul propulsore. Il boxer 2.5 turbo eroga 310 CV sulla versione standard, ma potrebbe in questo caso offrire qualcosa in più in termini di potenza e coppia. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/auto/subaru.html [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-DETROIT [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/01/02/SUBARU_WRX_STI_LA_S209_DEBUTTERA_AL_SALONE_DI_DETROIT.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SUBARU-WRX [5] http://www.autosomma.it/(HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2017/10/25/SUBARU_I_DETTAGLI_DELLA_WRX_STI_S208_E_DELLA_BRZ_STI_SPORT.HTML 2019-01-08 18:48:37 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/08/harman_dagli_adas_al_digital_cockpit_le_novita_di_las_vegas/gallery/2019-Harman-Ces-3.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23945 Harman - Dagli Adas al digital cockpit, le novità di Las Vegas http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23945&tipo=fv La HARMAN [1] è presente al CES 2019 [2] con una nutrita serie di novità legate alla sicurezza, alla connettività e alla guida autonoma. Lattenzione è rivolta ai sensori di bordo e ai sistemi di sviluppo destinati alle case costruttrici, ma anche allinfotainment e alla personalizzazione dei contenuti che le auto connesse sono e saranno sempre di più in grado di offrire allutente finale. SENSORI E CLOUD PER GLI ADAS EVOLUTI. Sono state sviluppate nuove tecnologie dedicate agli Adas che saranno presto proposte alle case costruttrici. Si tratta della piattaforma Surround View Sensor Intelligence, che attraverso una struttura scalabile riunisce i dati provenienti dai sensori di bordo e dal cloud in quello che viene definitivo "sensor fusion", ovvero in un unico flusso di informazioni che lelettronica di bordo può analizzare. La Harman ha sviluppato telecamere da inserire nella carrozzeria, nel parabrezza e al posto dei retrovisori con diverse tipologie di campo visivo per coprire il veicolo a 360 gradi, radar a lungo raggio per gestire le distanze di sicurezza e Lidar per ricostruire lambiente circostante in modo dettagliato. Questultima tipologia di sensore è stata sviluppata grazie alla collaborazione con la Innoviz Technologies. Tutti questi sistemi nascono per portare su strada la guida autonoma di Livello 3, dove è necessario gestire al meglio anche il passaggio dalla modalità assistita a quella manuale: per questo, la Harman ha sviluppato il Cabin Monitoring System, che controlla la posizione della testa, la dilatazione delle pupille e lo sguardo del guidatore per accertarne le condizioni, ma anche i dati biometrici relativi a respirazione e attività cardiaca. AUDIO PERSONALIZZATO OVUNQUE CON PERSONI-FI. Al Ces debutta anche la tecnologia Personi-Fi, sviluppata attraverso il cloud per offrire a ogni utente un sistema di intrattenimento audio personalizzato e indipendente dal device. Una app permette infatti di salvare in rete le preferenze relative ai contenuti, alle regolazioni audio e agli eventuali effetti applicati (Virtual Venues, 3D audio ecc), che vengono poi replicate e modificate di conseguenza in base al device che riproduce laudio in quel momento. In questo modo sarà possibile passare dalle cuffie auno speaker esterno, fino allimpianto di una vettura a noleggio o di proprietà senza interrompere il contenuto e soprattutto mantenendo tutte le regolazioni e le personalizzazioni. IL PROGETTO MODULARE DEL DIGITAL COCKPIT. Limportanza dellinfotainment a bordo ha reso anche molto critico lo sviluppo dellinterfaccia utente e per questo la Harman ha studiato il Digital Cockpit, creando livelli e contenuti diversi per offrire agli utenti ambienti e soluzioni diverse in base alle esigenze, con alti livelli di scalabilità e personalizzazione. Sono previste una variante compatta e minimalista del sistema e una premium, con funzioni aggiuntive: entrambe possono gestire schermi QLed e Oled per la massima visibilità e integrano i dati provenienti da tutti i sensori di bordo della Harman, così da poter gestire sia il flusso di informazioni degli Adas sia quello relativo al cloud, incluse le immagini degli E-Mirrors. prevista anche la gestione nativa degli assistenti virtuali (Alexa, Google, Bixby) e lintegrazione di sistemi di elaborazione del segnale audio per la comunicazione tra passeggeri, per la cancellazione dei rumori di fondo durante le chiamate audio e il dialogo con gli assistenti virtuali e per la creazione di ambienti sonori diversi per ogni occupante. Non mancheranno infine gli aggiornamenti over the air (OTA) e la predisposizione per la connessione 5G, che aprirà la strada a ulteriori evoluzioni della piattaforma. Inoltre, è stato sviluppato lHarman Shield per proteggere i veicoli dagli attacchi hacker. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/HARMAN [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-CES/2019.HTML 2019-01-08 18:48:37 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/08/dakar_tappa_2_vince_loeb_de_villiers_s_invola_al_comando_della_generale/gallery/dakar-2019.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23944 Dakar - Tappa 2 - Vince Loeb. De Villiers sinvola al comando della generale http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23944&tipo=fv SECONDA GIORNATA DI GARA ALLA DAKAR. I protagonisti del rally raid più duro al mondo hanno affrontato oggi un percorso di 553 chilometri totali, di cui ben 342 di speciale: la Pisco San Juan de Marcona. I riflettori sono tutti puntati sul VINCITORE DI OGGI, SéBASTIEN LOEB, alla guida della Peugeot 3008 DKR Maxi privata e affidata alle cure del team PH-Sport. Giornata nera per Al-Attiyah, che resta invece fuori dalla top ten. VITTORIA DI FORZA. Proprio ieri, alla fine della prima tappa, Loeb aveva detto di stare ancora cercando il proprio ritmo e, a quanto pare, oggi lha trovato. Il nove volte campione del mondo rally è riuscito a prendere il comando a metà del percorso, ma la vittoria non è stata per nulla scontata. Nani Roma, al volante della sua Mini John Cooper Works 4x4, ha infatti tagliato il traguardo con soli 8 secondi di ritardo dal battistrada. Sul podio anche la Toyota ufficiale di Ten Brinke, che però ha accusato un ritardo di un minuto e mezzo. Quarta posizione per laltra Toyota del team Gazoo Racing, quella di Giniel De Villiers. IL FLOP DEI FAVORITI. Giornata nera, invece, per il vincitore della prima tappa: Nasser Al-Attiyah, infatti, non è riuscito ad andare oltre lundicesimo posto, rimediando un ritardo di ben sette minuti e mezzo. Non è andata bene neanche a Carlos Sainz: il vincitore della scorsa edizione della Dakar ha tagliato il traguardo in ottava posizione con un ritardo di cinque minuti dalla vetta. Prova speciale decisamente amara anche per unaltra Mini, quella di Stéphane Peterhansel, costretto a fermarsi per riparare un guasto al suo buggy. Nonostante sia riuscito a completare il percorso, il francese ha perso ben 15 minuti. LA CLASSIFICA GENERALE. Al termine della seconda tappa, il sudafricano De Villiers è in testa con un tempo di 3.2653". Lo segue con otto secondi di distacco il suo compagno di squadra Ten Brinke. Terzo Nani Roma con la Mini. Grazie alla vittoria di oggi, Loeb sale in quinta posizione assoluta con due minuti e mezzo di ritardo dal leader, mentre Al-Attiyah sprofonda in ottava posizione a oltre quattro minuti. 2019-01-08 17:40:16 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/08/fiat_500x_anche_per_la_cross_la_serie_speciale_mirror/gallery/2018-mirror-ok-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23943 Fiat 500X - Anche per la Cross, la serie speciale Mirror http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23943&tipo=fv La serie speciale della FIAT [1], denominata MIRROR, arriva anche sulla nuova 500X CROSS, con il suo pacchetto di connettività e tecnologia. Di serie, la 500X Mirror Cross è dotata del sistema Uconnect 7" HD Live touchscreen con predisposizione Apple CarPlay e compatibilità Android Auto. Basato sullallestimento City Cross, questo modello si presenta in livrea opaca Blue Jeans (disponibile anche metallizzata, oppure Bianco Gelato, Nero Cinema, Grigio Moda e Blu Italia), con skid plate e barre al tetto Ice Mirror in contrasto. Gli interni sono caratterizzati da rivestimenti specifici con cuciture blu e dalla fascia plancia Blu Jeans opaco. Altre novità riguardano i nuovi fari Full Led, le calotte degli specchietti, modanature, maniglie delle portiere e del portellone e badge Mirror sul montante. Infine, la Fiat 500X Mirror è equipaggiata con cerchi di lega diamantati da 17". TRE E QUATTRO CILINDRI. La gamma motori prevede tre benzina e quattro turbodiesel Multijet, abbinati a trasmissioni automatiche e manuali e alla trazione anteriore o integrale. Sulla vettura anche la nuova famiglia benzina FireFly Turbo, in configurazione 3 cilindri 1.0 (da 120 CV e 190 Nm di coppia) con trasmissione manuale a sei marce e trazione anteriore e 4 cilindri 1.3 (da 150 CV e 270 Nm di coppia), con cambio automatico a doppia frizione DCT a sei marce e alla trazione anteriore. Tra i motori a benzina è disponibile anche il 1.6 E-torq da 110 CV. La potenza del Multijet spazia dai 95 CV del 1.3 con cambio manuale ai 150 del 2.0 con cambio automatico a nove marce e trazione integrale. Il 1.6 Multijet da 120 CV è disponibile sia con trasmissione manuale a 6 marce o automatica Dct a doppia frizione, con trazione anteriore. Per il lancio di questo modello, sono in programma due porte aperte, nei fine settimana del 19-20 e 26-27 gennaio. La gamma della nuova Fiat 500X parte da 15.500 euro. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FIAT.HTML 2019-01-08 15:51:29 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/concept/2019/01/03/hyundai_cradle_al_ces_arriva_l_auto_che_cammina/gallery/2019-Hyundai-Elevate-02.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23942 Hyundai Cradle - Elevate, lautomobile che "cammina" - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23942&tipo=fv Portare le persone dove nessun veicolo è mai stato prima. questo lobiettivo della HYUNDAI [1] Cradle Elevate, una concept che il marchio coreano ha presentato al CES DI LAS VEGAS [2]. A seconda della situazione la futuristica visione di mobilità alternativa può "camminare" a quattro zampe come un mammifero o imitare le movenze di un rettile spostandosi in ogni direzione per raggiungere le zone più inaccessibili o per fornire, per esempio, supporto a persone disabili ostacolate da barriere architettoniche. PRONTA A TUTTO. Dotata di quattro "gambe", la Elevate è pensata per ridefinire il concetto di mobilità e combina un powertrain elettrico con gli ultimi ritrovati della robotica. Ogni ruota può muoversi indipendentemente, consentendo così a questo veicolo di poter affrontare anche terreni particolarmente sconnessi per soccorrere feriti dopo disastri naturali, come, per esempio, terremoti. Il prototipo può sollevarsi da terra per superare gli ostacoli più impegnativi o trasformarsi, richiudendo i supporti delle ruote, in una sorta di monovolume in grado di raggiungere velocità autostradali. Secondo la Casa, la Elevate può scavalcare ostacoli alti fino a 1,52 metri ed estendere lateralmente le proprie gambe fino a 4,57 metri, il tutto mantenendo labitacolo sempre parallelo al terreno. A seconda del tipo di utilizzo la piattaforma modulare della vettura può essere abbinata a diverse carrozzerie per trasformare il mezzo in unambulanza, in un taxi, oppure in un veicolo di soccorso capace di ospitare fino a sei persone. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/HYUNDAI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CES 2019-01-08 14:56:12 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/aziende/2019/01/08/hildegard_wortmann_la_super_manager_passa_da_bmw_all_audi/gallery/Wortmann-Audi.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23941 Hildegard Wortmann - La super manager passa da BMW allAudi http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23941&tipo=fv Una delle donne più potenti nel mondo automobilistico, Hildegard Wortmann, passa dalla BMW [1] allAUDI [2]. Dal 1 luglio 2019, sarà RESPONSABILE DELLA DIVISIONE VENDITE E MARKETING di Ingolstadt, succedendo a Bram Schot, che a sua volta ha assunto il ruolo di presidente del consiglio di amministrazione dellazienda allinizio di questanno. "Hildegard Wortmann vanta oltre 20 anni di esperienza internazionale nella vendita e nella commercializzazione di automobili premium. Questo la rende lesecutivo ideale per modellare il marchio Audi in modo innovativo e per riorientare una delle divisioni più grandi della compagnia", ha dichiarato il presidente del consiglio di supervisione di Audi nonché ceo della Volkswagen, Herbert Diess. DALLA MINI ALLE ELETTRICHE. Nella sua carriera, iniziata alla Unilever nel 1990, Hildegard Wortmann ha ricoperto varie posizioni tra cui manager di prodotti e marchi e successivamente direttore marketing. Dal 1998 nel gruppo BMW, è stata coinvolta nel rilancio della Mini. Si è quindi concentrata su posizioni di alto livello nella gestione dei prodotti per automobili e post-vendita. Di recente, ha svolto un ruolo chiave nel preparare il corso per le-mobility con lo sviluppo del marchio elettrico BMW i. A giugno 2016, è diventata vicepresidente senior del marchio e dal gennaio 2018, è stata responsabile della regione di vendita Asia-Pacifico, con sede a Singapore. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/BMW.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/AUDI.HTML 2019-01-08 12:55:24 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/08/mondiale_rally_in_anteprima_la_livrea_della_hyundai_i20_coupe/gallery/anticipazione-livrea-2019.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23940 Mondiale Rally - In anteprima la livrea della Hyundai i20 Coupé http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23940&tipo=fv Piccola anticipazione da parte della HYUNDAI che, questa mattina, ha usato i suoi canali social per svelare PARTE DELLA SUA NUOVA LIVREA che caratterizzerà la I20 COUPé WRC PLUS nel Mondiale Rally 2019. Seppur i colori appaiano simili a quelli che hanno contraddistinto finora le i20 del team di Alzenau, la livrea generale vede qualche piccola modifica nelluso del rosso e del blu, oltre che a una più massiccia presenza del nero. Per il momento ci è dato ammirare solamente il retrotreno della nuova i20, perché la versione completa sarà svelata durante gli Autosport International di Birmingham, sabato prossimo, insieme agli altri concorrenti del campionato. GRAN CARICO DI NOVITà. Dopo sei stagioni con diverse vittorie, inizia a pesare lassenza dellobiettivo più grande, quello del titolo iridato. Così, pochi giorni fa, è stato annunciato un cambio al vertice [1] con luscita del team principal Michel Nandan e larrivo, al suo posto, dellIngegner Andrea Adamo. Ma non è tutto, perché la Hyundai ha anche raggiunto un accordo con il nove volte campione del mondo rally, SéBASTIEN LOEB [2], che affronterà sei gare a bordo della i20 WRC Plus, la prima proprio a Monte-Carlo. Loeb ha già preparato il sedile della sua nuova i20 Coupé in vista del primo appuntamento in calendario: il francese avrà davvero poco tempo per prendere confidenza con la sua nuova vettura, perché rientrerà dal Perù solo il 18 gennaio, al termine della Dakar. Un altro chiaro segnale, se ancora ce ne fosse bisogno, che la Hyundai sta facendo davvero di tutto per la scalata al Mondiale Rally 2019. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/sport/2019/01/02/hyundai_wrc_andrea_adamo_e_il_nuovo_team_principal.html [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/SPORT/2018/12/13/MONDIALE_RALLY_LOEB_CORRERA_CON_LA_HYUNDAI_NEL_2019.HTML 2019-01-08 12:41:46 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/08/zf_via_alla_produzione_delle_navette_elettriche_e_go_mover/gallery/2019-ZF-eGo-Mover-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23939 ZF al Ces - Annunciato laccordo con Transdev ed e.Go Moove http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23939&tipo=fv La ZF [1] ha annunciato al CES DI LAS VEGAS [2] laccordo con la FRANCESE TRANSDEV [3] per la fornitura dei van autonomi elettrici E.GO MOVER, prodotti dalla joint-venture e.Go Moove. Il numero di esemplari previsti non è noto, ma laccordo è il primo tassello di una strategia che porterà la produzione oltre le 10.000 unità entro tre anni. RIDE-HAILING IN FRANCIA E GERMANIA NEL 2020. Il modello destinato alla Transdev sarà su strada nel 2020, con lobiettivo di svilupparne le funzionalità in vista dellavvio del servizio di ride-hailing in Francia e Germania. Inizialmente saranno presenti dei tecnici a bordo per controllare il corretto funzionamento dei sistemi di guida autonoma di Livello 4, prima di passare al vero e proprio Livello 5 senza comandi fisici. Il veicolo utilizzerà il SISTEMA PROAI SVILUPPATO DALLA ZF [4] e sarà prodotto nella fabbrica della e.Go Mobile, partner nella joint-venture, nella città tedesca di Aachen, mentre la Transdev fornirà linfrastruttura software e le applicazioni destinate ai clienti. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ZF [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CES [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVE_TECNOLOGIE/2017/02/28/ALLEANZA_RENAULT_NISSAN_UNA_PARTNERSHIP_PER_LE_FLOTTE_AUTONOME_PUBBLICHE_.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/TECNOLOGIA/2018/01/09/BAIDU_AL_CES_PARCHEGGI_AUTONOMI_CON_ZF_PROAI.HTML 2019-01-08 11:30:07 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/08/subaru_wrx_sti_un_nuovo_teaser_della_s209/gallery/2019-Subaru-WRX-STI-S209-teaser-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23937 Subaru  - Un nuovo teaser della WRX STI S209 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23937&tipo=fv Con lultimo teaser ufficiale la SUBARU [1] ha fugato ogni dubbio sulla novità destinata al SALONE DI DETROIT [2]: la S209 [3] è infatti una serie limitata della WRX STI [4]. Limmagine mostra infatti il tre quarti anteriore della berlina, mettendo in evidenza alcuni particolari dei componenti aerodinamici studiati per questo allestimento. AERODINAMICA, ASSETTO E FRENI, IN ATTESA DEL BOXER POTENZIATO. Fino a oggi confinate al mercato JDM, ovvero a quello interno giapponese, le VARIANTI S DELLA WRX STI [5] sono da sempre un concentrato di prestazioni e dotazioni esclusive. Sarà così anche per la S209, che adotta carreggiate allargate, profili aggiuntivi nel paraurti anteriore e una imponente ala posteriore. Le modifiche riguarderanno sicuramente anche assetto e impianto frenante, mentre ancora non sono stati forniti dettagli sul propulsore. Il boxer 2.5 turbo eroga 310 CV sulla versione standard, ma potrebbe in questo caso offrire qualcosa in più in termini di potenza e coppia. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/auto/subaru.html [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-DETROIT [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/01/02/SUBARU_WRX_STI_LA_S209_DEBUTTERA_AL_SALONE_DI_DETROIT.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SUBARU-WRX [5] http://www.autosomma.it/(HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2017/10/25/SUBARU_I_DETTAGLI_DELLA_WRX_STI_S208_E_DELLA_BRZ_STI_SPORT.HTML 2019-01-08 11:02:12 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/08/al_ces_di_las_vegas_le_applicazioni_bosch_per_le_auto_intelligenti_e_connesse/gallery/2018-bosch-ok--2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23938 Al Ces di Las Vegas - Le applicazioni Bosch per le auto intelligenti e connesse http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23938&tipo=fv Al CES DI LAS VEGAS, dove il cosiddetto IoT (Internet of Things, cioè delle "cose") la fa da protagonista, la BOSCH ha presentato le sue applicazioni e i servizi già disponibili per la mobilità, dal concept di una navetta elettrica autonoma fino a veicoli di altro genere, come i tagliaerba intelligenti, in grado di imparare dalla propria stessa esperienza. "Bosch ha intuito fin da subito le straordinarie opportunità dellIoT. Sono quasi dieci anni che plasmiamo attivamente il mondo connesso", spiega Markus Heyn, membro del Board dellazienda tedesca. Per dare unidea del fenomeno, basta dire che il numero di sensori e dispositivi connessi con la Bosch IoT Suite è aumentato di quasi il 40% lo scorso anno e oggi ha raggiunto gli 8,5 milioni. La sfida ora passa allIntelligenza artificiale (IA) e ai suoi sviluppi, che mirano a rendere le cose connesse sempre più intelligenti e capaci di prendere decisioni in autonomia, grazie a telecamere e sensori. Un secondo elemento chiave per il successo nellera dellIoT, per la Bosch sono le partnership, come dimostra la collaborazione con la canadese MOJIO, che si è già concretizzata nella prima piattaforma IoT integrata per i veicoli connessi: in caso di incidente, un algoritmo Bosch ne identifica in pochi istanti il luogo, il momento esatto in cui si è verificato e anche la sua gravità. Tramite il cloud di Mojio, i dati vengono trasmessi in tempo reale al centro assistenza Bosch che, a sua volta, invia automaticamente una chiamata di emergenza ai servizi di soccorso locali. Contemporaneamente, se si è scelta questa opzione, viene inviato un messaggio a un elenco predefinito di destinatari, con un sms o tramite lapp Mojio. Dalla metà dellanno prossimo, questa soluzione sarà disponibile per quasi un milione di automobilisti in Nord America e in Europa. LO SHUTTLE CONNESSO. Il concept navetta, da parte sua, presenta soluzioni per lautomazione, la connettività e lelettrificazione dei veicoli e offre ai visitatori del Ces lopportunità di provare in prima persona lo shuttle senza conducente, simile a quelli che presto circoleranno nelle strade delle città di tutto il mondo. "Tutto ciò contribuisce alla nostra visione di mobilità a zero emissioni, zero incidenti e il più possibile senza stress" ha dichiarato Heyn. Per la mobilità basata su veicoli navetta di questo tipo, la Bosch fornirà non solo i componenti e i sistemi, ma anche servizi come la prenotazione, la condivisione e le piattaforme per la connettività, oltre che parcheggio e ricarica. Il volume di mercato previsto per questi servizi, secondo alcune stime, passerà dai 47 miliardi di euro nel 2017 a 140 miliardi nel 2022. Anche per lintegrazione dellautomazione dei veicoli negli ambienti urbani complessi, la Bosch punta alle partnership, come quella con la DAIMLER nel progetto di ride sharing a guida autonoma e senza conducente a San José, in California. Lobiettivo è sviluppare un sistema per la guida totalmente autonoma (di livello 4/5) che sia pronto per entrare in servizio entro linizio del prossimo decennio. 2019-01-08 11:02:12 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2019/01/03/opel_mokka_x_la_versione_2020_sorpresa_su_strada_negli_stati_uniti/gallery/2019-Opel-Mokka-X-Spy-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23936 Opel Mokka X - La nuova generazione sorpresa su strada negli Stati Uniti http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23936&tipo=fv A oltre nove mesi dallultimo AVVISTAMENTO IN SCANDINAVIA [1] abbiamo ricevuto delle foto spia aggiornate della erede della OPEL MOKKA X [2]. La crossover è stata avvistata negli Stati Uniti e per il momento gli ingegneri hanno eliminato ben poco delle camuffature che nascondono alla vista il modello. DESIGN ANCORA NASCOSTO. Il primo elemento che spicca è lassenza dei gruppi ottici definitivi, sostituiti da luci circolari che non consentono di comprendere forma e ingombri del prodotto finito. Nel frontale si nota quello che dovrebbe essere il motivo della mascherina, mentre la fiancata ripropone la linea di cintura alta, con la chiusura del cristallo posteriore ancora più arcuata verso lalto. Da notare anche lo spostamento degli specchietti allangolo del cristallo anteriore, mentre al posteriore troviamo un accenno di terzo volume, che dovrebbe quindi confermare laumento generale delle dimensioni. PIATTAFORMA PSA. La notizia più importante riguarda però il passaggio alla struttura modulare del gruppo PSA, che ha acquisito la Opel nel 2017. La Mokka X che debutterà nel 2020 dovrebbe infatti UTILIZZARE LA PIATTAFORMA CMP [3], la stessa della DS 3 CROSSBACK [4], e delle future Peugeot 208 e Opel Corsa, offrendo quindi una versione puramente elettrica, Adas aggiornati e altre soluzioni di ultima generazione. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2018/03/16/OPEL_MOKKA_X_PRIMI_TEST_PER_LA_NUOVA_GENERAZIONE.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/OPEL-MOKKA-X [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/ECOLOGIA/2018/09/21/GRUPPO_PSA_SETTE_IBRIDE_PLUG_IN_ENTRO_IL_2021.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/DS3-CROSSBACK 2019-01-08 10:03:01 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/08/nissan_ghosn_contro_di_me_accuse_infondate/gallery/2018-Ghosn-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23935 Nissan - Ghosn: "Contro di me accuse infondate" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23935&tipo=fv CARLOS GHOSN [1] ha fatto la sua prima apparizione pubblica difendendo il suo operato alla guida della NISSAN [2] dopo LARRESTO DEL 19 NOVEMBRE SCORSO [3]. Lormai ex numero uno della Casa di Yokohama, nel corso di unaudizione a porte aperte davanti a un giudice del Tribunale di Tokyo, ha definito "insensate e infondate" tutte le accuse per poi confutare punto per punto ogni addebito. UNUDIENZA AFFOLLATA. La vicenda dellarresto di Ghosn è diventata un caso nazionale in Giappone anche per le critiche mosse contro le autorità giudiziarie per il trattamento riservato al dirigente. Secondo le leggi giapponesi, i detenuti stranieri possono ricevere visite solo dai legali o dagli ambasciatori e sono sottoposti a misure di detenzione estreme rispetto ai canoni occidentali. Secondo i media locali e i figli, Ghosn viene trattato alla stregua di un criminale con un semplice tatami per dormire e ciotole di riso per i pasti. Anche per questo motivo era alta lattesa per verificare le sue condizioni di salute. E infatti, ludienza ha attirato molti curiosi: la corte ha accettato lingresso di solo 14 persone, ma le richieste per entrare in unaula, già affollata dai rappresentati dei media, sono state oltre mille. Ghosn, apparso molto dimagrito e invecchiato, è entrato in tribunale ammanettato, con una corda intorno alla vita, delle pantofole di plastica e un semplice abito scuro. NESSUNA EVASIONE FISCALE. Ludienza è stata espressamente richiesta dai legali di Ghosn per chiedere, sulla base di una legge giapponese raramente utilizzata, di conoscere le ragioni del provvedimento di custodia cautelare scattato il 19 novembre e più volte prorogato nelle ultime settimane. Ghosn è stato arrestato con laccusa di aver presentato false dichiarazioni sui compensi ricevuti dalla Nissan TRA IL 2010 E IL 2015 MA SUCCESSIVAMENTE [4] la procura nipponica ha esteso il periodo sotto indagine fino al 2018 e sollevato ulteriori sospetti su una presunta distrazione di risorse aziendali per risolvere un problema personale. "Ho sempre agito con integrità e non sono mai stato accusato di alcun illecito nella mia carriera professionale ultra decennale. Sono stato accusato e detenuto ingiustamente sulla base di accuse infondate e senza senso", ha affermato Ghosn davanti al giudice Yuichi Tada. Proprio questultimo ha motivato il provvedimento con il rischio della fuga e soprattutto della distruzione delle prove. Lintero impianto accusatorio è imperniato sullopinione dei pubblici ministeri secondo i quali il manager avrebbe rinviato nel tempo una parte dei suoi compensi (si tratta per laccusa di 43,5 milioni di dollari di compensi differiti nel tempo e sottostimati nelle dichiarazioni fiscali) e quindi deciso intenzionalmente di non dichiararne limporto. Tuttavia lo stesso Ghosn ha spiegato che, mentre erano in corso le trattative sui suoi compensi successivi al pensionamento, la Nissan non era obbligata a pagargli nulla almeno fino a quando non fosse stato firmato il relativo contratto. E infatti Ghosn ha sottolineato come la firma non sia mai avvenuta e dalla Nissan non abbia mai ricevuto nulla che non sia stato reso pubblico. Del resto le normative giapponesi richiedono la divulgazione di una retribuzione solo quando limporto è stato definito. "Per me, la prova è il test della morte: se morissi oggi, i miei eredi potrebbero obbligare la Nissan a pagare qualcosa di diverso dal mio assegno di pensione? La risposta è un inequivocabile no", ha affermato. LE OFFERTE DI GM E FORD. Ghosn ha replicato anche alle accuse di emolumenti eccessivi. Durante la crisi economica sia la General Motors che la Ford avrebbero provato a ingaggiarlo ma le offerte sarebbero state respinte e usate come riferimenti per stabilire il valore del suo operato. Ghosn è accusato anche di "VIOLAZIONE DELLA FIDUCIA [5], un reato che, ai sensi del codice penale nipponico, si riferisce ai dirigenti che abusano della loro posizione per un guadagno personale. Gli inquirenti sospettano che il manager, per evitare perdite personali, abbia temporaneamente obbligato la Nissan ad assumere la proprietà di un suo contratto su strumenti derivati. Ghosn avrebbe quindi ripreso in mano in contratto qualche mese dopo con il sostegno di una lettera di credito firmata da un amico identificato dal tribunale nellaffarista saudita Khaled Al Juffali. Come ricompensa, la Nissan sarebbe stata obbligata a effettuare pagamenti a favore di Al Juffali per 14,7 milioni di dollari in quattro anni. Ghosn ha spiegato che il contratto era necessario per proteggere i suoi emolumenti dalle oscillazioni valutarie: la Nissan lo pagava in yen mentre le sue spese personali erano per lo più in dollari. Durante la crisi finanziaria iniziata nellottobre del 2008 - ha sottolineato -, lo yen si è rafforzato contro il dollaro e il prezzo delle azioni della Nissan, utilizzate come collaterali (ossia garanzie) nel contratto, è diminuito drasticamente. stato quindi costretto ad aumentare le garanzie con un breve preavviso. Ghosn avrebbe anche preso in considerazione lipotesi di dimettersi per utilizzare il suo emolumento standard come garanzia, ma ha deciso di non farlo per un "impegno morale nei confronti della Nissan". Il gruppo - ha assicurato - non ha subito alcuna perdita dallassunzione temporanea del contratto. Quanto a Juffali, Ghosn non ha fatto alcun cenno nel suo contributo a uscire dalle difficoltà, ma ha definito laffarista "un sostenitore e partner di lunga data della Nissan" che ha aiutato il produttore di automobili a superare i problemi con il suo attuale distributore in Arabia Saudita. I suoi servizi sono stati "adeguatamente compensati" e "hanno prodotto sostanziali benefici per la Nissan". A sua volta Juffali ha dichiarato di aver ricevuto i 14,7 milioni di dollari per motivi commerciali, tra cui servizi e rimborsi di costi sostenuti, per esempio, per risolvere la disputa con il distributore locale e per negoziare un finanziamento per una fabbrica in Arabia Saudita. Per la Nissan, invece, i pagamenti allaffarista saudita, effettuati tramite un fondo di riserva del ceo, rappresentano dei rimborsi per il contributo nel definire una nuova linea di credito funzionale a gestire le perdite sui derivati. LA TRASFORMAZIONE DELLA NISSAN. La Casa di Yokohama ha poi ribadito di aver scoperto con la sua indagine interna "prove sostanziali e convincenti di cattiva condotta" da parte di Ghosn. Inoltre la decisione presa allunanimità dal consiglio di amministrazione di rimuoverlo dalla carica di presidente e consigliere è definitiva. Sono tuttavia in molti a ritenere che dietro allindagine ci sia un complotto orchestrato dallamministratore delegato Hiroto Saikawa contro chi è stato protagonista del salvataggio della Nissan. E infatti Ghosn ha sfruttato ludienza per far presente i risultati del suo operato e in particolare nellaver trasformato, a partire dal 1999, una realtà sullorlo della bancarotta in un "pilastro delleconomia giapponese". "Abbiamo trasformato la Nissan, facendola passare da una posizione debitoria di 2 trilioni di yen (18,5 miliardi di dollari) nel 1999 a una di liquidità positiva per 1,8 trilioni di yen (16,6 miliardi di dollari) alla fine del 2006, passando da 2,5 milioni di automobili vendute nel 1999 con una perdita significativa, a 5,8 milioni di auto vendute con profitto nel 2016", ha rimarcato Ghosn. "Questi risultati, assicurati insieme al team di dipendenti della Nissan in tutto il mondo, sono la gioia più grande della mia vita, accanto alla mia famiglia". "Ho un sincero amore e apprezzamento per la Nissan", ha aggiunto. "Ho agito in modo onorevole, nel rispetto della legge, con lautorizzazione e la comprensione dei dirigenti allinterno dellazienda, con lunico scopo di supportare e rafforzare la Nissan e contribuire a ripristinare il suo posto come una delle migliori e più rispettate aziende del Giappone". Ulteriori sviluppi della vicenda sono previsti per l11 gennaio quando la procura dovrà presentare nuove accuse per prorogare la detenzione. In caso contrario il manager dovrà essere scarcerato. Tuttavia, come spesso accade in Giappone (e come già avvenuto con lo stesso Ghosn), le autorità potrebbero emettere un nuovo provvedimento di custodia cautelare con accuse diverse ma collegate alle prime. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CARLOS-GHOSN [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/GHOSN.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/11/19/ALLEANZA_RENAULT_NISSAN_MITSUBISHI_ACCUSE_DI_EVASIONE_FISCALE_FINISCE_L_ERA_GHOSN.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/12/10/RENAULT_NISSAN_MITSUBISHI_I_PM_GIAPPONESI_FORMALIZZANO_I_CAPI_D_ACCUSA_CONTRO_GHOSN.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/12/21/CASO_GHOSN_EMESSO_UN_NUOVO_MANDATO_D_ARRESTO.HTML 2019-01-08 10:03:01 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/aziende/2019/01/07/program_la_nostra_intervista_a_gian_marco_pucci/gallery/2018-pucci-ok-.