Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /web/htdocs/www.autosomma.it/home/adzone/include/config.php:194) in /web/htdocs/www.autosomma.it/home/rss.php on line 7
NEWS E AUTOhttp://www.autosomma.itAUTOSOMMACopyright 2011 www.autosomma.it http://blogs.law.harvard.edu/tech/rssIT-it autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2021/03/08/bmw_ix1_suv_elettrica_caratteristiche_immagini_uscita/gallery/rbig/2021-spy-BMW-iX1-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34449 BMW iX1 - Primi test su strada per la Suv elettrica http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34449&tipo=fv Le FOTO SPIA [1] che vi proponiamo sono la prova che la BMW [2] sta pensando di aggiungere una nuova elettrica alla propria gamma: nello specifico, una Suv più compatta della IX3 [3] probabilmente denominata IX1. Sotto le camuffature, infatti, si nasconde il prototipo di un modello a batterie, come confermano anche gli adesivi "speciali" che indicano la presenza di un powertrain elettrico, mentre le forme ricordano molto quelle dei muletti della terza generazione della BMW X1 [4], attesa sul mercato tra la fine del 2021 e linizio del 2022 e sviluppata sulla piattaforma Faar, la stessa della SERIE 1 [5]. COME LA IX3. La iX1 dovrebbe seguire le orme della iX3 appena lanciata sul mercato, proponendosi con la stessa carrozzeria e la stessa piattaforma delle versioni endotermiche. In questo modo i clienti potranno scegliere tra una ricca gamma di motorizzazioni, da quelle convenzionali a quella completamente elettrica, fino alle varianti ibride; la X1 attuale, infatti, è già disponibile anche nella VERSIONE PLUG-IN HYBRID [6], che dovrebbe essere confermata anche per il nuovo modello. INFOTAINMENT 7.0. Per il momento non sappiamo se il powertrain elettrico sia lo stesso della sorella maggiore iX3, ma è probabile che le dimensioni e il prezzo inferiori della vettura in arrivo siano elementi tali da imporre anche una differenziazione nei livelli di potenza. Lato infotainment, la X1 e la relativa variante elettrica dovrebbero allinearsi alle nuove tendenze del marchio, con una soluzione a doppio display e con il software 7.0, come già visto sulla Serie 1. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FOTO-SPIA/ [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/BMW.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BMW_IX3 [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BMW_X1 [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BMW_SERIE_1 [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/MERCATO/2020/06/15/BMW_X1_XDRIVE25E_I_PRIMI_ESEMPLARI_DELLA_SUV_IBRIDA_PLUG_IN_SONO_ORDINABILI_ONLINE.HTML 2021-03-09 11:25:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2021/03/09/stellantis_tavares_rassicura_i_sindacati_francesi_niente_tagli_ne_chiusure/gallery/rbig/2021-Carlos-Tavares-Stellantis-02.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34447 Stellantis - Tavares rassicura i sindacati francesi: niente tagli né chiusure http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34447&tipo=fv CARLOS TAVARES [1] continua a lanciare messaggi rassicuranti ai lavoratori di STELLANTIS [2] [3]: il dirigente lusitano ha incontrato, per la prima volta dalla nascita del nuovo gruppo automobilistico, i rappresentanti sindacali francesi, ribadendo che non sono previste riduzioni di organico né chiusure di impianti nei piani del costruttore. SINDACATI DELUSI. Pur avendo sottolineato, nelloccasione, lelevata competitività degli stabilimenti transalpini, Tavares non sembra però aver convinto in pieno i sindacalisti, che da tempo esprimono forti preoccupazioni per le conseguenze dei processi di elettrificazione. "Carlos Tavares - ha spiegato Christine Virassamy del sindacato Cfdt - ci ha ascoltato, ma senza rispondere veramente alle nostre domande. Per avere delle risposte bisognerà attendere la presentazione del piano strategico di Stellantis. In particolare, lad del gruppo non avrebbe parlato delle ormai famose sinergie alla base dellaccordo di fusione tra FCA e PSA e non avrebbe fornito indicazioni sullimpatto della transizione verso la mobilità elettrica. Negli ultimi giorni, i sindacati francesi hanno espresso timori soprattutto per il sito di Douvrin e per la sua conversione in una fabbrica di batterie della Acc, la joint venture costituita da PSA con la Total. "Non abbiamo compreso il trasferimento della produzione del motore EP in Ungheria e abbiamo chiesto chiarimenti alla dirigenza: quale produzione manterrà il sito di Douvrin? Quali saranno volumi? E quale transizione possiamo prevedere nella conversione del sito per la produzione di batterie?, ha aggiunto la sindacalista. GLI INCONTRI IN ITALIA. Anche dagli incontri con i sindacati italiani è emersa qualche preoccupazione: e anche in quella circostanza, Tavares ha RASSICURATO I RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI [4] [5], alleviando i timori su uno spostamento del baricentro del gruppo in Francia, anche per la presenza dello Stato francese nellazionariato. Tuttavia, lad non ha fornito dettagli sulle strategie e ha lanciato una serie di messaggi che sono stati accolti con preoccupazione non solo dai sindacati, ma anche dai fornitori. Tavares, infatti, avrebbe sottolineato il costo del lavoro estremamente competitivo degli stabilimenti in Italia rispetto a quelli francesi o spagnoli, ma avrebbe anche fatto presente alcuni oneri eccessivi, legati soprattutto alle forniture di servizi. Del resto, lamministratore delegato, in una recente intervista alla testata francese Les Echos, ha lodato le fabbriche italiane per i "notevoli investimenti per attrezzature allavanguardia", ma ha anche evidenziato "le sfide logistiche interne sulla semplificazione dei flussi e del funzionamento degli impianti". In tal senso, si parla già dellavvio di una revisione totale delle spese con la revoca, per esempio, dei contratti per le pulizie a Melfi e Atessa, e si vocifera di una progressiva internalizzazione di attività finora appaltate allesterno. Il messaggio, rivolto soprattutto ai fornitori, è chiaro: anche in Italia è in arrivo quel processo di razionalizzazione e ristrutturazione che ha riportato in utile, in brevissimo tempo, prima la Peugeot in Francia e poi la Opel in Germania. Il compito di Tavares sarà probabilmente molto complesso: non sarà facile, infatti, trovare il giusto equilibrio per preservare gli interessi della Francia, dellItalia o di altri Paesi. In ogni caso, si rischiano lamentele e agitazioni anche se verranno mantenute le promesse fatte sulla salvaguardia delloccupazione e dei siti produttivi. TAGLIO DEI RAMI. Intanto, la razionalizzazione sta riguardando soprattutto il perimetro operativo del gruppo Stellantis. La società di componentistica FAURECIA è ORMAI NEL PIENO DEL PROCESSO DI SCORPORO [6], come stabilito dallaccordo di fusione e dalle MODIFICHE OPERATE LO SCORSO SETTEMBRE [7] per tener conto delle conseguenze della pandemia, ma altri legami sono destinati a essere tagliati. Inoltre, la francese Aramis, specializzata nella vendita online di auto usate e controllata per il 70% da Stellantis, ha annunciato la possibilità di sbarcare in Borsa tramite unofferta pubblica iniziale (Ipo). Il gruppo guidato da Tavares rimarrebbe azionista di maggioranza ma ridurrebbe la propria esposizione a unazienda intenzionata a sfruttare il crescente interesse dei consumatori europei per lusato, a causa dellimpatto della pandemia del coronavirus sui redditi personali. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CARLOS-TAVARES [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/STELLANTIS [3] https://www.quattroruote.it/tags/stellantis [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2021/01/20/STELLANTIS_TAVARES_VEDE_I_SINDACATI_CONFERME_SU_UN_FORTE_IMPEGNO_IN_ITALIA.HTML [5] https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2021/01/20/stellantis_tavares_vede_i_sindacati_conferme_su_un_forte_impegno_in_italia.html [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2021/03/08/STELLANTIS_AL_VIA_LO_SCORPORO_DELLA_CONTROLLATA_FAURECIA.HTML [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/09/14/STELLANTIS_FCA_PSA_COMBINATION_AGREEMENT.HTML 2021-03-09 11:02:22 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2021/03/09/kia_ev6_elettrica_uscita/gallery/rbig/2021-Kia-EV6-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34448 Kia EV6 - Primi teaser della nuova elettrica http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34448&tipo=fv La gamma elettrica della KIA [1] si chiamerà semplicemente EV. Il primo modello, la EV6, è stato anticipato da alcuni teaser e debutterà entro la fine di marzo. La vettura ha le sembianze di una crossover ed è stata sviluppata sulla piattaforma E-Gmp del gruppo Hyundai, la stessa appena portata al debutto dalla IONIQ 5 [2]. UNO STILE DEDICATO PER LE ELETTRICHE. La EV6 non ha solo il compito di aprire alla Kia il mondo delle elettriche, ma anche quello di stabilire i temi stilistici che caratterizzeranno le elettriche di nuova generazione. La Kia non ha infatti seguito la strada della Hyundai creando un sub-brand, ma distinguerà le vetture in maniera netta. Già da questi primi teaser, per esempio, possiamo notare come frontale e coda siano molto diversi da quelli delle endotermiche: allanteriore vediamo un cofano molto arrotondato e gruppi ottici convergenti verso il centro, mentre in coda i Led compiono un arco integrandosi con lo spoiler per poi scendere sui lati con gli indicatori di direzione dinamici. Il parafango posteriore sembra piuttosto pronunciato, mentre sulle dimensioni totali è difficile trovare riscontri oggettivi: la Ioniq 5 per confronto misura 4,6 metri. PIATTAFORMA E POWERTRAIN COMUNI ALLA IONIQ 5. In assenza di dati tecnici ufficiali possiamo ipotizzare che il powertrain sia molto simile a quello della Ioniq 5: la Kia, tuttavia, potrebbe posizionare la EV6 in un altro segmento di prezzo, proponendo diversi livelli di potenza e autonomia. La Hyundai offre la scelta tra batterie da 58 e 72,6 kWh con versioni due e quattro ruote motrici da 170 a 300 CV, mentre lautonomia raggiunge un picco massimo di 480 km con il vantaggio della ricarica rapida a 350 kW. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/KIA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2021/02/23/IONIQ_5_ELETTRICA_PREZZO_AUTONOMIA_BATTERIA_INTERNI_USCITA.HTML 2021-03-09 11:02:22 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2021/03/09/emissioni_diesel_usa_sviluppi_giudiziari_per_lo_scandalo_dei_pick_up_taroccati_ez_lynk_sotto_accusa/gallery/rbig/2021-pick-up-01.JPG http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34446 Emissioni diesel - Usa, sviluppi giudiziari per lo scandalo dei pick-up taroccati: EZ Lynk sotto accusa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34446&tipo=fv Lo SCANDALO DEI PICK-UP TAROCCATI [1], scoppiato negli Usa dopo la scoperta di oltre 500 mila veicoli con DISPOSITIVI ILLEGALI PER LA MANIPOLAZIONE [2] dei sistemi per il trattamento dei gas di scarico, ha prodotto degli strascichi giudiziari. Il governo statunitense ha infatti deciso di ricorrere alle vie legali, citando in giudizio una delle aziende coinvolte: si tratta della EZ Lynk, accusata di aver venduto in aftermarket decine di migliaia di dispositivi che consentono di disabilitare, tramite un semplice pulsante, i controlli delle emissioni dei veicoli prodotti da diversi marchi automobilistici. LA DENUNCIA. Nello specifico, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha presentato al tribunale federale di Manhattan una denuncia per violazione del Clean Air Act, la principale normativa ambientale degli Stati Uniti. Lazienda è tacciata di aver commercializzato un sistema che comprende non solo il dispositivo per annullare i controlli delle emissioni, ma anche una vera e propria piattaforma informatica per la memorizzazione del software e unapp di supporto agli utenti nellacquisto e nellinstallazione. Inoltre, le autorità statunitensi hanno accusato la EZ Lynk per aver "incoraggiato attivamente" i conducenti a utilizzare il sistema, anche attraverso un forum online nel quale si offre supporto tecnico. NON SONO COINVOLTE LE CASE. "I controlli delle emissioni proteggono il pubblico dagli effetti nocivi dellinquinamento atmosferico", ha affermato il procuratore degli Stati Uniti Audrey Strauss, spiegando che: "La EZ Lynk ha messo a rischio la salute pubblica producendo e vendendo dispositivi destinati a disabilitare tali controlli delle emissioni". Il procuratore ha chiesto che allazienda vengano comminate multe per la violazione del Clean Air Act e che si vietino ulteriori vendite e installazioni del sistema. La causa, che vede imputati anche i co-fondatori della EZ Lynk, Bradley Gintz e Thomas Wood, e unaffiliata, la Prestige Worldwide, non riguarda in alcun modo i costruttori automobilistici, visto che gli utenti si sono affidati per lo più a officine specializzate per montare il sistema, convinti di poter migliorare le performance dei loro veicoli e, in alcuni casi, di ridurre anche i consumi. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/ECOLOGIA/2020/11/26/EMISSIONI_DIESEL_PICK_UP_USA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA/2016/07/21/DIESELGATE_VOLKSWAGEN_DEFEAT_DEVICE_E_PILOT_INJECTION_LE_ORIGINI_DI_UNO_SCANDALO.HTML 2021-03-09 10:07:19 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2021/03/09/audi_q4_e_tron_dimensioni_interni_bagagliaio/gallery/rbig/2021-Audi-Q4-e-tron-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34445 Audi Q4 e-tron - Primi dettagli dellelettrica su base Meb - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34445&tipo=fv LAUDI [1] svela i primi dettagli della versione definitiva della Q4 E-TRON, la Suv elettrica compatta che porta al debutto nella gamma dei Quattro anelli il pianale Meb del gruppo Volkswagen. La vettura viene mostrata solo con una serie di pellicole applicate alla carrozzeria, confermando lestrema somiglianza con la concept che lha preceduta, ma il focus è per il momento sugli interni e sulla tecnologia di bordo. Le caratteristiche tecniche e il prezzo della vettura non sono ancora stati resi noti e saranno diffusi nelle prossime settimane. LOOK DA CONCEPT. Per la Q4 e-tron lAudi ha scelto la linea della continuità, con uno stile che affonda le radici nel Dna del marchio nonostante ladozione di una piattaforma inedita. Il fatto di nascere come progetto esclusivamente elettrico, come accaduto per la e-tron GT, ha consentito ai designer di lavorare da subito su elementi chiave come il single frame chiuso, ma allo stesso troviamo proprio nel frontale gruppi ottici e prese daria inferiori molto simili ad altri modelli dei Quattro anelli. I passaruota sagomati e le protezioni laterali sono elementi tipici delle Suv e contribuiscono a far sembrare lauto più alta da terra, mentre è nel posteriore che troviamo uno spunto di originalità. I Led dei gruppi ottici sono sviluppati orizzontalmente e presentano una grafica specifica con un "tratteggio" orizzontale simile a quello delle luci diurne anteriori. ABITABILITà DA "GRANDE" IN 4,5 METRI. La Q4 e-tron è un modello strategico per diversi motivi: oltre a essere la futura elettrica entry level di Ingolstadt, la Suv è anche del primo modello del marchio sviluppato sulla piattaforma modulare Meb, che porta in dote soluzioni tecniche e di connettività diverse da quelle delle altre Audi alla spina. Il rapporto tra la lunghezza di 4,59 metri e il passo di 2,76 metri conferma la grande disponibilità di spazio a bordo che, secondo la Casa, è paragonabile a quella delle Suv tradizionali di fascia superiore. Oltre ai cinque posti, sulla Q4 e-tron è presente un bagagliaio da 520 litri, ampliabile fino a 1.490 litri ribaltando gli schienali del divano posteriore, che è stato rialzato di 7 centimetri rispetto alle sedute anteriori per migliorare la visibilità: a bordo sono inoltre previsti scomparti portaoggetti per 25 litri totali. SCHERMO DA 11,6 POLLICI E VOLANTE CON COMANDI TOUCH. Gli interni e la plancia replicano limpostazione dei modelli Audi con il Virtual Cockpit e linfotainment affiancati, ma in realtà sono previste molte novità: tra queste, lhead-up display con realtà aumentata, i pulsanti relativi alla trasmissione e lo schermo dellMmi da 10,1 oppure 11,6", il più grande mai proposto su unAudi. Il volante è caratterizzato da un design a quattro razze simile a quello di altri modelli del marchio e introduce anche le superfici di controllo touch con feedback aptico e possibilità di gestire comandi come lo swipe. I paddle al volante vengono utilizzati per modificare lintensità del recupero dellenergia e non manca loptional della corona riscaldabile. Ricercate, come si conviene a unAudi, le finiture, con la possibilità di scegliere numerosi pacchetti opzionali, due tipologie di sedili, quattro colorazioni interne e rivestimenti di pelle sintetica, pelle Nappa o microfibra realizzata con il 45% di poliestere riciclato. REALTà AUMENTATA DA 70 POLLICI. La soluzione della realtà aumentata ha permesso ai tecnici di creare due aree distinte davanti al guidatore: una statica, che si pone virtualmente a circa 3 metri dagli occhi, e una dinamica, più distante, che si estende su unarea di 70 pollici. La frequenza di 60 frame al secondo gestita dallAR Creator consente di sovrapporre immagini virtuali a quelle reali tenendo conto anche dei sensori di bordo per compensare in tempo reale scuotimenti e vibrazioni della vettura durante la marcia. Nel campo visivo sono proiettate grafiche relative alla navigazione e al funzionamento degli Adas, che permettono anche di evidenziare in rosso le corsie di marcia per allertare il guidatore in caso di distrazione. