Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.autosomma.it/home/adzone/include/config.php:194) in /web/htdocs/www.autosomma.it/home/rss.php on line 7 NEWS E AUTOhttp://www.autosomma.itAUTOSOMMACopyright 2011 www.autosomma.it http://blogs.law.harvard.edu/tech/rssIT-it autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2020/04/07/formula_1_rinviato_anche_il_gp_del_canada/gallery/rbig/2020-formula-1-canada.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30219 Formula 1 - Rinviato anche il GP del Canada http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30219&tipo=fv Ora è ufficiale: RINVIATO ANCHE IL GRAN PREMIO DEL CANADA DI FORMULA 1. Levento, che si sarebbe dovuto svolgere dal 12 al 14 giugno a Montréal, è stato per il momento rinviato a data da destinarsi a causa dellemergenza coronavirus. SI CERCA UNA NUOVA DATA. Alla notizia segue anche lannuncio della Formula 1 in cui si afferma che i promotori stanno lavorando su un calendario 2020 fortemente rivisto, sia nella sequenza delle gare che nelle date. Il GP del Canada non potrà essere disputato oltre la metà del mese di ottobre, poiché le condizioni meteo diventerebbero proibitive per ospitare levento. I promotori della gara canadese hanno affermato: "Avremmo voluto ospitare la prima gara del Mondiale di Formula 1 2020, ma siamo costretti a dover posticipare la gara. Questo rinvio non è una decisione presa a cuor leggero. Al momento è fondamentale che tutte le nostre energie siano concentrate sulla lotta al Covid-19. Vi daremo il benvenuto a braccia aperte in pista appena sarà possibile farlo". Tutti i biglietti per il Gran Premio del Canada di Formula 1 2020 continueranno a essere validi. Non appena la nuova data della gara sarà confermata, tutti gli spettatori potranno scegliere se utilizzarli o chiedere un rimborso. OMAGGIO AI TEAM. Franois Dumontier, ceo del GP del Canada, ha voluto anche omaggiare i team che sono schierati in prima linea nella lotta al Coronavirus. "Sono orgoglioso di vedere queste meravigliose iniziative mediche che attingono tecnologia dalla Formula 1, in questo momento di crisi", ha detto facendo riferimento al Progetto Pitlane [1]. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/sport/2020/03/28/formula_1_i_team_inglesi_lanciano_il_progetto_pitlane.html 2020-04-07 21:21:36 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/04/07/coronavirus_fca_francis_ford_coppola_dona_la_sua_voce_in_un_video_messaggio_per_l_italia/gallery/rbig/2020-fiat-coppola-02.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30218 Fiat - Un messaggio per lItalia con la voce di Francis Ford Coppola - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30218&tipo=fv Da Little Italy alla grande Italia. Il regista cinematografico Francis Ford Coppola, newyorchese ma nipote di immigrati italiani, ha donato la sua voce per inviare un messaggio di speranza allItalia. Nel giorno del suo compleanno (7 aprile) e della "giornata mondiale della salute", la FIAT [1] ha diffuso sui propri canali social la clip "Letter of Hope", il cui testo, accompagnato da immagini evocative, è recitato dal sei volte premio Oscar. UN OMAGGIO AGLI ITALIANI. La "lettera" di Coppola chiama in causa le persone, la storia, la cultura e la forza di un Paese alle prese con lemergenza sanitaria dovuta alla pandemia del CORONAVIRUS [2]. E ricorda la capcità dellItalia, in passato, di sapersi risollevare in situazioni anche peggiori. Il video, frutto di una collaborazione con lambasciata italiana, è stato realizzato dallagenzia Migrante di Los Angeles pro-bono. Lo stesso ha fatto il compositore Flavio Ibba, autore della colonna sonora originale. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FIAT [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-07 19:02:14 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/04/07/coronavirus_fca_francis_ford_coppola_dona_la_sua_voce_in_un_video_messaggio_per_l_italia/gallery/rbig/2020-fiat-coppola-02.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30217 Fiat - AllItalia un messaggio con la voce di Francis Ford Coppola - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30217&tipo=fv Da Little Italy alla grande Italia. Il regista cinematografico Francis Ford Coppola, newyorchese ma nipote di immigrati italiani, ha donato la sua voce per inviare un messaggio di speranza allItalia. Nel giorno del suo compleanno (7 aprile) e della "giornata mondiale della salute", la FIAT [1] ha diffuso sui propri canali social la clip "Letter of Hope", il cui testo, accompagnato da immagini evocative, è recitato dal sei volte premio Oscar. UN OMAGGIO AGLI ITALIANI. La "lettera" di Coppola chiama in causa le persone, la storia, la cultura e la forza di un Paese alle prese con lemergenza sanitaria dovuta alla pandemia del CORONAVIRUS [2]. E ricorda la capcità dellItalia, in passato, di sapersi risollevare in situazioni anche peggiori. Il video, frutto di una collaborazione con lambasciata italiana, è stato realizzato dallagenzia Migrante di Los Angeles pro-bono. Lo stesso ha fatto il compositore Flavio Ibba, autore della colonna sonora originale. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FIAT [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-07 18:31:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/07/coronavirus_ford_con_fondazione_mission_bambini_per_affrontare_la_crisi_sanitaria/gallery/rbig/2020-ford-mission-bambini-coronavirus-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30216 Ford - Con la fondazione Mission Bambini per affrontare lemergenza coronavirus http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30216&tipo=fv La FORD [1] ha annunciato la sua collaborazione con la fondazione italiana MISSION BAMBINI, nata allo scopo di aiutare i minori in difficoltà, per far fronte allemergenza del CORONAVIRUS [2] nel nostro Paese. Il progetto coinvolge alcuni quartieri della periferia di Milano e altre città del Nord Italia, come Torino e Padova. IL PROGRAMMA. Liniziativa offre ai bambini maggiormente in difficoltà e alle loro famiglie il sostegno psicologico per affrontare lattuale crisi sanitaria, incentivandone al contempo leducazione tramite la distribuzione di strumenti informatici quali computer, tablet e smartphone. A ciò si aggiunge un servizio di assistenza da remoto proposto dagli operatori della fondazione, il quale prevede un accompagnamento didattico per gli alunni con carenze scolastiche. La Onlus è stata scelta allinterno del programma Covid-19 Donation Match, lanciato dal Ford Motor Company Fund con la partecipazione del direttore esecutivo della Casa americana Bill Ford: il progetto prevede lo stanziamento di 500 mila dollari in donazione alle organizzazioni no profit di oltre 20 Paesi come contributo per affrontare lemergenze. La fondazione Mission Bambini ha già collaborato con la Ford in passato: nel 2017, durante lemergenza del terremoto in Centro Italia. Si può contribuire alla raccolta fondi del programma tramite il sito dedicato WWW.GLOBALGIVING.ORG/PROJECTS/COVID-19-FOR-ITALY-EDUCATION-DOESNT-STOP/. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/FORD [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-07 17:25:27 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2020/04/01/red_dot_award_2020_le_case_e_le_auto_premiate_per_il_design/gallery/rbig/2020-red-dot-award-07.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30215 Red Dot Award 2020 - Le Case e le auto premiate per il design - GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30215&tipo=fv Tanti successi per lauto nelledizione 2020 del RED DOT AWARD [1], prestigioso riconoscimento nellambito del design. Tra le aziende insignite, alcune anche per più di un prodotto, figurano questanno la Ferrari, la Mazda, la Honda, la Kia, la Skoda, la Volvo e la Peugeot. Allelenco si aggiungono poi la californiana Neuron EV, con un pick-up elettrico, e la Hyundai: questultima non per unautomobile ma per un dispositivo tecnologico particolarmente innovativo. Vetture come la SF90 Stradale e la Honda e, in particolare, hanno conquistato il premio Best of Best rispettivamente nelle liste (Car e Passenger Car). Ledizione 2020 del concorso ha visto più di 6.500 candidature e 1.650 award assegnati nelle varie categorie (Product Design, Brands questanno la competizione ha proposto un focus sullinnovatività e sono state introdotte le meta categorie Smart Product e Innovative Product. Istituito nel 1955, Red Dot è uno dei maggiori concorsi di design al mondo. I vincitori nellambito del Product Design (la categoria in cui competono le auto) sono stati scelti questanno tra 48 tipologie di prodotto e valutati da una giuria di 40 esperti. SFOGLIA LA GALLERY PER SCOPRIRE I MODELLI E LE CASE CHE HANNO VINTO. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2019/09/26/FIAT_CENTOVENTI_LA_CONCEPT_DEL_LINGOTTO_SI_AGGIUDICA_IL_RED_DOT_AWARD_2019.HTML 2020-04-07 17:20:26 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2020/02/12/honda_jazz_hybrid_2020_consumi_emissioni_e_prezzo/gallery/rbig/2020-honda-jazz-01.JPG http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30213 Honda Jazz - Nuovi dettagli sulla quarta generazione http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30213&tipo=fv La NUOVA HONDA JAZZ [1] sarà in vendita in Italia a partire dalla prossima estate, anche nella versione rialzata, con fattezze da Suv, denominata CROSSTAR. Lo ha comunicato la Casa giapponese, che ha condiviso altri dettagli sulla sua monovolume compatta, al momento proposta in Europa solo ibrida e denominata Jazz e:Hev. I PREZZI. La variante standard della nuova Jazz sarà disponibile nei tre allestimenti Comfort, Elegance ed Executive, con prezzi rispettivamente a partire da 22.500, 23.800 e 25.400 euro. La versione Crosstar, invece, prevede un unico allestimento Executive da 26.900 euro, con la possibilità di scegliere una colorazione bicolore in abbinamento al tetto nero. CONSUMI E PRESTAZIONI. Le principali novità riguardano i consumi e le emissioni del powertrain elettrificato, composto da un 1.5 benzina i-Vtec, a cui sono collegati due motori elettrici, da una batteria agli ioni di litio (dalla capacità non ancora dichiarata) e da una trasmissione di tipo e-Cvt. Il sistema produce una potenza complessiva di 109 CV e 253 Nm, fornisce unaccelerazione da 0 a 100 km/h in 9,4 secondi e permette di raggiungere una velocità massima di 175 km/h. I consumi e le emissioni di CO2 dichiarati, calcolati nel ciclo Wltp, partono invece da 4,5 l/100 km e 102 g/km per la Jazz standard e salgono leggermente per la Jazz Crosstar, rispettivamente a 4,8 l/100 km e 110 g/km. TRE ANDATURE. Librido e:Hev consente di sfruttare tre driving mode, compresa una elettrica (EV Drive) in cui la batteria alimenta direttamente il motore elettrico; in Hybrid Drive, invece, il motore endotermico alimenta il generatore elettrico, che a sua volta alimenta il motore a propulsione elettrica. Queste due sono le modalità più sfruttate in città, con il sistema che generalmente passa dalluna allaltra in automatico, a seconda delle condizioni di guida. Cè poi una terza, Engine Drive, pensata per le andature di crociera: in questo caso il motore a benzina è collegato direttamente alle ruote tramite una frizione di blocco, ma se serve sprintare per un sorpasso è possibile ricevere un aiuto dal motore elettrico, che offre un boost in accelerazione. SEDUTE VERSATILI. Sulla nuova Jazz la capacità di carico del bagagliaio (con i sedili posteriori in posizione) parte da 298 litri e sale a ben 1.203 litri (fino al tetto, con i sedili posteriori reclinati). Parlando di praticità, rimangono anche i caratteristici sedili magici, che possono essere ripiegati o sollevati a seconda delle esigenze di spazio. LASSISTENTE OK, HONDA. Il passaggio generazionale della piccola giapponese porta anche interni più moderni. Qui, lelemento chiave sta nel touch screen dellinfotainment, che può essere configurato a piacimento e sfruttato per consultare il meteo, trovare il parcheggio più vicino, o ascoltare musica in streaming. Si può attivare anche una funzione di duplicazione dello schermo, il cui software è compatibile sia con Apple CarPlay che con Android Auto. Il mirroring dello smartphone è anche wireless (oltre che via Usb), mentre per la prima volta, a bordo della Jazz, si può disporre dellhotspot wifi. Linfotainment Honda prevede anche lassistente personale, già lanciato sulla Honda e, da attivare pronunciando "OK Honda. GLI ADAS DELLHONDA SENSING. La Jazz ha infine ampliato, a tutto tondo, la dotazione di sicurezza. La frenata automatica adotta ora una funzione notturna che rileva anche pedoni e ciclisti. Sono offerti di serie il cruise control adattivo e il sistema di mantenimento della corsia. Sempre pescando dagli aiuti elettronici della suite Honda Sensing, la versione Executive aggiunge il monitoraggio dellangolo cieco e del traffico in avvicinamento. Fanno parte delle dotazioni Adas anche il limitatore intelligente di velocità, che mantiene landatura ad una soglia impostata dal conducente oppure entro il limite di velocità indicato dai segnali stradali, la regolazione automatica degli abbaglianti e il riconoscimento della segnaletica stradale. Passando alla sicurezza passiva, lauto è dotata ora di dieci airbag: una primizia è quello integrato allinterno dello schienale del sedile del guidatore, al centro, che si espande lateralmente in caso di impatto per proteggere le teste degli occupanti. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/10/23/HONDA_JAZZ_HYBRID_2020_CARATTERISTICHE_DIMENSIONI_USCITA_CROSSTAR.HTML 2020-04-07 16:24:03 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2020/04/07/coronavirus_da_bmw_e_dynamo_academy_corsi_di_formazione_a_distanza_gratuiti_per_studenti_delle_superiori_/gallery/rbig/2020-bmw-dynamo-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30214 BMW - Con Dynamo Academy, corsi di formazione a distanza per studenti delle superiori http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30214&tipo=fv Nellemergenza CORONAVIRUS [1] le iniziative dal mondo delle aziende si declinano in varie forme. La BMW [2], già impegnata a livello globale NEL SUPPORTO AL PERSONALE MEDICO [3], nel reperimento di materiale sanitario e in donazioni, ha attivato attraverso la filiale italiana un progetto formativo dedicato agli studenti delle scuole superiori. Insieme alla Dynamo Academy, partner storico, BMW Italia dà lopportunità di seguire corsi telematici su alcune tematiche sociali di stretta attualità. QUATTRO TITOLI. Il programma, diviso in quattro percorsi educativi, si svolge su piattaforme digitali. Ad ogni corso sono ammessi (massimo) 50 studenti: le lezioni, interattive, hanno il fil rouge del sociale, ma affrontano temi differenti. I titoli dei corsi sono: Obiettivi per il 2030 e SDGs (Sustainable Development Goals): per approfondire lAgenda 2030 dellONU e tematiche legate allo sviluppo sostenibile; Impatto sociale e business: 1+1>2: vengono trattati casi di innovazione sociale e, in generale, la tematica della sostenibilità economica; Il giro del mondo in 8 progetti sociali, un corso incentrato sulle realtà multiculturali a livello globale e sullanalisi della diversità; Le skill del futuro: il coraggio di essere umani: il focus, qui, è sullintelligenza emotiva, la creatività e si imparano metodologie per sviluppare capacità di azione trasversali. LA CENTRALITà DEL DIGITALE. La situazione che stiamo vivendo ha detto Massimiliano Di Silvestre, presidente e amministratore delegato di BMW Italia sta spingendo la rivoluzione digitale. Chiusi nelle nostre case per proteggere la salute di tutti, restiamo connessi al mondo attraverso i vari device e dedichiamo molto tempo allinformazione e alla connessione. In questa ottica resta fondamentale continuare a investire nel sociale, perché questo tema sarà strategico anche per il periodo che seguirà la fine dellemergenza. Le scuole superiori interessate al programma possono scrivere allindirizzo: Valeria.RossiPuentes@dynamoacademy.org Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/BMW.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/04/06/CORONAVIRUS_DAL_GRUPPO_BMW_VEICOLI_DONAZIONI_E_MASCHERINE.HTML 2020-04-07 16:24:03 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/04/06/manutenzione_coronavirus_e_auto_ferme_cosi_si_curano_i_pneumatici_schede/gallery/rbig/auto-coronavirus-cura-gomme-schede-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30212 Manutenzione - Coronavirus e auto ferme: così si curano i pneumatici - SCHEDE http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30212&tipo=fv Unauto ferma per un periodo prolungato, come quello imposto dal lockdown per il CORONAVIRUS [1], può andare incontro a piccoli, ma fastidiosi, problemi. Per fortuna, può bastare qualche accorgimento per evitarli. Se i rischi sono maggiori per la BATTERIA [2], soggetta alla possibilità di scaricarsi durante linattività, le cautele necessarie per la cura dei pneumatici sono certamente minori. Ecco qualche suggerimento per evitare di andare incontro a brutte sorprese, quando verrà il momento di rimettere in moto la macchina e ripartire. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CURIOSITA/2020/04/03/MANUTENZIONE_AUTO_FERME_COSI_SI_CURA_LA_BATTERIA.HTML 2020-04-07 15:07:47 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2020/04/07/audi_a3_sportback_2020_mild_hybrid_consumi_emissioni_prezzi_/gallery/rbig/2020-audi-a3-sportback-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30211 Audi A3 - A listino la mild hybrid: prezzi a partire da 32.300 euro http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30211&tipo=fv LAUDI [1] aggiorna i listini italiani della neonata A3 SPORTBACK DI NUOVA GENERAZIONE [2] introducendo lattesa versione mild hybrid 35 TFSI S tronic Mhev con sistema a 48 Volt, che sarà proposta con prezzi a partire da 32.300 euro. Gli allestimenti sono gli stessi delle altre varianti della A3 Sportback: base, Business, Business Advanced ed s Line Edition, con la medesima dotazione di accessori. FINO A 0,4 L/100 KM IN MENO CON LIBRIDO. La A3 mild hybrid è basata sulla motorizzazione 35 TFSI già disponibile e abbina al 1.5 TFSI da 150 CV con il sistema ibrido a 48V da 12 CV e 50 Nm. Lalternatore-starter a cinghia RSG, il sistema di recupero dellenergia in frenata e la tecnologia cylinder on demand consentono a questa A3 di ridurre anche di 0,4 l/100 km i consumi medi nel ciclo Wltp rispetto a vetture omologhe non elettrificate. Lauto può attivare lo start/stop già al di sotto dei 22 km/h, ed è inoltre prevista la funzione di veleggio tra i 40 e i 160 km/h. Proposta soltanto con cambio automatico s Tronic, la A3 mild hybrid dichiara così una media compresa tra 5,6 e 6,2 l/100 km con 128-142 g/km di CO2 alla voce emissioni. Allo stesso tempo, è in grado di toccare i 224 km/h con un crono di 8,4 secondi per raggiungere i 100 km/h da fermo. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/AUDI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/MERCATO/2020/03/06/AUDI_A3_2020_MOTORIZZAZIONI_PREZZO_USCITA.HTML 2020-04-07 13:13:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2020/04/07/bosch_test_in_corso_per_gli_shuttle_a_guida_autonoma_del_progetto_3f_/gallery/rbig/2020-bosch-3f-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30210 Bosch - Test in corso per gli shuttle a guida autonoma http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30210&tipo=fv La BOSCH [1] ha sviluppato il "Progetto 3F" per la gestione della guida autonoma a bassa velocità. Si tratta di una tecnologia pensata per servizi come gli shuttle privi di guidatore, da impiegare in aree fieristiche e private, ma anche per veicoli commerciali dotati di funzioni automatizzate da utilizzare in specifiche condizioni. I test sono stati condotti a Renningen e Aachen con sei partner, nellambito di un programma che gode di un finanziamento pubblico di 4,3 milioni di euro. SHUTTLE AUTONOMI PRONTI A REAGIRE AGLI IMPREVISTI. La Bosch si è concentrata sulla sicurezza e sul controllo del funzionamento dei veicoli al fine di migliorare ulteriormente la loro affidabilità. Sugli shuttle è stata utilizzata una rete a 48V ridondante per collegare le centraline ed evitare blocchi in caso di malfunzionamento, inoltre è stato sperimentato un sistema di controllo e diagnosi da remoto. Il veicolo è anche in grado di fermarsi in uno spazio adeguato in caso di guasto, ed è dotato di sensori lidar e radar che consentono al sistema una visione a 360 gradi e una precisione al centimetro nella localizzazione. Il sistema è progettato anche per compensare eventuali danneggiamenti utilizzando altri sistemi di bordo: per esempio, il veicolo rallenta se uno dei sensori non è in grado di funzionare correttamente. La telemetria di bordo è bidirezionale e include sia i dati del percorso sia lo stato tecnico del veicolo, che può ricevere comandi anche da remoto: per questo il sistema prende il nome di Teletrimetria. PRECISIONE AL CENTIMETRO PER LA LOGISTICA. Il secondo progetto è applicato in ambito commerciale e più precisamente sul supporto ai processi logistici per lo spostamento dei transpallet. In questo caso, il software permette di gestire in modalità autonoma il posizionamento del veicolo per il prelievo del container. Una volta raggiunto il luogo e selezionato il container, che i sensori sono in grado di individuare, il guidatore deve soltanto prendere un tasto e avviare la procedura, che verifica il movimento del veicolo e laltezza del piano di carico, fino a completare loperazione. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BOSCH 2020-04-07 12:43:33 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/07/brembo_coronavirus_backontrack/gallery/rbig/2020-Brembo-5.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30209 Brembo - Si guarda alla ripartenza, tra donazioni e buone notizie dalla Cina http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30209&tipo=fv Vuoto è il lungo Kilometro Rosso che, anche alle sostenute velocità autostradali, fa sempre voltare la testa a chi percorre lA4. Deserta è pure la strada che porta al vicino Innovation district di Stezzano, quartier generale della Brembo. Su queste terre lepidemia di CORONAVIRUS [1] è stata uno tsunami e la situazione continua a consigliare allazienda, leader mondiale della tecnologia degli impianti frenanti a disco, di mantenere ben saldo il piede sul pedale: "A seguito del protrarsi delloggettiva situazione di emergenza in Lombardia e dei provvedimenti straordinari assunti dal governo nazionale, fino al 13 aprile Brembo estenderà la sospensione temporanea delle attività nei propri siti di Stezzano, Curno, Mapello e Sellero". RICOMINCIARE. Intanto, però, arrivano incoraggianti segnali di ripresa: da un paio di settimane, sulle linee di produzione per pinze freno di alluminio del polo inaugurato un anno fa a Nanchino, sono tornate al lavoro le maestranze. A 6.000 km da Whuan, focolaio mondiale di un disastro inimmaginabile, in unarea di circa 40.000 metri quadrati la bergamasca Brembo ricomincia così a ricevere e a trattare le materie prime, sino a spedire ai clienti i prodotti finiti. Garantendo, a sua volta, il rilancio delle fabbriche dei carmaker europei, asiatici e americani che operano in Asia. Lo stabilimento, che contribuisce al fatturato del gruppo per circa 100 milioni di euro lanno, impiega più di 450 persone. Con fonderia e 67 linee, offre una capacità produttiva di oltre 2 milioni di pezzi lanno. Le attività sono riprese a buon ritmo anche nellaltro sito cinese, quello di Langfang, dove gli addetti sono più di 600. Proprio la presenza globale del gruppo, che opera in 15 Paesi con 25 stabilimenti e punti commerciali, la diversificazione dei prodotti e dei segmenti di mercato, hanno parzialmente mitigato i devastanti effetti del covid su produzioni e fatturati. Data leccezionalità della pandemia, capire quando riprenderanno le attività in Italia è difficile. Come ardua è la stima dei riflessi economico-finanziari del lockdown, almeno prima della scadenza del secondo trimestre 2020. PUNTARE SEMPRE SULLA RICERCA. Ribadita la volontà di "riprendere le attività non appena le condizioni lo renderanno possibile", pochi giorni fa la Brembo di Alberto Bombassei ha persino unito il suo marchio a quello della Pirelli, ACQUISENDO IL 2,43 % NELLA SOCIETà GUIDATA DA MARCO TRONCHETTI PROVERA [2]. Ununione suggestiva quanto strategica, visti gli interessi e le produzioni consolidate in Cina dei due brand, fra i migliori dellautomotive made in Italy. Nonostante le quotazioni a sconto, i mercati hanno parlato di unazione rafforzativa e di lungo periodo, essendo stata realizzata attraverso la cassaforte di famiglia di Bombassei, la Nuova FourB, che detiene anche il 53% della quota di controllo della Brembo. Sempre per ammortizzare il difficile periodo, da qualche settimana il consiglio di amministrazione ha deciso di sospendere la distribuzione dei dividendi sugli utili 2019. Non solo: sul sofferente territorio, LAZIENDA HA VERSATO 1 MILIONE DI EURO [3] diviso fra tre eccellenze scientifiche della bergamasca, lospedale Papa Giovanni XXIII, la Fondazione per la ricerca ospedale di Bergamo e lIstituto Negri, combinando così la ricerca clinica con quella farmacologica. Al Papa Giovanni queste realtà stanno già operando congiuntamente a tre linee di ricerca per una terapia efficace contro il virus, che prendono spunto da evidenze confermate da noti studi clinici: "Dopo una prima donazione, orientata anche a sostenere reparti di cura dellospedale di Bergamo, abbiamo deciso di concentrare i nostri sforzi sulla ricerca per trovare in tempi ragionevolmente rapidi una terapia farmacologica vincente", ha dichiarato il presidente della Brembo, Alberto Bombassei. "La ricerca è il nostro modo di fare impresa e, quindi, crediamo che sia lunica strada percorribile". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/31/BREMBO_L_AZIENDA_BERGAMASCA_ACQUISISCE_IL_2_43_DEL_CAPITALE_DELLA_PIRELLI.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/30/CORONAVIRUS_BREMBO_DONA_1_MILIONE_DI_EURO_A_TRE_ISTITUZIONI_BERGAMASCHE.HTML 2020-04-07 12:37:31 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2020/04/07/hyundai_motorsport_parte_l_iniziativa_stay_home_think_motorsport_/gallery/rbig/2020-hyundai-motorsport-2.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30208 Hyundai Motorsport - Parte liniziativa "Stay Home, think Motorsport" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30208&tipo=fv I motori si possono spegnere, ma la passione resta sempre accesa nel cuore degli appassionati di motorsport. Per questo motivo, anche HYUNDAI HA DECISO DI TENERE VIVA LA FIAMMA DELLA PASSIONE realizzando dei contenuti esclusivi per coinvolgere i tifosi durante questo periodo di quarantena, con le competizioni sospese. "STAY HOME, THINK MOTORSPORT" è il nome delliniziativa lanciata da Hyundai Motorsport, con lobiettivo di intrattenere gli appassionati sui canali social: storie, giochi e approfondimenti. La domenica, negli orari in cui generalmente assistiamo alle fasi finali dei rally, andrà in onda "Powerstage Live": il team principal Andrea Adamo sarà in diretta con un pilota della squadra. Il giovedì, invece, saranno pubblicate delle interviste di approfondimento nella rubrica Home Shakedown: la prima sarà dedicata a Sébastien Loeb, nove volte campione del mondo rally. Andrea Adamo, team principal del team di Alzenau, ha commentato: "Sono tempi difficili. Ci siamo impegnati a raccogliere un grande numero di contenuti da condividere con gli appassionati di tutto il mondo. Non ci sono competizioni al momento, quindi abbiamo deciso di usare gli strumenti che abbiamo a disposizione per intrattenere i nostri fan, con lobiettivo di sconfiggere la noia che potrebbe scaturire in questo periodo in cui si deve rimanere a casa". HOME SHAKEDOWN CON LOEB. Anche Sébastien Loeb, in isolamento con la sua famiglia in Svizzera, ha voluto mandare un messaggio ai propri fan, affermando: "Ci mancano le gare, così come mancano a tutti voi. Speriamo di riprendere il prima possibile e poter tornare al volante. Ma questo dipende dal rispetto delle regole da parte di tutti: dobbiamo stare a casa, al sicuro. Più lavoriamo insieme contro questo virus, più rapidamente potremo tornare alla normalità". Il nove volte campione del mondo ha anche raccontato come sta passando queste giornate a casa: "Mi sento fortunato, perché abito in una casa con giardino, so che per molti è decisamente più dura. Ma non abbiamo alternative, dobbiamo accettare la situazione e fare la nostra parte. Io guardo film, gioco alla PlayStation o al Monopoly, passo del tempo con i miei cari sperando che la situazione migliori. Certo, non vedo lora di rimettermi al volante, che sia per una gara o un test. Ma la cosa più importante ora è rimanere a casa". 2020-04-07 12:37:31 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/04/03/auto_elettriche_i_modelli_di_piccole_dimensioni_foto_gallery/gallery/rbig/elettriche-città-foto-gallery-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30206 Auto elettriche - I modelli di piccole dimensioni FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30206&tipo=fv Nonostante lemergenza CORONAVIRUS [1], in Casa Fiat sono comunque riusciti a svelare la nuova 500 ELETTRICA [2] a marzo, come annunciato da oltre un anno. Non al Salone di Ginevra, cancellato, ma nella cornice della città di Milano, capitale della moda, dove la launch edition, già preordinabile, ha fatto bella mostra di sé accanto a TRE ONE-OFF GRIFFATE [3]. Adesso cè solo da attendere il 4 luglio, una DATA STORICA PER IL CINQUINO [4], quando prenderanno il via le vendite, magari celebrate con festeggiamenti in grande stile. IN BUONA COMPAGNIA. La Fiat 500 non è però lunico modello small size a emissioni zero. Del resto, quella delle elettriche di serie è una storia che già negli anni 90 annoverava DIVERSI MODELLI DA CITTà [5] e che, mai come in questi ultimi mesi, si è arricchita di interessanti new entry, molte delle quali dalle dimensioni ridotte. Tra auto già in vendita e in arrivo a breve, abbiamo raccolto tutte le full electric di piccola taglia nella nostra galleria di immagini. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/03/03/NUOVA_FIAT_500_ELETTRICA_2020_PREZZO_AUTONOMIA_MOTORE_E_USCITA.HTML [3] https://www.quattroruote.it/news/nuovi-modelli/2020/03/04/nuova_fiat_500_one_off_armani_bulgari_kartell.html [4] https://www.quattroruote.it/news/eventi/2017/06/30/buon_compleanno_fiat_500_nata_il_4_luglio_60_immagini_per_60_candeline.html [5] https://www.quattroruote.it/news/curiosita/2017/08/24/elettriche_le_auto_a_batteria_degli_anni_90.html 2020-04-07 10:52:10 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/07/coronavirus_la_renault_italia_mette_dei_veicoli_a_disposizione_della_croce_rossa/gallery/rbig/2020-logo-renault-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30207 Renault Italia - Coronavirus, la Casa mette dei veicoli a disposizione della Croce Rossa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30207&tipo=fv Per supportare gli operatori sanitari nel fronteggiare lepidemia del CORONAVIRUS [1], la RENAULT ITALIA ha messo alcuni veicoli a disposizione della Croce Rossa per tutta la durata dellemergenza. IL PROGETTO. Liniziativa della Casa, che fa seguito a quella già osservata in FRANCIA [2], è orientata a facilitare le attività quotidiane del personale medico di Roma e di alcuni comuni limitrofi al fine di fornire un supporto in grado di interessare tutto il territorio regionale. La rete dei concessionari della Renault, intanto, fornirà a sua volta il proprio sostegno nelle regioni settentrionali del Paese maggiormente colpite dallepidemia, intensificando i servizi per le persone più vulnerabili sul piano sociale e sanitario. Le attività comprendono anche il prestito di alcuni veicoli commerciali ai supermercati della zona per implementare le consegne a domicilio (tramite Superauto), in un progetto simile a quello annunciato dalla KIA ITALIA [3]. A queste si aggiungono le donazioni di denaro alle autorità locali e agli enti ospedalieri e la partecipazione attiva ad alcune raccolte fondi. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/04/01/CORONAVIRUS_RENAULT_1_300_VEICOLI_PER_PERSONALE_MEDICO_IN_FRANCIA.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/04/06/CORONAVIRUS_UNA_FLOTTA_DI_KIA_PER_LA_SPESA_A_DOMICILIO.HTML 2020-04-07 10:52:10 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2020/04/07/porsche_911_le_personalizzazioni_exclusive_manufaktur_per_la_turbo_s/gallery/rbig/2020-porsche-911-turbo-s-guards-red-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30205 Porsche 911 - Le personalizzazioni Exclusive Manufaktur per la Turbo S http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30205&tipo=fv Il reparto Exclusive Manufaktur è già pronto a proporre la propria interpretazione della NUOVA PORSCHE 911 TURBO S [1]. La Casa tedesca ha infatti pubblicato le immagini di un esemplare personalizzato della vettura, mostrando così le potenzialità del programma offerto ai clienti per rendere unica la 911. CLASSICO ROSSO. La vettura in questione sfoggia la classica tinta Guards Red estesa anche alle minigonne e abbinata alla finitura in nero lucido per il logo 911 in coda, per le cornici delle prese daria e per quelle dei cristalli. Il nero torna anche come parte della finitura dei cerchi di lega, che hanno un design specifico e misurano 20" allanteriore e 21" al posteriore. Gli scarichi, dalla finitura scura, sono quelli a quattro uscite squadrate di serie, non quelli sportivi ovali opzionali. Il rosso della carrozzeria è stato ripreso anche da molti elementi interni: i profili della plancia e della console centrale, il fondo del quadrante dello Sport Chrono e quello del contagiri analogico. Gli interni rivestiti di pelle nera sono inoltre impreziositi dal logo Turbo S stampato sul bracciolo e rivolto verso il guidatore. 650 CV CON IL TURBO. La 911 Turbo S rappresenta il nuovo punto darrivo nella storia delle versioni Turbo di questo modello. Basata sulla generazione 992, adotta un nuovo boxer 6 cilindri 3.8 biturbo derivato dal 3.0 litri delle Carrera, capace di erogare 650 CV e 800 Nm ed abbinato alla trazione integrale e al cambio Pdk otto marce. Proposta con carrozzeria coupé e cabriolet, questa variante della 911 e già prenotabile in Italia con prezzi a partire da 224.527 euro. Nelle prestazioni, la vettura è capace di toccare i 100 km/h da fermo in 2,7 secondi, mentre servono 8,9 secondi per raggiungere i 200 km/h. La velocità massima dichiarata è 330 km/h. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/03/03/PORSCHE_911_TURBO_S_PREZZO_MOTORE_PRESTAZIONI_FOTO_USCITA.HTML 2020-04-07 10:26:09 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/07/coronavirus_mahindra_cancella_il_piano_di_rilancio_della_ssangyong_/gallery/rbig/2019-SsangYong-Korando-15.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30204 Coronavirus - Mahindra cancella il piano di rilancio della SsangYong http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30204&tipo=fv A causa della pandemia del CORONAVIRUS [1], la Mahindra ha deciso di cancellare il piano di rilancio della SsangYong Motor e di bloccare, quasi del tutto, lerogazione delle risorse finanziarie necessarie per sostenere le attività della controllata coreana. SERVONO FONDI ALTERNATIVI. Il conglomerato indiano ha anche chiesto al costruttore di individuare fonti di finanziamento alternative per portare avanti il business plan. "Dopo lunghe deliberazioni basate sui flussi di cassa attuali e prospettici, il consiglio di amministrazione della Mahindra Mahindra ha stabilito di non essere in grado di iniettare nuovi capitali nella SsangYong Motor e ha sollecitato la SsangYong Motor a trovare fonti alternative di finanziamento", ha comunicato il gruppo indiano, TITOLARE DEL 74,65% DEL CAPITALE DELLA CASA COREANA [2] da quando, nel 2010, lha salvata dal fallimento. Da allora, la Mahindra ha cercato di risollevare le fortune della SsangYong, ma negli ultimi tre anni ha registrato perdite e vendite in continuo calo. IL PIANO. Il blocco degli investimenti cancella limpegno annunciato meno di due mesi fa: la Mahindra intendeva investire lequivalente di circa 390 milioni di euro per riportare in utile, entro il 2022, la SsangYong Motor, che puntava sul lancio di nuovi modelli, come la variante elettrica della Korando (doveva essere svelata al Salone di Ginevra in vista del lancio in Europa nei prossimi mesi) per invertire il trend calante. Tuttavia, le ultime settimane sono state penalizzate dallinsorgere della pandemia. La SSANGYONG NON HA POTUTO PRESENTARE I SUOI NUOVI MODELLI [3] per lANNULLAMENTO DEL SALONE ELVETICO [4], mentre la Mahindra ha pagato a caro prezzo le misure di lockdown varate in India: le vendite nel subcontinente sono crollate a marzo dell88%. Per questo motivo, il gruppo ha varato diverse iniziative per rafforzare il proprio bilancio e fronteggiare le conseguenze finanziarie della pandemia. SOLO AIUTI TEMPORANEI. La Mahindra ha comunque intenzione di sostenere la SsangYong durante lattività di ricerca di nuove fonti di liquidità, ma si tratta di risorse esigue e di natura temporanea: nei prossimi tre mesi saranno messi a disposizione fondi per appena 30 milioni di euro. In sostanza, si tratta di una sorta di prestito ponte necessario per superare lattuale fase critica, ma per la Casa coreana diventa indispensabile trovare un nuovo finanziatore che la salvi ancora una volta dal fallimento. La ricerca rischia di essere difficilissima alla luce dellattuale situazione di mercato e delle difficoltà economiche della SsangYong, che a luglio sarà costretta a rimborsare un prestito concesso dalla Korea Development Bank per un ammontare di oltre 60 milioni di euro. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] https://www.quattroruote.it/news/industria/2010/11/23/mahindra_acquisisce_ssangyong.html [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NOVITA/2017/02/20/SSANGYONG_XAVL_SALONE_DI_GINEVRA_2017_SUV.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2020/02/28/SALONE_DI_GINEVRA_CORONAVIRUS_LA_SVIZZERA_ANNULLA_I_GRANDI_EVENTI_SALTA_L_APERTURA_AL_PUBBLICO.HTML 2020-04-07 10:16:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/07/coronavirus_toyota_attiva_iniziative_in_tutto_il_mondo/gallery/rbig/Logo-Toyota.JPG http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30203 Toyota - Le iniziative del gruppo per contrastare la crisi sanitaria http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30203&tipo=fv La TOYOTA [1] e le società del suo gruppo stanno mettendo in atto numerose iniziative per contribuire alla lotta contro la diffusione del CORONAVIRUS [2]. Lelenco delle misure è lungo e riguarda tutte le regioni presidiate dalla Casa nipponica: si va dalla produzione di mascherine a quella di ventilatori polmonari, dalle donazioni ai veicoli messi a disposizione del personale sanitario. LA STAMPA IN 3D. Come tanti altri costruttori, anche il colosso nipponico ha deciso di fabbricare visiere protettive utilizzando la stampa in 3D: limpianto di Teiho, in Giappone, è pronto a realizzarne 500/600 a settimana e la società sta valutando la possibilità di coinvolgere altri stabilimenti giapponesi. La Toyota, in risposta a una richiesta avanzata dal governo giapponese alla Japan Automobile Manufacturers Association, sta anche valutando come sfruttare il suo sistema produttivo per aiutare le società biomedicali a realizzare dispositivi come i ventilatori polmonari e sta contribuendo agli sforzi per lapprovvigionamento di attrezzature sanitarie sfruttando la propria catena delle forniture. A Tokyo sono state messe a disposizione flotte di veicoli per gli spostamenti del personale medico o dei malati. LE INIZIATIVE ALLESTERO. Lattività della Toyota riguarda anche diversi Paesi esteri. La consociata Denso sta partecipando in Canada a un progetto della D-wave per utilizzare computer quantistici sostenere la ricerca medica e il controllo dei contagi. In Cina, la filiale locale ha effettuato donazioni in denaro alla Croce Rossa e fornito diverse tipologie di dispositivi medici. In Nord America sta per partire la produzione di visiere protettive e maschere con stampanti in 3D, è stata messa a disposizione la rete produttiva per aumentare la produzione di ventilatori polmonari ed altre tecnologie, sono state donate mascherine, guanti e altro materiale protettivo. Anche in Europa il costruttore asiatico sta stampando in 3D maschere di protezione. Inoltre, in aggiunta a donazioni a nosocomi e organizzazioni non profit, alcuni tecnici sono stati messi a disposizione degli ospedali per la manutenzione dei macchinari e dei veicoli necessari agli spostamenti. Analoghe iniziative stanno riguardando altri Paesi asiatici. LAUTO PRODUZIONE DI MASCHERINE. Il gruppo ha anche deciso di iniziare a produrre internamente mascherine per usi interni, in modo da non aumentare la pressione sui fornitori esterni. La Denso punta a realizzarne 100 mila al giorno nei suoi vari impianti, la Toyota Boshoku 1.500, a Kariya, e 12 mila a Sanage. Un progetto analogo è al vaglio della Aisin Seiki, della Daihatsu Motor e della Hino Motors. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TOYOTA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-07 09:08:47 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/noleggio/2020/04/06/coronavirus_le_iniziative_di_arval_italai_per_l_emergenza/gallery/rbig/2020_Arval_sede_scandicci.