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23934 Program - La nostra intervista a Gian Marco Pucci http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23934&tipo=fv La PROGRAM AUTONOLEGGIO è nata a Firenze nel 1992 come filiale italiana del gruppo inglese SALFORD VAN HIRE, azienda di noleggio veicoli a lungo termine che nel 2015 ha festeggiato il mezzo secolo di attività. Il gruppo internazionale ha in gestione oltre 13 mila veicoli, tra auto e mezzi commerciali, con un fatturato annuo superiore ai 70 milioni di euro. In Italia, la Program ha in carico circa 4.000 mezzi in noleggio a lungo termine, distribuiti in prevalenza nelle regioni del Centro-Nord. Ecco la nostra intervista al responsabile Princing marketing GIAN MARCO PUCCI. Che bilancio del 2018 potete tracciare per la vostra azienda? Possiamo ritenerci pienamente soddisfatti dei risultati raggiunti. Lazienda ha infatti visto crescere il numero degli ordini di circa il 15% rispetto allanno precedente e il parco auto complessivo ha toccato quota 4.000 mezzi. Anche i risultati reddituali seguono lo stesso trend, a conferma che stiamo lavorando bene e che il processo di crescita portato avanti dal management procede in linea con le previsioni. A conferma di ciò, in gennaio entreremo in una nuova sede e verranno effettuato numerose assunzioni. Registrate una crescita della domanda da parte dei privati? Sebbene storicamente il noleggio a lungo termine sia una tipologia di servizio scelto soprattutto dalle imprese, nellultimo anno Program ha avuto conferma di una sempre maggiore richiesta da parte di privati, segno non solo che il mondo dellauto sta davvero cambiando, ma soprattutto che sempre più persone, grazie anche al passaparola, ritengono il noleggio a lungo termine la scelta migliore per le loro esigenze di mobilità. Nel 2019 prevediamo già di lanciare offerte ad hoc ancora più accattivanti e studiate per tale pubblico. Quali sono i servizi più richiesti? E quali, invece, sembrano in calo? Premesso che chi sceglie il noleggio lo fa per disporre dei numerosi servizi di fleet management compresi nel canone grazie anche a tariffe molto competitive, è possibile constatare come la quasi totalità dei clienti richieda sempre più contratti flessibili, che si adattino più facilmente ai veloci cambiamenti aziendali. Non abbiamo riscontrato un calo della richiesta di servizi. Anzi, al contrario i clienti preferiscono aggiungerne sempre di più per liberarsi della gestione dei mezzi. Inoltre, anche i servizi di fleet management completi e legati alla telematica sono sempre più richiesti da manager che devono rispondere a specifiche esigenze aziendali. cresciuta la richiesta di sistemi automatici di ausilio alla guida (Adas)? Assolutamente sì. Negli ultimi tempi sono moltissimi i clienti che richiedono la presenza dei sistemi di ausilio alla guida sui loro mezzi. A conferma di questo, il fatto che una buona parte della flotta Program è costituita da mezzi con allestimento business, richiesti proprio per il fatto che hanno già di serie questi dispositivi. Inoltre, cerchiamo sempre di consigliare ai clienti linserimento di tali sistemi che permettono di ottenere una maggior sicurezza per il driver e una minor sinistrosità generale. La richiesta del diesel è ancora alta? E quella di auto ad alimentazione alternativa (ibride, elettriche) è in crescita? Se sì, in quale misura? Il diesel, che per molti anni ha rappresentato lunica scelta e per moltissimi clienti, sta ormai registrando un calo non indifferente di richieste. Complici anche le numerose limitazioni che, a livello nazionale e locale, stanno ormai interessando questo tipo di alimentazione, sono molti i clienti che si interessano e scelgono di noleggiare mezzi ad alimentazione alternativa. Lefficienza di questo tipo di motori è sempre maggiore, per cui anche dal punto di vista economico costituiscono una più che valida alternativa al diesel. Inoltre, al nostro interno è stato attivato ormai da qualche anno un comitato che si dedica completamente alla conoscenza green del reparto automotive e che guida il cliente nelleffettuare scelte sempre più consapevoli per la propria flotta. Offriamo anche corsi di guida specifici allutilizzo di vetture elettriche e ibride in grado di abbattere le emissioni aziendali di C02 con semplici accorgimenti. Quanto incide la maggiore o minore rivendibilità di un modello (insieme alla sua diffusione o la scelta di versioni o allestimenti particolari) sui canoni di noleggio? Moltissimo. Per tale motivo, i nostri responsabili del Tco sono sempre più attivi nel formare la forza vendita indirizzandola su particolari allestimenti e sulladozione di optional dedicati alla sicurezza del guidatore. 2019-01-08 09:08:48 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/diario_di_bordo/2019/01/04/suzuki_vitara_una_settimana_con_la_1_0_boosterjet_4wd_allgrip/gallery/2019-Suzuki-Vitara-1.0-Boosterjet-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23933 Suzuki Vitara - Una settimana con la 1.0 Boosterjet 4WD ALLGRIP - DAY 2 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23933&tipo=fv Questa settimana, nel nostro Diario di bordo, mettiamo alla prova un classico, la SUZUKI VITARA [1]. Giunta alla quarta generazione (lanciata nel 2015), la giap è stata ristilizzata nei mesi scorsi, con novità in campo estetico, nella dotazione di bordo, nei sistemi di sicurezza e nei motori. Partendo da questi ultimi, la Vitara del test adotta il new entry, l1.0 Boosterjet tre cilindri turbobenzina da 112 CV, abbinato al cambio manuale a cinque marce e alla trazione integrale 4WD Allgrip Select. La carrozzeria è bicolore, grigio Glasgow con tetto nero metallizzato, mentre lallestimento è quello di punta, Starview (prezzo di listino nella nostra motorizzazione, 26.620 euro), che include, tra laltro anabbaglianti a Led, sedili di pelle scamosciata, sistema keyless, navigatore satellitare, sensori di parcheggio anteriori e posteriori, cruise control adattivo, retrovisori ripiegabili e tetto apribile (clima automatico, monitor touch da 7 compatibile con Android Auto ed Apple CarPlay, retrocamera, sedili riscaldabili e altro sono già presenti dallallestimento Cool). IL MILLINO SPINGE BENE [DAY 1]. Mi piace, della Suzuki Vitara, limmagine giovane e disinvolta. Caratteristica, questultima, che la Suv conferma pure nella non facile guida in mezzo al traffico milanese. La taglia, del resto - quattro metri e 17 cm di lunghezza - consente di muoversi sempre con agilità e di parcheggiare senza tanti problemi (qui, poi, la dotazione di sensori e retrocamera è al completo). Al posto guida noto alcune cose: sedile ampio, che sostiene bene il busto, regolazione dello schienale a scatti e cintura che scorre in altezza. Ci si sistema velocemente al volante, un po inclinato e dalla corona sottile: si guida in posizione rialzata, a busto dritto e ginocchia piegate. Così, la Vitara è facile da decifrare, anche perché risponde in modo pronto e sincero, in virtù di una massa contenuta, considerata la presenza della trazione integrale. Il tre cilindri si sente appena, al minimo: poi, la sua risposta in Auto è normale, più rotonda che sprintosa; in ogni caso la coppia è adeguata ai bassi regimi. Il tre diventa più pronto ruotando la manopola sul tunnel in Sport, anche se il vero caratterino l1.0 lo mostra quando lo si spreme a fondo, dopo i 4.500 giri e fino allingresso, un po brusco, del limitatore sulla soglia dei 6.000. Gradevole il cambio manuale, ben manovrabile e dalla frizione corta e non affaticante. Più che altro, le cinque marce, molto spaziate, non consentono di sfruttare sempre a fondo le potenzialità di questo millino. Che vanta buone prestazioni ed è ben isolato, al contrario della gommatura da 17 pollici, il cui rumore di fondo si fa sentire talvolta a velocità non elevate. Ridotti, invece, i fruscii aerodinamici. La Vitara, dunque, si conferma versatile, e non solo quando la si sfrutta dinverno per una vacanza in montagna. ANDREA STASSANO, REDAZIONE AUTONOTIZIE IL TRE CILINDRI MI HA CONVITO [DAY 2]. Non sono mai stato un grande fan dei tre cilindri. Lho già scritto, in occasione di diari di bordo precedenti, ed ero pronto a ripeterlo per questa Vitara dotata dell1.0 Boosterjet turbobenzina. E, invece, è bastato un lungo giro in città, più qualche tratto di provinciali e una breve sezione della tangenziale milanese, per farmi ricredere, almeno in questo caso. Lunico problema che i progettisti di questi propulsori dovrebbero riuscire a risolvere, in fondo, è quello del rumore, la cui tonalità, soprattutto al salire dei giri, resta un po sgradevole. Ma questo tricilindrico (perdonate il brutto termine, ma rende lidea) Suzuki, nonostante la potenza non esuberante, spinge a dovere e rende la Vitara una delle Suv compatte a mio parere più divertenti: permette scatti brillanti ai semafori, slalom nel traffico per sfruttarne gli eventuali varchi (non si dovrebbe), allunghi insospettabili. Talvolta, se si esagera, si arriva abbastanza rapidamente a far entrare in funzione il limitatore, che taglia in maniera un po repentina la spinta. Ma è un dettaglio, relativo a un comportamento riprovevole; in compenso, in queste situazioni si apprezza la buona manovrabilità del cambio, privo però di una sesta marcia probabilmente incompatibile con lerogazione della potenza del propulsore. Perché, se vogliamo, il limite di questo turbobenzina è proprio questo: la fatica a sostenere le marce alte quando la velocità scende, accompagnata a una certa difficoltà nel riprendere dalle basse andature. Ma basta scalare un rapporto, per ritrovare tutta la grinta di questo motore e dei 112 CV che, in molte occasioni, sembrano essere anche di più. Ultima nota, sui consumi: nonostante una guida un po disinvolta, necessaria per poter valutare il comportamento del motore, è bastato uscire dalla città e viaggiare per un po a velocità costante per guadagnare almeno un km al litro, arrivando alla fine a sfiorare una media dei 12. EMILIO DELEIDI, REDAZIONE ATTUALITà E INCHIESTE Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SUZUKI-VITARA 2019-01-08 08:42:58 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/07/dakar_tappa_1_lima_pisco_vince_al_attiyah_davanti_a_sainz/gallery/al-attiyah.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23932 Dakar - Tappa 1 - Lima-Pisco, vince Al-Attiyah davanti a Sainz http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23932&tipo=fv La DAKAR 2019 entra nel vivo con il primo giorno di gara. I piloti hanno affrontato oggi i primi 331 chilometri di percorso che li hanno portati DA LIMA A PISCO, su un percorso diviso tra 84 chilometri di prova speciale e 247 di trasferimento. Tra le auto, la Toyota di Al-Attiyah è stata la più veloce. Il qatariota è riuscito a stare davanti alle due Mini di Carlos Sainz e di Jakub Przygonski. TOYOTA SUBITO AGGRESSIVA. Nonostante i soli 84 chilometri di tappa, Nasser Al-Attiyah ha spremuto la sua Hilux, rifilando ben due minuti ai rivali della Mini. "Inizio breve, ma intenso", ha dichiarato il qatariota al termine della prima tappa. "La macchina è andata bene, è fantastica, e anche le gomme BF Goodrich si stanno comportando bene. Sono felice per adesso". Il duello per la seconda posizione è stato tutto tra lo Sainz e Przygonski, con lo spagnolo vincitore della Dakar dello scorso anno davanti al rivale polacco per un solo secondo. Le altre due Toyota Hilux sono un po attardate: Vasilyev si è piazzato quarto, mentre De Villiers solamente sesto, con oltre quaranta secondi di ritardo dal compagno di squadra russo. Inizio un po sottotono per Stéphane Peterhansel che, questanno, fa squadra con Sainz e Despres alla Mini. Il veterano della Dakar ha tagliato il traguardo in settima posizione, davanti allaltra Toyota Hilux del team Gazoo Racing e guidata da Ten Brinke. Il nove volte campione del mondo rally, Sébastien Loeb, ha invece portato la sua Peugeot 3008 DRK privata in tredicesima posizione e ha ammesso di aver iniziato cautamente questa Dakar perché sta ancora cercando il proprio ritmo. COSì IN MOTO E QUAD. Joan Barreda del team Honda ha conquistato la prima vittoria di tappa davanti a Quintanilla e Brabec. Lo spagnolo, al termine della Pisco-Lima, ha detto: "La Dakar è sempre difficile e tutti sono veloci su questo terreno. Iniziare così è entusiasmante, ma a volte può essere pericoloso. Devi sempre stare attento. Penso di aver corso bene oggi, ho un buon feeling e siamo pronti per affrontare le altre tappe. Tra i Quad, vittoria per largentino Nico Cavigliasso, che ha tagliato il traguardo con quasi quattro minuti di vantaggio su Ferioli: "Sono molto contento di aver terminato in testa questa prima speciale. Sono partito ultimo e sono diventato primo: questo mi dà molta fiducia. Ho molto feeling con il mio quad, vedremo come proseguiremo questa avventura". 2019-01-07 22:41:42 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/07/qualcomm_a_las_vegas_il_v2x_va_su_strada/gallery/qualcomm-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23931 Qualcomm - A Las Vegas il V2X va su strada http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23931&tipo=fv Las Vegas, patria del CONSUMER ELECTRONICS SHOW [1], che come ogni anno a gennaio la trasforma nella mecca delle nuove tecnologie, si dota di un proprio programma sperimentale di comunicazione tra veicoli, infrastrutture e altri utenti della strada. Il progetto pilota per lo STUDIO SUL CAMPO DEL V2X (comunicazione vehicle to everything), primo del genere nella città del Nevada, è stato SVILUPPATO DAL COLOSSO DEI PROCESSORI QUALCOMM [2] in accordo con lamministrazione locale e con la Regional transportation commission of Southern Nevada. UN PROCESSORE AD HOC PER IL V2X. Liniziativa, realizzata per dimostrare i benefici dellinfrastruttura intelligente e la possibilità di una sua diffusione su larga scala, coinvolge un parco di veicoli equipaggiati con ununità di bordo capace di comunicare con i semafori per conoscerne i tempi di attivazione e condividere messaggi sul traffico con gli altri veicoli inseriti nel programma. Le unità per le comunicazioni sono tutte basate sul chip 9150 C-V2X, sviluppato dalla Qualcomm appositamente per le applicazioni V2X. LE VIRTù DEL CHIP. La piattaforma di comunicazione del colosso dei processori è già compatibile con il protocollo di comunicazione 5G e predisposta per linterazione con i radar, i lidar e le telecamere che forniscono le informazioni ai sistemi di assistenza alla guida. Senza appoggiarsi su rete cellulare, ma realizzando una comunicazione diretta tra le singole unità, il V2X di Qualcomm promette inoltre una latenza molto ridotta nelle comunicazioni tra i vari utenti della rete stradale, oltre a ottime doti di ampiezza e stabilità del segnale. LA PARTNERSHIP CON AUDI, FORD E DUCATI. La Qualcomm, peraltro, ha già coinvolto altri partner per rendere il V2X una realtà operante: al fianco dellazienda americana sono già attive AUDI [3], FORD [4] e DUCATI [5], che proprio qui alledizione 2019 del CES hanno annunciato il prolungamento della cooperazione e organizzato delle dimostrazioni della tecnologia sul campo. LE DIMOSTRAZIONI SUL CAMPO AL CES. Il primo scenario operativo è quello di un incrocio a quattro vie senza segnaletica, in cui il chip 9150 C-V2X coordina le precedenze tra i veicoli, senza che essi si trovino nel campo visivo degli altri. Gli stessi sensori vengono poi sfruttati per dimostrare comè possibile prevenire collisioni con pedoni e ciclisti che non si trovano nel campo visivo dellauto, mentre nel caso del Work zone scenario entra in campo la comunicazione via messaggi tra un veicolo e laltro, che permette a chi è al volante di essere informato prima di trovarsi in prossimità dei lavori in corso. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-CES/NEWS.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/QUALCOMM [3] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/AUDI.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FORD.HRML [5] http://www.quattroruote.it/tags/ducati 2019-01-07 21:58:47 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/07/qualcomm_presentato_lo_snapdragon_di_terza_generazione/gallery/2019-Qualcomm-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23930 Qualcomm - Presentato lo Snapdragon di terza generazione http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23930&tipo=fv Alledizione 2019 del CONSUMER ELECTRONICS SHOW DI LAS VEGAS, il colosso dei processori QUALCOMM [1] presenta la terza generazione della piattaforma SNAPDRAGON per applicazioni automotive. La novità dellarchitettura portata alla fiera del Nevada consiste nella sua flessibilità, che le consente una notevole ampiezza di utilizzo, dai modelli più economici a quelli più costosi. LA FLESSIBILITà è LA SUA FORZA. Il nuovo sistema, sostiene la Qualcomm, consentirà a costruttori e fornitori del settore di sviluppare e personalizzare rapidamente le più diverse soluzioni di infotainment, anche perché è stato realizzato per una più veloce implementazione durante la fase prototipale dei nuovi modelli e per supportare sistemi operativi basati indifferentemente su Android o Linux. UNA NUOVA ERA PER LINTELLIGENZA ARTIFICIALE. In termini pratici, afferma lazienda americana, la terza serie dello Snapdragon rappresenterà innanzitutto un significativo passo in avanti sul fronte dellinterfaccia uomo-macchina, resa più intuitiva e naturale dalla maggiore potenza di calcolo. MACHINE LEARNING SEMPRE PIù VELOCE. Rispetto al precedente Snapdragon 820A, quello di terza generazione adotta in particolare una nuova logica di gestione dei processori primari dellarchitettura, che le consente di ottimizzare lintelligenza artificiale in vista di un apprendimento più rapido: in altri termini, il sistema sarà capace di processare più velocemente il linguaggio naturale e di memorizzare più facilmente gli oggetti che osserva con le sue telecamere, dentro e fuori dallabitacolo. COSA FAREMO (IN PIù) CON IL NAVIGATORE. Il progresso dellhardware ha prodotto effetti anche su altri fronti: con la nuova piattaforma, la Qualcomm assicura anche un migliore posizionamento del veicolo che consentirà applicazioni più ampie per i sistemi di navigazione, come il collocamento autonomo allinterno della corsia e le indicazioni in realtà aumentata. IL SALTO IN AVANTI DELLINTRATTENIMENTO. Benefici, la nuova generazione dello Snapdragon, ne porterà anche sul fronte dellinfotainment: lesperienza visiva e uditiva compirà secondo la Qualcomm un salto generazionale, rendendo più coinvolgenti le funzioni di intrattenimento grazie a schermi panoramici, streaming in ultra Hd, strumentazioni tridimensionali personalizzabili, zone audio individuali e nuove tecnologie di cancellazione del rumore. UN OCCHIO ALLA CYBERSECURITY. Importanti, infine, i passi avanti compiuti sul fronte della protezione dei dati dellutente e del veicolo (grazie allintroduzione di un processore dedicato, la Secure processing unit) e della suite di tecnologie wireless, che supportano lo standard Wi-Fi 6, la connettività cellulare multimodale e un Bluetooth più efficace. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/QUALCOMM 2019-01-07 21:29:00 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/07/audi_l_abitacolo_diventa_uno_spazio_per_la_realta_virtuale/gallery/2019-Audi-Virtual-Reality-CES-12.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23929 Audi - Labitacolo diventa uno spazio per la realtà virtuale http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23929&tipo=fv Lintrattenimento a bordo e la realtà virtuale sono i temi principali della novità assoluta che lAUDI [1] presenta al CES 2019 [2] di Las Vegas. LAudi Electronics Venture GmbH, che fa parte della Casa dei quattro anelli, ha infatti investito nella startup Holoride GmbH per sviluppare e commercializzare una piattaforma open source, che a Las Vegas viene mostrata grazie a una collaborazione con la Disney Games and Interactive Experiences. UNA VIAGGIO VIRTUALE, MA CON GLI STESSI MOVIMENTI DELLAUTO. Il sistema Holoride è stato integrato in un esemplare della AUDI E-TRON [3] a propulsione elettrica, dove sarà disponibile la demo denominata Marvels Avengers: Rockets Rescue Run. I passeggeri dei sedili posteriori, indossando dei visori per la realtà virtuale, possono immedesimarsi nellambientazione del firmato e interagire con esso, conoscendo anche in anteprima uno dei personaggi che sarà introdotto in Avengers: Endgame. I movimenti della vettura sono collegati a quelli della astronave in cui si trovano i passeggeri, sia per le accelerazioni che per i cambi di direzione, soluzione pensata anche per ridurre drasticamente il mal dauto. TRA TRE ANNI SUL MERCATO. La scelta di lavorare con una piattaforma open source e con una start-up permetterà secondo lAudi di diffondere in maniera più rapida e creativa questa nuova tecnologia sul mercato. In futuro, lintrattenimento potrebbe spaziare dai videogiochi fino ai tour storici o educativi, sfruttando mappe ad alta precisione e informazioni raccolte in rete, con la possibilità di includere anche la realtà aumentata. Lobiettivo è quello di raggiungere il mercato entro tre anni, sfruttando occhiali VR normalmente in commercio e non più complessi e costosi hardware dedicati. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/AUDI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-CES/NEWS.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/PRIMO_CONTATTO/2018/12/06/AUDI_E_TRON_AL_VOLANTE_DELLA_SUV_ELETTRICA_VIDEO.HTML 2019-01-07 19:06:12 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/07/scuderia_ferrari_arrivabene_verso_l_uscita_binotto_nuovo_tema_principal/gallery/binotto-ferrari.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23928 Formula 1 - Ferrari: il nuovo team principal è Mattia Binotto http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23928&tipo=fv Le indiscrezioni hanno trovato la conferma ufficiale: MAURIZIO ARRIVABENE LASCIA IL RUOLO DI TEAM PRINCIPAL DELLA SCUDERIA FERRARI [1] A MATTIA BINOTTO che, fino a oggi, ha ricoperto la posizione di direttore tecnico. IL COMUNICATO FERRARI. "Dopo quattro anni di impegno e instancabile dedizione, Maurizio Arrivabene lascia la Scuderia. La decisione è stata presa di comune accordo con i vertici dellazienda, dopo una profonda riflessione in relazione alle esigenze personali di Maurizio e di quelle della squadra", si legge nella nota inviata alla stampa a cui fanno seguito i ringraziamenti di rito e la conferma che sarà Binotto a ricoprire il ruolo di Team Principal e a lui risponderanno tutte le funzioni tecniche. QUATTRO STAGIONI ALLA GUIDA. Il divorzio tra lex manager della Philip Morris si è consumato così dopo quattro stagioni sul ponte di comando, dove Arrivabene era arrivato per sostituire Marco Mattiacci, la cui breve direzione della squadra era succeduta a quella di Stefano Domenicali. A Binotto viene riconosciuto il merito di aver fatto crescere la competitività delle Rosse, prima occupandosi della power unit ibrida, poco competitiva nella sua prima versione del 2014 e portata, di stagione in stagione, al livello di quella Mercedes. Sul mancato rinnovo del contratto con Arrivabene ha invece sicuramente inciso linsuccesso della scorsa stagione, arrivato dopo le speranze alimentate, nella prima parte del campionato, dalla competitività della SF71H. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SCUDERIA-FERRARI 2019-01-07 18:35:51 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2019/01/07/land_rover_discovery_sport_nuove_immagini_della_versione_restyling/gallery/2019-LR-Discovery-Sport-spy-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23927 Land Rover Discovery Sport - Nuovi collaudi per la versione restyling http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23927&tipo=fv Nei prossimi mesi debutterà sul mercato il restyling della LAND ROVER DISCOVERY SPORT [1], alla quale fanno riferimento queste foto spia appena giunte dallInghilterra. Purtroppo le pellicole sono molto simili a quelle già viste nelle prime immagini del settembre scorso, ma siamo ugualmente in grado di notare alcuni nuovi dettagli. NEL FRONTALE IL LOOK DELLE CUGINE PIù RECENTI. La Discovery Sport è stata aggiornata prendendo spunto dalle novità più recenti della Casa, come la Velar e la seconda generazione della EVOQUE [2]. Per questo troviamo un frontale totalmente rivisto, dove spiccano i sottili gruppi ottici principali e le prese daria verticali. Al posteriore, grazie alla trasparenza delle pellicole, possiamo inoltre notare il differente andamento dei gruppi ottici Led, che contribuiranno a rinfrescare il look della vettura e che mantengono il particolare prolungamento sulla fiancata. INFOTAINMENT ED ELETTRIFICAZIONE. Le affinità con gli altri modelli non dovrebbero fermarsi al design: in attesa di ricevere foto degli interni possiamo prevedere il possibile arrivo del sistema di infotainment Touch Pro Duo con triplo display, ma anche i propulsori Ingenium più recenti e le loro varianti elettrificate, già annunciate proprio sulla Evoque. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2018/09/07/LAND_ROVER_AVVISTATO_IL_FACELIFT_DELLA_DISCOVERY_SPORT.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/11/22/RANGE_ROVER_EVOQUE_PREZZO_INTERNI_FOTO_MOTORI_DIMENSIONI.HTML 2019-01-07 17:53:34 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/07/bmw_serie_3_li_la_versione_per_il_mercato_cinese/gallery/2019-BMW-Serie3-Li-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23926 BMW Serie 3 Li - La versione per il mercato cinese http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23926&tipo=fv La BMW [1] si è già attivata per portare in Cina la settima generazione della SERIE 3 [2]. Come ormai da tradizione, la Casa tedesca ha sviluppato una specifica versione a passo lungo per il mercato asiatico di punta denominata Li che sarà prodotta localmente grazie alla joint-venture con la Brilliance. PASSO LUNGO, MOTORI BENZINA. Per il momento non sono stati diffusi i dati tecnici, quindi non sappiamo quanto la berlina sia cresciuta rispetto ai 4,71 metri del MODELLO EUROPEO [3]. Quel che è certo è che tutte le modifiche sono concentrate nella zona della portiera posteriore, così da offrire maggiore spazio alle gambe dei passeggeri. Le modifiche sono state sviluppate per mantenere intatta la distribuzione dei pesi 50:50 e il taglio del montante posteriore. Non si conoscono nemmeno le motorizzazioni disponibili: scontata la presenza dei soli benzina, ma è probabile che entro breve tempo arrivi anche la variante PLUG-IN HYBRID 330E [4]. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/BMW.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/PRIMO_CONTATTO/2018/12/10/BMW_AL_VOLANTE_DELLA_SERIE_3.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/10/01/BMW_LA_SETTIMA_SERIE_3_PIU_GRANDE_E_CON_UNA_NUOVA_LINEA.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/11/15/BMW_330E_LA_BERLINA_E_ANCHE_IBRIDA_PLUG_IN.HTML 2019-01-07 16:21:56 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2019/01/07/audi_le_elettriche_e_tron_nel_nuovo_spot_per_il_super_bowl_2019/gallery/2018-superbowl-ok-.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23924 Audi - Le elettriche e-tron nel nuovo spot per il Super Bowl 2019 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23924&tipo=fv La Casa di Ingolstadt torna per la decima volta al SUPER BOWL, che questanno si disputerà domenica 3 FEBBRAIO AD ATLANTA, con uno spot da 60 secondi dedicato alla mobilità elettrica dellAUDI [1], in questi ultimi mesi impegnata nel lancio della Suv e-tron, la sua prima auto full electric, CHE ABBIAMO GIà GUIDATO [2] ad Abu Dhabi e alla quale abbiamo dedicato un servizio dalla Namibia NELLA PRIMA PUNTATA DI DRIVE UP [3]. IL RITORNO. Dopo il successo di spot come QUELLO ISPIRATO A IL PADRINO [4], tra I MIGLIORI DI SEMPRE [5] nella storia televisiva del Big Game e quello del 2017 [6] a favore delle pari opportunità, lAudi sarà di nuovo protagonista del più grande evento sportivo (e televisivo) americano, con un costo stimato - per la sola messa in onda del filmato - di 10 milioni di dollari. LO SPOT. Ma di ufficiale nulla trapela, per il momento, sui dettagli del video, a parte il fatto che sarà curato dallagenzia Venables Bell Partners di San Francisco. Un indizio sui suoi contenuti, però, arriva da unimmagine diffusa dalla Casa, dove è possibile riconoscere la citata E-TRON e la concept E-TRON GT [7], nonché un veicolo in penombra, che potrebbe essere la E-TRON SPORTBACK attesa entro lestate. LE DICHIARAZIONI. Stiamo tornando sul più grande palcoscenico pubblicitario per far sapere allAmerica che lelettrico è (anche) Audi, ha dichiarato Loren Angelo, marketing vice presidente di Audi America. "Lo scorso autunno, il marchio ha presentato la e-tron, la sua prima full electric Suv di serie, seguita dal debutto della concept e-tron GT al Salone di Los Angeles, dando quindi una forte spinta allelettrificazione. Il Big Game è quindi una piattaforma perfetta per proseguire in questa direzione. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/AUDI.HTML [2] https://www.quattroruote.it/news/primo_contatto/2018/12/06/audi_e_tron_al_volante_della_suv_elettrica_video.html [3] https://www.quattroruote.it/news/eventi/2018/11/08/quattroruote_su_italia_1_drive_up_sabato_10_novembre_si_accendono_i_motori.html [4] https://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/video/the-godfather-audi-r8-2015- [5] https://www.quattroruote.it/news/curiosita/2017/01/25/super_bowl_2017_gli_spot_piu_belli_degli_ultimi_anni_video.html [6] https://www.quattroruote.it/news/eventi/2017/02/06/super_bowl_2017_l_alfa_romeo_e_le_altre_case_gli_spot_auto_della_finale_video.html [7] https://www.quattroruote.it/news/nuovi-modelli/2018/12/07/audi_e_tron_gt_il_modello_di_serie_sara_identico_alla_concept.html 2019-01-07 15:52:41 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/07/seat_leon_tgi_il_1_5_turbo_e_anche_a_metano/gallery/2019-Seat-Leon-TGI-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23925 Seat Leon TGI - Il 1.5 turbo è anche a metano http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23925&tipo=fv Con luscita di produzione del 1.4 TGI, la SEAT [1] ha introdotto una nuova motorizzazione a metano per la LEON [2], la 1.5 TGI Evo. Basata sul nuovo quattro cilindri TSI del GRUPPO VOLKSWAGEN [3], la bifuel dispone di tre serbatoi di fibra di carbonio per il gas naturale che, grazie a una capacità complessiva di 17,7 kg, garantiscono unautonomia di circa 500 km, ai quali si vanno ad aggiungere altri 150 km percorribili viaggiando a benzina. PIù POTENTE ED EFFICIENTE. Il 1.5 a ciclo Miller, aggiornato con pistoni con finitura in nickel-cromo e sedi valvole rinforzate, sfrutta una turbina a geometria variabile dultima generazione e uno Start Stop avanzato per ridurre i consumi senza sacrificare le prestazioni: sulla carta la Leon TGI è accreditata di 130 CV a 5.000 giri/min (20 CV in più della 1.4 TGI) e di una coppia massima di 200 Nm, erogati tra i 1.400 e i 4.000 giri/min. Disponibile nelle versioni cinque porte e wagon, la Leon TGI sarà ordinabile sia con trasmissione manuale a sei marce, sia con lautomatico doppia frizione Dsg a sette rapporti che, rispettivamente, le permetteranno di raggiungere una velocità massima di 205 o 199 km/h. Per la prima volta, oltre che nellallestimento Style, la Leon TGI sarà disponibile anche nelle versioni FR e Xcellence. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/SEAT.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SEAT-LEON [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GRUPPO-VOLKSWAGEN 2019-01-07 15:52:41 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/07/ford_il_police_interceptor_si_rinnova/gallery/2019-Ford-Police-Interceptor-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23923 Ford - Il Police Interceptor si rinnova http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23923&tipo=fv La FORD [1] prosegue la collaborazione con le forze dellordine americane e presenta la versione aggiornata del POLICE INTERECEPTOR. La Casa dellOvale Blu fornisce circa due terzi del parco veicoli totale e ha aggiornato uno dei modelli più diffusi, sviluppato con tecnologie e soluzioni specifiche. Affiancherà nei prossimi mesi le altre versioni già disponibili: POLICE RESPONDER HYBRID SEDAN [2], F-150 Police Responder, Expedition SSV, F-150 SSV, Transit PTV e SSV Plug-In Hybrid Sedan. NUOVO POWERTRAIN IBRIDO. Rispetto al precedente modello con propulsore 3.7 benzina, il Model Year 2020, che sarà consegnato nella seconda parte di questanno, adotta un nuovo powertrain ibrido con trazione integrale, che secondo la Ford ridurrà i costi annuali di carburante di una cifra compresa tra 3.500 e 5.700 dollari per ogni unità. Il motore endotermico da 3.3 litri è abbinato alle batterie al litio, alla trazione integrale e al cambio automatico a dieci marce, ma sono disponibili anche i benzina 3.0 EcoBoost e 3.3 V6. La versione ibrida dichiara un consumo medio combinato di 24 mpg, una riduzione del 41% rispetto alla versione uscente, pur garantendo prestazioni superiori in accelerazione, ripresa e velocità massima. ADAS DISATTIVABILI E TECNOLOGIE SPECIFICHE. La Ford ha sviluppato anche dei dispositivi dedicati come il Police Perimeter Alert, che permette di chiudere serrature e cristalli e attivare la retrocamera se i sensori percepiscono movimenti nei 270 gradi di copertura. Attraverso il sistema Ford Telematics è possibile localizzare in ogni momento il veicolo e controllarne i parametri di funzionamento e i dati relativi allutilizzo per la manutenzione. Inoltre, sono previsti i più recenti Adas come il Pre-Collision Assist con Pedestrian Detection e il Forward Collision Warning, che sono però disattivabili in caso di necessità per compiere manovre durante gli inseguimenti. Per offrire agli agenti la massima sicurezza la Ford ha infine condotto dei crash test aggiuntivi per collaudare la vettura a velocità superiori a quelle di omologazione, installando protezioni aggiuntive e progettando sistemi di raffreddamento, cerchi e pneumatici per poter resistere alluso più intenso in ogni condizione. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FORD.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NOVITA/2017/04/10/FORD_POLICE_RESPONDER_HYBRID_SEDAN.HTML 2019-01-07 13:05:07 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/07/lamborghini_huracan_evo_prezzo_foto_motore_caratteristiche_/gallery/2019-Lamborghini-Huracan-Evo-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23922 Lamborghini - La Huracán diventa Evo http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23922&tipo=fv Più potente, dinamica e aerodinamica: la nuova LAMBORGHINI HURACáN EVO [1] proietta a un nuovo livello prestazionale la dieci cilindri di SantAgata Bolognese. A quasi cinque anni dal lancio al SALONE DI GINEVRA [2] del 2014, la sportiva del Toro si aggiorna evolvendo i contenuti che lhanno fatta apprezzare dai clienti di tutto il mondo: dietro allabitacolo viene confermato il 5.2 litri aspirato che eguaglia le performance della PERFORMANTE [3], versione sulla quale si basa la nuova Evo. Le prime consegne sono attese entro la primavera di questanno con prezzi che in Europa partiranno da 184.034 euro tasse escluse. ANCORA ASPIRATA. Il V10 aspirato di 5.2 litri montato in posizione centrale longitudinale è stato aggiornato con nuove valvole daspirazione di titanio e con un impianto di scarico alleggerito: sulla Huracán EVO arriva a produrre 640 CV a 8.000 giri/min e 600 Nm di coppia a 6.500 giri/min. Grazie a un peso di 1.422 kg a secco (ripartiti al 43% allanteriore e al 57% al posteriore) la coupé raggiunge un rapporto peso potenza di 2,22 kg/CV, riuscendo a scattare da 0 a 100 km/h in 2.9 secondi e a toccare i 200 km/h in nove secondi netti anche grazie a un sistema di trazione integrale Haldex di quinta generazione con diffrenziale autobloccante meccanico posteriore abbinato a un cambio automatico doppia frizione Ldf a sette rapporti. La velocità massima è superiore ai 325 km/h, mentre grazie a un impianto frenante con dischi carboceramici da 380 mm allanteriore e da 356 mm al posteriore, rispettivamente con pinze a sei e quattro pistoncini, la sportiva di SantAgata Bolognese riesce a fermarsi da 100 a 0 km/h in 31,9 metri. PREVEDE LE INTENZIONI DEL PILOTA. Lievemente più lunga della Huracán (4.520 mm), la Evo ripropone lo stesso passo di 2.620 mm del modello di derivazione con carreggiate di 1.668 mm allanteriore e di 1.620 mm al posteriore. Rispetto al modello originale la nuova versione risulta ancora più agile grazie alladozione dellasse posteriore sterzante abbinato al Lamborghini Dynamic Steering e a un sistema di torque vectoring. La dinamica della vettura è gestita dal Lamborghini Dinamica Veicolo Integrata (Ldvi), un sistema che controlla il setup dellauto modificando la risposta del propulsore e delle sospensioni preparando proattivamente la vettura alle manovre del guidatore. Il sistema predittivo utilizza i dati raccolti da sensori, giroscopi e accelerometri della Lamborghini Piattaforma Inerziale, regolando istantaneamente le sospensioni magnetoreologiche di seconda generazione: le varie impostazioni della vettura sono controllabili anche tramite il selettore dellAnima con modalità di guida Strada, Sport e Corsa. AFFINAMENTI AERODINAMICI. Laggiornamento di metà carriera ha portato la Huracán ad adottare una nuova veste estetica creata per affinare ulteriormente laerodinamica di questo modello. Il paraurti anteriore dispone di un inedito splitter con ala integrata e di nuove prese daria maggiorate con design ispirato allo stile degli altri modelli della Casa del Toro. Nuovi sono anche i gruppi ottici con luci diurne a Y, così come le prese daria laterali, ridisegnate e abbinate a un posteriore totalmente rinnovato. Sul retro si concentrano tutte le principali differenze estetiche della Evo, a partire dal riposizionamento dei terminali di scarico, ora rialzati come sul modello da corsa, fino ad arrivare al nuovo spoiler e allestrattore che insieme migliorano la tenuta di strada alle alte velocità: rispetto alla prima versione della Huracán, la nuova aerodinamica risulta più efficiente di cinque volte. AGGIORNATA ANCHE DENTRO. Le novità continuano anche allinterno dellabitacolo dove debutta un touchscreen capacitivo da 8,4" posizionato nella console centrale sopra al pulsante davviamento. Tramite linfotainment i passeggeri possono visualizzare il funzionamento del sistema Ldvi e controllare svariate funzioni della vettura, comprese le regolazioni del clima e dei sedili. Limpianto multimediale dispone di un navigatore connesso e, grazie alla compatibilità con Apple CarPlay, può essere controllato anche con lassistente vocale Siri. A richiesta sono disponibili anche un hard disk più capiente e un sistema di telemetria con doppia videocamera. I rivestimenti interni sono di pelle e Alcantara con dettagli in tinta carrozzeria abbinati a inserti di Carbon Fiber Composites e a un nuovo sistema dilluminazione. I clienti possono infine scegliere di personalizzare la propria vettura con nuovi Style Packs o direttamente tramite il programma Ad Personam: lesemplare presente nelle immagini ufficiali è verniciato nella tinta Arancio Xanto con cerchi Aesir da 20" e pneumatici Pirelli P Zero. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/LAMBORGHINI-HURACAN [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-GINEVRA [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/PROVE/2017/LAMBORGHINI_HURACAN_LA_PROVA_DELLA_PERFORMANTE.HTML 2019-01-07 12:33:30 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/07/tesla_al_via_la_costruzione_della_gigafctory_di_shanghai/gallery/tesla-china.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23921 Tesla - Al via la costruzione della Gigafctory cinese http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23921&tipo=fv La TESLA [1] ha avviato i lavori a Shanghai per la costruzione della sua prima Gigafactory allestero. La nuova fabbrica consentirà alla Casa californiana di approfittare della crescente domanda cinese di veicoli elettrici e, soprattutto, di aggirare i dazi doganali e quindi ridurre i prezzi di listino. PRODUZIONE AL VIA A FINE ANNO. "La Cina sta diventando il leader mondiale nelladozione di veicoli elettrici ed è un mercato fondamentale per la missione di Tesla di accelerare la transizione del mondo verso lenergia sostenibile", ha dicharato ELON MUSK [2] nel corso della cerimonia della posa della prima pietra. Prima dellevento, Musk ha fornito alcuni dettagli sulla tempistica del progetto. Lobiettivo della Tesla è terminare i lavori di costruzione la prossima estate, avviare la produzione della Model 3 entro la fine dellanno e raggiungere grandi volumi produttivi nel corso del 2020. La nuova Gigafactory sfornerà "versioni accessibili" non solo della berlina compatta, ma anche della prossima Suv compatta MODEL Y [3] destinati al mercato della Grande Cina (Cina continentale, Hong Kong e Macao). I piani prevedono di produrre circa 3.000 Model 3 alla settimana nella fase iniziale e di salire a regime a 500.000 veicoli allanno. GRANDI OPPORTUNITà, GRANDE CONCORRENZA. La Tesla ha avviato alcuni anni fa la ricerca di un sito per localizzare la propria fabbrica cinese e negli ultimi mesi, grazie anche ad alcune modifiche alle normative locali soprattutto sugli investimenti esteri, è riuscita a imprimere un colpo di acceleratore al progetto. LACQUISTO DEI TERRENI [4], per 140 milioni di dollari, è avvenuto lo scorso ottobre, e ora è iniziata la realizzazione di uno stabilimento cruciale per il successo della Casa sul mercato cinese, il maggiore al mondo per i veicoli elettrici. La Tesla è molto popolare in Cina, ma i suoi prezzi di listino non sono concorrenziali a causa delle forti tariffe doganali imposte sulle importazioni di auto dallestero. Sulla base di un documento pubblicato lo scorso 2 ottobre, la società ha quantificato tra il 55% e il 60% laggravio di costi subito rispetto ai produttori cinesi a causa dei dazi, dei costi di trasporto e del mancato accesso agli incentivi locali. Con il taglio dei prezzi garantito da una presenza produttiva in loco, dunque, la Casa potrà affrontare ad armi pari la concorrenza dei costruttori locali, tra cui la NIO [5] che dalla sua fondazione ha messo nel mirino proprio la Tesla. LA MODEL 3 è GIà PRENOTABILE. A dimostrare limportanza della Cina per la società di Palo Alto non è solo la decisione di scegliere il Paese asiatico come sede della sua prima Gifactory estera, ma anche i numeri. "Negli ultimi sei anni, abbiamo aperto 60 rivenditori Tesla, quasi 1.500 Supercharger e più di 1.850 colonnine nel Paese", ha dichiarato Musk. Non solo. "Questa settimana - ha aggiunto - abbiamo aperto gli ordini online per la Model 3 in Cina, in modo che i clienti possano configurare il loro veicolo per ricevere la consegna nelle prossime settimane, e la Gigafactory 3 è un altro esempio dellimpegno di Tesla nel mercato cinese". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TESLA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ELON-MUSK [3] http://www.autosomma.it/(HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/08/13/TESLA_MODEL_Y_ELON_MUSK_ANNUNCIA_L_ARRIVO_DELLA_SUV.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/10/17/TESLA_CINA_AGGIUDICATO_IL_TERRENO_PER_LA_NUOVA_GIGAFACTORY.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/NIO 2019-01-07 12:13:19 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/viabilita/2019/01/07/tangenziale_ovest_di_milano_riapre_lo_svincolo_con_l_autostrada_dei_laghi/gallery/2018-ponte-tangenziale-ok-3.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23920 Tangenziale ovest di Milano - Riapre lo svincolo con lAutostrada dei Laghi http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23920&tipo=fv Fine dei disagi e delle deviazioni per chi viaggia sulla TANGENZIALE OVEST DI MILANO IN DIREZIONE DELLA8 (Autostrada dei Laghi), e viceversa, dovuti a un intervento di MANUTENZIONE STRAORDINARIA SUL VIADOTTO DI RHO [1]. La società Milano Serravalle ha comunicato limminente riapertura al traffico veicolare, su due corsie per senso di marcia, del tratto compreso tra linterconnessione con lautostrada A8 Milano-Varese e lo svincolo per il Nuovo Polo Fieristico di Rho-Pero, con le seguenti modalità: - Tangenziale ovest carreggiata Sud (direzione Genova-Bologna) lunedì 7 gennaio alle ore 21.00; - Tangenziale ovest carreggiata Nord (direzione A8 Laghi) martedì 8 gennaio alle ore 5.00; - Viabilità nel Comune di Rho (via Pace e corso Europa): lunedì 7 gennaio alle ore 6.00. ULTIMA GIORNATA DI DEVIAZIONI. I percorsi alternativi, obbligatori fino alle riaperture sopra indicate, prevedono, per chi viaggia verso Nord, la deviazione agli svincoli MI-Gallaratese (uscita 2) e Pero-Fiera (uscita 1) con il successivo ingresso direttamente sullautostrada A8 seguendo le indicazioni dei cartelli temporanei posti appositamente sul tracciato, mentre chi viaggia in direzione Sud (per esempio per proseguire verso lA7 per Genova o lA1 per Bologna) dovrà uscire agli svincoli Fiera e MI-Gallaratese/Cascina Merlata, con successivo ingresso sulla A50 Tangenziale ovest. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/VIABILITA/2018/11/29/SVINCOLO_TANGENZIALE_OVEST_A8_UN_MESE_DI_CHIUSURA_PER_METTERE_IN_SICUREZZA_UN_PONTE.HTML 2019-01-07 11:42:31 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/07/mercedes_benz_cla_ultimi_teaser_prima_del_debutto/gallery/2019-Mercedes-Benz-CLA-teaser-9.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23918 Mercedes-Benz CLA - Ultimi teaser prima del debutto http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23918&tipo=fv Quando mancano ormai poche ore al debutto al CES [1] la Mercedes-Benz ha diffuso ALTRI TEASER DELLA CLA [2], mostrando carrozzeria e interni con dovizia di particolari. La berlina-coupé stavolta mette in risalto il design dei gruppi ottici a led, che al posteriore si allungano orizzontalmente sulla coda, mentre nel frontale riprendono lo stile della cugina CLASSE A [3]. Da questultima deriva anche limpostazione degli interni, ma cè una novità curiosa: un sensore attiva lilluminazione della zona del passeggero quando il guidatore allunga una mano per consultare un documento. AL CES LA CLA EDITION 1. Nel teaser si notano anche le cuciture a contrasto e gli accenti di colore, oltre alla badge specifica: si tratta infatti della CLA Edition 1, lormai tradizionale allestimento full optional di lancio che la Mercedes-Benz offre ai clienti che cercano il massimo in fatto di personalizzazione. Per il momento, la Mercedes-Benz non ha fornito informazioni sulla gamma dei propulsori prevista per la CLA, ma è probabile che si tratti delle stesse unità previste sulla Classe A, inclusa la sportiva AMG A 35 4MATIC [4] e lormai imminente A 45. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-CES/2019.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/01/02/MERCEDES_BENZ_NUOVO_TEASER_DELLA_CLA.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MERCEDES-BENZ-CLASSE-A [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/PRIMO_CONTATTO/2018/12/04/MERCEDES_AMG_A35_AL_VOLANTE_DELLA_4MATIC.HTML 2019-01-07 11:14:35 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/07/byton_m_byte_svelati_gli_interni_definitivi/gallery/2019-Byton-M-Byte-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23919 Byton M-Byte - Svelati gli interni definitivi http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23919&tipo=fv A un anno di distanza dalla presentazione della concept, la BYTON [1] è tornata al CES DI LAS VEGAS [2] per svelare gli interni definitivi della sua prima Suv elettrica la M-Byte. La startup cinese ha evoluto il design dellabitacolo senza tuttavia stravolgerlo: un grande schermo da 48" è rimasto a dominare la plancia e si abbina, come sul prototipo, a un touch screen integrato nel volante. La produzione della sport utility inizierà durante la prossima estate al termine della fase di collaudo dei prototipi. CINQUE SCHERMI. Lo Shared Experience Display (Sed) è, per il momento, lo schermo più grande mai utilizzato su un modello di produzione e si estende per tutta la larghezza dellabitacolo. La Casa ha già comunicato che il display soddisfa tutti i requisiti di sicurezza dei mercati in cui la sport utility sarà venduta e grazie a una grafica appositamente studiata non distrarrà eccessivamente il guidatore. Oltre ai controlli vocali, per interagire con il Sed si potranno utilizzare un touch screen da 7" integrato nel volante poco al di sopra dellairbag oppure un nuovo schermo da 8", assente sulla concept, posizionato sul tunnel centrale. Dietro agli schienali dei sedili anteriori saranno inoltre presenti due touch screen che permetteranno ai passeggeri posteriori di controllare alcune funzioni del Sed e di visualizzare contenuti diversi rispetto a quelli selezionati dalle altre persone a bordo. NUOVO LOOK PER LA PLANCIA. La versione di serie della M-Byte proporrà anche altre novità, a partire dal deisgn della plancia, nettamente evoluto rispetto alla concept grazie a nuove bocchette daerazione e pulsanti fisici che permettono, tra le altre cose, di gestire anche la trasmissione. Per assicurare la massima sicurezza anche durante le fasi di guida assistita, al centro della plancia è presente un nuovo sistema di monitoraggio del conducente. A vettura ferma, infine, i sedili anteriori potranno ruotare di 12 per rendere più confortevole labitacolo permettendo ai passeggeri di comunicare più facilmente. BYTON LIFE. Per facilitare la gestione della tecnologia di bordo, la startup ha sviluppato Byton Life, un ecosistema che connette dati dellutente, device e applicazioni per fornire una migliore esperienza di utilizzo della vettura. Grazie a un sistema di machine learning, lintelligenza artificiale di Byton Life riconosce le voci dei passeggeri, ricordando automaticamente appuntamenti e scadenze o suggerendo gli indirizzi preferiti a seconda dellorario e del giorno della settimana. In Europa questa tecnologia sarà compatibile anche con Amazon Alexa e presto potrebbe offrire nuove funzionalità: la piattaforma della startup cinese è infatti open source. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BYTON [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI-AUTO/SALONE-CES/2019.HTML 2019-01-07 11:14:35 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2019/01/07/_500x_renegade_e_le_altre_le_20_suv_piu_vendute_in_italia_nel_2018_foto_gallery/gallery/1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23917 500X, Renegade e le altre - Le 20 Suv più vendute in Italia nel 2018 FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23917&tipo=fv Dopo avervi mostrato LE 20 AUTO PIù VENDUTE IN ITALIA NEL 2018 [1], vi sveliamo quali Suv e crossover hanno avuto più successo nello stesso periodo. Del resto, se nel complesso le vendite di automobili nel nostro Paese hanno subito una flessione del 3,3% rispetto al 2017, discorso diverso va fatto per i veicoli a ruote alte: secondo lUnrae, che li suddivide in crossover e fuoristrada (in entrambi i casi vengono conteggiate anche le Suv), la prima categoria ha raccolto ben 557.824 unità immatricolate (il 29% del mercato), con una crescita del 25,4%, mentre la seconda ha ottenuto 184.219 immatricolazioni (il 9,6% del totale) e un incremento dell11,8%. Sono state quindi 742.043 le auto a ruote alte registrate nel 2018, il 38,6% del parco auto immatricolato. LA TOP 20. Nella nostra rassegna troverete le 20 Suv e crossover più vendute nel nostro Paese. Ben quattro di loro fanno parte del gruppo FCA, che occupa lintero podio con la FIAT 500X, la più venduta, e le JEEP RENEGADE e COMPASS, seconda e terza. Più distaccata lAlfa Romeo STELVIO, ventesima, lunica della classifica con un prezzo daccesso CHE SUPERA (ABBONDANTEMENTE) I 40 MILA EURO [2]. Ma è il gruppo PSA il più rappresentato, con cinque vetture nella top 20, tra cui due OPEL, due PEUGEOT e una CITROëN. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/mercato/2019/01/03/panda_clio_e_le_altre_le_20_auto_piu_vendute_in_italia_nel_2018_foto_gallery.html?fbclid=IwAR3Rg80_HuuEIwWJjMvbSQDR3MgsXRORa7N8xgRlvcrt59xs8hNSPKogCNc [2] https://www.quattroruote.it/listino/alfa-romeo/stelvio 2019-01-07 10:40:28 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/07/scuderia_ferrari_arrivabene_verso_l_uscita_binotto_nuovo_tema_principal/gallery/1425231007069.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23915 Formula 1 - Ferrari, via Arrivabene, al suo posto Binotto http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23915&tipo=fv Le indiscrezioni delle ultime settimane sembrano aver trovato conferma: secondo la Gazzetta dello Sport oggi in edicola, MAURIZIO ARRIVABENE lascerà il ruolo di team principal della FERRARI [1] a MATTIA BINOTTO, che finora aveva ricoperto la posizione di direttore tecnico della squadra. Da tempo, del resto, si rincorrevano le notizie di frizioni tra i due, alimentate anche da alcune dichiarazioni, soprattutto di Arrivabene, rilasciate a margine degli errori gestionali che sono in parte costati a Vettel il titolo piloti 2018. QUATTRO STAGIONI ALLA GUIDA. Il divorzio con lex manager della Philip Morris si consumerà così dopo quattro stagioni sul ponte di comando, dove Arrivabene era arrivato per sostituire Marco Mattiacci, la cui breve direzione della squadra era succede a quella di Stefano Domenicali. A Binotto viene riconosciuto il merito di aver fatto crescere la competitività delle Rosse, prima occupandosi della power unit ibrida, poco competitiva nella sua prima versione del 2014 e portata, di stagione in stagione, al livello di quella Mercedes. Sul mancato rinnovo del contratto con Arrivabene ha invece sicuramente inciso linsuccesso della scorsa stagione, arrivato dopo le speranze alimentate, nella prima parte del campionato, dalla competitività della SF71H. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SCUDERIA-FERRARI 2019-01-07 09:47:39 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2019/01/03/mercedes_benz_la_nuova_generazione_della_classe_s_testata_sulla_neve/gallery/2019-Mercedes-Benz-Classe-S-spy-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23916 Mercedes-Benz - La nuova generazione della Classe S testata sulla neve http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23916&tipo=fv La MERCEDES-BENZ [1] sta collaudando i prototipi della CLASSE S [2] in Scandinavia. La settima generazione dellammiraglia tedesca è ancora lontana dal debutto, previsto per il 2020: per questo la carrozzeria è ancora priva di molti elementi definitivi. RIVOLUZIONE NEL FRONTALE. Le foto spia mettono in risalto alcuni elementi fondamentali: le proporzioni della Classe S sembrano infatti destinate a rimanere simili alla versione attuale, con un andamento piuttosto classico del tetto e del montante posteriore. Nel frontale sembra invece in arrivo una piccola rivoluzione, con un taglio più basso, sporgente e aggressivo di gruppi ottici e mascherina in linea con le tendenze degli altri modelli più recenti. Sia qui sia al posteriore è però difficile trarre conclusioni, visto che mancano alcuni componenti e non sono visibili tutti i dettagli. curiosa la copertura totale delle maniglie: la protezione potrebbe nascondere una soluzione inedita, magari a scomparsa. Mancano le immagini degli interni, ma in PRECEDENTI FOTO SPIA [3] abbiamo già notato che potrebbe arrivare un nuovo display unico al posto di quello doppio attuale. GUIDA AUTONOMA ED ELETTRIFICAZIONE. Trattandosi della Classe S, la Mercedes-Benz avrà sicuramente in serbo alcune anteprime di carattere tecnico: sicuramente troveremo la GUIDA AUTONOMA DI LIVELLO 3 [4] già annunciata, ma è probabile anche larrivo di nuovi powertrain elettrificati e di soluzioni avanzate dedicate allinfotainment e al confort. La nuova piattaforma dovrebbe inoltre consentire di ridurre il peso e migliorare lefficienza, mentre non sappiamo ancora se rimarranno a listino dei modelli a gasolio. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MERCEDES-BENZ.HTML [2] https://www.quattroruote.it/news/foto_spia/2018/06/01/mercedes_benz_classe_s_foto_spia_test.html [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2018/07/05/MERCEDES_BENZ_CLASSE_S_I_PRIMI_SCATTI_DEGLI_INTERNI_DELL_AMMIRAGLIA.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/10/12/MERCEDES_BENZ_CLASSE_S_NEL_2020_AVRA_LA_GUIDA_AUTONOMA_DI_LIVELLO_3.HTML 2019-01-07 09:47:39 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/aziende/2019/01/04/rci_banque_la_nostra_intervista_a_giampiero_ciaramelletti/gallery/ciaramelletti-renault.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23914 Rci Banque - La nostra intervista a Giampiero Ciaramelletti http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23914&tipo=fv RCI BANQUE, controllata al 100% dalla RENAULT [1], offre finanziamenti e servizi automobilistici per i prodotti di Renault, Dacia, Nissan, Infiniti e Renault Samsung Motors; opera in 39 Paesi tra Europa, America del Sud, Nord Africa e Corea del Sud. In Italia è presente già dai primi anni 70 come Diac, poi, dal 1988, come Finrenault; nel 2001 nasce Rnc, captive della Renault e della Nissan, attiva con i marchi Finrenault e Nissan Finanziaria. Nel 2007 Rnc diviene Rci Banque-succursale italiana che, dal 2010, utilizza anche i marchi commerciali Daciafin e Infiniti Financial Services. Ecco la nostra intervista a Giampiero Ciaramelletti, fleet sales director della Rci Banque Italia. CHE BILANCIO DEL 2018 POTETE TRACCIARE PER LA VOSTRA AZIENDA? Il bilancio è sicuramente positivo: in termini di ordini, registriamo una costante crescita, superiore a quella del mercato. Inoltre, i prodotti di noleggio a lungo termine di Renault e Dacia Lease sono ormai proposti sistematicamente dai venditori della rete del costruttore come ulteriore soluzione di mobilità per le Pmi. REGISTRATE UNA CRESCITA DELLA DOMANDA DA PARTE DEI PRIVATI? Per venire incontro allinteresse dei consumatori sul private lease, abbiamo lanciato recentemente il prodotto Renault Easy. Pur in assenza di vantaggi fiscali, i primi risultati hanno effettivamente confermato questo interesse, grazie soprattutto alla presenza dellofferta su tutti i media. Dovremo però aspettare il 2019 per capire se quello che per il privato oggi rappresenta un timido tentativo di abbandonare la proprietà dellauto per passare al suo utilizzo, si potrà connotare come una vera rivoluzione del mercato. QUALI SONO I SERVIZI PIù RICHIESTI? E QUALI, INVECE, SEMBRANO IN CALO? La ricerca dellinnovazione da parte dei consumatori di oggi ha aumentato linteresse sulla possibilità di gestire la propria flotta tramite servizi telematici e di avere quindi un controllo diretto flotta con il semplice utilizzo dello smartphone. Non registriamo un calo della domanda di servizi nel canone di noleggio, anzi cerchiamo di studiare e proporre al cliente sempre più soluzioni, eventualmente opzionali, che facilitino la mobilità. LA RICHIESTA DEL DIESEL è ANCORA ALTA? E QUELLA DI AUTO AD ALIMENTAZIONE ALTERNATIVA (IBRIDE, ELETTRICHE) è IN CRESCITA? SE Sì, IN QUALE MISURA? La richiesta del diesel nel noleggio è ancora alta, mentre per i veicoli elettrici i segnali di accelerazione del mercato stanno facendo aumentare la curiosità di piccole aziende e privati. QUANTO INCIDE LA MAGGIORE O MINORE RIVENDIBILITà DI UN MODELLO (INSIEME ALLA SUA DIFFUSIONE O LA SCELTA DI VERSIONI O ALLESTIMENTI PARTICOLARI) SUI CANONI DI NOLEGGIO? Normalmente, per il nostro target di clientela (Pmi e privati), il mix di vendita non si discosta di molto da quello dei canali tradizionali. Interessante è la performance sui veicoli commerciali, grazie anche alla professionalità dei concessionari della rete del costruttore. PROPONETE AI VOSTRI CLIENTI ANCHE IL NOLEGGIO DI USATO, SOPRATTUTTO SE PROVENIENTE DALLA FINE DI VOSTRI NOLEGGI PRECEDENTI? E FORMULE DI NOLEGGIO A MEDIO TERMINE? No, non lo facciamo. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/RENAULT.HTML 2019-01-07 09:22:27 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/diario_di_bordo/2019/01/04/suzuki_vitara_una_settimana_con_la_1_0_boosterjet_4wd_allgrip/gallery/2019-Suzuki-Vitara-1.0-Boosterjet-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23913 Suzuki Vitara - Una settimana con la 1.0 Boosterjet 4WD ALLGRIP http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23913&tipo=fv Questa settimana, nel nostro Diario di bordo, mettiamo alla prova un classico, la SUZUKI VITARA [1]. Giunta alla quarta generazione (lanciata nel 2015), la giap è stata ristilizzata nei mesi scorsi, con novità in campo estetico, della dotazione di bordo, dei sistemi di sicurezza e dei motori. Partendo da questi ultimi, la Vitara del test adotta il new entry, l1.0 Boosterjet tre cilindri turbobenzina da 112 CV, abbinato al cambio manuale a cinque marce e alla trazione integrale 4WD Allgrip Select. La carrozzeria è bicolore, grigio Glasgow con tetto nero metallizzato, mentre lallestimento è quello di punta, Starview (prezzo di listino nella nostra motorizzazione, 26.620 euro), che include, tra laltro anabbaglianti a Led, sedili di pelle scamosciata, sistema keyless, navigatore satellitare, sensori di parcheggio anteriori e posteriori, cruise control adattivo, retrovisori ripiegabili e tetto apribile (clima automatico, monitor touch da 7 compatibile con Android Auto ed Apple CarPlay, retrocamera, sedili riscaldabili e altro sono già presenti dallallestimento Cool). IL MILLINO SPINGE BENE [DAY 1]. Mi piace, della Suzuki Vitara, limmagine giovane e disinvolta. Caratteristica, questultima, che la Suv conferma pure nella non facile guida in mezzo al traffico milanese. La taglia, del resto - quattro metri e 17 cm di lunghezza - consente di muoversi sempre con agilità e di parcheggiare senza tanti problemi (qui, poi, la dotazione di sensori e retrocamera è al completo). Al posto guida noto alcune cose: sedile ampio, che sostiene bene il busto, regolazione dello schienale a scatti e cintura che scorre in altezza. Ci si sistema velocemente al volante, un po inclinato e dalla corona sottile: si guida in posizione rialzata, a busto dritto e ginocchia piegate. Così, la Vitara è facile da decifrare, anche perché risponde in modo pronto e sincero, in virtù di una massa contenuta, considerata la presenza della trazione integrale. Il tre cilindri si sente appena, al minimo: poi, la sua risposta in Auto è normale, più rotonda che sprintosa; la coppia, comunque, è adeguata ai bassi regimi. Il tre diventa più pronto ruotando la manopola sul tunnel in Sport, anche se il vero caratterino, l1.0 lo mostra quando lo si spreme a fondo, dopo i 4.500 giri e fino allingresso, un po brusco, del limitatore sulla soglia dei 6.000. Gradevole il cambio manuale, ben manovrabile e dalla frizione corta e non affaticante. Più che altro, le cinque marce, molto spaziate, non consentono di sfruttare sempre a fondo le potenzialità di questo millino. Che vanta buone prestazioni ed è ben isolato, al contrario della gommatura da 17 pollici, il cui sottofondo si fa sentire talvolta a velocità non elevate. Ridotti, invece, i fruscii aerodinamici. La Vitara, dunque, si conferma versatile, e non solo quando la si sfrutta dinverno per una vacanza in montagna. ANDREA STASSANO, REDAZIONE AUTONOTIZIE Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SUZUKI-VITARA 2019-01-07 09:01:19 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/06/niki_lauda_nuovamente_in_ospedale_per_un_influenza/gallery/niki-lauda.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23912 Niki Lauda - Nuovamente in ospedale per uninfluenza http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23912&tipo=fv NIKI LAUDA è nuovamente ricoverato nel reparto di terapia intensiva dellospedale di Vienna. Secondo quanto riportato dalla stampa austriaca, il tre volte campione del mondo di F.1 che compirà 70 anni il prossimo 22 febbraio avrebbe contratto linfluenza durante le festività, passate nella sua casa di Ibiza. ANCORA IMMUNODEPRESSO. Niki era stato dimesso lo scorso ottobre dallAllgemeinen Krankenhaus di Vienna, dove tre mesi prima aveva subìto un trapianto polmonare, a causa di uninfezione che gli aveva fatto rischiare la vita. Lintervento è riuscito e, nonostante la lunga degenza, lex pilota austriaco aveva fatto sapere di stare bene e di voler tornare molto presto alla sua vita normale. Tuttavia, il suo sistema immunitario è ancora debole e linfluenza contratta durante le festività ha indotto i medici austriaci a consigliare un ritorno nel paese per le altre cure. DIMISSIONI IN SETTIMANA. Secondo quanto riportato dalla ORF, un portavoce dellospedale ha dichiarato che le condizioni di Lauda non destano preoccupazione e che le dimissioni potrebbero già essere previste nel corso della prossima settimana. 2019-01-06 16:29:48 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2018/12/20/design_le_auto_asimmetriche_foto_gallery/gallery/2018-Auto-Asimmetriche-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23911 Design - Le auto asimmetriche - FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23911&tipo=fv Tutte le auto sono asimmetriche per definizione. Oltre al posto di guida, sempre decentrato fatta eccezione per alcune sportive, come la MCLAREN SPEEDTAIL [1], molte componenti dellauto creano unasimmetria. Un esempio sono il bocchettone per il rifornimento di carburante (o delettricità), i terminali di scarico e le stesse targhette identificative dei modelli. Alcune vetture, però, sono state volutamente concepite per essere asimmetriche, tanto per stile, quanto per necessità, soprattutto sulle versioni più prestazionali che in molti casi necessitano di specifici sistemi di raffreddamento. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/10/26/MCLAREN_SPEEDTAIL_FOTO_PREZZO_MOTORE_USCITA.HTML 2019-01-06 15:09:24 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2019/01/03/supercar_quelle_di_fibra_di_carbonio_foto_gallery/gallery/2019-auto-di-carbonio-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23910 Supercar - Quelle di fibra di carbonio - FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23910&tipo=fv A parità di dimensioni esterne, il peso di una vettura può essere ridotto fino al 40% passando dallacciaio alla FIBRA DI CARBONIO. Ecco perché sempre più sportive in particolare, quelle ad altissime prestazioni adottano questo materiale leggero e resistente, come i modelli selezionati per la nostra galleria di immagini. Una scelta dettata anche dallincremento di massa dovuta alladozione di propulsori alternativi. Lelettrica BMW I3 [1], per esempio, utilizza materiali compositi con fibre di carbonio (Cfrp) per contenere il peso in poco più 1.300 kg nonostante la presenza delle batterie che alimentano il powertrain. COSTI PROIBITIVI. Ma è ancora presto per vedere un impiego su modelli dallelevata diffusione, come già avviene per lalluminio. Al di là del materiale, sceso dai circa 400 dollari al kg del 1990 alle poche decine di oggi, a ostacolarne la diffusione sono i costi del tradizionale processo di produzione Rtm (resin transfer moulding), che inietta resina liquida in stampi nei quali è collocato il tessuto di carbonio secco, tagliato a misura, richiedendo un lungo lavoro manuale. LE ALTERNATIVE. Per questo, da diversi anni sono allo studio cicli di stampaggio del composito piuttosto simili a quelli adoperati nella lavorazione della lamiera metallica, che si avvalgono di maggiore automazione. La LAMBORGHINI [2], per esempio, ha già portato al debutto il procedimento Forged Composite, che elimina la componente umana utilizzando fibre più corte e disposte in modo casuale: a fronte di una lieve diminuzione della resistenza, comunque superiore allalluminio, vengono ridotti costi e tempi di lavorazione. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BMW-I3 [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/LAMBORGHINI.HTML 2019-01-05 15:16:22 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2019/01/04/bmw_serie_2_proseguono_i_collaudi_della_gran_coupe/gallery/2019-BMW-Serie-2-Gran-Coupe-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23909 BMW Serie 2 - Proseguono i collaudi della Gran Coupé http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23909&tipo=fv Risalgono al 2017 I PRIMI AVVISTAMENTI [1] dei prototipi della BMW SERIE 2 GRAN COUPé [2]. Da quel momento i tecnici dellElica hanno collaudato la quattro porte in varie parti del globo, dalle strade della Germania ai FONDI INNEVATI DELLA SCANDINAVIA [3], in vista del lancio commerciale della prima berlina della nuova generazione di compatte di Monaco. MECCANICA CONDIVISA. Alla base della Serie 2 Gran Coupé, come del resto anche della nuova generazione della SERIE 1 [4], ci sarà il pianale modulare Ukl già impiegato dalla MINI [5], sul quale verranno montati motori a tre o quattro cilindri anche ibridi. Come da tradizione del marchio bavarese la gamma della berlina includerà anche versioni ad alte performance che saranno affiancate dalle tradizionali varianti M Sport con estetica più aggressiva e dettagli tecnici pensati per assicurare una guida più dinamica. STILE PERSONALE. Nonostante lauto sia ancora totalmente camuffata, tra le aperture nelle pellicole di protezione sono già visibili alcuni dettagli della vettura, a partire dal paraurti sportivo di uno dei due esemplari, dotato di grandi prese daria laterali. Le pellicole di protezione lasciano intravedere anche i nuovi fari anteriori, compreso il design delle luci diurne che evolverà limpostazione squadrata già vista sugli ultimi modelli della Casa tedesca, come per esempio le X5 [6] e Z4 [7]. Anche al posteriore i gruppi ottici disporranno di una firma luminosa distintiva e si svilupperanno orizzontalmente protraendosi anche nella zona del portellone. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2017/09/28/BMW_SERIE_2_GRAN_COUPE_FOTO_SPIA_TEST.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BMW-SERIE-2 [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2018/01/30/BMW_SERIE_2_COLLAUDI_SULLA_NEVE_PER_LA_GRAN_COUPE.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BMW-SERIE-2 [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MINI.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BMW-X5 [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BMW-Z4 2019-01-04 18:58:10 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/04/nissan_un_nuovo_sistema_rende_visibile_l_invisibile/gallery/2019-Nissan-Invisible-to-visible-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23908 Nissan - Un nuovo sistema rende "visibile linvisibile" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23908&tipo=fv La NISSAN [1] ha svelato nuovi dettagli relativi allanteprima prevista per lormai imminente CES DI LAS VEGAS [2]. La casa giapponese mostrerà le potenzialità della guida connessa attraverso la realtà aumentata presentando il sistema I2V (invisible to visible) sviluppato dalla Nissan Intelligent Mobility. Al Consumer Electronics Show sarà possibile vedere il sistema in azione grazie a un display interattivo tridimensionale che offrirà unesperienza immersiva, comparabile a quella che la Casa vuole offrire in futuro ai propri clienti. VEDERE LINVISIBILE CON LA REALTà AUMENTATA. Grazie al sistema I2V i guidatori potranno ricevere informazioni raccolte dai sensori di bordo e dal cloud grazie alla tecnologia Omni-Sensing, così da poter vedere sia quello che accade intorno al proprio veicolo, sia quello che si trova fuori dal proprio campo visivo, come ad esempio pericoli nascosti dietro a una curva o dopo un incrocio. La Nissan ha scelto di veicolare le informazioni attraverso grafiche tridimensionali e veri e propri avatar, ma si tratta solo di un esempio delle potenzialità praticamente illimitate di sviluppo del sistema, che potrebbe aprire nuovi scenari nel settore. Le funzionalità dellI2V sono fondamentali anche per le future evoluzioni della guida autonoma, che per la Nissan significano una connessione diretta con le piattaforme SAM (Seamless Autonomous Mobility) e ProPilot. COLLEGATI AL METAVERSO. Una funzione assolutamente innovativa dellI2V è quella del collegamento al Metaverso, ovvero a riproduzioni tridimensionali di altre persone collegate a Internet. Questo permetterà ad esempio di ricevere assistenza da operatori allinterno del veicolo, come tecnici, guide turistiche e persino istruttori di guida sportiva, ma consentirà anche di sfruttare le fasi di guida autonoma per incontrare virtualmente amici, conoscenti o colleghi di lavoro. LI2V sarà infine in grado di modificare completamente lambiente nelle fasi di guida autonoma, eliminando per esempio una grigia giornata di pioggia sostituendola con una più piacevole ambientazione estiva e soleggiata. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/NISSAN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CES 2019-01-04 18:41:14 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/04/alfa_romeo_stelvio_romeo_ferraris_informazioni_potenza_dati_tecnici_prezzi/gallery/2019-Alfa-Romeo-Stelvio-Romeo-Ferraris-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23907 Alfa Romeo Stelvio - Vitaminizzata da Romeo Ferraris http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23907&tipo=fv ROMEO FERRARIS [1] ha realizzato una serie di accessori dedicata allALFA ROMEO STELVIO [2]. La Suv italiana viene dotata dellassetto ribassatto H R e di distanziali per allargare di 20 mm la carreggiata anteriore e di 25 mm quella posteriore, oltre ai cerchi OZ in tinta Corsa Bright con pneumatici Pirelli 255/45. La carrozzeria propone il wrap Avery Color Flow cangiante che varia tra il verde, il bronzo e il viola, abbinato ai vetri posteriori oscurati, alle finiture esterne di carbonio bianco e ai terminali di scarico Ragazzon con valvola Dual Sound. Il carbonio bianco torna anche negli interni, dove sono previsti anche i tappetini personalizzati. TUTTE LE MODIFICHE DISPONIBILI PER I MOTORI BENZINA E DIESEL. Non potevano mancare gli interventi ai propulsori, che completano lintervento di Romeo Ferraris. Sono disponibili kit specifici per tutte le versioni della Stelvio, sia benzina che diesel: il 2.2 180 CV guadagna 31 CV e 50 Nm, mentre la versione da 210 CV aggiunge 28 CV e 41 Nm. Il 2.0 benzina, invece, migliora le sue performance di 46 CV e 70 Nm nel caso della variante da 200 CV e di 33 CV e 58 Nm nel caso di quella da 280 CV. Sulla Stelvio Quadrifoglio, infine, è possibile aumentare la potenza di 46 CV e 60 Nm. Tutte le modifiche ai propulsori sono ottenute lavorando esclusivamente sulla gestione elettronica e consentono di migliorare sia i tempi di accelerazione che la velocità massima. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ROMEO-FERRARIS [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ALFA-ROMEO 2019-01-04 16:34:32 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/04/tesla_model_3_il_configuratore_italiano_e_online/gallery/2019-Tesla-Model-3-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23906 Tesla Model 3 - Il configuratore italiano è online http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23906&tipo=fv Dopo aver dato accesso al configuratore della MODEL 3 [1] ai clienti che lavevano prenotata negli scorsi mesi, la TESLA [2] ha messo online sul proprio sito italiano la pagina che permette di personalizzare, e ordinare, un esemplare dellelettrica. COME ANTICIPATO NELLE SCORSE SETTIMANE [3], la berlina sarà inizialmente proposta nelle due versioni Dual Motor a trazione integrale con batteria Long Range con prezzi a partire da 60.580 (59.600 euro più 980 euro di messa su strada) o da 71.680 euro nel caso della Performance. Per ordinare una Model 3 è necessario versare un anticipo di 2.000 euro: le prime consegne sono previste per il prossimo mese di marzo. DUE VERSIONI E DUE INTERNI. La Dual Motor con batteria ad autonomia elevata può percorrere fino a 560 km (misurati nel ciclo Wltp) con un pieno di elettroni e scattare da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi per poi toccare una velocità massima di 233 km/h. La versione Performance, invece, raggiunge i 250 km/h di velocità massima, scatta da 0 a 100 km/h in 3,5 secondi e propone unautonomia dichiarata di 530 km. Questultima dispone di serie del pacchetto sportivo con cerchi di lega da 20", freni maggiorati, assetto ribassato, spoiler di fibra di carbonio, pedali dalluminio e modalità Track. In entrambi i casi il cliente può scegliere due differenti tipologie di interni, con rivestimenti di ecopelle nera inclusi nel prezzo dacquisto o con sellerie bianche proposte a 1.050 euro. Tra i pochi optional, oltre alle cinque tinte della carrozzeria (con prezzi fino a 2.700 euro) sono presenti i cerchi da 19" da 1.600 euro (Performance esclusa) e lAutopilot avanzato. Il sistema dassistenza alla guida è proposto a 5.400 euro ma è disponibile anche come aggiornamento dopo la consegna con un sovrapprezzo di 7.500 euro. ANCHE CON FINANZIAMENTO. La Tesla ha sviluppato anche una forma totalmente personalizzabile di finanziamento, della durata minima di due anni (fino a un massimo di cinque), per lacquisto della quattro porte elettrica. Senza versare alcun acconto la rata mensile minima sarà di 830 euro con maxirata finale finanziabile di 21.203 euro. Con il finanziamento da 24 mesi, senza anticipo, la rata sarà di 1.105 euro al mese, con maxirata finale di 39.377 euro. Con un anticipo di 10.000 euro la rata mensile partirà da 643 euro al mese, oppure versando subito lacconto massimo di 21.203 euro il canone scenderà a 433 euro: in entrambi i casi la maxirata finale sarà di 21.203 euro (tutti i valori sono calcolati per il modello base). QUATTRO ANNI DI GARANZIA. Esattamente come negli Stati Uniti, anche in Italia la Tesla proporrà una garanzia di quattro anni o 80.000 km per la Model 3. Le batterie e i propulsori elettrici, invece, saranno garantiti per otto anni o 192.000 km. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/TESLA-MODEL-3 [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TESLA.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/12/05/TESLA_MODEL_3_PREZZO_LISTINO_ITALIA_INTERNI_DIMENSIONI_AUTONOMIA_VERSIONI.HTML 2019-01-04 16:12:20 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/concept/2019/01/04/infiniti_qx_inspiration_la_suv_dell_era_elettrica/gallery/2019-Infiniti-QX-Inspiration-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23905 Infiniti QX Inspiration - A Detroit la Suv dellera elettrica http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23905&tipo=fv La INFINITI [1] ha confermato il debutto della QX INSPIRATION CONCEPT al SALONE DETROIT [2]. Si tratta del prototipo di una SUV A TRAZIONE ELETTRICA [3] ad alte prestazioni, sviluppata sulla base della nuova piattaforma che la Casa giapponese intende utilizzare per i modelli a emissioni zero a partire dal 2021. LINEE DI NUOVA CONCEZIONE. In attesa di conoscere le informazioni tecniche, sappiamo che per la QX sono stati scelti materiali e finiture artigianali che richiamano la tradizione nipponica. Il design esterno è unevoluzione degli stilemi attuali che offre unanteprima delle future tendenze del brand. La Suv si fa notare per il colore bianco, per le telecamere che sostituiscono gli specchietti retrovisori e per la linea di cintura molto alta, che sottolinea lanima sportiva del progetto. Nel frontale troviamo una sorta di mascherina virtuale, vista lassenza della meccanica tradizionale: il pannello è completamente chiuso, ma i profili luminosi e lucidi e i loghi ricreano limpressione della griglia classica. RIPRENDE LA Q INSPIRATION. Nella QX Inspiration Concept, che celebra anche i 30 anni di carriera del marchio Infiniti, ritroviamo anche molti punti in comune dal punto di vista stilistico con la berlina Q INSPIRATION [4], presentata alla precedente edizione del salone americano e dotata del powertrain tradizionale con lunità benzina VC-Turbo già commercializzata. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/INFINITI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-DETROIT [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CONCEPT/2018/12/14/INFINITI_A_DETROIT_CON_UNA_NUOVA_ELETTRICA.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CONCEPT/2018/01/15/INFINITI_Q_INSPIRATION_LA_CONCEPT_COMBINA_TECNOLOGIE_AUTONOME_E_MOTORE_VC_TURBO.HTML 2019-01-04 15:34:22 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/concept/2019/01/03/hyundai_cradle_al_ces_arriva_l_auto_che_cammina/gallery/2019-Hyundai-Cradle-Concept-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23904 Hyundai Cradle - Lautomobile che "cammina" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23904&tipo=fv Portare le persone dove nessun veicolo è mai stato prima. questo lobiettivo della HYUNDAI [1] Cradle Elevate, una concept che il marchio coreano presenterà al CES DI LAS VEGAS [2] (8-12 gennaio). PRONTA PER I SOCCORSI. Dotata di quattro "gambe", la Elevate è pensata per ridefinire il concetto di mobilità e combina un powertrain elettrico con gli ultimi ritrovati della robotica. Ogni ruota può muoversi indipendentemente, consentendo così a questo veicolo di poter affrontare anche terreni particolarmente sconnessi per soccorrere feriti dopo disastri naturali, come, per esempio, terremoti. Il prototipo può sollevarsi da terra per superare gli ostacoli più impegnativi o trasformarsi, richiudendo i supporti delle ruote, in una sorta di monovolume per la guida su strada. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/HYUNDAI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CES 2019-01-04 15:08:33 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/03/kia_al_ces_la_guida_autonoma_diventa_emozionale/gallery/2019-Kia-Ces-03.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23903 Kia - La guida autonoma diventa emozionale http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23903&tipo=fv La KIA [1] presenterà al CES DI LAS VEGAS [2] una nuova tecnologia che permetterà di migliorare lesperienza di viaggio sulle future auto a guida autonoma. Lintelligenza artificiale sviluppata dal marchio coreano insieme al gruppo Media Labs Affective Computing e al Massachusetts Institute of Technology è in grado di percepire le emozioni dei passeggeri regolando di conseguenza lambiente interno della vettura per rilassarli. LA "GUIDA EMOZIONALE". Questa nuova tecnologia, battezzata Read (Real-time Emotion Adaptive Driving), analizza in tempo reale lo stato emotivo dei passeggeri grazie a un sistema di riconoscimento del segnale biologico. Il sistema di guida emozionale sarà esposto allinterno dellesibizione Space of Emotive Driving che mostrerà al pubblico una visione futuristica nella quale la guida autonoma sarà già una realtà e la priorità della mobilità sarà il miglioramento dellesperienza umana. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/KIA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CES 2019-01-04 15:08:33 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/concept/2019/01/04/peugeot_e_legend_una_petizione_per_farla_produrre/gallery/2018-Peugeot-e-Legend-08.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23902 Peugeot e-Legend - Una petizione per farla produrre http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23902&tipo=fv La PEUGEOT E-LEGEND [1] presentata allo scorso SALONE DI PARIGI [2] è subito diventata una delle concept del marchio francese più apprezzate di sempre. Il suo look rétro ispirato alla 504 Coupé abbinato a tecnologie moderne, a partire dal powertrain elettrico, ha fatto breccia nel cuore degli appassionati che hanno dato vita a una petizione per farla produrre. OBIETTIVO QUASI RAGGIUNTO. Su CHANGE.ORG [3] è infatti possibile unirsi alle oltre 52.000 persone che hanno già chiesto alla PEUGEOT [4] di trasformare la e-Legend in un modello di serie. Lobiettivo è quello di raccogliere il consenso di almeno 75.000 persone, così da provare a convincere il brand francese a realizzare una variante stradale della coupé elettrica che, tra laltro, negli ultimi giorni è stata protagonista di una campagna pubblicitaria nella quale il costruttore mette in mostra alcuni degli aspetti della concept che potrebbero ispirare il design dei modelli del futuro. ELETTRICA E AUTONOMA. Lunga 4,65 metri, la e-Legend dispone di un powertrain elettrico da 462 CV e 800 Nm che le permette di toccare i 100 km/h da ferma in meno di quattro secondi, per poi raggiungere una velocità massima di 220 km/h. Nonostante le prestazioni elevate, grazie a una batteria da 100 kWh il prototipo può percorrere fino a 600 km con una sola carica, 500 dei quali sono ripristinabili in meno di mezzora. Sulla concept non mancano diversi dettagli futuristici, a partire dagli interni con piantone dello sterzo retraibile durante le fasi di guida autonoma, fino ad arrivare al sistema di ricarica wireless. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CONCEPT/2018/09/20/PEUGEOT_E_LEGEND_ELETTRICA_E_AUTONOMA_CON_LINEE_RETRO.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-PARIGI [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.CHANGE.ORG/P/PEUGEOT-E-LEGEND-MAKE-IT-REAL [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/PEUGEOT.HTML 2019-01-04 12:37:52 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/04/lexus_al_ces_con_un_nuovo_prototipo_driverless/gallery/2019-Lexus-LS-500h-Tri-P4-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23901 Lexus - Al Ces con un nuovo prototipo driverless http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23901&tipo=fv Il TOYOTA [1] Research Institute presenterà al CES DI LAS VEGAS [2] un nuovo prototipo che verrà utilizzato per sviluppare i sistemi della guida autonoma a partire dalla prossima primavera. Basata sulla LEXUS LS 500H [3], la Tri-P4 è stata creata per permettere di raccogliere dati utili per levoluzione di due differenti sistemi, il Guardian e lo Chaffeur, che saranno impiegati sulle future auto driverless del gruppo giapponese. Il primo assisterà il conducente durante le varie fasi di guida, mentre il secondo sarà un sistema di guida autonoma vero e proprio. NUOVI SENSORI. Lutilizzo della nuova ammiraglia ibrida ha permesso ai tecnici di creare un prototipo più agile e reattivo rispetto ai precedenti. A bordo sono presenti due telecamere aggiuntive che migliorano la percezione laterale e due sensori di imaging appositamente sviluppati per la guida autonoma, uno montato allanteriore e uno al posteriore. I radar sono stati ottimizzati per migliorare il campo visivo, mentre il sistema Lidar con otto scanner è rimasto invariato rispetto ai precedenti prototipi. Grazie a unelettronica aggiornata, la Tri-P4 dispone di una potenza di calcolo che permette di gestire algoritmi di machine learning in parallelo: tutta lenergia necessaria per il sistema di guida autonoma è ora fornita dalle batterie del sistema ibrido. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TOYOTA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CES [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2017/12/14/LEXUS_LS_I_PREZZI_DELL_AMMIRAGLIA_PER_IL_MERCATO_ITALIANO.HTML 2019-01-04 12:08:11 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/04/porsche_718_cayman_gt4_clubsport_foto_motore_caratteristiche/gallery/2019-Porsche-718-Cayman-GT4-Clubsport-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23900 Porsche 718 Cayman - La GT4 Clubsport è pronta per la pista http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23900&tipo=fv A tre anni dal lancio della CAYMAN GT4 CLUBSPORT [1], la PORSCHE [2] aggiorna la sua sportiva da competizione con i nuovi dettagli della serie 718 [3]. Il motore resta aspirato, ma guadagna potenza, mentre laerodinamica è stata aggiornata insieme allestetica e a diverse componenti tecniche che rendono la coupé ancora più prestante. Alcune parti della carrozzeria e degli interni, sedili compresi, sono realizzati con FIBRE NATURALI: nuove lavorazioni dei materiali compositi hanno permesso di utilizzare un mix di lino e canapa per creare componenti con proprietà di leggerezza e rigidità estremamente simili al carbonio. La sportiva è già ordinabile con prezzi a partire da 134.000 euro più tasse per la versione Trackday e da 157.000 euro più tasse per la Competition: le prime consegne sono previste per il mese di febbraio. CONFERMATO IL FLAT SIX. La 718 Cayman GT4 Clubsport ripropone una versione evoluta del sei cilindri boxer dalluminio di 3.8 litri già utilizzato dal modello che andrà a sostituire. Svariate modifiche hanno permesso di incrementare la potenza di 40 CV: ora sono 425, tutti trasferiti alle sole ruote posteriori grazie a un cambio doppia frizione a sei rapporti con differenziale autobloccante meccanico. La potenza massima è erogata a 7.500 giri/min, poco prima che il limitatore intervenga a 7.800 giri/min, mentre la coppia raggiunge i 425 Nm a 6.600 giri/min. Parte delle sospensioni anteriori derivano direttamente dalla 911 GT3 Cup, mentre il nuovo impianto frenante vanta dischi da 380 mm su entrambi gli assi e pinze monoblocco a sei pistoncini allanteriore. DUE VERSIONI. Per la prima volta la GT4 Clubsport sarà acquistabile in due differenti configurazioni, la Trackday, dedicata ai piloti meno esperti, e la Competition, pensata per le competizioni internazionali. La prima dispone di un setup semplificato: gli ammortizzatori non sono regolabili, i controlli elettronici consentono al pilota di raggiungere progressivamente i propri limiti e di serie è previsto anche un climatizzatore. Non mancano, inoltre, una botola di sicurezza sul tetto e un estintore. Il serbatoio della benzina è da 80 litri, contrariamente alla versione Competition, sulla quale è da 115 litri per garantire maggiori percorrenze per le gare di durata. Questultima dispone di un assetto regolabile, di un ripartitore della frenata comandabile manualmente dal pilota, di un sistema di sollevamento pneumatico della vettura e dello stesso volante a sgancio rapido della sorella maggiore 911 GT3 R [4]. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NOVITA/2015/11/18/PORSCHE_CAYMAN_GT4_CLUBSPORT_LA_NOVITA_DI_LOS_ANGELES_E_NATA_PER_CORRERE.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/PORSCHE.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/PORSCHE-718-CAYMAN [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/05/11/PORSCHE_911_GT3_R_FOTO_PREZZO_MOTORE.HTML 2019-01-04 10:56:38 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/aziende/2019/01/03/locauto_la_nostra_intervista_ad_agatino_di_maira/gallery/Locauto-Di-Maira.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23899 Locauto - La nostra intervista ad Agatino Di Maira http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23899&tipo=fv Nata nel 1979 come società di leasing di auto, LOCAUTO opera dal 1984 nel noleggio a lungo termine; dal 2006 è anche Locauto rent a car, con oltre 30 stazioni di noleggio a breve, 25 delle quali si trovano nei principali aeroporti italiani. Dallestate del 2013 è anche partner per il nostro Paese della multinazionale Enterprise rent a car. Ecco la nostra intervista allamministratore delegato Agatino Di Maira. CHE BILANCIO DEL 2018 POTETE TRACCIARE PER LA VOSTRA AZIENDA? stato un anni positivo, con unulteriore crescita rispetto al 2017, ma preferisco non anticipare numeri fino a quando non avremo una situazione definitiva. REGISTRATE UNA CRESCITA DELLA DOMANDA DA PARTE DEI PRIVATI? La crescita in termine di domanda esiste, ma la nostra società anche per il 2018 ha preferito concentrare la propria attività sulle aziende e sulle partite Iva. QUALI SONO I SERVIZI PIù RICHIESTI? E QUALI, INVECE, SEMBRANO IN CALO? La domanda è aumentata notevolmente per i pneumatici invernali, mentre resta stabile per tutti gli altri servizi che ormai fanno parte abitualmente del noleggio a lungo termine. CRESCIUTA LA RICHIESTA DI SISTEMI AUTOMATICI DI AUSILIO ALLA GUIDA? La richiesta di questi dispositivi è in aumento, ma solo per vetture di medio-alto livello. LA RICHIESTA DEL DIESEL è ANCORA ALTA? E QUELLA DI AUTO AD ALIMENTAZIONE ALTERNATIVA (IBRIDE, ELETTRICHE) è IN CRESCITA? SE Sì, IN QUALE MISURA? Per quanto ci riguarda la richiesta del diesel non è assolutamente cambiata: la clientela continua a chiede questo tipo di alimentazione anche per chilometraggi limitati a 10/15.000 km lanno. Quasi nulle le richieste dei modelli benzina e delle Ibride, pari a zero quelle per le elettriche. QUANTO INCIDE LA MAGGIORE O MINORE RIVENDIBILITà DI UN MODELLO (INSIEME ALLA SUA DIFFUSIONE O LA SCELTA DI VERSIONI O ALLESTIMENTI PARTICOLARI) SUI CANONI DI NOLEGGIO? Incide, per quanto ci riguarda, veramente tanto, soprattutto quando le richieste riguardano un carico di accessori notevole; alla rivendita della vettura, tali accessori non vengono riconosciuti dagli acquirenti dellusato in termine di valorizzazione e pertanto incidono in toto sul canone di noleggio a carico del cliente. PROPONETE AI VOSTRI CLIENTI ANCHE IL NOLEGGIO DI USATO, SOPRATTUTTO SE PROVENIENTE DALLA FINE DI VOSTRI NOLEGGI PRECEDENTI? Raramente, in quanto le vetture alla fine del noleggio a lungo termine nella maggior parte sono molto chilometrate e anche se tutti i costi di manutenzione ordinaria e straordinaria sono a nostro carico, il cliente è sempre molto titubante nellaccettare tale proposta. DIECI ANNI DOPO LA GRANDE CRISI DEL 2008, SI è INVERTITA LA TENDENZA AL DOWNSIZING E DOWNGRADING DEI MODELLI SCELTI DALLE AZIENDE CLIENTI? No, direi che la domanda della nostra clientela si è ormai consolidata su vetture di livello medio alto, ma non eccessivo. PROPONETE AI CLIENTI ANCHE FORMULE DI NOLEGGIO A MEDIO TERMINE? Le nostre proposte partono dai noleggi con un minimo di 18 mesi: per periodi inferiori, abbiamo Locauto Rent, società del gruppo che opera con successo nel rent a car. 2019-01-04 09:28:32 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2019/01/03/aston_martin_vanquish_zagato_la_shooting_brake_e_pronta_per_la_consegna_ai_clienti/gallery/2019-Aston-Martin-Vanquish-Zagato-Shooting-Brake-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23898 Aston Martin Vanquish Zagato - La Shooting Brake è pronta per la consegna ai clienti http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23898&tipo=fv La ASTON MARTIN [1] sta finalizzando gli ultimi dettagli in vista della consegna della esclusiva VANQUISH ZAGATO SHOOTING BRAKE [2]. La produzione in serie limitata è stata già prenotata e un esemplare con una livrea probabilmente dedicata ai collaudi è stato sorpreso su strada: pur non trattandosi più di un prototipo è comunque molto raro vedere una di queste vetture su strada. I QUATTRO MODELLI ESCLUSIVI FIRMATI ZAGATO. La Shooting Brake rappresenta la quarta e ultima variante derivata dalla Vanquish e sviluppata in collaborazione con litaliana ZAGATO [3]. Prima di lei sono state infatti presentate la Coupé, la Roadster e la Speedster, dando vita a una gamma nella gamma per palati molto fini. Al di là delle sole 28 Speedster previste, tutte le altre versioni saranno costruite in sole 99 unità per tipo, trasformandosi da subito in vere e proprie instant classic. V12 aspirato per i 99 esemplari della Shooting Brake. Lesemplare delle immagini mette in risalto le linee uniche che Zagato ha scelto per la "wagon" inglese. Si tratta in realtà di una due posti con un vano bagagli molto ampio, che trova nellandamento dei montanti e della sezione centrale trasparente del tetto i suoi elementi stilistici principali, mentre frontale e coda riprendono lo stile delle altre carrozzerie. La tinta unita permette di notare tutti i dettagli; inoltre, al posteriore non sono presenti i terminali di scarico definitivi. Il comune denominatore fra tutte le Zagato è il V12 6.0 aspirato da 600 CV, sostituito oggi dal 5.2 biturbo delle nuove DB11 e DBS Superleggera. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/ASTON-MARTIN.HTML [2] https://www.quattroruote.it/news/nuovi-modelli/2017/10/24/aston_martin_vanquish_nuove_foto_della_zagato_shooting_brake.html [3] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ZAGATO 2019-01-04 09:28:32 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/03/mitsubishi_space_star_la_funky_arriva_in_italia/gallery/2019-Mitsubishi-Space-Star-Funky-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23897 Mitsubishi Space Star - La Funky arriva in Italia http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23897&tipo=fv La MITSUBISHI [1] ha lanciato un nuovo allestimento della SPACE STAR [2] dedicato ai giovani. La nuova versione Funky si propone sul mercato italiano con dotazioni esclusive e un prezzo di partenza di 13.340 euro, che scenderà a 9.100 euro nel caso di rottamazione o a 8.300 con finanziamento Eco Shock. ANCHE A GPL. Di serie è presente un impianto di infotainment Kenwood con touch screen da 6,8" che permette di sfruttare tutte le potenzialità dei sistemi Android Auto e Apple CarPlay, comandi vocali compresi. Cerchi dacciaio da 14" con copricerchi specifici e pneumatici 165/65 completano lallestimento insieme ad alcuni dettagli stilistici come i badge identificativi dellallestimento, disponibili in diverse colorazioni e posizionati sia allinterno dellabitacolo, sia sulla carrozzeria. La Space Star Funky è già ordinabile nelle versioni 1.0 benzina o 1.0 bifuel a Gpl, entrambe dotate di cambio manuale a cinque rapporti e accreditate di 71 CV e 88 Nm di coppia. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MITSUBISHI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MITSUBISHI-SPACE-STAR 2019-01-03 18:50:08 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/03/bmw_m850i_xdrive_una_versione_speciale_sky_night/gallery/2019-BMW-M850i-XDrive-Coupe-Night-Sky-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23896 BMW M850i xDrive - La one-off Sky Night è unauto stellare http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23896&tipo=fv Per dimostrare le competenze del reparto BMW INDIVIDUAL MANUFAKTUR la Casa di Monaco ha creato un esemplare unico della SERIE 8 [1], la M850I COUPé NIGHT SKY. La vettura sarà presentata in concomitanza con una pioggia di meteoriti legate al passaggio vicino alla Terra dellasteroide 2003 EH e proprio i corpi celesti rivestono un ruolo fondamentale in questa creazione. La BMW [2] ha collaborato per questo progetto con Max Planck del Centro di Ricerca di Garching, la località vicino a Monaco di Baviera dove ha sede anche la BMW Individual. FRAMMENTI DI METEORITE PER FINITURE UNICHE. I tecnici del reparto Individual hanno infatti potuto utilizzare dei frammenti di materiale cosmico per realizzare delle finiture assolutamente uniche nel loro genere per gli interni della M850I [3]. Sono stati sviluppati speciali rivestimenti per la console centrale, per il pulsante di avviamento, per la leva del cambio automatico e per il selettore delliDrive. Una finitura simile è stata anche inserita nella soglia illuminata delle portiere, dove è presente una badge personalizzata. LA STAMPA 3D PER I DETTAGLI ESTERNI E LE PINZE FRENO. Ispirandosi alla struttura geometrica dei meteoriti, nota come Widmanstätten dal nome del suo scopritore, è stato inoltre creato un motivo cucito a mano per il padiglione e per la console centrale. Come ulteriore tocco di esclusività lo schema geometrico è stato anche inciso sui dischi freno e riprodotto in stampa 3D sulle calotte degli specchietti, sugli splitter anteriori e sui profili degli Air Breathers. Anche le pinze freno sono unanteprima assoluta: sono infatti state realizzate di alluminio con un metodo di stampa 3D additiva che ha permesso di ridurre del 30% il peso in un punto chiave del veicolo, limitando anche le dimensioni allo stretto necessario. Il metodo costruttivo ha inoltre permesso di integrare nel pezzo anche i condotti del liquido. PELLAMI IN TRE COLORI, VERNICIATURA UNICA. Il reparto Individual ha inserito nel progetto anche alcuni elementi più classici delle proprie personalizzazioni: è il caso dei rivestimenti di pelle Merino a grana fine con la tripla tinta Opal White, Midnight Blue e Silver, con cuciture nelle sezioni centrali dei sedili che riprendono il tema della struttura Widmanstätten. Nel bracciolo centrale sono stati inoltre inseriti dei led, mentre i tappetini sono stati realizzati di pile nella tinta Midnight Blue. La carrozzeria è stata verniciata in una specifica variante Individual che unisce uno strato di nero pastello a uno di San Marino Blue metallizzato sfumato verso lalto, ai quali è stato poi aggiunto un trasparente tristrato con pigmenti speciali per dare un senso di profondità. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BMW-SERIE-8 [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/BMW.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/PRIMO_CONTATTO/2018/10/25/BMW_SERIE_8_AL_VOLANTE_DELLA_M850I.HTML 2019-01-03 18:25:49 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/03/gruppo_hyundai_primo_sguardo_alla_ricarica_wireless/gallery/2019-Hyundai-Le-Fil-Rouge-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23895 Gruppo Hyundai - Primo sguardo alla ricarica wireless - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23895&tipo=fv Il gruppo HYUNDAI [1] ha realizzato un filmato per mostrare il funzionamento di due delle tecnologie che potrebbero cambiare il futuro delle automobili elettriche. Utilizzando la concept LE FIL ROUGE [2] come modello dimostrativo, il costruttore coreano ha presentato un sistema di ricarica wireless abbinato a funzioni driverless. SENZA NESSUNO A BORDO. Tramite unapplicazione sarà possibile mandare la propria auto a ricaricarsi in maniera autonoma: grazie allAutomated Valet Parking System (Avps) la vettura sarà in grado di muoversi in totale autonomia e andare a cercare un parcheggio o un punto di ricarica senza la necessità di avere persone a bordo. Una volta trovata una piazzola di sosta, anche grazie alla connettività V2x, che permetterà alle auto di dialogare con le infrastrutture, la vettura si posizionerà al di sopra di una piastra di ricarica che invierà induttivamente lelettricità alle batterie, ricaricandole. Una volta terminato il rifornimento di elettroni, lautomobile andrà a cercare un parcheggio tradizionale, aspettando che il proprietario la richiami tramite il proprio smartphone. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/HYUNDAI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CONCEPT/2018/03/06/HYUNDAI_FIL_ROUGE_UNA_COUPE_ELETTRICA_COME_MANIFESTO_DEL_MARCHIO.HTML 2019-01-03 18:01:58 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2019/01/02/jaguar_xe_test_su_strada_per_il_restyling/gallery/2019-Jaguar-XE-spy-ok-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23894 Jaguar XE - Test su strada per il restyling http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23894&tipo=fv La JAGUAR [1] prosegue i collaudi della versione restyling della berlina XE [2]. Laggiornamento debutterà nel corso del 2019 e questi prototipi mostrano dettagli inediti che anticipano alcune delle soluzioni che troveremo sulle vetture. Si tratta di due auto distinte, con particolari diversi. PARAURTI E GRUPPI OTTICI AGGIORNATI. Le pellicole non impediscono di notare subito differenti forme e dimensioni delle prese daria anteriori, segno che tra i vari allestimenti a listino sarà prevista una maggiore varietà rispetto alla serie attuale. Entrambe le varianti si differenziano dalla versione oggi in commercio, ma non si tratta dellunico elemento rivisto: anche i gruppi ottici anteriori e posteriori risultano infatti aggiornati, ma la loro forma non è ancora chiaramente visibile. PROBABILE DEBUTTO DEL MILD HYBRID. La presenza di terminali di scarico differenziati, molto simili agli attuali, indica anche il probabile utilizzo di varie motorizzazioni: un prototipo ha infatti la doppia uscita a sinistra, mentre laltro ha due terminali ai lati del paraurti. Con ogni probabilità la XE offrirà le versioni aggiornate dei motori 4 cilindri Ingenium benzina e diesel dotati della tecnologia mild hybrid a 48V appena annunciata sulla SECONDA GENERAZIONE DELLA EVOQUE [3]. Per rimanere al passo con la concorrenza, la XE dovrebbe contare anche su Adas evoluti e su un aggiornamento dellinfotainment e dei servizi connessi. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/JAGUAR [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/PRIMO_CONTATTO/2018/05/29/JAGUAR_AL_VOLANTE_DELLA_XE_SV_PROJECT_8.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/11/22/RANGE_ROVER_EVOQUE_PREZZO_INTERNI_FOTO_MOTORI_DIMENSIONI.HTML 2019-01-03 18:01:58 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2018/12/17/michael_50_al_museo_ferrari_una_mostra_dedicata_a_schumacher/gallery/2018-Michael-50-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23893 Michael 50 - Al Museo Ferrari una mostra dedicata a Schumacher - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23893&tipo=fv Il 3 gennaio allinterno del Museo Ferrari di Maranello è stata inaugurata la mostra Michael 50 dedicata al sette volte campione del mondo di Formula 1 MICHAEL SCHUMACHER [1]. La data scelta per lapertura dellesposizione temporanea non è affatto casuale: coincide infatti con il cinquantesimo compleanno del pilota tedesco. IL FERRARISTA PIù VINCENTE DI SEMPRE. In undici stagioni, dal 1996 al 2006, Schumacher ha conquistato ben cinque titoli piloti consecutivi (2000-2004) e sei campionati costruttori: ciò lo ha reso il pilota più vincente dellintera storia del Cavallino Rampante. La mostra, organizzata in collaborazione con la Fondazione Keep Fighting, ripercorre le varie stagioni corse in Formula 1 e mostra al pubblico il contributo che Schumacher ha dato per lo sviluppo delle vetture stradali del marchio di Maranello. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MICHAEL-SCHUMACHER 2019-01-03 16:57:00 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/03/polestar_2_primo_teaser_della_crossover_elettrica/gallery/2019-Polestar-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23892 Polestar 2 - Primo teaser della crossover elettrica http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23892&tipo=fv Dopo la coupé ibrida ad alte prestazioni POLESTAR 1 [1], il marchio svedese controllato dalla VOLVO [2] lancerà la Polestar 2, una crossover elettrica che dovrebbe andare a posizionarsi nello stesso segmento delle Serie 40. Il debutto sul mercato della 2 è fissato per il 2020 ma non è da escludere che la Casa possa presentare il modello di serie già durante il prossimo SALONE DI GINEVRA [3]. NUOVO STILE. Secondo le prime informazioni la Polestar 2 potrebbe derivare dalla CONCEPT VOLVO 40.2 [4], un prototipo svelato nel 2016 per anticipare le linee delle nuove vetture della Serie 40 (la VOLVO XC40 [5]è la trasposizione della 40.1 Concept). Il design della crossover evolverà in maniera netta alcuni dettagli del prototipo, a partire dal posteriore. Come si può già intuire dal primo teaser, la Polestar 2 avrà unimpostazione profondamente diversa rispetto alla 40.2: il lunotto non avrà una cornice a vista e il corto portellone del bagagliaio integrerà una striscia Led che collegherà visivamente i due gruppi ottici posteriori. FULL ELECTRIC. Dal punto di vista tecnico la nuova crossover si baserà sulla piattaforma Cma (Compact Modular Architecture) e potrebbe proporsi con un sistema a trazione integrale con due motori con potenza complessiva di circa 400 CV: lautonomia potrebbe aggirarsi attorno ai 500 km. Il sistema propulsivo a zero emissioni sarà poi impiegato anche da altri modelli del GRUPPO GEELY [6]: oltre che dalla Volvo il powertrain della 2 potrebbe infatti essere utilizzato anche dalla LYNK CO [7]. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/POLESTAR-1 [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/AUDI.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-GINEVRA [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CONCEPT/2016/05/18/VOLVO_PRESENTATE_LE_NUOVE_V40_E_XC40.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/VOLVO-XC40 [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GEELY [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/LYNK-CO 2019-01-03 16:57:00 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2019/01/03/dodge_accordo_con_lego_per_i_modellini_della_challenger/gallery/2019-Dodge-Lego-7.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23891 Dodge - Accordo con Lego per i modellini della Challenger http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23891&tipo=fv Il GRUPPO FCA [1] e la LEGO [2] hanno avviato una collaborazione per dare vita al set Speed Champions, a breve disponibili in tutto il mondo e dedicato al marchio Dodge. I modelli celebrati sono la CHALLENGER SRT DEMON [3] da 840 CV del 2018 e la sua antenata, la Charger R/T del 1970. Si tratta di due vetture simbolo del mondo delle muscle cars di oggi e di ieri, abbinate per consentire anche ai più giovani di scoprire la storia del brand. UNO SPOT CON IL CAMPIONE DELLE GARE DI ACCELERAZIONE. Oltre al set, la Dodge ha realizzato anche uno spot pensavo sia per la TV che per i social, dove è stato scelto come testimonial il campione delle gare di accelerazione del National Hot Rod Association (NHRA) Leah Pritchett Per rendere ancora più chiaro il legame tra le due vetture e il mondo delle competizioni il set Speed Champions include anche due piloti, un commissario, un secondo set di gomme per la Challenger Demon, un cofano modificato senza compressore per la Charger e le decals personalizzate. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GRUPPO-FCA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CURIOSITA/2018/06/08/LEGO_IDEAS_LA_FIAT_500_DA_MONTARE_MA_PRIMA_DA_VOTARE.