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/auto/audi.html 2021-03-09 09:06:12 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2021/03/08/gmc_hummer_ev_suv_immagini_anticipazioni_uscita/gallery/rbig/2021-gmc-hummer-ev-suv-01.JPG http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34444 GMC - Un teaser annuncia il debutto della Hummer EV Suv http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34444&tipo=fv Il redivivo marchio HUMMER [1] mette su famiglia, e dopo aver presentato lautunno scorso il pick-up elettrico si appresta ora a introdurre una sport utility, sempre rigorosamente a batteria, che dovrebbe condividere in toto (o quasi) la base tecnica del modello con cassone, declinato varie versioni, compresa da oltre 1.000 cavalli. La Hummer EV Suv verrà svelata il 4 aprile prossimo e, contestualmente, saranno subito aperte prenotazioni. ANCHE A CIELO APERTO?. Il teaser non mostra granché ella vettura, salvo anticiparne vagamente la silhouette laterale (con tanto di ruota di scorta ancorata al portellone). Limpressione, anche per via di alcune indiscrezioni filtrate nei mesi scorsi, è però che la Suv somiglierà in tutto e per tutto al pick-up, contraddistinta da un frontale dal design immediatamente riconoscibile e da una carrozzeria con sbalzi corti. Aspettando di vedere se gli interni saranno configurati in modo tale da offrire più dei canonici cinque posti, sembra certa la presenza di pannelli del tetto rimovibili, che sulla EV Suv consentiranno di viaggiare anche en plein air. Passando invece alla parte tecnica, batteria e motori (Ultium Drive) saranno forniti dalla General Motors e non dovrebbero esserci sostanziali differenze, salvo che nei valori specifici, con quanto offerto dallHUMMER EV PICK-UP [2]. Questultimo, una volta completata la gamma, composta da varianti a due e tre motori, arriverà a quota 1.040 cavalli di potenza. Lautonomia massima dichiarata con un pieno di elettroni è invece di 563 km. I prezzi di listino del pick-up partono da circa 80.000 dollari (67.400 euro) superando i 112.000 (94.400 euro) per la ricca edizione di lancio: la Ev Suv dovrebbe costare addirittura di più. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/HUMMER [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/10/21/GMC_HUMMER_EV_PREZZO_AUTONOMIA_INTERNI_DIMENSIONI_MOTORI_USCITA.HTML 2021-03-08 20:40:31 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2021/03/08/gmc_hummer_ev_suv_immagini_anticipazioni_uscita/gallery/rbig/2021-gmc-hummer-ev-suv-01.JPG http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34443 GMC Hummer EV Suv - Un teaser rivela limminente debutto http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34443&tipo=fv Il redivivo marchio HUMMER [1] mette su famiglia, e dopo aver presentato lautunno scorso il pick-up elettrico si appresta ora a introdurre una sport utility, sempre rigorosamente a batteria, che dovrebbe condividere in toto (o quasi) la base tecnica del modello con cassone, declinato varie versioni, compresa da oltre 1.000 cavalli. La Hummer EV Suv verrà svelata il 4 aprile prossimo e, contestualmente, saranno subito aperte prenotazioni. ANCHE A CIELO APERTO?. Il teaser non mostra granché ella vettura, salvo anticiparne vagamente la silhouette laterale (con tanto di ruota di scorta ancorata al portellone). Limpressione, anche per via di alcune indiscrezioni filtrate nei mesi scorsi, è però che la Suv somiglierà in tutto e per tutto al pick-up, contraddistinta da un frontale dal design immediatamente riconoscibile e da una carrozzeria con sbalzi corti. Aspettando di vedere se gli interni saranno configurati in modo tale da offrire più dei canonici cinque posti, sembra certa la presenza di pannelli del tetto rimovibili, che sulla EV Suv consentiranno di viaggiare anche en plein air. Passando invece alla parte tecnica, batteria e motori (Ultium Drive) saranno forniti dalla General Motors e non dovrebbero esserci sostanziali differenze, salvo che nei valori specifici, con quanto offerto dallHUMMER EV PICK-UP [2]. Questultimo, una volta completata la gamma, composta da varianti a due e tre motori, arriverà a quota 1.040 cavalli di potenza. Lautonomia massima dichiarata con un pieno di elettroni è invece di 563 km. I prezzi di listino del pick-up partono da circa 80.000 dollari (67.400 euro) superando i 112.000 (94.400 euro) per la ricca edizione di lancio: la Ev Suv dovrebbe costare addirittura di più. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/HUMMER [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/10/21/GMC_HUMMER_EV_PREZZO_AUTONOMIA_INTERNI_DIMENSIONI_MOTORI_USCITA.HTML 2021-03-08 20:13:44 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2021/03/08/tesla_cybertruck_prezzo_uscita_interni_autonomia/gallery/rbig/2019-Tesla-Cybertruck-0001.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34425 Tesla Cybertruck - La versione di serie sarà svelata in primavera http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34425&tipo=fv passato più di un anno da quando ELON MUSK [1] ha presentato al mondo il primo pick-up elettrico del marchio TESLA [2], il CYBERTRUCK [3], ma, a oggi, la data di lancio definitiva non è stata ancora resa nota. Il sesto modello del costruttore californiano (o quinto, visto che con tutta probabilità arriverà prima della ROADSTER [4], _ndr_) è attualmente preordinabile solo negli Stati Uniti, ma per vedere la versione di serie bisognerà aspettare ancora qualche mese, mentre per le prime consegne i clienti dovranno attendere almeno un anno. STESSE FORME, MA DIMENSIONI INFERIORI. Dopo aver rinviato la presentazione della variante definitiva, inizialmente fissata per la fine del 2020, la Casa di Palo Alto svelerà una versione aggiornata del Cybertruck la prossima primavera: questultima, tuttavia, dovrebbe mantenere intatta limpostazione complessiva del modello. Con tutta probabilità le forme squadrate ispirate ai film di fantascienza saranno confermate, così come buona parte degli interni. A cambiare dovrebbero essere le dimensioni: nonostante Elon Musk si sia opposto alla realizzazione di un pick-up più piccolo, la versione di serie del Cybertruck dovrebbe essere più corta di alcuni centimetri rispetto alla concept presentata nel novembre del 2019. Con laggiornamento potrebbero debuttare nuove funzioni e tecnologie, ma anche novità sul piano della meccanica e dellautonomia: non è da escludere che la Casa possa mostrare nello specifico il funzionamento di alcune dotazioni, a partire dai pannelli solari che saranno integrati nella copertura, retraibile elettricamente, del cassone. NASCERà IN TEXAS ENTRO LA FINE DELLANNO. Il ceo della Tesla ha confermato su Twitter che la versione aggiornata del pick-up elettrico sarà svelata nel secondo trimestre del 2021, per poi entrare in produzione nella Gigafactory di Austin, in Texas. Il nuovo sito produttivo, tuttavia, è ancora in fase di costruzione e non è certo se sarà effettivamente pronto entro il prossimo mese di maggio, COME ANNUNCIATO LO SCORSO ANNO [5]. Lenorme fabbrica nel sud degli Stati Uniti è stata progettata appositamente per costruire il nuovo Cybertruck: i pick-up, infatti, sono tra i veicoli più diffusi in moltissime regioni degli Usa, a partire dagli Stati centrali, e il nuovo modello potrebbe conquistare rapidamente unampia fetta di mercato, sia per il suo prezzo relativamente contenuto, sia per le sue prestazioni. TRE VERSIONI CON AUTONOMIA FINO A 800 KM. Per il momento la Tesla non ha apportato modifiche significative al configuratore del Cybertruck, che continua a riportare la fine del 2021 come data per lavvio della produzione delle versioni Tri Motor AWD e Dual Motor AWD, la cui configurazione potrà essere completata nei prossimi mesi. Il modello dingresso gamma, il Single Motor a trazione posteriore, arriverà sulle linee produttive della Gigafactory di Austin entro la fine del 2022, con un prezzo di partenza di 39.900 dollari (33.589 euro), 10 mila in meno rispetto alla variante con due motori (49.900 dollari, 42.007 euro) e 30 mila in meno di quella con tre motori (69.900 dollari, 58.844 euro). A differenziare le tre versioni non saranno solamente il numero di unità elettriche presenti a bordo e la loro potenza complessiva, ma anche le batterie e, conseguentemente, lautonomia: il modello base dovrebbe percorrere almeno 400 km con una ricarica, che saliranno a 480 per la Dual Motor e a 800 km per la top di gamma Tri Motor. Non è infine da escludere che questi dati possano subire delle variazioni: durante il BATTERY DAY [6], infatti, la Tesla ha annunciato il debutto di una tecnologia per la produzione delle batterie che permetterebbe alle nuove celle (denominate 4680 per il diametro di 46 mm e laltezza di 80 mm, _ndr_) di offrire livelli dautonomia superiori del 16% rispetto alle uscenti 2170 a fronte di un costo di produzione inferiore del 14%. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ELON-MUSK [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TESLA.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/11/22/TESLA_CYBERTRUCK_PREZZO_USCITA_AUTONOMIA_PRESTAZIONI.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2017/11/17/TESLA_ROADSTER_L_ELETTRICA_DA_400_KM_H_E_1_000_KM_DI_AUTONOMIA.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/09/10/TESLA_LA_GIGAFACTORY_IN_TEXAS_SARA_PRONTA_ENTRO_MAGGIO.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2020/09/22/TESLA_BATTERY_DAY_2020.HTML/?=0 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2021/03/08/rimac_la_porsche_sale_al_24_del_capitale/gallery/rbig/storia-rimac-foto-gallery-03.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34426 Rimac - La Porsche sale al 24% del capitale http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34426&tipo=fv La PORSCHE [1] rafforza la sua partnership strategica con la RIMAC [2]: la Casa di Zuffenhausen ha infatti investito 70 milioni di euro per sottoscrivere un aumento di capitale dellazienda croata, salendo così dal 15% al 24%. LEGAMI SEMPRE PIù FORTI. Loperazione, che esclude esplicitamente lesercizio di alcun controllo da parte dei tedeschi, è stata ANTICIPATA POCHI GIORNI FA DALLIMPRENDITORE MATE RIMAC [3], ma non è legata in alcun modo a unaltra transazione oggetto di numerose indiscrezioni di stampa degli ultimi mesi: il TRASFERIMENTO DELLA PROPRIETà DELLA BUGATTI [4] alla società croata specializzata nella produzione di hypercar elettriche, come la CONCEPT C_TWO [5], la cui versione definitiva sarà svelata tra pochi mesi ma sarà prodotta in solo 150 esemplari, e soprattutto in tecnologie per vetture a batteria ad alte prestazioni. La Porsche è da anni impegnata in un progressivo rafforzamento dei propri legami con la società fondata 10 anni fa a Sveta Nedelja, alle porte di Zagabria: la Casa di Zuffenhausen è entrata per la prima volta nel capitale della Rimac nel 2018, tramite lacquisto del 10% delle azioni, ed è poi salita al 15% circa lanno seguente, fornendo ai croati parte delle risorse necessarie ai progetti di espansione delle attività di ricerca e produzione. LE ALTRE COLLABORAZIONI. Negli ultimi due anni la forza lavoro della Rimac è quasi raddoppiata, fino a contare su mille dipendenti, ma lobiettivo è di ampliarla ulteriormente, per arrivare a 2.500 lavoratori e approfittare delle prospettive di crescita del mercato delle tecnologie per i veicoli alla spina. La Rimac, valutata quasi 800 milioni di euro con lultima iniezione di capitali, ha tra laltro collaborazioni con diverse altre realtà del settore automobilistico allattivo: si tratta sia di colossi industriali, come il GRUPPO HYUNDAI/KIA [6], sia di produttori di auto sportive del calibro dellASTON [7] MARTIN [8], della AUTOMOBILI PININFARINA [9] e della Koenigsegg. AUTONOMIA CONFERMATA. Lazienda croata è comunque destinata a rimanere indipendente e autonoma rispetto alla Porsche, almeno stando alle dichiarazioni dei diretti interessati. "Porsche è un nostro grande sostenitore dal 2018 ed è sempre stato un privilegio avere tra gli azionisti uno dei marchi di auto sportive più iconici al mondo. Siamo orgogliosi di lavorare insieme su nuovi prodotti entusiasmanti ed elettrificati e del fatto che la fiducia della Porsche nella Rimac abbia portato a diversi round di investimenti, rendendo la Casa tedesca un nostro importante azionista, ha affermato Mate Rimac. "Avendo la Rimac rilevanti costruttori di tutto il mondo come clienti, è importante, sia per la Rimac sia per la Porsche, rimanere aziende completamente indipendenti - ha proseguito il numero uno dellazienda croata -. I nostri progetti e i nostri azionisti sono - e saranno sempre - completamente separati, consentendoci di mantenere quel distacco su cui fanno affidamento i nostri partner e permettendoci di continuare a lavorare con svariati costruttori. La partnership con la Porsche - ha poi concluso Rimac - aiuta lazienda a svilupparsi e a crescere, il che è vantaggioso per tutti i nostri clienti. GLI INVESTIMENTI DI ZUFFENHAUSEN. Sullindipendenza dei due costruttori ha posto laccento anche il direttore finanziario della Porsche, Lutz Meschke. Mate Rimac e il suo team sono partner importanti, soprattutto per il supporto che ci offrono nello sviluppo di componenti. La Rimac è sulla strada giusta per diventare un fornitore Tier 1 per la Porsche e per altri produttori nel segmento high-tech, ha spiegato Meschke, ricordando anche i numerosi investimenti effettuati dalla Casa di Zuffenhausen in ambito tecnologico: nel portafoglio ci sono partecipazioni nel capitale di oltre 20 start-up e in otto fondi di venture capital. "Il nostro investimento nella Rimac si è rivelato assolutamente azzeccato", ha aggiunto il dirigente tedesco. "Il valore è aumentato molte volte rispetto al nostro investimento iniziale. Lazienda si è evoluta molto bene dal punto di vista tecnologico. Stiamo ampliando la nostra cooperazione gradualmente e stiamo anche traendo vantaggio dalla forza innovativa della Rimac", ha chiosato Meschke. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/PORSCHE [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/RIMAC [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2021/03/01/RIMAC_LA_PORSCHE_POTREBBE_SALIRE_AL_50_DEL_CAPITALE.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/09/17/VOLKSWAGEN_TRATTATIVE_IN_CORSO_PER_VENDERE_LA_BUGATTI_ALLA_RIMAC.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/PRIMO_CONTATTO/2020/10/03/RIMAC_C_TWO_PREZZO_MOTORE_PRESTAZIONI_AUTONOMIA_VIDEO.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2019/05/14/HYUNDAI_E_RIMAC_SIGLATA_UNA_PARTNERSHIP_PER_LE_AUTO_ELETTRICHE.HTML [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/03/01/ASTON_MARTIN_VALKYRIE_CONFERMATE_LE_CARATTERISTICHE_DELLA_SUPERCAR_IBRIDA.HTML [8] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/03/01/ASTON_MARTIN_VALKYRIE_CONFERMATE_LE_CARATTERISTICHE_DELLA_SUPERCAR_IBRIDA.HTML [9] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/09/28/PININFARINA_PF0_LA_RIMAC_PRODURRA_I_MOTORI_ELETTRICI_E_LE_BATTERIE.HTML 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2021/03/08/land_rover_defender_confermato_l_arrivo_della_variante_130_a_sette_posti/gallery/rbig/2021-land-rover-defender-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34427 Land Rover Defender - Confermato larrivo della variante 130 a sette posti http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34427&tipo=fv La LAND ROVER [1] cavalca il successo della nuova DEFENDER [2] e mette in cantiere uninedita versione a sette posti: denominata 130, la fuoristrada subirà delle modifiche in termini di lunghezza totale, senza tuttavia toccare il passo, che rimarrà identico a quello della 110. La conferma viene dai vertici della Casa inglese, che ai microfoni di Autonews hanno anche fornito delle indicazioni temporali per il lancio sul mercato, previsto entro 18 mesi. SETTE POSTI FUORI DALLEUROPA. Lallestimento a sette posti viene chiesto a gran voce da mercati come gli Stati Uniti, la Cina e il Medio Oriente, mentre potrebbe risultare marginale, in termini di vendite, nel Vecchio Continente. Con i suoi circa 5,1 metri complessivi di lunghezza, la Defender 130 garantirà spazio a sufficienza anche per la terza fila, anche se non è ancora dato sapere quali saranno i dati relativi alla capacità del bagagliaio. Sul lato tecnico, è facile immaginare la presenza degli stessi powertrain attualmente in circolazione, recentemente aggiornati con larrivo della variante PLUG-IN HYBRID [3], dei sei cilindri e del V8 SOVRALIMENTATO A BENZINA [4]. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/LAND-ROVER [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/PRIMO_CONTATTO/2020/03/25/LAND_ROVER_DEFENDER_NAMIBIA_VIDEO.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/09/09/LAND_ROVER_DEFENDER_IBRIDA_PLUG_IN_X_DYNAMYC_E_NOVITA_MY_2021.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2021/02/25/LAND_ROVER_DEFENDER_V8_MOTORE_CARATTERISTICHE_INTERNI_IMMAGINI_XS_CARPATHIAN_EDITION.HTML 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/tecnologia/2021/03/08/tesla_full_self_driving_guida_autonoma/gallery/rbig/Guida-autonoma-Tesla.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34428 Tesla - Le autorità californiane chiedono chiarimenti sul Full Self Driving http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34428&tipo=fv Il California Department of Motor Vehicles (lautorità californiana che si occupa dei veicoli a motore) ha contattato la TESLA [1] in merito al rilascio delle funzionalità Full Self Driving ai clienti. Preoccupato che la Casa di Palo Alto renda effettivamente disponibile a breve termine una tecnologia driverless, il dipartimento statale ha chiesto delucidazioni sul funzionamento del nuovo software che, contrariamente a quanto potrebbero pensare alcuni clienti leggendone il nome, non sarà un sistema di guida autonoma, ma unevoluzione degli attuali assistenti di bordo. Il reparto del Dmv che si occupa della validazione dei sistemi di guida automatizzata ha infatti evidenziato come i clienti possano interpretare erroneamente le capacità del Full Self Driving e del nuovo City Streets, un Adas pensato per assistere il guidatore in ambito cittadino che dovrebbe debuttare con il prossimo aggiornamento dellAutopilot e che, come tutte le tecnologie di assistenza alla guida attualmente disponibili, richiederà al conducente di prestare attenzione alla strada in ogni momento. RICHIESTI DEI CHIARIMENTI. Nei documenti pubblicati grazie al Freedom of Information Act dal portale legale PLAINSITE [2] si può vedere come lautorità dei trasporti californiana abbia richiesto alla Tesla maggiori dettagli sulla nuova versione beta dellAutopilot dopo le DICHIARAZIONI DI ELON MUSK [3] riguardo al debutto entro la fine di questanno di un sistema di guida autonoma di Livello 5 della scala Sae. La Dmv ha dovuto chiedere dei chiarimenti, visto che la Casa di Palo Alto, a differenza di altri costruttori, effettua gran parte dei propri collaudi al di fuori della California e quindi non deve necessariamente presentare tutti i dettagli della propria attività di sviluppo alle autorità locali. Con il lancio della fase di sperimentazione dellultima versione del sistema Full Self Driving, la Dmv si è dunque chiesta se la Tesla stesse effettivamente abilitando sulle auto dei propri clienti un sistema di guida assistita di Livello superiore al 2 (il che richiederebbe delle precise autorizzazioni governative, _ndr_), chiedendo così spiegazioni a riguardo. La Dmv, tuttavia, non è lunico ente che sta tenendo docchio il sistema di guida automatizzata della Tesla: già lo scorso ottobre la Nhtsa, lagenzia federale statunitense per la sicurezza stradale, iniziato a monitorare le evoluzioni di questo sistema, dichiarando che non esiterà ad agire per proteggere il pubblico da rischi irragionevoli. LA FASE BETA SI ALLARGA. Negli ultimi mesi il costruttore di Palo Alto ha consentito ad alcuni clienti di AGGIORNARE ONLINE IL SOFTWARE DELLA PROPRIA VETTURA [4] per provare alcune nuove funzioni di assistenza alla guida: la fase Beta prevede la raccolta dei dati di centinaia di utenti per consentire ai tecnici della casa automobilistica di evidenziare criticità nel codice sorgente del sistema e correggerle prima del debutto commerciale. A seguito delle numerose richieste da parte degli appassionati, nelle ultime ore la Tesla ha reso disponibile la Beta a un più largo numero di utenti, che potranno scaricare laggiornamento software tramite unapposita funzione abilitata sullinfotainment, garantendo così al costruttore di poter raccogliere una mole di dati ancora maggiore. SOLO LIVELLO 2, PER ORA. In risposta alle mail inviate dal Dmv, la Tesla ha chiarito che a breve termine non è previsto il lancio commerciale di nessun sistema dassistenza alla guida superiore al Livello 2: "Anche se lattuale versione di City Streets è ancora in una fase di convalida e revisione, ci aspettiamo che la funzionalità rimanga sostanzialmente invariata in un futuro rilascio completo per la flotta dei clienti. Stiamo analizzando i dati ottenuti nel progetto pilota e li utilizziamo per perfezionare il funzionamento del sistema e lesperienza del cliente. Continueremo ad apportare le modifiche necessarie e solo dopo che saremo pienamente soddisfatti delle prestazioni, dellintegrità e della sicurezza rilasceremo la funzione a tutti i clienti. Detto questo, non ci aspettiamo miglioramenti significativi nel sistema di rilevamento degli oggetti e nella sua risposta o altre modifiche alle funzionalità che sposterebbero sullAutopilot la responsabilità del controllo della vettura. In quanto tale, una versione finale di City Streets continuerà a essere una funzionalità avanzata di assistenza alla guida di Livello 2 nella scala Sae". Ciò significa che nonostante i progressi tecnologici e la riscrittura del software, il prossimo aggiornamento dellAutopilot non introdurrà capacità di guida autonoma, ma si limiterà a migliorare quelle già esistenti e ad ampliare gli scenari in cui possono funzionare. Ciò, tuttavia, non esclude che in futuro la Tesla possa andare oltre al Livello 2 con lAutopilot, ma per farlo dovrà attendere delle approvazioni da parte delle autorità, anche a livello giuridico. "Si prega di notare - ha aggiunto nella stessa mail lAssociate General Counsel di Tesla - che lo sviluppo di vere funzionalità autonome (Livelli Sae uguali o superiori al 3) seguirà il nostro processo iterativo (sviluppo, convalida, Beta test) e tali funzionalità non verranno rilasciate al pubblico fino a quando non le avremo completamente convalidate e avremo ricevuto tutte le autorizzazioni o le approvazioni normative richieste". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TESLA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.PLAINSITE.ORG/DOCUMENTS/242A2G/CALIFORNIA-DMV-TESLA-ROBOTAXI--FSD-EMAILS/ [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/TECNOLOGIA/2021/01/02/TESLA_AUTOPILOT_MUSK_RAGGIUNGEREMO_IL_LIVELLO_5_NEL_2021_.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/TECNOLOGIA/2020/10/21/TESLA_SEMAFORO_VERDE_PER_UNA_VERSIONE_BETA_DEL_FULL_SELF_DRIVING.HTML 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2021/03/08/stellantis_cancellato_il_progetto_per_riportare_la_peugeot_negli_stati_uniti/gallery/rbig/2021-peugeot-308-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34429 Stellantis - Accantonato il piano per riportare la Peugeot negli Usa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34429&tipo=fv STELLANTIS [1] ha deciso di abbandonare progetto avviato anni fa da PSA [2] per riportare il marchio Peugeot negli Stati Uniti dopo oltre 30 anni di assenza. Il nuovo gruppo automobilistico, secondo quanto rivelato da un portavoce del costruttore ad Automotive News, punta ora a concentrare tutte le proprie attenzioni sui brand già presenti sul mercato nordamericano. IL PIANO ORIGINARIO. Il progetto per il ritorno del marchio del Leone negli Usa era stato lanciato nel 2016 dallamministratore delegato dellazienda transalpina, Carlos Tavares, nel quadro del piano industriale Push-to-pass. Da allora sono stati compiuti diversi i passi in avanti: dallACQUISIZIONE DEL SERVIZIO DI CAR-SHARING TRAVELCAR [3] al debutto a Seattle, nel 2017, della piattaforma per la mobilità Free2move, dalla SCELTA DI ATLANTA QUALE SEDE DELLA FILIALE NORDAMERICANA DI PSA [4] fino allindividuazione di una serie di Stati strategici per la costituzione di una rete commerciale. Inoltre, i francesi hanno cercato di sfruttare lacquisizione della Opel e del suo centro di engineering per accelerare i processi di omologazione dei veicoli destinati agli Stati Uniti. Lintero progetto, però, è stato messo in discussione dalla FUSIONE CON LA FIAT CHRYSLER [5] sin dallannuncio dellaccordo, risalente alla fine del 2019. La scorsa settimana, infine, sono emersi nuovi sviluppi sulla questione: Larry Dominique, numero uno di Psa Nord America dal 2017 e figura a suo tempo incaricata di riportare la Peugeot negli Usa, è stato NOMINATO NUOVO RESPONSABILE DELLALFA ROMEO [6] per il mercato nordamericano. UN NUOVO FOCUS. Il nuovo contesto di Stellantis e la sua a forte presenza sul mercato statunitense ci porta a concentrarci sui marchi esistenti, hanno affermato da Auburn Hills: "Per questo motivo Larry Dominique svilupperà il marchio Alfa Romeo negli Usa. Del resto, il nuovo gruppo ha proprio nel Nord America la sua area di riferimento per vendite e profitti: da anni, ormai, la crescente e continua propensione degli statunitensi allacquisto di Suv e pick-up ha reso sempre più forti le vendite dei marchi Jeep e Ram e la Fiat Chrysler ne ha beneficiato con margini operativi ai massimi storici, superiori al 10%, come dimostrato anche NELLULTIMO BILANCIO ANNUALE [7]. Negli Stati Uniti, segnali positivi sono arrivati anche dallAlfa Romeo, con vendite in aumento dell1,6% nel 2020 nonostante una domanda di mercato in contrazione e una gamma limitata alle sole Giulia e Stelvio. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/STELLANTIS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/PEUGEOT [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/MOBILITA_ALTERNATIVA/2017/02/22/GRUPPO_PSA_USA_I_FRANCESI_INVESTONO_NEL_CAR_SHARING_DI_TRAVELCAR_.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/01/24/GRUPPO_PSA_IL_RITORNO_IN_NORDAMERICA_E_COSA_FATTA_LA_SEDE_SARA_AD_ATLANTA.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/PREMIUM/2021/01/03/STELLANTIS_NUMERI_CONDIZIONI_E_TERMINI_DELLA_FUSIONE_TRA_FCA_E_PSA.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2021/03/05/ALFA_ROMEO_DEFINITA_LA_PRIMA_LINEA_MANAGERIALE.HTML [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2021/03/03/STELLANTIS_FCA_E_PSA_CHIUDONO_IL_2020_IN_UTILE_VIA_LIBERA_A_DIVIDENDI_PER_1_MILIARDO_DI_EURO.HTML 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2021/03/08/rally_fia_rivoluzione_ecco_la_nuova_struttura_piramidale/gallery/rbig/2021-mondiale-rally.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34430 Rally FIA - Rivoluzione, ecco la nuova struttura piramidale http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34430&tipo=fv Il RALLY TARGATO FIA si appresta a CAMBIARE FACCIA A PARTIRE DAL 2022, grazie alla nuova struttura piramidale approvata durante lultimo Consiglio Mondiale. Unoperazione che avrà effetti sia sulle categorie di supporto del Mondiale che su quelle dellEuropeo. Il nuovo sistema piramidale della FIA identifica le auto con le sigle che vanno da Rally1 a Rally5. Potranno prendere parte al WRC solamente le Rally1, mentre le Rally2 parteciperanno sia allERC (European Rally Championship) che alla WRC2. Le Rally3 invece potranno prendere parte solamente alle categorie ERC3 e WRC3, mentre le Rally4 e le Rally5 possono partecipare esclusivamente alla nuova categoria ERC4. LE NOVITà DEL WRC. A partire dal 2022, la FIA assegnerà un solo titolo costruttori e sarà quello della categoria regina del rally, il WRC per lappunto. Le categorie di supporto WRC2 e WRC3 saranno completamente rivoluzionate e in quelle sarà assegnato solamente un titolo a squadre. Ogni categoria avrà due classi: la open (aperta a tutti) e la Junior, aperta agli Under 30 in WRC2 e agli Under 29 in WRC3. I vincitori della categoria Junior, nella stagione successiva, avranno due possibilità: salire di categoria o, al limite, continuare a correre nella stessa, ma nella classe Open. Il nuovo sistema piramidale permetterà di differenziare i due campionati in base alle tipologie di vetture usate. Infatti, dallanno prossimo, nel WRC potranno partecipare solo le Rally2, ossia le vecchie R5, mentre nella WRC3 potranno prendere parte tutte quelle vetture omologate per la nuova categoria Rally3. ADDIO ERC2, BENVENUTA ERC4. I cambiamenti riguarderanno anche il Campionato Europeo Rally. La prima grande novità è labolizione della classe ERC2, nella quale abbiamo visto correre le Gruppo N, le Rally2 Kit Car e le R-GT. Sotto la classe ERC ci sarà direttamente la ERC3, anchessa divisa in Open e Junior, ma in questultima potranno correre esclusivamente i piloti Under 28. Infine, è stata istituita la nuova categoria ERC4, che sarà dedicata alle Due Ruote Motrici, dove gli Under 27 si sfideranno nella classe Junior. 