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30202 Coronavirus - Le iniziative di Arval Italia per lemergenza http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30202&tipo=fv Anche ARVAL ITALIA [1] scende in campo per sostenere la lotta al CORONAVIRUS [2]. Lo fa sia attraverso una donazione di 100.000 euro riservata a enti e associazioni operanti nei territori in cui lavora la maggior parte dei suoi collaboratori, sia fornendo gratuitamente 55 veicoli della propria flotta fra le onlus del volontariato, le aziende sanitarie locali, gli operatori e le società attive nel settore medicale. LIMPEGNO SUL TERRITORIO. In Lombardia, dove la società francese è presente con la sede di Assago (MI), che ospita più di 500 persone, Arval Italia sostiene il fondo "Regione Lombardia-Sostegno emergenza Coronavirus" e la Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia. In Toscana, invece, dove si trova il suo headquarter, nel comune di Scandicci (FI) lazienda ha scelto di contribuire al fondo comunale "Emergenza Covid-19 Io dono, tu doni, noi vinciamo". Le quote così raccolte saranno utilizzate per lacquisto di attrezzature per la terapia intensiva allOspedale San Giovanni di Dio di Firenze, e alliniziativa dei servizi avviati a supporto di famiglie e persone considerate socialmente deboli da parte della Compagnia di pubblica assistenza Humanitas. Oltre a queste attività collegate al territorio, Arval Italia ha contribuito alla donazione di 500.000 euro effettuata dal Gruppo BNP Paribas a favore della Croce Rossa Italiana. #backontrack [3] Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ARVAL_ITALIA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [3] https://www.quattroruote.it/tags/backontrack 2020-04-06 20:05:30 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/06/coronavirus_le_iniziative_del_gruppo_mahindra_a_sostegno_dell_india/gallery/rbig/2019-Mahindra-XUV500-74.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30201 Mahindra - Le iniziative del gruppo a sostegno dellIndia nella pandemia http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30201&tipo=fv Il gruppo Mahindra ha annunciato una serie di iniziative per aiutare lIndia ad affrontare lemergenza sanitaria legata al CORONAVIRUS [1]. Si va dallutilizzo degli impianti produttivi e del know-how industriale del gruppo per la produzione di ventilatori polmonari alle donazioni in favore di chi è in difficoltà, passando per luso di proprietà alberghiere come temporanee strutture di assistenza. LAVORO DI SQUADRA. Per produrre ventilatori polmonari nel minor tempo possibile, la Casa sta cooperando con due grandi imprese pubbliche indiane nel settore medicale, aiutandole a semplificare la progettazione e la produzione su vasta scala; allo stesso tempo, la Mahindra sta lavorando autonomamente su un prototipo pronto per lapprovazione, che una volta deliberato sarà messo a disposizione di tutti per essere fabbricato. LO STIPENDIO ALLE IMPRESE IN SOFFERENZA. Il presidente del gruppo, Anand Mahindra, ha poi annunciato la propria decisione di creare, attraverso lomonima Fondazione, un fondo che assisterà le realtà più colpite, sia tra le piccole imprese sia tra i lavoratori autonomi, dalle conseguenze della pandemia. Limprenditore devolverà al fondo lintero stipendio, e ha già invitato alcuni colleghi e manager a fare altrettanto. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-06 18:39:49 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/06/coronavirus_dal_gruppo_bmw_veicoli_donazioni_e_mascherine/gallery/rbig/2020-bmw-001.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30200 BMW - Dal gruppo tedesco veicoli, donazioni e mascherine per combattere il coronavirus http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30200&tipo=fv Il gruppo BMW [1] ha varato diverse iniziative per contribuire alla lotta alla pandemia del CORONAVIRUS [2]. Per esempio, per garantire la mobilità degli operatori medici, sono stati messi a disposizione di strutture sociali e sanitarie alcuni veicoli. INIZIATIVE ANCHE ALLESTERO. Inoltre, sia le sedi tedesche sia quelle internazionali del gruppo stanno aiutando le istituzioni attraverso donazioni di beni e materiali, come mascherine e disinfettanti. Lazienda bavarese lavora poi a stretto contatto con la sua rete globale di fornitori per procurarsi attrezzature mediche in tempi rapidi e sta valutando lipotesi di iniziare a produrre direttamente maschere protettive. SUPPORTO A CONCESSIONARI E CLIENTI. Allordine del giorno ci sono anche misure specifiche per supportare i concessionari e i clienti. Tra queste figurano lestensione delle garanzie e degli intervalli di manutenzione, nonché servizi di officina, ma solo quelli consentiti dalle disposizioni demergenza adottate in ogni Paese. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/AUDI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-06 18:36:00 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/06/coronavirus_dalla_dallara_un_progetto_per_stampare_in_3d_valvole_per_respiratori/gallery/rbig/2020-Dallara.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30199 Coronavirus - Dallara: un progetto per stampare in 3D valvole per respiratori http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30199&tipo=fv La Dallara Automobili ha avviato una collaborazione con lOspedale di Parma per realizzare una maschera C-pap (un respiratore non invasivo) a basso costo. Il dispositivo si basa sullintuizione del dottor Roberto Favero, ex primario dellOspedale di Gardone Val Trompia (Bescia), che ha trasformato una maschera da snorkeling in un respiratore grazie alle valvole prodotte tramite la stampa in 3D dalla startup Issinova. PROGETTO OPEN-SOURCE. La società di engineering di Varano de Melegari, in seguito a una apposita richiesta giunta al fondatore e presidente Giampaolo Dallara, è andata oltre lintuizione del medico bresciano. Gratuitamente, e secondo una logica open source, sono stati messi a disposizione di chiunque abbia una semplice stampante 3D ad uso domestico i disegni Cad e le istruzioni per realizzare il dispositivo (QUI IL LINK PER IL DOWNLOAD [1]). In questo modo è possibile stampare la valvola che consente di trasformare la maschera da snorkeling della Decathlon in un respiratore non invasivo, utile per aiutare i pazienti affetti dal CORONAVIRUS [2] che non richiedono intubazione. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.DALLARA.IT/IT/NEWS/NEWS/LOTTA%20AL%20COVID [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-06 17:41:55 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/06/coronavirus_lamborghini_dopo_le_mascherine_il_toro_ridefinira_le_priorita_/gallery/rbig/2020-Lamborghini-1.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30198 Lamborghini - Limpegno per le mascherine non ferma lo sviluppo del prodotto http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30198&tipo=fv Dopo anni di crescita inarrestabile, coronati dalle 8.205 auto vendute nel 2019 tra Urus, Huracàn e Aventador, anche il Toro si prende una pausa. Obbligata, naturalmente. Dalla produzione di supercar, certo, ma non da quella di beni di prima necessità ai tempi del CORONAVIRUS [1]. La_ _LAMBORGHINI [2], mettendosi in prima linea nella lotta contro la pandemia, ha infatti riconvertito alcuni reparti dello stabilimento di SantAgata Bolognese per produrre mascherine chirurgiche e visiere protettive da destinare al Policlinico SantOrsola-Malpighi di Bologna. La fabbricazione dei dispositivi di protezione, al ritmo di mille al giorno, è stata affidata a un gruppo di operatrici e operatori della selleria, il reparto dedicato alla realizzazione degli interni e delle personalizzazioni della gamma. E così, una ventina di volontari sono rientrati nella fabbrica chiusa, su un totale di circa 1.800 lavoratori che al momento, come gran parte dei colleghi in tutta Italia, sono divisi tra smart working e ferie. Intanto, in segno di unità e sostegno a tutti coloro che stanno vivendo lemergenza, ogni sera la Casa illumina con il tricolore gli edifici del proprio stabilimento. HI-TECH AL SERVIZIO DEL BIOMEDICALE. Tra gli altri contributi della Lamborghini, non poteva mancare lutilizzo delle stampanti in 3D, utilizzate per i dettagli di carbonio e altri materiali delle supercar. In questo periodo, i macchinari saranno riconvertiti per realizzare visiere protettive di policarbonato, allinterno dello stabilimento di produzione compositi e nel reparto di Ricerca e Sviluppo. La produzione arriverà a 200 pezzi al giorno. Non è un caso: la Lamborghini vanta una storica collaborazione con lOspedale SantOrsola-Malpighi, sia per quanto riguarda la consulenza per la promozione dei programmi di tutela della salute delle persone, tramite professionisti del Policlinico, sia su progetti di ricerca, in particolare nel campo dellergonomia. RIDEFINIRE LAUTOMOTIVE. "Oggi per noi la priorità è la tutela del lavoro, dobbiamo essere prudenti negli investimenti e ridefinire le priorità, per essere incisivi sulle attività necessarie e posticipare quelle non necessarie", spiega il numero uno della Casa, Stefano Domenicali. "Il settore dellautomotive dovrà affrontare una crisi importante: mancherà la liquidità alle famiglie e questo farà slittare in avanti la propensione allacquisto. Gli investimenti nella elettrificazione, che hanno avuto unincidenza sul prezzo delle auto determinandone un incremento, potrebbero avere un freno. Questa crisi può allungare il periodo di avviamento dellelettrico allinterno del settore auto soprattutto nei segmenti bassi, per mancanza di risorse in capo alle famiglie". Ma a SantAgata non manca ottimismo, daltra parte ben motivato: sulle auto di super lusso il volano di riaccensione della richiesta sarà più veloce, dal momento che si rivolge a clienti particolari, più rapidi e nel recuperare, appena superata la crisi, la propensione allacquisto per pura passione. "Non cambierà il nostro piano industriale, ma cambieranno i tempi. Abbiamo un piano sviluppo prodotto ben definito, che rimarrà tale. Quello che potrà essere modificato sarà lorizzonte temporale dei lanci. Avrà senso ripartire con il lancio di prodotti nuovi quando il mercato sarà pronto ad accettarli", conclude Domenicali. "Dato che si tratta di prodotti emozionali dobbiamo capire il momento giusto per presentarli per massimizzarne la ricezione da parte dei nostri clienti". Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/tags/coronavirus [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/LAMBORGHINI 2020-04-06 17:15:58 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/04/06/audistream_tour_visite_guidate_virtuali_alla_fabbrica_di_ingolstadt/gallery/rbig/2020-audistream-tour-001.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30197 Audi - Visite guidate virtuali nella fabbrica di Ingolstadt http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30197&tipo=fv Se la VOLKSWAGEN [1] ha deciso di rendere visitabile, ricostruendolo digitalmente, lo stand mai nato del Salone di Ginevra, lAUDI [2] non è stata da meno. La Casa tedesca ha infatti potenziato il servizio gratuito AUDISTREAM TOUR, che offre visite guidate virtuali allinterno della fabbrica di Ingolstadt. Si tratta di una soluzione alternativa utile a intrattenere i clienti e gli appassionati durante il periodo di isolamento, ma anche di una forma innovativa di comunicazione, sperimentata già a partire dallo scorso novembre. COME FUNZIONA IL TOUR. Le persone interessate potranno collegarsi al sito WWW.AUDI.STREAM e selezionare lorario di prenotazione della visita a seconda delle loro preferenze. Nel corso dellesperienza, una guida esperta racconterà ai partecipanti come vengono svolti tutti i processi produttivi, con particolare riferimento ai modelli A3 e A4. Inoltre, non mancheranno video tecnici per favorire una fruizione più completa del servizio, con la possibilità di prendere parte in diretta a una sessione di domande per eventuali approfondimenti. I tour prevedono una durata di circa 20 minuti e sono disponibili in lingua inglese e in tedesco. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CURIOSITA/2020/04/03/VOLKSWAGEN_LO_STAND_DEL_SALONE_DI_GINEVRA_DIVENTA_VIRTUALE.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/AUDI 2020-04-06 16:44:10 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/viabilita/2020/04/06/coronavirus_stop_ai_pedaggi_per_gli_operatori_sanitari/gallery/rbig/autostrada-Pedemontana-2.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30196 Coronavirus - Autostrade, stop ai pedaggi per gli operatori sanitari http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30196&tipo=fv Autostrade e tangenziali gratuite per gli operatori sanitari impegnati nella lotta CORONAVIRUS [1]. Liniziativa, dintesa con il ministero dei Trasporti e coordinata dallAiscat, è stata varata dai principali gestori della rete viaria italiana, tra cui Autostrade per lItalia, Pedemontana e Serravalle, e sarà valida fino al termine del periodo di emergenza. COME FUNZIONA. Per usufruire dellesenzione, estesa anche associazioni di volontariato che operano per le medesime finalità, occorre inviare un modulo di autocertificazione (scaricabile dal sito dellAiscat o da quello dei gestori) allindirizzo agevolazionecovid19@aiscat.it (ma alcune concessionarie prevedono un indirizzo specifico per linvio, rintracciabile sul sito delle società). Nel modello è richiesto di specificare la tratta percorsa per lavoro (e quindi abbuonata). A chi utilizza un Telepass, i transiti in questione non verranno addebitati, oppure verranno stornati dal computo periodico. Lo stesso vale per il pagamento della Pedemontana con Conto Targa (se si è intestatari anche di un Telepass, vanno fatte due autocertificazioni). Il personale sanitario sprovvisto del dispositivo elettronico per il pedaggio, invece, dovrà dichiarare al casello di essere in viaggio per prestare servizio: a quel punto riceverà un rapporto di mancato pagamento da inviare allAiscat (sempre allo stesso indirizzo) insieme con lautocertificazione, per ottenere il beneficio. IL CASO SICILIANO. Le esenzioni (sempre con autocertificazione) sono state prolungate anche per le ambulanze e automediche. Nelle crisi sanitaria italiana dovuta alla pandemia del Covid-19 ci sono anche casi in cui tutti i cittadini, a prescindere dalla categoria lavorativa, non sono tenuti a pagare il casello: Il Cas (Consorzio autostrade siciliane) ha stabilito la sospensione totale del pedaggio per tutti gli utenti delle autostrade dellisola, dopo aver introdotto la misura per medici, infermieri e operatori del 118 e, in un secondo momento, per gli autotrasportatori. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-06 16:18:25 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/06/coronavirus_una_flotta_di_kia_per_la_spesa_a_domicilio/gallery/rbig/2020-kia-italia-kiama-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30195 Kia Italia - Coronavirus, la Casa offre una flotta per la spesa a domicilio http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30195&tipo=fv La KIA MOTORS ITALIA ha annunciato che metterà a disposizione degli italiani in difficoltà nel milanese una flotta di veicoli per la consegna della spesa a domicilio. Il progetto nasce in seguito alla proroga del lockdown al prossimo 13 aprile e si protrarrà fino a dopo Pasqua, rivolgendosi principalmente agli anziani over 65 e alle persone affette da disabilità rimaste isolate a causa dellemergenza del CORONAVIRUS. COME FUNZIONA. Il programma di solidarietà #ITALIAKIAMA, di cui la divisione italiana della Casa si è fatta promotrice, nasce dallidea della Young Digitals, nuova agenzia social della Kia, di sfruttare la piattaforma messa a disposizione da Supermercato24 con lausilio della Innocean Wolrdwide Italy, a sua volta in-house agency della Kia. Il costruttore coreano completa il programma fornendo, come accennato, una flotta di veicoli NIRO [1] e XCEED [2], affidati ai volontari del CSV di Milano. Il servizio avrà inizio a partire da mercoledì 8 aprile 2020 sul sito WWW.ITALIAKIAMA.IT, dal quale sarà possibile effettuare lordine tramite i numeri messi a disposizione dai Comuni di Milano e di Opera: il pagamento della spesa sarà a carico dellordinante, con la consegna invece completamente gratuita. LOBIETTIVO. Il progetto vede la collaborazione attiva anche delliniziativa Milano Aiuta e di altre associazioni, come la Fondazione Progetto Arca Onlus e la Uildm sezione di Milano: pur ricoprendo una superficie limitata, lobiettivo è quello di estendere il servizio al maggior numero possibili di capoluoghi italiani. La Kia, intanto, seguendo la linea tracciata dal GRUPPO TOYOTA [3] e, in Francia, dalla RENAULT [4], conferma in questo modo limpegno sempre più concreto del mondo automotive nellaiutare medici e cittadini ad affrontare lemergenza sanitaria. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/KIA/NIRO [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/KIA/XCEED [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/04/03/CORONAVIRUS_UNA_FLOTTA_DI_VEICOLI_DEL_GRUPPO_TOYOTA_A_DISPOSIZIONE_DELLA_CROCE_ROSSA_ITALIANA.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/04/01/CORONAVIRUS_RENAULT_1_300_VEICOLI_PER_PERSONALE_MEDICO_IN_FRANCIA.HTML 2020-04-06 15:49:37 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/04/06/colpi_fortunati_fiat_tipo_tempra_uno_e_alfa_33_sportwagon_trovate_nuove_in_argentina/gallery/rbig/1990s-Alfa-Romeo-33-Sportwagon-3.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30193 Colpi fortunati - Fiat Tipo, Tempra, Uno e Alfa 33 Sportwagon trovate nuove in Argentina http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30193&tipo=fv I soci di unazeinda specialista di elaborazioni e restauri argentina, la KASKOTE CALCOS [1], hanno fatto il colpo che tutti gli appassionati di auto vorrebbero fare almeno una volta nella vita: ritrovare automobili nuove abbandonate, esemplari per i quali il tempo si è fermato. A loro è riuscito entrando in quello che rimane della Ganza Sevel, quella che un tempo fu una grande concessionaria di Avellanda, nella regione di Buenos Aires. Qui, come incapsulate nel tempo, sono state riportate alla luce varie Fiat Tipo, Tempra, Uno e Duna in perfetto stato di conservazione. Esemplari mai immatricolati e non solo: oltre alle popolari Fiat, erano nascoste in un angolo anche una bellissima Alfa Romeo 33 Sportwagon e una Peugeot 405. MANNA PER COLLEZIONISTI. Dopo unaccurata pulizia, necessaria per togliere la polvere (e gli escrementi di uccelli) accumulata durante i decenni, le vetture hanno mostrato un ottimo stato di conservazione. Anche gli interni sono perfetti e, in qualche caso, si è potuto mantenere il cellophane di protezione, così come applicato in fabbrica. Siamo sicuri che gli appassionati di youngtimer farebbero la fila se mai Kaskote Calcos decidesse di mettere in vendita tutto questo ben di Dio: maggiori informazioni e foto sono reperibili sul profilo Instagram @KASKOTECALCOS [2]. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.INSTAGRAM.COM/KASKOTECALCOS/ [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.INSTAGRAM.COM/KASKOTECALCOS/ 2020-04-06 15:49:37 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/06/_acea_no_a_dazi_doganali_tra_europa_e_regno_unito/gallery/rbig/2020-brexit-auto-01.JPG http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30194 Brexit - Acea: "No ai dazi doganali tra Europa e Regno Unito" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30194&tipo=fv La crisi della pandemia del CORONAVIRUS [1] sta occupando lagenda delle diplomazie europee, ma per il futuro unaltra questione dovrà essere risolta nel più breve tempo possibile: I FUTURI RAPPORTI TRA IL REGNO UNITO E LUE [2]. In vista del nuovo round di negoziati tra Londra e Bruxelles, lAssociazione europea dei costruttori automobilistici (Acea) torna a far presente la propria posizione, chiedendo ancora una volta che uneventuale accordo escluda dazi doganali o ostacoli tecnici per gli scambi commerciali tra le due sponde della Manica. NO AI DAZI. Secondo lassociazione, lintesa deve, innanzitutto, "riflettere la natura profondamente integrata del settore automobilistico". Se non lo facesse, "non solo danneggerebbe gravemente lindustria e leconomia in generale, ma potrebbe anche ostacolare" le strategie di elettrificazione dei costruttori. Del resto basta, guardare i numeri: ogni anno gli scambi tra Unione Europea e Regno Unito riguardano quasi 3 milioni di autoveicoli per un valore di 54 miliardi di euro e componenti automobilistici per quasi 14 miliardi di euro. "Tenendo presente questa interdipendenza, è essenziale che un accordo di libero scambio e un flusso aperto di beni e servizi siano una pietra miliare dei negoziati in corso", afferma il direttore generale dellAcea, Eric-Mark Huitema. "Qualsiasi futuro accordo commerciale deve quindi combinare zero tariffe, regole di origine applicabili, requisiti doganali semplificati e garantire lassenza di ostacoli tecnici agli scambi". FOCUS SULLE BATTERIE. Le regole di origine dovrebbero, dunque, rispecchiare laltissimo livello di integrazione tra Europa e Gran Bretagna e una particolare attenzione dovrebbe essere riservata alle batterie per veicoli elettrici: questo alla luce della scarsa capacità produttiva sia nei Paesi Ue che oltre Manica. "Lo sviluppo e limplementazione di tecnologie per le batterie è una sfida fondamentale per lindustria automobilistica, ma è anche la chiave dellambiziosa agenda europea per il clima", spiega Huitema. "Le regole del futuro accordo commerciale non dovrebbero limitare la capacità dei produttori di introdurre sul mercato tecnologie a basse e zero emissioni". LAcea chiede anche normative non divergenti in materia di omologazioni, sicurezza, riduzione delle emissioni e guida autonoma. EVITARE LA CATASTROFE. "Il tempo stringe per questi complessi negoziati", avverte Huitema. "Siamo molto preoccupati che il restante tempo dellaccordo transitorio sia insufficiente, soprattutto vista lattuale crisi" del coronavirus. Senza un accordo e con la contestuale applicazione dei regolamenti dellOrganizzazione Mondiale del Commercio, leconomia europea andrebbe incontro a ulteriori tariffe doganali per circa 6 miliardi di euro. "Un simile esito sarebbe catastrofico per il settore automobilistico e per leconomia europea in generale e dovrebbe essere evitato a qualsiasi costo". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/FREEMIUM/2020/01/31/REGNO_UNITO_A_MEZZANOTTE_ADDIO_ALLA_UE_ECCO_I_RISCHI_PER_IL_SETTORE_AUTO.HTML 2020-04-06 15:49:37 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2020/04/06/formula_1_williams_personale_in_aspettativa_contro_la_crisi/gallery/rbig/2020-williams-racing.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30192 Formula 1 - Williams, personale in aspettativa contro la crisi http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30192&tipo=fv Siamo ancora nel pieno dellemergenza sanitaria del Covid-19, ma stiamo già vivendo i primi disastrosi effetti che questa pandemia avrà sulleconomia mondiale. Anche la Formula 1 subirà il contraccolpo e la WILLIAMS [1] è LA PRIMA DELLE SQUADRE CHE HA DECISO DI METTERE IN ASPETTATIVA UNA BUONA PARTE DEI SUOI DIPENDENTI, per fronteggiare la crisi economica. Una soluzione che molti altri stanno per seguire. UNA SCELTA DELICATA. Per il momento, la F.1 ha dovuto rinunciare ai primi sette Gran Premi e non è ancora chiaro se e quando si potrà dare il via al campionato. Più corto sarà il calendario, meno introiti avranno le squadre dai diritti tv e dai montepremi: una situazione che potrebbe portare a una vera e propria crisi, soprattutto per le squadre più piccole. Nella nota diffusa alla stampa da parte, si legge: "A causa dellemergenza legata al Coronavirus, la Williams Racing ha posto in aspettativa un buon numero di dipendenti, nellambito di una più ampia serie di misure per la riduzione dei costi. Il periodo di aspettativa durerà fino alla fine di maggio, mentre il senior management e i nostri piloti hanno accettato una decurtazione del 20% a partire dal primo aprile. Queste decisioni non sono state facili da prendere, tuttavia il nostro obiettivo è proteggere il lavoro del nostro staff a Grove e garantire che possano tornare a tempo pieno quando la situazione lo consentirà". ALCUNI TEAM RISCHIANO IL COLLASSO. Zak Brown, ceo della McLaren, aveva già lanciato lallarme nei giorni scorsi, affermando che occorre abbassare ulteriormente il limite di budget se la Formula 1 vuole mantenere dieci squadre sulla griglia di partenza per gli anni a venire. "Questo è un periodo potenzialmente devastante per i team. Almeno un paio potrebbero non farcela di fronte a questa situazione. Questo è un momento molto delicato. Serve abbassare ancora il budget cap per le prossime stagioni e la maggioranza delle squadre potrebbe essere daccordo a rivedere al ribasso il limite di 150 milioni di dollari a stagione". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/FORMULA1/F1/TEAM.SHTML?WILLIAMS_20459 2020-04-06 15:49:37 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2020/04/06/usato_marzo_in_rosso_perdita_del_59_5_rispetto_al_2019/gallery/rbig/Mercato-usato.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30191 Coronavirus - Marzo in rosso anche per lusato: -59,5% http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30191&tipo=fv Dopo il prevedibile tonfo del mercato del nuovo (-85%), lemergenza CORONAVIRUS [1] fa registrare una decisa flessione anche allusato. Secondo i dati diffusi dallAci, a marzo i passaggi di proprietà dei veicoli hanno sono cinfatti alati del 59,5% rispetto allo stesso mese del 2019. Se si guarda alle sole autovetture, il dato si ferma, si fa per dire, al 59,1%. Per i motocicli, la perdita è stata del 66,1%. RADIAZIONI A PICCO. In decisa contrazione risultano anche le radiazioni di autovetture. Nel mese di marzo sono scese del 52,8% Curioso che, osservando il tasso di sostituzione delle auto, il numero di radiazioni ha superato a marzo quello delle immatricolazioni: ogni 100 auto iscritte al Pra, ne sono state radiate 119, portando a 0,92 il tasso complessivo di sostituzione nel primo trimestre dellanno. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-06 15:22:14 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/06/coronavirus_skoda_l_ad_bernhard_maier_servono_misure_europee_giusto_discutere_di_eurobond/gallery/rbig/2020-bernhard-maier-skoda-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30190 Skoda - Lad Bernhard Maier: "Servono misure europee, giusto discutere di Eurobond" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30190&tipo=fv Arrivano conferme sulle richieste, AVANZATE DAI COLOSSI DELLAUTO TEDESCHI AL CANCELLIERE ANGELA MERKEL [1], di interventi europei per risolvere la crisi del CORONAVIRUS [2]. "Ora è ancora più importante avere una coesione paneuropea in modo da poter tornare in pista dopo la crisi. Penso che sia giusto, ad esempio, discutere di Eurobond o di misure alternative che rafforzino la nostra Unione Europea nel lungo termine", ha detto Bernhard Maier, amministratore delegato della Skoda. "Noi facciamo parte di un gruppo attivo a livello globale che ha le sue radici in Germania e in Europa. Sono convinto che unEuropa forte e unita sia indispensabile per la nostra economia". SERVE COORDINAMENTO. "Leconomia globale è stata gravemente colpita" dalla pandemia, ha spiegato Maier. "Nessuno può ancora stimare con precisione gli effetti: saranno più forti rispetto a quelli delle crisi degli ultimi decenni. Più la vita pubblica e leconomia sono sospese, maggiore è il rischio che la prosperità che abbiamo costruito negli ultimi anni venga distrutta. Ecco perché lunico modo per superare questa sfida insieme è uno sforzo internazionale coordinato. La solidarietà di cui abbiamo bisogno per compensare il danno causato dovrà essere persino maggiore di quanto non sia ora". LIMPATTO SULLA SKODA. Al momento la Skoda ha disposto la sospensione delle attività produttive fino al 20 aprile a causa della chiusura delle concessionarie e delle interruzioni nella catena delle forniture. Secondo il manager tedesco, anche per le riaperture serve un approccio europeo: "Anche se dovessimo avviare la nostra produzione ora, mancherebbero componenti importanti, ad esempio dai fornitori dellEuropa meridionale. Dati gli stretti legami tra produttori e fornitori, il riavvio della produzione dovrebbe essere pianificato su base paneuropea". Di certo lattuale situazione sta generando gravissime conseguenze. A causa del crollo della domanda, la Casa della Freccia alata sta registrando "pochissime entrate", mentre i costi fissi "non si sono arrestati". Si tratta, in sostanza, di un "enorme peso da sopportare", ha detto Maier. Comunque, almeno per il momento è difficile fornire stime precise sulle conseguenze finanziarie della pandemia. " troppo presto" per dare indicazioni di massima, ha affermato Maier, sottolineando come la Skoda disponga di "liquidità sufficiente". Tuttavia "ogni macchina che non sta uscendo dalla linea di produzione in questo momento ci sta facendo del male. Da anni produciamo al nostro limite di capacità. Ecco perché, sfortunatamente, non saremo probabilmente in grado di compensare completamente le perdite di produzione questanno. Una ragione in più per sperare che la pandemia di coronavirus possa essere contenuta il più rapidamente possibile". FIDUCIA NELLA RIPRESA. Maier non è comunque pessimista: "Con il nostro portafoglio di modelli allavanguardia e completo, saremo in unottima posizione non appena riapriranno i saloni, la vita pubblica tornerà alla normalità e leconomia riprenderà. Nonostante lattuale situazione difficile, sono fiducioso nel fatto che la nostra azienda riemergerà più forte". Del resto, la Skoda, oltre ad affrontare lattuale emergenza, si sta anche preparando per il futuro. "Stiamo lavorando su vari scenari in modo da essere pronti per tutte le eventualità. Sulla base delle precedenti crisi sanitarie, uno di quelli possibili è descritto dagli esperti come uno scenario a V", ha spiegato il numero uno della Casa boema. "Secondo questa previsione, ci troveremo di fronte a un grave crollo nel breve termine, ma ne usciremo rapidamente e anche più forti. Attualmente stiamo vedendo i primi segnali di un quadro del genere in Cina". NON SI PRIVILEGI LINTERESSE NAZIONALE. "Sono convinto" ha poi proseguito Bernhard Maier "che possiamo riscontrare questo quadro anche in Europa, con le giuste misure di protezione per le persone, ma soprattutto con il giusto atteggiamento. Sono lieto che molti Paesi dellUnione Europea stiano già discutendo di misure di rilancio per il post-crisi. Secondo il manager tedesco, questo è lunico modo per rendere plausibile lo scenario a V. Cè molto in gioco. Le nazioni che agiscono nel proprio interesse non sono sul percorso per raggiungere quel necessario equilibrio tra umanità, moralità ed economia che è il fondamento della vita". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/04/06/CORONAVIRUS_LE_CASE_AUTO_TEDESCHE_SENZA_LA_COMPONENTISTICA_ITALIANA_NON_SI_RIPARTE.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-06 14:23:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2020/04/06/tesla_model_s_nel_2020_la_versione_plaid_e_si_lavora_alla_chetaah_stance/gallery/rbig/2019-Tesla-Model-S-Plaid-2.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30189 Tesla Model S - Nel 2020 la versione Plaid e si lavora alla modalità "Cheetah" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30189&tipo=fv Lattesa versione Plaid della Tesla Model S sarà sul mercato alla fine del 2020. A confermarlo è Elon Musk, che ha fornito anche nuovi dettagli sulla futura variante top di gamma e trimotore della quattro porte, che offrirà prestazioni ancora superiori ai modelli attuali. SEMPLIFICAZIONI IN VISTA PER LA MODEL S PLAID. Il team tecnico della Tesla ha deciso di modificare il progetto dopo i test di sviluppo. La MODEL S PLAID [1] sarà quindi semplificata rispetto allidea originale, ma non sappiamo fino a che punto. Sappiamo, invece, che la Casa californiana vuole offrire una vettura capace di aggredire anche i cordoli di un circuito, dotata di una meccanica e di una aerodinamica profondamente rivista, partendo dalla base della Model S Performance e andando molto oltre quello è che appena stato fatto con il Track Package della MODEL 3 [2]. PARTENZA "DA GHEPARDO" PER IL CHEETAH MODE. In parallelo allo sviluppo della versione Plaid, la Tesla sta lavorando anche a una nuovo sistema di partenza assistita denominato Cheetah Mode per la Model S e la Model X. Rispetto al Launch Control attuale, la nuova modalità sfrutterà anche le sospensioni pneumatiche evolute di prossima introduzione con laggiornamento "Raven". Le vetture dotate dei nuovi componenti offriranno un maggiore comfort nella guida di tutti i giorni e una risposta più diretta e dinamica quando richiesto; ma la Cheetah Mode, ispirandosi alla natura, e nello specifico al ghepardo, permetterà anche alle Tesla di abbassare il frontale per prepararsi alla partenza e modificare la risposta degli ammortizzatori per massimizzare la trazione. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2019/10/16/TESLA_MODEL_S_RITORNO_AL_NURBURGRING_CON_UN_NUOVO_POWERTRAIN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/03/03/TESLA_MODEL_3_SULLA_PERFORMANCE_ARRIVA_IL_TRACK_PACKAGE.HTML 2020-04-06 14:23:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/06/coronavirus_skoda_l_ad_bernhard_maier_servono_misure_europee_giusto_discutere_di_eurobond/gallery/rbig/2020-bernhard-maier-skoda-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30188 Coronavirus - Skoda, lad Bernhard Maier: "Servono misure europee, giusto discutere di Eurobond" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30188&tipo=fv Arrivano conferme sulle richieste, AVANZATE DAI COLOSSI DELLAUTO TEDESCHI AL CANCELLIERE ANGELA MERKEL [1], di interventi europei per risolvere la crisi del CORONAVIRUS [2]. "Ora è ancora più importante avere una coesione paneuropea in modo da poter tornare in pista dopo la crisi. Penso che sia giusto, ad esempio, discutere di Eurobond o di misure alternative che rafforzino la nostra Unione Europea nel lungo termine", ha detto Bernhard Maier, amministratore delegato della Skoda. "Noi facciamo parte di un gruppo attivo a livello globale che ha le sue radici in Germania e in Europa. Sono convinto che unEuropa forte e unita sia indispensabile per la nostra economia". SERVE COORDINAMENTO. "Leconomia globale è stata gravemente colpita" dalla pandemia, ha spiegato Maier. "Nessuno può ancora stimare con precisione gli effetti: saranno più forti rispetto a quelli delle crisi degli ultimi decenni. Più la vita pubblica e leconomia sono sospese, maggiore è il rischio che la prosperità che abbiamo costruito negli ultimi anni venga distrutta. Ecco perché lunico modo per superare questa sfida insieme è uno sforzo internazionale coordinato. La solidarietà di cui abbiamo bisogno per compensare il danno causato dovrà essere persino maggiore di quanto non sia ora". LIMPATTO SULLA SKODA. Al momento la Skoda ha disposto la sospensione delle attività produttive fino al 20 aprile a causa della chiusura delle concessionarie e delle interruzioni nella catena delle forniture. Secondo il manager tedesco, anche per le riaperture serve un approccio europeo: "Anche se dovessimo avviare la nostra produzione ora, mancherebbero componenti importanti, ad esempio dai fornitori dellEuropa meridionale. Dati gli stretti legami tra produttori e fornitori, il riavvio della produzione dovrebbe essere pianificato su base paneuropea". Di certo lattuale situazione sta generando gravissime conseguenze. A causa del crollo della domanda, la Casa della Freccia alata sta registrando "pochissime entrate", mentre i costi fissi "non si sono arrestati". Si tratta, in sostanza, di un "enorme peso da sopportare", ha detto Maier. Comunque, almeno per il momento è difficile fornire stime precise sulle conseguenze finanziarie della pandemia. " troppo presto" per dare indicazioni di massima, ha affermato Maier, sottolineando come la Skoda disponga di "liquidità sufficiente". Tuttavia "ogni macchina che non sta uscendo dalla linea di produzione in questo momento ci sta facendo del male. Da anni produciamo al nostro limite di capacità. Ecco perché, sfortunatamente, non saremo probabilmente in grado di compensare completamente le perdite di produzione questanno. Una ragione in più per sperare che la pandemia di coronavirus possa essere contenuta il più rapidamente possibile". FIDUCIA NELLA RIPRESA. Maier non è comunque pessimista: "Con il nostro portafoglio di modelli allavanguardia e completo, saremo in unottima posizione non appena riapriranno i saloni, la vita pubblica tornerà alla normalità e leconomia riprenderà. Nonostante lattuale situazione difficile, sono fiducioso nel fatto che la nostra azienda riemergerà più forte". Del resto, la Skoda, oltre ad affrontare lattuale emergenza, si sta anche preparando per il futuro. "Stiamo lavorando su vari scenari in modo da essere pronti per tutte le eventualità. Sulla base delle precedenti crisi sanitarie, uno di quelli possibili è descritto dagli esperti come uno scenario a V", ha spiegato il numero uno della Casa boema. "Secondo questa previsione, ci troveremo di fronte a un grave crollo nel breve termine, ma ne usciremo rapidamente e anche più forti. Attualmente stiamo vedendo i primi segnali di un quadro del genere in Cina". NON SI PRIVILEGI LINTERESSE NAZIONALE. "Sono convinto" ha poi proseguito Bernhard Maier "che possiamo riscontrare questo quadro anche in Europa, con le giuste misure di protezione per le persone, ma soprattutto con il giusto atteggiamento. Sono lieto che molti Paesi dellUnione Europea stiano già discutendo di misure di rilancio per il post-crisi. Secondo il manager tedesco, questo è lunico modo per rendere plausibile lo scenario a V. Cè molto in gioco. Le nazioni che agiscono nel proprio interesse non sono sul percorso per raggiungere quel necessario equilibrio tra umanità, moralità ed economia che è il fondamento della vita". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/04/06/CORONAVIRUS_LE_CASE_AUTO_TEDESCHE_SENZA_LA_COMPONENTISTICA_ITALIANA_NON_SI_RIPARTE.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-06 13:53:01 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/06/coronavirus_pirelli_backontrack/gallery/rbig/2020-Pirelli-2.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30185 Pirelli - Riorganizzarsi a ruota: si punta sul dopo Pasqua http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30185&tipo=fv "Prevediamo la riapertura progressiva degli impianti dopo Pasqua". questa la promessa che Marco Tronchetti Provera, vicepresidente esecutivo della Pirelli, spera di poter mantenere nelle prossime settimane per i 15 siti produttivi sparsi fra Italia, Europa, Nord e Sud America. Lo stop alla produzione dei pneumatici, partito dal nostro Paese, è esteso in tutte le fabbriche del gruppo: man mano che la pandemia del CORONAVIRUS [1] si allargava, anche i carmaker fermavano le loro linee di montaggio. Nei due impianti italiani, Settimo Torinese e Bollate, il semaforo è rosso dal 22 marzo, e coinvolge la quasi totalità dei 3.247 lavoratori e impiegati, compresi quelli del quartiere milanese della Bicocca. Molti lavorano in modalità smart working: si tratta di una parte dei 400 tecnici del reparto Ricerca e sviluppo, oltre ai colletti bianchi dellheadquarter meneghino. Opposta la situazione in Cina, "dove sono operativi i nostri tre stabilimenti", ha spiegato ai media internazionali Tronchetti Provera. Si tratta di tre grandi fabbriche, situate a oltre 600 chilometri da Wuhan, da dove la pandemia era partita. A Yanzhou la produzione riguarda pneumatici per auto e moto, mentre a Jiaozuo e Shenzhou si realizzano, già a buon ritmo, pneumatici per autovetture. F.1 E CALENDARIO RINVIATI. Da quando, nella seconda settimana di marzo, un dipendente era risultato positivo al virus nello stabilimento di Settimo Torinese, Pirelli aveva deciso "di rallentare la produzione" ammettendo in fabbrica solo "un numero molto ridotto di persone per garantire condizioni sanitarie di massima sicurezza". Nel frattempo, il gruppo ha avviato la completa sanificazione dello stabilimento e delle aree di lavoro. Da allora, a tutti gli addetti è stata data in dotazione la mascherina e viene misurata la temperatura corporea prima dellingresso nellimpianto, mentre linfermeria è stata potenziata. Il decreto governativo del 20 marzo, che ha fermato le attività non necessarie, ha poi determinato la chiusura di Settimo Torinese, dove nel frattempo era emerso un secondo soggetto positivo, e di Bollate, anche se qui non si erano registrati casi. Pure nel team che partecipa al Mondiale di F.1 cè stata una positività, emersa a Melbourne, dove si sarebbe dovuta disputare la prima gara della stagione 2020. Le autorità sanitarie australiane avevano verificato che laddetto non avesse avuto contatti che richiedessero ladozione di misure sanitarie preventive nei confronti di terzi. Da allora, la divisione Pirelli F.1, che fornisce i pneumatici a tutte le squadre del Circus, è rientrata a Milano e continua lattività di sviluppo e adattamento alle esigenze di una stagione molto diversa dal previsto e che, quando si tornerà in pista, seguirà un calendario rivoluzionato e prolungato, con condizioni meteo mai affrontate e gomme totalmente da progettare e mettere a punto. Sempre per lemergenza pandemia, alla Pirelli si è deciso di ANNULLARE LA REALIZZAZIONE DEL FAMOSO CALENDARIO [2], donando per conseguenza 100 mila euro a favore della lotta e della ricerca contro il coronavirus. Ma "the Cal", come chiamano il progetto alla Bicocca, tornerà: "Ci rimetteremo al lavoro al momento giusto, assieme a coloro che erano al nostro fianco", ha assicurato Tronchetti Provera. Intanto, al lavoro sul desktop si metteranno dai prossimi giorni le maestranze della rete dei rivenditori e della forza vendita: per chi è a casa la multinazionale ha lanciato un nuovo pacchetto di iniziative di formazione virtuale e sessioni di formazione online. SOLIDARIETà A TUTTO TONDO. A supporto dellemergenza Covid-19 si sono mossi anche i dipendenti italiani, che hanno donato 7.000 ore lavorative al programma "Insieme per lItalia, insieme per la ricerca". Il controvalore, circa 220 mila euro, è stato raddoppiato dalla società, e la somma è stata versata allospedale Luigi Sacco, uno dei più oberati ed efficaci centri di cura della Lombardia. Altri contributi per lemergenza, per oltre 300 mila euro, erano stati stanziati da Camfin e dalla Fondazione Silvio Tronchetti Provera. Linsieme di questi fondi sono stati utilizzati per lacquisto di dispositivi per gestire linsufficienza respiratoria dei pazienti critici, per rafforzare il livello di sicurezza delle attività di assistenza e per contribuire alla ricerca. Infine, in collaborazione con la Regione Lombardia, il costruttore ha fornito 65 dispositivi per la ventilazione assistita in terapia intensiva, 5 mila tute per utilizzo sanitario e 20 mila mascherine. LAPPEAL NON CALA. Nonostante la crisi globale, Pirelli continua a catturare linteresse di investitori di tutto il mondo. Ancora fresca è la notizia dellacquisto di UNA QUOTA DEL 2,4% DA PARTE DELLA BREMBO [3] e del suo patron, Alberto Bombassei. Ancora più pesante linvestimento fatto da Yishun Niu, miliardario cinese fondatore della Hixih Rubber Industry Group, già partner di Pirelli dal 2005 con una joint venture che gestisce limpianto di Shenzhou: ha acquisito la partecipazione del 5,19%. Si muovono anche i cinesi di Crc, che già sono gli azionisti del gruppo milanese, che si sono rafforzati al 46% del capitale, acquistando nellultima settimana, attraverso Marco Polo International, lo 0,5% dellazienda. Le premesse insomma, ci sono tutte per una ripartenza in grande stile. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2020/03/25/CORONAVIRUS_ANNULLAMENTO_PROGETTO_CALENDARIO_PIRELLI_2021.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/31/BREMBO_L_AZIENDA_BERGAMASCA_ACQUISISCE_IL_2_43_DEL_CAPITALE_DELLA_PIRELLI.HTML 2020-04-06 12:50:46 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/06/coronavirus_tesla_ecco_il_prototipo_del_ventilatore_polmonare_video/gallery/rbig/2020-tesla-ventilatore-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30187 Tesla - Ecco il prototipo del ventilatore polmonare - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30187&tipo=fv La TESLA [1] sfrutta ancora una volta le potenzialità delle nuove tecnologie per dimostrare i progressi finora raggiunti nello sviluppo di ventilatori polmonari. I suoi ingegneri hanno pubblicato, sul canale YouTube della Casa californiana, un video in cui mostrano il primo prototipo del dispositivo medico da loro costruito: uno strumento essenziale nella lotta contro il CORONAVIRUS [2]. PRODOTTO CON COMPONENTI AUTO. Il progetto fa ampio ricorso a componenti automobilistiche, e questo consente alla Tesla sia di sfruttare le attuali scorte di magazzino sia di produrre rapidamente i ventilatori. Si tratta, comunque, solo di un prototipo e al momento non è chiaro quando lazienda americana riuscirà a fare partire la produzione di massa. "Cè ancora molto lavoro da fare", ammette uno degli ingegneri, "ma stiamo facendo del nostro meglio". La produzione dei ventilatori polmonari dovrebbe avvenire innanzitutto nella fabbrica di pannelli fotovoltaici di Buffalo, vicino a New York, che lamministratore delegato Elon Musk intende riaprire appena possibile per avviare lassemblaggio dei dispositivi medici e la distribuzione gratuita ai nosocomi delle regioni nelle quali la Tesla ha attivo un servizio di consegna diretta dei propri veicoli ai clienti. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TESLA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-06 12:50:46 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/03/coronavirus_fca_dai_v6_dei_ram_ai_ventilatori_polmonari/gallery/rbig/2020-FCA-2.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30186 Gruppo FCA - Dai V6 dei RAM ai ventilatori polmonari http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30186&tipo=fv Nel cuore dellEmilia, dove fino a pochi giorni fa si producevano i possenti V6 per i RAM, i giganteschi pick-up americani, ora si sfruttano alcuni dei loro componenti per produrre a pieno ritmo i ventilatori polmonari, diventati autentici salvavita nellemergenza del CORONAVIRUS [1]. Nello stabilimento Powertrain di Cento in provincia di Ferrara, i tecnici FCA sono riusciti a riaprire almeno la parte dei laboratori per "inventarsi" la soluzione ideale e COLLABORARE CON LA SIARE ENGINEERING [2], azienda bolognese diventata famosa dopo lesplosione dellepidemia, in quanto unico produttore italiano di ventilatori per la terapia intensiva. La Siare, con i suoi 35 dipendenti, può contare sullaiuto di 30 tecnici militari, ma per puntare al raddoppio della sua produzione, in breve tempo, potrà beneficiare del know-how di FCA: in particolare, il costruttore ha già sviluppato un ingegnoso accrocchio di una trentina di valvole elettroidrauliche assemblate in una scatola delle dimensioni di una tastiera da PC, da inviare direttamente allimpianto di Crespellano-Valsamoggia, con lobiettivo di realizzare 4.000 ventilatori in pochi mesi. La Ferrari, inoltre, sarà di supporto per la gestione dei fornitori in loco. LOW PROFILE. Quello dei ventilatori di Cento, realizzati sulle linee dei motori del RAM, è solo lesempio più eclatante di come la FCA si sia messa a testa bassa a cercare soluzioni. I cancelli degli stabilimenti saranno sì chiusi, e fa impressione passare davanti allo storico ingresso 2 di Mirafiori, quello degli operai, in corso Tazzoli, a Torino, ora silenzioso e vuoto, o al 5, davanti alla palazzina degli uffici (un po di viavai si intravede al 7, quello di servizio, dove passano gli addetti alla sicurezza e i manutentori degli apparati, che comunque non possono fermarsi). Eppure dentro, dietro il silenzio, scelto anche dallazienda in onore al carattere piemontese, al suo low profile, ci sono molte altre iniziative da raccontare. E che lad Mike Manley preferisce illustrare ai suoi collaboratori e dipendenti, con una email settimanale. Come quella che lo riguarda personalmente, in cui si dimezza lo stipendio per tre mesi e annuncia che il presidente JOHN ELKANN E TUTTO IL BOARD RINUNCERANNO AI PROPRI COMPENSI [3] fino alla fine del 2020. Gesti che si sommano a quello di tutta la famiglia Agnelli, che ha disposto un contributo di 10 milioni di euro a beneficio della Protezione civile, per far fronte allemergenza a livello nazionale. Dal canto loro, Exor e le sue controllate FCA, Ferrari e CNH Industrial (alle quali si sono aggiunte anche Ermenegildo Zegna e Fondazione Pesenti), hanno acquistato con laiuto dei loro fornitori esteri, in Asia, 150 respiratori oltre a materiale medico e sanitario. Mentre scriviamo (nei primi giorni di aprile), dovrebbe essere atterrato laereo con i dispositivi che saranno consegnati nei prossimi giorni, non appena sbrigati i controlli doganali. UN AIUTO PER LA WORKING CLASS. Negli Usa, quel pasto per i bambini in età scolare, offerto da FCA per i figli dei dipendenti delle fabbriche locali, potrà suonare poco comprensibile. Ma è fondamentale, ci assicurano i colleghi e corrispondenti dagli States. Perché, con le scuole chiuse per il lockdown, migliaia di bambini delle fasce più deboli non possono più nemmeno contare sul cibo della mensa scolastica. Limpegno della FCA è di fornire un milione di pasti per gli allievi di istituti legati agli impianti di Illinois, Indiana, Michigan e Ohio. Intanto, in Italia, la società di noleggio a lungo termine LEASYS (FCA BANK) METTE A DISPOSIZIONE DELLA CROCE ROSSA ITALIANA [4] e altre associazioni di volontariato una flotta di mezzi per la distribuzione di alimenti e medicinali nelle città italiane a malati, anziani e a persone bisognose di assistenza. MASCHERE CINESI. Oltre ai sofisticati ventilatori, non potevano mancare le semplici, ma fondamentali, MASCHERINE [5]. FCA sosterrà chi è in prima linea contro la pandemia di coronavirus producendo e donando oltre un milione di dispositivi al mese, che saranno inizialmente distribuiti a polizia, vigili del fuoco, personale ospedaliero e di case di cura. Le consegne cominceranno dal Nord America, mentre il Lingotto ha acquistato in Cina un primo lotto di 250 mila mascherine destinate allItalia. VENDITORI VIRTUALI. Nel frattempo, con le concessionarie chiuse, si passa dai mai davvero decollati preventivatori online ai contatti diretti, seppur virtuali, con venditori in carne ed ossa, CON GOOGLE HANGOUTS MEETS [6]. Dealer e clienti potranno comunicare senza che nessuno debba uscire di casa: basterà fissare un appuntamento telefonico, o via email, per ricevere un link di connessione, senza che sia necessario installare nulla. Naturalmente gli ordini raccolti serviranno a ripartire al meglio al termine di questa crisi. PRONTI A RIPARTIRE. Di decreto in decreto, non cè ancora nessuna certezza sulla data in cui i cancelli degli stabilimenti potranno riaprirsi, seppure per gradi. In attesa della metà di aprile, quando dovrebbe rimettersi in moto la LINEA DELLA JEEP COMPASS E DELLE IBRIDE [7] (Compass e Renegade) a Melfi, lasciando temporaneamente ferme, invece, quelle di Renegade con solo motore termico e Fiat 500X, si attende il via libera per riprendere la produzione e limitare le ricadute negative di questo periodo, per le quali si potranno fare i conti soltanto a fine anno. A scalpitare ci sono lo stabilimento Sevel, ad Atessa (Chieti), abituato a viaggiare a pieno ritmo per la produzione di furgoni in joint venture con la PSA, ma anche lo stesso impianto di Mirafiori. Nel cuore di Torino, infatti, è ormai tutto pronto per il via alla produzione di serie della FIAT 500 ELETTRICA [8], previsto a giugno. E con la riapertura del cancello 2 di Mirafiori, quello degli storici operai della nostra motor town, forse potremo dire davvero che il peggio è passato. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/19/CORONAVIRUS_FCA_E_FERRARI_IN_AIUTO_ALLA_SIARE_PER_I_VENTILATORI_POLMONARI.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/31/CORONAVIRUS_ELKANN_RINUNCIA_AI_COMPENSI_DI_PRESIDENTE_FCA_PER_IL_2020.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NOLEGGIO/2020/03/20/CORONAVIRUS_MEZZI_TARGATI_LEASYS_PER_LA_CROCE_ROSSA_ITALIANA.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/23/CORONAVIRUS_FCA_PRODURRA_MASCHERINE_IN_ASIA.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/25/FCA_CONCESSIONARI_APPUNTAMENTI_GOOGLE_HANGOUTS_MEET.HTML [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/04/02/CORONAVIRUS_FCA_RINVIA_LE_RIAPERTURE_LO_STABILIMENTO_DI_MELFI_CHIUSO_FINO_AL_13_APRILE.HTML [8] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/03/03/NUOVA_FIAT_500_ELETTRICA_2020_PREZZO_AUTONOMIA_MOTORE_E_USCITA.HTML 2020-04-06 12:50:46 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/06/coronavirus_gm_chiede_aiuto_ai_fornitori_per_la_produzione_di_mascherine/gallery/rbig/2020-gm-mascherine-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30184 Coronavirus - GM chiede aiuto ai fornitori per fabbricare mascherine http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30184&tipo=fv La General Motors sta chiedendo ai propri fornitori un aiuto nella produzione di mascherine protettive per gli operatori sanitari in prima linea nella lotta contro i CORONAVIRUS [1]. In particolare, il responsabile acquisti e approvvigionamenti Shilpan Amin ha inviato un avviso per informare dellintenzione del gruppo di Detroit di mettere a disposizione delle aziende eventualmente interessate i propri programmi di produzione. LAVVISO. "Il nostro obiettivo finale è quello di ottenere più mascherine per le persone che ne hanno disperatamente bisogno", si legge nel messaggio rilanciato dalla Cnbc e inviato a 600 fornitori. Abbiamo anche compreso che sarebbe controproducente se GM - o qualsiasi altro produttore - fosse in competizione con aziende di mascherine mediche già operative. Rendendo disponibili i processi produttivi alla nostra base globale di fornitori, speriamo di facilitare gli sforzi di altre aziende per distribuire alla comunità più materiali, più dispositivi e, in definitiva, più mascherine". PRODUZIONE PRONTA A PARTIRE. La General Motors, intenzionata a fornire alle aziende specifiche dettagliate sui materiali e le attrezzature necessarie per il processo produttivo, ha già iniziato a testare la fabbricazione di mascherine di primo livello la scorsa settimana in uno dei suoi impianti di componentistica nei sobborghi di Detroit. La loro produzione è previsto inizi oggi a Warren, grazie al lavoro di una ventina di operai volontari. La GM ha in programma di produrne almeno 20 mila già pronte per la consegna entro mercoledì per arrivare a una capacità massima di 50 mila al giorno (1,5 milioni al mese). Il progetto è stato affidato a più di 30 ingegneri e tecnici impiegati soprattutto nelle attività legate alla progettazione e produzione di cinture di sicurezza e rivestimenti interni. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-06 10:57:29 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/03/24/cinema_suv_fuoristrada_e_pick_up_del_grande_schermo_foto_gallery/gallery/rbig/suv-fuoristrada-pick-up-cinema-foto-gallery-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30182 Cinema - Suv, fuoristrada e pick-up del grande schermo FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30182&tipo=fv Ormai da anni, i veicoli a ruote alte guadagnano sempre più quote di mercato a scapito delle più tradizionali carrozzerie. Eppure, sul grande schermo non vengono ancora celebrati come le sportive e altri veicoli dal baricentro più basso, nonostante siano da sempre impiegati davanti alle cineprese. Soprattutto i pick-up, da decenni tra i mezzi più venduti in Nord America e, non a caso, una presenza fissa nelle pellicole dOltreoceano, mentre le Suv, altra moda nata al di là dellAtlantico, sono addirittura apparse al cinema ancor prima di diventare un fenomeno planetario: un esempio è la Mercedes ML, per molti LA MADRE DI TUTTE LE SPORT UTILITY [1], impiegata nel sequel di Jurassic Park per poi fare incetta di ordini in tutto il mondo. La vettura della Stella è solo uno dei tanti esempi che abbiamo raccolto nella nostra galleria dimmagini, dove troverete una selezione di Suv, fuoristrada e pick-up del grande schermo. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/eventi/2017/10/13/mercedes_classe_m_la_madre_di_tutte_le_suv_compie_20_anni_foto_gallery.html 2020-04-06 10:31:10 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/06/coronavirus_hyundai_proroga_la_scadenza_della_garanzia_di_oltre_1_milione_di_veicoli/gallery/rbig/2018-Hyundai-Kona-Electric-044.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30183 Coronavirus - La Hyundai proroga la scadenza della garanzia http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30183&tipo=fv La HYUNDAI [1], per venire incontro ai suoi clienti nellattuale situazione di emergenza sanitaria globale, ha deciso di prorogare per un massimo di tre mesi la scadenza della garanzia. Lestensione copre oltre 1,21 milioni di veicoli venduti in 175 stati di tutto il mondo. GARANZIA IN SCADENZA. Liniziativa varia da Paese a Paese e riguarda in particolare i clienti con veicoli caratterizzati da una garanzia in scadenza tra marzo e giugno di questanno. "Il programma è volto a supportare i clienti Hyundai che potrebbero avere difficoltà a riparare i veicoli durante la PANDEMIA DEL COVID-19 [2]", ha spiegato la Casa coreana. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/HYUNDAI [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-06 10:31:10 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/06/coronavirus_pirelli_backontrack/gallery/rbig/2020-Pirelli-2.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30180 Coronavirus - Pirelli, riorganizzarsi a ruota: si punta sul dopo Pasqua http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30180&tipo=fv "Prevediamo la riapertura progressiva degli impianti dopo Pasqua". questa la promessa che Marco Tronchetti Provera, vicepresidente esecutivo della Pirelli, spera di poter mantenere nelle prossime settimane per i 15 siti produttivi sparsi fra Italia, Europa, Nord e Sud America. Lo stop alla produzione dei pneumatici, partito dal nostro Paese, è esteso in tutte le fabbriche del Gruppo: man mano che la pandemia del CORONAVIRUS [1] si allargava, anche i carmaker fermavano le loro linee di montaggio. Nei due impianti italiani, Settimo Torinese e Bollate, il semaforo è rosso dal 22 marzo, e coinvolge la quasi totalità dei 3.247 lavoratori e impiegati, compresi quelli del quartiere milanese della Bicocca. Molti lavorano in modalità smart working: si tratta di una parte dei 400 tecnici del reparto Ricerca e sviluppo, oltre ai colletti bianchi dellheadquarter meneghino. Opposta la situazione in Cina, "dove sono operativi i nostri tre stabilimenti", ha spiegato ai media internazionali Tronchetti Provera. Si tratta di tre grandi fabbriche, situate a oltre 600 chilometri da Wuhan, da dove la pandemia era partita. A Yanzhou la produzione riguarda pneumatici per auto e moto, mentre a Jiaozuo e Shenzhou si realizzano, già a buon ritmo, pneumatici per autovetture. F.1 E CALENDARIO RINVIATI. Da quando, nelle seconda settimana di marzo, un dipendente era risultato positivo al virus nello stabilimento di Settimo Torinese, Pirelli aveva deciso "di rallentare la produzione" ammettendo in fabbrica solo "un numero molto ridotto di persone per garantire condizioni sanitarie di massima sicurezza". Nel frattempo, il gruppo ha avviato la completa sanificazione dello stabilimento e delle aree di lavoro. Da allora, a tutti gli addetti è stata data in dotazione la mascherina, viene misurata la temperatura corporea prima dellingresso nellimpianto mentre linfermeria è stata potenziata. Il decreto governativo del 20 marzo, che ha fermato le attività non necessarie, ha poi determinato la chiusura di Settimo Torinese, dove nel frattempo era emerso un secondo soggetto positivo, e di Bollate, anche se qui non si erano registrati casi. Pure nel team che partecipa al Mondiale di F.1 cè stata una positività, emersa a Melbourne, dove si sarebbe dovuta disputare la prima gara della stagione 2020. Le autorità sanitarie australiane avevano verificato che laddetto non avesse avuto contatti che richiedessero ladozione di misure sanitarie preventive nei confronti di terzi. Da allora, la divisione Pirelli F.1, che fornisce i pneumatici a tutte le squadre del Circus, è rientrata a Milano e continua lattività di sviluppo e adattamento alle esigenze di una stagione molto diversa dal previsto e che, quando si tornerà in pista, seguirà un calendario rivoluzionato e prolungato, con condizioni meteo mai affrontate e gomme totalmente da progettare e mettere a punto. Sempre per lemergenza pandemia, alla Pirelli si è deciso di ANNULLARE LA REALIZZAZIONE DEL FAMOSO CALENDARIO [2], donando per conseguenza 100 mila euro a favore della lotta e della ricerca contro il coronavirus. Ma "the Cal", come chiamano il progetto alla Bicocca, tornerà: "Ci rimetteremo al lavoro al momento giusto, assieme a coloro che erano al nostro fianco", ha assicurato Tronchetti Provera. Intanto, al lavoro sul desktop si metteranno dai prossimi giorni le maestranze della rete dei rivenditori e della forza vendita: per chi è a casa la multinazionale ha lanciato un nuovo pacchetto di iniziative di formazione virtuale e sessioni di formazione online. SOLIDARIETà A TUTTO TONDO. A supporto dellemergenza Covid-19 si sono mossi anche i dipendenti italiani, che hanno donato 7.000 ore lavorative al programma "Insieme per lItalia, insieme per la ricerca". Il controvalore, circa 220 mila euro, è stato raddoppiato dalla società, e la somma è stata versata allospedale Luigi Sacco, uno dei più oberati ed efficaci centri di cura della Lombardia. Altri contributi per lemergenza, per oltre 300 mila euro, erano stati stanziati da Camfin e Fondazione Silvio Tronchetti Provera. Linsieme di questi fondi sono stati utilizzati per lacquisto di dispositivi per gestire linsufficienza respiratoria dei pazienti critici, per rafforzare il livello di sicurezza delle attività di assistenza e per contribuire alla ricerca. Infine, in collaborazione con la Regione Lombardia, il costruttore ha fornito 65 dispositivi per la ventilazione assistita in terapia intensiva, 5 mila tute per utilizzo sanitario e 20 mila mascherine. LAPPEAL NON CALA. Nonostante la crisi globale, Pirelli continua a catturare linteresse di investitori di tutto il mondo. Ancora fresca è la notizia dellacquisto di UNA QUOTA DEL 2,4% DA PARTE DELLA BREMBO [3] e dal suo patron, Alberto Bombassei. Ancora più pesante linvestimento fatto da Yishun Niu, miliardario cinese fondatore della Hixih Rubber Industry Group, già partner di Pirelli dal 2005 con una joint venture che gestisce limpianto di Shenzhou: ha acquisito la partecipazione del 5,19%. Si muovono anche i cinesi di Crc, che già sono gli azionisti del gruppo milanese, che si sono rafforzati al 46% del capitale, acquistando nellultima settimana, attraverso Marco Polo International, lo 0,5% dellazienda. Le premesse insomma, ci sono tutte per una ripartenza in grande stile. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2020/03/25/CORONAVIRUS_ANNULLAMENTO_PROGETTO_CALENDARIO_PIRELLI_2021.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/31/BREMBO_L_AZIENDA_BERGAMASCA_ACQUISISCE_IL_2_43_DEL_CAPITALE_DELLA_PIRELLI.HTML 2020-04-06 10:31:10 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/06/coronavirus_tesla_ecco_il_prototipo_del_ventilatore_polmonare_video/gallery/rbig/2020-tesla-ventilatore-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30181 Coronavirus - Tesla: ecco il prototipo del ventilatore polmonare - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30181&tipo=fv La TESLA [1] sfrutta ancora una volta le potenzialità delle nuove tecnologie per dimostrare i progressi finora raggiunti nello sviluppo di ventilatori polmonari. I suoi ingegneri hanno pubblicato, sul canale YouTube della Casa californiana, un video in cui mostrano il primo prototipo del dispositivo medico da loro costruito: uno strumento essenziale nella lotta contro il CORONAVIRUS [2]. PRODOTTO CON COMPONENTI AUTO. Il progetto fa ampio ricorso a componenti automobilistiche, e questo consente alla Tesla sia di sfruttare le attuali scorte di magazzino sia di produrre rapidamente i ventilatori. Si tratta, comunque, solo di un prototipo e al momento non è chiaro quando lazienda americana riuscirà a fare partire la produzione di massa. "Cè ancora molto lavoro da fare", ammette uno degli ingegneri, "ma stiamo facendo del nostro meglio". La produzione dei ventilatori polmonari dovrebbe avvenire innanzitutto nella fabbrica di pannelli fotovoltaici di Buffalo, vicino a New York, che lamministratore delegato Elon Musk intende riaprire appena possibile per avviare lassemblaggio dei dispositivi medici e la distribuzione gratuita ai nosocomi delle regioni nelle quali la Tesla ha attivo un servizio di consegna diretta dei propri veicoli ai clienti. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TESLA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-06 10:31:10 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2020/04/05/formula_1_leclerc_domina_il_virtual_gp_d_australia/gallery/rbig/2020-ferrari-leclerc.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30179 Formula 1 - Leclerc domina il Virtual GP dAustralia http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30179&tipo=fv CHARLES LECLERC [1] è stato il mattatore del VIRTUAL GRAND PRIX DAUSTRALIA, levento di Esport organizzato dalla Formula 1 per intrattenere gli appassionati in queste domeniche a motori spente. Il monegasco della Ferrari non ha praticamente avuto rivali e ha tagliato il traguardo con un netto vantaggio su Lundgaard, della Renault. Sul podio George Russell, con la Williams. GRANDI NOMI AL VIA. Dopo il primo esperimento di due settimane fa in Bahrain, la Formula 1 ha chiesto maggiore partecipazione ai piloti ufficiali per questi eventi virtuali e la risposta è stata positiva. Non a caso, il podio australiano è stato occupato da professionisti del volante che si sono cimentati alla guida delle monoposto virtuali di Formula 1, per una gara sul circuito dellAlbert Park di Melbourne. La Scuderia Ferrari ha schierato i fratelli Leclerc, con Charles che ha vinto e il più giovane Arthur che ha tagliato il traguardo in quarta posizione. Quinto ANTONIO GIOVINAZZI [2], con lAlfa Romeo. Il pilota pugliese ha preceduto la Mercedes di Stoffel Vandoorne e la Haas di Louis Deletraz. Gara sfortunata per Esteban Gutierrez (Mercedes) e Lando Norris (McLaren), che si sono ritirati a causa di problemi di connessione. SPETTACOLO ANCHE TRA I SIM-RACER. Subito dopo il Virtual GP si sono invece esibiti i sim racer professionisti, quelli del Mondiale F1 Esports. A vincere è stato lasso della Red Bull Racing, Rasmussen, davanti allitaliano della Ferrari - campione del mondo in carica - David Tonizza. Sul podio Floris Wijers con lAlfa Romeo. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/FORMULA1/F1/PILOTA.SHTML?LECLERC_CHARLES_543795 [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/FORMULA1/F1/PILOTA.SHTML?GIOVINAZZI_ANTONIO_542037 2020-04-05 23:54:55 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2020/04/02/benzina_aspirati_i_modelli_in_vendita_foto_gallery/gallery/rbig/01_fiat-500-star-2019-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30178 Benzina aspirati - I modelli in vendita - FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30178&tipo=fv Giunti al 2020, i motori a benzina sono tornati a primeggiare sul mercato rispetto a quelli diesel, ma oltre alla crescita delle varianti elettrificate siamo ormai abituati a parlare quasi sempre di propulsori turbocompressi. Lefficienza di queste unità, anche nelle cilindrate più piccole, le ha rese vincenti su gran parte dei modelli in commercio, eppure resistono ancora i motori aspirati, che talvolta sono utili anche per rimanere entro i limiti di legge imposti per i neopatentati. Se escludiamo le sportive dove gli alti regimi sono un segno distintivo, vedasi i V12 FERRARI [1], i V10 e V12 LAMBORGHINI [2] e i sei cilindri PORSCHE [3] delle GT3 e GT4, è curioso andare a scovare i benzina aspirati ancora presenti nei listini, spesso confinati a entry level della gamma e in grande deficit di potenza e coppia rispetto ai cugini turbo. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/FERRARI [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/LAMBORGHINI [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/PORSCHE 2020-04-05 11:01:24 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/04/03/le_grandi_interviste_piero_ferrari/gallery/rbig/2020-Piero-Ferrari-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30177 Le grandi interviste - Piero Ferrari: la nautica la mia seconda passione http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30177&tipo=fv La nostra rassegna LE GRANDI INTERVISTE, con cui vi riproponiamo integralmente i testi degli esclusivi colloqui che i nostri giornalisti hanno avuto nel corso degli anni con personaggi di spicco del mondo dellauto, continua con PIERO FERRARI, vicepresidente dellomonima CASA [1]. Nellestate del 2016 (lintervista di Carlo Di Giusto è stata pubblicata sul numero di luglio), il manager ci ha parlato della sua seconda passione dopo le automobili: la nautica. Nato a Castelvetro di Modena il 22 maggio 1945, Piero Ferrari è il figlio e lerede universale di Enzo Ferrari. Nel 1988 viene nominato vice presidente della Ferrari e dieci anni dopo assume il ruolo di presidente della della Piaggio Aero Industries, che manterrà fino al 2014. Nellaprile del 2016 entra nel gruppo Ferretti, azienda del cinese Weichai Group, con il 13,2% delle azioni. Ferrari, Ferretti: cè una curiosa assonanza nei nomi di queste famiglie emiliane. E, in effetti, oltre alle prime quattro lettere, cè anche altro. Che cosa? I motori. Soprattutto da quando, lo scorso aprile, lingegner Piero Ferrari ha rilevato il 13,2% del pacchetto azionario del gruppo Ferretti. Labbiamo incontrato a Milano. AUTOMOBILI, AEREI, ORA BARCHE: UN IMPRENDITORE SEMPRE TRA I MOTORI... Motori molto diversi, però. Quelli delle auto girano veloci; negli aerei ci sono le turbine, la cui leggerezza è il requisito principale. Nella nautica sono per lo più diesel, progettati per limpiego marino e per funzionare per molte ore di continuo sotto forti carichi. Le applicazioni sono diverse, ma hanno un comune denominatore nella tecnologia. LE BARCHE SONO ANCHE UNA SUA PASSIONE PERSONALE. CI RACCONTA COMè NATA? Prima, con mio padre, il 90% della mia giornata era dedicato alle competizioni, alla Formula 1: di tempo libero ne avevo poco. Dopo la sua scomparsa, mi sono occupato di altre cose Certo, ho sempre fatto un lavoro molto impegnativo in termini di tempo. Però ho scoperto che la barca ti permette quel distacco, quel riposo che non puoi avere in alcun altro luogo... forse soltanto facendo una passeggiata nei boschi. Il tempo trascorso in barca ti consente un recupero delle forze e di energia, molto maggiore. per questo che amo molto il mare: perché quando salgo in barca stacco con il resto, con la quotidianità. MA SUO PADRE NON AMAVA LE BARCHE? Non lo so se soffrisse di mal di mare Gli piaceva andare a pranzo al mare, gli piacevano i ristoranti di pesce e amava andarci di sabato e di domenica. Non faceva vacanze: per lui il lavoro era il suo hobby, e viceversa; quindi la sua vita era lì, tra Modena e Maranello. Nel periodo di ferie, in agosto, non era certo di buon umore MATERIALI, TECNICA, DESIGN: CI SONO PUNTI DI CONTATTO TRA NAUTICA E AUTOMOBILISMO? La priorità va ad altre esigenze: per esempio, è molto importante lidrodinamica, la parte immersa nellacqua, a contatto con il fluido, perché è quella che condiziona maggiormente le prestazioni della barca. Quello automobilistico e quello nautico sono mondi in cui ci può essere una grande contaminazione: i sistemi di calcolo, di simulazione della fluidodinamica sono molto simili. E spesso si usano gli stessi programmi. CHE COSA SI FA PER MIGLIORARE LEFFICIENZA E LIMITARE CONSUMI ED EMISSIONI? Le normative ci sono e altre stanno arrivando, sempre più stringenti, e riguardano tutto ciò che viene immesso nellambiente marino: qui le restrizioni sono veramente serie, importanti. E sono regole comuni a livello mondiale. Per le barche oltre una certa dimensione, tutti i sistemi di smaltimento in mare di qualsiasi tipo di rifiuto sono molto controllati. E anche ai motori vengono imposti limiti sulle emissioni. Il rispetto per lambiente sta facendo passi importanti anche nella nautica, è un tema che non si può ignorare. E comunque, al di là delle normative, si cerca di fare sempre meglio. COME SI PRESERVA IL MADE IN ITALY QUANDO I CAPITALI ARRIVANO DA COSì LONTANO? Penso che non sia un problema se le aziende hanno un profondo radicamento nella cultura, nello stile, nella tradizione e anche nella tecnologia italiana: noi non ci poniamo come Paese tecnologico, ma lo siamo stati e lo possiamo essere. Quello che sta succedendo in questa azienda, nella Ferretti, credo ne sia la dimostrazione: se non sbaglio, la Weichai è stata la prima società cinese a credere in unimpresa italiana e adesso sta cominciando a raccogliere i frutti del proprio investimento. Credo che, quando i capitali stranieri arrivano per sviluppare unazienda e un business, lItalia abbia molto da dare, in termini di cultura e anche di idee. CHE COSA SI ASPETTANO GLI INVESTITORI DA NOI? Non si devono aspettare ritorni a brevissimo, come fanno quelli finanziari. La Ferretti fa parte di un grosso conglomerato industriale. I nostri investitori sanno quali sono i tempi dellindustria: se non si aspettano i miracoli in tempi molto brevi, avranno successo. E il successo sta arrivando. Sono fiducioso. LARNO XI, LANTARES II, IL RIVA FERRARI 32: CI SARà MAI UN NUOVO MOTOSCAFO FERRARI? Lei ha citato degli esempi del nome Ferrari sullacqua del passato remoto e anche di un passato più recente. Passato remoto perché a quei tempi si usavano i motori automobilistici: non esistevano motori marini ad altissime prestazioni per le competizioni. Oggi, invece, ci sono propulsori progettati per le gare in acqua, quindi quelle collaborazioni non sono più proponibili. In tempi più recenti, cè stato il motoscafo Riva Ferrari 32, ne ho ancora uno che conservo con molto piacere: quello fu un esercizio di stile, di contenuti e di abbinamento di due famosi marchi italiani in due campi diversi, ma molto vicini. Questo magari è replicabile: non so come, non so quando, però si potrebbe fare. COME SE LO IMMAGINA, EVENTUALMENTE? Devessere molto bello e andare molto forte! Personalmente me ne comprerei uno. Lo posso fare anche solo per me, ma questo è un altro discorso Un marchio così forte, come Ferrari, è declinabile in altri settori del lusso? Non è facile, non è una sfida semplice: magari rischi di fare qualcosa che non va incontro alle aspettative del cliente. Cè STATA UNA DISCUSSIONE IN MERITO? COME FERRARI? In verità, no. Cè stato recentemente un articolo che parlava dellutilizzo del nostro brand in altri settori del lusso, ma se ne parla, se ne parlerà, se succederà non lo so. Al momento non sono argomenti urgenti, ne abbiamo altri. COME LA FORMULA 1? La Ferrari in Formula 1 corre per vincere, anche nei momenti di prestazioni insufficienti. La stagione è iniziata con tante novità, però non abbiamo ancora raggiunto quello che ci si aspettava. Vediamo cosa succederà... Qualcosa succederà: ci sono tante persone a Maranello che lavorano duramente. Troveranno la strada, anzi, mi auguro che siano già sulla strada giusta e che sia solo questione di tempo. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FERRARI.HTML 2020-04-04 15:05:55 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/04/alixpartners_il_virus_brucia_20_milioni_di_auto_/gallery/rbig/2020-AlixPartners2.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30176 AlixPartners - Il coronavirus brucia 20 milioni di auto http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30176&tipo=fv Tra 15 e 24 milioni di automobili in meno a livello mondiale: secondo uno studio presentato dagli analisti di AlixPartners, potrebbe essere questa la portata dellimpatto che il CORONAVIRUS [1] eserciterà sulle vendite globali nel 2020. La forbice, di circa 9 milioni di unità, dipende da quale scenario si determinerà con levoluzione della pandemia. Quello più benevolo prevede una condizione di recessione per buona parte del 2020, con una ripresa tra la fine dellanno e il 2021, mentre quello peggiore, definito di recessione prolungata, proietterebbe nel 2021-2022 luscita dal tunnel. Nel primo caso la Cina subirebbe, su base annua, una flessione delle vendite dell8-12%, il Nordamerica del 18-23% e lEuropa del 20-25. Nel secondo, le consegne 2020 subirebbero un crollo fino al 20 per cento in Cina, al 29 in Nord America e al 30 nel Vecchio continente. Per quanto riguarda lItalia, lo scenario più accomodante prevede un calo delle immatricolazione del 27%, che significa quattro mesi di profondo rosso e circa 450 mila auto vendute in meno rispetto al 2019; nella prospettiva più drammatica, invece, la contrazione arriverebbe al 34% in caso di incentivi (-600 mila unità) e al 43% senza interventi di stimolo (-800 mila auto). IL FATTORE TEMPO. "Stavamo elaborando anche un terzo scenario, più positivo, che avevamo battezzato di rapida ripresa, ma ci siamo resi conto che levoluzione del quadro lo avrebbe reso altamente improbabile, se non addirittura superato dai fatti, e labbiamo abbandonato", racconta Dario Duse, managing director di AlixPartners. "Del resto, qualsiasi previsione necessita di continue revisioni alla luce di una situazione estremamente fluida e in costante evoluzione". Gli scenari sopravvissuti sono stati costruiti ipotizzando diversi andamenti della pandemia: la situazione che, secondo lanalisi, darebbe vita a una recessione limitata al 2020 immagina che il lockdown prosegua fino alla fine di aprile, con la riapertura degli impianti produttivi nel corso del mese di maggio, e una ripresa dei consumi tra maggio e giugno. Le linee di assemblaggio sconterebbero comunque un periodo di ramp up produttivo piuttosto lungo, costellato da ritardi nelle forniture di componenti, mentre lindustria nel suo complesso potrebbe attraversare una crisi di liquidità. Se invece il periodo di shutdown produttivo dovesse protrarsi più a lungo, fino a tre mesi, sprofonderemmo nello scenario peggiore, quello della recessione prolungata. PEGGIO DELLA LEHMAN BROTHERS. In questo quadro, abbiamo i consumatori che ritardano sine die lacquisto dellauto, la produzione ferma, gli investimenti posticipati e il rischio di bancarotta per alcuni costruttori come unipotesi tuttaltro che irrealistica, con un intervento pesante dei governi per salvare e stimolare leconomia. Insomma, una situazione paragonabile a quella della crisi finanziaria del 2008, innescata dalla crisi dei mutui subprime negli Stati Uniti. Anzi per certi versi peggiore. "Tra il 2007 e il 2009, le vendite globali di automobili diminuirono dell8%, oggi siamo di fronte a un crollo che potrà variare tra il 18 e il 24 per cento. E volumi così importanti non si recuperano dalloggi al domani", argomenta Duse. "E se è vero che quella fu una crisi strutturale, che colpì il credito e le tasche della gente, pure questa, con la chiusura prolungata delle aziende, sta colpendo le tasche della gente. Anche una volta usciti dallemergenza, la propensione del consumatore allacquisto di un bene non primario, ma economicamente impegnativo come lauto, potrebbe restare a lungo piuttosto bassa". INVESTIMENTI A RISCHIO. La situazione per i costruttori è resa più delicata dal momento storico di transizione verso soluzioni di mobilità sostenibili, il cui impegno finanziario già prima dellesplosione della pandemia aveva indotto le Case a lanciare diversi profit warning. "Gli investimenti sullelettrico ammontano su scala globale a 225 miliardi di dollari in tre anni. E altri 50 miliardi andrebbero allo sviluppo della guida autonoma", ricorda lanalista di AlixPartners. Dunque, si tratterà di capire se lemergenza coronavirus impatterà anche sui processi di trasformazione dellindustria e sulla rivoluzione elettrica alle porte. "Gli investimenti già programmati per i modelli in arrivo a breve saranno ovviamente confermati. Ma per quelli a medio-lungo periodo linterrogativo è aperto". REAZIONE RAPIDA. In questo contesto, sottolinea lo studio di AlixPartners, è fondamentale che le aziende della filiera automobilistica reagiscano con tempestività. Nellimmediato, dopo essersi preoccupati di preservare il proprio capitale umano, cioè la salute dei propri dipendenti, serve una governance specifica per la crisi: una struttura manageriale, una vera propria war room, che monitori su base giornaliera tutti i segnali, interni ed esterni, per adeguare le risposte strategiche e assicurare una continuità gestionale al business. Quindi assicurarsi liquidità e gestire in modo flessibile gli investimenti. Stabilire una connessione più forte con la base dei propri clienti, la cosiddetta client proximity e, infine, nel medio periodo, saper intercettare le opportunità di business, anche attraverso acquisizioni e alleanze. "Questa crisi favorirà il consolidamento che era già in corso nellindustria", conclude Duse. "Poter fare sinergie diventa ancora più importante". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-04 15:00:48 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/04/03/porsche_la_storia_delle_718_foto_gallery/gallery/rbig/01_porsche_718.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30175 Porsche - La storia delle 718 - FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30175&tipo=fv I 60 anni della 718 RS 60 sono loccasione per andare alle origini della denominazione 718 in Casa PORSCHE [1]. Nonostante oggi la sigla sia stata recuperata per contraddistinguere le versioni quattro cilindri delle Boxster e Cayman e in seguito tutte le sue varianti anche con propulsori più potenti, le origini di questa famiglia (allargata) di modelli risalgono al 1957. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/PORSCHE.HTML 2020-04-04 11:12:17 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/04/coronavirus_fca_rinvia_l_assemblea_degli_azionisti_e_il_pagamento_dei_dividendi/gallery/rbig/2020-fca.