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/05/31/DODGE_CHALLENGER_SRT_DEMON.HTML 2019-01-03 16:27:41 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/03/general_motors_il_nuovo_presidente_e_mark_reuss/gallery/Reuss-GM.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23890 General Motors - Il nuovo presidente è Mark Reuss http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23890&tipo=fv La GENERAL MOTORS [1] ha nominato MARK REUSS nuovo presidente con validità immediata. Reuss, 55 anni, ha lavorato fino a oggi come responsabile dello sviluppo del prodotto e prende il posto lasciato da DAN AMMANN [2], che è diventato amministratore delegato di CRUISE [3], lazienda del gruppo dedicata alla guida autonoma. AMMANN GUIDERà CRUISE. La notizia relativa al nuovo ruolo di Ammann era già stata confermata ufficialmente, mentre la nominata di Reuss è una novità assoluta. La scelta della GM testimonia limportante cambiamento che il mondo dellautomotive sta affrontando: secondo gli analisti, Cruise ha già raggiunto un valore pari al 28% della capitalizzazione dellintera General Motors, pur non generando ancora profitti e non avendo un prodotto pronto per il mercato, proprio per il ruolo fondamentale nello sviluppo della tecnologia della guida autonoma e delle future soluzioni di mobilità che attira gli investitori. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GENERAL-MOTORS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/11/30/GENERAL_MOTORS_IL_PRESIDENTE_AMMAN_AL_COMANDO_DELLE_AUTONOME_CRUISE.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CRUISE 2019-01-03 16:06:12 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2019/01/03/bilancio_di_un_anno_psa_e_crossover_le_regine_anche_nel_2018/gallery/mercato-auto-3.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23889 Bilancio di un anno - PSA e crossover le regine anche nel 2018 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23889&tipo=fv Il MERCATO ITALIANO DELLAUTO [1] ha chiuso in 2018 sostanzialmente in linea con le previsioni: 1,91 milioni di immatricolazioni e UN CALO DEL 3,1% [2] frutto soprattutto dellandamento altalenante imboccato da luglio in poi a causa delleffetto Wltp, le nuove procedure di omologazione in vigore dal 1 settembre. Sulle intenzioni di acquisto degli italiani hanno pesato anche le incertezze elettorali, il calo della fiducia in scia al rallentamento delleconomia per non parlare della demonizzazione del diesel e dei blocchi del traffico. I dati annuali forniscono comunque una serie di indicazioni su alcuni mega-trend che potrebbero rappresentare un riferimento anche durante un 2019 da molti visto in ulteriore frenata. LA REGINA SI CONFERMA PSA. Tra i gruppi la palma del migliore va sicuramente a PSA, proprietario dei brand francesi Citroën, Peugeot e DS e della tedesca Opel. Grazie anche al contributo della Casa di Rüsselsheim, ha messo a segno la miglior crescita e si è confermata la seconda forza alle spalle di Fiat Chrysler. Il leader storico del mercato italiano sta perseguendo una strategia di ottimizzazione delle vendite con una crescente focalizzazione su canali e politiche commerciali più redditizi e ha così perso terreno nel 2018, passando dal 28,45% al 26,32%. Non a caso è la Jeep a mostrare le migliori performance (+70,77%), mentre torna a calare lAlfa Romeo (-4,9%) e la Maserati (-5,35), la Fiat (-19,65%) e la Lancia (-19,53%). I transalpini sono invece saliti dal11,03% al 15,14% del mercato grazie a una crescita del 33,01% frutto del buon andamento di tutti i marchi: +5,91% per la Citroën, +0,345 per la DS, +4,02% per la Peugeot e +194,82% per la Opel. Lacquisizione "tedesca" ha consentito a PSA di effettuare un sorpasso sul gruppo Volkswagen, tra i più penalizzati durante gli ultimi mesi dalleffetto Wltp. Il produttore di Wolfsburg ha comunque messo a segno una crescita delle immatricolazioni del 7,24% ed è salita dal 12,82% al 14,19% del mercato. Ai piedi del podio il gruppo Renault seguito dalla Ford, dai giapponesi della Toyota, dal tandem tedesco Daimler-Bmw, dalla Nissan e dai coreani di Hyundai-Kia. AUDI SEMPRE IN VETTA NEL PREMIUM. Allinterno dei vari segmenti spicca la capacità dellAudi di arginare leffetto Wltp da settembre in poi, confermandosi in cima al segmento premium. Il marchio dei quattro anelli ha chiuso lanno con un calo del 6,45% a 62.776 immatricolazioni, mentre la Mercedes è distanziata di poche centinaia di unità: 61.318 e una flessione del 7,05%. Segue la BMW con 57.121 unità e un calo del 6,2%. Decisamente migliori sono state le performance di altri marchi del segmento. La Volvo ha messo a segno una crescita del 12,4% arrivando a immatricolare 19.075 vetture mentre Jaguar Land Rover, con 26.613 registrazioni, è salita del 10,92% grazie al boom del marchio del Giaguaro (+74,13%). Le giapponesi Lexus e Infiniti hanno invece perso, rispettivamente lo 0,72% e il 67,62%. Nel superpremium la situazione è invece sostanzialmente negativa: -3,68% per la Porsche, -31,71% per la Aston Martin, -5,35% per la Maserati. La Tesla è un caso sui generis, ma subisce comunque un calo del 12,95%. In decisa controtendenza risultano due simboli della Motor Valley emiliana come la Ferrari e la Lamborghini con una crescita del 15,99% e del 59,4%. CRESCONO SOLO CROSSOVER E SUV. Anche il 2018 conferma un trend in evidenza ormai da anni sui principali mercati occidentali: la continua crescita delle crossover. Con un +25,4% il peso del segmento sul mercato totale è salito dal 22,4% al 29%. Solo un altro segmento è risultato in crescita, quello dei fuoristrada, che grazie a un +11,8% passano dal8,3% al 9,6% del mercato. Segno meno per tutti gli altri: -10,5% per le berline, -21,3% per le station wagon, -41,3% per le monovolume piccole, -29,1% per le compatte e -11,9% per le grandi. In calo anche le cabrio e le spider (-26,6%) mentre limitano le perdite le coupé con un -1%. ITALIA è SEMPRE UN MERCATO DA PICCOLE. LItalia si conferma comunque un mercato per auto di piccola dimensione, nonostante il calo accentuato delle city car. I modelli dei segmenti A, B e C coprono infatti ben l85,1% (era l85% nel 2017) delle immatricolazioni totali. Le piccole scendono dal 16,7% al 15,6, le utilitarie sono stabili al 36,6% mentre le medie, grazie a un +0,9%, salgono dal 31,6% al 33%. Male anche le medie superiori (segmento D), dal 12,9 al 12,7%, e il segmento E (dal 2% all1,8). Crescita sostenuta, invece, per lalto di gamma (+4,2%) ma un peso invariato allo 0,3%. A FCA LA TESTA DEI SEGMENTI BASSI, AI TEDESCHI I SEGMENTI ALTI. Le classifiche dei vari segmenti dimostrano la leadership di mercato dei brand del gruppo FCA nei segmenti A, B o C, mentre sono tedeschi i modelli più popolari delle fasce superiori. Tra le piccole vince ovviamente la PANDA [3] (che è anche la più venduta in assoluto), seguita a distanza dalla 500, mentre la vetta delle utilitarie è occupata dalla Clio, tallonata dalla Ypsilon. Nelle medie sono la 500X e la Renegade a dominare, mentre dai segmenti più alti la palma va a modelli di brand esteri. La Volkswagen Tiguan svetta tra le medie superiori, la BMW Serie 5 nel segmento E e la Porsche 911 nellF. La suddivisione per carrozzeria mostra qualche sorpresa e qualche conferma. La Panda primeggia ovviamente tra le berline, la 500X tra le crossover, la Jeep Compass tra le Suv, la Tipo tra le station wagon, la 500L tra le monovolume piccole, la Renault Scenic tra quelle compatte, la Fiat Qubo tra i multispazio, la Mercedes Classe V nelle monovolume grandi e la Mercedes Classe E tra le coupé. DIESEL IN CALO, BENZINA ED ELETTRIFICATE IN CRESCITA. Lo scetticismo dimostrato in passato dal gruppo FCA verso le nuove propulsioni si ritrova nella classifiche delle alimentazioni. Il podio delle auto diesel è occupato, nellordine, dalla Jeep Compass, dalla Fiat 500X e dalla Jeep Renegade, mentre tra le benzina domina lonnipresente Panda seguita dalla Ypsilon e dalla 500. Lutilitaria prodotta alle porte di Napoli svetta anche tra le auto a Gpl. Nel metano vince la Volkswagen Golf, NELLE IBRIDE è LA TOYOTA A PREVALERE CON YARIS, C-HR, RAV4 E AURIS ai primi 4 posti. TRA LE ELETTRICHE LA REGINA è LA NISSAN LEAF ma il segmento continua a rappresentare una porzione limitata del mercato. Nonostante un aumento del 148,5%, le 5.010 immatricolazioni implicano una quota di solo lo 0,3%: era comunque lo 0,1% nel 2017. Va meglio per le ibride (elettriche e plug-in), che, grazie a una crescita del 30%, salgono dal 3,4% al 4,5%. Il diesel rimane ancora la motorizzazione principe, ma durante gli ultimi mesi dellanno ha subito un vero e proprio tracollo scendendo dopo lestate al di sotto del 50%. Lanno si chiude comunque con un -12,3% e una quota in contrazione dal 56,7% al 51,5%. In controtendenza risultano le motorizzazioni a benzina: grazie a un +7,95 sono passate dal 31,6% al 35,3%. SALE LA CO2. La conseguenza di un andamento del mercato sempre più focalizzato su auto di grandi dimensioni e su alimentazioni a benzina è laumento delle emissioni di anidride carbonica. Nel solo mese di dicembre la CO2 emessa in media dal parco circolante italiano è aumentata del 7,1% (a 120,6 g/km) e nellintero anno dell1,8% passando dai 112,4 del 2017 a 114,4 g/km. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MERCATO-ITALIANO [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/MERCATO/2019/01/02/MERCATO_ITALIANO_VENDITE_AUTO_DICEMBRE_2018.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/MERCATO/2019/01/03/PANDA_CLIO_E_LE_ALTRE_LE_20_AUTO_PIU_VENDUTE_IN_ITALIA_NEL_2018_FOTO_GALLERY.HTML 2019-01-03 16:06:12 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2019/01/03/kia_al_ces_la_guida_autonoma_diventa_emotiva/gallery/2019-Kia-Ces-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23888 Kia - Al Ces la guida autonoma diventa emozionale http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23888&tipo=fv La KIA [1] presenterà al CES DI LAS VEGAS [2] una nuova tecnologia che permetterà di migliorare lesperienza di viaggio sulle future auto a guida autonoma. Lintelligenza artificiale sviluppata dal marchio coreano insieme al gruppo Media Labs Affective Computing e al Massachusetts Institute of Technology è in grado di percepire le emozioni dei passeggeri regolando di conseguenza lambiente interno della vettura per rilassarli. LA "GUIDA EMOZIONALE". Questa nuova tecnologia, battezzata Read (Real-time Emotion Adaptive Driving), analizza in tempo reale lo stato emotivo dei passeggeri grazie a un sistema di riconoscimento del segnale biologico. Il sistema di guida emozionale sarà esposto allinterno dellesibizione Space of Emotive Driving che mostrerà al pubblico una visione futuristica nella quale la guida autonoma sarà già una realtà e la priorità della mobilità sarà il miglioramento dellesperienza umana. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/KIA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CES 2019-01-03 15:07:31 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2019/01/03/panda_clio_e_le_altre_le_20_auto_piu_vendute_in_italia_nel_2018_foto_gallery/gallery/2019-le-auto-piu-vendute-2018-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23887 Panda, Clio e le altre - Le 20 auto più vendute in Italia nel 2018 FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23887&tipo=fv Nonostante un dicembre positivo (124.078 le immatricolazioni, +1,96% rispetto allo stesso mese del 2017), il mercato italiano dellauto si chiude nel 2018 con UNA FLESSIONE DEL 3,11% [1]. LA TOP 20. Ma quali sono i modelli più venduti? Per avere una risposta vi basterà dare unocchiata alla nostra galleria di immagini, dove abbiamo raccolto le 20 auto che hanno registrato più immatricolazioni nel 2018. Se la prima posizione della PANDA [2] non stupisce più, sorprende la continua ascesa della CLIO [3], da sette anni la straniera più venduta in Italia, che addirittura sale alla seconda posizione nel 2018, seppur con un piccolo calo nelle immatricolazioni, attestandosi anche come regina delle utilitarie nel Belpaese. Nonostante la nuova generazione SIA ATTESA IN PRIMAVERA [4]. LADDIO. invece ormai esclusa dai giochi la sua rivale Fiat Punto, fuori produzione da pochi mesi e un tempo protagonista assoluta del mercato italiano, prima che la concorrenza in casa della Panda le togliesse il titolo di best seller. Del resto, dopo 2 [5]5 ANNI DI ONORATA CARRIERA [6] è uscita persino dalla top 20 del mercato, cosa mai accaduta prima: nel 2018 si è attestata al ventiseiesimo posto. LE SUV FCA. Chi vuole una (relativamente) piccola Fiat, può trovare una soluzione nella Fiat 500X, FRESCA DI RESTYLING [7], che sale alla terza posizione. Viene prodotta a Melfi insieme alla Jeep Renegade, altra B-Suv in crescita: nel 2018 si è attestata in quinta posizione, dopo la dodicesima dellanno precedente. Quella oggi occupata da una new entry, la Jeep Compass, la cui produzione per lEuropa verrà a breve trasferita in Italia. Proprio a Melfi. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/MERCATO/2019/01/02/MERCATO_ITALIANO_VENDITE_AUTO_DICEMBRE_2018.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FIAT-PANDA [3] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/RENAULT-CLIO [4] https://www.quattroruote.it/news/nuovi-modelli/2018/12/17/le_novita_del_2019_ecco_tutte_le_auto_nuove_in_arrivo_l_anno_prossimo.html [5] https://www.quattroruote.it/news/eventi/2018/06/01/fiat_una_bella_storia_punto_foto_gallery.html [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2018/06/01/FIAT_UNA_BELLA_STORIA_PUNTO_FOTO_GALLERY.HTML [7] https://www.quattroruote.it/news/nuovi-modelli/2018/08/28/fiat_500x_facelift_foto_dimensioni_prezzi_motori_.html 2019-01-03 12:47:49 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/concept/2019/01/03/hyundai_cradle_al_ces_arriva_l_auto_che_cammina/gallery/2019-Hyundai-Cradle-Concept-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23886 Hyundai Cradle - Al Ces arriva lauto che "cammina" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23886&tipo=fv Portare le persone dove nessun veicolo è mai stato prima. questo lobiettivo della HYUNDAI [1] Cradle, una concept che il marchio coreano presenterà al CES DI LAS VEGAS [2] (8-12 gennaio). PRONTA PER I SOCCORSI. Dotata di quattro "gambe", la Cradle è pensata per ridefinire il concetto di mobilità e combina un powertrain elettrico con gli ultimi ritrovati della robotica. Ogni ruota può muoversi indipendentemente, consentendo così a questo veicolo di poter affrontare anche terreni particolarmente sconnessi per soccorrere feriti dopo disastri naturali, come, per esempio, terremoti. Il prototipo può sollevarsi da terra per superare gli ostacoli più impegnativi o trasformarsi, richiudendo i supporti delle ruote, in una sorta di monovolume per la guida su strada. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/HYUNDAI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CES 2019-01-03 11:49:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/02/hyundai_wrc_andrea_adamo_e_il_nuovo_team_principal/gallery/hyundai.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23885 Hyundai WRC - Andrea Adamo è il nuovo team principal http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23885&tipo=fv La HYUNDAI MOTORSPORT inizia il nuovo anno con una grande novità a livello dirigenziale: Michel Nandan non è più il team principal del team WRC e al suo posto arriva lingegner Andrea Adamo. SI PUNTA ALLA VITTORIA. Ad Alzenau sembrano essersi stancati dei secondi posti nel Mondiale rally e il team si sta riorganizzando, nel tentativo di far diventare il 2019 lanno del successo. Dopo sei stagioni nel ruolo di team principal, Michel Nandan lascia il marchio coreano: "Lo ringraziamo per il grande lavoro svolto per la crescita e lo sviluppo del team e gli auguriamo il meglio per il futuro", ha fatto sapere la Hyundai tramite il comunicato stampa inviato oggi. UN ITALIANO AL COMANDO. Al posto di Nandan arriva un nome ben noto nel motorsport, quello dellingegner Andrea Adamo, uno degli uomini chiave nel successo di Gabriele Tarquini [1] nel Mondiale WTCR di questanno. Adamo si occuperà, con effetto immediato, delle attività WRC di Hyundai Motorsport, oltre ai suoi già attuali incarichi con i programmi i20 R5 e i30 N. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/sport/2018/11/18/wtcr_gabriele_tarquini_e_campione_del_mondo.html 2019-01-03 11:23:10 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/aziende/2018/12/21/sifa_la_nostra_intervista_a_paolo_ghinolfi/gallery/2018-ghinolfi-ok-.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23884 SiFà - La nostra intervista a Paolo Ghinolfi http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23884&tipo=fv Nata nel 2012 dallesperienza di PAOLO GHINOLFI, SIFà (Società italiana flotte aziendali) è una società di noleggio veicoli di BPER BANCA, capogruppo della BPER (già Banca popolare dellEmilia Romagna) presente oggi in 18 regioni con 1.200 filiali, 12 mila dipendenti e oltre due milioni di clienti. Ecco la nostra intervista allamministratore delegato Paolo Ghinolfi. Che bilancio del 2018 potete tracciare per la vostra azienda? Abbiamo confermato anche nel 2018 ottime performance di crescita, rafforzando la nostra immagine di operatore affidabile e innovativo nel settore del noleggio a lungo termine di veicoli e flotte aziendali. Per rispondere ai bisogni dei clienti abbiamo implementato nuovi servizi e nuovi concetti di mobilità, con un focus particolare sulla connessione costante tra cliente, automobile e società di noleggio. Siamo cresciuti molto nellofferta di veicoli commerciali fino a 35 quintali, riuscendo anche a strutturare offerte per veicoli fino a 60 quintali. Tale servizio viene gestito da un team di specialisti in grado di costruire unofferta con allestimenti personalizzati su misura delle esigenze di business del cliente, potendo contare su una flotta di mezzi di varie dimensioni, capacità di carico e prestazioni. Abbiamo inoltre concluso con successo liter di certificazione ISO:9001:2015 (certificazione del sistema di gestione per la Qualità), sia per garantire processi e procedure efficienti alla nostra azienda sia per poter affrontare in modo più strutturato il mercato della pubblica amministrazione. Il nostro obiettivo è fornire tutto quello che serve al mercato italiano con una proposta sartoriale di servizi di noleggio a lungo termine. Registrate una crescita della domanda da parte dei privati? Il target principale di SiFà è il mercato corporate delle aziende. Per quando riguarda il retail, ci confrontiamo con questo mercato principalmente tramite le campagne dedicate ai clienti BPER Banca, nostro azionista di riferimento. Stiamo inoltre avviando dei progetti sperimentali orientati ai privati per andare incontro alle richieste del mercato. Quali sono i servizi più richiesti? E quali, invece, sembrano in calo? Proponiamo soluzioni flessibili e personalizzate per rispondere a ogni esigenza di mobilità aziendale di imprese e professionisti. Sono tanti i servizi inclusi nel canone di noleggio, come la messa su strada, limmatricolazione, la manutenzione ordinaria e straordinaria, la copertura assicurativa completa, lassistenza e il soccorso stradale. In aggiunta ai servizi inclusi nel contratto, per garantire una mobilità senza pensieri, riscontriamo sempre più interesse su consegna della vettura con pneumatici termici già montati, carta carburante DKV, corsi di guida sicura e allestimenti personalizzati. Numerose inoltre sono le novità che abbiamo messo in campo nel corso del 2018, in ottica di servizi di qualità al cliente. Alcuni esempi sono la nuova app, completamente rivista nel design e nellesperienza di navigazione, che rappresenta uno strumento semplice e veloce per avere sempre a portata di mano tutte le informazioni sul proprio veicolo e gestire in modo efficace tutti i servizi compresi nel contratto, il nuovo sito SIFA.IT [1], caratterizzato da una struttura intuitiva che porta lutente a entrare facilmente a contatto con lazienda, e gli importanti sviluppi dei nostri strumenti di gestione operativa che ci consentono di essere sempre più a fianco dei clienti. Lattenzione dellazienda nel fornire unelevata qualità del servizio, riducendo al contempo le spese operative, si conferma nellinserimento su tutta la flotta di dispositivi innovativi di telematica. Questi strumenti consentono infatti di acquisire in tempo reale i dati relativi alle vetture, come il chilometraggio, il consumo di carburante e altre voci strategiche, per effettuare una manutenzione sempre efficiente dei veicoli. cresciuta la richiesta di sistemi automatici di ausilio alla guida? Le aziende si mostrano sensibili al tema della sicurezza, tanto da inserire sempre più spesso in car policy vetture dotate di security pack. Rileviamo quindi un aumento dellinteresse e della domanda. Lo stesso vale per il segmento dei veicoli commerciali, in cui i benefici di questi sistemi sono interessanti soprattutto per chi viaggia in città, effettua consegne, ha più sinistri e corre più rischi. La richiesta del diesel è ancora alta? E quella di auto ad alimentazione alternativa (ibride, elettriche) è in crescita? Se sì, in quale misura? Negli ultimi anni i motori a gasolio hanno subito una serie di contraccolpi: prima il dieselgate, poi i limiti di circolazione che alcuni comuni hanno introdotto nelle loro aree urbane. Questi avvenimenti stanno influenzando lorientamento dellautomobilista nella scelta dellopzione di mobilità migliore. Da parte dei nostri clienti riscontriamo un aumento della richiesta di quotazioni per auto ad alimentazione alternativa, ma alla fine la scelta ricade ancora, nella maggioranza dei casi, sui veicoli diesel. Forse anche per la mancanza di competitività di costi desercizio sulle lunghe percorrenze. Nonostante questo, SiFà è promotrice di progetti di mobilità innovativa, come il car sharing e il noleggio di auto elettriche per soddisfare le esigenze di unutenza business (e non solo) che sta esprimendo il bisogno di potersi muovere a bordo di vetture a basso impatto ambientale. Quanto incide la maggiore o minore rivendibilità di un modello (insieme alla sua diffusione o la scelta di versioni o allestimenti particolari) sui canoni di noleggio? Incide in maniera estremamente sensibile. La stima del valore residuo del mezzo ha un impatto molto forte in tariffa. Stiamo affinando i modelli di stima e previsione dei valori residui garantendo da una parte lesigenza di mobilità del cliente, dallaltra linflottamento di modelli facilmente rivendibili, ossia preferibilmente a inizio del ciclo vita, dotati di tutti i dispositivi di assistenza alla guida e delle omologazioni più aggiornate e verdi. Il presidio del mercato del nuovo deve essere tradotto in una proposizione di vendita che consenta al cliente finale di avere un canone competitivo e al noleggiatore di inflottare riducendo i rischi legati alla rivendita dei veicoli. Proponete ai vostri clienti anche il noleggio di usato, soprattutto se proveniente dalla fine di vostri noleggi precedenti? SiFà oggi è coinvolta su più progetti per il rinoleggio dellusato. Siamo in grado di fornire una proposta interessante e attrattiva anche in questo ambito, per due ragioni principali: in primis, col noleggio dellusato cè un risparmio sensibile rispetto al nuovo. In secondo luogo, sullusato recente non ci sono rischi rilevanti su manutenzioni e assistenza rispetto a una macchina nuova. Dieci anni dopo la grande crisi del 2008, si è invertita la tendenza al downsizing e downgrading dei modelli scelti dalle aziende clienti? Il trend di mercato rimane improntato al downsizing intelligente. I dati dellultimo rapporto Aniasa hanno attestato come siano le vetture medie e medie-superiori a crescere oltre la media, rispettivamente del 20% e del 22%, mentre le vetture alto di gamma hanno aumentato di pochi punti percentuali il loro volume. Ciò si traduce nella scelta di modelli meno costosi, ma senza rinunciare alla qualità del servizio (prioritario per chi fa business con le auto) e alla riduzione dei consumi, sempre più richiesta in relazione non solo alla crescente sensibilità verso il rispetto dellambiente, ma anche alla necessità di circolare nelle zone a traffico limitato (o a pagamento) delle città, in costante crescita. Proponete ai clienti anche formule di noleggio a medio termine? SiFà nasce con lobiettivo di cambiare le regole della mobilità aziendale, offrendo un servizio completo e personalizzato costruito su misura per le esigenze di ogni singolo cliente. Operando nel settore del noleggio a lungo termine di veicoli e flotte aziendali, proponiamo dei prodotti della durata superiore ai 12 mesi (più un giorno) fino ai 72 mesi. Per cui, ideiamo per ogni cliente unofferta costruita ad hoc che risponda alle sue reali esigenze in termini di prodotto, servizio, chilometraggio e, ovviamente, durata. I nostri clienti hanno esigenze legate a progetti temporalmente limitati: è il caso, ad esempio, delle pubbliche amministrazioni o delle aziende farmaceutiche, oppure delle aziende che attivano il servizio per il personale stagionale o ad interim, oppure per il personale in prova (neoassunti). Tra i clienti che ricorrono al noleggio a medio termine figurano anche clienti che hanno lesigenza di far fronte a bisogni contingenti (e temporalmente circoscritti) o a picchi di lavoro stagionali. Links: ------ [1] http://www.sifa.it/ 2019-01-03 11:23:10 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/03/dakar_scatta_da_lima_la_sfida_alle_dune/gallery/2019-Dakar-presentazione-4.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23883 Dakar - Scatta da Lima la sfida alle dune http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23883&tipo=fv Perù, solo Perù, nientaltro che Perù: è questo il leit-motiv della DAKAR 2019 [1], che scatterà il 6 gennaio da Lima. Sfilatesi dallorganizzazione Argentina e Bolivia, protagoniste delle ultime edizioni, e persino il Paraguay, che aveva fatto una sporadica apparizione, agli uomini dellAso, che organizza la gara in Sud America ormai dal 2009, non è rimasto che affidarsi alla fascia costiera del Paese che si affaccia sul Pacifico. Quella, cioè, caratterizzata dalla maggiore presenza di dune sabbiose (nella zona di Ica), gradite ai dakariani ancora affetti dal mal dAfrica e dalla nostalgia del Sahara. LO START. Si parte, quindi, da Lima, dove si farà ritorno il 17 gennaio dopo un totale di dieci prove speciali. Il Perù ha già accolto larrivo della Dakar nel 2012 e ospitato la partenza lanno successivo, sempre dalla capitale; ora vi fa ritorno dopo diversi anni dassenza e questo ha stimolato la partecipazione di 31 tra piloti e copiloti locali. Il percorso si snoderà per 5.000 chilometri, 3.000 dei quali di prove speciali; Etienne Lavigne, direttore di gara, ha messo laccento sulle difficoltà di navigazione che solleverà la parte delle dune, cui si aggiungeranno gli sforzi fisici richiesti dai percorsi sabbiosi, soprattutto ai motociclisti. I veicoli iscritti sono 334, mentre 135 sono i debuttanti e 17 le donne al via. Novità di questanno, la possibilità per i concorrenti con auto, camion e SxS (la nuova categoria di Utv, ovvero quad chiusi) costretti al ritiro nella prima metà della gara, di prendere parte al resto della competizione con una classifica a parte. Una scelta dettata dalla volontà di non deludere chi ha investito tante risorse nella gara e rischia di rimanerne escluso dopo poche centinaia di chilometri. TANTI BIG. E veniamo ai partecipanti della categoria auto, quella che cinteressa più da vicino. Il ritiro della PEUGEOT, dopo tre successi consecutivi, ha rimescolato le carte, costringendo diversi top driver a cercare un nuovo volante. Molti sono approdati al team X-raid di Sven Quandt, che gode della benedizione semiufficiale della BMW. Così, lo squadrone Mini potrà contare su Stéphane Peterhansel (13 vittorie alla Dakar, di cui sette in auto e sei in moto), Carlos Sainz (due successi) e Cyril Despres (cinque affermazioni in moto), tutti orfani della Casa del Leone. Tre leggende delle competizioni (Sainz ha vinto anche due Mondiali rally) che guideranno i Mini John Cooper Works Buggy, portati al debutto dalla squadra lo scorso anno. Non è tutto, però, perché la MINI (per le sue JOHN COOPER WORKS RALLY) potrà contare su un altro grosso calibro come Nani Roma (tre affermazioni, due delle quali in moto) e su eccellenti driver come il polacco Jakob Przygonski, largentino Orlando Terranova, il saudita Yazeed Al-Rajhie il cileno Boris Garafulic. I RIVALI. Non è tutto, naturalmente. Perché la Dakar 2019 vede un clamoroso ritorno, quello della Peugeot. Non in veste ufficiale, certo, ma sotto forma di team privati, che hanno rilevato le 3008 DKR degli anni scorsi e ingaggiato piloti di rango. Come definire altrimenti, del resto, Sébastien Loeb, il campione dei campioni dei rally (nove titoli Wrc)? Il cannibale non è però mai riuscito ad aggiungere al suo incredibile palmarès anche la Dakar e ci riprova o sotto le insegne della PH-Sport; con le Peugeot sono in gara anche linglese Harry Hunt e i francesi Pierre Lachaume e Jean-Pascal Besson. Ma a dare lassalto alla gara sudamericana ci saranno anche la TOYOTA HILUX che, nelle ultime stagioni, hanno dimostrato tutta la loro competitività: nel 2018 hanno ottenuto infatti il secondo e terzo posto assoluto con Al-Attyah e De Villiers alle spalle della Peugeot di Sainz. E saranno proprio loro due, insieme allolandese ten Brinke, a portare in gara i pick-up del team Toyota Gazoo Racing in versione evoluta, con motore centrale e una diversa geometria delle sospensioni. I loro V8, inoltre, avranno una strozzatura sullalimentazione dellaria di 37 mm, stabilita dalla Fia per cercare di equilibrare le prestazioni dei propulsori aspirati a benzina e quelli turbodiesel: la riduzione del diametro non ha certo fatto gioire gli uomini della Toyota, ma il fatto che questanno non si corra più alle altitudine andine la rende meno penalizzante. Della partita, oltre a qualche buggy come quello degli immancabili fratelli Tim e Tom Coronel, saranno anche il rallysta Martin Prokop con un pick-up della Ford, lex driver della Nascar Robby Gordon (celebre per i suoi salti spettacolari dal podio della partenza, ma capace anche di ottenere un terzo posto nel 2009 con una Hummer) alla guida di un fuoristrada Textron XX e una Mitsubishi Eclipse Cross, affidata con il sostegno della filiale spagnola e del distributore locale della Casa alla peruviana Cristina Gutierrez. LEclipse, tra laltro, è una macchina nuova, con telaio tubolare di acciaio, carrozzeria di fibra di carbonio, trazione integrale con differenziale centrale e potenza di 340 CV. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/DAKAR 2019-01-03 10:24:30 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/02/michael_schumacher_cinquant_anni_di_un_campione_foto_gallery/gallery/2019-Michael-Schumacher-50-anni-25.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23881 Michael Schumacher - Cinquantanni di un campione - FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23881&tipo=fv MICHAEL SCHUMACHER [1] compie oggi 50 anni. Un compleanno che trascorrerà insieme alla famiglia nella sua residenza in Svizzera. Ma non ci saranno grandi festeggiamenti , né si potrà pensare a una ricorrenza allegra. Perché da cinque anni, Michael combatte ogni giorno contro le conseguenze del incidente sulle nevi di Meribel che, in un attimo, ha travolto la sua vita . Sarà un giorno come un altro, lennesimo di un percorso di riabilitazione che non si è mai fermato. SULLE SUE CONDIZIONI IL PIù ASSOLUTO RISERBO. Michael ha sempre voluto tenere lontano dai riflettori la sua vita privata ed è lecito pensare che anche oggi, anzi a maggior ragione, la sua volontà sarebbe la stessa. La vita di Michael e Corinna è uno spazio privato. Ed è per questo che continuo a proteggere quello che è un suo desiderio, non lasciando trapelare nulla riguardo la loro vita privata, ha spiegato Sabine Khem, storica portavoce di Schumacher. Un lungo silenzio che ha scatenato una morbosa caccia a notizie destinate a propagarsi in tutto il mondo, dato linteresse e laffetto che ancora circondano il campione; ma che ha anche costretto la famiglia a intervenire spesso con smemtite e precisazioni. Anche poco fa Corinna è tornata sullargomento, invitando tutti alla comprensione e al rispetto di questa scelta: "Michael è nelle migliori mani e stiamo facendo quanto umanamente possibile per aiutarlo. Vi preghiamo di capire: stiamo seguendo le volontà di Michael nel proteggere la sua privacy, così come abbiamo sempre fatto, ha dichiarato. I TIFOSI LO OSANNANO, MA NON SONO GLI UNICI. A rendere omaggio al campione ci sono anche i suoi colleghi, quelli che lo hanno sfidato sulle piste di tutto il mondo. Da Mika Hakkinen a Lewis Hamilton, il coro è unanime: "Michael è stato il più grande". Dal primo Gran Premio disputato in Formula 1 nel 1991, fino allultimo corso nel 2012, Michael ha potuto contare sempre su un gran numero di sostenitori. Il suo approccio alle corse e le doti da leader indiscusso hanno consentito alla Ferrari di rompere un lungo digiuno e di far diventare Michael una leggenda. Per il suo cinquantesimo compleanno, sono tante le iniziative pensate per celebrarlo: la MOSTRA "SCHUMACHER 50" [2] al Museo Ferrari di Maranello, lesposizione Mercedes a Stoccarda, i contenuti speciali sui canali social della Formula 1, una giornata intera di programmazione a lui dedicata da Sky (sul canale 207) e anche unapp per smartphone che fungerà da museo virtuale. Resta un compleanno dal retrogusto amaro, con un gran carico di nostalgia che però non deve mai prevaricare sulla speranza: quella di rivedere, un giorno, il sorriso aprirsi sul suo volto. Chissà, magari proprio per gioire delle prodezze sportive del figlio MICK [3]. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MICHAEL-SCHUMACHER [2] https://www.quattroruote.it/news/eventi/2018/12/17/michael_50_al_museo_ferrari_una_mostra_dedicata_a_schumacher.html [3] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MICK-SCHUMACHER 2019-01-03 09:30:44 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2019/01/02/mercedes_benz_classe_e_proseguono_i_collaudi_del_facelift/gallery/2019-Mercedes-Benz-Classe-E-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23882 Mercedes-Benz Classe E - Proseguono i collaudi del facelift http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23882&tipo=fv Dopo averla vista anche in VERSIONE WAGON [1] e COUPé [2], la versione aggiornata della MERCEDES-BENZ CLASSE E [3] è tornata a mostrarsi sulle strade innevate della penisola scandinava. Come già visto in precedenza, il prototipo della berlina ha una configurazione diversa rispetto ai muletti della familiare e della quattro porte: se da un lato il frontale potrebbe infatti essere già quello definitivo, dallaltro il posteriore dispone ancora di gruppi ottici provvisori. NUOVA SIA DAVANTI, SIA DIETRO. Il debutto della Classe E facelift, in tutte le varianti carrozzeria della gamma, è previsto entro la fine di questanno. Nonostante questo il prototipo appena avvistato non dispone ancora di tutte le componenti di serie. Le pellicole di camuffatura, che si confondono con la tinta bianca della carrozzeria, celano gran parte delle novità che caratterizzeranno il frontale della berlina: tra queste anche nuovi fari e un paraurti ridisegnato. I designer della Casa di Stoccarda hanno sviluppato alcune novità anche al posteriore dove troveranno spazio gruppi ottici dallo stile inedito. Sul muletto, infatti, sono temporaneamente presenti dei fari a Led differenti rispetto a quelli che effettivamente entreranno in produzione. IBRIDA E CONNESSA. Oltre allestetica, laggiornamento di metà carriera della Classe E introdurrà anche molte altre novità, a partire dallelettrificazione dei propulsori, con la quasi certa conferma della E 300 DE E DELLA E 300 E [4], fino ad arrivare allintroduzione dellinfotainment connesso MBUX con comandi vocali naturali e di sistemi dassistenza alla guida ulteriormente aggiornati rispetto a quelli già attualmente disponibili in gamma. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2018/11/07/MERCEDES_BENZ_LE_IMMAGINI_DEL_RESTYLING_DELLA_CLASSE_E_STATION_WAGON_.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2018/11/19/MERCEDES_BENZ_CLASSE_E_I_PROTOTIPI_DEL_RESTYLING.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MERCEDES-BENZ-CLASSE-E [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/10/11/MERCEDES_BENZ_LE_IBRIDE_PLUG_IN_C_300_DE_E_300_E_300_DE_S_560.HTML 2019-01-03 09:30:44 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/02/tesla_consegne_e_produzione_ancora_da_record_nel_quarto_trimestre_del_2018_1192707665/gallery/tesla-marchio.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23880 Tesla - Consegne record nel 2018, ma la Borsa non la premia http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23880&tipo=fv La TESLA [1] mette a segno un nuovo trimestre con consegne e produzione in netta crescita. La Casa californiana, a dimostrazione di come sia riuscita ormai a superare le difficoltà legate alla MODEL 3 [2], ha chiuso il quarto trimestre dellanno scorso con 90.700 veicoli consegnali, l8% in più rispetto al RECORD MESSO A SEGNO NEI TRE MESI PRECEDENTI [3]. Stessa percentuale di crescita è stata registrata per la produzione, con 86.555 unità WALL STREET DELUSA. stata ovviamente la berlina compatta a sostenere i numeri della Tesla, capace di consegnare e produrre veicoli al ritmo di mille al giorno negli ultimi tre mesi dellanno scorso. Nel quarto trimestre sono stati 61.394 gli esemplari sfornati dalle catene di montaggio, il 15% in più rispetto sempre al terzo trimestre, mentre le consegne si sono attestate a 63.150 unità, con una crescita del 13%. Tuttavia, il mercato si aspettava qualcosa di più e le azioni ne hanno subito le conseguenze: la perdita per il titolo, quotato sul listino Nasdaq di New York, è infatti arrivata al 9% circa. Le consegne totali si sono rivelate inferiori alle 92 mila delle previsioni degli analisti e quelle della sola Model 3 al di sotto delle 64.900 delle attese. Sotto le aspettative anche lammiraglia Model S e la Suv Model X. Nel trimestre ne sono stati consegnati 25.161 esemplari, contro i 27.800 delle previsioni di Wall Street. CONSEGNE ANCORA LIMITATE. La Tesla, che ha chiuso lintero 2018 con 245.240 veicoli consegnati (145.846 Model 3 e 99.394 Model S e X), ha comunque fatto presente alcuni vincoli delle proprie politiche commerciali. Le consegne della Model 3 sono state infatti limitate a varianti "a medio e alto prezzo" e soprattutto hanno interessato solamente clienti nordamericani. Per questo, la Casa ha sottolineato come "permangano significative opportunità di continuare ad accrescere le vendite della Model 3 con unespansione sui mercati internazionali, lintroduzione di varianti a basso prezzo e lofferta di contratti di leasing". Il lancio della berlina in Europa e Cina è previsto per febbraio mentre nei mesi successivi è in programma lo sbarco in altri Paesi, tra cui anche quelli con guida a destra. Nel mentre saranno sempre gli Stati Uniti il mercato di sbocco principale ed è per questo che la Tesla ha annunciato un taglio di 2 mila dollari dei prezzi di listino per tutti i modelli in gamma con lobiettivo di compensare la riduzione dei crediti di imposta federali concessi agli acquirenti di veicoli elettrici. Dal primo gennaio il precedente credito di 7.500 dollari è stato dimezzato a 3.750. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/TESLA [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/TESLA-MODEL-3 [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/10/02/TESLA_TERZO_TRIMESTRE_DA_RECORD_PER_PRODUZIONE_E_CONSEGNE.HTML 2019-01-02 19:42:57 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2019/01/02/mercato_italiano_vendite_auto_dicembre_2018/gallery/mercato-italia-2018a.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23879 Mercato italiano - Chiusura danno in crescita, ma il saldo è negativo http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23879&tipo=fv Il mercato italiano dellauto chiude il 2018 in tono lievemente positivo. Secondo i dati diffusi dal ministero dei Trasporti, a dicembre sono state 124.078 le immatricolazioni, l1,96% in più rispetto allo stesso mese dellanno scorso. Il consuntivo dellintero anno mostra invece segnali di contrazione a causa soprattutto dei tre mesi tra settembre e novembre, caratterizzati dalleffetto negativo delle nuove procedure di omologazione Wltp: sono stati 1.910.025 i veicoli immatricolati in dodici mesi, con un calo del 3,11% rispetto al 2017. JEEP SOSTIENE FCA. Con 31.806 immatricolazioni, il gruppo FCA registra a dicembre una flessione dell1,10%: il calo si deve innanzitutto allAlfa Romeo e alle sue 1.919 immatricolazioni (-33,23%), mentre la Fiat perde il 14,29% (18.710 auto registrate). La Lancia cresce, invece, del 38,65%, con 4.355 immatricolazioni e Maserati scende del 6,62%, con 141 registrazioni. Continua lascesa della Jeep, con un incremento del 60,31% e 6.664 unità immatricolate. PSA CONSOLIDA LA SECONDA POSIZIONE. Alle spalle del gruppo italo-statunitense si conferma il gruppo PSA con 18.196 immatricolazioni e una crescita del 13,67%. La miglior marca è la DS con un incremento del 115,38% anche se con solo 224 vetture messe su strada. La Peugeot sale dell1,23% con un immatricolato di 7.221 unità, la Citroen del 5,05% con 5.247 e la Opel del 45,76% con 5.504. In aggiornamento 2019-01-02 18:24:02 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/ecologia/2019/01/02/area_c_milano_ibride_accesso_a_pagamento_rimandato_al_2022/gallery/2018-Area-C-Milano-03.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23878 Area C Milano - Ibride, accesso a pagamento rimandato al 2022 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23878&tipo=fv Il Comune di Milano ha prorogato al 2022 lesenzione dal pagamento del ticket daccesso allAREA C [1] per le auto ibride. Fino al 30 settembre 2022 tutte le vetture dotate di un motore termico affiancato da ununità elettrica potranno così entrare liberamente nella Cerchia dei Bastioni senza dover effettuare alcun tipo di pagamento: oltre alle elettriche pure, anche i veicoli mild hybrid, plug-in e ibridi tradizionali saranno infatti esentati. IBRIDE IN CENTRO FINO AL 2022. A partire dall1 ottobre 2022 le automobili (classe M1) ibride con emissioni di CO2 superiori ai 100 g/km (non più 75 G/KM COME PRECEDENTEMENTE COMUNICATO [2]) dovranno pagare per accedere allarea C, mentre a partire dall1 ottobre del 2023 tutti i mezzi di trasporto delle classi M2, M3, N1, N2 e N3, ovvero veicoli con più di otto posti e per trasporto merci, saranno soggetti al ticket dingresso per il centro di Milano. La proroga della gratuità dingresso nellArea C è dovuta alla modifica del sistema di classificazione dei veicoli secondo nuovi accordi a livello europeo. Lidentificazione delle vetture ibride dovrà essere riportata sul libretto di circolazione e sarà necessaria per il controllo automatico dei dati di ingresso nella zona a traffico limitato allinterno della Cerchia dei Bastioni. AREA B, INCENTIVI PER LACQUISTO DI AUTO GREEN. Il 25 febbraio a Milano partirà lAREA B [3] che andrà definitivamente a bloccare laccesso alla città delle auto benzina Euro 0 e diesel Euro 0, 1, 2 e 3: dall1 ottobre si fermeranno anche le Euro 4 a gasolio. Per questo motivo la giunta ha definito dei contributi per la rottamazione delle auto diesel pre Euro 5 e delle benzina Euro 0 e 1 di proprietà di famiglie residenti a Milano e con un reddito Isee inferiore ai 20 mila euro annui. Il Comune ha stanziato un milione di euro di incentivi per lacquisto, anche in leasing, di una nuova auto elettrica, ibrida, a Gpl, a metano o benzina Euro 6. I contributi saranno applicabili anche alle km zero e alle auto usate Euro 5 benzina comprese, mentre chi vuole rottamare la propria auto ma non intende acquistare un nuovo modello potrà scegliere uno scooter elettrico, una bici a pedalata assistita, oppure usufruire di abbonamenti annuali per il trasporto pubblico ridotti del 70%. Tutti gli incentivi saranno erogati una sola volta per ogni nucleo familiare e limporto sarà pari al 50% del costo totale del nuovo veicolo fino a un massimo di 2 mila euro: i contributi saranno validi fino al 31 dicembre 2019 e fino a esaurimento fondi. TORNA IL BLOCCO DELLE EURO 4. A Milano il nuovo anno si apre con il blocco del traffico per le auto diesel Euro 4. A seguito del superamento dei livelli consentiti di polveri sottili (PM10) per quattro giorni consecutivi, dall1 gennaio è scattata la limitazione del traffico per le auto a gasolio con omologazione precedente allEuro 5: la disattivazione del blocco della circolazione avverrà a due giorni di distanza dal rientro dei valori nelle soglie predefinite di 50 microgrammi per metro cubo. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AREA-C-MILANO [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/ECOLOGIA/2018/10/08/AREA_C_MILANO_DA_OTTOBRE_2019_PAGHERANNO_ANCHE_LE_IBRIDE.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AREA-B-MILANO 2019-01-02 17:51:29 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/02/tesla_consegne_e_produzione_ancora_da_record_nel_quarto_trimestre_del_2018_1192707665/gallery/tesla-marchio.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23877 Tesla - Consegne record nel 2018, ma la Borsa non premia http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23877&tipo=fv La TESLA [1] mette a segno un nuovo trimestre con consegne e produzione in netta crescita. La Casa californiana, a dimostrazione di come sia riuscita ormai a superare le difficoltà legate alla MODEL 3 [2], ha chiuso il quarto trimestre dellanno scorso con 90.700 veicoli consegnali, l8% in più rispetto al RECORD MESSO A SEGNO NEI TRE MESI PRECEDENTI [3]. Stessa percentuale di crescita è stata registrata per la produzione, con 86.555 unità WALL STREET DELUSA. stata ovviamente la berlina compatta a sostenere i numeri della Tesla, capace di consegnare e produrre veicoli al ritmo di mille al giorno negli ultimi tre mesi dellanno scorso. Nel quarto trimestre sono stati 61.394 gli esemplari sfornati dalle catene di montaggio, il 15% in più rispetto sempre al terzo trimestre, mentre le consegne si sono attestate a 63.150 unità, con una crescita del 13%. Tuttavia, il mercato si aspettava qualcosa di più e le azioni ne hanno subito le conseguenze: la perdita per il titolo, quotato sul listino Nasdaq di New York, è infatti arrivata al 9% circa. Le consegne totali si sono rivelate inferiori alle 92 mila delle previsioni degli analisti e quelle della sola Model 3 al di sotto delle 64.900 delle attese. Sotto le aspettative anche lammiraglia Model S e la Suv Model X. Nel trimestre ne sono stati consegnati 25.161 esemplari, contro i 27.800 delle previsioni di Wall Street. CONSEGNE ANCORA LIMITATE. La Tesla, che ha chiuso lintero 2018 con 245.240 veicoli consegnati (145.846 Model 3 e 99.394 Model S e X), ha comunque fatto presente alcuni vincoli delle proprie politiche commerciali. Le consegne della Model 3 sono state infatti limitate a varianti "a medio e alto prezzo" e soprattutto hanno interessato solamente clienti nordamericani. Per questo, la Casa ha sottolineato come "permangano significative opportunità di continuare ad accrescere le vendite della Model 3 con unespansione sui mercati internazionali, lintroduzione di varianti a basso prezzo e lofferta di contratti di leasing". Il lancio della berlina in Europa e Cina è previsto per febbraio mentre nei mesi successivi è in programma lo sbarco in altri Paesi, tra cui anche quelli con guida a destra. Nel mentre saranno sempre gli Stati Uniti il mercato di sbocco principale ed è per questo che la Tesla ha annunciato un taglio di 2 mila dollari dei prezzi di listino per tutti i modelli in gamma con lobiettivo di compensare la riduzione dei crediti di imposta federali concessi agli acquirenti di veicoli elettrici. Dal primo gennaio il precedente credito di 7.500 dollari è stato dimezzato a 3.750. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/TESLA [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/TESLA-MODEL-3 [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/10/02/TESLA_TERZO_TRIMESTRE_DA_RECORD_PER_PRODUZIONE_E_CONSEGNE.HTML 2019-01-02 17:21:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2019/01/02/tesla_consegne_e_produzione_ancora_da_record_nel_quarto_trimestre_del_2018_1192707665/gallery/tesla-marchio.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23876 Tesla - Consegne record nel quarto trimestre 2018 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23876&tipo=fv La TESLA [1] mette a segno un nuovo trimestre con consegne e produzione in netta crescita. La Casa californiana, a dimostrazione di come sia riuscita ormai a superare le difficoltà legate alla MODEL 3 [2], ha chiuso il quarto trimestre dellanno scorso con 90.700 veicoli consegnali, l8% in più rispetto al RECORD MESSO A SEGNO NEI TRE MESI PRECEDENTI [3]. Stessa percentuale di crescita è stata registrata per la produzione, con 86.555 unità WALL STREET DELUSA. stata ovviamente la berlina compatta a sostenere i numeri della Tesla, capace di consegnare e produrre veicoli al ritmo di mille al giorno negli ultimi tre mesi dellanno scorso. Nel quarto trimestre sono stati 61.394 gli esemplari sfornati dalle catene di montaggio, il 15% in più rispetto sempre al terzo trimestre, mentre le consegne si sono attestate a 63.150 unità, con una crescita del 13%. Tuttavia il mercato si aspettava qualcosa di più. Le consegne totali si sono rivelate inferiori alle 92 mila delle previsioni degli analisti e quelle della sola Model 3 al di sotto delle 64.900 delle attese. Sotto le aspettative anche lammiraglia Model S e la Suv Model X. Nel trimestre ne sono stati consegnati 25.161 esemplari, contro i 27.800 delle previsioni di Wall Street. CONSEGNE ANCORA LIMITATE. La Tesla, che ha chiuso lintero 2018 con 245.240 veicoli consegnati (145.846 Model 3 e 99.394 Model S e X), ha comunque fatto presente alcuni vincoli delle proprie politiche commerciali. Le consegne della Model 3 sono state infatti limitate a varianti "a medio e alto prezzo" e soprattutto hanno interessato solamente clienti nordamericani. Per questo, la Casa ha sottolineato come "permangano significative opportunità di continuare ad accrescere le vendite della Model 3 con unespansione sui mercati internazionali, lintroduzione di varianti a basso prezzo e lofferta di contratti di leasing". Il lancio della berlina in Europa e Cina è previsto per febbraio mentre nei mesi successivi è in programma lo sbarco in altri Paesi, tra cui anche quelli con guida a destra. Nel mentre saranno sempre gli Stati Uniti il mercato di sbocco principale ed è per questo che la Tesla ha annunciato un taglio di 2 mila dollari dei prezzi di listino per tutti i modelli in gamma con lobiettivo di compensare la riduzione dei crediti di imposta federali concessi agli acquirenti di veicoli elettrici. Dal primo gennaio il precedente credito di 7.500 dollari è stato dimezzato a 3.750. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/TESLA [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/TESLA-MODEL-3 [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/10/02/TESLA_TERZO_TRIMESTRE_DA_RECORD_PER_PRODUZIONE_E_CONSEGNE.HTML 2019-01-02 16:54:14 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2018/12/20/nissan_dayz_su_strada_un_prototipo_della_kei_car/gallery/2018-Nissan-Dayz-spy-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23875 Nissan Dayz - Su strada il prototipo di una kei car http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23875&tipo=fv La NISSAN [1] ha portato sulle strade europee il prototipo di una KEI CAR [2] fino a oggi riservata al mercato giapponese: parliamo della DAYZ, della quale è probabilmente in fase di collaudo una variante aggiornata. LA KEI CAR SOLO IN GIAPPONE, ALMENO PER ORA. La presenza di una vettura simile sulle nostre strade è del tutto anomala: le sue proporzioni e dimensioni riflettono infatti le regole che il governo giapponese ha imposto per la tassazione, includendo anche le limitazioni relative alla potenza e alla cilindrata dei propulsori. Il fatto che la Nissan abbia portato in Europa un prototipo simile potrebbe alimentare lipotesi di una possibile commercializzazione fuori dal Giappone (anche se non esistono per il momento indiscrezioni in merito) oppure di una più semplice collaborazione tra i vari centri ricerca della Casa. In passato sono già state proposte in Italia alcune kei car: le Daihatsu Move e Copen e prima ancora la Suzuki Wagon R+, dalla quale è derivata anche la prima generazione della Opel Agila, senza dimenticare la Mitsubishi i-Miev elettrica dalla quale sono derivate anche le varianti Citroën e Peugeot. TUTTA LA PERSONALITà è NEL FRONTALE. Concentrandosi sulle immagini del prototipo, si nota prima di tutto il taglio familiare del frontale: ritroviamo infatti il tema della mascherina V-Motion comune a tutti i modelli Nissan più recenti, riconoscibile anche se il logo è per il momento coperto. Il resto del veicolo non offre molti spunti, dato che molte scelte sono obbligate dalle proporzioni: le ruote molto piccole, gli sbalzi ridotti al minimo, i gruppi ottici posteriori verticali e il taglio delle portiere non offrono molte innovazioni e lasciano poco margine allimmaginazione. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/NISSAN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/KEI-CAR 2019-01-02 15:31:54 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2019/01/02/ford_arriva_la_campagna_ecotassa_no_ecoincentivi_si/gallery/2018-Ford.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23874 Ford - Arriva la campagna "Ecotassa no, Ecoincentivi sì" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23874&tipo=fv Nessuno dei modelli con grandi volumi di vendita della FORD [1] rientrerà nellECOTASSA [2], limposta aggiuntiva che entrerà in vigore per tutti i modelli di nuova immatricolazione con emissioni superiori ai 160 g/km di CO2 a partire dall1 marzo 2019. Nonostante questo la Casa dellOvale Blu ha deciso di proporre degli incentivi pensati per offrire a chi possiede unautomobile con almeno 10 anni di vita di poter acquistare una nuova vettura con sconti aggiuntivi. "ECOTASSA NO, ECOINCENTIVI Sì". Il costruttore ha calcolato che circa 25 milioni di italiani potranno accedere alla nuova campagna "Ecotassa no, Ecoincentivi sì" che permetterà di permutare la propria auto immatricolata almeno 10 anni fa per acquistare una FIESTA [3] con sconti fino a 6.000 euro, una FOCUS [4] risparmiando fino a 6.700 euro oppure le Suv KUGA [5] ed ECOSPORT [6] con vantaggi che spazieranno rispettivamente dai 7.500 ai 5.650 euro. A questi incentivi allacquisto sarà affiancabile anche il finanziamento IdeaFord, con anticipo zero e prima rata ad aprile. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FORD.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ECOTASSA [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FORD-FIESTA [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FORD-FOCUS [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FORD-KUGA [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FORD-ECOSPORT 2019-01-02 15:01:23 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/02/michael_schumacher_la_famiglia_facciamo_di_tutto_per_aiutarlo_/gallery/michael-corinna-schumacher.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23873 Michael Schumacher - La famiglia: "Facciamo di tutto per aiutarlo" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23873&tipo=fv A poche ore dal cinquantesimo compleanno di Michael Schumacher, la famiglia ha usato i social ufficiali del sette volte campione del mondo di Formula 1 per rilasciare un nuovo comunicato per i tifosi del tedesco. UNAPP PER CELEBRARE I 50 ANNI. Sono diverse le iniziative organizzate praticamente in ogni parte del mondo per festeggiare i cinquantanni di Schumacher, tra cui la mostra Schumacher 50 [1] organizzata al Museo Ferrari di Maranello. A parte le iniziative reali, ce ne sarà anche una virtuale: una app per smartphone che consentirà ai tifosi di poter rivivere tutti i grandi successi ottenuti dal pilota tedesco nella sua lunga carriera in Formula 1. "La Official Michael Schumacher App sarà lanciata domani: è unaltra pietra miliare che ci permette di evidenziare ancora una volta quanto Michael ha fatto, speriamo vi piaccia. Michael può essere orgoglioso di quello che ha ottenuto e lo siamo anche noi!". FACCIAMO DI TUTTO PER AIUTARLO. Nel comunicato, la famiglia ha anche voluto anche ringraziare tutte le persone che costantemente inviano messaggi di affetto e incoraggiamento per il pilota tedesco, sulle cui condizioni di salute non si conosce alcun dettaglio: "Michael è nelle migliori mani possibili e stiamo facendo quanto umanamente possibile per aiutarlo". Inoltre, ancora una volta, la famiglia ha invitato tutti a rispettare la loro privacy: "Vi preghiamo di capire, stiamo seguendo le volontà di Michael nel mantenere il più assoluto riserbo sul suo stato di salute, così come abbiamo sempre fatto. Vi ringraziamo sempre di cuore per tutta la vicinanza e vi auguriamo un felice 2019". Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/eventi/2018/12/17/michael_50_al_museo_ferrari_una_mostra_dedicata_a_schumacher.html 2019-01-02 14:06:34 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2019/01/02/hyundai_wrc_andrea_adamo_e_il_nuovo_team_principal/gallery/hyundai.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23871 Hyundai WRC - Andrea Adamo è il nuovo Team Principal http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23871&tipo=fv La HYUNDAI MOTORSPORT inizia il nuovo anno con una grande novità a livello dirigenziale: Michel Nandan non è più il team principal del team WRC e al suo posto arriva lingegner Andrea Adamo. SI PUNTA ALLA VITTORIA. Ad Alzenau sembrano essersi stancati dei secondi posti nel Mondiale Rally e il team si sta riorganizzando, nel tentativo di far diventare il 2019 lanno del successo. Dopo sei stagioni nel ruolo di team principal, Michel Nandan lascia il marchio coreano: "Lo ringraziamo per il grande lavoro svolto per la crescita e lo sviluppo del team e gli auguriamo il meglio per il futuro", ha fatto sapere la Hyundai tramite il comunicato stampa inviato oggi. UN ITALIANO AL COMANDO. Al posto di Nandan arriva un nome ben noto nel motorsport, quello dellingegner Andrea Adamo, uno degli uomini chiave nel successo di Gabriele Tarquini [1] nel Mondiale WTCR di questanno. Adamo si occuperà, con effetto immediato, delle attività WRC di Hyundai Motorsport, oltre ai suoi già attuali incarichi con i programmi i20 R5 e i30 N. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/sport/2018/11/18/wtcr_gabriele_tarquini_e_campione_del_mondo.html 2019-01-02 12:39:02 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/02/subaru_wrx_sti_la_s209_debuttera_al_salone_di_detroit/gallery/2019-Subaru-WRX-STI-S209-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23872 Subaru WRX STI - La S209 debutterà al Salone di Detroit http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23872&tipo=fv A pochi giorni dallENIGMATICO VIDEO [1] che annunciava limminente debutto di una nuova serie speciale della WRX STI [2], la SUBARU [3] ha rilasciato la prima immagine della S209, una variante ad alte prestazioni della berlina che sarà svelata al SALONE DI DETROIT [4] (14-27 gennaio). Come i modelli della serie S che lhanno preceduta, anche la nuova S209 sarà probabilmente proposta come serie speciale a tiratura limitata di qualche centinaio di esemplari. LA PRIMA S AMERICANA. Per il momento la Casa giapponese non ha diramato alcuna informazione sulla nuova serie speciale, limitandosi ad annunciare la sigla di quella che sarà la prima "S" realizzata dalla Subaru Tecnica International a essere disponibile anche sul mercato americano. Oltre alle modifiche estetiche mostrate, seppur camuffate, nel primo video ufficiale della vettura, la S209 disporrà di aggiornamenti tecnici che le permetteranno di innalzare ulteriormente il livello prestazionale della WRX STI. I precedenti modelli della serie S hanno portato al debutto versioni aggiornate dei propulsori, alleggeriti e dotati di nuove turbine: oltre a questo la versione più estrema della berlina disporrà di un nuovo assetto e di un impianto frenante maggiorato. La nuova aerodinamica, grazie a uno splitter anteriore più pronunciato abbinato a un nuovo alettone posteriore e a delle canard laterali montate sul paraurti anteriore, garantirà infine una maggiore downforce, migliorando così la tenuta nelle curve più veloci. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/12/21/SUBARU_IL_TEASER_DI_UNA_SERIE_SPECIALE_PER_DETROIT.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SUBARU-WRX [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/SUBARU.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/SUBARU.HTML 2019-01-02 12:39:02 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/02/mercedes_benz_nuovo_teaser_della_cla/gallery/2019-Mercedes-Benz-CLA.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23870 Mercedes-Benz - Nuovo teaser della CLA http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23870&tipo=fv Dopo il PRIMO TEASER [1] della nuova generazione della CLA [2], diffuso a dicembre per annunciare il debutto della quattro porte al CES DI LAS VEGAS [3], la MERCEDES-BENZ [4] ha pubblicato un filmato che mostra ulteriori dettagli della più sportiva delle compatte derivate dalla CLASSE A [5]. NOVITà DAVANTI E DIETRO. Linquadratura rimane la stessa della prima immagine, ma nel video sono visibili alcuni particolari aggiuntivi, come il montante anteriore e la firma luminosa dei fari anteriori. Rispetto alla sorella a cinque porte, con cui condividerà la meccanica e le dotazioni tecnologiche, la nuova CLA potrebbe avere dei fari anteriori più sottili con luci diurne a Led lievemente diverse. Sulla Classe A la striscia luminosa dei gruppi ottici forma un angolo netto, mentre, a giudicare dal nuovo teaser, la quattro porte potrebbe portare al debutto un nuovo arco dalla forma meno squadrata. Oltre al posteriore, dove si concentreranno le principali novità, anche il frontale della nuova CLA potrebbe dunque portare al debutto soluzioni stilistiche inedite, come già visto sulla prima generazione. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/12/17/MERCEDES_BENZ_LA_NUOVA_CLA_DEBUTTERA_AL_CES_DI_LAS_VEGAS.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MERCEDES-BENZ-CLA [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CES [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MERCEDES-BENZ [5] https://www.quattroruote.it/tags/mercedes-benz-classe-a 2019-01-02 11:40:40 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/02/porsche_macan_s_una_versione_speciale_della_exclusive_manifacktur/gallery/2019-Porsche-Macan-S-Exclusive-Manifaktur-4.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23869 Porsche Macan S - Una versione speciale della Exclusive Manifacktur http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23869&tipo=fv La PORSCHE [1] vuole mostrare ancora una volta le potenzialità del reparto Exclusive Manufaktur e per questo ha realizzato un esemplare speciale della MACAN S [2], la variante appena presentata della Suv che abbina al restyling il propulsore V6 3.0 turbobenzina da 354 CV e 480 Nm di coppia massima. LA VERNICIATURA ONE-OFF VOLCANO GREY. Questo esemplare rappresenta solo alcune delle personalizzazioni disponibili e combina accessori e finiture esclusive che rendono unica la propria vettura. In questo caso, la Macan S è stata verniciata nella tinta speciale Volcano Grey Metallic e adottata il pacchetto aerodinamico SportDesign, che include paraurti, minigonne e il diffusore posteriore: questultimo integra i terminali dellimpianto di scarico sportivo, con valvola attiva comandata dallabitacolo e finitura argento o nero dei dettagli. I cerchi di lega da 20" sono veri e propri pezzi unici verniciati in tinta con la carrozzeria e differiscono rispetto a quelli normalmente disponibili per gomme invernali o estive nel listino Porsche Tequipment con finitura GT Silver, Platinum satinato, nero satinato o nero lucido. PELLE BICOLORE ESTESA. Gli interni sono impreziositi dai rivestimenti di pelle bicolore Black e Mojave Beige con loghi Porsche sui poggiatesta, che sostituiscono la variante Luxor Beige di serie. La pelle Mojave Beige è stata utilizzata anche per rivestire alcune sezioni della plancia, della console centrale e del piantone dello sterzo e per le cinture di sicurezza; inoltre, lo stesso colore è stato riprodotto anche per il fondo della strumentazione e dellelemento separato dello Sport Chrono. La plancia è ulteriormente arricchita dagli inserti di legno Anthracite Chestnut, lavorata con elementi di alluminio che ne aumentano la lucentezza e ne rendono ancora più particolare la finitura. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/PORSCHE.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/12/11/_PORSCHE_LA_MACAN_S_DEBUTTA_CON_UN_NUOVO_MOTORE_V6_TURBO.HTML 2019-01-02 11:40:40 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2018/12/20/audi_q7_nuovi_collaudi_per_il_restyling/gallery/2018-Audi-Q7-spy-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23868 Audi Q7 - Proseguono i collaudi per il restyling http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23868&tipo=fv Tempo di restyling anche per lAUDI Q7 [1]: introdotta sul mercato nel 2015 potrebbe debuttare nella variante aggiornata nel 2020. Le foto spia che vi proponiamo provengono dalla Scandinavia e raffigurano un esemplare molto simile a quello AVVISTATO NEI MESI SCORSI [2]. COME LE CUGINE DENTRO E FUORI. Trattandosi di un restyling di metà carriera la Q7 non sarà stravolta, ma è evidente che la lezione impartita dalla Q8 [3] servirà da base per ripensare il look della Suv, con nuovi gruppi ottici e soprattutto il single frame tridimensionale e maggiormente sporgente. Nei test sulla neve probabilmente lattenzione degli ingegneri si è focalizzata sulla dinamica della vettura, sui controlli elettronici e su altri dettagli, anche se con ogni probabilità una delle novità principali della Q7 sarà lintroduzione della plancia con linfotainment dotato di triplo display, già visto sulle A6 [4], A7 [5], A8 [6] e Q8 recentemente presentate. SEMPRE PIù HYBRID. La Q7 è stata appena aggiornata per il model year 2019 con lintroduzione delle più recenti motorizzazioni TDI mild hybrid da 231 e 286 CV, che diventano le uniche offerte sul mercato italiano. probabile che queste unità siano confermate, ma è possibile unulteriore spinta verso lelettrificazione con altre versioni abbinate anche ai motori benzina. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/08/27/AUDI_Q7_CON_IL_MODEL_YEAR_2019_SI_RINNOVA_LA_GAMMA_MOTORI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2018/11/07/AUDI_Q7_RESTYLING_DI_META_CARRIERA_IN_ARRIVO_PER_LA_SUV.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUDI-Q8 [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUDI-A6 [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUDI-A7 [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUDI-A8 2019-01-02 11:15:26 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/02/automobili_pininfarina_nuove_immagini_della_hypercar_battista/gallery/2019-Pininfarina-Battista-ok-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23867 Automobili Pininfarina - Nuove immagini della hypercar Battista http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23867&tipo=fv A due mesi dal debutto, previsto al SALONE DI GINEVRA [1], la AUTOMOBILI PININFARINA [2] svela nuovi dettagli della BATTISTA. Dopo i teaser che ne anticipavano il profilo, la Casa ha infatti diffuso unimmagine del frontale della hypercar. La vettura, che abbiamo potuto VEDERE IN ANTEPRIMA [3] nellatelier di Cambiano, sarà la prima elettrica del marchio e per questo, per celebrare il nuovo corso, si è deciso che porterà il nome del fondatore della carrozzeria, quel Battista Pinin che nel 1930 diede origine al mito. NUMERI DI RILIEVO. Sviluppata in collaborazione con la RIMAC [4], la vettura avrà la scocca di carbonio, sarà dotata di aerodinamica attiva, avrà quattro motori elettrici e altrettante ruote motrici con torque vectoring. Di grandissimo rilievo le prestazioni: quasi 2 mila CV di potenza e 2.300 Nm di coppia motrice, uno 0-100 in meno di 2 secondi (0-300 km/h in meno di 12) e oltre 350 km orari di velocità massima. Lautonomia dovrebbe essere superiore ai 450 km, con la possibilità di ricaricare le batterie all80% in un tempo compreso fra 25 e 40 minuti. PER POCHI. La Battista sarà realizzata in una serie limitata di 150 esemplari e verrà venduta a un prezzo di circa due milioni di euro a partire dal 2020. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/SALONI/SALONE-DI-GINEVRA [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUTOMOBILI-PININFARINA [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/11/28/AUTOMOBILI_PININFARINA_PF0_A_TU_PER_TU_CON_LA_NUOVA_HYPERCAR_ELETTRICA_SARA_FATTA_IN_ITALIA.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/RIMAC 2019-01-02 10:45:17 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2019/01/02/mclaren_720s_la_spa_68_celebra_la_prima_vittoria_in_formula_1/gallery/2019-McLaren-720S-Spa-68-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23866 McLaren 720S - La Spa 68 celebra la prima vittoria in Formula 1 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23866&tipo=fv La MCLAREN [1] ha realizzato tre esemplari speciali della 720S [2] per celebrare il cinquantesimo anniversario della sua prima vittoria in Formula 1. Commissionate dalla concessionaria di Bruxelles del marchio britannico, le 720S Spa 68 riprendono la livrea della M7A, la monoposto portata al successo dallo stesso fondatore Bruce McLaren durante il Gran Premio del Belgio del 1968. LIVREA STORICA. La carrozzeria, salvo qualche dettaglio come i cerchi e il tetto color Satin Black, è totalmente verniciata nella tinta Mso Bespoke Anniversary che rispecchia fedelmente il colore Papaya Orange delle prime auto da corsa della Casa di Woking. Sulle fiancate, vicino alle ruote posteriori, è presente il profilo del tracciato di Spa-Francorchamps nella sua configurazione da 14 km utilizzata nel 1968: la stessa finitura è riservata anche per i poggiatesta dei sedili di pelle nera sui quali è stata ricamata la forma della pista. Sui tre esemplari sono inoltre presenti alcuni accessori della gamma Mso Defined, come le soglie daccesso dellabitacolo con la scritta "1st McLaren F1 victory Belgian Grand Prix 9th June 1968 - Bruce McLaren" e la chiave daccensione personalizzata con guscio Anniversary Orange e la scritta Spa 1968. Non manca, infine, la classica targhetta identificativa che riporta il numero progressivo della vettura. PRESTAZIONI INVARIATE. Come per ogni versione speciale allestita dal reparto Mso, anche alla 720S Spa 68 non sono state apportate modifiche di carattere tecnico. Dietro allabitacolo è presente un V8 biturbo di 4.0 litri da 720 CV e 770 Nm con un cambio automatico a sette rapporti e trazione posteriore che permette alla sportiva di scattare da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi e di toccare una velocità massima di 341 km/h. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MCLAREN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MCLAREN-720S 2019-01-02 10:45:17 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2018/12/20/audi_q7_nuovi_collaudi_per_il_restyling/gallery/2018-Audi-Q7-spy-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23864 Audi Q7 - Nuovi collaudi per il restyling http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23864&tipo=fv Tempo di restyling anche per lAUDI Q7 [1]: introdotta sul mercato nel 2015 potrebbe debuttare nella variante aggiornata nel 2020. Le foto spia che vi proponiamo provengono dalla Scandinavia e raffigurano un esemplare molto simile a quello AVVISTATO NEI MESI SCORSI [2]. COME LE CUGINE DENTRO E FUORI. Trattandosi di un restyling di metà carriera la Q7 non sarà stravolta, ma è evidente che la lezione impartita dalla Q8 [3] servirà da base per ripensare il look della Suv, con nuovi gruppi ottici e soprattutto il single frame tridimensionale e maggiormente sporgente. Nei test sulla neve probabilmente lattenzione degli ingegneri si è focalizzata sulla dinamica della vettura, sui controlli elettronici e su altri dettagli, anche se con ogni probabilità una delle novità principali della Q7 sarà lintroduzione della plancia con linfotainment dotato di triplo display, già visto sulle A6 [4], A7 [5], A8 [6] e Q8 recentemente presentate. SEMPRE PIù HYBRID. La Q7 è stata appena aggiornata per il model year 2019 con lintroduzione delle più recenti motorizzazioni TDI mild hybrid da 231 e 286 CV, che diventano le uniche offerte sul mercato italiano. probabile che queste unità siano confermate, ma è possibile unulteriore spinta verso lelettrificazione con altre versioni abbinate anche ai motori benzina. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/08/27/AUDI_Q7_CON_IL_MODEL_YEAR_2019_SI_RINNOVA_LA_GAMMA_MOTORI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2018/11/07/AUDI_Q7_RESTYLING_DI_META_CARRIERA_IN_ARRIVO_PER_LA_SUV.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUDI-Q8 [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUDI-A6 [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUDI-A7 [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUDI-A8 2019-01-02 09:21:14 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/burocrazia/2018/12/28/manovra_2019_l_ecotassa_e_l_ecobonus_sono_legge/gallery/2018-Camera-Deputati-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23865 Manovra 2019 - Ecotassa ed ecobonus sono legge - LELENCO DEI MODELLI http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23865&tipo=fv Dopo il voto di fiducia di ieri, oggi 30 dicembre - ultimo giorno utile - la Camera dei deputati ha approvato definitivamente il DISEGNO DI LEGGE BILANCIO per lanno 2019 con 313 voti favorevoli e 70 voti contrari (i deputati del Pd e di Liberi e Uguali non hanno partecipato al voto in segno di protesta). La legge, che sarà pubblicata domani sulla Gazzetta Ufficiale ed entrerà in vigore l1 gennaio 2019, contiene lECOTASSA [1] sulle auto con EMISSIONI DI ANIDRIDE CARBONICA SUPERIORI A 160 G/KM [2] e lecobonus per quelle fino a 70 g/km nella forma APPROVATA IL 23 DICEMBRE AL SENATO [3]. ENTRO FEBBRAIO IL DECRETO ATTUATIVO. Come noto, ecotassa ed ecobonus saranno operativi per tutti gli acquisti effettuati a partire dall1 marzo 2019. Nel frattempo dovrà essere emanato un decreto interministeriale (del ministro per lo Sviluppo economico, di concerto con il ministero delle Infrastrutture e trasporti e con il ministero dellEconomia e finanze) per la disciplina applicativa dellincentivo e della detrazione fiscale per linstallazione di colonnine private per la ricarica delle auto elettriche. Il provvedimento dovrà essere emanato entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge, cioè entro il 2 marzo 2019. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ECOTASSA [2] https://www.quattroruote.it/news/burocrazia/2018/12/18/ecotassa_esentate_le_auto_fino_a_160_g_km.html [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/BUROCRAZIA/2018/12/22/ECOTASSA_IL_SENATO_APPROVA_LA_SOGLIA_DI_160_G_KM.HTML 2019-01-02 09:21:14 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2018/12/21/alpine_a110_il_ritorno_della_francesina_che_fu_regina_dei_rally_foto_gallery/gallery/1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23863 Alpine A110 - Il ritorno della francesina che fu regina dei rally FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23863&tipo=fv Se bastassero la STORIA CHE RIEVOCA [1] e le sue caratteristiche sportive, la ALPINE A110 sarebbe senza dubbio la favorita tra le SETTE VETTURE FINALISTE [2] del premio Auto dellAnno 2019, la cui vincitrice verrà svelata il prossimo 4 marzo a Ginevra. NATA IN NORMANDIA. Il modello più prestazionale (insieme allelettrica JAGUAR I-PACE, che però ha quasi 150 CV in più) ed esclusivo della short list viene prodotto nello STABILIMENTO DI DIEPPE [3], la cittadina dellAlta Normandia dove gli Alleati tentarono di sbarcare, con esito infausto, nel 1942, due anni prima del D-day. Per gli appassionati di motori, tuttavia, la storia dello scorso secolo di questo piccolo porto del dipartimento della Senna Marittima è legato a doppio filo proprio al marchio Alpine, nato dalla passione di Jean Rédélé, giovane concessionario Renault con la passione delle corse, convinto che le vittorie nel motorsport fossero unottima vetrina per vendere le auto. SUCCESSI MITICI A MONTE CARLO. E con le vittorie Monsieur Alpine aveva una certa affinità. Memorabile la storica tripletta delloriginale A110 al Rallye Monte-Carlo e la conquista della prima edizione del Mondiale rally nel 1973, lo stesso anno in cui il marchio venne acquisito dal Gruppo Renault. Non a caso, abbiamo scelto il remake moderno della berlinetta transalpina per aprire alla grande la prima puntata di DRIVE UP [4], il nostro programma di motori su Italia 1, dopo averla già provata sul NUMERO DI SETTEMBRE [5]. E oggi scegliamo ancora lei per inaugurare con passione il nuovo anno, approfondendo nella nostra galleria di immagini le caratteristiche e la produzione di questa moderna coupé dal fascino rétro. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/curiosita/2017/03/10/alpine_nell_olimpo_dei_rally_la_a110_d_epoca.html [2] https://www.quattroruote.it/news/eventi/2018/11/26/car_of_the_year_2019_svelate_le_sette_finaliste.html [3] https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2018/07/12/alpine_viaggio_nella_fabbrica_della_a110.html [4] https://www.quattroruote.it/news/eventi/2018/11/08/quattroruote_su_italia_1_drive_up_sabato_10_novembre_si_accendono_i_motori.html [5] https://www.quattroruote.it/prove/2018/alpine_a110_la_prova_della_premiere_edition.html 2019-01-01 15:30:50 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/viabilita/2019/01/01/autostrade_aumenti_dei_pedaggi_sospesi_in_gran_parte_della_rete/gallery/casello autostrada-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23862 Autostrade - Aumenti dei pedaggi sospesi su gran parte della rete http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23862&tipo=fv Stop ai rincari dei PEDAGGI [1] nel 2019 su gran parte della RETE AUTOSTRADALE [2]. Almeno temporaneamente. La notizia era stata anticipata ieri su Facebook dal ministro ai Trasporti, Danilo Toninelli, che insieme agli auguri di fine anno aveva annunciato la sospensione dei "tradizionali" aumenti sul 90% della rete nazionale. Questoggi è arrivata conferma dai diretti interessati, il gruppo AUTOSTRADE PER LITALIA [3] in primis, che gestisce gran parte della rete viaria nazionale con oltre 3.000 km di tratte, seguita da altri concessionari. Il congelamento dei rincari va da 31 giorni (con possibilità di essere esteso) a sei mesi. AUTOSTRADE PER LITALIA: SEI MESI DI STOP. Il consiglio di amministrazione di Autostrade per lItalia ha reso noto di condividere liniziativa del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e ha deliberato "di mantenere sulla propria rete lattuale livello tariffario, senza quindi applicare allutenza lincremento sul pedaggio spettante alla concessionaria. Autostrade per lItalia - si legge nel comunicato - intende così supportare la crescita e la competitività del Paese mantenendo a proprio carico liniziativa per un periodo di sei mesi in un fattivo spirito di collaborazione con il Governo". In sostanza, si tratta anche di una mano tesa alla politica, unapertura al dialogo dopo che il Governo ha ritenuto la società Autostrade per lItalia responsabile del disastroso crollo del PONTE MORANDI [4] a Genova e aveva addirittura minacciato di revocare la concessione. Il congelamento dei prezzi, comunque, riguarda solo la società Autostrade per lItalia, non le altre concessionarie controllate dal gruppo: per la Società Autostrada Tirrenica e Autostrade Meridionali non erano in programma incrementi tariffari e non ci saranno, come ha fatto sapere il gruppo al Corriere della Sera, anche se restano in vigore quelli previsti sulla tangenziale di Napoli (+1,82%, solo per i mezzi pesanti) e sul Raccordo autostradale Valle dAosta (+6,32%, fatta eccezione per residenti e pendolari). MILANO SERRAVALLE CONGELA PER UN MESE. La Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. ha fatto sapere, invece, che ladeguamento tariffario previsto per il 2019 sarà sospeso per lintero mese di gennaio. Al termine di questo periodo, essendo unazienda a prevalente partecipazione pubblica, sottoporrà la decisione al consiglio di amministrazione dopo un confronto con gli azionisti. "La decisione di sospendere ladeguamento tariffario riconosciuto in sede ministeriale - scrive la società - deriva anche dalla volontà della concessionaria di compensare, almeno in minima parte, i disagi arrecati allutenza dalla chiusura parziale della Tangenziale Ovest di Milano, disposta per effettuare interventi di manutenzione straordinaria al viadotto di Rho". STRADA DEI PARCHI FINO AL 28 FEBBRAIO. La Strada dei Parchi, società concessionaria delle autostrade A24 e A25, ha deciso di sospendere "fino al 28 febbraio 2019, gli aumenti delle tariffe di pedaggio approvati dal Ministero alla fine del 2017 e quelli maturati per lanno 2019 ai sensi della convenzione unica vigente". Tutto questo contro il parere dellAnas. Tra lEnte nazoae di gestione delle strade e il ministero dei Trasport, infatti, è in corso un duro confronto sugli aumenti autostradali. Nel comunicato emesso dalla Strada dei Parchi si legge che lAnas "per concedere il posticipo delle rate del corrispettivo dovute quale prezzo per gli anni 2017 e 2018 esige un tasso di interesse del 6% annuo al posto del tasso legale (del 2%, ndr) stabilito ope legis in un precedente caso analogo, e tanto nonostante gli inviti del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, suo controllante. La Società ritiene che sia necessario avviare già dal prossimo 7 gennaio un tavolo con ministero e Anas che consenta di risolvere il problema". A35 BREBEMI E A58 TEEM: CONFERMATO LO SCONTO DEL 20%. Niente congelamento dei rincari per lA35 Brebemi, che a compensazione conferma anche per il 2019 lo sconto del 20% per gli utenti (automobilisti, autotrasportatori e motociclisti) dotati di Telepass. Anche se rimane una delle tratte più care della nostra rete autostradale. La promozione, denominata Best Price, è valida sette giorni su sette, per tutti gli spostamenti effettuati e su qualsiasi tratta lungo la A35 Brebemi e la A58 Teem. Links: ------ [1] http://www.quattroruote.it/tags/pedaggi [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUTOSTRADE [3] http://www.quattroruote.it/tags/autostrade-per-l-italia [4] http://www.quattroruote.it/tags/ponte-morandi 2019-01-01 14:34:50 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/viabilita/2019/01/01/autostrade_aumenti_dei_pedaggi_sospesi_in_gran_parte_della_rete/gallery/casello autostrada-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23861 Autostrade - Aumenti dei pedaggi sospesi in gran parte della rete http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23861&tipo=fv Stop ai rincari dei PEDAGGI [1] nel 2019 in gran parte della RETE AUTOSTRADALE [2]. Almeno temporaneamente. Lannuncio era arrivato ieri su Facebook da parte del ministro ai Trasporti, Danilo Toninelli, che insieme agli auguri di fine anno aveva anticipato la sospensione dei "tradizionali" aumenti di inizio anno sul 90% della rete nazionale. Questoggi è arrivata conferma dai diretti interessati, il gruppo AUTOSTRADE PER LITALIA [3] in primis, che gestisce gran parte della rete viaria nazionale con oltre 3.000 km di tratte, seguita da altri concessionari. Il congelamento dei rincari va da 31 giorni (con possibilità di essere esteso) a sei mesi. AUTOSTRADE PER LITALIA: SEI MESI DI STOP. Il consiglio di amministrazione di Autostrade per lItalia ha reso noto di condividere liniziativa del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e ha deliberato "di mantenere sulla propria rete lattuale livello tariffario, senza quindi applicare allutenza lincremento sul pedaggio spettante alla concessionaria. Autostrade per lItalia - si legge nel comunicato - intende così supportare la crescita e la competitività del Paese mantenendo a proprio carico liniziativa per un periodo di sei mesi in un fattivo spirito di collaborazione con il Governo". In parole povere si tratta anche di una mano tesa alla politica, unapertura al dialogo dopo che il Governo ha ritenuto la società Autostrade per lItalia responsabile del disastroso crollo del PONTE MORANDI [4] a Genova e aveva addirittura minacciato di revocare la concessione. Il congelamento dei prezzi, comunque, riguarda solo la società Autostrade per lItalia, non le altre concessionarie controllate dal gruppo: per la Società Autostrada Tirrenica e Autostrade Meridionali non erano in programma incrementi tariffari e non ci saranno, come ha fatto sapere il gruppo al Corriere della Sera, anche se restano in vigore quelli previsti sulla tangenziale di Napoli (+1,82%, solo per i mezzi pesanti) e sul Raccordo autostradale Valle dAosta (+ 6,32%, fatta eccezione per residenti e pendolari). MILANO SERRAVALLE CONGELA PER UN MESE. La Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. comunica ha fatto sapere, invece, che laudeguamento tariffario previsto per il 2019 sarà sospeso per lintero mese di gennaio. Al termine di questo periodo, essendo unazienda a prevalente partecipazione pubblica, deciderà il consiglio di amministrazione dopo un confronto con gli azionisti pubblici. "La decisione di sospendere ladeguamento tariffario riconosciuto in sede ministeriale - scrive la società - deriva anche dalla volontà della concessionaria di compensare, almeno in minima parte, i disagi arrecati allutenza dalla chiusura parziale della Tangenziale Ovest di Milano, disposta per effettuare interventi di manutenzione straordinaria al viadotto di Rho". STRADA DEI PARCHI FINO AL 28 FEBBRAIO. La Strada dei Parchi, società concessionaria delle autostrade A24 e A25, ha deciso di sospendere "fino al 28 febbraio 2019, gli aumenti delle tariffe di pedaggio approvati dal Ministero alla fine del 2017 e quelli maturati per lanno 2019 ai sensi della convenzione unica vigente". Tutto questo contro il parere dellAnas, tra il quale e il ministero dei Trasporti è in corso un duro confronto sugli aumenti autostradali. Nel comunicato emesso dalla Strada dei Parchi si legge che lAnas "per concedere il posticipo delle rate del corrispettivo dovute quale prezzo per gli anni 2017 e 2018 esige un tasso di interesse del 6% annuo al posto del tasso legale (del 2% ndr) stabilito ope legis in un precedente caso analogo, e tanto nonostante gli inviti del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti suo controllante. La Società ritiene che sia necessario avviare già dal prossimo 7 gennaio un tavolo con ministero e Anas che consenta di risolvere il problema". Links: ------ [1] http://www.quattroruote.it/tags/pedaggi [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUTOSTRADE [3] http://www.quattroruote.it/tags/autostrade-per-l-italia [4] http://www.quattroruote.it/tags/ponte-morandi 2019-01-01 14:09:03 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/viabilita/2019/01/01/autostrade_aumenti_dei_pedaggi_sospesi_in_gran_parte_della_rete/gallery/casello autostrada-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23860 Pedaggi autostradali - Aumenti sospesi in gran parte della rete http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23860&tipo=fv Stop ai rincari dei PEDAGGI [1] nel 2019 in gran parte della RETE AUTOSTRADALE [2]. Almeno temporaneamente. Lannuncio era arrivato ieri su Facebook da parte del ministro ai Trasporti, Danilo Toninelli, che insieme agli auguri di fine anno aveva anticipato la sospensione dei "tradizionali" aumenti di inizio anno sul 90% della rete nazionale. Questoggi è arrivata conferma dai diretti interessati, AUTOSTRADE PER LITALIA [3] in primis, seguita dalla maggior parte degli altri concessionari. Il congelamento dei rincari va da 30 giorni (con possibilità di essere esteso) a sei mesi. AUTOSTRADE PER LITALIA: SEI MESI DI STOP. Il consiglio di amministrazione di Autostrade per lItalia ha reso noto di condividere liniziativa del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e ha deliberato "di mantenere sulla propria rete lattuale livello tariffario, senza quindi applicare allutenza lincremento sul pedaggio spettante alla concessionaria. Autostrade per lItalia - si legge nel comunicato - intende così supportare la crescita e la competitività del Paese mantenendo a proprio carico liniziativa per un periodo di sei mesi in un fattivo spirito di collaborazione con il Governo". In parole povere si tratta anche di una mano tesa alla politica, unapertura al dialogo dopo che il Governo ha ritenuto la società Autostrade per lItalia responsabile del disastroso crollo del PONTE MORANDI [4] a Genova e aveva addirittura minacciato di revocarle la concessione. MILANO SERRAVALLE CONGELA PER UN MESE. La Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. comunica ha fatto sapere, invece, che laudeguamento tariffario previsto per il 2019 sarà sospeso per lintero mese di gennaio. Al termine di questo periodo, essendo unazienda a prevalente partecipazione pubblica, deciderà il consiglio di amministrazione dopo un confronto con gli azionisti pubblici. "La decisione di sospendere ladeguamento tariffario riconosciuto in sede ministeriale - scrive la società - deriva anche dalla volontà della concessionaria di compensare, almeno in minima parte, i disagi arrecati allutenza dalla chiusura parziale della Tangenziale Ovest di Milano, disposta per effettuare interventi di manutenzione straordinaria al viadotto di Rho". STRADA DEI PARCHI FINO AL 28 FEBBRAIO. La Strada dei Parchi, società concessionaria delle autostrade A24 e A25, ha deciso di sospendere "fino al 28 febbraio 2019, gli aumenti delle tariffe di pedaggio approvati dal Ministero alla fine del 2017 e quelli maturati per lanno 2019 ai sensi della convenzione unica vigente". Tutto questo contro il parere dellAnas, tra il quale e il ministero dei Trasporti è in corso un duro confronto sugli aumenti autostradali. Nel comunicato emesso dalla Strada dei Parchi si legge che lAnas "per concedere il posticipo delle rate del corrispettivo dovute quale prezzo per gli anni 2017 e 2018 esige un tasso di interesse del 6% annuo al posto del tasso legale (del 2% ndr) stabilito ope legis in un precedente caso analogo, e tanto nonostante gli inviti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti suo controllante. La Società ritiene che sia necessario avviare già dal prossimo 7 gennaio un tavolo con il Ministero e Anas che consenta di risolvere il problema in termini ragionevoli". Links: ------ [1] http://www.quattroruote.it/tags/pedaggi [2] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUTOSTRADE [3] http://www.quattroruote.it/tags/autostrade-per-l-italia [4] http://www.quattroruote.it/tags/ponte-morandi 2019-01-01 13:40:21 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2018/12/28/suzuki_sierra_la_versione_pick_up_della_jimny/gallery/1jimnysierrapickup1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23856 Suzuki - Sierra, la versione pick-up della Jimny http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23856&tipo=fv Dalla piccola fuoristrada JIMNY, potrebbe presto arrivare una versione pick-up. La SUZUKI [1] presenterà infatti una particolare concept denominata Jimny Sierra Pick-up Style al prossimo Salone dellauto di Tokyo (11-13 gennaio). Oltre al cassone posteriore, la Pick-up Style presenta diverse modifiche al design, tra cui la calandra in stile rétro, che ricorda le precedenti generazioni della piccola 4x4 giapponese, e personalizzazioni come leffetto legno sui fianchi della carrozzeria. Oltre a questa versione, la Jimny farà da base per unaltra showcar battezzata "Survive", nome che lascia intendere come punti allavventura estrema. Oltre a una maggiore altezza da terra, appunto per il fuoristrada duro, presenta piastre di protezione di acciaio davanti e dietro, griglie per i fari e barre di rinforzo per labitacolo. Al momento, la Suzuki non ha comunicato leventuale intenzione di portare Jimny Sierra Pick-up Style e Survive in produzione. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/SUZUKI.HTML 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2018/12/28/gruppo_renault_una_joint_venture_per_produrre_elettriche_in_cina/gallery/2017-Renault-ok-2.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23857 Gruppo Renault - Una joint venture per produrre elettriche in Cina http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23857&tipo=fv Il gruppo RENAULT [1] avrebbe siglato un accordo con la cinese JMCG per produrre insieme veicoli elettrici per il gigantesco mercato del Paese del dragone. In una nota diffusa dai due costruttori coinvolti e ripresa dallAnsa, si spiega che il gruppo Renault acquisirà "una partecipazione significativa" nel capitale di Jmev, filiale della Jmcg e attiva appunto nel settore dei veicoli elettrici. Il primo passo sarà però quello di ottenere lapprovazione e il via libera da parte delle delle autorità di Pechino, nei primi mesi del 2019, per arrivare a concludere la transazione nel corso dellanno. GIGANTE ELETTRICO. Il mercato cinese "rappresenta oggi il 50% del mercato mondiale dei veicoli elettrici" e continua la sua forte crescita, sottolinea la nota diffusa. La Jmcg ha dato vita alla Jmev nel 2015 nella provincia di Jiangxi, producendo 38.000 veicoli elettrici nel 2017 e con una previsione di chiudere il 2018 a quota 50.000. "Questa joint venture si integra perfettamente nella strategia del gruppo Renault, che punta a posizionarsi solidamente nel mercato delle elettriche in Cina, in crescita e con un forte potenziale, ha dichiarato Franois Provost, direttore delle operazioni della regione Asia-Pacifico e delle operazioni Cina del gruppo Renault. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/RENAULT.HTML 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2018/12/27/hyundai_per_aprire_e_avviare_l_auto_bastera_l_impronta_digitale/gallery/2018-Hyundai-impronte-digitali-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23858 Hyundai - Lauto si aprirà con limpronta digitale http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23858&tipo=fv La HYUNDAI [1] ha annunciato di aver sviluppato una tecnologia che consente di aprire lauto, ma anche di avviare il motore utilizzando unicamente le impronte digitali, prendendo spunto parzialmente da una funzionalità già adottata da molti tipi di smartphone e tablet. La Casa coreana prevede di equipaggiare con questo sistema inizialmente la SANTA FE [2], già nel primo trimestre del 2019 (in alcuni mercati selezionati), per poi dotarne gradualmente il resto della gamma. COME FUNZIONA. Per sbloccare il veicolo, il conducente deve posizionare un dito sul sensore situato sulla maniglia della portiera. Le impronte digitali crittografate verranno identificate e inviate al controller posizionato allinterno del veicolo. Il conducente potrà anche avviare il veicolo toccando il pulsante dellaccensione dotato anchesso di un sensore con scansione dimpronte digitali. Il dispositivo sarà anche in grado di realizzare un ambiente personalizzato: per ciascun conducente verranno memorizzate, accanto alle impronte digitali anche le impostazioni di guida; in questo modo allapertura dallauto verranno regolati automaticamente le sedute e gli specchietti laterali. ULTERIORI SVILUPPI. "In futuro, la Hyundai prevede di espandere ulteriormente lapplicazione della tecnologia per consentire la regolazione della temperatura, la posizione del volante e di molte altre impostazioni che saranno adattate alle preferenze del guidatore", ha dichiarato Albert Biermann, responsabile della divisione Ricerca e sviluppo della Casa. "Questo alla fine offrirà unesperienza di guida di qualità a tutti i clienti" UNA POSSIBILITà DI ERRORE SU 50.000. Uno dei grandi temi del futuro dellauto è la sicurezza, che si parli di guida autonoma, di auto connesse o, in generale, di nuove tecnologie volte a migliorare lesperienza di guida. In questo ambito, la Hyundai sostiene che la tecnologia di scansione delle impronte digitali, grazie al riconoscimento capacitivo, che rileva le variazioni di energia elettrica nelle varie parti del polpastrello, prevede una possibilità di errore su 50.000, il che la rende cinque volte più efficace delle chiavi convenzionali, comprese le smart key. Inoltre, grazie al sistema di "aggiornamento dinamico", il sistema è in grado di migliorare costantemente le sue performance e diventare sempre più sicuro. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/HYUNDAI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/HYUNDAI-SANTA-FE 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/ecologia/2018/12/27/volkswagen_nel_2019_le_prime_colonnine_mobili_di_ricarica_rapida/gallery/VW-ricarica-mobile.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23859 Volkswagen - Nel 2019 le prime colonnine mobili di ricarica rapida http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23859&tipo=fv Le auto e tutto ciò che è strettamente correlato a esse sempre più sembrano ispirarsi agli smartphone. Se la HYUNDAI [1], da un lato, ha sviluppato una tecnologia che consente di utilizzare le IMPRONTE DIGITALI PER APRIRE E AVVIARE LE PROPRIE VETTURE [2], la VOLKSWAGEN [3] dallaltro ha pensato invece alle comuni power bank per realizzare le prime colonnine mobili di ricarica rapida per vetture elettriche. A WOLFSBURG 12 COLONNINE. Già entro giugno del 2019, mezza dozzina di queste colonnine sarà fornita in dotazione a Wolfsburg, la città che ospita il quartier generale della Volkswagen, nellambito di un progetto pilota che prevede un investimento di 10 milioni di euro. A partire dal 2020, poi, le stazioni di ricarica mobile equipaggeranno gradualmente anche altre città con lobiettivo di distribuirle in tutta Europa e anche Oltreoceano. MODULI INTERCAMBIABILI E "PORTATILI". I nuovi moduli di ricarica rapida potranno essere configurati in modo flessibile grazie a elementi intercambiabili e potranno essere installati in diversi punti a seconda delle esigenze (parcheggi pubblici, centri commerciali, stazioni, uffici o in luoghi differenti in occasione di eventi particolari), indipendentemente dalla presenza o meno di una rete elettrica. Secondo la Casa tedesca le colonnine "portatili" avranno una capacità di 360 kWh che consentirà di ricaricare fino a quattro auto (ma anche bici) EV contemporaneamente, due attraverso un connettore rapido di tipo DC (con potenza fino a 100 kW) e due tramite prese AC (corrente alternata). IL "PIENO" DI ENERGIA IN 17 MINUTI. Il tempo medio di un "pieno" di energia è di circa 17 minuti e ciascun modulo è in grado di alimentare, a piena carica, complessivamente fino a 15 vetture. Se il livello di energia della stazione scende sotto il 20%, il pacco batterie integrato può essere rapidamente sostituito con uno completamente carico. Operazione non necessaria se la stazione viene collegata in maniera permanente allalimentazione elettrica, alla potenza massima di 30 kW: in questo caso si ricarica continuamente, 24 ore su 24. PUNTI DI RICARICA OVUNQUE SENZA MODIFICHE STRUTTURALI. Le caratteristiche e la modularità di queste stazioni consentono quindi, secondo la VW, di realizzare punti di ricarica per veicoli a emissioni zero, in modo rapido e semplice, senza la necessità di modifiche strutturali o ingenti esborsi finanziari. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/auto/hyundai.html [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/TECNOLOGIA/2018/12/27/HYUNDAI_PER_APRIRE_E_AVVIARE_L_AUTO_BASTERA_L_IMPRONTA_DIGITALE.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/VOLKSWAGEN.HTML 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/ecologia/2018/12/28/tesla_nel_2019_supercharger_in_tutta_europa/gallery/2018-Tesla-supercharger-12.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23855 Tesla - Nel 2019 la rete di Supercharger coprirà tutta lEuropa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23855&tipo=fv Entro il 2019 tutta lEuropa sarà servita dalla rete di colonnine di ricarica rapida della TESLA [1], i cosiddetti SUPERCHARGER [2]. Lannuncio arriva, come sempre più spesso avviene ultimamente, via Twitter dallo stesso ELON MUSK [3], in risposta a un cliente che lamentava la presenza nellarea di Dublino e dintorni. "Il prossimo anno la copertura dei Supercharger sarà estesa al 100% dellEuropa", ha scritto il numero uno della Casa californiana, "dallIrlanda a Kiev, dalla Norvegia alla Turchia". Oltre ad annunciare i piani per il Vecchio Continente, rispondendo a un altro utente il ceo ha rivelato anche che nel 2020 la rete sarà implementata anche in Africa. IN LINEA CON LE DICHIARAZIONI PRECEDENTI. La promessa è in linea con le precedenti affermazioni di Musk, il quale in un altro tweet aveva affermato che entro il prossimo anno il numero delle colonnine rapide sarebbe più che raddoppiato e in grado di raggiungere il 95-100% della popolazione di tutti i mercati attivi. I Supercharger sono in grado di ricaricare circa l80% della batteria di un modello Tesla in soli 40 minuti, mentre il software presente sulle vetture può calcolare automaticamente le soste necessarie lungo un percorso prestabilito. AUTOPILOT HARDWARE 3. Nel frattempo, la Tesla sta lavorando alacremente per introdurre sul mercato il nuovo AUTOPILOT [4] Hardware 3. Con larrivo della MODEL 3 [5], infatti, la Casa di Palo Alto ha infatti aggiornato il sistema, passando dal precedente HARDWARE TWO [6] (HW 2) al nuovo HW 2.5. Ma da allora non sono state rilasciate nuove release. Lazienda californiana sta ora sperimentando il nuovo hardware sulle auto dei dipendenti, ma servono ulteriori dati per portare a termine la sperimentazione. Il nuovo sistema, basato su unarchitettura sviluppata direttamente dalla Tesla, si è rivelato essere molto più complesso del previsto. Ciò avrebbe rallentato lo sviluppo degli aggiornamenti software che, pur essendo pronti per il debutto, avranno bisogno di altro tempo per essere colludati a dovere. MAIL AI DIPENDENTI. Non a caso Musk nei giorni scorsi ha inviato una mail a tutti i propri addetti. "La Tesla ha bisogno di alcune centinaia di partecipanti interni al programma di test di guida autonoma, che sta per accelerare in modo significativo con lintroduzione del computer di rete neurale (noto internamente come Hardware 3). Questo ha oltre il 1000% in più di capacità rispetto a HW2". Ai volontari sarà offerto gratuitamente il pacchetto Full Self-Driving Capability del valore di 8.000 dollari (circa 7.000 euro). Lobiettivo è rilasciare laggiornamento entro la prima metà del 2019. Musk ha comunque ribadito che chiunque abbia acquistato il pacchetto di guida assistita Full Self-Driving Capability avrà diritto allaggiornamento gratuito con il nuovo Autopilot HW3. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/auto/tesla.html [2] https://www.quattroruote.it/tags/tesla-supercharger [3] https://www.quattroruote.it/tags/elon-musk [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUTOPILOT [5] http://www.quattroruote.it/news/novita/2017/07/29/tesla_model_3_svelate_le_versioni_con_un_motore_autonomia_fino_a_500_km.html [6] http://www.quattroruote.it/news/nuove_tecnologie/2017/01/23/tesla_hardware_two_il_sistema_autonomo_debutta_su_tutta_la_flotta.html 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2018/12/28/land_rover_defender_le_prime_immagini_ufficiali/gallery/2018-Land-Rover-Defender-NA-4.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23854 Land Rover Defender - Le prime immagini ufficiali http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23854&tipo=fv Dopo una serie di FOTO SPIA [1] seguite da un TEASER [2] diffuso dalla Casa pochi giorni fa, la LAND ROVER [3] ha rilasciato le prime immagini ufficiali della DEFENDER [4], uno dei modelli più attesi dagli amanti delloff-road. La nuova generazione, di fatto la seconda, sostituisce lULTIMA VERSIONE [5] delliconica fuoristrada inglese, prodotta fino al 2016, e si appresta a mostrare quindi il nuovo corso di una storia lunga 70 anni, nata nel 1948. Il modello, che viene svelato ancora camuffato, seppur ormai nella sua veste definitiva sta ultimando le fasi di sviluppo e debutterà in società nel 2019, con linizio delle vendite negli Stati Uniti e in Canada nel 2020. NOMI EVOCATIVI. Le immagini ritraggono un esemplare ancora ricoperto da pellicole con sulla fiancata ben evidente lhashtag #Defender2020 e la scritta Coming to America, a sottolineare il ritorno Oltreoceano, accanto ad altre più piccole quali Death Valley, The Rockies e Moab, che evocano luoghi affascinanti e impervi, regno delloff-road più estremo. Pane per i suoi denti, quindi, e di chi non vede lora di metterla alla prova. Le linee del prototipo evidenziano la volontà di innovare senza rompere con il passato: spiccano, infatti, le caratteristiche forme squadrate, levidente altezza da terra e gli sbalzi pronunciati, tipici del modello originale. Nel frontale si notano la dimensione ridotta dei gruppi ottici e la presenza di prese daria inferiori, oltre alla tradizionale mascherina orizzontale. Stando ad alcune indiscrezioni, sembra probabile ladozione di una piattaforma di alluminio evoluta, abbinata a powertrain di ultima generazione, tra i quali potrebbe comparire anche una versione elettrificata. TEST ESTREMI. Ancora non sono stati diffusi dati tecnici sulla vettura, per quelli bisognerà attendere il debutto ufficiale che è stato fissato genericamente nel corso del 2019. La Land Rover, intanto, fa sapere che i tecnici e gli ingegneri stanno "stressando" il modello in ogni condizione, sottoponendolo anche a test estremi per assicurarsi che sia in grado di affrontare i percorsi fuoristrada più impegnativi e di sopportare temperature che vanno da 40 gradi sotto lo zero a 50 C e altitudini superiori a 4.000 metri. Per saperne di più su ciò che si nasconde sotto la sua carrozzeria e su quanto sarà capace di fare su strada e fuori, quindi, lappuntamento è con il nuovo anno. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2018/12/06/LAND_ROVER_DEFENDER_PROSEGUONO_I_TEST_DELLA_NUOVA_OFFROAD.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/12/19/LAND_ROVER_NUOVO_TEASER_DELLA_DEFENDER.HTML [3] https://www.quattroruote.it/auto/land-rover.html [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/LAND-ROVER-DEFENDER [5] https://www.quattroruote.it/news/eventi/2016/01/29/land_rover_defender_a_solihull_prodotto_l_ultimo_esemplare.html 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2018/12/28/tesla_il_patron_di_oracle_entra_nel_consiglio_di_amministrazione/gallery/tesla-marchio.