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2021/03/08/ford_focus_caratteristiche_motori_anticipazioni_del_restyling/gallery/rbig/2021-ford-focus-restyling-foto-spia-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34431 Ford Focus - Collaudi su strada per il restyling http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34431&tipo=fv La FORD [1] è al lavoro sul restyling della FOCUS [2] e i contenuti del prossimo aggiornamento della media dellOvale blu sono stati anticipati da alcuni prototipi portati su strada per una serie di collaudi. Le tempistiche di lancio della berlina rinnovata non sono ancora state ufficializzate, ma è molto probabile che il debutto avvenga nel corso del 2022. GRUPPI OTTICI RIDISEGNATI. La vettura immortalata presenta pellicole e plastiche aggiuntive in corrispondenza del frontale e della coda, dove si concentrano gli interventi dei designer per rinfrescare il look della Focus. Osservando la vettura, infatti, spiccano subito i fari posteriori a Led, che nella forma e nella composizione interna si differenziano dai gruppi ottici del modello attuale. Allanteriore, gli elementi principali che costituiscono i fari appaiono ridisegnati e più sottili, ma potrebbero esserci altri elementi rilevanti: la disposizione delle prese daria, infatti, potrebbe variare, sebbene le protezioni impediscano ancora di scorgere ulteriori dettagli. GIà IBRIDA. La gamma della Focus attualmente in commercio include le varianti HYBRID [3] del 1.0 Ecoboost da 125 e 155 CV. Non sappiamo se la Ford intenda proseguire sulla medesima strada, affiancando queste proposte ibride alle tradizionali versioni a benzina e diesel, oppure se la Casa preveda di aumentare la percentuale di alternative elettrificate disponibili. difficile, infine, prevedere con certezza larrivo della plug-in hybrid, vista la fascia di prezzo in cui la Focus è solitamente collocata. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/FORD [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/FORD/FOCUS-BERLINA [3] https://www.quattroruote.it/news/nuovi-modelli/2020/06/22/ford_focus_ecoboost_hybrid_motore_consumi_emissioni_allestimenti.html 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2021/03/08/stellantis_al_via_lo_scorporo_della_controllata_faurecia/gallery/rbig/2021-Stellantis-07.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34432 Stellantis - Al via lo scorporo della controllata Faurecia http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34432&tipo=fv Gli azionisti del gruppo STELLANTIS [1] hanno approvato a larghissima maggioranza una delle ultime operazioni legate allaccordo di fusione tra la FIAT CHRYSLER e la PSA e in particolare alle MODIFICHE APPORTATE LO SCORSO SETTEMBRE [2]. Lassemblea, con il voto favorevole del 99,6% dei presenti, ha, infatti, approvato la distribuzione a tutti i soci del 39% del capitale della società di componentistica FAURECIA e dei 308 milioni di euro frutto della cessione sul mercato di un ulteriore 7%. RISPETTATI GLI ACCORDI. Loperazione, che porterà lazienda di Nanterre al di fuori del perimetro operativo di Stellantis, rimane subordinata solo ad alcuni passaggi tecnici legati alladempimento di formalità previste dalla legislazione olandese. In tal caso, i proventi della cessione saranno distribuiti il 16 marzo e le azioni il 22 marzo. Per lamministratore delegato Carlos Tavares, il via libera assembleare dimostra che "le parti stanno rispettando tutti i punti del loro accordo per la fusione. UN ALTRO PASSO. Il dirigente lusitano ha quindi augurato il meglio allazienda di componentistica e al management, guidato da Patrick Koller, e ha ricordato come Faurecia, nata nel 1998 dalla fusione di due fornitori di proprietà dellallora PEUGEOT, si sia trasformata in uno dei primi dieci gruppi di componentistica al mondo: lavora con PSA e FCA, ma la maggior parte dei suoi ricavi arrivano da contratti con altre case automobilistiche". Secondo Tavares, con lo scorporo Stellantis si muove verso "un futuro in cui non sia più un costruttore tradizionale ma un protagonista della mobilità del futuro. Per il presidente John Elkann, lo scorporo rappresenta "un altro passo" per portare a compimento nella sua interezza la fusione tra FCA e PSA e garantisce "migliori prospettive di crescita a tutte le parti in causa: Stellantis potrà "concentrarsi sulle sue attività" e Faurecia avrà lopportunità di "mostrare il suo pieno valore". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/STELLANTIS [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/09/14/STELLANTIS_FCA_PSA_COMBINATION_AGREEMENT.HTML 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/ecologia/2021/03/08/studio_arete_i_giovani_e_la_mobilita_sei_persone_su_dieci_scelgono_l_auto_personale/gallery/rbig/2021-mercato-auto.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34433 Studio Areté - I giovani e la mobilità: sei persone su dieci scelgono lauto personale http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34433&tipo=fv Lauto si conferma il mezzo di trasporto preferito anche dai giovani per gli spostamenti quotidiani. Lo conferma uno studio di ARETé, azienda specializzata nella consulenza strategica, che ha intervistato diversi ragazzi delle generazioni Y (nati tra il 1981 e il 1995, detti anche Millenials) e Z (nati dopo il 1995, detti Zoomer) per indagare come la pandemia del CORONAVIRUS [1] stia cambiando le nostre abitudini in fatto di mobilità. AUTO TERMICA OGGI, ELETTRIFICATA DOMANI. Tra i risultati raccolti, emerge che sei persone su dieci (64%) preferiscono usare lauto personale a scapito di altri veicoli, come mezzi pubblici (13%), biciclette e moto (5% ciascuno), mentre l8% degli intervistati preferisce spostarsi a piedi. Lo studio ha segnalato che le nuove generazioni guidano quasi esclusivamente vetture benzina o diesel (il 91% degli intervistati). Tuttavia, il 62% dei giovani desidera passare a motorizzazioni elettrificate, possibilmente spendendo meno di 20 mila euro, per beneficiare del risparmio economico sui consumi e sui costi di manutenzione (segnalato dal 40% degli intervistati) e incentivare la mobilità sostenibile riducendo linquinamento (una persona su due). Il 72% del campione preferisce unauto nuova allusato, che sia confortevole tanto in termini di spazio quanto di parcheggio (49%). Come terza caratteristica essenziale in ordine di priorità, emergono ancora i powertrain a basse emissioni (14%). SPESE CONTENUTE. Come anticipato, la volontà di passare allelettrificazione è strettamente correlata con il budget, spesso contenuto, messo a disposizione dalle nuove generazioni: metà del campione è disposto a spendere tra i 6 e i 15 mila euro, mentre solo il 39% investirebbe cifre superiori ai 21 mila euro. La scarsa disponibilità economica, accentuata dalla crisi pandemica, influisce anche sulle modalità di acquisto della vettura: solo il 22% dei giovani appare intenzionato a pagarla in contanti, con il 53% che si affiderebbe a un finanziamento e il 24% che preferirebbe virare su formule maggiormente legate alluso del bene, come leasing e noleggio a lungo termine. Per acquisire le informazioni orientate allacquisto futuro, Millenials e Zoomer tendono a sfruttare il web (74%). Dopo un primo approfondimento online, però, otto giovani su dieci si rivolgono a un concessionario per la trattativa e la formazione di un contratto, con i dealer che svolgono un ruolo chiave anche per la possibilità di offrire dei test drive, giudicati necessari dall82% degli intervistati. INTERESSE PER LO SHARING. Confrontando i dati di questa fascia di popolazione con la media nazionale, lindagine rivela inoltre una minore incidenza delluso, da parte dei giovani, di una vettura di proprietà (-11%), che resta comunque il mezzo preferito, e il maggior ricorso al trasporto pubblico (+8%). Quasi tutti gli intervistati hanno dichiarato di avere la patente (90%), mentre l80% possiede unauto, personale o di famiglia. Il sondaggio rivela anche un interesse non indifferente per i servizi di sharing (auto in primis, seguita da monopattini e bici), che hanno totalizzato il 6% delle preferenze. Tra i motivi che spingono a fruire le corse condivise spiccano, in particolare, luso del veicolo in base alle proprie necessità, senza le ansie generate dal possesso proprietario e dalle attività di manutenzione (circa il 60% degli intervistati), con un occhio di riguardo anche al fattore risparmio (30%). Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2021/03/08/gruppo_volkswagen_diess_con_il_sostegno_della_ue_potremmo_convertire_martorell_in_un_polo_solo_per_auto_elettriche_/gallery/rbig/2021-seat-elettrica-martorell-05.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34434 Gruppo Volkswagen - Diess: Martorell può diventare un polo per le elettriche con laiuto della Ue http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34434&tipo=fv Il GRUPPO VOLKSWAGEN [1] ha un progetto per la fabbrica della SEAT [2] di Martorell: convertire limpianto, situato alle porte di Barcellona, in un polo che produrrà esclusivamente auto elettriche. A rivelarlo è stato lamministratore delegato HERBERT DIESS [3] con un post su LinkedIn, pochi giorni dopo la visita allo stabilimento catalano del re spagnolo, Felipe VI, e del premier Pedro Sanchez. Il piano, definito "coraggioso" dallo stesso Diess, è però subordinato a una condizione: il sostegno da parte della Commissione Europea al processo di elettrificazione della mobilità individuale. IL POST. "I nostri piani sono coraggiosi: convertire Martorell in un impianto automobilistico dedicato allelettrico, ha scritto Diess, facendo riferimento anche alla produzione, sempre in Spagna, di celle per batterie, alla costruzione di infrastrutture per la ricarica rapida e per la produzione di energia da fonti rinnovabili. "La mobilità individuale di milioni di europei deve diventare climaticamente neutra e abbiamo bisogno del sostegno della Commissione perché divenga realtà, ha aggiunto il dirigente tedesco. "La Spagna ha un grande potenziale per diventare un hub per la mobilità elettrica in Europa", ha quindi sottolineato Diess, che venerdì scorso ha presentato al re Felipe VI e ai rappresentanti del governo di Madrid lintera gamma del brand CUPRA [4], a partire dalla BORN [5], che sarà lanciata entro la fine dellanno ma verrà prodotta a Zwickau, in Germania. I PROGETTI CATALANI. A Martorell sarà invece assemblata un piccola elettrica dalle dimensioni della Seat Ibiza o della Volkswagen Polo. Basata sulla piattaforma per le elettriche Meb-A0, dovrebbe condividere la stessa linea di montaggio con la VOLKSWAGEN ID.1 [6] e con lerede a batteria della Skoda Fabia. La sua produzione, tra laltro, sarà agevolata dal PROGETTO ANNUNCIATO POCHI GIORNI FA [7] per la realizzazione di una fabbrica di batterie nelle vicinanze dello storico stabilimento della Seat: il sito sarà costruito da un consorzio pubblico-privato che vedrà il coinvolgimento di diversi attori, tra cui il governo spagnolo, la Seat e la società energetica Iberdrola. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GRUPPO-VOLKSWAGEN [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/SEAT.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/HERBERT_DIESS [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/CUPRA.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2021/02/22/CUPRA_BORN_ELETTRICA_USCITA_INFORMAZIONI.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/05/08/VOLKSWAGEN_PRESTO_IN_ARRIVO_L_ELETTRICA_ID_1_GRAZIE_AL_DESIGN_VIRTUALE.HTML [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2021/03/04/SEAT_CON_IL_GOVERNO_DI_MADRID_E_IBERDROLA_PER_LA_PRIMA_FABBRICA_DI_BATTERIE_IN_SPAGNA.HTML 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/curiosita/2021/03/08/ferrari_488_gt_modificata_pneumatici_pirelli_p_zero_dhe/gallery/rbig/2021-ferrari-488-gt-modificata-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34435 Ferrari - La 488 GT Modificata monterà i Pirelli P Zero DHE http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34435&tipo=fv La FERRARI [1] ha scelto gli pneumatici che verranno proposti come primo equipaggiamento sulla 488 GT MODIFICATA [2], unauto da corsa non omologata per luso stradale e prodotta in edizione limitata: si tratta dei PIRELLI [3] P ZERO DHE, sviluppati appositamente per le vetture che gareggiano nelle competizioni GT3. PROGETTATI PER ESSERE VERSATILI. Gli pneumatici sono levoluzione del modello DHD2 e presentano alcune modifiche studiate appositamente per renderli più versatili, in modo da adattarsi a unampia varietà di automobili della categoria GT3 e a differenti tipologie di piloti, professionisti o gentlemen. Secondo la Pirelli, i P Zero DHE sono in grado di garantire prestazioni ottimali su svariati circuiti e in diverse condizioni ambientali, offrendo consistenza e affidabilità. In particolare, la 488 GT Modificata, che sarà protagonista di vari track day e degli eventi Ferrari Club Competizioni GT, monterà gomme che misurano 325/680 R18 allanteriore e 325/705 R18 al posteriore. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FERRARI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/11/25/FERRARI_488_GT_MODIFICATA_CORSE_MOTORE_POTENZA_CARATTERISTICHE_IMMAGINI_VIDEO.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/PIRELLI 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2021/03/08/formula_1_svelate_le_nuove_safety_e_medical_car_mercedes_amg_e_aston_martin/gallery/rbig/2021-safety-car-formula-1-aston-martin-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34436 Formula 1 - Svelate le nuove Safety e Medical Car Mercedes-AMG e Aston Martin http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34436&tipo=fv Con uno storico accordo, lASTON MARTIN [1] diventa il secondo fornitore ufficiale della Safety Car e delle auto di servizio del Mondiale di FORMULA 1 [2] dopo la MERCEDES-AMG [3], presente dal 1996. La decisione, favorita dallingresso del marchio britannico nella competizione, deriva anche dagli ottimi rapporti di collaborazione tra le due Case, visto che il costruttore di Gaydon monta i motori tedeschi sulle proprie vetture stradali. Nellalternarsi con la Mercedes, lAston Martin fornirà due modelli distinti: una Vantage, che precederà le monoposto, e una DBX, che svolgerà il ruolo di Medical Car. Il debutto in pista è fissato per il prossimo 12 marzo, nei test in Bahrain, mentre la prima corsa dellanno di svolgerà sul medesimo tracciato il 28 marzo. 15 MILA KM DI TEST. Per questo speciale impiego, lAston Martin ha deciso di creare delle versioni dedicate delle proprie vetture, seguendo le normative di sicurezza della Fia e introducendo alcune modifiche volte a esaltarne la guidabilità tra i cordoli e le prestazioni al limite. Le auto, verniciate nella nuova tinta Racing Green con stripes Lime Essence, riprendono la livrea del TEAM UFFICIALE DI MONOPOSTO [4], e sono state testate per oltre 15 mila chilometri sulla pista di Silverstone prima di deliberare le specifiche finali. AERODINAMICA RIVISTA PER LA VANTAGE. La Vantage, che sarà affidata a Bernd Mayländer e Richard Darker, è stata aggiornata aumentando la potenza del V8 4.0 biturbo fino a 535 CV e 685 Nm, aggiungendo uno splitter anteriore e uno spoiler posteriore fisso per portare fino a 155,6 kg la downforce a 200 km/h. La Casa ha poi rivisto le tarature delle sospensioni e dello sterzo, rinforzando al contempo gli elementi sollecitati in pista, tra cui spicca limpianto di raffreddamento ripreso dalla Vantage GT4. Limpianto carboceramico e i pneumatici Pirelli sono quelli di serie, ma sono previsti dei condotti di raffreddamento aggiuntivi. CARICO EXTRA PER LA DBX. La Suv di Gaydon, affidata ad Alan van der Merwe e Ian Roberts, ha subito delle modifiche volte ad accogliere tutte le attrezzature necessarie per un intervento demergenza. Per questo, oltre al bagagliaio è stato occupato anche il terzo posto centrale del divano posteriore, trasformando la DBX in una quattro posti. Attraverso un display dedicato, inoltre, è possibile monitorare i parametri vitali dei piloti grazie a dei sensori integrati nei guanti, così da poterne verificare le condizioni prima ancora di raggiungere fisicamente il ferito. LA AMG PASSA ALLA LIVREA ROSSA. La Mercedes-AMG, da parte sua, ha rivisto completamente la livrea delle proprie vetture, che appaiono ora verniciate di rosso (una tinta che ricorda quella speciale adottata in occasione dello scorso GRAN PREMIO DEL MUGELLO [5]) e decorate con i loghi dello sponsor CrowdStrike. Invariata la scelta dei modelli: la Mercedes-AMG GT R da 585 CV sarà impiegata come Safety Car, mentre la C 63 S station wagon da 510 CV sarà la Medical Car. Ambedue presentano modifiche specifiche per questo impiego e riprendono i contenuti già visti nel 2020. Le AMG debutteranno al Gran Premio di Imola del prossimo 18 aprile. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/ASTON-MARTIN [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FORMULA-1 [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/MERCEDES [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/SPORT/2021/03/03/FORMULA_1_PRESENTAZIONE_ASTON_MARTIN_AMR21.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/SPORT/2020/09/10/MERCEDES_AMG_LA_SAFETY_CAR_SI_TINGE_DI_ROSSO_PER_LA_FERRARI_AL_MUGELLO.HTML 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2021/03/08/hyundai_kona_ioniq_electric_lg_chem_richiamo_costo/gallery/rbig/2020-Hyundai-Kona-Electric-06.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34437 Hyundai - La LG coprirà il 70% dei costi del richiamo delle elettriche http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34437&tipo=fv La LG CHEM [1] si farà carico della maggior parte dei costi relativi alla campagna di richiamo riguardante CIRCA 82 MILA ELETTRICHE [2] della HYUNDAI [3] vendute in tutto il mondo. Nei giorni scorsi, infatti, la Casa di Seul ha comunicato che avrebbe sostituito le batterie di circa 76 mila KONA ELECTRIC [4] e di alcuni esemplari della IONIQ ELECTRIC [5], i cui accumulatori, prodotti dallazienda tecnologica coreana, potrebbero prendere fuoco durante la fase di ricarica. I COSTI. Le due società hanno dichiarato che la campagna avrà un costo complessivo di circa 890 milioni di dollari (750 milioni di euro), di cui il 70% sarà coperto dalla LG Chem. Stando a quanto riferito, questo diventerà il richiamo di veicoli elettrici più costoso della storia. Lenorme cifra in gioco deriva dalla necessità di sostituire lintero gruppo batteria, che rappresenta circa il 30% del prezzo totale di una vettura elettrica. IL PROBLEMA. Il difetto riguarda le celle degli accumulatori prodotti nella fabbrica LG Chem di Nanjing, in Cina, che potrebbero andare in cortocircuito e, potenzialmente, prendere fuoco. Inizialmente lazienda coreana ha cercato di deviare la colpa sulla Hyundai, accusandola di non aver applicato correttamente i suggerimenti riguardanti la logica di gestione del processo di ricarica rapida. Successivamente, le due società hanno avviato una serie di negoziati sulla condivisione del costo del richiamo. La Casa automobilistica ha affermato che laccordo è finalizzato a "ridurre al minimo i disagi per i clienti e le turbolenze nei mercati", mentre la LG Chem si è limitata a dichiarare che "coopererà attivamente" alla campagna di richiamo, sottolineando che "la sicurezza dei consumatori è la nostra massima priorità". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/LG [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/SICUREZZA/2021/02/24/HYUNDAI_RICHIAMO_AUTO_ELETTRICHE_BATTERIA_RISCHIO_INCENDIO_IONIQ_KONA.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/HYUNDAI.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/HYUNDAI_KONA_ELECTRIC [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/PRIMO_CONTATTO/2019/08/27/HYUNDAI_AL_VOLANTE_DALLA_IONIQ_ELECTRIC.HTML 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/noleggio/2021/03/05/rent_a_car_un_2020_a_segno_piu_per_sixt/gallery/rbig/sixt.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34438 Rent-a-car - Un 2020 a segno più per Sixt http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34438&tipo=fv Dopo le mosse per rilanciarsi di EUROPCAR [1] ed HERTZ [2], laltro colosso internazionale del NOLEGGIO A BREVE TERMINE [3], ovvero la tedesca SIXT [4], annuncia un 2020 in positivo per lEuropa, malgrado la pandemia di COVID-19 [5], con un utile netto di 2 milioni di euro dopo le tasse. Conti positivi grazie alla cessione della DIVISIONE LEASING AL GRUPPO HYUNDAI [6], a un forte contenimento dei costi per circa 600 milioni di euro - oltre che ad alcuni accorgimenti operativi, come lutilizzo stabile degli uffici in città e la spinta sui noleggi a lungo termine e sugli abbonamenti auto, che ha permesso alla società di contenere il calo del fatturato a 1,53 miliardi di euro (-38,8%). Sixt ha agito e utilizzato la crisi come unopportunità, invece di aspettare semplicemente tempi migliori. Il fatto che siamo riusciti persino a realizzare un piccolo profitto in Europa, dimostra il successo della nostra gestione della crisi e ladattabilità del nostro modello aziendale anche in questa situazione eccezionale. Ancora più importanti sono i nostri investimenti per il futuro. Lacquisizione delle stazioni aeroportuali negli Usa ci permette di portare avanti la nostra strategia di internazionalizzazione, mentre abbiamo ampliato in modo deciso il portafoglio-prodotti con il lancio dellofferta di abbonamento auto Sixt+. Infine abbiamo deciso di rafforzare il nostro top management con candidati di primordine, per essere pronti alla ripartenza, ha commentato il ceo ERICH SIXT, che di dimetterà dal Consiglio di gestione per entrare a far parte del Consiglio di sorveglianza della società di famiglia nel giugno 2021. Al suo posto nel ruolo di co-ceo e co-presidenti del Consiglio di amministrazione vi saranno ALEXANDER e KONSTANTIN SIXT. LINTERNAZIONALIZZAZIONE. Il difficile 2020 ha visto il gruppo tedesco accelerare la sua internazionalizzazione, attraverso alcune acquisizioni strategiche, come appunto le stazioni di noleggio negli scali statunitensi, che lha portato ad esser presente ormai in 25 dei 30 aeroporti chiave del più grande mercato mondiale per il rent-a-car. A queste stazioni, il gruppo ha anche aggiunto ben 35 nuovi uffici in città, superando così quota 100 negli Stati Uniti, che diventano così il primo mercato per dimensioni. Negli Usa, tra laltro, il noleggiatore di Pullach ha inoltre concluso partnership con importanti attori della mobilità del calibro di LYFT [7] e GOOGLE [8]. AUTO IN ABBONAMENTO. Tra i nuovi prodotti lanciati lo scorso anno spicca labbonamento auto SIXT+, che si aggiunge a SIXT RENT (noleggio di veicoli), SIXT SHARE (carsharing) e SIXT RIDE (servizi a chiamata) nella piattaforma di mobilità SIXT ONE. Proposta per la prima volta nel giugno 2020, oggi Sixt+ è presente nei mercati di Germania, Francia, Gran Bretagna, Paesi Bassi, Austria, Spagna, Stati Uniti e Svizzera, raggiungendo i 10.000 sottoscrittori. VAN TRUCK. Il segmento che si occupa di furgoni e camion, dal 1 gennaio 2021 è rappresentato nel consiglio di amministrazione del gruppo dallesperto di commercio e logistica Daniel Marasch, già membro del consiglio direttivo e responsabile della divisione internazionale di Lidl. Sixt considera questo settore sempre più importante, dopo aver chiuso un positivo 2020 e aver ampliato lofferta in diversi Paesi, tra i quali anche il MERCATO ITALIANO [9], per il quale si è posto lobiettivo di una completa digitalizzazione della flotta e della sua integrazione nella piattaforma di mobilità One. NUOVI MANAGER. Oltre alla nomina di Alexander e Konstantin Sixt ai vertici, lazienda ha rafforzato lintero gruppo dirigenziale con la nomina, come scritto, di Marasch nel consiglio direttivo, di Nico Gabriel come Chief operations officer in sostituzione del decano Detlev Pätsch e di James Adams, lex Coo di booking.com, che sarà responsabile della nuova divisione E-Commerce revenue management con lobiettivo di accelerare lo sviluppo del business digitale. Sixt Usa vedrà invece alla guida Thomas C. Kennedy come nuovo presidente e Chief financial officer - posizione questultima che ha occupato in Hertz e in Hilton - e Michael Meiner, ex- amministratore delegato per lItalia, in qualità di nuovo Presidente e Chief operating officer. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NOLEGGIO/2021/03/03/RISTRUTTURAZIONE_FINANZIARIA_EUROPCAR_RILANCIA_IL_PIANO_CONNECT_CON_UNA_NUOVA_GOVERNANCE.HTML [2] https://www.quattroruote.it/news/noleggio/2021/03/03/industria_e_finanza_hertz_punta_a_uscire_dal_chapter_11_entro_l_estate.html [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/NOLEGGIO_A_BREVETERMINE [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SIXT [5] https://www.quattroruote.it/tags/coronavirus [6] https://www.quattroruote.it/news/noleggio/2020/02/24/mercato_sixt_se_passa_a_hyundai_capital_bank.html [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/LYFT [8] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GOOGLE [9] https://www.quattroruote.it/news/noleggio/2020/11/30/sixt_rilancio_sull_italia_con_van_e_nuovi_servizi.html 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2021/03/08/audi_a6_e_a7_sportback_tfsi_e_2021_prezzi_autonomia_tempi_di_ricarica/gallery/rbig/2021-audi-a6-tfsi-e-01.JPG http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34439 Audi A6 e A7 TFSI e - A listino le nuove versioni con batteria maggiorata http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34439&tipo=fv LAUDI [1] ha aperto le prevendite dei modelli aggiornati delle A6 ED A7 SPORTBACK CON POWERTRAIN PLUG-IN HYBRID [2] [3]: grazie alla nuova batteria dalla capienza maggiorata e a ulteriori affinamenti tecnici, le ibride ricaricabili, proposte in due livelli di potenza, aumentano lautonomia in solo elettrico. La A6, declinata nelle varianti berlina e Avant, è offerta con prezzi a partire da 64.400 euro, mentre la A7 Sportback da 76.600 euro. FINO A 73 KM IN ELETTRICO. Il cuore del powertrain è il 2.0 TFSI abbinato al cambio automatico sette marce, al motore elettrico e a una batteria da 17,9 kWh che sostituisce la precedente, da 14,1 kWh. In base alle versioni, la potenza totale di sistema è di 299 CV e 450 Nm (per la 50 TFSI e) e di 367 CV e 500 Nm (per la 55 TFSI e), mentre lautonomia elettrica nel ciclo Wltp è compresa tra 66 e 73 km. Alle modalità di guida EV, Auto e Battery Hold si aggiunge quella denominata Battery Charge, nella quale il motore a benzina fornisce la trazione e, allo stesso tempo, ricarica le batterie in marcia fino all80% della capienza. Le prestazioni sono brillanti per entrambe le varianti, con 250 km/h autolimitati (che scendono a 135 km/h in elettrico) ed un tempo compreso tra 6,3 e 5,6 secondi per toccare i 100 km/h da fermo. Il consumo medio omologato oscilla invece da 1,1 a 1,5 l/100 km con 27-36 g/km. RETE DI RICARICA EUROPEA. Sulle A6 e A7 Sportback ibride plug-in il caricabatterie di bordo da 7,4 kW consente di ripristinare lautonomia elettrica in due ore e mezza tramite una presa industriale e in circa otto ore con una presa domestica. Attraverso lAudi e-tron Charging Service è possibile usufruire di una rete di oltre 200 mila colonnine rapide in tutta Europa, sfruttando un account unificato e il pacchetto "all inclusive" con tariffe flat. IL LISTINO COMPLETO DELLE AUDI A6 E A7 SPORTBACK PLUG-IN Audi A6 50 TFSI e quattro S tronic 299 CV Business: 64.400 euro Audi A6 50 TFSI e quattro S tronic 299 CV Business Plus: 66.500 euro Audi A6 50 TFSI e quattro S tronic 299 CV Business Sport: 68.550 euro Audi A6 50 TFSI e quattro S tronic 299 CV Business Design: 69.600 euro Audi A6 55 TFSI e quattro S tronic 367 CV S line plus: 74.050 euro Audi A6 Avant 50 TFSI e quattro S tronic 299 CV Business: 66.800 euro Audi A6 Avant 50 TFSI e quattro S tronic 299 CV Business Plus: 68.900 euro Audi A6 Avant 50 TFSI e quattro S tronic 299 CV Business Sport: 70.950 euro Audi A6 Avant 50 TFSI e quattro S tronic 299 CV Business Design: 72.000 euro Audi A6 Avant 55 TFSI e quattro S tronic 367 CV S line plus: 76.450 euro Audi A7 Sportback 50 TFSI e quattro S tronic 299 CV: 76.600 euro Audi A7 Sportback 50 TFSI e quattro S tronic 299 CV Business Plus: 79.850 euro Audi A7 Sportback 50 TFSI e quattro S tronic 367 CV S line Plus: 90.550 euro Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/AUDI [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/MERCATO/2021/02/23/AUDI_Q5_A6_AVANT_A7_SPORTBACK_IBRIDE_PLUG_IN_NUOVA_BATTERIA.HTML [3] https://www.quattroruote.it/news/mercato/2021/02/23/audi_q5_a6_avant_a7_sportback_ibride_plug_in_nuova_batteria.html 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2021/03/08/aston_martin_stroll_dal_2025_produrremo_i_modelli_elettrici_nel_regno_unito/gallery/rbig/2020-Aston-Martin-DBX-101.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34440 Aston Martin - Stroll: "Dal 2025 produrremo i modelli elettrici nel Regno Unito" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34440&tipo=fv A partire dal 2025 lASTON MARTIN [1] produrrà vetture elettriche nei suoi due stabilimenti britannici: lo ha rivelato Lawrence Stroll, azionista di punta della Casa di Gaydon, in unintervista al Financial Times, illustrando le linee guida delle strategie future del marchio. PRODUZIONE TRA IL GALLES E LE MIDLANDS. Nello specifico, lAston Martin ha in programma di assemblare le sportive a batteria a Gaydon, nella contea del Warwickshire, e le Suv alla spina nellIMPIANTO GALLESE DI ST ATHAN [2], operativo dallo scorso luglio e appositamente COSTRUITO PER LA LINEA DELLA DBX [3], il primo modello a ruote alte della Casa. La Casa di Gaydon, dunque, non intende affidare la produzione alla Mercedes-Benz, SUO AZIONISTA DI RIFERIMENTO [4] con il 20% del capitale nel proprio portafoglio: semmai, il costruttore tedesco potrebbe in futuro ampliare le forniture di motori, componenti e tecnologie anche alle batterie per le auto elettriche britanniche. Al momento non sono state prese decisioni in merito: "Stiamo esaminando tutte le opzioni, ha spiegato Stroll. NESSUN ADDIO ALLE ENDOTERMICHE. La svolta elettrica non si tradurrà in un addio alle motorizzazioni tradizionali: nonostante la decisione del Regno Unito di mettere AL BANDO LE AUTO A BENZINA E DIESEL PER IL 2030 [5], limprenditore canadese ha infatti chiarito che lAston Martin continuerà a produrre motori a combustione interna anche nei prossimi dieci anni, con lobiettivo di sostenere una continua espansione dellofferta di motorizzazioni elettrificate: entro la fine del 2021, per esempio, è previsto il lancio di una versione ibrida della DBX. "Siamo molto più avanti dei nostri rivali e tutto grazie alla nostra partnership con la Mercedes", ha sottolineato Stroll. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/ASTON-MARTIN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2019/12/06/ASTON_MARTIN_INAUGURATO_IL_NUOVO_IMPIANTO_DI_ST_ATHAN.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/11/20/ASTON_MARTIN_DBX_PREZZO_DIMENSIONI_MOTORE_PRESTAZIONI_USCITA.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/10/27/ASTON_MARTIN_LA_MERCEDES_SALIRA_AL_20_DEL_CAPITALE.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/11/16/REGNO_UNITO_LO_STOP_ALLE_VENDITE_DELLE_ENDOTERMICHE_POTREBBE_ESSERE_ANTICIPATO_AL_2030.HTML 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2021/03/07/stellantis_john_elkann_gianni_agnelli_oggi_sarebbe_contento_della_fusione_fca_psa/gallery/rbig/2021-Gianni-Agnelli.