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30174 Coronavirus - FCA rinvia lassemblea degli azionisti e il pagamento dei dividendi http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30174&tipo=fv Il gruppo Fiat Chrysler, alla luce del protrarsi dellemergenza legata alla pandemia del CORONAVIRUS [1], mette in atto ulteriori misure sullesempio di quanto già deciso da altri costruttori. Lultima iniziativa riguarda il rinvio alla fine di giugno dellassemblea annuale degli azionisti, inizialmente convocata per il 16 aprile. Di conseguenza, viene rinviata anche lapprovazione di uno dei punti allordine del giorno dellassise: la proposta di distribuire dividendi per un totale di 1,1 miliardi euro concordata con PSA al momento della firma dellACCORDO PRELIMINARE DI FUSIONE [2]. LE MOSSE DEL SETTORE. Analoga decisione è stata presa pochi giorni fa anche dal costruttore transalpino. I massimi organi decisionali hanno infatti concordato di rinviare lassemblea dal 14 maggio al 25 giugno, intenzionati a comunicare "in un secondo momento" eventuali delibere sullorganizzazione della riunione e sul pagamento dei dividendi per altri 1,1 miliardi di euro. Il rinvio delle cedole o la loro cancellazione sono solo una delle iniziative attuate con sempre più frequenza dai costruttori per preservare una liquidità messa a dura prova dalle due maggiori conseguenze dellepidemia: il blocco delle attività produttive e il crollo della domanda. LE VARIE INIZIATIVE. Bastano pochi esempi per capire la gravità della situazione. La Ferrari ha sospeso fino a data destinarsi il programma di riacquisto delle azioni e in particolare una tranche da 150 milioni di euro; la Brembo ha cancellato il dividendo e lo stesso ha fatto ieri la Pirelli annunciando anche un taglio degli investimenti, lannullamento del piano di incentivi al top management e un taglio dal 20% al 50% dei compensi dei vertici aziendali. Anche la Ford, che ha deciso di tenere la propria assemblea annuale in formato virtuale, ha cancellato la distribuzione dei dividendi e al contempo annunciato il taglio degli stipendi dei primi 300 dirigenti, o il rinvio di parte dei pagamenti per alcuni mesi (il presidente Bill ford ha rinunciato a tutti i compensi per almeno cinque mensilità). Analoghi provvedimenti sono stati presi dalla GENERAL MOTORS [3] e dalla stessa FCA [4]: taglio dal 30% al 50% dei compensi dellamministratore delegato Mike Manley e dei membri del comitato esecutivo e RINUNCIA A TUTTI GLI EMOLUMENTI PER IL 2020 DA PARTE DEL PRESIDENTE JOHN ELKANN [5]. Lultima ad annunciare misure simili è stata la tedesca Daimler, dove i consigli di gestione e sorveglianza hanno rinunciato al 20% delle retribuzioni per tutto lanno e varato un taglio del 10% dei compensi per il personale dirigenziale. LA RICERCA DI LIQUIDITà. Di pari passo stanno procedendo le iniziative per reperire le risorse necessarie per sostenere le finanze aziendali durante lattuale fase di criticità: la Fiat Chrysler ha ottenuto UN PRESTITO PONTE DA 3,5 MILIARDI [6], mentre la Ford e la GM hanno "richiamato" finanziamenti bancari, rispettivamente, per 15,4 miliardi di dollari e 16 miliardi. La Daimler ha, infine, sottoscritto una nuova linea di credito da 12 miliardi di euro e la Toyota ne ha chiesto una da mille miliardi di yen (circa 9 miliardi di euro) a un pool di banche giapponesi. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2019/12/18/FUSIONE_FCA_PSA_RAGGIUNTO_L_ACCORDO_ECCO_TUTTI_I_DETTAGLI.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/27/CORONAVIRUS_GENERAL_MOTORS_RINVIA_IL_PAGAMENTO_DI_PARTE_DEGLI_STIPENDI.HTML [4] http://www.autosomma.it/(HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/31/CORONAVIRUS_ELKANN_RINUNCIA_AI_COMPENSI_DI_PRESIDENTE_FCA_PER_IL_2020.HTML [5] http://www.autosomma.it/(HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/31/CORONAVIRUS_ELKANN_RINUNCIA_AI_COMPENSI_DI_PRESIDENTE_FCA_PER_IL_2020.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/26/CORONAVIRUS_FCA_DALLE_BANCHE_3_5_MILIARDI_PER_FRONTEGGIARE_L_EMERGENZA.HTML 2020-04-04 09:19:22 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2020/04/03/bentley_mulliner_bacalar_ecco_come_la_si_puo_personalizzare/gallery/rbig/2020-bentley-bacalar-personalizzazioni-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30173 Bentley Mulliner Bacalar - Ecco come si può personalizzare http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30173&tipo=fv La BENTLEY [1] ha diffuso nuove informazioni sulla MULLINER BACALAR [2], la roadster che sarà prodotta in soli 12 esemplari allinterno del programma Coachbuilt per celebrare i 100 anni del marchio. Pur derivando dalla Continental GT Cabriolet, questa vettura propone un design completamente inedito e, soprattutto, labitacolo due posti secchi, con finiture e dettagli unici. Nessuno dei pannelli della carrozzeria è comune agli altri modelli della Casa inglese, mentre il propulsore è lo stesso W12 6.0 TSI da 635 CV delle Continental. 12 ESEMPLARI CON PERSONALIZZAZIONI ILLIMITATE. Pur lasciando completamente ai clienti la scelta sulla personalizzazione della Bacalar, il reparto Mulliner ha creato sei temi virtuali che mostrano le potenzialità del programma: ognuno dei 12 esemplari sarà diverso dallaltro in base ai desideri dei proprietari. I temi sono stati denominati The Clerkenwell, The Menlo, The Fulton, The Greenwich, The Brickell e The Randwick e introducono colori, lavorazioni, materiali e finiture esclusive rispetto a tutte le altre Bentley. Visto il periodo di isolamento dovuto allemergenza coronavirus, la Casa ha lanciato anche un contest su Twitter denominato "Design your own Bacalar": scaricando un disegno in bianco della vettura è possibile creare la propria interpretazione da postare poi sui social, che sarà poi votata del team di design della Bentley. SEI TEMI CREATI DAL REPARTO MULLINER. Il tema The Clerkenwell è ispirato al circuito di Brooklands, sul quale la Bentley ha ottenuto grandi risultati in passato. La carrozzeria Moss Green è abbinata a particolari Dark Bronze Glass e agli interni Cumbrian Green e Gold Oak con cuciture Saddle e Cheltenham Tweed. Il legno della plancia è denominato Honey Larch e rappresenta una novità rispetto ai materiali utilizzati fino ad oggi. La versione The Menlo, chiamata così come omaggio a Menlo Park di Palo Alto in California, spicca per la tinta Cobalt con interni Beluga e Cyber Yellow con particolari in Alcantara antracite e finiture Piano Black. Lallestimento The Fulton, nome che richiama il Fulton River District di Chicago, unisce gli esterni Lacquer Red con gli interni Beluga e Hotspur con particolari in Alcantara Beluga. Sulla plancia è previsto il legno Open Pore Riverwood, ricavato da materiali invecchiati 5.000 anni e alternati al classico Piano Black. Il tema The Greenwich, fortemente british nel suo spirito, propone la verniciatura New Grey e gli interni Cricker Ball con particolari Grey Tweed. In questo allestimento il legno Open Poor Riverwood è abbinato allHigh Gloss Riverwood e ai particolari Camel e Matt Black. La versione The Brickell, ispirata alla città di Miami, si distingue invece per la verniciatura Atom Silver e gli interni Brunel con legno Open Pore Riverwood, Piano Black e finiture Grey Tweed. Lultima, la The Randwick, si ispira alla città di Sydney: qui a dominare è la carrozzeria Yellow Flame, con dettagli Gloss Black e Dark Bronze e interni Beluga dai particolari Grey Tweed e Khamun; gli inserti in legno della plancia sono Open Pore Riverwood e Piano Black. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/BENTLEY.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/03/03/BENTLEY_MULLINER_BACALAR_IMMAGINI_CARATTERISTICHE_MOTORE.HTML 2020-04-03 18:58:28 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/03/coronavirus_una_flotta_di_veicoli_del_gruppo_toyota_a_disposizione_della_croce_rossa_italiana/gallery/rbig/2020-toyota-croce-rossa-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30172 Coronavirus - Una flotta di Toyota e Lexus per la Croce Rossa Italiana http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30172&tipo=fv Il GRUPPO TOYOTA ha annunciato che metterà a disposizione della CROCE ROSSA ITALIANA una flotta di veicoli per far fronte allepidemia del coronavirus. Le vetture saranno distribuite attraverso la rete di concessionarie TOYOTA [1] e LEXUS [2] e potranno essere utilizzate fino al termine dellemergenza sanitaria. LINIZIATIVA. Le auto, consegnate in questi giorni, saranno riservate ai volontari per facilitarne alcuni servizi di supporto destinati alla popolazione: come le attività di assistenza sanitaria domiciliare, per esempio, oppure quelle relative alla consegna di medicinali e beni di prima necessità. Non è ancora dato sapere, tuttavia, a quante unità ammonterà la flotta messa a disposizione dal gruppo Toyota e, nello specifico, di quali modelli si tratterà. La Croce Rossa, intanto, continua a intensificare la propria attività sul territorio nazionale a sostegno delle persone ritenute a maggior rischio contagio. Il Costruttore giapponese non è il solo, in Europa, ad aver optato per questo tipo di intervento "sul campo", come dimostra uniniziativa analoga operata dalla RENAULT [3] in favore del personale medico della Francia. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/TOYOTA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/LEXUS [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/04/01/CORONAVIRUS_RENAULT_1_300_VEICOLI_PER_PERSONALE_MEDICO_IN_FRANCIA.HTML 2020-04-03 18:06:11 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/noleggio/2020/04/03/coronavirus_le_proposte_di_aniasa/gallery/rbig/2019-Archiapatti-Aniasa.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30171 Coronavirus - Aniasa propone il ripristino del superammortamento e incentivi anche per lusato http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30171&tipo=fv "I drammi in questo periodo sono certamente altri, anche se parlando di business non posso non definire la situazione drammatica". Sono queste le parole, amarissime, del presidente di ANIASA [1], nonché direttore generale e ad di HERTZ ITALIA, MASSIMILIANO ARCHIAPATTI, interpellato da FLEET BUSINESS sullemergenza CORONAVIRUS [2]. Per affrontarla, da rappresentante del settore del noleggio e del car sharing, Archiapatti rilancia due proposte fatte al ministro Paola De Micheli per sostenere il settore: "Non sono poi tanto diverse da quelle che proponemmo a Patuanelli", sottolinea il manager, "ma ora ne va di un intero comparto economico italiano. Noi chiediamo di rispristinare il superammortamento del 130% per i veicoli a uso strumentale, che ha inoltre portato importanti entrate a livello fiscale, e lestensione dellecobonus per le vetture usate Euro 5 ed Euro 6. In questo modo, andremmo a migliorare un parco auto che, in Italia, conta ben 12 milioni di veicoli pre Euro 4". LE ALTRE PROPOSTE. A queste urgenti richieste, il presidente dellAniasa affianca suggerimenti che potrebbero aiutare ulteriormente il settore, fondamentale per il tessuto economico italiano: per esempio, posticipare al 2021 lentrata in vigore della nuova fiscalità sulle auto aziendali, fissata per il prossimo luglio. Il motivo è presto detto: se così non fosse, nella nuova aliquota entrerebbero alcuni veicoli ordinati prima del lockdown, ma non ancora consegnati. Inoltre, come succede in Spagna, i noleggiatori dovrebbero avere unimposizione fiscale ridotta sulle imposte sulle emissioni. "Proprio il noleggio a breve termine è quello che, se possibile, sta soffrendo di più, con la prenotazione delle auto congelate anche per lestate, controbilanciate solo in parte da un utilizzo abbastanza continuo dei furgoni", spiega Archiapatti. "Il breve termine fattura principalmente nel secondo e terzo trimestre dellanno, e proprio prima della Pasqua inflottiamo i nostri veicoli. Ora è tutto saltato e, purtroppo, possiamo tranquillamente dire che questanno per noi del breve è andato. Speriamo che non lo sia anche per il lungo. E per il car sharing". Archiapatti, infine, chiede al governo anche "una campagna promozionale per rilanciare il turismo in Italia, magari coinvolgendo attori, sportivi e personalità importanti: in mezzo a questo disastro, uno dei pochi pensieri positivi è il ritorno del viaggio fatto individualmente e non con mezzi collettivi: e noi siamo pronti a fornire questi mezzi per raggiungere ogni angolo della penisola". #BACKONTRACK [3] Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ANIASA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BACKONTRACK 2020-04-03 17:34:51 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/04/03/volkswagen_lo_stand_del_salone_di_ginevra_diventa_virtuale/gallery/rbig/2020-volkswagen-salone-virtuale-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30170 Volkswagen - Lo stand del Salone di Ginevra diventa virtuale (ed esplorabile) http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30170&tipo=fv Il SALONE DI GINEVRA [1] come non lavete visto: nel vero senso della parola. Perché non cè stato, almeno inteso in senso fisico. STOPPATO AI BLOCCHI DI PARTENZA [2] dalla crisi sanitaria dovuta alla pandemia del CORONAVIRUS [3], il Gims 2020 ha avuto un decorso virtuale con la presentazione via web, da parte delle Case, delle varie novità. Ma la Volkswagen si è spinta un po più in là e ora ci fa vedere online come sarebbe stato il suo stand: lo si può visitare attraverso un link di connessione e camminando a colpi di click o tap. DUE MODI DI NAVIGARE. Una volta atterrati sulla piattaforma appositamente creata, ci viene mostrata la mappa dellintero allestimento. Nellangolo destro della schermata, cè una suite di pulsanti che serve per muoversi. Sono due le opzioni: premere play lasciandosi trasportare dal software di postazione in postazione, oppure cliccare ripetutamente sulle freccette per dirigersi dove si vuole in autonomia (lesperienza non è proprio fluida, ma leggermente più immersiva). LE AUTO CAMBIANO LIVREA (E NON SOLO). Si possono vedere, non toccare. Ma le auto ci sono tutte: dalla ID.3 alla famiglia della Golf 8 con le GTI, GTD e GTE, dalla Touareg R ai modelli ibridi, passando per i veicoli commerciali. Sono affiancate da pannelli esplicativi, proprio come in un Salone vero, e in alcuni casi è possibile configurarle, cambiando colore o modello di cerchio alla vettura esposta (potere del virtuale). Ma scordatevi di aprirle, non dico di sedervi al posto guida e passare le mani sulla corona del volante. TEMPI MODERNI. Cè da scommettere che di stand come questo ne vedremo altri, in futuro. Siamo convinti ha detto Jürgen Stackmann - di poter raggiungere ancora più persone attraverso visite e show virtuali, in aggiunta alla presentazione dal vivo dei veicoli. Parole che sembrano indicare una strada, quelle del responsabile delle vendite e del marketing della Volkswagen, senza chiudere del tutto le porte ai grandi eventi dellauto: i quali, evidentemente, NECESSITANO DI UNA FORMULA RIVISTA PER SOPRAVVIVERE [4]. Il nostro primo stand digitale è solo il capitolo dapertura per innovative esperienze online future, fa eco a Stackamnn Jochen Sengpiehl, chief marketing officer del marchio tedesco. Insomma, tempi e costumi stanno cambiando, e siamo solo allinizio. Lo stand Volkswagen, invece, è aperto fino al 17 aprile a QUESTO LINK [5]. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SALONE-DI-GINEVRA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2020/02/28/SALONE_DI_GINEVRA_CORONAVIRUS_LA_SVIZZERA_ANNULLA_I_GRANDI_EVENTI_SALTA_L_APERTURA_AL_PUBBLICO.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://FORUM.QUATTRORUOTE.IT/FORUMS/LA-STANZA-DEL-DIRETTORE-GIAN-LUCA-PELLEGRINI/ [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://VOLKSWAGEN.PUREWEB.IO/?NAME=VW AMP;MAXSIZE=720P 2020-04-03 17:34:51 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/03/autostrade_rialzi_in_borsa_per_le_voci_di_un_accordo_con_il_governo/gallery/rbig/2018-Atlantia-1.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30169 Autostrade - Rialzi in Borsa per le voci di un accordo con il governo http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30169&tipo=fv Atlantia, la società che controlla AUTOSTRADE [1] per lItalia, vive da diversi giorni una fase positiva in Borsa, con rialzi che lhanno portata a recuperare circa il 30% dai minimi, inferiori a 10 euro per azione, toccati a metà marzo. Può sembrare strano, in un momento in cui, a causa del blocco forzato della circolazione, il traffico sulla rete della società è in forte calo e già nella settimana dal 9 al 15 marzo, ancora nella fase iniziale delle limitazioni, aveva fatto registrare un crollo superiore al 56%, con punte giornaliere dell84%. Tanto da indurre lazienda a fare ricorso per i dipendenti alla cassa integrazione, come prevista dal decreto Cura Italia. LE TRATTATIVE. Il motivo dei rialzi sta, evidentemente, altrove e precisamente nella scommessa da parte degli operatori sulla possibile cessazioni delle ostilità tra il governo e Aspi, dovute alla procedura di REVOCA DELLA CONCESSIONE [2] avviata dopo il crollo del Ponte Morandi di Genova. In corso sarebbero le trattative per la definizione di un accordo con lesecutivo, in base al quale la holding della famiglia Benetton scenderebbe a una quota inferiore al 50% nel capitale di Autostrade per lItalia, per lasciare spazio ad altri investitori, in particolare alla Cassa depositi e prestiti e al fondo F2i. Lintesa comprenderebbe inoltre risarcimenti per circa 2 miliardi di euro in relazione al crollo del ponte, una riduzione (ipotizzata del 5%) delle tariffe sulla rete in concessione ad Aspi e impegni stringenti in merito a interventi di manutenzione straordinaria. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUTOSTRADE [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/BUROCRAZIA/FREEMIUM/2019/12/22/MILLEPROROGHE_E_CONCESSIONI_VENTI_DI_GUERRA_SULLE_AUTOSTRADE.HTML 2020-04-03 17:01:24 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2020/04/03/coronavirus_la_situazione_delle_vendite_in_europa_paese_per_paese/gallery/rbig/2020-Mercato-Auto-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30168 Coronavirus - La situazione delle vendite in Europa, Paese per Paese http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30168&tipo=fv La pandemia del CORONAVIRUS [1] sta determinando conseguenze pesanti sulla domanda di auto nuove in Europa. Il segno meno riguarda tutti i Paesi che finora hanno pubblicato i dati sulle immatricolazioni tramite i vari ministeri o le associazioni di categoria, e che qui raccogliamo per fornire un quadro della situazione. Lentità dei cali dipende solo da un fattore: i tempi dellentrata in vigore delle misure di isolamento, il cosiddetto "lockdown" che ormai non risparmia nessunarea del Vecchio Continente. IN ITALIA IL PEGGIOR ANDAMENTO. lItalia ad aver registrato, a marzo, il peggior andamento. E questo non deve sorprendere, perché è stato il primo Paese in Europa a varare forti iniziative per contenere la diffusione del virus. Le IMMATRICOLAZIONI SONO SCESE DELL85,4% [2] spingendo le associazioni di categoria a lanciare un allarme sullimpatto dellemergenza sanitaria sullintera filiera. Secondo lUnrae, è a rischio la STESSA SOPRAVVIVENZA DEL SETTORE AUTO [3] in Italia, e in particolare del comparto della distribuzione. Ma il quadro non è certo migliore negli altri Paesi. CROLLANO FRANCIA E SPAGNA. Il crollo delle vendite ha interessato anche altri due stati di quella Europa del Sud impegnata in unaspra contesa con il fronte del nord per la gestione di una crisi senza precedenti, che rischia di minare le fondamenta dellUnione Europea. In Francia e in Spagna, secondo le associazioni Ccfr e Anfac, le immatricolazioni sono scese, rispettivamente, del 72,2% e del 69,4%. Andamenti analoghi sono stati registrati in due Stati meno popolati: lAustria (-66,6%), e lIrlanda (-62,9%). SI SALVA SOLO LA FINLANDIA. Di minore entità, ma sempre consistente, il calo in Portogallo (-57,4%), Danimarca (-42,2%), Svizzera (-39,3%), Germania (-37,7%) e Norvegia (-32,2%). Olanda e Svezia, che hanno deciso di varare strategie sanitarie meno severe, hanno patito un calo, rispettivamente, del 23,4% e dell8,9%. La migliore in assoluto, con un -1,1%, è al momento la Finlandia, dove, però, le prime misure di isolamento sono entrate in vigore solo la scorsa settimana. Nel complesso, secondo alcuni analisti, si può già fare una prima stima sui numeri che saranno diffusi dallAcea il 17 aprile: per lEuropa occidentale, il calo delle immatricolazioni dovrebbe superare abbondantemente il 60%. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/MERCATO/2020/04/01/MERCATO_ITALIANO_VENDITE_AUTO_MARZO_2020.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/MERCATO/2020/04/01/MERCATO_AUTO_ITALIA_MARZO_2020.HTML 2020-04-03 15:56:09 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/03/coronavirus_il_gruppo_jaguar_land_rover_stampa_in_3d_visiere_protettive/gallery/rbig/2020-jaguar-land-rover-visiere-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30167 Coronavirus - Il gruppo Jaguar Land Rover stampa in 3D visiere protettive http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30167&tipo=fv Il gruppo Jaguar Land Rover ha iniziato a la produzione di visiere protettive per il personale sanitario del Regno Unito coinvolto negli sforzi di contrasto alla diffusione del CORONAVIRUS [1]. Il costruttore britannico punta ad assemblarne 5 mila a settimana grazie allutilizzo delle stampanti 3D del suo Advanced Product Creation Centre di Gaydon. LE INIZIATIVE. Le visiere sono state progettate in collaborazione con gli esperti del sistema sanitario nazionale, hanno ricevuto le relative autorizzazioni e sono già state testate in alcuni ospedali. Il gruppo Jaguar Land Rover, che si è affidato anche alle competenze dellazienda Pro2Pro, sta valutando con alcuni fornitori la possibilità di aumentare la produzione per soddisfare le richieste delle autorità sanitarie nazionali. Sono state anche messe a disposizione del governo le competenze in materia di ricerca e ingegneria, progettazione digitale, stampa di modelli e prototipi in 3D, intelligenza artificiale e analisi dei dati. Allinterno di uno dei tanti consorzi nati per fronteggiare lemergenza, il costruttore inglese ha in programma di sostenere i fornitori di componenti vitali per i ventilatori polmonari. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-03 13:36:05 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2020/04/03/coronavirus_il_salone_dell_auto_di_pechino_2020_si_terra_in_autunno/gallery/rbig/2020-salone-di-pechino-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30166 Coronavirus - Il Salone di Pechino si terrà in autunno http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30166&tipo=fv Ledizione 2020 del Salone dellAuto di Pechino si terrà tra il 26 settembre e il 5 ottobre. Gli organizzatori hanno deciso le nuove date dopo aver valutato gli ultimi sviluppi della pandemia del CORONAVIRUS [1]. IL PRIMO RINVIO. In origine, la manifestazione avrebbe dovuto svolgersi tra il 21 e il 30 aprile, ma è STATA RINVIATA A DATA DA DESTINARSI [2] verso la metà febbraio, quando la Cina era nel pieno dellemergenza sanitaria. La situazione è progressivamente migliorata a partire dagli inizi di marzo: attualmente, nel Paese asiatico si contano un numero esiguo di contagi, almeno rispetto ai giorni peggiori della diffusione del virus, e solo un focolaio, probabilmente legato a rientro di cinesi dallestero. LA SITUAZIONE IN CINA. Nel timore di una nuova ondata di casi positivi, le autorità hanno imposto il lockdown nella contea di Jia, nella provincia di Henan, dopo la scoperta di una persona contagiata. Nelle ultime 24 ore, la Cina ha registrato 31 nuovi casi di Covid-19, di cui 29 provenienti dallestero (sono 870 i casi importati di coronavirus dallinizio dellemergenza in Cina). TANTE CANCELLAZIONI. Il rinvio in autunno della manifestazione va in controtendenza rispetto alle decisioni prese dagli organizzatori di altri eventi analoghi che hanno disposto lannullamento: è il caso del SALONE GINEVRA [3] o del SALONE DI DETROIT [4] solo per citare i più importanti. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2020/02/17/CORONAVIRUS_RINVIATO_IL_SALONE_DELL_AUTO_DI_PECHINO.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2020/02/28/SALONE_DI_GINEVRA_CORONAVIRUS_LA_SVIZZERA_ANNULLA_I_GRANDI_EVENTI_SALTA_L_APERTURA_AL_PUBBLICO.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2020/03/29/CORONAVIRUS_CANCELLATA_L_EDIZIONE_2020_DEL_SALONE_DI_DETROIT.HTML 2020-04-03 13:04:44 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2020/04/03/mazda_100th_anniversary_special_edition/gallery/rbig/2020-mazda-100-anniversary-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30165 Mazda - Svelate le 100th Anniversary Special Edition http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30165&tipo=fv La MAZDA [1] ha svelato gli allestimenti 100th Anniversary Special Edition nati PER CELEBRARE I 100 ANNI DI STORIA [2] del marchio. Le vetture avrebbero dovuto debuttare al Salone di Ginevra, ma dopo la cancellazione dellevento, la Casa di Hiroshima ha voluto comunque annunciare virtualmente larrivo di queste serie limitate. La livrea è ispirata a una di quelle sfoggiate nel 1960 dalla R360, la prima vettura proposta sul mercato dalla Mazda dopo i successi con i veicoli commerciali a tre ruote. IN GIAPPONE SARANNO IN VENDITA PER UN ANNO. La Mazda proporrà ai clienti le versioni 100th Anniversary Special Edition per i modelli Mazda2, Mazda3, Mazda CX-3, Mazda CX-30, Mazda CX-5, Mazda CX-8, Mazda6 e MX-5 in ambedue le varianti di carrozzeria. Questo elenco è valido per il mercato giapponese, dove le vetture saranno in commercio fino a Marzo 2021, mentre non sappiamo ancora quali modelli saranno proposti sul mercato italiano. BIANCO PERLATO CON INTERNI ROSSO SCURO E LOGHI VINTAGE. Lallestimento, realizzato in un numero limitato di esemplari, è caratterizzato dallesclusivo abbinamento della tinta esterna Snowflake White perlata, degli interni rivestiti di pelle e dei tappetini Burgundy. Sono previste anche deo badge specifici e i loghi Mazda ispirati a quelli tondi della Toyo Kogyo del 1927, da cui poi nacque la Mazda. Per la MX-5 è anche prevista la capote in tela color Dark Cherry. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/MAZDA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2020/03/27/MAZDA_COSI_AIUTO_HIROSHIMA_DOPO_L_ATOMICA.HTML 2020-04-03 11:46:19 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/03/19/volkswagen_cabrio_storia_scoperte_di_wolfsburg_foto_gallery/gallery/rbig/volkswagen-cabrio-foto-gallery-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30164 Das cabrio - Le scoperte secondo la Volkswagen FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30164&tipo=fv La VOLKSWAGEN T-ROC CABRIO [1], con la sua rara carrozzeria da SCOPERTA A RUOTE ALTE [2], rappresenta solo lultima di una lunga serie di open top del marchio tedesco, in buona parte legate a doppio filo alla storia della Karmann, acquisita nel 2009 dallo stesso colosso di Wolfsburg: modelli come loriginario Maggiolino Cabrio e le varie versioni scoperte della Golf e della Karmann Ghia, nonché la VolksPorsche 914/4, sono uscite dallo stabilimento di Osnabrück del noto carrozziere tedesco, dove peraltro sta venendo al momento assemblata anche la versione en plein air della T-Roc. LO STABILIMENTO DELLA KARMANN. Del resto, lazienda della Bassa Sassonia ha sviluppato alcuni tra i migliori sistemi di apertura per tetti ripiegabili che, di fatto, lhanno resa tra i più noti produttori al mondo di vetture scoperte. Non tutte le cabriolet Volkswagen, tuttavia, sono state sviluppate e assemblate dallatelier tedesco: modelli come la Eos, la New Beetle e la sua erede sono nate altrove, fuori dalla Germania. Ne parliamo con maggiori dettagli nelle didascalie della nostra galleria di immagini, dove troverete le più famose Volkswagen con carrozzeria scoperta. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/nuovi-modelli/2019/08/14/volkswagen_t_roc_cabrio_dimensioni_motori_uscita.html [2] https://www.quattroruote.it/news/curiosita/2019/09/01/fuoristrada_e_suv_cabriolet_le_scoperte_a_ruote_alte_foto_gallery.html 2020-04-03 11:14:19 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/03/auto_elettriche_la_general_motors_produrra_per_la_honda_due_nuovi_veicoli/gallery/rbig/2020-general-motors-elettriche-01.JPG http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30163 Auto elettriche - La General Motors produrrà per la Honda due nuovi modelli http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30163&tipo=fv La GENERAL MOTORS [1] e la HONDA [2] estendono la loro partnership tecnologica alle auto elettriche. I due costruttori hanno siglato un accordo per sviluppare insieme due nuovi veicoli elettrici per la Casa automobilistica giapponese. LA TECNOLOGIA ULTIUM. Le due auto a batteria saranno sviluppate sulla base della piattaforma dedicata della GM, caratterizzata da uninnovativa tecnologia per gli ACCUMULATORI DENOMINATA ULTIUM [3]. Il lancio è previsto per il 2023 negli Stati Uniti e in Canada, mentre la produzione sarà affidata al gruppo di Detroit in una fabbrica del Nord America. LE SPECIFICHE. Gli esterni e gli interni dei nuovi modelli saranno progettati esclusivamente dalla Honda e la piattaforma sarà ingegnerizzata per supportare le specifiche tecniche richieste dai giapponesi. Le auto saranno offerte con altre soluzioni tecnologiche sviluppate dalla General Motors: la suite per la guida autonoma Super Cruise e i servizi telematici OnStar, che saranno integrati con il sistema di connettività HondaLink. LEGAMI SEMPRE PIù STRETTI. La nuova partnership, della quale non sono stati rivelati i termini finanziari, rafforza lattuale collaborazione tra le due Case. Le due società stanno LAVORANDO CONGIUNTAMENTE ALLA TECNOLOGIA FUEL CELL [4] e allo SHUTTLE ELETTRICO E AUTONOMO CRUISE ORIGIN [5], presentato a gennaio a San Francisco. La Honda, che dal 2018 sta anche partecipando ai programmi di sviluppo dei moduli delle BATTERIE DI NUOVA GENERAZIONE DELLA GM [6], è diventata azionista della divisione per guida autonoma Cruise grazie a un INVESTIMENTO DI 750 MILIONI DI DOLLARI [7]. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GENERAL-MOTORS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/HONDA [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/05/GENERAL_MOTORS_INVESTIMENTI_PER_20_MILIARDI_DI_DOLLARI_SULL_ELETTRIFICAZIONE.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA/2017/01/30/GM_HONDA_JOINT_VENTURE_PER_LE_FUEL_CELL_NUOVA_GENERAZIONE_NEL_2020_.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CONCEPT/2020/01/22/CRUISE_ORIGIN_SVELATO_IL_PROTOTIPO_A_GUIDA_AUTONOMA_PER_IL_RIDE_SHARING_.HTML [6] https://www.quattroruote.it/news/ecologia/2018/06/07/batterie_auto_elettriche_gm_e_honda.html [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/10/03/GUIDA_AUTONOMA_HONDA_SI_ALLEA_CON_GENERAL_MOTORS.HTML 2020-04-03 10:20:13 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/03/coronavirus_fca_dai_v6_dei_ram_ai_ventilatori_polmonari/gallery/rbig/2020-FCA-2.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30162 Coronavirus - FCA, dai V6 dei RAM ai ventilatori polmonari http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30162&tipo=fv Nel cuore dellEmilia, dove fino a pochi giorni fa si producevano i possenti V6 per i RAM, i giganteschi pick-up americani, ora si sfruttano alcuni dei loro componenti per produrre a pieno ritmo i ventilatori polmonari, diventati autentici salvavita nellemergenza del CORONAVIRUS [1]. Nello stabilimento Powertrain di Cento in provincia di Ferrara, i tecnici FCA sono riusciti a riaprire almeno la parte dei laboratori per "inventarsi" la soluzione ideale e COLLABORARE CON LA SIARE ENGINEERING [2], azienda bolognese diventata famosa dopo lesplosione dellepidemia, in quanto unico produttore italiano di ventilatori per la terapia intensiva. La Siare, con i suoi 35 dipendenti, può contare sullaiuto di 30 tecnici militari, ma per puntare al raddoppio della sua produzione, in breve tempo, potrà beneficiare del know-how di FCA: in particolare, il costruttore ha già sviluppato un ingegnoso accrocchio di una trentina di valvole elettroidrauliche assemblate in una scatola delle dimensioni di una tastiera da PC, da inviare direttamente allimpianto di Crespellano-Valsamoggia, con lobiettivo di realizzare 4.000 ventilatori in pochi mesi. La Ferrari, inoltre, sarà di supporto per la gestione dei fornitori in loco. LOW PROFILE. Quello dei ventilatori di Cento, realizzati sulle linee dei motori del RAM, è solo lesempio più eclatante di come la FCA si sia messa a testa bassa a cercare soluzioni. I cancelli degli stabilimenti saranno sì chiusi, e fa impressione passare davanti allo storico ingresso 2 di Mirafiori, quello degli operai, in corso Tazzoli, a Torino, ora silenzioso e vuoto, o al 5, davanti alla palazzina degli uffici (un po di viavai si intravede al 7, quello di servizio, dove passano gli addetti alla sicurezza e i manutentori degli apparati, che comunque non possono fermarsi). Eppure dentro, dietro il silenzio, scelto anche dallazienda in onore al carattere piemontese, al suo low profile, ci sono molte altre iniziative da raccontare. E che lad Mike Manley preferisce illustrare ai suoi collaboratori e dipendenti, con una email settimanale. Come quella che lo riguarda personalmente, in cui si dimezza lo stipendio per tre mesi e annuncia che il presidente JOHN ELKANN E TUTTO IL BOARD RINUNCERANNO AI PROPRI COMPENSI [3] fino alla fine del 2020. Gesti che si sommano a quello di tutta la famiglia Agnelli, che ha disposto un contributo di 10 milioni di euro a beneficio della Protezione Civile, per far fronte allemergenza a livello nazionale. Dal canto loro, Exor e le sue controllate FCA, Ferrari e CNH Industrial (alle quali si sono aggiunte anche Ermenegildo Zegna e Fondazione Pesenti), hanno acquistato con laiuto dei loro fornitori esteri, in Asia, 150 respiratori oltre a materiale medico e sanitario. Mentre scriviamo (nei primi giorni di aprile), dovrebbe essere atterrato laereo con i dispositivi che saranno consegnati nei prossimi giorni, non appena sbrigati i controlli doganali. UN AIUTO PER LA WORKING CLASS. Negli Usa, quel pasto per i bambini in età scolare, offerto da FCA per i figli dei dipendenti delle fabbriche locali, potrà suonare poco comprensibile. Ma è fondamentale, ci assicurano i colleghi e corrispondenti dagli States. Perché, con le scuole chiuse per il lockdown, migliaia di bambini delle fasce più deboli non possono più nemmeno contare sul cibo della mensa scolastica. Limpegno della FCA è di fornire un milione di pasti per gli allievi di istituti legati agli impianti di Illinois, Indiana, Michigan e Ohio. Intanto, in Italia, la società di noleggio a lungo termine LEASYS (FCA BANK) METTE A DISPOSIZIONE DELLA CROCE ROSSA ITALIANA [4] e altre associazioni di volontariato una flotta di mezzi per la distribuzione di alimenti e medicinali nelle città italiane a malati, anziani e a persone bisognose di assistenza. MASCHERE CINESI. Oltre ai sofisticati ventilatori, non potevano mancare le semplici, ma fondamentali, MASCHERINE [5]. FCA sosterrà chi è in prima linea contro la pandemia di coronavirus producendo e donando oltre un milione di dispositivi al mese, che saranno inizialmente distribuiti a polizia, vigili del fuoco, personale ospedaliero e di case di cura. Le consegne cominceranno dal Nord America, mentre il Lingotto ha acquistato in Cina un primo lotto di 250 mila mascherine destinate allItalia. VENDITORI VIRTUALI. Nel frattempo, con le concessionarie chiuse, si passa dai mai davvero decollati preventivatori online ai contatti diretti, seppur virtuali, con venditori in carne ed ossa, CON GOOGLE HANGOUTS MEETS [6]. Dealer e clienti potranno comunicare senza che nessuno debba uscire di casa: basterà fissare un appuntamento telefonico, o via email, per ricevere un link di connessione, senza che sia necessario installare nulla. Naturalmente gli ordini raccolti serviranno a ripartire al meglio al termine di questa crisi. PRONTI A RIPARTIRE. Di decreto in decreto, non cè ancora nessuna certezza sulla data in cui i cancelli degli stabilimenti potranno riaprirsi, seppure per gradi. In attesa della metà di aprile, quando dovrebbe rimettersi in moto lA LINEA DELLA JEEP COMPASS E DELLE IBRIDE [7] (Compass e Renegade) a Melfi, lasciando temporaneamente ferme, invece, quelle di Renegade con solo motore termico e Fiat 500X, si attende il via libera per riprendere la produzione e limitare il negativo di questo periodo, per il quale si potranno fare i conti soltanto a fine anno. A scalpitare ci sono lo stabilimento Sevel, ad Atessa (Chieti), abituato a viaggiare a pieno ritmo per la produzione di furgoni in joint-venture con la PSA, ma anche lo stesso impianto di Mirafiori. Nel cuore di Torino, infatti, è ormai tutto pronto per il via alla produzione di serie della FIAT 500 ELETTRICA [8], previsto a giugno. E con la riapertura del cancello 2 di Mirafiori, quello degli storici operai della nostra motor town, forse potremo dire davvero che il peggio è passato. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/19/CORONAVIRUS_FCA_E_FERRARI_IN_AIUTO_ALLA_SIARE_PER_I_VENTILATORI_POLMONARI.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/31/CORONAVIRUS_ELKANN_RINUNCIA_AI_COMPENSI_DI_PRESIDENTE_FCA_PER_IL_2020.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NOLEGGIO/2020/03/20/CORONAVIRUS_MEZZI_TARGATI_LEASYS_PER_LA_CROCE_ROSSA_ITALIANA.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/23/CORONAVIRUS_FCA_PRODURRA_MASCHERINE_IN_ASIA.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/25/FCA_CONCESSIONARI_APPUNTAMENTI_GOOGLE_HANGOUTS_MEET.HTML [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/04/02/CORONAVIRUS_FCA_RINVIA_LE_RIAPERTURE_LO_STABILIMENTO_DI_MELFI_CHIUSO_FINO_AL_13_APRILE.HTML [8] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/03/03/NUOVA_FIAT_500_ELETTRICA_2020_PREZZO_AUTONOMIA_MOTORE_E_USCITA.HTML 2020-04-03 09:53:27 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/03/tesla_risultati_finanziari_2020_nel_primo_trimestre_le_consegne_crescono_del_40_32_/gallery/rbig/2020-Tesla.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30160 Tesla - Nel primo trimestre le vendite crescono del 40,32% http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30160&tipo=fv La TESLA [1] ha messo a segno unimportante crescita delle sue attività commerciali nel primo trimestre nonostante limpatto dellemergenza sanitaria del CORONAVIRUS [2] prima in Cina e poi negli Stati Uniti. Le consegne sono cresciute del 40,32%, arrivando a 88.400 unità, il miglior risultato mai registrato dalla Casa californiana nei primi tre mesi dellanno anche se il confronto con le 112 mila dellultimo trimestre del 2019 non è positivo. OLTRE LE ATTESE. I dati si sono rivelati di molto superiori alle attese del mercato, per quanto, nelle ultime settimane, le previsioni degli analisti siano state fortemente ridimensionate tenendo conto dellevolversi della crisi scatenata dal Covid-19. In particolare, Wall Street si aspettava, fino a qualche settimana fa, 91.700 consegne, un dato alla fine ribassato a 79.900. La revisione era stata determinata dagli sviluppi della situazione prima in Cina e poi negli Stati Uniti: la fabbrica di Shanghai è rimasta ferma per alcune settimane tra la fine di febbraio e linizio di marzo ed è ripartita a ranghi ridotti, mentre a Fremont, in California, limpianto è stato alla fine COSTRETTO A CHIUDERE NELLULTIMA SETTIMANA DI MARZO [3] per rispettare le disposizioni delle autorità locali. Nonostante ciò, la produzione complessiva non sembra averne risentito, almeno per ora. AL VIA LA PRODUZIONE DELLA MODEL Y. La Tesla ha fabbricato nel trimestre quasi 103 mila veicoli, molto di più dei 77.100 assemblati nel pari periodo dellanno scorso, quando, però, le attività erano state pesantemente influenzate da "colli di bottiglia" e difficoltà logistiche tra la Cina e lEuropa. La differenza con i numeri delle consegne non può che essere spiegata dalle misure di isolamento imposte dalle autorità per fronteggiare lemergenza tra gli Stati Uniti e lEuropa, che rendono quasi impossibile procedere con linvio delle vetture ai clienti. Tra laltro, i dati forniti dalla Tesla confermano ancora una volta lavvio della PRODUZIONE DELLA MODEL Y [4] già a gennaio e delle CONSEGNE A MARZO [5], in anticipo di almeno sei mesi rispetto ai programmi iniziali. La Casa non ha comunque fornito dettagli su quanti esemplari della Suv siano stati prodotti e consegnati, limitandosi ad accorpare i numeri con la Model 3. Sono 87.282 le berline e le Y assemblate nel periodo, 76.200 quelle consegnate. Un anno fa il dato riguardava solo la Model 3, prodotta in 62.050 unità e consegnata in 50.900. In crescita sono risultate anche le più costose e remunerative Model S e X: 15.390 esemplari sfornati dalle catene di montaggio contro i 14.150 del primo trimestre del 2019, e 12.200 consegne, 100 in più in un anno. I TARGET PER IL 2020. Tutti i dati dimostrano come la Tesla sia riuscita a superare lo stallo determinato dallimpatto della pandemia del coronavirus ma saranno i prossimi mesi i più difficili da affrontare per la Casa californiana e dallintero settore automobilistico. Da una parte la Gigafactory di Shanghai sta "continuando a registrare livelli record di produzione malgrado significative battute darresto", ma dallaltra non è chiaro quando ripartiranno le attività tra Fremont e Reno (Nevada) e quali saranno le prospettive di vendita in uneconomia globale messa a dura prova dallemergenza sanitaria. Finora, comunque, la Tesla non ha fornito indicazioni su uneventuale cambio di rotta rispetto alle LINEE GUIDA PER IL 2020 [6]. I vertici aziendali, a fine gennaio, hanno rivelato lobiettivo di superare tranquillamente" la soglia delle 500 mila consegne, grazie sia alle forti aspettative per la Model Y sia al contributo di Shanghai, dove, tra laltro, il coronavirus ha prodotto ritardi produttivi di meno di due settimane. Tuttavia, a causa dellattuale situazione e delle prospettive fosche per leconomia mondiale, il mercato non si aspetta che lobiettivo venga raggiunto: le consegne annuali sono previste in media a 464 mila unità, con una crescita, comunque, del 29% rispetto al 2019. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/AUDI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/13/CORONAVIRUS_SITUAZIONE_AUTOMOTIVE.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/02/03/TESLA_MODEL_Y_SVELATO_IL_PRIMO_ESEMPLARE_DI_PRODUZIONE.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/02/25/TESLA_MODEL_Y_CONFERMATE_PER_MARZO_LE_PRIME_CONSEGNE.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/01/30/TESLA_UN_ALTRO_TRIMESTRE_IN_UTILE_E_ACCELERA_SULLA_MODEL_Y.HTML 2020-04-03 09:26:51 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2020/04/02/coronavirus_asconauto_manteniamo_la_mobilita_dei_mezzi_impegnati_nell_emergenza/gallery/rbig/FABRIZIO%20GUIDI-PRESIDENTE%20ASCONAUTO%20copia.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30161 Coronavirus - Asconauto: manteniamo la mobilità dei mezzi impegnati nellemergenza http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30161&tipo=fv La sospensione delle attività economiche e le limitazioni alla mobilità delle persone per lemergenza CORONAVIRUS [1] ha determinato il crollo delle immatricolazioni di autoveicoli nuovi e le vendita dellusato, creando forse la situazione peggiore mai vissuta dal mercato automobilistico. Tanto che si ipotizza un calo del 60% su base annua, come dichiarato da Adolfo De Stefani Cosentino, presidente della Federauto. In questo contesto incerto, Fabrizio Guidi, presidente AsConAuto, sottolinea come i consorzi di concessionari stiano mantenendo, finché possibile, la movimentazione dei ricambi per consentire ai service delle concessionarie e agli autoriparatori affiliati di assistere i mezzi impegnati nellemergenza sanitaria nazionale. SERVE UN AIUTO. In presenza di un parco di autovetture circolante con unanzianità media di 11 anni, aggiunge Guidi, lassistenza post-vendita ha un sicuro rilievo e lutilizzo del ricambio originale è una ulteriore garanzia per la qualità e la sicurezza. Ma oggi, di fronte alla tragedia che ha colpito il Paese, la strada è ancora più impervia. Per questo il settore automotive chiede che vi siano ulteriori misure urgenti da parte del governo capaci di garantire laccesso alla liquidità necessaria per fronteggiare le drammatiche difficoltà create dal lockdown. Evitando in questo modo la chiusura di imprese, importanti cali di occupazione e la decurtazione di rilevanti entrate fiscali da un settore che garantisce l11% del Pil. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-03 09:26:51 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/noleggio/2020/04/02/volkswagen_financial_services_obiettivo_diventare_il_piu_grande_operatore_di_flotta_al_mondo/gallery/rbig/2020_VWFS.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30159 Volkswagen Financial Services - I tedeschi puntano alla leadership nelle flotte http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30159&tipo=fv Non solo player primario nella rivoluzione elettrica. Il GRUPPO VW [1], attraverso la sua controllata VOLKSWAGEN FINANCIAL SERVICES [2], vuole diventare anche uno dei leader nel NOLEGGIO A LUNGO TERMINE [3] e nel leasing operativo. Nel 2019, la società contava già 21,5 milioni di contratti in portafoglio con ottime perfomance in tutti i mercati dove opera, tra cui lItalia che, con 32.507 sottoscrizioni, ha immatricolato ben 9 mila unità in più rispetto al 2018. Un cammino, che al netto dei disastri che per il settore sta causando il coronavirus, la società che riunisce tutti i servizi finanziari della Casa di Wolsburg vuole proseguire. I RISULTATI DEL 2019. I 21,498 milioni di veicoli gestiti nel 2019 da parte di VWFS significano un più 5,9% anno su anno per un giro daffari di 223,5 miliardi (+7,7%). Per un risultato operativo a 2,96 miliardi di euro (+13,3%). Un 2019 di crescita ma anche di revisione dei costi con un obiettivo che il Cfo della società, Frank Fiedler, si è posto per un "rapporto costi/ricavi del 40% entro il 2025", rispetto a un 48,1% nel 2019 e al 49% nel 2018. NOLEGGIO E USATO. Due i segmenti su cui punta deciso la società, ovvero la gestione delle flotte e quella dellusato. Perciò, nel tempo Volkswagen Financial Services ha "acquisito nuove aziende e aperto nuovi mercati", come ha sottolineato più volte il presidente del consiglio di amministrazione Henner Santelmann. Tra gli investimenti più significativi del 2019, ci sono lacquisizione di una partecipazione del 60% in FLEETLOGISTICS, uno specialista nella gestione delle flotte - con 180.000 veicoli in più di 70 Paesi - che spinge VWFS a crescere nei parchi auto multibrand: si parla di una percentuale di veicoli non di gruppo che dovrebbe salire, a medio termine, a circa il 15-20% del totale. Il remarketing è invece gestito dal brand dedicato HEYCAR, fondato proprio da Volkswagen Financial Services nel 2017: nel capitale, nel 2018, sono entrati anche il gruppo DAIMLER e la capogruppo Volkswagen Ag. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GRUPPO_VOLKSWAGEN [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/VOLKSWAGEN_FINANCIAL_SERVICES [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/NOLEGGIO_A_LUNGO_TERMINE 2020-04-02 18:59:17 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2020/04/02/zenuity_joint_venture_si_divide_tra_volvo_e_veoneer/gallery/rbig/2020-zenuity-volvo-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30158 Guida autonoma - La Zenuity si divide tra la Volvo e la Veoneer http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30158&tipo=fv La ZENUITY [1], joint venture tra la VOLVO [2] e la VEONEER nata per sviluppare una piattaforma per la guida autonoma, si divide in due aziende separate: lo scopo di questa operazione è quello di migliorare lefficienza e il potenziale del progetto, al fine di portare più velocemente il prodotto finale sul mercato. La nuova società sarà operativa dopo lestate, compatibilmente con gli sviluppi relativi allemergenza del coronavirus. UN SOFTWARE DA INTEGRARE SULLA SPA2. La prima di queste nuove entità sarà gestita proprio dalla Volvo e si occuperà di realizzare un software per la guida autonoma che possa anche essere utilizzato sui modelli basati sulla nuova piattaforma modulare SPA2, come la terza serie della XC90 [3]. La seconda società, invece, dipenderà dalla Veoneer, azienda specializzata nella produzione di supporti per la sicurezza automobilistica, e lavorerà allo sviluppo e alla commercializzazione di un sistema di assistenza alla guida avanzato da proporre ad altri costruttori. Nella parte alle dipendenze della Volvo confluiranno i tecnici attualmente impegnati in Svezia e a Shanghai, mentre in quella di proprietà della Veoneer figurerà invece il personale della Germania e degli Stati Uniti. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/TECNOLOGIA/2019/01/29/GUIDA_AUTONOMA_SVEZIA_VIA_LIBERA_AI_TEST_DELLA_VOLVO.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/VOLVO [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/01/15/VOLVO_IN_PROGRAMMA_UNA_FABBRICA_DI_BATTERIE_NEGLI_STATI_UNITI.HTML 2020-04-02 18:32:07 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/02/coronavirus_da_consorzio_ventilatorchallengeuk_1_500_ventilatori_polmonari_a_settimana/gallery/rbig/2020-test-barcellona-red-bull.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30157 Coronavirus - Dal consorzio "VentilatorChallengeUK " 1.500 ventilatori polmonari a settimana http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30157&tipo=fv "VentilatorChallengeUK", il consorzio britannico composto da numerose aziende automobilistiche, aerospaziali e dalle scuderie di Formula 1, punta a produrre 1.500 ventilatori polmonari a settimana per contribuire agli sforzi del Regno Unito contro il CORONAVIRUS [1]. Dal governo di Londra è arrivato un maxi-ordine per 10 mila dispositivi per la respirazione assistita ma finora ne sono arrivati solo 30. Ora, il pool di aziende ha in programma di imprimere unaccelerazione ai programmi produttivi sfruttando componenti già utilizzate nei normali processi produttivi. LE AZIENDE COINVOLTE. Del resto, lelenco delle aziende che compone il consorzio è ampio e variegato. Ne fanno parte la Ford, la Airbus, la BAE Systems, la High Value Manufacturing Catapult, la Inspiration Healthcare Group, la Meggitt, la Penlon, la Renishaw, la Siemens Healthineers, la Siemens UK, la Smiths, la Thales, la Ultra Electronics, la Unilever e le scuderie inglesi di Formula 1 Haas, McLaren, Mercedes, Red Bull Racing, Racing Point, Renault Sport Racing e Williams. Le sette squadre hanno, tra laltro, lanciato il progetto PitLane per mettere a disposizione competenze e tecnologie per la progettazione e la rapida prototipazione di nuovi dispositivi sanitari. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-02 18:14:20 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/02/coronavirus_volkswagen_al_via_produzione_di_maschere_protettive_per_la_spagna/gallery/rbig/2020-volkswagen-maschere-protettive-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30156 Coronavirus - Volkswagen, al via produzione di maschere protettive per la Spagna http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30156&tipo=fv Il gruppo VOLKSWAGEN [1] ha iniziato a produrre, con la tecnologia della stampa in 3D, supporti per schermi facciali. La produzione avviene in collaborazione con la multinazionale dellaeronautica Airbus e allinterno delliniziativa "Mobility go Additive", che è promossa da circa 250 aziende specializzate nella manifattura additiva e lanciata in risposta alle richieste delle autorità spagnole per un aiuto nella lotta contro il CORONAVIRUS [2]. GLI SCHERMI IN 3D. I prodotti sono stati sviluppati e progettati dallAirbus, che si occuperà della loro consegna con un volo da Amburgo a Madrid. La produzione è in corso non solo nei grandi centri di stampa 3D di Wolfsburg e Ingolstadt, ma anche in altri stabilimenti delle varie società controllate dal gruppo tedesco: Audi, Bentley, Bugatti, MAN Truck Bus, Porsche, Volkswagen Passenger Car, Volkswagen Veicoli Commerciali, Volkswagen Group Components e Volkswagen Motorsport. Il gruppo tedesco sta attualmente utilizzando oltre 50 stampanti ma ha in programma di aumentare progressivamente il numero dei dispositivi impiegati. LE ALTRE FORNITURE. La Lamborghini, la Seat, la koda e la Volkswagen stanno lavorando anche ad altre attrezzature mediche. A Pamplona, la scorsa settimana il marchio di Wolfsburg ha iniziato a produrre visiere protettive e ne ha già consegnati mille esemplari alle autorità locali. La Casa ceca, in collaborazione con lUniversità tecnica di Praga, HA SVILUPPATO UN PROCESSO DI STAMPA IN 3D [3] per produrre respiratori riutilizzabili FFP3, mentre LA LAMBORGHINI HA CONVERTITO ALCUNI REPARTI DEL SUO IMPIANTO [4] a SantAgata Bolognese per fabbricare mascherine chirurgiche e visiere protettive in plexiglass da donare al Policlinico di Bologna. La Seat sta attualmente lavorando a diverse iniziative, tra cui la produzione a Martorell di ventilatori polmonari e vari modelli di maschere che sono ancora in attesa di approvazione ufficiale. Infine, la Volkswagen South Africa sta stampando maschere e visiere. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/VOLKSWAGEN [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/31/CORONAVIRUS_SKODA_PRODOTTI_PER_L_ITALIA_RESPIRATORI_E_TUTE_PROTETTIVE.HTML [4] https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2020/03/31/coronavirus_alla_lamborghini_si_producono_mascherine_e_visiere_protettive.html 2020-04-02 17:58:17 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/aziende/2020/04/02/coronavirus_la_manutenzione_per_le_ambulanze_la_offre_euromaster/gallery/rbig/2020_Ambulanze_Euromaster_michelin.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30155 Coronavirus - Euromaster e Michelin per i pneumatici delle ambulanze http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30155&tipo=fv MICHELIN [1] Italia ed EUROMASTER appoggiano lattività di contrasto al CORONAVIRUS [2] della CROCE ROSSA ITALIANA e delle ASL aprendo su tutto il territorio nazionale gratuitamente le sue officine specializzate per la riparazione o la sostituzione dei pneumatici in caso di foratura o danneggiamento delle loro unità mobili. In questo momento così difficile per la popolazione e, in particolare, per gli operatori sanitari che si prodigano nello sforzo di portare soccorso ai cittadini, è fondamentale poter disporre il più possibile di attrezzature ed equipaggiamenti che aiutino a supportare questo enorme impegno ha detto, Simone Miatton presidente di Michelin Italia. UNA RETE DI 217 PUNTI. Liniziativa presa dal Costruttore di pneumatici francese è stata resa possibile grazie alla rete di professionisti Euromaster che contano ben 217 punti operativi in tutta Italia. Gli affiliati Euromaster contatteranno la Croce Rossa Italiana e lAsl di zona al fine di presentare liniziativa con lobiettivo di sostenere lattività locale degli operatori ha spiegato lad di Euromaster Italia Cristiano Olivero. #BACKONTRACK [3] Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/MICHELIN [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BACKONTRACK 2020-04-02 17:01:52 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/02/coronavirus_fca_rinvia_le_riaperture_lo_stabilimento_di_melfi_chiuso_fino_al_13_aprile/gallery/rbig/2019-Jeep-Compass-Plug-in-Hybrid-Melfi-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30154 Coronavirus - FCA rinvia le riaperture, Melfi resta chiusa fino al 13 aprile http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30154&tipo=fv La Fiat Chrysler ha rinviato ancora una volta la riapertura dei suoi impianti di assemblaggio in Italia. In particolare, secondo quanto comunicato dalle organizzazioni sindacali, il gruppo ha confermato la chiusura fino al 13 aprile dello stabilimento che avrebbe dovuto per primo riaprire i battenti: limpianto di Melfi, in Basilicata. LA COMUNICAZIONE. Il costruttore italo-americano ha comunicato le sue decisioni ai sindacati Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Uglm e Aqcfr nel corso di una conference call appositamente organizzata per fornire indicazioni sulla situazione di emergenza dopo le ultime disposizioni del governo. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha annunciato ieri una proroga fino a dopo Pasqua delle misure restrittive per contenere la diffusione del CORONAVIRUS [1] e in serata è arrivata la FIRMA DEL RELATIVO DECRETO [2] da parte del presidente del consiglio Giuseppe Conte. Di conseguenza - affermano i sindacati - la Fiat Chrysler "ha confermato ufficialmente che la sospensione dellattività produttiva per lo stabilimento di Melfi è fino al 13 aprile, come previsto dallultimo decreto". RIPARTENZA SOLO A RANGHI RIDOTTI. Secondo quanto già emerso la scorsa settimana, QUANDO IL GRUPPO HA INDICATO IL 6 APRILE [3] come possibile data di riapertura dello stabilimento, il riavvio delle attività sarà solo a ranghi ridotti. "FCA ha confermato, fermo restando le disposizioni governative, che una eventuale ripresa potrebbe avvenire in modo parziale", interessando solo la produzione della Compass. Nello stesso giorno dovrebbe riprendere anche la produzione della 500 elettrica a Mirafiori e di tutte le attività della Sevel, la joint venture con la PSA per lassemblaggio del Fiat Ducato, del Peugeot Boxer e del Citroën Jumper. La Fiat Chrysler, che, come si legge in una nota, sta portando avanti il confronto con i sindacati "per mettere in campo tutte le azioni necessarie al fine di tutelare la salute dei lavoratori, perseguire le normative sanitarie previste dal governo e discutere della situazione in merito al trasporto dei lavoratori", prevede di organizzare una nuova riunione con i rappresentanti dei lavoratori per discutere dellevolversi della situazione. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CRONACA/2020/04/01/CORONAVIRUS_MISURE_DI_CONTENIMENTO_PROROGATE_FINO_AL_13_APRILE.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/27/CORONAVIRUS_FCA_ESTENDE_IL_FERMO_PRODUTTIVO_IN_ITALIA_FINO_AL_3_APRILE.HTML 2020-04-02 16:06:00 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2020/04/02/formula_1_virtual_gp_d_australia_ci_sara_anche_leclerc/gallery/rbig/2020-virtual-go-australia.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30153 Formula 1 - Virtual GP dAustralia: ci sarà anche Leclerc http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30153&tipo=fv Domenica, la FORMULA 1 torna a intrattenere virtualmente gli appassionati con il VIRTUAL GRAND PRIX DAUSTRALIA. A prendere parte allevento online ci saranno anche cinque piloti ufficiali: CHARLES LECLERC [1] (Ferrari), Alexander Albon (Red Bull), Lando Norris (McLaren) e i due piloti della Williams, Nicholas Latifi e George Russell. Insieme a loro, collegati dalla propria postazione casalinga, ci saranno anche lex pilota di F.1, Jhonny Herbert, nonché una serie di celebrità del mondo dello sport e dello spettacolo. LAPPUNTAMENTO è PER DOMENICA SERA. Questo sarebbe stato il weekend in cui la Formula 1 avrebbe corso il GP del Vietnam, ma utilizzando il videogame "F1 2019", il circuito di Hanoi non è disponibile e quindi si è optato per correre sul tracciato australiano. Sarà possibile levento virtuale sulle piattaforme di streaming online come Twich, Facebook e Youtube, oltre che sui canali ufficiali della Formula 1. Levento sarà online a partire dalle 20 di domenica 5 aprile. ONLINE ANCHE I PROFESSIONISTI DEL GAMING. Questa volta, al termine della gara del GP virtuale, ci sarà anche una seconda gara con i professionisti della F1 Esports Series, per unaltra ora di puro intrattenimento. Julian Tan, a capo del programma esports della F.1, ha spiegato: "Dopo il successo del Gp virtuale del Bahrain, siamo entusiasti allidea di tornare online e offrire un po di intrattenimento ai nostri fan". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/FORMULA1/F1/PILOTA.SHTML?LECLERC_CHARLES_543795 2020-04-02 15:35:48 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/03/26/ferrari_le_v12_al_top_della_gamma_dagli_anni_60_ad_oggi_foto_gallery/gallery/rbig/01_Ferrari_SF90_Stradale.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30150 Ferrari - I modelli al top della gamma dagli anni 60 ad oggi - FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30150&tipo=fv La FERRARI SF90 STRADALE [1] è la nuova ammiraglia del Cavallino, il modello al vertice della gamma attuale. la prima ibrida plug-in di serie di Maranello, dal momento che la sua non sarà una produzione numerata vera e propria e non va quindi considerata come una erede della LaFerrari, progetto al quale il costruttore sta lavorando separatamente. DAL 68 A OGGI. Questo preambolo è doveroso se vogliamo ripercorrere la storia dei modelli top della Casa del Cavallino, dimenticandoci per una volta del classico gruppo delle "speciali" composto da 288 GTO, F40, F50, Enzo e LaFerrari. Ripercorriamo quindi la storia delle vetture che negli ultimi 60 anni hanno contraddistinto i piani alti dei listini Ferrari. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/05/29/FERRARI_SF90_STRADALE_FOTO_MOTORE_IBRIDO_PRESTAZIONI.HTML 2020-04-02 15:09:01 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/03/20/piccole_e_cattive_le_sportivette_dagli_anni_50_a_oggi_foto_gallery/gallery/rbig/sportivette-foto-gallery-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30151 Piccole e cattive - Le sportivette dagli anni 50 a oggi FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30151&tipo=fv Nei decenni passati, modelli come la PEUGEOT 205 GTI [1], la FIAT UNO TURBO [2] e la RENAULT CLIO WILLIAMS [3] fecero sognare i giovani di tutta Europa, con il loro look sportivo e prestazioni da vetture di categoria superiore. Evoluzione dei modelli della motorizzazione di massa, quando bastavano uno scarico maggiorato e una piccola iniezione di potenza per sentirsi appagati, i piccoli bolidi di allora hanno oggi caratteristiche tecniche distanti anni luce rispetto alle sportive small size recenti, sofisticate e ricche di cavalli (addirittura 306 sulla MINI JOHN COOPER WORKS GP [4]). Eppure, queste ultime non vantano tra il pubblico lo stesso appeal delle loro progenitrici, per motivi tuttaltro che sconosciuti: rispetto al passato lautomobile attrae meno i giovani, tipica clientela di tali vetture, e non è un mistero che le vendite delle auto più piccole, peraltro poco redditizie per le Case, siano sempre più esigue. Ciononostante, non mancano diverse proposte tra i listini dei vari costruttori, che abbiamo raccolto nella nostra galleria di immagini insieme a una selezione di modelli del passato. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/curiosita/2019/03/07/le_utilitarie_peugeot_dagli_anni_80_le_feline_di_successo_foto_gallery_.html [2] https://www.quattroruote.it/news/eventi/2018/02/08/buon_compleanno_uno_i_35_anni_della_fiat_che_nacque_lancia_foto_gallery.html [3] https://www.quattroruote.it/news/curiosita/2019/02/09/renault_clio_dal_1990_la_francese_che_piace_agli_italiani_foto_gallery.html [4] https://www.quattroruote.it/news/nuovi-modelli/2019/11/20/mini_jcw_gp_2020_prezzo_motore_prestazioni_foto_uscita.html 2020-04-02 15:09:01 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/02/coronavirus_ford_lancia_una_raccolta_fondi_in_europa/gallery/rbig/2020-ford-raccolta-fondi-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30152 Coronavirus - Ford lancia una raccolta fondi in Europa - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30152&tipo=fv Il Ford Motor Company Fund, braccio filantropico dellomonima Casa statunitense, ha lanciato due iniziative per coinvolgere la forza lavoro nelle iniziative di contrasto alla pandemia del CORONAVIRUS [1]. La prima riguarda una raccolta fondi per organizzazioni coinvolte nella lotta contro la diffusione del virus in località in grave stato di emergenza, oppure nelle quali sussiste una significativa presenza di dipendenti dellazienda. La seconda, invece, è incentrata su una campagna a favore dei bambini, costretti a rimanere al chiuso delle loro abitazioni. LA RACCOLTA FONDI. Con il "Covid-19 Donation Match", il Ford Fund e il presidente Bill Ford intendono promuovere tra i dipendenti una raccolta per donare fino a 500 mila dollari da destinare a organizzazioni non profit impegnate in progetti alimentari, educativi e sanitari. Il fondo e il presidente dellOvale blu integreranno la raccolta con ulteriori 500 mila dollari, portando così a 1 milione limporto della donazione. In Germania, le risorse andranno a sostenere un fondo di emergenza della Croce Rossa tedesca, mentre in Italia finanzieranno il progetto della Fondazione Mission Bambini a sostegno delleducazione dei bambini in quarantena di famiglie con minori opportunità. Liniziativa riguarda anche altre realtà in Romania, Spagna, Turchia e Regno Unito. IL VOLONTARIATO VIRTUALE. La seconda iniziativa, in linea con gli sforzi del fondo della Ford a favore dellalfabetizzazione, si chiama "Read and Record" e ha lobiettivo di incentivare i dipendenti a registrare video in cui leggono un libro per bambini nella loro lingua. Con i video sarà creata una biblioteca online e il relativo catalogo messo a disposizione di organizzazione filantropiche. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-02 15:09:01 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/02/coronavirus_usa_fca_ford_e_gm_lanciano_campagne_di_incentivi_e_finanziamenti/gallery/rbig/2020-drive-forward-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30149 Coronavirus - Usa: FCA, Ford e GM lanciano campagne di incentivi e finanziamenti http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30149&tipo=fv Il gruppo Fiat Chrysler ha lanciato negli Stati Uniti una campagna promozionale appositamente dedicata a contrastare gli effetti della pandemia del CORONAVIRUS [1] sulla domanda di auto, ma il costruttore italo-americano non è lunico ad aver pensato a iniziative ad-hoc: anche altri grandi realtà come la Ford o la General Motors hanno varato misure per incentivare gli acquisti, soprattutto nei prossimi mesi, quando si spera in una ripresa delleconomia e quindi della fiducia dei consumatori. LA CAMPAGNA. Liniziativa della Fiat Chrysler, non dissimile da quanto GIà ATTUATO IN ITALIA [2], è stata denominata "Drive Forward" e da ieri prevede una serie di speciali incentivi a beneficio della clientela. Tra questi figurano finanziamenti a tasso zero per 84 mesi e nessun pagamento su determinati model year 2019 e 2020. Inoltre sarà possibile acquistare veicoli on-line grazie al lancio della nuova soluzione digitale ORE (Online Retail Experience). LE ALTRE INIZIATIVE. Anche la Ford ha lanciato un programma per consentire agli acquirenti di rinviare fino a sei mesi i pagamenti delle rate dei finanziamenti contratti per lacquisto di modelli 2019 e 2020. La General Motors ha invece optato per la soluzione del tasso zero, estendendo lagevolazione da cinque a sette anni, e deciso di consentire il rinvio dei pagamenti per gli acquirenti con le migliori valutazioni di credito. La strategia di operare sui tassi di interesse o di posticipare le rate di vari mesi è stata, comunque, annunciata da quasi tutti i marchi automobilistici. La lista è lunga e comprende, oltre ai vari brand della GM, della FCA e della Ford, anche Toyota, Lexus, Genesis, Volkswagen, Subaru, Nissan, Infiniti, Honda, Acura, Kia, BMW e Mercedes. La Hyundai, a dimostrazione di quanto la situazione sia grave, ha perfino rispolverato uniniziativa del 2009: il programma Assurance Job Loss Protection, che consente ai clienti di restituire il proprio veicolo in caso di perdita del posto di lavoro. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/25/FCA_CONCESSIONARI_APPUNTAMENTI_GOOGLE_HANGOUTS_MEET.HTML 2020-04-02 12:29:39 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/02/coronavirus_le_vendite_di_auto_crollano_anche_negli_stati_uniti_27_per_cento_a_marzo/gallery/rbig/2020-gm-02.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30148 Coronavirus - Le vendite di auto crollano anche negli Stati Uniti: -27% a marzo http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30148&tipo=fv Lemergenza sanitaria per la pandemia del CORONAVIRUS [1] colpisce duramente anche la domanda di auto negli Stati Uniti. Secondo i dati elaborati dallosservatorio Wards Intelligence, le vendite sono crollate a marzo del 27%, con solo 992.392 auto passeggeri e pick-up commercializzati. CROLLANO LE PROSPETTIVE. Di riflesso, sono state tagliate le previsioni sullintero 2020: le vendite su base Saar (tasso annuale destagionalizzato) dovrebbero attestarsi a 11,4 milioni di unità, contro i 16,8 milioni delle stime di febbraio. Tali prospettive non mettono, naturalmente, in conto la possibile ripresa delleconomia e quindi della domanda. Anche in questo caso JD Power prevede, per esempio, una flessione delle vendite ad aprile dell80% e per lintero anno tra il 10% e il 30% rispetto agli oltre 17 milioni dellanno scorso. Nel peggiore degli scenari si scenderebbe intorno ai 12 milioni di veicoli venduti, non molto di più di quanto registrato nel biennio della recessione del 2008/2009. LA SITUAZIONE. Il crollo è, per la maggior parte, legato alle conseguenze della diffusione del virus in un Paese che ha reagito con lentezza e senza una strategia unitaria alla crisi sanitaria, lasciando ai singoli Stati o città liniziativa. Le prime chiusure delle attività sono state imposte a Seattle l11 marzo, oltre 20 giorni dopo le prime misure varate in Italia. Da allora, lisolamento di aree o intere città si è esteso a macchia di leopardo fino a quando il lockdown ha colpito con estrema drammaticità New York. Attualmente, 39 stati, tra cui la popolosa California, hanno imposto divieti di spostamento e lo stop alle attività e oltre il 75% della popolazione risiede in aree sottoposte a misure di isolamento. Del resto, gli Stati Uniti, anche per colpa di un sistema sanitario assolutamente non paragonabile a quello europeo, sono il Paese più colpito al mondo dal coronavirus: sono quasi 217 mila i contagiati e 5.137 i decessi. E il picco non è stato ancora raggiunto. Proprio ieri il presidente, Donald Trump e i suoi massimi consiglieri per la sanità hanno esortato gli americani a rispettare le rigide misure di allontanamento sociale in vista di due settimane che potrebbero portare a registrare almeno 100.000 morti. LANDAMENTO DELLE CASE. In questo contesto non è facile valutare limpatto della pandemia sullandamento dei singoli costruttori, che, tra laltro, hanno FERMATO QUASI TUTTI GLI IMPIANTI DI ASSEMBLAGGIO [2] proprio per il crollo della domanda. La Fiat Chrysler, la Ford e la General Motors hanno già deciso da tempo di seguire lesempio della Tesla, comunicando solo i dati di ogni trimestre nella convinzione che siano più omogenei e meno soggetti a fattori estemporanei come i giorni lavorativi o particolari eventi negativi (negli Stati Uniti, per esempio, i frequenti uragani hanno un impatto consistente sulle vendite di ampie porzioni del territorio nazionale). Detto questo, i numeri della FCA mostrano un calo del 10% nonostante il continuo aumento delle vendite di pick-up della Ram (+3%), mentre la General Motors ha patito una flessione del 7%. Un indizio sullandamento mensile è comunque arrivato da altri costruttori. La Toyota ha subito una flessione nel trimestre del 9%, con il solo mese di marzo in contrazione del 37%. La Hyundai ha chiuso il mese con un -43% e la Volkswagen con un -42%. Si tratta di percentuali che, secondo alcuni analisti, non dovrebbero essere dissimili da quanto sofferto da chi non ha fornito i dati mensili. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/tags/coronavirus [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/13/CORONAVIRUS_SITUAZIONE_AUTOMOTIVE.HTML 2020-04-02 11:41:31 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sicurezza/2020/04/01/coronavirus_precauzioni_e_tecniche_per_un_abitacolo_sicuro/gallery/rbig/pulizia-interni-auto.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30147 Coronavirus - Precauzioni e consigli di pulizia per un abitacolo sicuro - SCHEDE http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30147&tipo=fv Chi per lavoro o per necessità è costretto a usare lautomobile e magari la deve condividere con un altro membro della famiglia si pone il problema della sicurezza dellabitacolo: come si fa a sapere che allinterno non siano stati trasportati agenti patogeni? COME RICORDATO DAL PROFESSOR FABRIZIO PREGLIASCO [1], virologo dellUniversità degli Studi di Milano e direttore sanitario dellIRCCS Galeazzi, le "droplets", le micro gocce di saliva, sono il principale canale di diffusione del virus, soprattutto quelle che cadono nel raggio di un metro, un metro e ottanta al massimo. Il virus sopravvive anche quattro ore, dopo di che la carica virale crolla, resta ancora attiva per qualche giorno ma in modo meno pericoloso. ABITACOLO SOTTO LA LENTE. Il rischio che si depositino allinterno di un luogo angusto come labitacolo è elevatissimo. Che fare? Per mettere lauto in sicurezza, bisogna adottare delle precauzioni. Si può procedere con un accurata pulizia degli interni usando prodotti disinfettanti, ma non cè la certezza di aver eliminato tutti i rischi. Oppure si può ricorrere a un trattamento professionale a base di ozono, lunico riconosciuto dal ministero della Sanità e mediante una procedura affine a quella che si usa negli ospedali. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/SICUREZZA/2020/03/19/CORONAVIRUS_MASCHERINE_E_DISINFETTANTI_LE_REGOLE_PER_USARE_L_AUTO_IN_SICUREZZA_SCHEDE.HTML 2020-04-02 11:41:31 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/02/toyota_e_byd_una_joint_venture_per_lo_sviluppo_di_veicoli_elettrici/gallery/rbig/Logo-Toyota.JPG http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30146 Toyota e BYD - Finalizzata la joint venture per sviluppare le batterie delle elettriche http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30146&tipo=fv La BYD e la TOYOTA [1] hanno dato vita alla JOINT VENTURE DEDICATA ALLA RICERCA E LO SVILUPPO DI BATTERIE [2] per auto elettriche che era stata annunciata già alla fine del 2019. La nuova società ha preso il nome di BYD Toyota EV Technology Co. Ltd. e sarà operativa da maggio. Sono già state nominate le due figure principali di riferimento: Hirohisa Kishi della Toyota sarà il presidente, mentre Zhai Binggen della BYD ricoprirà il ruolo di ceo. SEDE IN CINA CON 300 COLLABORATORI. Per il momento non sono state annunciate tempistiche precise circa il raggiungimento dei primi obiettivi: una previsione realistica potrebbe prevedere risultati tangibili sul mercato nel 2025. Lunione del know-how dei due costruttori dovrebbe permettere di accelerare i tempi per la ricerca e di ottimizzare i costi. La società, con sede a Shenzen, in Cina, potrà contare su circa 300 collaboratori. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TOYOTA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2019/11/07/TOYOTA_AL_VIA_LA_JOINT_VENTURE_CON_BYD_PER_BATTERIE_E_AUTO_ELETTRICHE.HTML 2020-04-02 11:16:33 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2020/04/02/mole_urbana_foto_autonomia_noleggio/gallery/rbig/2020-Mole-Urbana-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30145 Mole Urbana - Elettrica, semplice, condivisa: la non-auto di Umberto Palermo http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30145&tipo=fv Una carrozza di fine ottocento si aggirerà per le nostre città, ma senza cavalli. O se preferite una Ford T, ma senza rumore. Il quadriciclo MOLE URBANA in realtà ha più affinità con la Ohio, veicolo americano del 1913: entrambi spinti da un motore elettrico. Quello del veicolo odierno è alimentato da batterie di diversi tagli, che garantirebbero (alla velocità massima di 50 km orari) unautonomia oscillante tra i 75 e i 150 km. Tutto sommato adeguata alla vocazione di people mover per brevi tragitti cittadini. La Mole Urbana, infatti, nasce per essere destinata al solo noleggio. Per guidarla basta avere 14 anni (e una patente AM). MOBILITà SOSTENIBILE. Motore delliniziativa, tutta val la pena di sottolinearlo italiana, è Umberto Palermo, designer piemontese (dadozione), che ha firmato il quadriciclo e ha coinvolto nellimpresa anche la toscana Pretto, azienda di Pontedera (già fornitrice della Piaggio, della Dongfeng e dellIsuzu) alla quale è stata affidata la realizzazione del drivetrain elettrico e lassemblaggio della vettura, e la piemontese Movim, leader nel renting a lungo termine, che si occuperà invece della distribuzione e del noleggio. NON è TEMPO DI ONE-OFF. Palermo, che forse qualcuno ricorderà per le fuoriserie con il logo della Mole Antonelliana sotto il marchio Mole costruzione artigianale, è il primo a riconoscere che questa è unaltra cosa: Continuo a sognare e progettare automobili nel senso più emozionale del termine. Questa però, anche se ho voluto mantenere il nome Mole, non è unautomobile, non ho voluto fare una vettura in miniatura, ma piuttosto un sistema di mobilità, ideato in chiave urbana e in unottica di sostenibilità, che si possa integrare alla città. Una risposta, anziché al sogno di pochi, alle esigenze di mobilità individuale di molti. Presentarlo ora, poi, per me significa anche veicolare un messaggio positivo, proiettato verso la ripresa della vita sociale. UN PROGETTO PENSATO. La si potrà trovare simpatica o buffa noi labbiamo paragonata a una carrozza, ma chissà quante altre similitudini, magari non tutte lusinghiere, si leggeranno nei commenti ma una cosa è certa: il suo aspetto non è frutto di un capriccio estetico o del caso, bensì di un progetto pensato. Le cui cifre esplicative sono semplicità e praticità. Abbiamo voluto fare un veicolo sostenibile non soltanto a livello di emissioni allo scarico, ma anche di processo produttivo, dice ancora Palermo. Perciò, niente stampi, che richiederebbero lunghe lavorazioni e grande dispendio di energia nel muovere le enormi presse. Al loro posto un semplice procedimento di taglio di estrusi dalluminio: i profilati e le lastre che formano la carrozzeria (a fornirli, lazienda torinese Ett1). Il design del veicolo è la conseguenza di questa scelta progettuale. TRE TAGLIE. La rinuncia agli stampi per la scocca ha anche permesso alla Mole Urbana di offrire tre taglie di carrozzeria: Small (3,2 metri), Medium (3,4 metri), Large (3,7): da uno a tre posti, dato che si devono prevedere semplicemente differenti misure nel taglio dei longheroni dalluminio. Pacco batterie e gruppo motopropulsore, poi, sono esterni, nei bauletti che si trovano rispettivamente sopra lavantreno e sul retrotreno. Labitacolo è destinato solo ai passeggeri, il pavimento piatto si può lavare con un getto dacqua. Allinterno, solo i comandi obbligatori: accensione, luci e poco altro. Per il resto, al posto del quadro strumenti una docking station per collegare il cellulare, attraverso cui si gestiscono le informazioni di viaggio (consumi, velocità, autonomia residua). A proposito di autonomia, se proprio si dovesse restare a secco, ogni occupante ha a disposizione un monopattino elettrico integrato, per proseguire il viaggio a destinazione. UNA NICCHIA IN ESPANSIONE. La Mole Urbana, tiene a precisare il suo creatore, non è una concept car, ma un progetto commerciale, destinato ad arrivare sul mercato una volta che la bufera coronavirus sarà passata. Lobiettivo di Palermo sarebbe di produrre 50 pezzi entro la fine dellanno (evoluzione della pandemia permettendo), altri 150 nel 2021, per poi arrivare a 200 nel 2022 e a 300 lanno successivo. Lottimismo poggia le basi sulle stime di crescita del mercato dei quadricicli, che parlano di un incremento del 30% per il 2030: la Mole Urbana punta a raggiungere una quota del 2% circa in tre anni e del 6% nei tre successivi. 2020-04-02 11:16:33 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/burocrazia/2020/03/18/decreto_cura_italia_patente_esame_revisione_collaudo_tutte_le_novita_per_l_auto/gallery/rbig/2019-Codice-della-Strada-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30143 Coronavirus - Patente, revisione, multe, RC auto: il decreto Cura Italia e le altre novità per lauto - SCHEDE http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30143&tipo=fv Lemergenza CORONAVIRUS [1] ha travolto il settore dellauto anche dal punto di vista amministrativo e burocratico. Su questo fronte, il governo ha risposto con varie misure e disposizioni, occupandosi anche del RINNOVO DELLE PATENTI [2]. Il DECRETO CURA ITALIA [3], diventato legge dopo la firma del presidente Mattarella, disciplina questi temi, aggiungendo indicazioni anche per le revisioni e i collaudi. Le novità, però, non si limitano a questo: nelle SCHEDE SFOGLIABILI QUI SOPRA, riportiamo tutti i provvedimenti varati dallesecutivo nelle ultime settimane. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/BUROCRAZIA/2020/03/13/CORONAVIRUS_RINNOVO_PATENTI_PERCHE_IL_MINISTERO_NON_CONGELA_LE_SCADENZE_.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/BUROCRAZIA/2020/03/16/CORONAVIRUS_IL_GOVERNO_CONGELA_PATENTI_E_REVISIONI.HTML 2020-04-02 10:34:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2020/03/30/_iorestoacasa_l_auto_ai_tempi_del_coronavirus_la_seconda_parte_delle_vostre_storie/gallery/rbig/ambulanza%20ferrari.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30144 #iorestoacasa - Lauto ai tempi del coronavirus: la seconda parte delle vostre storie http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30144&tipo=fv Come forse ben saprete, non tutta lItalia è ferma per lemergenza CORONAVIRUS [1]. Ci sono, per esempio, mezzi pesanti e veicoli commerciali leggeri che ogni giorno si muovono per assicurare le forniture alimentari. Tutta la logistica delle consegne, poi, è in fibrillazione per limpennata degli acquisti online. E, purtroppo, ci sono le ambulanze che vanno in giro senza fermarsi mai. Conoscendone limportanza, la Ferrari ne ha donata una alla Usl di Modena, attrezzata per il trasporto di pazienti in isolamento. Ma quelle in circolazione non possono fermarsi per nessuna ragione. Capita così che alla DipaSport di Roveleto di Cadeo (PC), azienda attiva nella produzione, rigenerazione e vendita di ricambi per auto (un sito al centro di una delle zone più colpite dallepidemia del coronavirus) venga chiesto aiuto per riparare unambulanza nel pieno dellemergenza. "Si sono rivolti a noi perché non cerano meccanici e ricambisti in giro", racconta Christian Gherardi, titolare dellazienda. "Così ci siamo dati da fare coi i ricambi, che abbiamo regalato, e provveduto a rimettere in circolazione la preziosa ambulanza. Dopo quella ne è arrivata unaltra, poi unaltra ancora. A oggi, sono venti i mezzi di soccorso su cui siamo intervenuti a vario titolo per evitare che si fermassero". UN CLIMA DI INCERTEZZA. A proposito di aziende chiuse, Marco Martelli ci racconta che il 7 marzo scorso ha acquistato una nuova auto dando un acconto e lasciando in permuta la vecchia, in consegna entro il 6 aprile. E adesso che si fa? La concessionaria è chiusa, ma il contratto operativo. Lo si considera come congelato e valido a partire dalla data di apertura, oppure va annullato e siglato di nuovo? E lacconto versato che fine farà? Domande più che legittime e che non riguardano solo lui, ma una moltitudine di utenti nelle stesse condizioni, travolti dal susseguirsi degli avvenimenti. UN PO DI SANO FAI DA TE. Per fortuna cè anche chi prova a distrarsi dalle difficoltà dellisolamento sociale forzato dedicandosi a piccoli lavori sullauto. Michele Cocus di Monfalcone (GO), per esempio, ha deciso di provare a togliere la patina dai proiettori della Nissan Micra della moglie usando un kit, lavoro che di solito viene fatto in carrozzeria. Luca Loforte di Bari, dopo aver sconfitto la pigrizia, ha finalmente messo ordine in garage e selezionato le cianfrusaglie accumulate nel tempo: il lettore non riusciva nemmeno a parcheggiare lauto! Continuate a raccontarci le vostre storie, inviando testo e foto allindirizzo REDAZIONEWEB@QUATTRORUOTE.IT. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-02 10:34:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/noleggio/2020/04/01/coronavirus_tante_le_iniziative_da_fca_bank_e_dal_mondo_credit_agricole/gallery/rbig/2020_FCA_Ca_Cri.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30142 Coronavirus - Le iniziative di FCA Bank e di Crédit Agricole http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30142&tipo=fv Dopo aver messo a disposizione della CROCE ROSSA ITALIANA 300 vetture e 5 ambulanze per fronteggiare lemergenza CORONAVIRUS [1], FCA BANK [2] partecipa alle iniziative di raccolta fondi promossa da CRéDIT AGRICOLE ITALIA sul portale CROWDFORLIFE [3], con cui supporterà la campagna della Cri Il Tempo della Gentilezza e gli ospedali della provincia di Parma, insieme a Fondazione Cariparma. UN MILIONE DI EURO. La banca transalpina, inoltre, assieme alle altre società del gruppo, ovvero Agos (con in più il contributo dei collaboratori), CA Vita e CA Assicurazioni, ma anche CA Corporate Investment Bank, CACI, CACEIS, Eurofactor, CA FriulAdria, CA Leasing e Indosuez Wealth Management, hanno deciso di donare complessivamente un milione di euro per allestire un ospedale da campo e lacquisto di autoambulanze e veicoli speciali. In un momento così delicato per il nostro Paese, tutte le realtà del Crédit Agricole in Italia si sono unite per dare il loro contributo. Siamo orgogliosi di supportare le attività di Croce Rossa Italiana, da sempre in prima linea nellaffrontare le emergenze nazionali ha dichiarato Giampiero Maioli, Responsabile Crédit Agricole in Italia, a cui ha fatto eco dichiarato il Segretario Generale della Cri Flavio Ronzi: "Grazie al contributo di Crédit Agricole siamo in grado di potenziare ulteriormente la nostra capacità di risposta allemergenza coronavirus e i servizi di assistenza domiciliare rivolti alle persone più vulnerabili. INIZIATIVE LOCALI. Questa donazione si aggiunge alle altre numerose iniziative locali attivate per lemergenza coronavirus, che portano il totale dellimpegno del Gruppo ad oltre 2 milioni di euro. Grazie alla sua rete di contatti con imprese e privati locali la filiale italiana dellistituto francese ha infatti acquistato 60 macchine per la ventilazione assistita, donandole a numerosi ospedali del territorio in Emilia Romagna, Liguria e Toscana, in sinergia con le Fondazioni azioniste (Cariparma, Piacenza e Vigevano, Carispezia, San Miniato) e le aziende del territorio (come Finice). In Romagna è stato invece sostenuto lospedale Bufalini di Cesena (insieme alla Fondazione Caricesena) e lOspedale degli Infermi di Faenza con la Fondazione CariFaenza. Infine in Lombardia ha contributo al Fondo di Solidarietà per Famiglie mentre ha donato 128 mila le paia di guanti, 10.000 mascherine e 2.000 tute alla Croce Rossa del Veneto e del Friuli. #backontrack [4] Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FCA_BANK [3] http://www.ca-crowdforlife.it [4] https://www.quattroruote.it/tags/backontrack 2020-04-02 09:09:42 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2020/04/01/mercato_auto_italia_marzo_2020/gallery/rbig/2020-Mercato-Auto-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30141 Coronavirus - Unrae: Con il -85% di marzo, il mercato italiano non cè più http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30141&tipo=fv Era purtroppo facile immaginare che il mercato dellauto avrebbe sofferto in modo straordinario limpatto del CORONAVIRUS [1] e del LOCKDOWN [2] che ne è stata conseguenza. Oggi ne abbiamo avuto conferma, per quanto riguarda lItalia. E a riassumere il primo bilancio di una situazione drammatica è stato Michele Crisci, presidente di Unrae, associazione che rappresenta le case costruttrici straniere: "Già nei primi due mesi del 2020 stavamo vivendo una sofferenza evidente, con un -7,3% nelle immatricolazioni e addirittura un -16,3% sul canale privati. In attesa che il ministero dei Trasporti comunichi i dati ufficiali, oggi alle 18, possiamo già dirvi che i nostri numeri proiettano per il numero di marzo un calo delle vendite dell85,6% (85,4 secondo I DATI DEL MINISTERO [3], _ndr_). Sono state immatricolate 28 mila macchine". Insomma, quello che è successo a febbraio in Cina primo Paese ad aver "chiuso" a causa del contagio è accaduto anche da noi: il mercato dellauto non cè più. Continua Crisci: "Ci siamo domandati se questo fosse il momento giusto per rappresentare ai policy maker le istanze dei costruttori, essendo perfettamente consapevoli che tutti i settori si trovano in una situazione di grande difficoltà. E ci siamo risposti che sì, oggi è doveroso farlo. fondamentale proteggere questo settore con un approccio strategico, tenendo presente che in questo momento qualsiasi attività non ha più alcuna liquidità in entrata, mentre rimangono immutati i costi, le scadenze, i pagamenti ai fornitori". A questo punto resta da capire quanto durerà questa situazione che rischia di minare la sopravvivenza di un comparto centrale per leconomia, loccupazione e il bilancio italiani (la distribuzione rappresenta il 10% del Pil). Crisci, come tutti, non ha una risposta, ma da manager ipotizza scenari: "Il best case scenario prevede la chiusura delle attività fino a tutto maggio, per poi avere una riapertura a giugno, con un mercato che recupera gradualmente nella seconda metà dellanno. Se così accadrà, il mercato 2020 si chiuderà a 1,31 milioni di auto, ritornando alla crisi di 10-12 anni fa. Il worst case, invece, prevede la chiusura fino a luglio, con una ripartenza vera a settembre e una recessione generale più lunga: questo porterebbe a un consuntivo di 1 milione di auto nuove a fine anno. ORA TOCCA A CONTE. Unrae ha preparato una piattaforma di richieste al governo, che a dire il vero non sembra mai stato particolarmente sensibile alle istanze della categoria, nonostante le dichiarazioni di distensione di fine 2019 del premier Conte. Spiega Crisci: "I nostri obbiettivi sono chiari: la tutela della stabilità occupazionale, la protezione dellindustria e del suo indotto, la difesa della continuità dei servizi pubblici essenziali, la riduzione dellimpatto ambientale con un occhio alla sicurezza e infine il ritorno economico per lerario. Le soluzioni che proponiamo sono tanto semplici quanto efficaci. In primo luogo, riteniamo necessario rimodulare la disciplina dellecobonus, introducendo una terza fascia 61-95 g/km della CO2 per allargare il beneficio a una platea molto più ampia di modelli e quindi di consumatori. Continuare ad avere glincentivi per il 2% serve a poco. A questo si deve aggiungere un aumento deglimporti per la seconda fascia di emissioni e, inevitabilmente, della disponibilità dei fondi. Laltra necessità urgente" e qui Unrae ritorna su uno dei suoi grandi cavalli di battaglia "è quella di riallineare la fiscalità rispetto agli altri mercati europei nel campo delle auto aziendali: ciò significa laumento del tetto della deducibilità a 50 mila euro, della quota ammortizzabile al 100% e della detraibilità Iva sempre al 100%". Crisci, peraltro accompagnato silenziosamente da tutti i ceo delle altre Case, ha inoltre ricordato come nella distribuzione lavorino circa 150 mila persone: "Vedo che tutti si occupano deglimpianti di produzione. Ma non dimentichiamoci della vendita e della distribuzione, che è un anello fondamentale della filiera. Il contagio si sta diffondendo e potremmo trovarci nella situazione che in Italia riaprano i concessionari ma non abbiano vetture da vendere perché le fabbriche sono ferme. Credo sia opportuna da parte del governo la consapevolezza che gli strumenti di sostegno finanziario sono vitali in questo momento, ma saranno altrettanto importanti azioni per spingere i consumi quando ci sarà la ripartenza". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CRONACA/2020/04/01/CORONAVIRUS_MISURE_DI_CONTENIMENTO_PROROGATE_FINO_AL_13_APRILE.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/MERCATO/2020/04/01/MERCATO_ITALIANO_VENDITE_AUTO_MARZO_2020.HTML 2020-04-01 18:54:27 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2020/04/01/mercato_italiano_vendite_auto_marzo_2020/gallery/rbig/2020-mercato-auto-marzo.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30140 Mercato italiano  - A marzo crollano le immatricolazioni: -85,4% http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30140&tipo=fv Il mercato dellauto italiano ha assistito a un crollo senza precedenti a marzo. Colpa, ovviamente, delle misure di isolamento messe in atto dalle autorità nazionali e regionali per contrastare la diffusione del CORONAVIRUS [1]. Secondo i dati diffusi dal ministero dei Trasporti, lo scorso mese sono state immatricolate 28.326 vetture, l85,42% in meno rispetto a un anno fa. IL PRIMO TRIMESTRE. Landamento della domanda a marzo trascina, di conseguenza, in ribasso i dati del primo trimestre. Le immatricolazioni sono pari a 347.193 unità, con un calo del 35,47% rispetto ai primi tre mesi del 2019. FCA. Il gruppo FCA ha immatricolato a marzo solo 4.692 veicoli, il 90,28% in meno rispetto a un anno fa. Landamento dei vari marchi vede la Fiat flettere del 91,18% (2.794), Lancia del 91,55% (514), Alfa Romeo dell88,88% (271), Jeep dell86,48% (1.070) e Maserati del 77,34% (29). PSA. La francese PSA, con 3.430 immatricolazioni, subisce una flessione dell89,24%. La Citroën perde l89,19% (1.031), la DS il 78,59% (79), la Opel il 92,55% (824) e la Peugeot l86,28% (1.496). VOLKSWAGEN. Le immatricolazioni del gruppo Volkswagen, pari a 4.548, crollano dell84,61%, con il marchio omonimo in discesa dell86,83% (2.316), lAudi dell81,22% (1.208), la Seat dell89,95% (283) e la Skoda del 73,25%. La Lamborghini limita le perdite a un -8,33% ma con solo 22 vetture commercializzate. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-01 18:23:58 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/01/volkswagen_in_cina_riavviati_22_impianti_produttivi_su_24/gallery/rbig/2020-Cina-auto-233.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30139 Volkswagen - In Cina riavviati 22 impianti produttivi su 24 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30139&tipo=fv Il gruppo Volkswagen vede continui segnali di ripresa in Cina dopo la crisi del CORONAVIRUS [1] e prevede un ritorno alla normalità entro la metà dellanno. "La speranza sta tornando sul mercato cinese", ha dichiarato Stephan Wöllenstein, numero uno delle attività del costruttore tedesco nel Paese asiatico. "Ci sono sempre più segnali che le attività si stanno riprendendo. Entro la metà dellanno, potremmo tornare in linea con la pianificazione del 2019". LA SITUAZIONE DEGLI IMPIANTI. Al momento, è confermato il sostanziale riavvio delle attività produttive ANTICIPATO POCHI GIORNI FA DALLAMMINISTRATORE DELEGATO [2] Herbert Diess. Nel dettaglio delle, 24 fabbriche di veicoli e componenti, 22 sono ripartite. Considerando anche gli impianti legati ai partner locali sono 31 su 33 gli stabilimenti riaperti. Rimangono chiusi solo i siti di Changsha e Urumqi. "Siamo cautamente ottimisti sul fatto che i peggiori effetti della crisi saranno superati tra due o tre mesi", ha sostenuto Wöllenstein, sottolineando, però, un interesse "ancora limitato" della maggior parte della potenziale clientela a causa delloperatività ridotta di molte strutture industriali. Il gruppo è comunque pronto ad aumentare la produzione in caso di crescita della domanda. CONCESSIONARI APERTI. Del resto, landamento delle vendite ha mostrato graduali segnali di miglioramento. Il gruppo prevede, per il mese di marzo, un aumento della domanda di auto passeggeri fino a 1 milione di unità, contro le sole 250 MILA DI FEBBRAIO [3]. Le vendite beneficeranno anche del progressivo ritorno alla normalità della rete di dealer: oltre il 95% di tutti i concessionari del Gruppo Volkswagen (solo quelli del marchio omonimo sono oltre 2 mila) ha riaperto i propri saloni, anche se laffluenza dei clienti è al 60% rispetto al periodo pre-crisi. "Mi aspetto che il settore raggiunga il livello dellanno scorso allinizio dellestate", ha indicato Wöllenstein. PREVISIONI IMPOSSIBILI. comunque difficile, al momento, fornire indicazioni precise sullandamento della domanda, sullentità della ripresa e sui suoi effetti compensativi sui dati del primo trimestre. Per lintero 2020, il gruppo ha delineato una serie di scenari che indicano una contrazione del mercato tra il 3% e il 15%. "Al momento non sono possibili previsioni precise perché gli sviluppi nella seconda metà dellanno dipendono da molti fattori che sono difficili da quantificare", ha aggiunto il manager, citando, tra le variabili, il comportamento dei consumatori, lo sviluppo delleconomia ed eventuali programmi di stimolo. A tal proposito circolano indiscrezioni sullintenzione delle autorità di Pechino di varare diverse misure, tra cui il rinvio dellentrata in vigore dei nuovi standard sulle emissioni, una modifica al sistema delle quote obbligatorie per la produzione di veicoli a basse emissioni e nuovi incentivi fiscali per le auto elettriche. CONFERMATI GLI INVESTIMENTI. In vista della ripresa, il gruppo Volkswagen ha inoltre confermato il PIANO PER INVESTIRE [4] con i suoi partner cinesi oltre 4 miliardi di euro, di cui il 40% destinati allelettrificazione. "Partiamo dal presupposto - ha spiegato Wöllenstein - che la ripresa continuerà e che opereremo di nuovo in un normale contesto di mercato nel 2021. E la Cina non perderà il suo status di motore dellindustria automobilistica globale nel lungo periodo. Qui si darà forma alle tendenze dellelettromobilità e della digitalizzazione". stato confermato anche lavvio, entro la fine dellanno, della produzione di modelli a batteria nelle nuove fabbriche della SAIC Volkswagen ad Anting e della FAW-Volkswagen a Foshan. " positivo che stiamo entrando nel periodo post-crisi con nuovi modelli forti", ha concluso il manager, ricordando lobiettivo del gruppo di vendere 1,5 milioni di auto elettriche allanno in Cina entro il 2025. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/17/CORONAVIRUS_VOLKSWAGEN_SOSPENDE_LA_PRODUZIONE_IN_EUROPA_PER_DUE_SETTIMANE.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/04/CORONAVIRUS_CROLLANO_LE_VENDITE_IN_CINA_80_A_FEBBRAIO.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2019/10/29/VOLKSWAGEN_IN_CINA_UN_ACCELERATA_SULL_ELETTRICO.HTML 2020-04-01 18:23:58 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2020/04/01/le_grandi_interviste_lewis_hamilton/gallery/rbig/2020-Lewis-Hamilton-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30138 Le grandi interviste - Lewis Hamilton: I migliori anni della mia vita http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30138&tipo=fv La nostra rassegna LE GRANDI INTERVISTE continua con un sei volte campione del mondo di Formula 1, Lewis Hamilton. Per rendere più interessanti questi giorni di isolamento, infatti, abbiamo deciso di riproporvi integralmente i testi degli esclusivi colloqui che i nostri giornalisti hanno avuto negli scorsi anni con personaggi di spicco del mondo dellauto. In questo caso torniamo al 2015 (lintervista è sul numero di ottobre), quando Emilio Deleidi ha scambiato quattro chiacchiere con il pilota britannico, poche ore dopo la vittoria a Monza. Nato il 7 gennaio 1985 a Stevenage, a circa 50 km da Londra, Lewis Hamilton ha cominciato da giovanissimo ad avvicinarsi al mondo delle quattro ruote. Dopo i primi passi mossi nel mondo dei kart, a dieci anni vince il titolo inglese Cadetti e a 15 quello mondiale. Dopo il passaggio alle monoposto, nel 2003 diventa campione inglese di Formula Renault e vince nel 2005 il titolo europeo di Formula 3 prima di imporsi, lanno successivo, nel mondiale di GP2. Il debutto in Formula 1 risale al 2007, quando con la McLaren sfiora il titolo mondiale allesordio in questa categoria, arrivando a un solo punto da Kimi Räikkönen. Per il primo campionato Piloti Hamilton deve attendere lanno successivo, quando ottiene il primo dei suoi sei mondiali. Ha unaria raggiante, LEWIS HAMILTON [1], quando lo incontriamo allindomani del Gran Premio dItalia, che ha vinto a mani basse. E a ragione: viene da una serie impressionante di risultati (sette vittorie, altrettante pole position consecutive) che ne dimostrano lo stato di grazia. "Sono nel periodo migliore della mia vita", commenta. Ecco come ce lo racconta, rilassato e con i capelli ancora tinti di un improbabile colore biondo, che fa il paio con il suo look da rockstar, più che da pilota. HA MAI PENSATO DI POTER RAGGIUNGERE COSì TANTI SUCCESSI COME QUELLI OTTENUTI, SOPRATTUTTO IN QUESTI ULTIMI DUE ANNI? Lho sperato e lho sognato, ma quando sogni non sai mai cosa poi succederà realmente. Sono molto fortunato a essere dove sono arrivato oggi, ma la gente, a volte, non immagina quanta fatica e quanto lavoro siano stati necessari per giungere fino a questo punto. E non solo per me, ma per i team, di oggi e di ieri, con i quali ho corso e per la mia famiglia, che mi ha sostenuto fin dai tempi del karting. Senza tutte quelle esperienze, non sarei diventato il pilota che sono oggi. PIù VOLTE HA DETTO CHE AYRTON SENNA ERA IL SUO IDOLO: è ANCORA COSì? Ho iniziato a correre ventidue anni fa, quando ne avevo otto, e a 13 sono venuto in Italia come aveva fatto lui: la mia aspirazione era emularlo. Così, ora, gareggiare in Formula 1, ottenere i suoi stessi risultati e aver guidato una delle sue macchine è fantastico. Tutto quello che posso fare ancora è continuare a cercare di raggiungere performance pari alle sue, impegnandomi per superare sempre di più il limite. BERNIE ECCLESTONE, TUTTAVIA, LHA PARAGONATA A VALENTINO ROSSI Per me è un complimento, perché Valentino è il pilota più leggendario della nostra generazione. Ho avuto il privilegio dincontrarlo un paio di volte ed essere preso in considerazione da una persona come lui, che ha ottenuto risultati grandiosi, è qualcosa di speciale. CHI RITIENE FOSSE IL PILOTA PIù FORTE FRA TUTTI QUELLI CONTRO CUI HA GAREGGIATO, IN OGNI CATEGORIA IN CUI HA CORSO? Mi faccia pensare Non so se cè un pilota in particolare: ognuno aveva qualcosa da cui era necessario guardarsi. Nella vita non puoi mai dire chi è il migliore: chiunque può essere meglio di me in certe situazioni, ma vale anche il contrario. Mi sono sempre sforzato di migliorare il mio livello in ogni circostanza, imparando qualcosa. Sono stato fortunato a battermi contro tanti piloti, perché ho potuto apprendere molto da ognuno di loro. PENSA CHE LE SUE CAPACITà DI GUIDA SIANO IN GENERALE MIGLIORATE, RISPETTO ALLE SCORSE STAGIONI? Mi piace pensare di essere cresciuto: credo di avere imparato molte cose nuove. Questanno, il mio obiettivo principale era perfezionare lapproccio mentale e la concentrazione, soprattutto nelle qualifiche, e credo di esserci riuscito, grazie anche allaiuto del team. QUAL è LA SUA AUTO DA COMPETIZIONE PREFERITA? A PARTE, NATURALMENTE, LA MERCEDES DI FORMULA 1 CON CUI HA VINTO IL MONDIALE 2014 E QUELLA ATTUALE Direi soprattutto la McLaren MP 4/4 (dotata di motore Honda, nel 1988 vinse con Ayrton Senna e Alain Prost 15 dei 16 Gran Premi in programma, ndr). Ma aggiungerei anche la Mercedes di Fangio del 1955, la Freccia dargento che ho guidato sulla spettacolare Sopraelevata di Monza. Questultima, anzi, è forse in assoluto la mia preferita, per il suo straordinario rumore di automobile da corsa (qui Lewis mima con la bocca il suono della Freccia dargento, mostrando un sorriso estasiato, ndr). IMMAGINIAMO CHE, INVECE, NON LE PIACCIA TANTO IL SUONO DELLE POWER UNIT DELLE FORMULA 1 IBRIDE DI OGGI Onestamente, no: apprezzo la loro potenza, che le rende più divertenti e veloci del passato, ma il rumore... Adoro, invece, le monoposto degli anni 80, non ancora troppo tecnologiche, con il cambio manuale e la frizione. E quando devo scegliere unauto stradale, la preferisco con il cambio meccanico. SI VEDE ANCORA PILOTA FRA, PONIAMO, DIECI ANNI? IN FORMULA 1 OPPURE, MAGARI, IN GARE COME LA 24 ORE DI LE MANS? Sicuramente fra dieci anni non sarò più in Formula 1! Credo che correrò ancora per tre o quattro stagioni con lo stesso team e che continuerò a farlo solo fino a quando mi divertirò. Però arriverà un momento in cui avrò ottenuto così tanto da far venire meno le ragioni per continuare. Non faccio progetti, ma non voglio correre per tutta la vita. Quando smetterò, sarà sicuramente uno choc, ma proverò a fare altro: mi piacciono anche le moto e il mio hobby preferito è suonare. Anche se non sarò mai un musicista professionista Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/LEWIS-HAMILTON 2020-04-01 17:40:16 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2020/04/01/red_dot_award_2020_le_case_e_le_auto_premiate_per_il_design/gallery/rbig/2020-red-dot-award-02.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30137 Red Dot Award 2020 - Le Case e le auto premiate per il design http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30137&tipo=fv Tanti successi per lauto nelledizione 2020 del RED DOT AWARD [1], prestigioso riconoscimento nellambito del design. Tra le aziende insignite figurano questanno la Mazda, la Honda, la Kia e la Hyundai. Con i costruttori giapponesi, in particolare, pluripremiati. DALLE GIAPPONESI ALLA OCTAVIA. Per la Mazda hanno ottenuto il Red Dot Award sia la Suv CX-30 sia lelettrica M-30. Ed è doppietta anche per la Honda e: la piccola elettrica e, in arrivo sul mercato questanno, è Best of the Best 2020, ma ha ricevuto anche il riconoscimento nella categoria "Smart Product". La Casa di Tokyo ha poi aggiunto al bottino un terzo award grazie a una moto, la CBR1000RR-R Fireblade SP. Tra le Case auto premiate figurano anche la Kia, con la crossover XCeed, e la Skoda, per la Octavia di quarta generazione. IL CASO DELLA HYUNDAI. Non unauto ma un esoscheletro, invece, è valso il Red Dot Award alla Hyundai: il Vex (Vest Exoskeleton) è un dispositivo robotico indossabile che supporta gli operai delle catene di montaggio durante lavori più gravosi fisicamente, ed già stato applicato dal costruttore coreano in un progetto pilota negli Usa. Si indossa come uno zainetto, pesa solo 2,5 chili, non richiede una batteria e, seguendo i movimenti naturali delle articolazioni, arriva a fornire una forza di 5,5 chili; linnovatività e il packaging compatto di questa tecnologia hanno determinato lassegnazione del premio. Istituito nel 1955, Red Dot è uno dei maggiori concorsi di design al mondo. I vincitori nellambito del Product Design (una delle tre macro categorie previste) sono stati scelti questanno tra 48 tipologie di prodotto, comprese auto e moto, e valutati da una giuria di 40 esperti. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2019/09/26/FIAT_CENTOVENTI_LA_CONCEPT_DEL_LINGOTTO_SI_AGGIUDICA_IL_RED_DOT_AWARD_2019.HTML 2020-04-01 17:37:03 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2020/04/01/volkswagen_tiguan_e_arteon_ibride_plug_in_ecco_quando_arrivano/gallery/rbig/2017-VW-Tiguan-diario-26.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30136 Volkswagen - Tiguan e Arteon ibride plug-in debutteranno entro lanno http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30136&tipo=fv La VOLKSWAGEN [1] continua a investire nellelettrificazione della propria gamma e annuncia larrivo di due novità nei listini. Nellanno in cui è atteso LAVVIO DELLE CONSEGNE DELLA ID.3 [2], la Casa tedesca ha confermato che verranno presentate anche le versioni plug-in hybrid della Tiguan e della Arteon. Non sono stati, per il momento forniti, i dati tecnici, ma è molto probabile che i powertrain adottati siano gli stessi già disponibili su altre vetture del marchio. Non è escluso che queste versioni ibride ricaricabili vengano introdotte contemporaneamente al restyling dei relativi modelli. SUCCESSO IN GERMANIA PER E-UP! E PASSAT GTE. Sul mercato tedesco la Volkswagen sta riscuotendo con la NUOVA E-UP! [3] da 260 km di autonomia un successo superiore alle aspettative. La versione elettrica della citycar rappresenta ora il 50% degli ordini del modello. Stesso destino per la Passat restyling: un esemplare su sette appartiene alla serie GTE PLUG-IN HYBRID [4]: si tratta di un risultato cinque volte superiore rispetto a quello ottenuto dalla serie uscente. Entro breve tempo, infine, sarà possibile ordinare anche la GOLF GTE DA 245 CV [5] e la TOUAREG R DA 462 CV [6]. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/VOLKSWAGEN [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2019/11/04/VOLKSWAGEN_AL_VIA_LA_PRODUZIONE_DELLA_ID_3_A_ZWICKAU.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/PRIMO_CONTATTO/2019/11/21/VOLKSWAGEN_E_UP_AL_VOLANTE_DELL_AGGIORNAMENTO_CON_BATTERIA_DA_36_8_KWH.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/PRIMO_CONTATTO/2019/06/26/VOLKSWAGEN_PASSAT_AL_VOLANTE_DELLE_ALLTRACK_E_GTE.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/02/27/VOLKSWAGEN_GOLF_8_GTI_GTD_E_GTE_2020.HTML [6] https://www.quattroruote.it/news/nuovi-modelli/2020/02/25/volkswagen_touareg_r_ibrida_motore_prestazioni_uscita.html 2020-04-01 17:17:51 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/noleggio/2020/04/01/coronavirus_furgoni_in_piena_attivita/gallery/rbig/2020_locauto_Furgoni.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30135 Coronavirus - I furgoni rimangono in attività http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30135&tipo=fv Il NOLEGGIO A BREVE TERMINE [1] viaggia oggi a doppia velocità in questo periodo di emergenza dovuta al CORONAVIRUS [2]. E in Italia questa dicotomia emerge fortemente: da un lato è pressoché azzerato laffitto delle autovetture, con cali del 90% su tutto il territorio nazionale, dallaltro risultano ancora in ottima attività i furgoni, fondamentali per far circolare beni essenziali. LA VISIONE DI LOCAUTO. Lunico segmento che non è stato colpito da questa terribile onda durto e che risulta tuttora attivo è quello della logistica distributiva, mentre, purtroppo, abbiamo assistito alla totale chiusura di tutti gli altri settori che quotidianamente sostengono il comparto (manifatturiero, eventi, produzioni cinematografiche, ecc), dice Francesca Saponaro, direttore business unit LOCAUTO VAN. Nonostante landamento positivo di alcuni player del delivery, abbiamo riscontrato un calo del 50% della capacità di rilascio dellattività da parte dei principali corrieri operanti in Italia. Una riduzione dovuta a un rallentamento e a una contrazione dellinfrastruttura che regola il trasporto merci a livello di collegamenti, viabilità e personale in questa specifica situazione, che si ripercuote quindi sullutilizzo effettivo della nostra flotta. Siamo però attivi nella consegna diretta dei veicoli commerciali agli operatori, a cui offriamo tariffe e modalità di noleggio agevolate. Sullintero settore, invece, i dati che emergono sono drammatici, sostiene Raffaella Tavazza, vicepresidente di LOCAUTO [3], precisando che si sta registrando un crollo di noleggi addirittura del 90% e le previsioni per il futuro non sembrano positive e che lintera stagione estiva rischia di essere compromessa. I VAN TARGATI HERTZ. Anche la Hertz annovera nella propria flotta italiana diversi furgoni, che rappresentano fino al 20% del totale dei veicoli. Sono la soluzione che la compagnia offre alle aziende e a tutti gli operatori del mondo della produzione e delle attività professionali che ancora possono lavorare in questa situazione critica legata alla diffusione del coronavirus, commenta lad e direttore generale di Hertz Italia MASSIMILIANO ARCHIAPATTI, il quale spiega: La flotta Hertz dei veicoli commerciali offre agli operatori allestimenti speciali che consentono di rispondere alle esigenze di numerose categorie professionali: furgoni refrigerati per la consegna degli alimentari, dei farmaci, eccetera. Anche le dimensioni sono molto varie e includono i pick-up per supportare le attività commerciali e di logistica dentro e fuori i centri urbani, con la disponibilità di motorizzazioni elettriche per facilitare le consegne nellultimo miglio, nelle zone urbane a traffico limitato. PROGRAMMA TOGETHER PER EUROPCAR. EUROPCAR [4] ITALIA comunica in una nota che, oltre al buon andamento del noleggio dei furgoni, vi sono state anche richieste continue di auto, le quali rappresentano unalternativa al trasporto pubblico e un modo per fornire alle aziende di vari settori i mezzi per i loro spostamenti e per i servizi di consegna di piccole merci. Perciò, in tutto il mondo, Europcar ha lanciato il programma Together, un piano globale per facilitare la mobilità del personale sanitario impegnato nellemergenza coronavirus: in Italia liniziativa prevede 500 vetture offerte a tariffe speciali al personale sanitario e delle forze dellordine, per agevolarne gli spostamenti. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/NOLEGGIO_A_BREVE_TERMINE [2] https://www.quattroruote.it/tags/coronavirus [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/LOCAUTO [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/EUROPCAR 2020-04-01 16:45:23 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/01/coronavirus_renault_1_300_veicoli_per_personale_medico_in_francia/gallery/rbig/2020-renault-zity-11.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30134 Coronavirus - Renault, 1.300 veicoli a disposizione dei medici francesi http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30134&tipo=fv Il gruppo RENAULT ha messo a disposizione del personale sanitario francese quasi 1.300 veicoli. Solo a Parigi, il SERVIZIO DI CAR SHARING ZITY [1] offre fino a 300 Zoe attraverso la piattaforma online Hoptisoins realizzata dalla AP-HP (Assistance publique Hpitaux de Paris): questo al fine di facilitare la vita quotidiana degli operatori coinvolti nella lotta contro la pandemia del coronavirus. DAI CONCESSIONARI ALTRI MILLE MEZZI. Le citycar elettriche saranno riservate, gratuitamente, al personale di nove ospedali parigini e saranno ricaricate e pulite dai team ZITY durante i periodi di lavoro dei medici e nel pieno rispetto delle procedure sanitarie in vigore. Dieci Zoe sono a disposizione del dipartimento logistico della AP-HP a Pitié-Salptrière per il trasporto di attrezzature essenziali. La rete di vendita francese della Renault ha, invece, offerto gratuitamente agli operatori sanitari quasi mille vetture, normalmente utilizzate come veicoli sostitutivi o per noleggi a breve termine. Sono 150 i concessionari in tutta la Francia ad aver aderito alliniziativa della Régie. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NOLEGGIO/2020/02/25/RENAULT_LE_ZOE_DEL_CAR_SHARING_ZITY_ARRIVANO_A_PARIGI.HTML 2020-04-01 16:21:48 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/noleggio/2020/04/01/coronavirus_le_iniziative_internazionali_di_leaseplan/gallery/rbig/2020_leaseplan_coronavirus.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30133 Coronavirus - Le iniziative di Leaseplan in Europa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30133&tipo=fv Mentre LEASEPLAN [1] si sta impegnando a portare avanti la consueta attività in Italia, malgrado le difficoltà generate dal lockdown, soprattutto nella manutenzione del parco auto, in altri paesi europei la società di NOLEGGIO A LUNGO TERMINE [2] olandese (presente in oltre 30 stati) ha messo in atto iniziative per aiutare le istituzioni e il personale sanitario nellemergenza CORONAVIRUS [3] INIZIATIVE SOLIDALI. In Francia, Leaseplan ha deciso di dedicare 20 auto della propria flotta al trasporto di medici e personale sanitario dallabitazione agli ospedali, e viceversa, per un periodo di tre mesi. In Ungheria, invece, la città Budapest beneficerà di cinque vetture della compagnia per la consegna di cibo e medicinali agli anziani bisognosi. La filiale svedese dellazienda, infine, propone il noleggio gratuito dei propri veicoli alle aziende che consegnano prodotti alimentari e medicine o che trasportano materiale vitale per gli ospedali in un Paese, la Svezia, che ancora non ha attuato un lockdown completo. #BACKONTRACK [4] Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/LEASEPLAN [2] https://www.quattroruote.it/tags/noleggio_a_lungo_termine [3] https://www.quattroruote.it/tags/coronavirus [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BACKONTRACK 2020-04-01 15:21:23 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2020/04/01/formula_1_aston_martin_conferma_l_ingresso_nella_serie_dal_2021/gallery/rbig/2020-racing-point.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30132 Formula 1 - Aston Martin conferma lingresso nella serie dal 2021 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30132&tipo=fv Nonostante il clima dincertezza che regna in tutto il mondo, incluso anche quello sportivo, oggi è arrivata la conferma che LASTON MARTIN ENTRERà UFFICIALMENTE IN FORMULA 1 NEL 2021. Lo storico marchio inglese prenderà il posto dellattuale RACING POINT [1] e continuerà a operare nella factory di Silverstone. ACCORDO RAGGIUNTO. Lo scorso lunedì, gli azionisti di Aston Martin Lagonda hanno approvato le operazioni finanziarie che porteranno a breve Lawrence Stroll a diventare presidente esecutivo del gruppo e ad Aston Martin di dare vita al suo team di Formula 1 per rilanciare il nome del marchio. "Sono serviti diversi mesi e molte notti insonni, ma ce labbiamo fatta. stata dura, ma allo stesso tempo è stata una delle sfide più interessanti di tutta la mia vita. Le auto sono sempre state la mia passione e hanno avuto un posto speciale nel mio cuore", ha detto Stroll. "Poter annunciare che laccordo è stato raggiunto è un enorme privilegio per me, una vera pietra miliare". NON SOLO MARKETING. La Formula 1 sarà così parte integrante della strategia della Aston Martin a partire dal 2021. "Un marchio come questo deve competere ai massimi livelli del motorsport. La nostra strategia dinvestimento colloca la F.1 come pilastro portante per il marketing per veicolare il brand Aston Martin nei nostri mercati chiave. Laltra parte importante della strategia è portare la tecnologia usata in Formula 1 sulle nuove vetture stradali". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/FORMULA1/F1/TEAM.SHTML?RACING_POINT_21885 2020-04-01 14:45:54 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2020/04/01/mercato_auto_italia_marzo_2020/gallery/rbig/2020-Mercato-Auto-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30131 Coronavirus - Unrae: Con il -85,6% di marzo, il mercato italiano non cè più http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30131&tipo=fv Era purtroppo facile immaginare che il mercato dellauto avrebbe sofferto in modo straordinario limpatto del CORONAVIRUS [1] e del lockdown che ne è stata conseguenza. Oggi ne abbiamo avuto conferma, per quanto riguarda lItalia. E a riassumere il primo bilancio di una situazione drammatica è stato Michele Crisci, presidente di Unrae, associazione che rappresenta le case costruttrici straniere: "Già nei primi due mesi del 2020 stavamo vivendo una sofferenza evidente, con un -7,3% nelle immatricolazioni e addirittura un -16,3% sul canale privati. In attesa che il ministero dei Trasporti comunichi i dati ufficiali, oggi alle 18, possiamo già dirvi che i nostri numeri proiettano per il numero di marzo un calo delle vendite dell85,6%. Sono state immatricolate 28 mila macchine". Insomma, quello che è successo a febbraio in Cina primo Paese ad aver "chiuso" a causa del contagio è accaduto anche da noi: il mercato dellauto non cè più. Continua Crisci: Ci siamo domandati se questo fosse il momento giusto per rappresentare ai policy maker le istanze dei costruttori, essendo perfettamente consapevoli che tutti i settori si trovano in una situazione di grande difficoltà. E ci siamo risposti che sì, oggi è doveroso farlo. fondamentale proteggere questo settore con un approccio strategico, tenendo presente che in questo momento qualsiasi attività non ha più alcuna liquidità in entrata, mentre rimangono immutati i costi, le scadenze, i pagamenti ai fornitori". A questo punto resta da capire quanto durerà questa situazione che rischia di minare la sopravvivenza di un comparto centrale per leconomia, loccupazione e il bilancio italiani (la distribuzione rappresenta il 10% del Pil). Crisci, come tutti, non ha una risposta, ma da manager ipotizza scenari: "Il best case scenario prevede la chiusura delle attività fino a tutto maggio, per poi avere una riapertura a giugno, con un mercato che recupera gradualmente nella seconda metà dellanno. Se così accadrà, il mercato 2020 si chiuderà a 1,31 milioni di auto, ritornando alla crisi di 10-12 anni fa. Il worst case, invece, prevede la chiusura fino a luglio, con una ripartenza vera a settembre e una recessione generale più lunga: questo porterebbe a un consuntivo di 1 milione di auto nuove a fine anno. ORA TOCCA A CONTE. Unrae ha preparato una piattaforma di richieste al governo, che a dire il vero non sembra mai stato particolarmente sensibile alle istanze della categoria, nonostante le dichiarazioni di distensione di fine 2019 del premier Conte. Spiega Crisci: "I nostri obbiettivi sono chiari: la tutela della stabilità occupazionale, la protezione dellindustria e del suo indotto, la difesa della continuità dei servizi pubblici essenziali, la riduzione dellimpatto ambientale con un occhio alla sicurezza e infine il ritorno economico per lerario. Le soluzioni che proponiamo sono tanto semplici quanto efficaci. In primo luogo, riteniamo necessario rimodulare la disciplina dellecobonus, introducendo una terza fascia 61-95 g/km della CO2 per allargare il beneficio a una platea molto più ampia di modelli e quindi di consumatori. Continuare ad avere glincentivi per il 2% serve a poco. A questo si deve aggiungere un aumento deglimporti per la seconda fascia di emissioni e, inevitabilmente, della disponibilità dei fondi. Laltra necessità urgente" e qui Unrae ritorna su uno dei suoi grandi cavalli di battaglia "è quella di riallineare la fiscalità rispetto agli altri mercati europei nel campo delle auto aziendali: ciò significa laumento del tetto della deducibilità a 50 mila euro, della quota ammortizzabile al 100% e della detraibilità Iva sempre al 100%". Crisci, peraltro accompagnato silenziosamente da tutti i ceo delle altre Case, ha inoltre ricordato come nella distribuzione lavorino circa 150 mila persone: "Vedo che tutti si occupano deglimpianti di produzione. Ma non dimentichiamoci della vendita e della distribuzione, che è un anello fondamentale della filiera. Il contagio si sta diffondendo e potremmo trovarci nella situazione che in Italia riaprano i concessionari ma non abbiano vetture da vendere perché le fabbriche sono ferme e ci si dimentica della vendita. Credo sia opportuna da parte del governo la consapevolezza che gli strumenti di sostegno finanziario sono vitali in questo momento, ma saranno altrettanto importanti azioni per spingere i consumi quando ci sarà la ripartenza". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-01 13:51:41 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/01/kia_motors_won_jeong_jeong_nuovo_presidente_per_l_europa/gallery/rbig/2020-kia-nomine-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30130 Kia Motors - Won-Jeong Jeong nuovo presidente per lEuropa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30130&tipo=fv La KIA MOTORS [1] ha affidato a Won-Jeong Jeong lincarico di presidente della filiale europea. Nel suo nuovo ruolo, il manager avrà innanzitutto la responsabilità di implementare la nuova "brand identity" del marchio, incentrata sullelettrificazione. LE STRATEGIE. Le strategie della Kia prevedono, in particolare, il lancio di 11 veicoli a batteria per raggiungere nel 2025 una quota del mercato globale delle elettriche (esclusa la Cina) del 6,6%. Entro cinque anni, il 25% delle vendite dovrà essere rappresentato da auto a basse emissioni. IL CURRICULUM. Jeong ha iniziato la sua carriera professionale nel 1992 alla consociata Hyundai Motor Group. Allinterno della Kia ha ricoperto crescenti ruoli di responsabilità, tra cui la presidenza della Kia Motors Russia. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/KIA 2020-04-01 13:14:58 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/01/coronavirus_da_audi_donazioni_in_denaro_e_materiali_medici/gallery/rbig/2020-audi-coronavirus-02.