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23853 Tesla - Il patron di Oracle entra nel consiglio di amministrazione http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23853&tipo=fv La TESLA [1] ha ampliato il suo consiglio di amministrazione con la nomina di due nuovi membri indipendenti. Si tratta di Kathleen Wilson-Thompson, responsabile risorse umane della WALGREENS BOOTS ALLIANCE (multinazionale della distribuzione farmaceutica guidata dallitaliano Stefano Pessina) e di Larry Ellison, fondatore del colosso dei software ORACLE e quinto uomo più ricco al mondo. I CONSIGLIERI SALGONO A 11. Le nomine portano a undici il numero dei consiglieri della Tesla e consentono alla Casa californiana di soddisfare uno degli OBBLIGHI IMPOSTI DALLA SEC [2] lo scorso settembre nel quadro dellaccordo raggiunto con il co-fondatore Elon Musk per chiudere le indagini sui famosi TWEET [3] sulla privatizzazione dellazienda. Lintesa ha imposto alcune modifiche alla governance della Tesla, tra cui la nomina di un nuovo presidente e appunto lampliamento del consiglio di amministrazione con nuovi membri indipendenti. La presidenza è stata affidata agli inizi di novembre a ROBYN DENHOLM [4], dirigente australiana prossima a lasciare lincarico di direttore finanziario della società di telefonia Telstra. ELLISON è ANCHE AZIONISTA. Ora sono arrivate le ultime nomine richieste dalla Sec, ma è lingresso di Ellison a fare più scalpore visto che lautorità di vigilanza americana ha imposto dei limiti alle disinvolta gestione della comunicazione da parte dellazienda e del suo numero uno. Come Musk anche il fondatore della Oracle è stato spesso oggetto di critiche per le sue "intemperanze" comunicative: negli Stati Uniti è famoso per aver insultato o comunque denigrato pubblicamente i suoi concorrenti. Non è solo questo a legare i due imprenditori. Ellison ha svelato a ottobre di aver investito personalmente nella Tesla e ha difeso Musk dalle critiche per il suo stile manageriale. "Sono molto amico di Elon Musk e sono un grande investitore in Tesla", ha affermato il miliardario. Oggi la Tesla ha rivelato che Ellison ha acquistato 3 milioni di azioni allinizio dellanno. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TESLA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/09/30/TESLA_ELON_MUSK_LASCIA_LA_PRESIDENZA_MA_RESTA_AD.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/09/28/TESLA_LA_SEC_CHIEDE_LA_TESTA_DI_MUSK.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/11/08/TESLA_UNA_PRESIDENZA_AL_FEMMINILE_ROBYN_DENHOLM_SOSTITUISCE_ELON_MUSK.HTML 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2018/12/21/saloni_dell_auto_da_las_vegas_a_los_angeles_tutti_gli_appuntamenti_del_2019/gallery/2018-Saloni-auto-2019-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23849 Saloni dellauto - Da Las Vegas a Los Angeles, tutti gli appuntamenti del 2019 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23849&tipo=fv Non è un vero salone dellauto, ma è sempre più una vetrina di novità a quattro ruote. Parliamo del CES [1] di Las Vegas, lInternational Consumer Electronics Show che aprirà i battenti l8 gennaio e di cui vi sveleremo tutte le anteprime. Di fatto, quello californiano è il primo di una serie di grandi appuntamenti del 2019 nel quale è possibile vedere e toccare le grandi novità dellindustria automobilistica. Dalla kermesse della tecnologia al Salone di Los Angeles, passando per il Salone di Ginevra, QUELLO DEL PARCO VALENTINO A TORINO [2] e altri eventi, troverete nella nostra galleria dimmagini il calendario delle più importanti rassegne di auto dei prossimi dodici mesi. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/tags/ces [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2018/10/04/PARCO_VALENTINO_PRESENTATA_A_MILANO_LA_QUINTA_EDIZIONE.HTML 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2018/12/21/car_naming_20_auto_dai_nomi_bizzari_foto_gallery/gallery/1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23850 Car naming - 20 auto dai nomi bizzarri FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23850&tipo=fv Scegliere il nome di unautomobile non è mai semplice e, talvolta, i risultati possono risultare bizzarri. Capita soprattutto ai costruttori giapponesi le cui auto, in genere quelle destinate al mercato interno, hanno DENOMINAZIONI DAL SIGNIFICATO CURIOSO [1]. Ma dal fenomeno non sono immuni anche le Case di altri Paesi, come vi dimostriamo nella nostra galleria di immagini: qui troverete alcune automobili dai nomi insoliti, poco riusciti o dal significato bizzarro, ma anche oggetto di doppi sensi o di imbarazzanti traduzioni. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CURIOSITA/2017/01/14/NAMING_I_DIECI_NOMI_DI_AUTO_PIU_CURIOSI.HTML 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2018/12/28/toyota_rav4_hybrid_si_aprono_agli_ordini_con_prezzi_di_listino_da_34_550_euro/gallery/2018-Toyota-Rav4.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23851 Toyota RAV4 - Si aprono gli ordini, prezzi da 34.550 euro http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23851&tipo=fv La TOYOTA [1] ha aperto gli ordini per la quinta serie della RAV4 [2], la Suv giapponese che ha debuttato al SALONE DI NEW YORK [3] con un design completamente nuovo, una corposa dotazione di novità tecniche e di dispositivi tecnologici di ultima generazione. Tre gli allestimenti disponibili: lentry level active accanto alle versioni Style e Lounge. I prezzi di listino partono da 34.550 euro. NUOVA PIATTAFORMA TNGA. La Rav4 è stata sviluppata base della nuova piattaforma modulare Tnga (Toyota new global architecture) che consente di ottenere una scocca più rigida e una migliore distribuzione delle masse a tutto vantaggio, secondo la Casa, della maneggevolezza e del confort di marcia. Lunga 4,59 metri, larga 1,85 e con un passo di 2,69 metri propone un abitacolo molto spazioso e un bagagliaio da 580 litri. POWERTRAIN IBRIDO. La Suv è proposta, al momento, con un unico powertrain ibrido che abbina ununità a benzina di 2.5 litri a un motore elettrico da 88 kW per un totale di 222 CV (218 nella variante a due ruote motrici), coniugati con una trasmissione automatica Cvt. Con queste credenziali è accreditato di consumi ed emissioni rispettivamente pari a 4,4 l/100 km e 100 g/km nel ciclo Nedc per la versione a trazione integrale AWD-i (dati in attesa di omologazione). Di serie, infine, su tutti gli allestimenti il pacchetto Safety Sense 2.0, con i sistemi di assistenza alla guida e sicurezza attiva di ultima generazione. Listino prezzi Toyota Rav4 2.5 Hybrid 2WD Active, 34.550 euro Toyota Rav4 2.5 Hybrid 2WD Style, 38.450 euro Toyota Rav4 2.5 Hybrid 2WD Lounge, 40.950 euro Toyota Rav4 2.5 Hybrid AWD-i Active, 37.050 euro Toyota Rav4 2.5 Hybrid AWD-i Style, 40.950 euro Toyota Rav4 2.5 Hybrid AWD-i Lounge, 43.450 euro Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TOYOTA.HTML [2] https://www.quattroruote.it/tags/toyota-rav4 [3] https://www.quattroruote.it/tags/Salone-di-New-York 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2018/12/28/mclaren_speedtail_tre_personalizzazioni_per_la_hypercar_ibrida/gallery/2018-McLaren-Speedtail-personalizzazioni-6.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23852 McLaren Speedtail - Tre linee di personalizzazione per la hypercar ibrida http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23852&tipo=fv I clienti che hanno prenotato, tramite un cospicuo deposito cauzionale, uno dei 106 esemplari della MCLAREN SPEEDTAIL [1], la hypercar più esclusiva della Casa di Woking (innanzitutto per il prezzo: quasi due milioni di euro, tasse e optional esclusi), hanno ricevuto in questi giorni il "Colours le prime consegne sono previste per linizio del 2020. LA PIù VELOCE DI SEMPRE. I suoi numeri sono impressionanti ed esaltanti al tempo stesso: con 403 km/h di velocità massima, raggiungibili grazie a un powetrain ibrido da 1.050 CV, la Speedtail è la McLaren stradale più veloce e potente della storia del marchio inglese. Supera ampiamente, infatti, i 391 km/h della capostipite F1. LOOK SOFISTICATO. Tra le tre collezioni offerte dalla Casa di Woking, la URBANE è caratterizzata da temi che conferiscono alla Speedtail un look sofisticato grazie a colori tenui per la carrozzeria e tinte equilibrate per gli interni. Uno di questi, denominato Stratosphere, include finiture lucide di fibra di carbonio per la carrozzeria, il contour pack, che esalta gli aspetti aerodinamici, accanto a elementi di alluminio anodizzato Light Blue studiati per sottolineare la sinuosità delle curve. Tra gli altri dettagli esclusivi compaiono i badge di platino con inserti di carbonio. Labitacolo viene proposto invece con il sedile del guidatore nella tinta Metallic light blue, mentre quelli dei passeggeri sono grigio chiaro (Light grey), tutti a contrasto con il blu scuro (Navi) dei bordi e delle cuciture abbinati a elementi di alluminio spazzolato sempre nella colorazione Light blue. VERSIONE MARINARA. La variante Visionary include il tema Astral, che si ispira al mondo marinaresco, con interni che fanno largo uso della tonalità blu marino, sedili del passeggero di pelle Nubuck navy e quella del driver di pelle Aniline navy oltre a finiture Nebular quilt Il tutto abbinato a un colore della carrozzeria (Organe) arancione vivace con limmancabile badge di oro bianco 18 carati e fibra di carbonio. LA PIù SPORTIVA. La terza collezione, chiamata Dynamic si contraddistingue per limpronta sportiva e futuristica. Viene esaltata dal tema Bloodline, con una carrozzeria in tinta ossa, cerchi neri lucidi con finitura diamantata (dal profilo colore Champagne e pinze freno grigie. Negli interni, il sedile del guidatore è di pelle rossa (Aniline red), così come il profilo del quadro strumenti e contrastano con le sedute dei passeggeri di pelle bianca. Grande varietà di scelta, quindi, per i fortunati clienti della hypercar. Anche se va sottolineato che queste collezioni rappresentano solo una piccolissima parte delle infinite possibilità di personalizzazione dellesclusiva super GT britannica. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/tags/mclaren-speedtail 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2018/12/31/volkswagen_le_prime_immagini_della_jetta_gli/gallery/jetta-2018.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23847 Volkswagen - Le prime immagini della Jetta GLi http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23847&tipo=fv Siamo in Germania, ma il prototipo delle immagini è un frutto proibito per i clienti europei: parliamo della VOLKSWAGEN [1] JETTA e più precisamente della VERSIONE SPORTIVA GLI, che potrebbe debuttare già nei prossimi mesi negli Stati Uniti. LA JETTA GLI PER I CLIENTI SPORTIVI. Sulle strade intorno al Nuerburgring è stato sorpreso un muletto della vettura, con protezioni applicate al frontale e alla coda per celare i nuovi paraurti e le modifiche pensate per riportare nei listini lallestimento GLi, da tempo sinonimo di sportività per la berlina tre volumi tanto quanto la sigla GTI delle hatchback tedesche. La Volkswagen ha anticipato alcuni dei contenuti della vettura presentando prima la JETTA BONNEVILLE [2] e poi i PROTOTIPI DEDICATI AL SEMA [3]. OLTRE 200 CV. La Golf GTI servirà probabilmente da ispirazione per la Jetta GLi: assetto e impianto frenante, con tanto di pinze freni rosse, dovrebbero essere specifici, mentre il propulsore dovrebbe essere il noto 2.0 TSI con cambio manuale o automatico da 220 CV, che offrirebbe prestazioni ben più dinamiche rispetto al 1.4 TSI da 150 CV del modello standard. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/VOLKSWAGEN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/06/25/VOLKSWAGEN_JETTA_VERSIONE_SPECIALE_BONNEVILLE.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CONCEPT/2018/10/30/VOLKSWAGEN_AL_SEMA_2018_CON_TRE_SHOWCAR_SU_BASE_JETTA.HTML 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/burocrazia/2018/12/28/manovra_2019_l_ecotassa_e_l_ecobonus_sono_legge/gallery/2018-Camera-Deputati-1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23848 Manovra 2019 - Lecotassa e lecobonus sono legge http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23848&tipo=fv Dopo il voto di fiducia di ieri, oggi 30 dicembre - ultimo giorno utile - la Camera dei deputati ha approvato definitivamente il DISEGNO DI LEGGE BILANCIO per lanno 2019 con 313 voti favorevoli e 70 voti contrari (i deputati del Pd e di Liberi e Uguali non hanno partecipato al voto in segno di protesta). La legge, che sarà pubblicata domani sulla Gazzetta Ufficiale ed entrerà in vigore l1 gennaio 2019, contiene lECOTASSA [1] sulle auto con EMISSIONI DI ANIDRIDE CARBONICA SUPERIORI A 160 G/KM [2] e lecobonus per quelle fino a 70 g/km nella forma APPROVATA IL 23 DICEMBRE AL SENATO [3]. ENTRO FEBBRAIO IL DECRETO ATTUATIVO. Come noto, ecotassa ed ecobonus saranno operativi per tutti gli acquisti effettuati a partire dall1 marzo 2019. Nel frattempo dovrà essere emanato un decreto interministeriale (del ministro per lo Sviluppo economico, di concerto con il ministero delle Infrastrutture e trasporti e con il ministero dellEconomia e finanze) per la disciplina applicativa dellincentivo e della detrazione fiscale per linstallazione di colonnine private per la ricarica delle auto elettriche. Il provvedimento dovrà essere emanato entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge, cioè entro il 2 marzo 2019. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ECOTASSA [2] https://www.quattroruote.it/news/burocrazia/2018/12/18/ecotassa_esentate_le_auto_fino_a_160_g_km.html [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/BUROCRAZIA/2018/12/22/ECOTASSA_IL_SENATO_APPROVA_LA_SOGLIA_DI_160_G_KM.HTML 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2018/12/11/renault_espace_primo_avvistamento_del_restyling/gallery/2018-Renault-Espace-01.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23843 Renault Espace - Primo avvistamento del restyling http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23843&tipo=fv La RENAULT ESPACE [1] si prepara al restyling di metà carriera, il cui lancio commerciale potrebbe essere previsto per il 2020. La multispazio francese, che con la generazione lanciata nel 2015 ha cambiato totalmente direzione rispetto al passato, è stata avvistata in Scandinavia e il prototipo mostra segni evidenti di aggiornamenti in corso di validazione. EVOLUZIONE NEL FRONTALE. Lassenza della losanga al centro della mascherina non è un problema: le forme della Espace sono inconfondibili. La griglia frontale appare molto simile allattuale come forma e dimensioni, mentre le prese daria inferiori sembrano essere state modificate nelle dimensioni. I gruppi ottici mantengono gli stessi ingombri, ma appaiono totalmente diversi negli elementi interni Led, incluse le luci diurne: potrebbe trattarsi di un trend che ritroveremo anche negli altri modelli attesi entro breve sul mercato, prima fra tutte la QUINTA SERIE DELLA CLIO [2]. La zona posteriore del muletto di questa Espace offre meno indizi: i gruppi ottici e il paraurti sembrano identici agli attuali, ma la bombatura del portellone potrebbe essere stata modificata. GAMMA MOTORI APPENA AGGIORNATA. La Renault ha recentemente introdotto sulla Espace il NUOVO MOTORE DIESEL BLUE DCI [3] due litri nelle versioni da 160 e 200 CV, che affianca il 1.8 TCe benzina 225 CV e garantisce il rispetto delle più recenti normative Euro 6d-Temp. Per il momento non è certo se la gamma rimarrà questa o se verranno proposte ulteriori novità, mentre è probabile che anche linfotainment e le finiture siano aggiornate per loccasione. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/DIARIO_DI_BORDO/2017/11/27/RENAULT_ESPACE_UNA_SETTIMANA_CON_LA_1_8_TCE_INITIALE_PARIS.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/RENAULT-CLIO [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/PRIMO_CONTATTO/2018/11/14/RENAULT_ESPACE_AL_VOLANTE_DELLA_NUOVA_INITIALE_PARIS_BLUE_DCI_200_CV.HTML 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/concept/2018/12/31/nissan_juke_al_salone_di_tokyo_la_nismo_rsnow_e_altre_showcar/gallery/nissan-2019-tokyo1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23844 Nissan Juke - Al Salone di Tokyo, la Nismo RSnow e altre showcar http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23844&tipo=fv Al Salone di Tokyo (11-13 gennaio), la NISSAN [1] mostrerà alcune concept decisamente sopra le righe, a partire dalla cingolata JUKE NISMO RSNOW, una versione muscolosa e appunto, dotata di cingoli al posto delle ruote, come un gatto delle nevi. Non è una novità in assoluto per la Nissan, questa, visto che negli ultimi anni ha presentato altre versioni per loff-road estremo, come la ROGUE TRAIL WARRIOR [2], esposta al Salone di New York. Sullo stand a Tokyo si vedranno anche la concept Naomi Osaka basata sulla X-Trail, la Leaf Nismo RC e la monoposto di Formula E. Inoltre, la Nissan mostrerà altri veicoli come lElgrand Sports Premium, la Leaf Autech, la GT-R Special Edition e modelli più "normali" come X-Trail, Serena e Note, oltre alle versioni Nismo di Leaf, Note e-Power e Serena. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/NISSAN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NOVITA/2017/04/10/NISSAN_ROGUE_TRAIL_WARRIOR_PROJECT.HTML 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/multe/2018/12/18/multe_1_gennaio_2019_scatta_l_aumento/gallery/2019-multe.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23845 Sanzioni - L1 gennaio scatta laumento http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23845&tipo=fv L1 gennaio le MULTE [1] aumenteranno. Nelle scorse settimane lIstat ha comunicato che nellultimo biennio lindice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, lo stesso che viene utilizzato per lincremento automatico degli affitti di immobili, è salito del 2,2%. E su questa base, che in pratica misura linflazione, i ministeri dellEconomia e delle finanze e delle Infrastrutture e dei trasporti, come prevede larticolo 195 del Codice della strada, emaneranno, nei prossimi giorni, il decreto con cui disporranno il ritocco allinsù delle sanzioni amministrative previste dal Codice. IMPATTO MINIMO. Limpatto sulle violazioni più frequenti sarà minimo. Per esempio, il normale divieto di sosta aumenterà da 41 a 42 euro, il superamento del limite di velocità di oltre 10 ma non oltre 40 km/h passerà da 169 a 173 euro, lomesso utilizzo delle cinture di sicurezza da 81 a 83 euro. Nella tabella qui sopra limpatto della novità sulle violazioni più frequenti e su alcune di quelle più alte. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MULTE 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2018/12/31/renault_nissan_mitsubishi_ghosn_detenzione_prorogata_fino_all_11_gennaio_/gallery/2018-ghosn-7.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23846 Renault-Nissan-Mitsubishi - Ghosn rimarrà ancora in carcere fino all11 gennaio http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23846&tipo=fv Lex numero uno della Nissan, CARLOS GHOSN [1], rimarrà in carcere almeno fino all11 gennaio. I pubblici ministeri giapponesi, infatti, secondo quanto si apprende dalla stampa locale, hanno prorogato nuovamente il PROVVEDIMENTO DI CUSTODIA CAUTELARE [2] (che scadeva il primo gennaio) emesso il 19 novembre. QUARTA PROROGA DELLARRESTO. Si tratta del quarto mandato di arresto per il manager brasiliano accusato di false dichiarazioni fiscali per un periodo di cinque anni dal 2010 al 2015 (anche se, al momento della FORMALIZZAZIONE DEI CAPI DACCUSA [3] il 10 dicembre scorso, il periodo sotto indagine è stato esteso fino al 2018), uso indebito di beni aziendali e, secondo le ultime indiscrezioni anche di abuso di fiducia, per la presunta copertura di perdite su investimenti, di fondi della Nissan, per 14,7 milioni di dollari (circa 13 milioni di euro). NEGA OGNI ACCUSA. Secondo le normative finanziarie nipponiche, le presunte irregolarità nelle dichiarazioni fiscali potrebbero costare allex numero uno dellALLEANZA RENAULT-NISSAN-MITSUBISHI [4] fino a dieci anni di carcere per ciascun capo di imputazione. Gli avvocati di Ghosn, che ha SEMPRE NEGATO [5] con forza ogni addebito nel corso degli interrogatori, non hanno voluto commentare la notizia, anche se contavano sulla possibilità di scarcerazione su cauzione, così come avvenuto il 27 dicembre per il consigliere del manager Greg Kelly, che era stato arrestato insieme a lui e che ha pagato fissata in 70 milioni di yen, pari a circa 553 mila euro, per essere rilasciato. Links: ------ [1] http://www.quattroruote.it/tags/carlos-ghosn [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/11/19/ALLEANZA_RENAULT_NISSAN_MITSUBISHI_ACCUSE_DI_EVASIONE_FISCALE_FINISCE_L_ERA_GHOSN.HTML [3] https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2018/12/10/renault_nissan_mitsubishi_i_pm_giapponesi_formalizzano_i_capi_d_accusa_contro_ghosn.html [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ALLEANZA-RENAULT-NISSAN-MITSUBISHI [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/11/25/NISSAN_GHOSN_NEGA_LE_ACCUSE.HTML 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2018/12/29/ecobonus_i_nuovi_prezzi_con_incentivi_fino_a_6_mila_euro/gallery/1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23840 Elettriche e ibride - I prezzi con lecobonus fino a 6 mila euro - FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23840&tipo=fv La LEGGE DI BILANCIO 2019 [1] è stata approvata in via definitiva. Con lultimo passaggio parlamentare, avvenuto alla Camera senza modifiche, vengono confermate le nuove disposizioni in materia di ECOTASSA ED ECOBONUS [2] per lacquisto di unauto nuova GIà APPROVATE DAL SENATO [3]. LE MISURE. Se la prima colpisce con unimposta da 1.100 a 2.500 i veicoli nuovi (o di prima immatricolazione in Italia) con emissioni di C02 superiori a 160 g/km SECONDO IL CICLO NEDC [4], acquistati dal 1 marzo 2019 al 31 dicembre 2021, il secondo allopposto incentiva lacquisto, anche in leasing, dei veicoli meno inquinanti con emissioni di C02 fino a 70 g/km e prezzi di listino INFERIORI A 50 MILA EURO IVA ESCLUSA [5] (61.000 euro Iva compresa), immatricolati nello stesso periodo. LINCENTIVO. In particolare, viene introdotto un bonus che ammonta a 4 mila euro per i veicoli con emissioni da 0 a 20 g/km (in pratica, tutte le elettriche sotto la citata soglia di prezzo) e a 1.500 euro per quelli che emettono da 21 a 70 g/km (ovvero le ibride, quasi tutte plug-in). In caso di rottamazione, lincentivo sale rispettivamente a 6 mila e 2.500 euro, purché il vecchio veicolo sia omologato Euro 1, 2, 3 e 4, ma non Euro 0, la categoria più inquinante: COME GIà OSSERVATO [6] dopo lapprovazione del ddl al Senato, si tratta certamente di una svista del legislatore, alla quale probabilmente si porrà rimedio nelle prossime settimane. I NUOVI PREZZI. Per scoprire quali veicoli sono interessati dal nuovo ecobonus e i loro prezzi al netto dellincentivo, vi invitiamo a scorrere la nostra galleria di immagini. Gli importi sono riferiti ai listini attuali dellallestimento entry level di ogni modello e prendono in considerazione entrambe le ipotesi di applicazione dellecobonus, ovvero con e senza rottamazione. Va ricordato che lautomobile da rottamare deve essere intestata da almeno dodici mesi allacquirente (o allutilizzatore, in caso di leasing) del nuovo veicolo o a uno dei familiari conviventi. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/BUROCRAZIA/2018/12/28/MANOVRA_2019_L_ECOTASSA_E_L_ECOBONUS_SONO_LEGGE.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ECOTASSA [3] https://www.quattroruote.it/news/burocrazia/2018/12/22/ecotassa_il_senato_approva_la_soglia_di_160_g_km.html [4] https://www.quattroruote.it/news/burocrazia/2018/12/20/emissioni_dubbi_sulla_co2_nedc_o_wltp_.html [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/BUROCRAZIA/2018/12/22/ECOBONUS_IL_PREZZO_MASSIMO_SALE_A_61_MILA_EURO.HTML [6] https://www.quattroruote.it/news/burocrazia/2018/12/24/ecobonus_il_giallo_delle_euro_0.html 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2018/12/19/mondo_automotive_i_10_fatti_piu_importanti_del_2018_foto_gallery_/gallery/1.jpg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23841 Mondo automotive - I 10 fatti più importanti del 2018 FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23841&tipo=fv Dopo avervi anticipato le previsioni sullanno che verrà, il 2019 DALLA A ALLA Z [1], vi raccontiamo in dieci notizie gli ultimi dodici mesi del mondo automotive: dalla scomparsa di Sergio Marchionne, uno dei più grandi top manager di sempre, allarresto di Carlos Ghosn, a capo del gruppo Renault-Nissan-Mitsubishi, dalla tragedia del ponte Morandi a Genova a un importante evento del motorsport nella Capitale, senza dimenticare la cessione di un gioiello dellindustria italiana e altro ancora, che troverete nella nostra galleria di immagini. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CURIOSITA/2018/12/23/L_ANNO_CHE_VERRA_IL_2019_DALLA_A_ALLA_Z_FOTO_GALLERY.HTML 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sicurezza/2018/12/31/autostrade_aumentano_i_tutor_ora_sono_31_i_tratti_coperti/gallery/Tutor.jpeg/jcr:content/renditions/cq5dam.web.1280.1280.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=23842 Autostrade - Aumentano i Tutor, ora sono 31 le tratte coperte http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=23842&tipo=fv Nuovi TUTOR [1] sono entrati in servizio sulle autostrade italiane. Dopo lo SPEGNIMENTO DEI DISPOSITIVI, PER PROBLEMI LEGALI [2], nellaprile scorso, e la loro PARZIALE RIATTIVAZIONE [3] nel corso dellestate, questo mese di dicembre ne sono stati aggiunti nove (del sistema Sicve PM), per un totale di 31 tracciati coperti dal grande fratello che monitora la velocità media dei veicoli. LE TRATTE INTERESSATE. I nuovi strumenti per il controllo del traffico si trovano sulla A10 TRA ALBISOLA E CELLE LIGURE, nel Savonese, su entrambe le carreggiate, su DUE TRATTE CONSECUTIVE DELLA CARREGGIATA NORD DELLA7 MILANO-GENOVA (BUSALLA-RONCO SCRIVIA E RONCO SCRIVIA-ISOLA DEL CANTONE), sulla A26 VOLTRI-GRAVELLONA TOCE, nel tratto che inizia a Masone, in direzione nord verso Broglio e direzione sud a Massimorisso, sulla A13 BOLOGNA-PADOVA, NEL PRIMO TRATTO VERSO NORD, BOLOGNA INTERPORTO-ALTEDO E ALTEDO-FERRARA SUD, mentre gli altri vanno a rinforzare la copertura delle aree già interessate dai ripristini dello scorso luglio su A14 e A30: nel primo caso è ora sotto controllo il tratto tra FORLì E FAENZA E QUELLO DA FAENZA ALLALLACCIO DELLA DIRAMAZIONE PER RAVENNA, mentre sulla A30 i Tutor sono tornati attivi tra gli svincoli di SARNO E NOCERA-PAGANI, in direzione sud. SOTTO CONTROLLO DAL 2005. Il sistema Sicve era stato omologato il 24 dicembre 2004 e i primi Tutor sono entrati in funzione nel 2005. Prima dello spegnimento lo scorso aprile, erano 333 i portali attivabili di volta in volta dalla polizia stradale e 242 i tratti di autostrada (in totale 3.100 km). In seguito alla senzenza di condanna (per violazione del brevetto) della Corte dappello di Roma, tutti i vecchi sistemi di rilevazione del traffico stanno gradualmente per essere sostituiti con i nuovi Tutor bis (alcuni come accennato attivati già a luglio), denominati Sicve PM, ossia Sistema informativo per il controllo della velocità PlateMatching, un dispositivo più efficace e che promette un abbattimento dei casi di errore. Secondo Autostrade per lItalia, il Tutor in questi anni ha permesso di ridurre del 70% il numero dei morti sulla rete autostradale, grazie a una diminuzione del 15% della velocità media. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTP://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/BUROCRAZIA/2016/02/16/MULTE_IL_TUTOR_E_FUORILEGGE_.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/SICUREZZA/2018/05/29/TUTOR_SPENTI_COSA_C_E_DA_SAPERE.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/SICUREZZA/2018/06/13/AUTOSTRADE_A_FINE_LUGLIO_RIACCESI_I_NUOVI_TUTOR.HTML 2019-01-01 00:02:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/76058194_t.php http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=4134 anahwa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=4134&tipo=fv fgvghghhgh 2015-04-26 17:56:17 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/ http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=1771 1111 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=1771&tipo=fv lll 2014-11-22 20:56:32 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/http://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/videogiochi/2014/07/24/forza_horizon_2_svelate_le_prime_100_vetture_5_sono_inedite/gallery/2014-forza1.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=20 Forza Horizon 2 - Svelate le prime 100 vetture: 5 sono inedite http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=20&tipo=fv Prime rivelazioni per Forza Horizon 2, il secondo capitolo dello spin-off della nota serie firmata Turn 10 Studios: luscita del racing game è prevista il prossimo 30 settembre per Xbox One e 360, ma nel frattempo i programmatori hanno diffuso la lista delle prime cento auto disponibili. E tra queste, oltre a ritorni "classici", ci sono alcune novità molto speciali. AUTO INEDITE. I primi nomi che saltano allocchio degli appassionati sono quelli di alcune new entry come la Renault Alpine A110 1600S del 1973 o il mitico van Volkswagen Type 2 Deluxe del 1963, le cui quotazioni oggi possono raggiungere anche i 200 mila dollari. E ancora: la Jeep Willys MB del 1945 e la bellissima Jaguar XK120 SE del 1954. Lultima vettura inedita è la Vauxhall Corsa VXR del 2013. AMBIENTAZIONE "APERTA". Come è noto, Horizon 2 offrirà unambientazione open world modellata sullEuropa del Sud, percorribile nella sua interezza e senza limitazioni; inoltre, dalla serie principale verrà importato il sistema "Drivatar", in grado di riprodurre gli stili di guida dei giocatori per rendere gli avversari più imprevedibili. LA LISTA. Di seguito, riportiamo lelenco delle prime cento protagoniste di Horizon 2: al momento del lancio, le vetture saranno il doppio. Presenti anche la Lamborghini Huracàn LP 610-4, "testimonial" del gioco, la Nissan GT-R Black Edition del 2012 e la Pagani Huayra. 2002 Acura RSX Type-S 2007 Alfa Romeo 8C Competizione 2011 Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde 1986 Alfa Romeo Spider Quadrifoglio Verde 1964 Aston Martin DB5 2010 Aston Martin One-77 2012 Aston Martin Vanquish 2013 Audi R8 Coupé V10 plus 5.2 FSI quattro 1995 Audi RS 2 Avant 2006 Audi RS 4 2011 Audi RS 5 Coupé 2013 Audi S4 1997 BMW M3 1991 BMW M3 2012 BMW M5 2011 BMW X5 M 1990 Chevrolet Camaro IROC-Z 1979 Chevrolet Camaro Z28 2012 Chevrolet Camaro ZL1 1970 Chevrolet Chevelle SS-454 2014 Chevrolet Corvette Stingray 2009 Chevrolet Corvette ZR1 1995 Chevrolet Corvette ZR-1 1964 Chevrolet Impala SS 409 1970 Dodge Challenger R/T 2012 Dodge Charger SRT8 1957 Ferrari 250 California 1957 Ferrari 250 Testa Rossa 1994 Ferrari F355 Berlinetta 2012 Ferrari F12berlinetta 2007 Ferrari 430 Scuderia 2013 Ferrari LaFerrari 1980 Abarth Fiat 131 2010 Abarth 500 esseesse 2013 Abarth Punto Supersport 2009 Ford Focus RS 1969 Ford Mustang Boss 302 2000 Ford SVT Cobra R 1993 Ford SVT Cobra R 1987 Ford Sierra Cosworth RS500 2011 Ford Transit SuperSportVan 1997 Honda Civic Type R 2006 HUMMER H1 Alpha 2013 Hyundai Genesis Coupe 3.8 Track 1956 Jaguar D-Type 1961 Jaguar E-type S1 1954 Jaguar XK120 SE 1945 Jeep Willys MB 2011 Koenigsegg Agera 1997 Lamborghini Diablo SV 2014 Lamborghini Huracán LP 610-4 1982 Lancia 037 Stradale 2013 Lexus GS350 F Sport 2010 Lexus LFA 1956 Lotus Eleven 2012 Lotus Exige S 2010 Maserati Gran Turismo S 1994 Mazda MX-5 Miata 2011 Mazda RX-8 R3 2013 McLaren P1 2013 Mercedes-Benz A 45 AMG 2012 Mercedes-Benz C 63 AMG Coupé Black Series 2009 Mercedes-Benz SL 65 AMG Black Series 2012 Mercedes-Benz SLK 55 AMG 2011 Mercedes-Benz SLS AMG 1965 MINI Cooper S 1999 Mitsubishi Lancer Evolution VI GSR 2004 Mitsubishi Lancer Evolution VIII MR 2008 Mitsubishi Lancer Evolution X GSR 2010 Nissan 370Z 1969 Nissan Fairlady Z 432 1994 Nissan Fairlady Z Version S Twin Turbo 2000 Nissan Silvia Spec-R 1971 Nissan Skyline 2000GT-R 1993 Nissan Skyline GT-R V-Spec 2012 Pagani Huayra 2009 Pagani Zonda Cinque Roadster 1969 Pontiac GTO Judge 1973 Pontiac Firebird Trans Am SD-455 1987 Pontiac Firebird Trans Am GTA 1973 Renault Alpine A110 1600S 2003 Renault Sport Clio V6 2010 Renault Megane RS 250 2011 RUF Rt 12 S 1965 Shelby Cobra 427 S/C 1998 Subaru Impreza 22B STi 2005 Subaru Impreza WRX STI 2011 Subaru WRX STI 1994 Toyota Celica GT-Four ST205 2013 Toyota GT86 1995 Toyota MR2 GT 2005 TVR Sagaris 2012 Vauxhall Astra VXR 2009 Vauxhall Corsa VXR 2013 SRT Viper GTS 1992 Volkswagen Golf Gti 16v Mk2 2010 Volkswagen Golf R 1984 Volkswagen Rabbit GTI 2011 Volkswagen Scirocco R 1963 Volkswagen Type 2 De Luxe REDAZIONE ONLINE 2014-07-24 22:33:37 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/80541000._t.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=13 BMW Serie 2 Active Tourer http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=13&tipo=fv In Cina il 15% delle vendite totali. uno dei modelli pi importanti nell'intera storia del marchio, e a Monaco si aspettano grandi cose da lei. La BMW Serie 2 Active Tourer, per il Costruttore che l'ha cos fermamente voluta, l'auto delle prime volte: prima monovolume, primo modello a trazione anteriore, primo motore a tre cilindri. Roba da togliere il sonno a chi ha portato avanti il progetto, che arriver alla prima prova del fuoco il 27 settembre, giorno del debutto sui mercati europei. 2014-07-24 09:10:41 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/91801809._t.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=12 Peugeot 2008 Castagna http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=12&tipo=fv Nuovo esemplare unico realizzato sulla piccola crossoverProsegue la collaborazione tra Peugeot Italia e la Carrozzeria Castagna: dopo la one-off su base 508 RXH, l'atelier milanese ha ora trasformato una Peugeot 2008: anche la crossover pi abbordabile in gamma, cos, ha indossato per una volta i panni della fuoriserie. Esterni in indaco e rosso. La 2008 Castagna nasce da un lavoro di personalizzazione che passato per un evidente remake di interni ed esterni: la carrozzeria della "special" si gioca tutta sul contrasto tra il rosso (lucido e caratterizzato dalla presenza di gocce di diverso colore in sospensione), e l'indaco (opaco). A completare la policromia, le cromature nere e i dettagli in bianco, oltre alle finiture in legno grezzo che arricchiscono ulteriormente la creazione. 2014-07-24 09:09:45 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/69918031_t.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=11 Nissan Note Nismo http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=11&tipo=fv Le prime foto ufficiali della monovolume sportiva.La Nissan ha diffuso su Twitter le prime immagini della Note Nismo, inedita versione sportiva della monovolume compatta, che amplia ulteriormente la gamma di modelli griffati dal reparto sportivo ufficiale. I colori, bianco rosso e nero, sono quelli gi visti sulla Juke, sulla 370Z e sulla GT-R e il design dei paraurti e dei cerchi in lega cambia radicalmente l'immagine della vettura. Prese d'aria maggiorate, luci led diurne e accenti rossi sui profili la fanno sembrare davvero una piccola GT-R da famiglia, mentre l'interno dominato dal nero con accenti rossi. Per il momento la disponibilit della Note Nismo confermata soltanto per il mercato giapponese, dove sar in vendita in autunno. Ancora tutti da scoprire i dettagli tecnici, probabilmente simili a quelli della Juke, cos come ancora da confermare la disponibilit di questo modello in Europa. 2014-07-24 09:05:38 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/19050826_t.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=1 Salone di Los Angeles http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=1&tipo=fv Il Salone di Los Angeles, in calendario dal 18 al 27 novembre, terrà a battesimo la versione rinnovata della Volkswagen CC (che nell'occasione perde il nome Passat). La coupé a quattro porte si adegua al family feeling della Casa tedesca con la griglia a listelli orizzontali e le luci posteriori a led ridisegnate. Nell'occasione del restyling viene aggiornata anche la dotazione di serie con nuovi accessori. L'arrivo nelle concessionarie europee è previsto a partire dal mese di febbraio 2012, prima in Germania, poi a seguire negli altri Paesi. 2011-11-03 11:12:18