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34441 Stellantis - John Elkann e i centanni di Gianni Agnelli: "Oggi sarebbe contento della fusione FCA-PSA" http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34441&tipo=fv Gianni Agnelli avrebbe sicuramente apprezzato la fusione tra la Fiat Chrysler, PSA e la conseguente nascita del gruppo STELLANTIS [1]: ne è convinto il nipote John Elkann, presidente del colosso automotive nato da poche settimane. In una lunga intervista concessa a La Stampa in vista del centenario della nascita dellAvvocato, il 12 marzo, Elkann ha tratteggiato la figura di uno dei simboli del capitalismo italiano, raccontandone aneddoti, pensieri e passioni. Senza rinunciare a parlare del presente, dalloperazione perfezionata verso la metà di gennaio alla situazione della FERRARI [2] in F.1. LINTUIZIONE. Innanzitutto, Gianni Agnelli oggi "sarebbe contento" dei consolidamenti e degli accordi siglati, prima dalla Fiat con la Chrysler e poi DALLA FCA CON I FRANCESI [3] guidati da Carlos Tavares. del resto, sottolinea Elkann, lAvvocato "intuì e disse prima degli altri che nel mondo dellauto sarebbero rimasti sei o sette grandi player globali. Oggi, con Stellantis, siamo uno di questi player. un traguardo importante, ma è anche un punto di partenza, sicuramente non di arrivo". Elkann parla anche di quanto lAvvocato fosse legato allItalia e a Torino e replica a chi contesta lo spostamento allestero del baricentro del gruppo: "La realtà è diversa. Siamo stati in grado di crescere molto nel mondo in questi ultimi ventanni e questo ha rafforzato anche le nostre attività italiane, perché sono ormai parte di una realtà più grande, che ha valorizzato e potrà valorizzare ancora di più la nostra italianità". LA PANDEMIA. Elkann parla anche dei legami del nonno con lEuropa e gli Stati Uniti, del suo rapporto con la politica, della Juventus e di tanto altro ancora, ma risponde anche ad alcune domande su temi più contingenti come la pandemia del CORONAVIRUS [4]. Ne avrebbe avuto paura? "No, assolutamente", è la secca risposta del nipote. "Sono convinto che non avrebbe avuto paura del Covid. Avrebbe esercitato la massima attenzione, questo sì, nei confronti del virus e delle sue conseguenze. Ma soprattutto avrebbe cercato di aiutare chi è nel bisogno, e avrebbe incoraggiato a usare lingegnosità per trovare soluzioni. Sarebbe stato felice di ricevere questo vaccino realizzato a tempo di record: un atto di fiducia in uno straordinario risultato della ricerca e della cooperazione internazionale". E come avrebbe immaginato luscita dal tunnel? "Avrebbe ragionato sulle strategie necessarie a vincere la paura e lincertezza. Ci avrebbe sollecitato ad usare al meglio la tecnologia e ad affrontare la sfida ambientale. Ci avrebbe stimolato a trovare soluzioni creative e credibili. Soprattutto: avrebbe puntato molto sui giovani". GRETA E LAMBIENTE. Altro tema affrontato durante lintervista al quotidiano torinese è la questione ambientale: "Oggi Gianni Agnelli cercherebbe soluzioni coraggiose ai problemi dellambiente. Sapendo bene che la risposta non è la decrescita, ma che lo sviluppo, per garantire vero progresso, deve essere sostenibile. Gli sarebbero piaciute e avrebbe incoraggiato le tante iniziative in questa direzione, come il Green Pea di Farinetti, o quelle che stiamo facendo direttamente, come il lancio della 500 ELETTRICA [5]. Sarebbe stato molto curioso di Greta (Thunberg, _ndr_): sicuramente avrebbe voluto incontrarla, dedicandole lattenzione che riservava sempre ai giovani". LA DELUSIONE SPORTIVA. E giovani sono anche i piloti della Scuderia Ferrari, CHARLES LECLERC E CARLOS SAINZ [6]. Di sicuro Gianni Agnelli non avrebbe apprezzato gli scarsi risultati sportivi, ma Elkann rifugge dal pessimismo: "Sarebbe deluso, come lo siamo tutti noi tifosi della Ferrari. Ma io sono ottimista, perché abbiamo due piloti giovani: non sono "abituati a vincere", ma hanno tanta voglia di allenarsi per vincere. Con la loro umiltà e determinazione stanno contagiando tutta la squadra". Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/tags/stellantis [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FERRARI.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2019/12/18/FUSIONE_FCA_PSA_RAGGIUNTO_L_ACCORDO_ECCO_TUTTI_I_DETTAGLI.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/10/22/FIAT_500_ELETTRICA_PREZZO_BASE_CON_INCENTIVI_AUTONOMIA_INTERNI_ALLESTIMENTI.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/SPORT/2021/02/26/FORMULA_1_LA_FERRARI_RIPARTE_DA_LECLERC_E_SAINZ.HTML 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2021/03/05/mondiale_endurance_portimao_slitta_a_giugno_si_comincia_dal_belgio/gallery/rbig/2021-wec-belgio.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34442 Mondiale Endurance - Portimao slitta a giugno, si comincia dal Belgio http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34442&tipo=fv Il Consiglio Mondiale della FIA ha ratificato oggi un IMPORTANTE CAMBIAMENTO AL CALENDARIO DEL MONDIALE ENDURANCE 2021: il via del campionato è stato ritardato. Oltre a posticipare la 24 Ore di Le Mans ad agosto, cambia anche la data della 8 ore di Portimao che avrebbe dovuto ospitare la prima gara del campionato. COSA CAMBIA. Il prologo ufficiale della stagione si terrà a Spa-Francorchamps, il prossimo 27 aprile, in occasione del centesimo anniversario del circuito belga. Pochi giorni dopo, il primo maggio, prenderà il via la 6 Ore di Spa-Francorchamps che aprirà così la stagione 2021 del WEC. La 8 ore di Portimao, invece, si sposta nelle date originariamente pensate per Le Mans, ossia il 12 e 13 giugno. CAMBIA ANCHE LA DATA DELLA 24 ORE DI LE MANS [1] che - come anticipato nei giorni scorsi - si correrà il 21 e 22 agosto. SCELTA OBBLIGATA. Pierre Fillon, presidente dellACO, ha commentato questa ulteriore modifica al calendario 2021 dicendo: "A causa della pandemia, dobbiamo essere estremamente flessibili e adattarci continuamente alle decisioni dei vari governi, in particolare per quel che riguarda le restrizioni sui viaggi tra i diversi paesi. Dopo le discussioni con i vari concorrenti, non abbiamo altra scelta che ritardare linizio della stagione. Tuttavia, siamo riusciti a mantenere tutte le gare in calendario, che era la nostra priorità assoluta". Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/sport/2021/03/04/mondiale_endurance_la_24_ore_di_le_mans_rinviata_ad_agosto.html 2021-03-08 19:50:43 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2021/03/01/formula_1_l_anteprima_della_nuova_mercedes_w12/gallery/rbig/teaser.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34424 Formula 1 - Lanteprima della nuova Mercedes W12 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34424&tipo=fv I campioni del mondo di Formula 1 sono pronti a presentare la loro nuova sfidante per il Mondiale di Formula del 2021, la MERCEDES-AMG W12. Lappuntamento per la presentazione è fissato per mezzogiorno (ora italiana) in diretta streaming, ma la squadra anglo-tedesca ha già iniziato a rilasciare qualche teaser che dovrebbe anticipare la livrea della nuova vettura. LANTICIPAZIONE. Stando alle prime immagini, la Mercedes dovrebbe mantenere in gran parte la colorazione nera che ha contraddistinto le vetture dello scorso anno. Come al solito, la vettura è impreziosita dalle linee verdi lungo le fiancate, che richiamano lo sponsor Petronas, mentre altri parti in evidenza - come per esempio lairscope - sono bordeaux, il colore della divisione sportiva di Ineos, da questanno proprietario del team al 33%. SALE LATTESA. Vedremo la nuova Mercedes-AMG Q12 già domani, nel corso della presentazione fissata per le ore 12 e che sarà possibile anche tramite il nostro sito, cliccando play proprio qui sotto. Alla presentazione prenderanno parte i due piloti del team Lewis Hamilton e Valtteri Bottas oltre al team principal, Toto Wolff. 2021-03-01 15:01:01 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2021/03/01/peugeot_308_2021_nuovo_logo_anticipazioni_immagini_teaser_presentazione/gallery/rbig/2021-peugeot-308-01.JPG http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34423 Peugeot 308 - Un teaser svela i primi dettagli della terza generazione http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34423&tipo=fv La PEUGEOT [1] ha mostrato alcuni teaser della NUOVA GENERAZIONE DELLA 308 [2] allinterno del video realizzato per il lancio del nuovo logo. La Casa del Leone ha infatti rinnovato lo stile del proprio scudetto dopo essere entrata a far parte del GRUPPO STELLANTIS [3] [4]: tioccherà proprio alla media di segmento C lonore di proporre per prima il rinnovato simbolo. I GRAFFI A LED NEL FRONTALE. La 308 è un modello fondamentale per la Casa francese ed il passaggio alla nuova serie è imminente. Nel video, il riferimento alla vettura non è diretto, ma in alcuni fotogrammi è visibile il frontale di un modello che non corrisponde in tutti i dettagli a nessuno di quelli già in commercio. Il motivo delle luci a Led verticali è ripreso dalle nuove 2008, 3008 e 508 e prende le distanze dalla 308 attuale. In altri passaggi della clip viene mostrata anche la 2008. ONLINE TRA DUE SETTIMANE. Il debutto della nuova Peugeot 308 è fissato tra due settimane. Oltre al cambio di paradigma nello stile, le novità dovrebbero essere concentrate sullelettrificazione della gamma. La piattaforma utilizzata dalla vettura dovrebbe invece essere una evoluzione della attuale Emp2: lauto avrà dunque dimensioni simili quelle dellattuale modello. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/PEUGEOT [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/FOTO_SPIA/2020/12/08/PEUGEOT_308_2021_CARATTERISTICHE_IMMAGINI.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/STELLANTIS [4] https://www.quattroruote.it/tags/stellantis 2021-03-01 14:03:00 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/eventi/2021/03/01/auto_dell_anno_2021_segui_con_noi_il_live_streaming_video/gallery/rbig/2021-finaliste-Car-of-the-Year.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34422 Car of the Year 2021 - Segui con noi il live streaming - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34422&tipo=fv La pandemia ha fermato anche ledizione 2021 del Salone di Ginevra, ma la cerimonia di premiazione dellAUTO DELLANNO [1] si svolgerà come da tradizione nella città svizzera. Levento a porte chiuse sarà trasmesso in diretta streaming: potrete seguire il video live cliccando qui sotto a partire dalle 15 di lunedì 1 marzo. LE SETTE FINALISTE. COME VI ABBIAMO GIà ANTICIPATO [2], saranno sette le auto che concorreranno per il titolo di Auto dellAnno, due delle quali sono delle elettriche pure, mentre una terza è disponibile anche in variante a batteria. Le finaliste sono la Citroën C4, la Skoda Octavia, la Cupra Formentor, la Fiat Nuova 500, la Toyota Yaris, la Volkswagen ID.3 e la Land Rover Defender. Lassegnazione del titolo avverrà al termine dello spoglio dei voti dei sessanta giurati del Car of the Year, tra i quali vi è anche il nostro direttore Gian Luca Pellegrini. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUTO-DELLANNO [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/EVENTI/2021/01/08/CAR_OF_THE_YEAR_2021_FINALISTE.HTML 2021-03-01 12:44:05 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2021/03/01/fisker_allo_studio_una_fabbrica_di_celle_per_batterie_in_europa_o_stati_uniti/gallery/rbig/2021-fisker-ocean-01.JPG http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34421 Fisker - Allo studio una fabbrica di celle per batterie in Europa o negli Usa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34421&tipo=fv La FISKER [1] sta valutando lipotesi di realizzare una fabbrica per la produzione di celle per batterie elettriche in Europa o negli Stati Uniti insieme con un importante fornitore. A rivelarlo, in unintervista alla Reuters, è stato Henrik Fisker, presidente e amministratore delegato della startup di veicoli elettrici, da pochi mesi sbarcata a Wall Street con unoperazione che le ha consentito di raccogliere proventi per circa 1 miliardo di dollari. FORNITURE STABILI. Il progetto di una fabbrica di batterie è legato alla necessità, per lazienda, di ASSICURARSI FORNITURE STABILI DI UN COMPONENTE CHIAVE [2] per i suoi modelli elettrici e, di conseguenza, per evitare gli stessi problemi che hanno determinato il fallimento della Fisker Automotive tra il 2012 e il 2013. La prima avventura in proprio di Henrik Fisker nel mondo dellauto, infatti, ha pagato pesantemente gli oneri per il richiamo delle Karma causato dai difetti delle batterie fornite dalla canadese A123, a sua volta finita in bancarotta. "Non vogliamo correre alcun rischio con le batterie" ha sottolineato lex designer danese spiegando che la Fisker ha intenzione di utilizzare celle prismatiche prodotte da uno dei quattro maggiori fornitori al mondo: tra questi figurano la cinese Catl, già fornitore della Tesla, e la Samsung SDI, legata alla BMW. La startup non è comunque ancora operativa, e per accelerare i propri programmi di sviluppo e produzione ha deciso di avvalersi di una serie di collaborazioni industriali. Il suo primo veicolo, la SUV OCEAN [3], sarà per esempio ASSEMBLATO IN AUSTRIA DALLA MAGNA STEYR [4], probabilmente a partire dal quarto trimestre dellanno prossimo. Inoltre, è di pochi giorni fa la firma di un ACCORDO DI COOPERAZIONE CON LA FOXCONN [5], nota soprattutto per la produzione degli iPhone della Apple, per lassemblaggio in Cina di oltre 250 mila veicolo lanno a partire dagli ultimi mesi del 2023. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FISKER [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/07/30/FISKER_QUATTRO_ELETTRICHE_A_LISTINO_ENTRO_IL_2025.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/01/15/FISKER_OCEAN_TUTTI_I_DETTAGLI_DELLA_SUV_ELETTRICA.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/08/10/FISKER_OCEAN_MAGNA_STEYR_AUSTRIA.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2021/02/24/FISKER_FOXCONN_AUTO_ELETTRICHE.HTML 2021-03-01 11:47:51 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2021/03/01/jaguar_il_futuro_sara_elettrico_ma_serve_una_nuova_piattaforma/gallery/rbig/2021-jaguar-elettriche-01.JPG http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34420 Jaguar - Il futuro sarà elettrico, ma serve una nuova piattaforma http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34420&tipo=fv La JAGUAR [1] è destinata a trasformarsi in un marchio di sole vetture elettriche a partire dal 2025, ma per farlo ha bisogno di una nuova piattaforma diversa da quella, denominata Mla, sviluppata dal gruppo JAGUAR LAND ROVER [2]. Per questo motivo i vertici aziendali, come ammesso dallamministratore delegato Thierry Bolloré nel corso di un incontro con gli analisti finanziari, stanno sondando il mercato per individuare un partner in grado di fornire unarchitettura che faccia da base alle nuove Jaguar alla spina in arrivo sul mercato tra circa quattro anni. QUESTIONE DI COSTI. Bolloré ha spiegato quresta operazione di esternalizzazione con una serie di motivazioni, a partire da una questione di scala, ossia di dimensioni; lo sviluppo di una nuova architettura, infatti, rischierebbe di rivelarsi troppo costoso per modelli dai volumi comunque bassi rispetto ai livelli di vendita raggiunti dalla Jaguar lanno scorso (circa 103 mila unità commercializzate in tutto il mondo). Inoltre, lazienda di proprietà degli indiani di Tata Motors ha la necessità di velocizzare il processo di sviluppo per rispettare lobiettivo della totale elettrificazione della gamma entro il 2025. Il numero uno del gruppo automobilistico britannico ha anche ammesso che sono in corso discussioni con un certo numero di aziende, senza però fornire ulteriori dettagli sulle trattative. Del resto, la condivisione tra costruttori delle piattaforme per le elettriche non è certo una novità: è, per esempio, alla base dellALLEANZA TRA LA FORD E LA VOLKSWAGEN [3]. I tedeschi di Wolfsburg hanno aperto" la loro Meb non solo agli americani, ma anche ad altre aziende nella convinzione che questo sia lunico modo per ridurre limpatto finanziario degli investimenti finora sostenuti per lo sviluppo della piattaforma destinata alle auto a batteria. IL DESTINO DELLA MLA. Per la Jaguar, la scelta del partner per lelettrico sarà comunque fortemente legata ai criteri progettuali che il responsabile del design del gruppo JLR, Gerry McGovern, sta delineando per le future vetture del Giaguaro. Questo spiega anche la decisione di cancellare il progetto di unerede alla spina per la XJ e di lasciare alla sola Land Rover lutilizzo della piattaforma Mla sviluppata dallazienda britannica per i modelli elettrificati (quindi anche ibridi) e destinata a fare la sua prima apparizione nella nuovissima Vary Rover, in arrivo sul mercato tra 12 o 18 mesi. Il marchio dei fuoristrada avrà in gamma il suo primo veicolo elettrico nel 2024 ma continuerà a proporre modelli tradizionali anche in futuro: nel 2030, il 40% della gamma Land Rover sarà rappresentato da endotermiche, o comunque ibride, e il 60% da elettriche pure. In ogni caso, qualora non si trovasse un partner, la Jaguar Land Rover è pronta a costituire al suo interno una squadra di tecnici e specialisti con lincarico di sviluppare una piattaforma proprietaria. GLI EFFETTI DELLELETTRIFICAZIONE. Di certo, la scossa elettrica ha dei costi e delle conseguenze, anche pesanti. Per portare avanti le proprie strategie di elettrificazione, la Jaguar Land Rover ha in programma di investire circa 3 miliardi di euro lanno ma dovrà anche sostenere elevati costi per adeguare la sua struttura industriale. Lazienda, che ha già avviato il TAGLIO DI 2 MILA POSTI DI LAVORO IN TUTTO IL MONDO [4], ridurrà la capacità produttiva del 25% in cinque anni e cancellerà diversi progetti di prodotto, come già avvenuto con la XJ elettrica. Il tutto determinerà oneri di bilancio per circa 1 miliardo di sterline (1,16 miliardi di euro) solo nellattuale trimestre. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/JAGUAR.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GRUPPO-JAGUAR-LAND-ROVER [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/06/10/FORD_E_VOLKSWAGEN_FIRMATI_GLI_ACCORDI_PER_L_ALLEANZA_GLOBALE.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2021/02/18/JAGUAR_LAND_ROVER_IN_PROGRAMMA_IL_TAGLIO_DI_2_MILA_POSTI_DI_LAVORO.HTML 2021-03-01 11:24:06 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2021/03/01/skoda_octavia_pro_immagine_interni_caratteristiche/gallery/rbig/2021-skoda-octavia-pro-interni-bozzetto-1.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34418 Skoda Octavia Pro - Un nuovo teaser anticipa gli interni http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34418&tipo=fv La SKODA [1] ha diffuso un nuovo teaser della OCTAVIA PRO [2], concentrandosi questa volta sugli interni. La berlina, che sarà riservata al mercato cinese, non sarà semplicemente una versione a passo lungo della vettura europea, ma vanterà contenuti esclusivi. MATERIALI E TECNOLOGIA. Il bozzetto mette in evidenza delle soluzioni che rientrano nella filosofia denominata Liquid Crystalline Design Aesthetic, pensata per una clientela giovane. La Casa boema ha infatti personalizzato la Octavia Pro lavorando sulle finiture e sui materiali con un approccio più ricercato. Dal punto di vista del design, invece, non sembrano esserci grosse differenze rispetto alle varianti europee della berlina, a eccezione del volante sportivo a tre razze, mentre linfotainment potrebbe essere caratterizzato da alcune schermate e grafiche specifiche. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/SKODA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2021/02/22/SKODA_OCTAVIA_PRO_IMMAGINI_ANTICIPAZIONI_CARATTERISTICHE.HTML 2021-03-01 11:24:06 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2021/03/01/jeep_b_suv_2022_uscita_dimensioni_caratteristiche_produzione/gallery/rbig/2021-Jeep-B-Suv-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34419 Jeep - Nuovi dettagli sulla B-Suv e sulle sorelle Alfa e Fiat http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34419&tipo=fv Che una BABY JEEP [1] fosse in arrivo lo si sapeva già da tempo. Da anni si susseguono indiscrezioni sul debutto di una Suv di segmento B con le sette feritoie, ma la fusione di FCA e PSA in STELLANTIS [2] porterà finalmente a compimento il piano di realizzare una sorella minore della RENEGADE [3], che potrebbe arrivare sul mercato nellautunno del prossimo anno. Per vederla nelle concessionarie bisognerà dunque aspettare ancora diversi mesi, ma la più piccola delle sport utility del marchio americano sarà comunque il primo modello del trittico Alfa Romeo-Fiat-Jeep a entrare in produzione in Polonia, nella fabbrica di Tychy, su meccanica francese. SPAZIO ALLELETTRIFICAZIONE. Le nuove B-Suv dei marchi ex-FCA saranno basate sulla piattaforma Cmp sviluppata da PSA e condivisa allinterno del gruppo Stellantis. La Compact Modular Platform - oggi impiegata anche da modelli come le Suv PEUGEOT 2008 [4] e OPEL MOKKA [5] oltre che dalle loro sorelle a ruote basse 208 [6] e CORSA [7] - consente di proporre una gamma sistemi propulsivi molto articolata, che spazia dalle piccole unità turbobenzina a tre cilindri fino a versioni totalmente elettriche. In un periodo in cui la semplificazione dei listini la fa da padrone, per le nuove piccole di Stellantis è lecito attendersi unofferta che verterà su una versione dingresso gamma, probabilmente mild hybrid, una o due varianti intermedie di potenza superiore e una versione full electric che si posizionerà al vertice della gamma. Ancora da confermare la sorte dei motori diesel, che nel segmento B stanno continuando a perdere terreno incalzati dalle elettrificate. INTEGRALE Sì, INTEGRALE NO. Per gli attuali modelli Cmp il gruppo PSA ha finora proposto unicamente versioni a trazione anteriore: anche le elettriche, infatti, hanno il propulsore posizionato allavantreno. Una vera Jeep, però, ha nel proprio Dna la guida in fuoristrada e, dunque, le quattro ruote motrici. Attualmente, la Casa americana ha una o più versioni a trazione integrale per ogni modello della propria gamma, Suv compatte comprese che, tuttavia, sono acquistabili anche con la sola trazione anteriore. Per la nuova B-Suv il discorso potrebbe però cambiare: data la natura della piattaforma, i tecnici di Stellantis dovrebbero modificare diverse porzioni del telaio per accogliere un albero di trasmissione, oppure aggiornare lasse posteriore per posizionare un motore elettrico che fornirebbe trazione alle ruote posteriori, come sulla RENEGADE 4XE [8]. Vista la particolarità di questo progetto, non è da escludere una vettura dallindole urbana con solo due ruote motrici. In questo caso cè da aspettarsi larrivo di sistemi elettronici pensati per garantire una maggiore aderenza nelloff-road più disimpegnato, magari derivati dallattule GRIP CONTROL DI PSA [9]. PRIMA JEEP, POI ALFA E INFINE FIAT. La più piccola delle Jeep sarà il primo modello del nuovo trittico di B-Suv a debuttare sul mercato europeo: secondo alcune fonti riportate da Automotive News, infatti, la fabbrica di Tychy avvierà le linee produttive della sport utility già nel luglio del prossimo anno. Larrivo nelle concessionarie potrebbe così coincidere con le prime settimane dellautunno del 2022. A sei mesi di distanza dalla Jeep (sia a livello di produzione, sia per quanto riguarda il debutto sul mercato,_ ndr_) sarà poi la volta della Suv compatta del marchio Alfa Romeo, attesa nelle concessionarie per la primavera del 2023, e della crossover Fiat, le cui vendite dovrebbero essere avviate nellautunno del 2023. Per il momento Stellantis non ha comunicato dettagli ufficiali sul lancio delle tre nuove Suv compatte e non ne ha svelato i nomi. 400 MILA SUV ALLANNO. Automotive News ha inoltre appreso da alcuni fornitori di Stellantis nuovi dettagli sui volumi produttivi previsti per le piccole crossover su base Cmp. LINVESTIMENTO DI 170 MILIONI DI EURO [10] per lammodernamento del sito produttivo di Tychy consentirà di assemblare circa 400 mila unità allanno, circa il 50% in più rispetto alle 263 mila Fiat 500 e Lancia Ypsilon prodotte dalla stessa fabbrica lo scorso anno. Ciò sarà possibile anche grazie alle sinergie del nuovo gruppo, che porteranno alla condivisione di svariati componenti: oltre alla meccanica, anche lelettronica di bordo sarà comune, così come alcune plastiche e altre parti delle vetture. Ogni modello, tuttavia, sarà fortemente caratterizzato a livello estetico, distinguendosi nello stile di interni ed esterni rispetto alle sorelle, proprio come già visto sulle piccole Suv di PSA. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/09/03/JEEP_B_SUV.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/STELLANTIS [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/JEEP-RENEGADE [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/MODELLI-AUTO/PEUGEOT/_2008.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/OPEL/MOKKA [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/MODELLI-AUTO/PEUGEOT/_208.HTML [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/MODELLI-AUTO/OPEL/CORSA.HTML [8] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/01/22/JEEP_COMPASS_4XE_E_RENEGADE_4XE_PREZZO_IBRIDA_PLUG_IN.HTML [9] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/GUIDE/COMPONENTI-AUTO/GRIP-CONTROL-CONTROLLO-DI-TRAZIONE.HTML [10] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/12/29/FCA_INVESTIMENTI_A_TYCHY_PER_NUOVE_IBRIDE_E_ELETTRICHE.HTML 2021-03-01 11:24:06 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/concept/2021/03/01/volkswagen_id_3_cabrio_bozzetti_anticipazioni_caratteristiche/gallery/rbig/2021-volkswagen-id3-cabrio-bozzetti-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34417 Volkswagen - Spuntano i bozzetti della ID.3 Cabrio http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34417&tipo=fv La VOLKSWAGEN [1] ha diffuso dei bozzetti della ID.3 [2] in versione cabrio, chiedendo direttamente ai propri clienti unopinione sullidea: "Cosa ne pensate? La guida in elettrico e quella en plein air stanno bene insieme?" è la domanda posta dalla Casa tedesca nelle poche righe di comunicato che accompagnano gli sketch della vettura. POTREBBE DIVENTARE REALTà. Ralf Brandstätter, lamministratore delegato della Volkswagen, ha anche pubblicato un post su Linkedin, lasciando intuire che in futuro potremmo davvero vedere su strada una ID.3 di questo tipo: "Lo ammetto: è unidea molto allettante. Stiamo ancora riflettendo su come trasformare questo interessante concept in realtà. Per ogni evenienza, il nostro team di progettazione ha già abbozzato alcune idee iniziali". Stando ai disegni, la versione cabrio del modello a batteria di Wolfsburg potrebbe avere una capotte in tela ripiegabile elettricamente e mantenere la configurazione a cinque posti, pur rinunciando alle due portiere posteriori. La coda presenta invece un piccolo spoiler e, nel complesso, ricorda molto quella della T-ROC CABRIO [3]. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/VOLKSWAGEN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/VOLKSWAGEN_ID_3 [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/08/14/VOLKSWAGEN_T_ROC_CABRIO_DIMENSIONI_MOTORI_USCITA.HTML 2021-03-01 10:23:23 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2021/03/01/rimac_la_porsche_potrebbe_salire_al_50_del_capitale/gallery/rbig/storia-rimac-foto-gallery-03.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34416 Rimac - La Porsche potrebbe salire al 50% del capitale http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34416&tipo=fv La PORSCHE [1] si appresta a rafforzare i propri legami industriali, e ancor di più quelli azionari, con la RIMAC [2] [3], tramite una serie di operazioni finanziarie rivelate dalla testata tedesca Automobilwoche e solo in parte confermate dai diretti interessati. La Casa di Zuffenhausen, secondo quanto dichiarato dallimprenditore Mate Rimac, ha deciso di partecipare a una nuova raccolta fondi da 130-150 milioni di euro destinata a sostenere i programmi di espansione dellazienda specializzata in hypercar alla spina e in tecnologie per le auto elettriche. COINVOLTA BUGATTI. Il round di finanziamenti sarà completato nel giro di due o tre mesi e sarà seguito da unanaloga operazione verso la fine dellanno. Una volta portate a termine le due raccolte, la Porsche si troverà nelle mani UNA PARTECIPAZIONE DI MOLTO SUPERIORE ALLATTUALE 15,5% [4] detenuto nel capitale della Rimac. Non solo: la quota, secondo le indiscrezioni riportate da Automobilwoche, potrebbe salire a poco meno del 50% con unulteriore transazione che andrebbe a coinvolgere la BUGATTI [5], già da tempo oggetto di TRATTATIVE PER IL PASSAGGIO DEL CONTROLLO [6] proprio allazienda croata. In tal caso, la Volkswagen trasferirebbe la proprietà della Casa di Moslheim prima alla Porsche e quindi alla Rimac, consentendo al costruttore di Zuffenhausen di più che triplicare la quota. Questultima operazione non ha trovato, per ora, nessuna conferma dalle parti interessate. Come ammesso dallamministratore delegato della Porsche, Oliver Blume, sono comunque in corso fitte discussioni sul destino della Bugatti e sul possibile ruolo dellazienda croata nello scenario, magari per dare un futuro elettrico al marchio francese di hypercar. Una decisione è attesa comunque a breve: la scelta, infatti, dovrebbe essere compiuta entro la fine del primo semestre. I PIANI DI ESPANSIONE. Lacquisto della Bugatti rappresenterebbe in ogni caso una grande affermazione per unazienda in grande crescita e con ambiziosi piani di espansione come la Rimac, che vanta anche partnership con altre Case automobilistiche, tra cui la HYUNDAI [7] e lASTON MARTIN [8], e che ha sviluppato una piattaforma per supercar elettriche da fornire a terzi, per esempio ALLAUTOMOBILI PININFARINA PER LA PF0 [9]. La stessa base ha dato vita alla Rimac C_TWO [10] [11], una hypercar da oltre 2 mila cavalli. I programmi dellazienda croata non sono però concentrati tanto sulla pura produzione automobilistica, quanto sulla fornitura di tecnologie avanzate. Le supercar hanno un mercato limitato, mentre quello dei componenti è molto più grande. Questo è il motivo per cui abbiamo in programma di espandere la nostra azienda", ha spiegato Mate Rimac ad Automobilwoche. La crescita si concretizzerà, per esempio, in un aumento sostanziale della forza lavoro: lorganico dovrà passare dagli attuali mille dipendenti a 2.500 entro i primi mesi del 2023. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/PORSCHE [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/RIMAC [3] https://www.quattroruote.it/tags/rimac [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2019/09/06/PORSCHE_LA_PARTECIPAZIONE_NELLA_RIMAC_SALE_AL_15_5_.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BUGATTI [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/09/17/VOLKSWAGEN_TRATTATIVE_IN_CORSO_PER_VENDERE_LA_BUGATTI_ALLA_RIMAC.HTML [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2019/05/14/HYUNDAI_E_RIMAC_SIGLATA_UNA_PARTNERSHIP_PER_LE_AUTO_ELETTRICHE.HTML [8] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2019/03/01/ASTON_MARTIN_VALKYRIE_CONFERMATE_LE_CARATTERISTICHE_DELLA_SUPERCAR_IBRIDA.HTML [9] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2018/09/28/PININFARINA_PF0_LA_RIMAC_PRODURRA_I_MOTORI_ELETTRICI_E_LE_BATTERIE.HTML [10] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/PRIMO_CONTATTO/2020/10/03/RIMAC_C_TWO_PREZZO_MOTORE_PRESTAZIONI_AUTONOMIA_VIDEO.HTML [11] https://www.quattroruote.it/news/primo_contatto/2020/10/03/rimac_c_two_prezzo_motore_prestazioni_autonomia_video.html 2021-03-01 09:55:18 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/primo_contatto/2021/02/25/toyota_rav4_plug_in_hybrid_prezzo_interni_guida_su_strada/gallery/rbig/2021-toyota-rav4-phev-001.