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30128 Coronavirus - Da Audi donazioni in denaro e materiali medici http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30128&tipo=fv LAUDI [1] ha lanciato numerose iniziative in Germania e altri Paesi esteri per sostenere le iniziative di contrasto alla diffusione del CORONAVIRUS [2]. La Casa di Ingolstadt ha, per esempio, deciso di devolvere 5 milioni di euro a beneficio di istituzioni mediche e sociali nelle regioni che ospitano suoi impianti produttivi e di fornire aiuti umanitari a livello nazionale e internazionale. LE INIZIATIVE GIà IN CORSO. La donazione è stata anticipata da ulteriori iniziative. LAudi ha, infatti, donato 600 mila euro e migliaia di mascherine mediche agli ospedali delle regioni tedesche in cui sorgono le sue fabbriche: a Ingolstadt riceveranno 400 mila euro e 10 mila mascherine, a Neckarsulm 200 mila euro e 5 mila mascherine. Il costruttore sta cercando anche di coinvolgere i propri dipendenti a fornire un supporto attivo e ha deciso di sostenere la campagna sprint4local one week for Ingolstadt promossa dal Digital Startup Center della regione. Allestero, la Casa tedesca si sta muovendo tramite le sue filiali per fornire sostegni locali: Audi Hungaria, per esempio, effettuerà una donazione in denaro allospedale di Gyr. Infine, è stata lanciata la campagna social internazionale #AudiTogether e sono stati organizzati concerti musicali di solidarietà trasmessi in streaming su internet. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/AUDI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-01 12:48:17 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/burocrazia/2020/03/25/coronavirus_proroga_pagamento_bollo_auto/gallery/rbig/bollo-auto.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30129 Coronavirus - Bollo auto, le Regioni che hanno posticipato i termini di pagamento http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30129&tipo=fv Nonostante il DECRETO CURA ITALIA [1] non preveda alcuna sospensione del pagamento della tassa automobilistica, alcune Regioni hanno deciso di prorogare la data di scadenza del bollo auto. Il tributo, infatti, viene riscosso direttamente a livello regionale e le proroghe si riferiscono unicamente alle vetture intestate a persone fisiche o società con domicilio o sede (operativa o legale) allinterno della Regione. Chi volesse comunque assolvere lobbligo tributario nelle scadenze previste può effettuare i pagamenti in via telematica, oppure tramite domiciliazione bancaria. NESSUN COSTO EXTRA. Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte e Toscana hanno annunciato che i bolli auto con scadenza dall8 marzo al 31 maggio 2020 potranno essere pagati fino al 30 giugno senza costi aggiuntivi (per i Comuni della zona rossa lombarda la proroga decorre dal 23 febbraio). Gli automobilisti delle Marche, invece, avranno tempo fino al 31 luglio per saldare i bolli in scadenza dall8 marzo al 30 giugno. La proroga del pagamento potrebbe tuttavia essere ulteriormente posticipata nel caso lemergenza sanitaria dovesse portare allapplicazione di nuovi provvedimenti. NESSUN RIMBORSO PER CHI HA GIà PAGATO. Le Regioni hanno inoltre specificato che non è previsto alcun rimborso per chi ha già pagato la tassa automobilistica per la propria vettura. Sono inoltre sospese le riscossioni delle rate dei debiti tributari in scadenza tra il 31 marzo e il 31 maggio 2020 purché si proceda al pagamento delle rate residue a partire dal 30 giugno. In Lombardia il provvedimento rientra in una manovra più ampia di sospensione del pagamento di tutte le tasse regionali, tra le quali figurano anche lecotassa sui rifiuti, lIrap, laddizionale regionle Irpef e la tassa sulle concessioni. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/BUROCRAZIA/2020/03/18/DECRETO_CURA_ITALIA_PATENTE_ESAME_REVISIONE_COLLAUDO_TUTTE_LE_NOVITA_PER_L_AUTO.HTML 2020-04-01 12:48:17 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/04/01/porsche_dieci_anni_di_ibride_sportive_foto_gallery/gallery/rbig/01_porsche_918_spyder_panamera_hybrid.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30127 Porsche - Dieci anni di ibride sportive - FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30127&tipo=fv La PORSCHE [1] festeggia i dieci anni dalla presentazione della concept della 918 Spyder, celebrando così anche lintroduzione delle motorizzazioni ibride allinterno della propria gamma. Ripercorriamo quindi la strada che ha portato alla diffusione dei powertrain elettrificati nei listini di Zuffenhausen fino allarrivo del primo modello elettrico di serie della Casa, la TAYCAN [2], che ha aperto un nuovo capitolo nella storia del marchio. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/PORSCHE.HTML [2] https://www.quattroruote.it/news/nuovi-modelli/2019/09/04/porsche_taycan_prezzo_autonomia_prestazioni_uscita.html 2020-04-01 12:21:16 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2020/04/01/karma_e_flex_piattaforma_modulare_per_veicoli_elettrici/gallery/rbig/2020-karma-e-flex-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30126 Karma E-Flex - Una nuova piattaforma modulare per i veicoli elettrici http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30126&tipo=fv La KARMA AUTOMOTIVE [1] ha annunciato lintroduzione della E-FLEX, una nuova piattaforma modulare per i veicoli elettrici. Si tratta di un progetto che coinvolge non solo il costruttore statunitense, ma anche altri marchi, che potranno in questo modo velocizzare lintroduzione sul mercato dei modelli a batteria abbattendo in maniera significativa i costi di sviluppo. Per il momento, tuttavia, i nomi delle Case coinvolte nelliniziativa non sono ancora stati rivelati. FINO A 22 CONFIGURAZIONI. La Karma ha in programma di presentare nei prossimi mesi una serie di progetti orientati a illustrare le potenzialità della E-Flex, sulla quale è stata peraltro sviluppata la nuova REVERO GT [2]. La piattaforma può supportare sia i powertrain elettrici con sistema Extended Range (EREV) sia le vetture a batteria pure (BEV). La base, nello specifico, può adattarsi fino a cinque diverse tipologie di veicoli offrendo quindi un certo grado di versatilità: si va da quelli commerciali a guida autonoma alle auto tradizionali, passando anche per le varianti sportive. Secondo la Karma, sono 22 le configurazioni totali disponibili offerte dalla E-Flex, combinando anche i diversi motori e il tipo e la dimensione delle batterie previste. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/KARMA-AUTOMOTIVE [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/04/16/KARMA_TRE_ANTEPRIME_MONDIALI_AL_SALONE.HTML 2020-04-01 11:27:11 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/cronaca/2020/04/01/coronavirus_misure_di_contenimento_prorogate_fino_al_13_aprile/gallery/rbig/2020-auto-coronavirus-controlli-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30125 Coronavirus - Le misure restrittive sono prorogate fino al 13 aprile http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30125&tipo=fv Il governo prolungherà fino a dopo Pasqua le restrizioni sugli spostamenti varate per contenere lepidemia di CORONAVIRUS [1]: lo ha annunciato oggi, 1 aprile, il ministro della Salute Roberto Speranza in uninformativa al Senato. LE DICHIARAZIONE. Dintesa con il governo abbiamo deciso di prorogare le misure di contenimento fino al 13 aprile, ha detto Speranza, ribadendo la necessità di procedere in maniera cauta sulle riaperture: "I numeri ci dicono che siamo sulla strada giusta, ma attenzione a non commettere errori adesso e a non indulgere a facili ottimismi che possono vanificare sforzi e sacrifici: non confondiamo i primi segnali positivi con cessato allarme ha aggiunto il ministro, precisando poi che finché non avremo trovato un vaccino la battaglia contro il virus non sarà vinta e che lobiettivo è riportare il valore di trasmissione del contagio al di sotto di 1. Le misure di allentamento andranno graduate per far ripartire leconomia e la nostra libertà personale. LE MISURE A OGGI. Resteranno in vigore, dunque, le restrizioni attualmente previste, valide fino al 3 aprile in base allultimo Dpcm. vietato ogni spostamento al di fuori della propria abitazione, con la sola eccezione dei casi di comprovate esigenze di lavoro, salute o necessità (dallacquisto di farmaci al cibo nei negozi più prossimi alla propria abitazione). Le stesse deroghe sono in vigore al DIVIETO DI MUOVERSI DA COMUNE A COMUNE [2], anche per fare rientro alla propria residenza o al domicilio abituale (salvo sempre motivi di lavoro, salute o necessità urgenti). Non ci si può spostare verso le seconde ma è consentito accompagnare agli aeroporti, ai porti o alle stazioni i familiari che devono tornare nel luogo di residenza per assoluta necessità. Non sono consentite attività ludiche o sportive fuori della propria abitazione: si può invece fare ginnastica vicino a casa, rispettando la distanza di almeno un metro dalle altre persone. Non sono accessibili parchi e giardini pubblici, anche se vicini. Ai sindaci, inoltre, è concesso di adottare provvedimenti più restrittivi fino a limitare totalmente lattività motoria. Chi è in quarantena, infine, non può muoversi per nessun motivo senza il consenso dellautorità sanitaria. COSA SI RISCHIA SGARRANDO. Violare le MISURE DI CONTENIMENTO [3], anche spostandosi a piedi, può costare molto caro: senza veicolo, la SANZIONE è DI 400 EURO [4] (fino a un massimo di 3.000), ma è valida la riduzione del 30% dellimporto (che diventa 2di 80 euro) per chi paga entro 30 giorni dalla contestazione o dalla notificazione del verbale. Utilizzando un veicolo, la multa cresce di un terzo: 533,33 euro. Sempre con riduzione del 30% se il pagamento avviene entro 30 giorni. Chi è positivo e viola la quarantena rischia da tre a 18 mesi di carcere e unammenda da 500 a 5.000 euro, salvo nei casi in cui si configurino reati più gravi che implicano pene più severe, come quelli puniti dallarticolo 452 del codice penale. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CRONACA/2020/03/22/CORONAVIRUS_ORDINANZA_22_MARZO_PROVVEDIMENTI_E_DIVIETI.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/BUROCRAZIA/2020/03/31/CORONAVIRUS_ANCHE_LA_POLIZIA_MUNICIPALE_PUO_FARE_LE_MULTE.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/BUROCRAZIA/2020/03/24/CORONAVIRUS_MULTA_DA_400_A_3000_EURO_PER_CHI_AGGIRA_LE_MISURE_RESTRITTIVE.HTML 2020-04-01 11:27:11 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/cronaca/2020/04/01/coronavirus_misure_di_contenimento_prorogate_fino_al_13_aprile/gallery/rbig/2020-auto-coronavirus-controlli-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30124 Coronavirus - Misure di contenimento prorogate fino al 13 aprile http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30124&tipo=fv Il governo prolungherà fino a dopo Pasqua le restrizioni sugli spostamenti varate per contenere lepidemia di CORONAVIRUS [1]: lo ha annunciato oggi, 1 aprile, il ministro della Salute Roberto Speranza in uninformativa al Senato. LE DICHIARAZIONE. Dintesa con il governo abbiamo deciso di prorogare le misure di contenimento fino al 13 aprile, ha detto Speranza, ribadendo la necessità di procedere in maniera cauta sulle riaperture: "I numeri ci dicono che siamo sulla strada giusta, ma attenzione a non commettere errori adesso e a non indulgere a facili ottimismi che possono vanificare sforzi e sacrifici, non confondiamo i primi segnali positivi con cessato allarme ha aggiunto il ministro, precisando poi che finché non avremo trovato un vaccino la battaglia contro il virus non sarà vinta e che lobiettivo è riportare il valore di trasmissione del contagio al di sotto di 1. Le misure di allentamento andranno graduate per far ripartire leconomia e la nostra liberta personale. LE MISURE AD OGGI. Resteranno in vigore, dunque, le restrizioni attualmente previste, valide fino al 3 aprile in base allultimo Dpcm. vietato ogni spostamento al di fuori della propria abitazione, con la sola eccezione dei casi di comprovate esigenze di lavoro, salute o necessità (dallacquisto di farmaci al cibo nei negozi più prossimi alla propria abitazione). Le stesse deroghe sono previste al divieto di muoversi da comune a comune, neanche per fare rientro alla propria residenza o al domicilio abituale (salvo sempre motivi di lavoro, salute o necessità urgenti). Non ci si può spostare verso le seconde ma è consentito accompagnare negli aeroporti, nei porti o nelle stazioni ferroviarie i familiari che devono far rientro nel luogo di residenza per assoluta necessità. Non sono consentite attività ludiche o sportive fuori della propria abitazione: si può invece fare attività motoria individuale vicino a casa, rispettando la distanza di almeno un metro dalle altre persone. Non sono accessibili parchi e nei giardini pubblici, anche se vicini. Ai sindaci, inoltre, è concesso di adottare provvedimenti più restrittivi fino a limitare totalmente lattività motoria. Chi è in quarantena, infine, non può muoversi per nessun motivo senza il consenso dellautorità sanitaria. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-01 10:55:02 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/04/01/coronavirus_musk_tesla_fornira_gratuitamente_i_ventilatori_polmonari_agli_ospedali/gallery/rbig/2018-Elon-Musk-Tesla-20180503101005249.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30123 Coronavirus - Musk: "Tesla fornirà gratuitamente i ventilatori polmonari agli ospedali" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30123&tipo=fv La TESLA [1] intende consegnare gratuitamente i ventilatori polmonari acquistati in Cina nel quadro delle iniziative varate per fronteggiare lemergenza del CORONAVIRUS [2] . "I costi e la spedizione sono gratuiti, ha affermato in un messaggio su Twitter lamministratore delegato Elon Musk. "Lunica condizione è che ventilatori siano messi immediatamente a disposizione dei pazienti, non conservati in un magazzino. LE DONAZIONI. La scorsa settimana lo stesso Musk aveva annunciato lavvio delle consegne gratuite, agli ospedali di New York, di parte dei 1.255 dispositivi acquistati in Cina e già trasportati a Los Angeles e consegnati ai nosocomi locali. La Casa californiana, pronta anche a distribuire 250 mila mascherine, ha inoltre intenzione di produrre in proprio i ventilatori polmonari grazie a una collaborazione con la multinazionale irlandese Medtronic, che dovrebbe portare allassemblaggio sia dei dispositivi sia delle relative componenti. Musk ha indicato come possibile sito per la produzione lo stabilimento di Buffalo, alle porte di New York, chiuso in seguito alle misure di isolamento varate dalle autorità locali. Per ora non sono emersi maggiori dettagli sui piani operativi al contrario di quando comunicato dalla Ford o dalla GM, in particolare dopo le CRITICHE DEL PRESIDENTE DONALD TRUMP [3] per le eccessive pretese economiche del gruppo guidato da Mary Barra e il conseguente ordine esecutivo emesso ai sensi del Defense Production Act. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TESLA [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/27/CORONAVIRUS_TRUMP_A_FORD_E_GM_INIZIATE_SUBITO_A_PRODURRE_VENTILATORI_POLMONARI.HTML 2020-04-01 09:31:59 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/03/31/tecnologia_e_design_dodici_iconiche_mazda/gallery/rbig/Mazda_R360_001.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30111 Tecnologia e design - Dodici iconiche Mazda http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30111&tipo=fv Se siete tra coloro che ritengono ormai abusato il termine iconico, non possiamo darvi torto. Lasciateci, però, fare uneccezione. Nella storia di ogni casa automobilistica ci sono modelli che, più di altri, hanno lasciato un segno, fino a diventare quasi emblematici. La 500 per la Fiat, per dire. La Golf, per la Volkswagen. La 360 Coupé, per la Mazda. Sorpresi? Certo, probabilmente avremmo dovuto dire la MX-5, a furor di popolo. Ma come dimenticare la scoppiettante bicilindrica che costituisce in assoluto la prima automobile prodotta dallazienda giapponese, i cui dipendenti quindici anni prima AVEVANO DATO UN AIUTO PREZIOSO [1] dopo che la bomba atomica americana aveva quasi interamente raso al suolo la città di Hiroshima? 360 COUPé (1960). La prima auto non si scorda mai E, per la Mazda, dopo anni di produzione di motocarri e autocarri, il debutto tra i costruttori di autoveicoli arriva con questa piccola sportiva. Sono passati esattamente quarantanni dalla fondazione della Toyo Koygo, sugherificio convertito in azienda meccanica da Juiro Matsuda, e il Giappone si è risollevato dal punto di vista economico e industriale: il ritrovato benessere accentua la domanda di auto, che però sono per la maggior parte vetturette adatte al traffico che sta esplodendo nelle città. Le cosiddette kei car, categoria che gode di vantaggi normativi, hanno dimensioni ridotte e piccoli motori, ma questo non impedisce a qualche produttore di esercitare la fantasia nella tipologia e nelle forme. Un esempio è proprio la Mazda 360 Coupé, micro-sportiva a due posti. Ha due porte e quattro posti teorici, ché lo spazio vero è per due persone; due sono anche i cilindri del motore, disposti a V, per una cubatura di 356 cm3 e una potenza di 16 CV. Pochi, ma visto che la vetturetta pesa (a vuoto) solo 380 kg, sufficienti per permetterle di raggiungere i 90 km/h, pur mantenendo consumi ridottissimi (si parla di 32 km/l). Lanciata nel dicembre del 1960, grazie anche al prezzo competitivo viene venduta fino al 69 in un totale di 65.737 esemplari. 360 CAROL (1962). Dopo una serie di piccoli pick-up e furgoni, la Mazda lancia la sua prima micro-berlina il 23 febbraio del 1962, dandole il nome Carol (che allude a una allegra canzone), sviluppandola sulla base di un prototipo (la Mazda 700) svelato al Salone di Tokyo del 61. Lo stile si distingue per la particolare forma del tetto e del montante posteriore, che ricorda un poquello della Ford Anglia del 59. Il suo motore, pur conservando la cubatura prevista per le kei car (358 cm3), è un nuovo 4 cilindri a 4 tempi, molto meno rumoroso dei bicilindrici delle concorrenti e con potenza di 18 CV; 4 sono anche i posti (contenuti nei 3 metri imposti dalla normativa) e altrettante le portiere della seconda versione, disponibile dal settembre dello stesso anno. Nel settembre del 63 viene sottoposta a un leggero facelift e la potenza sale a 20 CV; un anno prima era già stata presentata la Carol 600, con motore 4 cilindri da 586 cm3. COSMO SPORT 110S (1967). Nel gennaio del 1960, la NSU presenta il primo motore rotativo basato sui principi di funzionamento dellinventore tedesco Felix Wankel: lidea suscita linteresse del presidente della Mazda Matsuda che, nel luglio del 61, firma un accordo di collaborazione con la Casa tedesca. I primi esperimenti sono difficoltosi, ma il sistema viene perfezionato da un team di 47 ingegneri giapponesi, anche con ladozione di un secondo rotore che pone rimedio a uno dei limiti principali del propulsore, la scarsa coppia ai bassi regimi. Bisogna aspettare il maggio del 1967 per vederlo montato su una vettura, la Cosmo Sport, una sportiva davvero originale, sia per la sua concezione tecnica, sia per il design allavanguardia. La coupé è spinta da un motore con due rotori, ognuno da 491 cm3, che erogano una potenza complessiva di 110 CV e le consentono di raggiungere performance notevoli: 185 km/h di velocità massima (200 dal 68, quando i CV vengono portati a 128), 400 metri con partenza da ferma in 16,3. La Cosmo Sport è una pietra miliare nella storia non solo della Mazda, perché sarà a lungo lunica sportiva sul mercato con motore Wankel, ottenendo buoni risultati anche nelle corse. Prodotta al ritmo di 30 unità al mese, oggi è un raro pezzo da collezione. LUCE R130 ROTARY COUPé (1969). Dopo aver lanciato la serie di berline Familia, la Mazda introduce nellagosto del 1966 un modello con ambizioni maggiori, battezzato Luce e basato sul design originale della Bertone, rivisto dagli stilisti della Casa (anche il nome è dispirazione italiana). La berlina ha un motore 1500 da 78 CV ed è lunica della sua categoria a poter ospitare sei persone; la versione Coupé arriva nellottobre del 69 e presenta la peculiarità del motore rotativo, giù introdotto con la Cosmo Sport. una vettura elegante e costosa, con motore e trazione anteriori, alla quale il birotore Wankel (655 cm3x2) garantisce potenza (126 CV) e alte prestazioni (190 km/h di punta). Viene prodotta per due anni in soli 976 esemplari, ma per le sue caratteristiche particolari si guadagna un posto nella storia della Casa. RX-4 COUPé (1972). Vedendo questa foto vi state chiedendo di quale macchina americana degli anni 70 si tratti? Non avete tutti i torti, perché la coda fastback richiama proprio lo stile di certi modelli yankee dellinizio di quel decennio. Ma, trattandosi di una Mazda, loriginalità sta soprattutto nella meccanica, che vede anche in questo caso utilizzato un motore rotativo, già in regola con i più restrittivi standard sulle emissioni introdotte in Giappone (e di lì a poco negli Usa) a partire dal 73. Il propulsore ha due rotori, ognuno di 654 cm3, per una potenza di 115 CV (col tempo, salirà a 130). Le prestazioni sono elevate (170, poi 190 km/h di velocità massima) e gli interni curati, con il climatizzatore offerto come optional. La produzione della RX-4 prosegue fino al 1978, per un totale (comprendente anche le versioni berlina e station wagon) di oltre 252 mila esemplari: oggi della coupé ne sopravvivono pochi e, se sono in buone condizioni, negli Usa vengono trattati a prezzi che possono sfiorare i 40 mila dollari RX-7 (1978). Erede ideale della Cosmo Sport del 67, la RX-7, conosciuta anche con il nome Savanna, inaugura una dinastia che si protrarrà, per diversi generazioni, fino allinizio del nuovo millennio. La capostipite può essere a buon diritto considerata unicona di stile in virtù della sua forte personalità, dettata dalle linee spigolose, con il muso affilato, i fari a scomparsa e il grande lunotto posteriore. Ma la coupé giapponese spicca anche per le sue dote dinamiche, dovute alla collocazione, più bassa e arretrata, del propulsore. Che, dal canto suo, è sempre un birotore (2x573 cm3), con 105 CV iniziali (portati, col tempo, a 165); con una massa di un soffio superiore ai 1.000 kg, la RX-7 è in grado di arrivare a 190 km/h (217, negli ultimi esemplari). Le sue caratteristiche le permettono di ottenere buoni risultati anche nel motorsport, con più di un centinaio di successi nelle gare americane Imsa e una prestigiosa vittoria assoluta alla 24 Ore di Spa del 1981 con Tom Walkinshaw e Pierre Dieudonné. Sarà prodotta fino al 1985 in 471 mila unità. RX-7 CABRIO (1987). Nel 1985 la Mazda lancia la seconda generazione della RX-7, che conserva le dimensioni compatte della serie precedente (la lunghezza è sempre nellordine dei 4 metri e 30 cm), ma rivista dal punto di vista del design e delle meccanica, visto che il motore, sempre birotore ma con cubatura complessiva portata a 1.3 litri e turbocompressore, eroga ora 185 CV. Il 21 agosto dell87 tiene a battesimo lampliamento della gamma con la versione convertibile, dotata di un soft top (ad azionamento elettrico) che può rimanere interamente aperto, interamente chiuso o parzialmente aperto, grazie a un pannello di plastica, stivabile nel bagagliaio, che consente di trasformare la vettura in una sorta di targa. Al confort badano ammortizzatori regolabili manualmente in otto diverse posizioni, ma il climatizzatore figura ancora nella lista degli accessori. Rara in Europa, oggi ha un valore significativo: Ruoteclassiche, per esempio, quota gli esemplari in ottimo stato 21 mila euro MX-5 (1989). La più iconica tra le più iconiche delle Mazda, verrebbe da dire, tanto da non aver bisogno, o quasi, di presentazioni. Eunos in Giappone, Miata negli States, MX-5 da noi, è il sogno di generazioni, da quella che vi vede la reincarnazione della Duetto di Dustin Hoffman ne Il laureato a chi, più giovane, scopre il bello di unauto moderna capace di dare le sensazioni di quelle del passato. Con, in più, unaffidabilità un tempo sconosciuta e costi ragionevoli. Già al debutto, al Chicago Auto Show del febbraio dell89, suscita entusiasmo; un sentimento che cresce non appena si riesce a guidarla, provando di persona quello la Mazda sintetizza in un concetto tradizionale giapponese, lo Jinba Ittai, ovvero la perfetta unione tra cavallo e cavaliere. Di cavalli, a onor del vero, la MX-5 non ne ha tantissimi, visto che il suo 1600 bialbero ne eroga inizialmente. Ma bastano e avanzano, visto che la spiderina, lunga un soffio meno di 4 metri, pesa soltanto 950 kg. E, poi, il cambio a 5 marce, con la leva cortissima, la trazione posteriore, il differenziale a slittamento limitato (optional) e, in generale, il suo comportamento stradale, ne fanno un giocattolo ideale per chi ama la guida più pura. Come spesso accade in questi casi, le previsioni di vendite, limitate a poche migliaia di unità, vengono ampiamente superate: fino alla presentazione della seconda serie, avvenuta al Salone di Tokyo del 1997, vengono sfornate ben 450 mila MX-5. 121 (1991). Nella storia della Mazda si ritrova un certo gusto per le auto giocattolo, forse reminiscenza dei primissimi esemplari degli anni 60. Difficile, del resto, considerare diversamente un modello come la 121 del 91 (Autozam Revue, in Giappone): al suo sbarco in Italia è vista un po come lauto di Paperino Ma dietro tutto questo sta la ricerca di un design mirato a suscitare simpatia e, al tempo stesso, a risultare pratico, dando buona abitabilità a una berlina (a 2 o 4 porte) compatta (la lunghezza è di 3 metri e 80 cm). Il motore è un 1.300 monoalbero da 72 CV (ma per certi mercati cè anche un 1.500). Apprezzata la versione con tetto di stoffa, apribile elettricamente. RX-7 (1991). Con la terza generazione, la RX-7 si avvicina al mondo delle supercar. Le linee si ammorbidiscono, le dimensioni (e la massa, ora superiore ai 1.200 kg) crescono, ma a voltare pagina è soprattutto il sistema propulsivo. Nel vano anteriore, infatti, ora trova posto sempre un birotore (di 2x654 cm3), ma sovralimentato con due turbocompressori, che lavorano in sequenza, compensando così la scarsa coppia tipica dei Wankel ai bassi regimi: la potenza è di 240 CV, portati nel tempo a 280. Trazione posteriore, sospensioni a bracci (di alluminio) oscillanti, ripartizione dei pesi ottimale, sono tutte caratteristiche che rendono questa RX-7 una sportiva di razza, in grado di raggiungere una velocità massima (autolimitata) di 250 km/h. 787B (1991). Può unauto da corsa essere iconica? Certo, soprattutto se è una di quelle che spiccano per caratteristiche uniche nella storia del motorsport. di sicuro il caso della 787B, unica vettura a motore rotativo (nonché prima giapponese) ad aver vinto la più prestigiosa delle gare di durata, la 24 Ore di Le Mans. Accade nel 1991, quando già la Mazda può vantare una discreta carriera sportiva, iniziata negli anni 60 con la Cosmo 110 e proseguita, soprattutto nelle gare americane, con la RX-7. Ma Le Mans ha un sapore unico e la 787 vi si affaccia per un primo tentativo nel 1990, ripresentandosi alledizione successiva con una Sport-Prototipo evoluta. Il campo dei partecipanti è agguerrito, visto che vede scendere in lizza ben tre Case di primissimo piano, la Jaguar con le sue XJR-12, la Mercedes con le C11 (una delle quali guidata da un giovane promettente, tale Michael Schumacher) e la Peugeot con le 905; senza dimenticare un lotto di Porsche 962C, invecchiate ma sempre competitive. Alla fine, alle 16 di domenica 23 giugno, davanti a 230 mila spettatori accorsi a vedere la gara, è la Mazda 787B di Johnny Herbert, Bertrand Gachot e Volker Weidler a tagliare per prima il traguardo, mettendosi alle spalle tre delle Jaguar e la prima delle Mercedes, mentre sesta si classifica unaltra Mazda, guidata da David Kennedy, Stefan Johansson e Maurizio Sandro Sala. Caratteristica che rende unica la vettura è il propulsore, un quadrirotore di 2.6 litri, con 3 candele per rotore e condotti di aspirazione di lunghezza variabile, capace di erogare (con un rumore lacerante) fino a 900 CV, ridotti a 700 in gara per conservarne laffidabilità. Il tutto, collocato in una monoscocca di fibra di carbonio e kevlar, realizzata in Inghilterra dalla Advanced Composite Technology. RX-8 (2003). Ultima, ma non meno importante, in questa galleria diconiche Mazda è questa vettura che ha creato allinizio degli anni 2000 una classe a sé stante, quella delle sportive a 4 porte (particolari, nella loro apertura a finestra) e 4 posti con motore rotativo. Stile personale e tecnologia raffinata ne sono le prerogative, insieme con le prestazioni elevate e il divertimento assicurato nella guida. Il merito è anche del motore, ancora una volta un Wankel, definito Renesis (Rotary engine genesis), con due rotori ognuno da 0,66 litri, raffreddato a liquido e capace di erogare 240 CV a 8.200 giri/min, con una coppia massima di 211 Nm a 5.500 giri, abbinato a un cambio manuale a 6 marce. Il tutto concentrato in un body compatto (arriva a 4,44 metri di lunghezza), equilibrato nella distribuzione delle masse e dotato di una nuova sospensione posteriore multilink, che garantisce una dinamica di marcia da sportiva, sulla quale vegliano anche i controlli elettronici di stabilità e di trazione. Le prestazioni, del resto, parlano chiaro: velocità massima di 235 km/h e 0-100 bruciato in 6,4. La produzione della RX-8 cessa alla metà del 2012. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2020/03/27/MAZDA_COSI_AIUTO_HIROSHIMA_DOPO_L_ATOMICA.HTML 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/03/26/design_l_evoluzione_dello_stile_dalla_concept_al_modello_di_serie_foto_gallery/gallery/rbig/concept-veicoli-di-serie-foto-gallery-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30116 Design - Levoluzione dello stile, dalla concept al modello di serie FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30116&tipo=fv Sedurre i potenziali clienti, capirne i gusti e dare visibilità al brand sono solo alcune delle possibili motivazioni che inducono una casa automobilistica a presentare delle concept al grande pubblico, magari in occasione dei grandi saloni dellauto. Non di rado, queste vetture sono solo unanticipazione di un modello di serie già in programma o da approvare (lodierna Fiat 500, per esempio, è nata grazie agli apprezzamenti riscossi dal PROTOTIPO TREPIùNO [1]), come i venticinque esercizi di stile raccolti nella nostra galleria dimmagini con le rispettive versioni di serie. Nella maggior parte dei casi, lauto in produzione ha uno stile più semplice e tradizionale di quello della concept, per alcune ragioni: i costi industriali, il rispetto delle norme di omologazione, la praticità e la trasversalità di un prodotto destinato a raggiungere una platea più ampia possibile di clienti. E no, uno stile troppo originale, seppur memorabile, potrebbe non piacere a tutti. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/eventi/2017/06/30/buon_compleanno_fiat_500_nata_il_4_luglio_60_immagini_per_60_candeline.html 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/03/31/coronavirus_psa_collabora_con_air_liquide_per_i_ventilatori_polmonari/gallery/rbig/2019-Gruppo-PSA-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30117 Coronavirus - PSA collabora con la Air Liquide per produrre ventilatori polmonari http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30117&tipo=fv Il gruppo PSA fa parte di un consorzio di industrie francesi al lavoro per rispondere allemergenza del CORONAVIRUS [1] attraverso la produzione di ventilatori polmonari. Liniziativa è stata avviata in risposta a una richiesta del governo francese, che ha invitato un gruppo di aziende a valutare la possibilità di aumentare la produzione di respiratori della Air Liquide Medical Systems in modo da fornirne 10 mila esemplari tra linizio di aprile e metà maggio. LE RICHIESTE DEL GOVERNO. Il consorzio, guidato dalla Air Liquide e composto anche dalla Schneider Electric e dalla Valeo, ha istituito una task force di circa 30 esperti per definire un piano dazione e avviato contatti con 100 aziende in grado di fornire i 300 componenti necessari per la fabbricazione delle apparecchiature. Il costruttore francese sta contribuendo direttamente ad aumentare il potenziale di produzione con la creazione di un laboratorio specifico nella sua fabbrica di Poissy, con oltre cinquanta dipendenti volontari, per iniziare a realizzare il blocco centrale del sistema medico e altri elementi che verranno consegnati per il montaggio e i controlli finali presso limpianto della Air Liquide Medical Systems ad Antony, alle porte di Parigi. La PSA inviterà i dipendenti del sito di ricerca e sviluppo della vicina Vélizy di unirsi, su base volontaria, ai lavoratori della Air Liquide. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/03/31/alfa_romeo_arnaud_leclerc_nuovo_responsabile_per_l_europa/gallery/rbig/2020-arnaud-leclerc-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30118 Alfa Romeo - Arnaud Leclerc è il nuovo responsabile per lEuropa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30118&tipo=fv LALFA ROMEO [1] ha un nuovo responsabile per larea Emea (Europa, Medio Oriente e Africa). Le redini del marchio milanese sono state affidate ad Arnaud Leclerc, attuale direttore generale della Fiat Chrysler Automobiles UK Ireland. AL POSTO DI CAVAGGIONI. Leclerc, che manterrà lincarico di numero uno della filiale anglo-irlandese, sostituirà Alberto Cavaggioni, che ha deciso di lasciare il gruppo Fiat Chrysler. Sarà a diretto riporto di Pietro Gorlier, numero uno del costruttore italo-americano nellarea Emea, e di Tim Kuniskis, responsabile globale del marchio del Biscione. IL CURRICULUM. Quarantacinquenne, laureato allateneo parigino Dauphine, Leclerc ha mosso i suoi primi passi nel settore automobilistico alla Honda Europe per poi maturare una lunga esperienza professionale allinterno del gruppo PSA, prossimo alle nozze con il gruppo Fiat Chrysler. A Parigi ha scalato le gerarchie assumendo ruoli di crescente responsabilità, tra Regno Unito, Francia, Scandinavia e Croazia, fino al 2018 quando è stato assunto dal costruttore italo-americano. LE SFIDE. A dimostrazione del compito delicato che lo attende, il francese è il terzo manager dopo Roberta Zerbi e Alberto Cavaggioni a prendere, nel giro di un anno, il timone dellAlfa Romeo in Europa. Del resto, il momento non è dei più brillanti nella storia del Biscione: lanno scorso le vendite europee si sono rivelate inferiori a quelle della Lancia nonostante il maggior numero di modelli in gamma e i vertici aziendali hanno RIVISTO PESANTEMENTE IL PIANO PRODOTTI [2], cancellando modelli attesi dagli appassionati del marchio come la GTV e la 8C. Per questanno, nel quale tra laltro ricorrono i 110 anni dellAlfa Romeo, non sono previste grandi novità. La Casa ha recentemente svelato versioni GTA E GTAM DELLA GIULIA [3], ma occorrerà aspettare almeno il 2021 per il DEBUTTO DELLA TONALE [4], per i restyling della stessa Giulia e della Stelvio e il 2022 per larrivo di uninedita Suv di segmento B. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/ALFA-ROMEO.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2019/10/31/ALFA_ROMEO_DAI_PROGRAMMI_SPARISCONO_SPORTIVE_L_E_SUV_E_LA_GIULIETTA.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/03/02/ALFA_ROMEO_GIULIA_GTA_MOTORE_POTENZA_CARATTERISTICHE_SCHEDA_TECNICA_USCITA.HTML [4] https://www.quattroruote.it/news/concept/2019/07/24/alfa_romeo_a_vairano_con_la_tonale.html 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2020/03/31/lucid_air_posticipato_lancio_berlina_elettrica_di_serie/gallery/rbig/2020-lucid-air-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30119 Lucid Air - Posticipato il lancio dellelettrica di serie http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30119&tipo=fv La LUCID MOTORS ha annunciato che il lancio della prima versione di serie della AIR [1] è stato rinviato verso la fine dellestate. La berlina elettrica doveva figurare tra le auto protagoniste del Salone di New York, POSTICIPATO AD AGOSTO [2] a causa dellemergenza del coronavirus. TEMPISTICHE LUNGHE. La stessa produzione del modello, in realtà, sarebbe a rischio a causa dellepidemia. Il blocco delle attività ha infatti reso impossibile procedere con la costruzione degli 80 prototipi destinati alla messa a punto e ai test finali. Difficilmente, dunque, la Casa americana riuscirà ad avviare la propria attività entro lanno, come inizialmente previsto. Malgrado i precedenti ritardi seguiti al lancio del prototipo nel 2017, dovuti essenzialmente alla raccolta di fondi per poter avviare la costruzione della FABBRICA IN ARIZONA [3], la Lucid Motors era alla fine riuscita ad assicurarsi alcuni importanti investimenti dallArabia Saudita. Oggi lazienda conta circa mille collaboratori ed è ancora alla ricerca di nuove figure professionali, in attesa di poter riprendere in mano le proprie attività produttive. 650 KM DI AUTONOMIA. Finora, le uniche immagini trapelate della Lucid Motors Air di serie sono quelle del TEASER [4] rilasciato dalla Casa a inizio febbraio, più alcune ricostruzioni grafiche, mentre non risultano ancora note le caratteristiche tecniche definitive del modello. Sappiamo, tuttavia, che il costruttore ha stretto un ACCORDO CON LA LG CHEM [5] per la fornitura delle batterie: in alcune recenti interviste, peraltro, è stato confermato anche larrivo di accumulatori di ultima generazione a 900 Volt, che potrebbero garantire alla vettura unautonomia di circa 650 km a fronte di circa 1.000 CV di potenza e di un prezzo di listino di circa 100 mila dollari (circa 90 mila euro) per la prima versione full optional disponibile. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/01/15/LUCID_AIR_LA_VERSIONE_DI_SERIE_DEBUTTERA_AL_SALONE_DI_NEW_YORK.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2020/03/11/CORONAVIRUS_IL_SALONE_DI_NEW_YORK_E_STATO_RINVIATO_AD_AGOSTO.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2019/12/03/LUCID_MOTORS_AL_VIA_LA_COSTRUZIONE_DELLA_FABBRICA_DI_ELETTRICHE_IN_ARIZONA.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/02/06/LUCID_AIR_NUOVI_DETTAGLI_NEL_TEASER_DELL_ELETTRICA.HTML [5] https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2020/02/25/lucid_air_sara_lg_chem_a_fornire_le_batterie_per_la_berlina_elettrica.html 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2020/03/31/audi_a8_listino_nuove_motorizzazioni_plug_in_hybrid_e_sportiva_s8/gallery/rbig/2020-audi-a8-s8-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30120 Audi A8 - A listino nuove versioni http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30120&tipo=fv LAUDI [1] introduce in Italia le nuove motorizzazioni della A8, completando così la propria gamma. Oltre alla variante 60 TFSI E PLUG-IN HYBRID [2] e alla SPORTIVA S8 [3], disponibili rispettivamente a partire da 108.850 euro e 147.350 euro, a listino figurano anche la 60 TDI, da 118.400 euro, e la 60 TFSI, da 118.850 euro. Tutte le alternative sono omologate come mild hybrid grazie ai sistemi di elettrificazione integrati e alla trazione integrale quattro. La gamma dellammiraglia dei Quattro anelli prevede, inoltre, le versioni A8 L a passo lungo. LA PLUG-IN HYBRID. LAudi A8 60 TFSI e adotta un powertrain composto dal motore V6 3.0 da 340 CV e dallunità elettrica da 136 CV, questultima integrata nel cambio automatico e abbinata alle batterie agli ioni di litio da 14,1 kWh. La potenza totale della vettura è pari a 449 CV e 700 Nm di coppia, lautonomia dichiarata nella sola modalità a zero emissioni pari a 44-45 km nel ciclo Wltp, mentre il consumo medio varia da 2,5 a 2,7 l/100 km, con 57-61 g/km di emissioni CO2. LA8 60 TFSI e passa da 0 a 100 km/h in 4,9 secondi, con una velocità di punta pari a 135 km/h in elettrico e a 250 km/h con laiuto dellendotermico. LA SPORTIVA S8. La S8 rappresenta, per tradizione, la variante sportiva della gamma. Il motore che la equipaggia è il V8 4.0 TFSI nella versione da 571 CV e 800 Nm di coppia, caratterizzato da un sistema mild hybrid a 48 Volt con disattivazione dei cilindri ai carichi parziali. In questa configurazione, lammiraglia tocca i 100 km/h da fermo in 3,8 secondi e sono disponibili di serie numerosi accessori capaci di migliorare lhandling, come il differenziale posteriore sportivo, lo sterzo progressivo sui due assi e le sospensioni pneumatiche predittive ad altezza variabile. Opzionale, invece, limpianto frenante carboceramico con dischi anteriori da 420 mm. LE ALTRE V8 BENZINA E DIESEL. In aggiunta alla plug-in e alla sportiva, lAudi introduce anche le versioni 60 TFSI e 60 TDI con propulsori V8. La prima adotta un motore 4.0 benzina da 460 CV e 660 Nm con sistema mild hybrid a 48 Volt, con consumi compresi tra i 11,8 e i 12,6 l/100 km (Wltp). La seconda, invece, propone il 4.0 TDI da 435 CV e 900 Nm, sempre abbinato allibrido leggero a 48 Volt e capace di una media consumi tra gli 8,1 e gli 8,8 l/100 km. Entrambe le varianti possono passare da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/AUDI [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/10/16/AUDI_A8_L_60_TFSI_E_IBRIDA_PLUG_IN_PASSO_LUNGO_IMMAGINI_PREZZO.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/PRIMO_CONTATTO/2019/11/14/AUDI_S8_AL_VOLANTE_DELL_AMMIRAGLIA.HTML 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2020/03/31/lego_una_replica_di_mattoncini_della_dodge_charger_di_fast_furious/gallery/rbig/lego-fast-and-furious-dodge-charger-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30121 Lego - Una replica di mattoncini della Dodge Charger di Fast & Furious http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30121&tipo=fv Gli appassionati di FAST FURIOUS dovranno aspettare lAPRILE DEL 2021 [1] per vedere il nuovo capitolo della saga cinematografica ma, intanto, potranno "consolarsi" con lennesimo progetto automobilistico della LEGO. Il gruppo danese, insieme alla Universal Brand Development, ha infatti lanciato il primo set di mattoncini ispirato alle muscle car americane: si tratta della riproduzione, in scala 1:13, della DODGE CHARGER R/T del 1970 di Dominic Toretto, il noto protagonista della pellicola interpretato da Vin Diesel. 1.077 MATTONCINI. Il nuovo Lego Technic Dodge Charger, già ordinabile sul sito dellazienda di giocattoli e disponibile nei negozi dal 27 aprile, è composto da 1.077 pezzi ed è caratterizzato da una serie di elementi presenti nel modello orginale: dal V8 che spunta dal cofano motore alle sospensioni a doppio braccio oscillante, fino alle bombole per il protossido di azoto nel bagagliaio e allestintore nellabitacolo. Il set include anche una barra al sottoscocca per fare impennare il modellino, proprio come in alcune scene della saga divenute cult. IL PROGETTO. Del resto, per la Lego "il divertimento non finisce una volta che sventola la bandiera a scacchi. Dopo aver terminato la costruzione, gli appassionati potranno provare le fantastiche acrobazie di Dom e ricreare gli inseguimenti ad alta velocità dei film Fast Furious" e "quando ci si ferma, è possibile esporre il modello grazie al cavalletto blocca ruota". "Lazione ad alto numero di ottani del franchisee Fast sappiamo che gli appassionati di Lego Technic e di Fast Furious amano le belle auto e ladrenalina. Uniti dalla stessa passione, abbiamo lavorato a stretto contatto con il team Universal per dar vita alla Dodge Charger di Dom, riproducendola nei dettagli per ispirare gli appassionati della saga e i costruttori Lego Technic di tutto il mondo. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/eventi/2020/03/13/coronavirus_rinviata_l_uscita_di_fast_furious_9.html 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/03/31/coronavirus_elkann_rinuncia_ai_compensi_di_presidente_fca_per_il_2020/gallery/rbig/2019-John-Elkann-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30122 Coronavirus - FCA, Elkann rinuncia ai compensi di presidente per il 2020 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30122&tipo=fv John Elkann ha rinunciato a percepire compensi per il suo ruolo di presidente del gruppo Fiat Chrysler per tutto il 2020. Lo ha annunciato lamministratore delegato Mike Manley nella sua ormai consueta lettera settimanale ai dipendenti, rivelando ulteriori misure straordinarie per fronteggiare la crisi scatenata dalla pandemia del CORONAVIRUS [1]. I TAGLI A CDA E MANAGEMENT. Elkann non è stato il solo ad astenersi dal percepire emolumenti. "Il nostro presidente John Elkann e il nostro consiglio di amministrazione hanno deciso allunanimità di rinunciare in toto al proprio compenso da qui alla fine del 2020", scrive Manley. Lamministratore delegato ha, invece, accettato una riduzione dei compensi del 50% da aprile e fino a giugno, mentre i membri del Group Executive Council (GEC), il massimo organo decisionale del costruttore guidato dallo stesso Manley e composto da altri 19 manager di prima linea, subiranno, sempre per almeno 3 mesi, un taglio del 30%. STIPENDI DIFFERITI. I tagli riguarderanno anche altri livelli gerarchici e in particolare la "maggior parte dei dipendenti nel mondo non ancora impattati da riduzione di orario o ammortizzatori sociali", a cui è stato chiesto "di partecipare a questo sacrificio comune accettando un differimento temporaneo del 20% dello stipendio. Il processo varierà a seconda del paese e potrebbero essere necessari accordi specifici". La misura si è resa necessaria per "proteggere la salute finanziaria dellazienda" e "per evitare una riduzione del personale nel secondo trimestre". Obiettivi che sono "responsabilità di tutti a partire naturalmente da me e dal team leadership", sottolinea Manley. LE PAROLE DI MANLEY. Nella sua lettera, il top manager ricorda limpatto della pandemia sulla forza lavoro con alcuni dipendenti "attualmente in convalescenza o in quarantena". "Con il diffondersi della pandemia - ha proseguito Manley -, abbiamo dato priorità alla creazione di un ambiente di lavoro sano e sicuro, ma abbiamo anche lavorato per salvaguardare limpiego del personale a tempo indeterminato di FCA". "Nellaffrontare questa situazione, continuiamo a pianificare per essere pronti nel momento in cui usciremo da questa crisi e, a questo fine, stiamo implementando numerose misure a tutela della nostra azienda in questo periodo. Stiamo rafforzando laccesso al capitale e al contempo prestando unattenzione maniacale a ogni progetto, programma e spesa, eliminando o posticipando tutte le attività non critiche". Manley ricorda, quindi, "il lavoro svolto da tutta lazienda per aiutare le comunità locali e il sostegno che stiamo dando ai primi soccorritori e agli operatori sanitari. Venerdì abbiamo annunciato un pacchetto di interventi che include la fornitura di un milione di pasti a bambini in età scolare in Nord America e il programma per avviare la produzione di maschere facciali, di cui cè urgente bisogno". "Voglio condividere alcune immagini che credo catturino lo spirito straordinario che anima la nostra gente in questo momento. In Italia, i nostri ingegneri di Cento e Mirafiori stanno collaborando con la Siare Engineering per accelerare la produzione di ventilatori polmonari. Sono davvero fonte di ispirazione per tutti noi. Dopo unaltra settimana difficile, spero che questo sollevi il vostro morale come ha sollevato il mio", conclude Manley. MISURE ANALOGHE IN FORD E GM. La riduzione delle retribuzioni non è dissimile da quanto deciso in seno al SETTORE AUTOMOBILISTICO [2]. Alla Ford i primi 300 dirigenti hanno accettato di non incassare dal 20% al 50% dei loro stipendi per almeno cinque mesi e il presidente William Clay Ford la sua intera retribuzione. LOvale blu, inoltre, ha rinviato gli aumenti salariali basati sul merito, ha sospeso gli straordinari e ha parzialmente congelato le nuove assunzioni. Alla General Motors, invece, oltre 60 mila colletti bianchi (ingegneri, impiegati, quadri e altri ancora) subiranno una riduzione temporanea delle retribuzioni fisse del 20%: la differenza sarà restituita, con gli interessi e in ununica soluzione, entro il 15 marzo del 2021. Sarà rinviato il pagamento del 25%-30% degli stipendi dei dirigenti e di circa 6.500 dipendenti, legati ad attività di produzione o di progettazione che non possono essere svolte in smart-working: questi saranno posti in ferie retribuite e riceveranno il 75% del salario normale. Misure del genere non sono altro che lesempio di quanto sia necessario, per i vari costruttori, ridurre lassorbimento di cassa in un momento in cui le attività, sia produttive che commerciali, SONO QUASI DEL TUTTO FERME [3] per le conseguenze delle misure di isolamento varate ormai ovunque. Basta un solo esempio: il gruppo Volkswagen sta bruciando cassa a un ritmo settimanale di oltre 2 miliardi di euro. Per questi motivi, la Ford e altre realtà del settore automotive come la Brembo e la Aptiv hanno sospeso anche la distribuzione dei dividendi. Le strategie di natura finanziaria hanno portato le aziende a varare ulteriori iniziative straordinarie come il richiamo di finanziamenti bancari già concessi ma non ancora utilizzati o la sottoscrizione di PRESTITI PONTE [4] per superare lattuale momento di estrema difficoltà. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/27/CORONAVIRUS_GENERAL_MOTORS_RINVIA_IL_PAGAMENTO_DI_PARTE_DEGLI_STIPENDI.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/13/CORONAVIRUS_SITUAZIONE_AUTOMOTIVE.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/26/CORONAVIRUS_FCA_DALLE_BANCHE_3_5_MILIARDI_PER_FRONTEGGIARE_L_EMERGENZA.HTML 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/03/31/coronavirus_skoda_prodotti_per_l_italia_respiratori_e_tute_protettive/gallery/rbig/2020-skoda-coronavirus-02.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30114 Coronavirus - Skoda, mascherine e tute protettive per lItalia http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30114&tipo=fv La SKODA [1] ha prodotto, con stampanti in 3D, respiratori per mascherine che, insieme a oltre 10 mila tute protettive, sono stati inviati dal Governo della Repubblica Ceca allItalia, "come dimostrazione di vicinanza e supporto alla comune lotta" al CORONAVIRUS [2]. Si tratta di parte dei dispositivi medici che la Casa della Freccia alata ha iniziato a produrre, in collaborazione con il dipartimento ceco di Informatica, Robotica e Cibernetica (CIIRC) dellUniversità di Praga. LA STAMPA IN 3D. La Skoda, sfruttando le competenze nella modellazione e nella prototipazione del centro di sviluppo di esana, ha in particolare sviluppato un processo di stampa in 3D per la realizzazione di respiratori Ffp3 riutilizzabili, che il Ministero della Salute ceco sta ora distribuendo a medici, infermieri e ospedali. La fabbricazione sta procedendo al ritmo di circa 60 unità al giorno e potrà essere aumentata grazie allateneo di Praga e ad altre aziende private dotate di stampanti 3D simili. Inoltre, la casa automobilistica, tramite la piattaforma di car-spargine Hoppy Go, ha messo a disposizione di associazioni e volontari più di 200 auto e 150 scooter elettrici. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2020/03/31/motorsport_eng_spiega_il_sim_racing_mi_tiene_mentalmente_allenato_/gallery/rbig/simulatore-bmw.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30115 Motorsport - Eng spiega il sim-racing: "Mi tiene mentalmente allenato" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30115&tipo=fv Per molti piloti, SI SONO SPENTI I MOTORI E SI SONO ACCESI I COMPUTER. Nella difficile situazione globale che ci vincola a casa, nellottica del contenimento della diffusione del covid-19, IL MONDO DEL MOTORSPORT REAGISCE ORGANIZZANDO MOLTI EVENTI VIRTUALI a cui prendono parte sempre più piloti professionisti. Seppur non tutti i piloti professionisti amino i simulatori, ce ne sono diversi che in questi giorni continuano a essere sulla cresta dellonda proprio per le loro gare online. il caso di LANDO NORRIS, capace di intrattenere per ore oltre centomila persone con la sua contagiosa simpatia, ma anche di PHILIPP ENG, impegnato anche con Red Bull Racing nel Virtual Grand Prix del Bahrain, dove ha ottenuto un podio. LA PRATICA RENDE PERFETTI. Competere ad alto livello nelle gare virtuali non è così scontato per un pilota professionista. Ce lo spiega proprio laustriaco Eng, da molti anni impegnato sia sulle piste reali che su quelle virtuali. principalmente dovuto allincredibile quantità di tempo che questi ragazzi hanno trascorso nei simulatori nel corso degli anni. Mi piace confrontarlo con lallenamento fitness. Se mi alleno regolarmente e faccio, diciamo, 350 chilometri a settimana sulla mia bici, allora sarò abbastanza in forma. Se, tuttavia, ho due settimane di pausa perché sono da qualche parte a correre, allora il mio livello di preparazione atletica scende di nuovo. Questa è la differenza tra me, che non sono regolarmente nel simulatore durante una stagione normale, e un pilota professionista di sim - che ha anche molto talento". Viceversa, un sim racer come se la caverebbe in pista in mezzo a tanti piloti professionisti? Sono sicuro che i migliori abbiano il know-how tecnico e il potenziale di guida necessari, spiega Eng. Tuttavia, in una vera macchina da corsa, devono prima imparare a gestire il fatto che potrebbero ferirsi se commettono un errore. Lo noto con me stesso. Prendo sempre più rischi nel simulatore rispetto a una vera macchina da corsa. VICINI ALLA REALTà. Chiaramente, a differenza di una vera auto da corsa, un simulatore offre lopportunità di fare molti test e soprattutto acquisire esperienza senza rischi, in un ambiente controllato e senza costi eccessivi. Proprio per questo motivo, il simulatore di BMW Motorsport di Monaco è utilizzato intensamente dai piloti, sia da quelli del DTM che da quelli di Formula E. A questo proposito, Eng racconta: "Il simulatore che ho a casa è abbastanza buono, per essere un oggetto in commercio. Tuttavia, è a miglia di distanza da ciò che può fare il simulatore BMW Motorsport. Dato che il simulatore BMW Motorsport si muove su una piattaforma flessibile, puoi sentire ogni ostacolo e urto, proprio come faresti nella realtà. Per me, il modo in cui lauto mantiene la strada è appena diverso dalla realtà". 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/03/31/coronavirus_ford_produrra_con_la_ge_50_mila_ventilatori_polmonari/gallery/rbig/ford-coronavirus-respiratori-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30112 Coronavirus - La Ford produrrà 50 mila ventilatori polmonari http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30112&tipo=fv La FORD [1] ha in programma di produrre, in collaborazione con la GE HEALTHCARE, dei ventilatori polmonari sulla base di un progetto della piccola società biomedicale Airon. Lobiettivo è di realizzarne 50 mila esemplari entro 100 giorni e, in seguito, fino a 30 mila al mese. IL PROGETTO. La Casa dellOvale Blu fornirà alla causa le sue capacità produttive, mentre la GE Healthcare metterà a disposizione le sue competenze e concederà in licenza lattuale progetto della Airon. Il dispositivo sfrutta la pressione dellaria senza la necessità di un collegamento elettrico e presenta caratteristiche che ne consentono un assemblaggio estremamente rapido, come appositamente richiesto dallAmministrazione Trump dopo lORDINE ESECUTIVO [2] emesso ai sensi del Defense Production Act volto a fronteggiare lemergenza del coronavirus. PRODUZIONE IN MICHIGAN. Per cominciare, la Ford invierà un team di tecnici per aiutare la Airon ad aumentare la produzione a Melbourne, in Florida, ma entro la settimana del 20 aprile comincerà a realizzare i ventilatori presso la fabbrica Rawsonville Components di Ypsilanti, in Michigan. La Casa prevede di produrne 1.500 entro la fine del prossimo mese, 12.000 entro la fine di maggio e 50.000 entro il 4 luglio, aiutando così il governo degli Stati Uniti a raggiungere il suo obiettivo di dotarsi di 100.000 ventilatori in 100 giorni. Lo stabilimento di Rawsonville assemblerà i ventilatori con 500 dipendenti volontari al lavoro su tre turni. A regime, la produzione sarà di 7.200 ventilatori a settimana. Oltre al progetto su licenza della Airon, la Ford e la GE stanno collaborando anche per sviluppare una versione semplificata di analoghi dispositivi progettati dalla multinazionale di Boston. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/FORD [2] https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2020/03/27/coronavirus_trump_a_ford_e_gm_iniziate_subito_a_produrre_ventilatori_polmonari.html 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/03/31/coronavirus_seat_la_linea_della_leon_e_stata_convertita_alla_produzione_di_ventilatori_polmonari_/gallery/rbig/2020-seat-coronavirus-02.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30113 Coronavirus - Sulla linea della Seat Leon si fabbricano ventilatori polmonari http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30113&tipo=fv Nel quadro delle iniziative di contrasto alla diffusione del CORONAVIRUS [1] in Spagna, la SEAT [2] ha convertito parte della catena di montaggio della fabbrica di Martorell, dedicata alla Leon, per produrre ventilatori polmonari. Il progetto, partito in tempi rapidissimi grazie al coinvolgimento dei dipendenti, è il frutto di un lavoro congiunto con diversi partner, tra cui la Bosch, lUniversità di Barcellona e la Protofy.XYZ. LE SPECIFICHE. Il ventilatore polmonare fabbricato a Martorell è il risultato del lavoro di un team di ingegneri, che ha progettato 13 prototipi prima di arrivare al modello definitivo, denominato OxyGEN. Viene assemblato da 150 dipendenti utilizzando più di 80 componenti elettronici e meccanici, tra cui gli ingranaggi della scatola del cambio e i motorini dei tergicristalli, e sottoposto a un accurato controllo di qualità con sterilizzazione a luce ultravioletta. "Prendere una catena di montaggio che produce telai e adattarla per produrre i ventilatori è stato un lavoro lungo e difficile che ha coinvolto molte aree dellazienda - ha detto Sergio Arreciado, ingegnere della casa automobilistica spagnola -, e siamo riusciti a farlo nel tempo record di una settimana". #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/SEAT.HTML 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/03/31/coronavirus_acea_con_stop_alle_fabbriche_persi_almeno_1_milione_e_2_mila_veicoli/gallery/rbig/2020-audi-02.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30110 Coronavirus - Acea: "Con lo stop alle fabbriche persi almeno 1,2 milioni di veicoli" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30110&tipo=fv La pandemia del CORONAVIRUS [1] sta colpendo pesantemente la forza lavoro del settore automobilistico in Europa. Secondo i dati elaboratori dallAcea, larresto delle fabbriche, al momento per 16 giorni lavorativi in media, ha determinato una perdita produttiva di almeno 1.231.038 autoveicoli. LIMPATTO SUI LAVORATORI. "Le perdite di produzione sono ovviamente destinate ad aumentare se si estendono gli arresti o si fermano ulteriori impianti", aggiunge lAssociazione europea dei costruttori, fornendo un quadro anche sullimpatto della serrata sulla forza lavoro: attualmente sono 1.110.107 i dipendenti direttamente impiegati nella fabbricazione di automobili, camion, furgoni e autobus. Si tratta di un dato che non comprende i fornitori e, infatti, lAcea sottolinea come "limpatto sullintera filiera automobilistica sia ancor più critico". Del resto, nelle sole attività produttive sono impiegati direttamente 2,6 milioni di europei e i produttori gestiscono 229 impianti di assemblaggio. Considerando anche lindotto sono 13,8 milioni i posti di lavoro collegati al mondo delle quattro ruote. I DATI DEI SINGOLI PAESI. Lassociazione ha anche fornito i dati per ogni singolo Paese europeo sui posti di lavoro interessati dalla serrata e sulle perdite produttive. In Italia sono 69.382 i lavoratori coinvolti, per volumi diminuiti di 78.434 veicoli. Ben più elevati i numeri della Germania, dove sono 568.518 i dipendenti colpiti dallo stop produttivo e 359.287 i volumi persi. In Francia sono, rispettivamente, 90 mila e 113.200, in Spagna 60 mila e 237.806 e nel Regno Unito 65.455 e 94.717. "In questo momento - ha commentato Eric-Mark Huitema, direttore generale dellassociazione -, la preoccupazione principale dellAcea e di tutti i suoi membri è quella di gestire limmediata crisi che sta affrontando il settore automobilistico, che sostanzialmente si è fermato dimprovviso. un evento che il settore non ha mai sperimentato prima. La nostra priorità è proteggere la salute e loccupazione di quasi 14 milioni di europei che lavorano direttamente o indirettamente nel nostro settore". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/03/31/coronavirus_alla_lamborghini_si_producono_mascherine_e_visiere_protettive/gallery/rbig/2020-lamborghini-mascherine-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30109 Coronavirus - Alla Lamborghini si producono mascherine e visiere protettive http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30109&tipo=fv La_ _LAMBORGHINI [1], nel quadro delle iniziative messe in atto per contribuire alla lotta contro il CORONAVIRUS [2], ha riconvertito alcuni reparti del suo stabilimento di SantAgata Bolognese per produrre mascherine chirurgiche e visiere protettive per il Policlinico S. Orsola-Malpighi di Bologna. La fabbricazione delle mascherine, al ritmo di mille al giorno, è stata affidata a un gruppo di operatrici e operatori della selleria, il reparto dedicato alla realizzazione degli interni e delle personalizzazioni dei modelli della Casa del Toro. LA STAMPA IN 3D. Le visiere protettive mediche in policarbonato saranno, invece, realizzate tramite stampanti in 3D allinterno dello stabilimento di produzione compositi e nel reparto di Ricerca e Sviluppo nella quantità di 200 al giorno. Liniziativa, che ha già ricevuto il via libera della Regione Emilia Romagna, avviene in collaborazione con lUniversità di Bologna e, in particolare, con il laboratorio diretto dal professor Francesco Saverio Violante del Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche, che si occuperà dei test di validazione prima della consegna. In un momento di emergenza come questo, ci sentiamo di dover dare un contributo concreto", ha commentato il numero uno Stefano Domenicali. "Abbiamo così deciso di supportare lOspedale S. Orsola-Malpighi, istituzione con cui da anni abbiamo un rapporto di collaborazione, sia per quanto riguarda la consulenza per la promozione dei programmi di tutela della salute delle nostre persone, tramite professionisti del Policlinico, sia su progetti di ricerca". #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/LAMBORGHINI [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2020/03/31/coronavirus_carglass_riapre_10_centri_in_italia_per_le_riparazioni_di_emergenza/gallery/rbig/CARGLASS_riparazione-.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30108 Coronavirus - Carglass riapre 10 centri per le riparazioni di emergenza http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30108&tipo=fv Per gli automobilisti è una notizia che ha il sapore della normalità: dopo la serrata causa CORONAVIRUS [1], Carglass ha deciso di riaprire 10 centri per due giorni alla settimana, in modo da assicurare interventi durgenza sui vetri. Le città interessate sono MILANO, TORINO, CUNEO, GENOVA, VERONA, PADOVA, TRENTO, BOLOGNA, FIRENZE E ROMA. Secondo una nota dellazienda, la decisione è stata presa dopo aver messo a punto stringenti protocolli di sicurezza per operatori e clienti. SOLO SU APPUNTAMENTO. Per far riparare la vettura, sarà però necessario prenotare lintervento così da evitare assembramenti. Non saranno, infatti, accettati clienti che si presenteranno spontaneamente. In via eccezionale, ogni lavoro sarà preceduto e seguito dalligienizzazione dellauto con trattamento allozono per tutelare il tecnico (prima) e lautomobilista (poi). Maggiori informazioni e dettagli sono reperibili sul sito dellazienda e al numero verde 800360036. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/tags/coronavirus 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/03/31/emissioni_usa_la_casa_bianca_presenta_la_riforma_piu_che_dimezzati_gli_obiettivi_dell_era_obama/gallery/rbig/2020-Casa-Bianca-Usa.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30105 Emissioni Usa - La Casa Bianca presenta la riforma: più che dimezzati gli obiettivi dellera Obama http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30105&tipo=fv Lamministrazione TRUMP [1] ha presentato la tanto attesa riforma delle normative su emissioni e consumi. I nuovi standard, come auspicato dallinquilino della Casa Bianca, riducono nettamente gli obiettivi fissati nel 2012 dallex presidente Barack Obama ma rischiano di rappresentare un boomerang per lintero settore automobilistico americano, già contrario a un alleggerimento dei regolamenti e ora prossimo a dover fronteggiare un limbo normativo a causa delle probabile cause legali paventate da numerosi Stati. LA STRATEGIA DELLA CASA BIANCA. Il presidente Donald Trump è da anni intenzionato a rivedere le normative nella convinzione che un alleggerimento dei severi standard dellera Obama possa ridurre i prezzi delle automobili e quindi aumentare le vendite. Trump, nonostante la ferma opposizione di diversi governatori, ha finora smantellato quasi 100 regolamenti varati negli Stati Uniti per combattere i cambiamenti climatici, ha ritirato il Paese dallaccordo di Parig e ha perfino messo in discussione tutte le teorie scientifiche alla base delle normative ambientali. La riforma delle emissioni non è, dunque, altro che lennesima dimostrazione della sua strategia di lotta alle normative volute da Obama. I NUOVI STANDARD. Le nuove misure, presentate dai responsabili dellEpa (lAgenzia per la protezione ambientale) e della Nhtsa (lAgenzia per la sicurezza nel mondo dei trasporti), prevedono che i consumi e le emissioni di anidride carbonica vengano ridotti ogni anno dell1,5% fino al 2025, a fronte del precedente 5% del 2012. In sostanza viene eliminato lobiettivo di raggiungere entro il 2025 una media dei consumi di circa 54 miglia per gallone (23 km/litro): il nuovo traguardo stabilito è di 40 miglia per gallone (17 km/litro). Secondo lEpa lallentamento degli standard determinerà una riduzione dei prezzi di listino di mille dollari e di conseguenza un aumento delle vendite di 2,7 milioni unità. "Riducendo gli oneri normativi, diminuiamo i costi di produzione e quindi attireremo più americani su veicoli più nuovi, più sicuri e più puliti", ha dichiarato lamministratore dellEpa, Andrew Wheeler, ribadendo una posizione più volte tenuta da Trump. I RISCHI. Tuttavia, la normativa rischia di essere fermata da una lunga battaglia giudiziaria. Diversi Stati, a partire dalla California, e gli ambientalisti sono pronti a contestare le tesi dellamministrazione e a rivolgersi alla Corte Suprema pur di far saltare la riforma. In tal caso ci vorrebbero anni prima di una soluzione e a pagarne le conseguenze sarebbe il settore automobilistico per il probabile vuoto normativo. Del resto, secondo molte ricerche la nuova riforma non ha solo un impatto sullambiente, con quasi un miliardo di tonnellate di CO2 in più generate rispetto agli standard di Obama durante lintero ciclo di vita dei veicoli e centinaia di milioni in più rispetto alle normative europee ed asiatiche, ma non produce neanche i benefici per leconomia auspicati da Trump. Consumer Reports prevede un aumento dei costi per gli automobilisti di 2.100 dollari per veicolo a causa dellaumento dei consumi di benzina, stimati dallEpa e dalla Nhtsa di circa 80 miliardi di litri in più per i veicoli costruiti durante il periodo di validità della riforma. Le analisi scientifiche utilizzate dalle agenzie sembrano, comunque, non prive di "significative debolezze" secondo un gruppo di scienziati di nomina governativa chiamati a esprimere un parere sulla riforma. Parere che ha smontato le tesi sui benefici per leconomia: i nuovi requisiti ridurranno i prezzi di circa mille dollari, ma aumenteranno di 1.400 dollari gli esborsi per la benzina: pertanto leconomia rischia di pagare un conto tra i 13 e i 22 miliardi: una situazione ben diversa da quanto sostenuto dal governo, che ha parlato di benefici, solo per il settore auto, tra 38 e 58 miliardi di dollari. I TIMORI DEL SETTORE. Se da una parte la debolezza delle analisi scientifiche della Casa Bianca rafforza le contestazioni di Stati e associazioni ambientaliste, dallaltra lautomotive si trova disorientato. Le Case automobilistiche avevano sì chiesto un alleggerimento, ma non dellentità voluta da Trump. Del resto, i costruttori hanno sempre fatto presente lintenzione di ridurre i consumi di carburante del 2,4% lanno anche senza alcuna regolamentazione. Ora il settore, che da anni chiede un leggi stabili e un contesto politico favorevole allo sviluppo delle nuove tecnologie per lambiente, teme non solo di trovarsi nel limbo normativo determinato dal ricorso alle vie legali, ma anche di perdere terreno rispetto ai miglioramenti tecnologici della concorrenza. Gli standard americani, con Obama i più severi al mondo, sono destinati a diventare di molto inferiori a quelli dellUnione Europea, del Giappone, della Corea del Sud e perfino della Cina e dellIndia e pertanto è a rischio la posizione tecnologica assunta negli ultimi anni dai costruttori grazie alla spinta dellex inquilino della Casa Bianca. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/DONALD-TRUMP 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2020/03/31/brembo_l_azienda_bergamasca_acquisisce_il_2_43_del_capitale_della_pirelli/gallery/rbig/BREMBO.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30106 Brembo - Acquisito il 2,43% del capitale della Pirelli http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30106&tipo=fv Due eccellenze italiane del mondo automotive incrociano le strade: la BREMBO [1], guidata da ALBERTO BOMBASSEI [2], ha infatti acquisito il 2,43% del capitale della Pirelli, storico produttore di pneumatici. Loperazione dellazienda di impianti frenanti, finalizzata a un investimento "di lungo periodo e di tipo non speculativo", suggella lincontro tra due marchi che, per storia e innovazione, rappresentano leccellenza nei rispettivi settori. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/03/30/CORONAVIRUS_BREMBO_DONA_1_MILIONE_DI_EURO_A_TRE_ISTITUZIONI_BERGAMASCHE.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2020/02/05/QUATTRORUOTE_DAY_AD_ALBERTO_BOMBASSEI_IL_PREMIO_MAZZOCCHI_2020.HTML 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2020/03/31/volvo_xc40_recharge_t5_ibrida_plug_in_caratteristiche_uscita_prezzo/gallery/rbig/2020-volvo-xc40-recharge-t5-plug-in-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=30107 Volvo XC40  - La Recharge T5 Plug-in Hybrid è in prima linea per la ripartenza http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=30107&tipo=fv Limportante è ripartire, anche a distanza. Anche se, per toccare la vettura con mano, bisognerà avere ancora un po di pazienza. Così ha fatto la VOLVO [1], con la presentazione italiana virtuale della sua XC40 Recharge T5 Plug-in Hybrid. La versione alla spina della Suv media della Casa svedese, che dovrebbe essere lanciata e qui il condizionale è dobbligo, vista la situazione ancora fluida della pandemia dopo lestate. Un modello apprezzato e di volumi, sul quale la Casa svedese punta molto per diffondere ancora di più la sua tecnologia ibrida plug-in. I prezzi sono già disponibili: si parte dai 47.770 euro della versione Inscription/Expression, per passare ai 50.220 della Inscription e ai 50.920 euro della R-Design. Il modello beneficia inoltre delleco-incentivo di 2.500 euro a fronte di una rottamazione. Nel corso dellanno arriverà poi anche una versione meno potente, sempre Phev. Secondo Michele Crisci, presidente di Volvo Car Italia, la XC40 plug-in ha il vantaggio di essere la soluzione giusta, di transizione lunga verso lelettrico, per un mercato come quello italiano, in cui la rete di ricarica non è ancora pronta. Una soluzione flessibile, quindi, in grado di soddisfare i bisogni di unutenza che affronta in genere spostamenti brevi in elettrico durante la settimana e tragitti più lunghi, invece, nel weekend (la capacità del serbatoio di benzina è di 48 litri). BASE CMA. Come le altre sorelle della gamma, anche la variante ibrida plug-in nasce sulla piattaforma Cma (Compact modular architecture), studiata sin dallinizio per lelettrificazione. Al riguardo, ricordiamo che in ottobre era stata presentata la XC40 RECHARGE [2], la versione a zero emissioni, una prima assoluta per il marchio scandinavo. A rimarcare che la strada dellelettrico ricaricabile (da qui il nome Recharge, in comune a tutti i modelli con la presa), sia esso puro o ibrido plug-in, è considerata fondamentale dalla Casa per il futuro. Vediamo più da vicino il cuore della XC40 T5, ossia librido plug-in, di tipo seriale, con entrambi i propulsori che intervengono sullasse anteriore. Nel dettaglio, il powertrain è composto da un motore tre cilindri 1.5 benzina da 180 CV, abbinato a ununità a batteria da 82; la potenza totale è di 262 CV, mentre la coppia massima è di 425 Nm. Molto interessanti, quindi, le prestazioni, come dimostra soprattutto lo 0-100 in 7,3 secondi, mentre la velocità massima è autolimitata a 180 km/h. La batteria ha capacità di 10,7 kWh e assicura unautonomia massima a zero emissioni di 45 km. Quanto al consumo medio e alle emissioni di CO dichiarate, la XC40 può esibire dati invidiabili: 2,0-2,4 l/100 km e 45-55 g/km, in entrambi i casi a seconda dellallestimento e secondo il ciclo Wltp. TARGET AMBIZIOSI. Lobiettivo è quello di portare le versioni ibride plug-in a raggiungere il 16% del totale di vendite delle XC40 già nel 2020, per fare in modo che tale tipo di alimentazione arrivi a marcare un 15% delle vendite complessive del brand in Italia. Questo, se il mercato nazionale tornerà a funzionare in tempi ragionevoli. E allo scopo potrebbe risultare daiuto il Care by Volvo, la formula di abbonamento che sostituisce lacquisto tradizionale dellauto, molto gettonata da chi è interessato a unibrida plug-in. #BACKONTRACK Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/VOLVO.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/10/16/VOLVO_XC40_RECHARGE_ELETTRICA_BATTERIA_AUTONOMIA_DIMENSIONI.HTML 2020-04-01 00:02:53 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/76058194_t.php http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=4134 anahwa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=4134&tipo=fv fgvghghhgh 2015-04-26 17:56:17 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/ http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=1771 1111 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=1771&tipo=fv lll 2014-11-22 20:56:32 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/http://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/videogiochi/2014/07/24/forza_horizon_2_svelate_le_prime_100_vetture_5_sono_inedite/gallery/2014-forza1.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=20 Forza Horizon 2 - Svelate le prime 100 vetture: 5 sono inedite http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=20&tipo=fv Prime rivelazioni per Forza Horizon 2, il secondo capitolo dello spin-off della nota serie firmata Turn 10 Studios: luscita del racing game è prevista il prossimo 30 settembre per Xbox One e 360, ma nel frattempo i programmatori hanno diffuso la lista delle prime cento auto disponibili. E tra queste, oltre a ritorni "classici", ci sono alcune novità molto speciali. AUTO INEDITE. I primi nomi che saltano allocchio degli appassionati sono quelli di alcune new entry come la Renault Alpine A110 1600S del 1973 o il mitico van Volkswagen Type 2 Deluxe del 1963, le cui quotazioni oggi possono raggiungere anche i 200 mila dollari. E ancora: la Jeep Willys MB del 1945 e la bellissima Jaguar XK120 SE del 1954. Lultima vettura inedita è la Vauxhall Corsa VXR del 2013. AMBIENTAZIONE "APERTA". Come è noto, Horizon 2 offrirà unambientazione open world modellata sullEuropa del Sud, percorribile nella sua interezza e senza limitazioni; inoltre, dalla serie principale verrà importato il sistema "Drivatar", in grado di riprodurre gli stili di guida dei giocatori per rendere gli avversari più imprevedibili. LA LISTA. Di seguito, riportiamo lelenco delle prime cento protagoniste di Horizon 2: al momento del lancio, le vetture saranno il doppio. Presenti anche la Lamborghini Huracàn LP 610-4, "testimonial" del gioco, la Nissan GT-R Black Edition del 2012 e la Pagani Huayra. 2002 Acura RSX Type-S 2007 Alfa Romeo 8C Competizione 2011 Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde 1986 Alfa Romeo Spider Quadrifoglio Verde 1964 Aston Martin DB5 2010 Aston Martin One-77 2012 Aston Martin Vanquish 2013 Audi R8 Coupé V10 plus 5.2 FSI quattro 1995 Audi RS 2 Avant 2006 Audi RS 4 2011 Audi RS 5 Coupé 2013 Audi S4 1997 BMW M3 1991 BMW M3 2012 BMW M5 2011 BMW X5 M 1990 Chevrolet Camaro IROC-Z 1979 Chevrolet Camaro Z28 2012 Chevrolet Camaro ZL1 1970 Chevrolet Chevelle SS-454 2014 Chevrolet Corvette Stingray 2009 Chevrolet Corvette ZR1 1995 Chevrolet Corvette ZR-1 1964 Chevrolet Impala SS 409 1970 Dodge Challenger R/T 2012 Dodge Charger SRT8 1957 Ferrari 250 California 1957 Ferrari 250 Testa Rossa 1994 Ferrari F355 Berlinetta 2012 Ferrari F12berlinetta 2007 Ferrari 430 Scuderia 2013 Ferrari LaFerrari 1980 Abarth Fiat 131 2010 Abarth 500 esseesse 2013 Abarth Punto Supersport 2009 Ford Focus RS 1969 Ford Mustang Boss 302 2000 Ford SVT Cobra R 1993 Ford SVT Cobra R 1987 Ford Sierra Cosworth RS500 2011 Ford Transit SuperSportVan 1997 Honda Civic Type R 2006 HUMMER H1 Alpha 2013 Hyundai Genesis Coupe 3.8 Track 1956 Jaguar D-Type 1961 Jaguar E-type S1 1954 Jaguar XK120 SE 1945 Jeep Willys MB 2011 Koenigsegg Agera 1997 Lamborghini Diablo SV 2014 Lamborghini Huracán LP 610-4 1982 Lancia 037 Stradale 2013 Lexus GS350 F Sport 2010 Lexus LFA 1956 Lotus Eleven 2012 Lotus Exige S 2010 Maserati Gran Turismo S 1994 Mazda MX-5 Miata 2011 Mazda RX-8 R3 2013 McLaren P1 2013 Mercedes-Benz A 45 AMG 2012 Mercedes-Benz C 63 AMG Coupé Black Series 2009 Mercedes-Benz SL 65 AMG Black Series 2012 Mercedes-Benz SLK 55 AMG 2011 Mercedes-Benz SLS AMG 1965 MINI Cooper S 1999 Mitsubishi Lancer Evolution VI GSR 2004 Mitsubishi Lancer Evolution VIII MR 2008 Mitsubishi Lancer Evolution X GSR 2010 Nissan 370Z 1969 Nissan Fairlady Z 432 1994 Nissan Fairlady Z Version S Twin Turbo 2000 Nissan Silvia Spec-R 1971 Nissan Skyline 2000GT-R 1993 Nissan Skyline GT-R V-Spec 2012 Pagani Huayra 2009 Pagani Zonda Cinque Roadster 1969 Pontiac GTO Judge 1973 Pontiac Firebird Trans Am SD-455 1987 Pontiac Firebird Trans Am GTA 1973 Renault Alpine A110 1600S 2003 Renault Sport Clio V6 2010 Renault Megane RS 250 2011 RUF Rt 12 S 1965 Shelby Cobra 427 S/C 1998 Subaru Impreza 22B STi 2005 Subaru Impreza WRX STI 2011 Subaru WRX STI 1994 Toyota Celica GT-Four ST205 2013 Toyota GT86 1995 Toyota MR2 GT 2005 TVR Sagaris 2012 Vauxhall Astra VXR 2009 Vauxhall Corsa VXR 2013 SRT Viper GTS 1992 Volkswagen Golf Gti 16v Mk2 2010 Volkswagen Golf R 1984 Volkswagen Rabbit GTI 2011 Volkswagen Scirocco R 1963 Volkswagen Type 2 De Luxe REDAZIONE ONLINE 2014-07-24 22:33:37 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/80541000._t.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=13 BMW Serie 2 Active Tourer http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=13&tipo=fv In Cina il 15% delle vendite totali. uno dei modelli pi importanti nell'intera storia del marchio, e a Monaco si aspettano grandi cose da lei. La BMW Serie 2 Active Tourer, per il Costruttore che l'ha cos fermamente voluta, l'auto delle prime volte: prima monovolume, primo modello a trazione anteriore, primo motore a tre cilindri. Roba da togliere il sonno a chi ha portato avanti il progetto, che arriver alla prima prova del fuoco il 27 settembre, giorno del debutto sui mercati europei. 2014-07-24 09:10:41 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/91801809._t.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=12 Peugeot 2008 Castagna http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=12&tipo=fv Nuovo esemplare unico realizzato sulla piccola crossoverProsegue la collaborazione tra Peugeot Italia e la Carrozzeria Castagna: dopo la one-off su base 508 RXH, l'atelier milanese ha ora trasformato una Peugeot 2008: anche la crossover pi abbordabile in gamma, cos, ha indossato per una volta i panni della fuoriserie. Esterni in indaco e rosso. La 2008 Castagna nasce da un lavoro di personalizzazione che passato per un evidente remake di interni ed esterni: la carrozzeria della "special" si gioca tutta sul contrasto tra il rosso (lucido e caratterizzato dalla presenza di gocce di diverso colore in sospensione), e l'indaco (opaco). A completare la policromia, le cromature nere e i dettagli in bianco, oltre alle finiture in legno grezzo che arricchiscono ulteriormente la creazione. 2014-07-24 09:09:45 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/69918031_t.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=11 Nissan Note Nismo http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=11&tipo=fv Le prime foto ufficiali della monovolume sportiva.La Nissan ha diffuso su Twitter le prime immagini della Note Nismo, inedita versione sportiva della monovolume compatta, che amplia ulteriormente la gamma di modelli griffati dal reparto sportivo ufficiale. I colori, bianco rosso e nero, sono quelli gi visti sulla Juke, sulla 370Z e sulla GT-R e il design dei paraurti e dei cerchi in lega cambia radicalmente l'immagine della vettura. Prese d'aria maggiorate, luci led diurne e accenti rossi sui profili la fanno sembrare davvero una piccola GT-R da famiglia, mentre l'interno dominato dal nero con accenti rossi. Per il momento la disponibilit della Note Nismo confermata soltanto per il mercato giapponese, dove sar in vendita in autunno. Ancora tutti da scoprire i dettagli tecnici, probabilmente simili a quelli della Juke, cos come ancora da confermare la disponibilit di questo modello in Europa. 2014-07-24 09:05:38 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/19050826_t.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=1 Salone di Los Angeles http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=1&tipo=fv Il Salone di Los Angeles, in calendario dal 18 al 27 novembre, terrà a battesimo la versione rinnovata della Volkswagen CC (che nell'occasione perde il nome Passat). La coupé a quattro porte si adegua al family feeling della Casa tedesca con la griglia a listelli orizzontali e le luci posteriori a led ridisegnate. Nell'occasione del restyling viene aggiornata anche la dotazione di serie con nuovi accessori. L'arrivo nelle concessionarie europee è previsto a partire dal mese di febbraio 2012, prima in Germania, poi a seguire negli altri Paesi. 2011-11-03 11:12:18