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34403 Toyota Rav4 - Al volante della versione Plug-in - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34403&tipo=fv Sfornare a raffica elettriche, ibride, ibride plug-in e persino auto a idrogeno per assecondare una domanda sempre più forte di vetture con emissioni contenute è qualcosa che pochi costruttori possono permettersi e la TOYOTA [1] è certamente in testa al gruppo: lennesima conferma è la RAV4 [2] di quinta generazione con le batterie ricaricabili, una Suv - anzi, molti dicono _la Suv _per eccellenza,_ _visto che è stata lei la fondatrice del segmento - con alcune caratteristiche che la rendono diversa dalle altre plug-in. Per esempio, cosa ne dite di unibrida che può fare da gruppo elettrogeno per tre giorni? SCELTA ENERGICA. Lapproccio tecnico non è diverso da quanto già visto sulla Prius Phev, ma con alcune differenze non da poco: la batteria litio-ioni ha una capacità elevata per una plug-in, oltre 18 kWh netti, i quali garantiscono alla Rav4 unautonomia in modalità Ev tra le più elevate della categoria: parliamo di una media di 75 km nel ciclo Wltp e di 100 km nelle condizioni più favorevoli, ossia in città. Insomma, dati molto interessanti, che non mancheremo di verificare in sede di Prova su strada. ALLINSEGNA DELLA FLESSIBILITà. Numeri di questa portata, ovviamente, aumentano notevolmente la flessibilità duso di unibrida ricaricabile; la si può benissimo immaginare come unauto che va in elettrico per tutta la settimana, nei brevi tragitti, per poi andare ben più lontano nei week end: sempre fra i dati dichiarati, si legge che con una ricarica completa della batteria e un pieno di benzina (il serbatoio è da 55 litri) si possono percorrere fino a 1.300 km. La media del test al computer di bordo è stata di 20 kWh/100 km in elettrico e attorno ai 18 km/l su una strada statale, con traffico. RICARICABILE ALLA MASSIMA POTENZA. il powertrain ricaricabile ha portato con sè anche un sensibile aumento di potenza disponibile, che nel complesso arriva a 306 CV, ben 84 in più rispetto alla Rav4 full hybrid; una scelta in parte necessaria, visto il maggior peso, ma che ha dato anche parecchio smalto alle prestazioni, consentendo alla Suv di coprire lo 0-100 km/h in sei secondi netti. Se si sceglie di viaggiare in elettrico cè una ragionevole limitazione delle prestazioni, ma che permette comunque di viaggiare a una velocità massima di 135 km/h e lascia liberi di approfittare delle eccellenti capacità di ripresa date dal sistema ibrido, composto dal 2.5 endotermico a ciclo Atkinson e dal doppio motore sincrono a corrente alternata (anzi, per dirla tutta le unità elettriche sono tre, ma una serve solo come starter/generatore). SI VIAGGIA IN SILENZIO. Una qualità che si nota immediatamente della Rav4 Phev è la capacità di risolvere in modo quasi totale la questione della rumorosità del motore in accelerazione: un effetto legato alle caratteristiche della trasmissione e-Cvt che era già stato attenuato parecchio, ma mai definitivamente eliminato. Qui lapporto elettrico alla coppia motrice è molto più alto rispetto a unibrida tradizionale e quindi, anche quando si affonda tutto il pedale del gas, il quattro cilindri non è chiamato a raggiungere regimi troppo alti. Si sente solo un lieve tremolio accompagnato da una voce bassa, profonda, ben filtrata e niente affatto sgradevole. SUPERDOTATE. Cè un prezzo da pagare, ovviamente, per avere la batteria, la trazione integrale e tutto il ben di dio offerti sia dalla versione base (Dynamic+, da 55.000 euro) e la top di gamma (Style+, da 60.000 euro). Numeri alla mano, la Rav4 plug-in costa circa 8.000 euro in più della variante full hybrid. Non pochi, ma tra incentivi e sconti si possono risparmiare 10.000 euro sulla prima e addirittura 11.000 sulla seconda. In concessionaria , la vettura si potrà vedere a partire dal 2 aprile. NON SOLO IN MOVIMENTO. Una curiosità cui ho accennato allinizio è la disponibilità, nel mercato giapponese e in quello Usa (improbabile lEuropa, ma non si sa mai) di una speciale presa Mennekes che permette di usare lenergia della batteria anche allesterno della vettura, per alimentare apparecchiature fino a 1,5 kW a 110 V come, per esempio, un fornello o delle luci. Insomma, un gruppo elettrogeno a tutti gli effetti che può anche ricaricare la batteria per tre giorni grazie allausilio del motore a combustione. I campeggiatori e i catastrofisti sono avvisati. TEST DELLALCE. Infine, i più informati ricorderanno che lo scorso dicembre la Rav4 Phev è stata sottoposta al test dellalce da una rivista svedese (sembra di essere tornati al 1997, ai tempi della Mercedes Classe A) e di aver deluso per la velocità di percorrenza, inferiore alle aspettative. La Casa ha replicato il test e ha provveduto ad aggiornare il software dellEsp e del controllo di trazione, eliminando il difetto; le versioni già vendute e quelle in arrivo hanno già le centraline aggiornate. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TOYOTA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/TOYOTA_RAV4 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2021/02/26/formula_e_eprix_diriyah_pole_e_vittoria_per_la_mercedes_di_de_vries/gallery/rbig/2021-partenza-eprix-arabia-saudita.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34404 Formula E - ePrix Diriyah: pole e vittoria per la Mercedes di De Vries http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34404&tipo=fv La MERCEDES DOMINA ANCHE IN FORMULA E: nel primo appuntamento stagionale del Mondiale elettrico, il team della Stella ha conquistato POLE POSITION E VITTORIA, grazie a una splendida prestazione di NYCK DE VRIES. Lolandese non ha mai avuto rivali, anche quando questi si sono avvicinati in occasione delle due neutralizzazioni con Safety Car. Sul podio del primo ePrix di Diriyah salgono anche litalo-svizzero Edoardo Mortara del team Venturi e il neozelandese della Jaguar, Mitch Evans. APPLAUSI PER MORTARA. Oltre alla vittoria schiacciante di De Vries, da sottolineare la grande gara di Edoardo Mortara. Litalo-svizzero ha sicuramente messo in scena una delle sue migliori prestazioni nella categoria: quel doppio sorpasso effettuato su Wehrlein ed Evans ha fatto saltare in piedi tutti quanti, una manovra davvero spettacolare aiutata dalla potenza extra dellAttack Mode, ma sapientemente guidata dal pilota che è riuscito a crearsi uno spazio praticamente inesistente tra i due. FLOP DELLA DS TECHEETAH. Fuori dalla zona punti troviamo dei nomi pesanti, come il campione in carica Antonio Felìx da Costa. Il portoghese ha tagliato il traguardo solamente in undicesima posizione, mentre il suo compagno di squadra alla DS Techeetah, Jean-Eric Vergne, è arrivato addirittura quindicesimo. Tra i delusi di giornata non possiamo che menzionare anche Sébastien Buemi: il pilota della Nissan e.Dams ha esaurito la carica della batteria a pochi metri dal traguardo, creando un bel po di caos. LE CLASSIFICHE. Dopo il primo appuntamento stagionale, la Mercedes guida il campionato costruttori con 34 punti, seguono il team Venturi e la Jaguar rispettivamente a quota 18 e 15 punti. La sfida si rinnova domani, con il secondo appuntamento della Formula E in Arabia Saudita: appuntamento alle 17.30 su Sky Sport 1 e alle ore 17:45 su Channel 20 (Digitale Terrestre). EPRIX 1 DIRIYAH - RISULTATI (PRIMI DIECI) 1. De Vries - Mercedes-EQ 2. Mortara - Venturi Racing 3. Evans - Jaguar Racing 4. Rast - Audi Sport ABT 5. Wehrlein - Porsche 6. Rowland - Nissa e.Dams 7. Sims - Mahindra Racing 8. Vandoorne - Mercedes-EQ 9. Di Grassi - Audi Sport ABT 10. Turvey - Nio 333 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2021/02/26/gruppo_volkswagen_la_id_buzz_sara_il_primo_veicolo_autonomo/gallery/rbig/2021-volkswagen-id-buzz-001.JPG http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34405 Gruppo Volkswagen - La ID. Buzz sarà il primo veicolo autonomo http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34405&tipo=fv La ID. BUZZ [1] sarà il primo veicolo del gruppo Volkswagen proposto anche a guida autonoma. Il van elettrico, che verrà svelato in anteprima nel 2022, successivamente sarà declinato in una versione dotata delle tecnologie per la guida senza conducente della Argo AI. I sistemi sono attualmente in fase di sviluppo e la Casa prevede di introdurre i veicoli autonomi su strada per il 2025. Nel mirino ci sono i servizi di ride-hailing e di car pooling. I TEST IN GERMANIA. "Per la prima volta, questanno condurremo delle prove sul campo in Germania in cui il sistema di guida autonoma della Argo AI verrà utilizzato su una versione della futura ID. BUZZ DELLA VOLKSWAGEN COMMERCIAL VEHICLES [2] ha detto Christian Senger, capo della guida autonoma. Lobiettivo è sviluppare un concept di ride-hailing e pooling simile a quello che offre oggi MOIA [3] (la sussidiaria del gruppo di Wolfsburg per i servizi di mobilità alternativa, _ndr_). A metà di questo decennio ha poi aggiunto Senger indicando delle tempistiche di massima i nostri clienti avranno lopportunità di essere trasportati, in alcune città selezionate, da veicoli autonomi". LALLEANZA CON LA FORD. Oltre allelettrico, la guida autonoma è uno degli ambiti in cui il gruppo Volkswagen sta concentrando i maggiori investimenti. Uno di questi, nellambito dellalleanza con la Ford, RIGUARDA PROPRIO LA ARGO AI [4], società nata da una startup di Pittsburgh e ora controllata dai due colossi dellauto: nella Argo, la Volkswagen ha fatto confluire anche la propria unità che in Germania si occupava di intelligenza artificiale e guida autonoma, la controllata AID (Autonomous Intelligent Driving). DUE BINARI DISTINTI PER LO SVILUPPO. La Casa tedesca ha poi destinato ingenti risorse alla divisione Car.Software, che in parallelo alla Argo, e in maniera indipendente, svilupperà sistemi di guida assistita altamente automatizzati (livello 4 della scala Sae) destinati alle passenger car. I veicoli commerciali, invece, sfrutteranno le tecnologie della Argo, che verranno appunto testate sulla piattaforma della ID Buzz. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/CONCEPT/2017/01/09/VOLKSWAGEN_I_D_BUZZ_A_DETROIT_IL_MICROBUS_DELLA_SVOLTA_ELETTRICA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2018/11/27/VOLKSWAGEN_A_LOS_ANGELES_CON_L_I_D_BUZZ_CARGO_E_LA_BEETLE_FINAL_EDITION.HTML [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA/2016/12/05/GRUPPO_VOLKSWAGEN_NASCE_MOIA_UNA_SUSSIDIARIA_PER_LA_MOBILITA_ALTERNATIVA.HTML [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/06/03/VOLKSWAGEN_FINALIZZATO_L_INVESTIMENTO_DA_2_3_MILIARDI_NELLA_ARGO_AI.HTML 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/primo_contatto/2021/02/27/volkswagen_id_4_prezzo_interni_autonomia_bagagliaio_uscita/gallery/rbig/2021-Volkswagen-ID4-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34406 Volkswagen - ID.4, spazio allelettrico - VIDEO http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34406&tipo=fv Gli investimenti annunciati dalla VOLKSWAGEN [1] nel campo delle elettriche sono quasi da manovra economica: 11 miliardi di euro entro il 2023, per correre verso un 2030 che sembra essere una deadline fatidica per i motori a scoppio (di recente ANCHE LA FORD SI è SBILANCIATA PARECCHIO IN TAL SENSO [2]). Nel giro di sei mesi, due modelli già pronti arrivano in concessionaria con il (nuovo) marchio VW: prima la ID.3 [3] (che abbiamo provato A NOVEMBRE 2020 [4]) e ora la ID.4 [5], la quale fatto una veloce visita in redazione in vista della Prova su strada. PIATTAFORMA MULTIFORME. La ID.4 ha le stesse solide fondamenta della ID.3, ovvero il pianale Meb dotato di una flessibilità di allestimento straordinaria. Bisogna riconoscere che gli ingegneri del gruppo Volkswagen sono davvero dei maestri in questo, perché da qui prenderanno forma tutte le Bev dei segmenti C, C-Suv e D-Suv, alcune delle quali imminenti come la SKODA ENYAQ [6]. La ID.4 prende le sembianze di una crossover da 4 metri e 58 centimetri, è alta 1 metro e 61 e ha una linea originale che ricalca la sorella minore, ma con sbalzi più evidenti e sottolineature avventurose come le modanature di plastica sui passaruota e sui brancardi. NUOVI VOLUMI IN ARRIVO. Gli arredi e lo stile interno vogliono suggerire un netto taglio col passato e ci riescono anche grazie alla libertà despressione che la meccanica elettrica concede ai designer: pavimento piatto, niente cambio (solo una levetta sulla strumentazione dietro il volante, ridotta al minimo per non distrarre), grandi spazi che fino a oggi non potevano essere sfruttati adeguatamente come larea tra i sedili anteriori. Anche il bagagliaio - nonostante la presenza del motore sotto di esso - è grande e regolare: la capacità dichiarata spazia da un minimo di 543 litri a un massimo di 1.575 abbattendo gli schienali dei sedili posteriori. HA TUTTO DI SERIE. La ID.4 che ho guidato è la 1ST Max, versione a tiratura limitata e davvero al top per gli equipaggiamenti, una specie di showcase tecnologico, funzionale ed estetico che porta con sé - oltre a un PREZZO DI LISTINO [7] ragguardevole - tutti gli arricchimenti possibili e immaginabili come i cerchi da 21 con misura differenziata tra anteriore e posteriore, gli interni di pelle e Alcantara, lhead-up display con realtà aumentata, il climatizzatore con pompa di calore e molto altro ancora. Il powertrain può contare su un pacco batterie agli ioni di litio da 77 kWh netti raffreddato ad acqua che alimenta un motore sincrono trifase da 204 CV. La risposta dellacceleratore, anche nelle modalità di guida più indirizzate verso il risparmio denergia, è robusta e se si mette tutto giù il pedale ha uno step finale dove mette a disposizione lintera coppia: tra laltro, cè una buona possibilità di scaricare a terra i cavalli, visto che si tratta di una trazione posteriore e la massa grava principalmente sul retrotreno. AERODINAMICA PER RISPARMIARE. Lautonomia, che per ora rappresenta lunico vero dubbio sulla versatilità di una Bev, in questo caso è data per abbondante, oltre 500 km nel ciclo Wltp, che naturalmente verificheremo al più presto in pista e su strada. Nel mio test, comunque, è emersa la propensione a consumare poca energia, con indicazioni dal computer di bordo tra i 18 e i 20 kWh/100 km, con punte massime di 25. Conseguenza di unottima aerodinamica (Cx 0,28) e di una gestione dellinverter impostata non sulla ricerca sfrenata delle prestazioni, quanto su una buona guidabilità sulle strade di tutti i giorni: lo 0-100 km/h viene chiuso in 8,5 secondi, mentre la velocità massima è limitata a 160 km/h. Lunico rammarico per chi viaggia molto in città è la presenza di un sistema di recupero (il regen) a una sola posizione (la modalità B sul cambio), oltretutto non particolarmente intensa. Per la ricarica delle batterie è prevista sia la modalità veloce in corrente continua fino a 125 kW, sia quella trifase più lenta a 11 kW. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/VOLKSWAGEN.HTML [2] https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2021/02/17/ford_entro_il_2030_solo_auto_elettriche_in_europa.html [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/VOLKSWAGEN/ID3 [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/PROVE/2020/VOLKSWAGEN_ID_3_LA_PROVA_DELL_ELETTRICA_1ST_MAX.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/09/23/VOLKSWAGEN_ID4_PREZZO_DIMENSIONI_INTERNI_USCITA.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/09/01/SKODA_ENYAQ_ELETTRICA_AUTONOMIA_USCITA.HTML [7] https://www.quattroruote.it/listino/volkswagen/id4 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2021/02/25/volvo_geely_addio_al_progetto_di_fusione/gallery/rbig/2020-Geely.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34407 Volvo-Geely - Addio al progetto di fusione http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34407&tipo=fv La VOLVO [1] e la cinese GEELY [2] hanno deciso di cancellare il progetto di fusione, annunciato prima della pandemia del CORONAVIRUS [3], per privilegiare la strada delle collaborazioni industriali. Le due aziende automobilistiche, entrambe controllate dalla holding Zhejiang Geely dellimprenditore Li Shufu, hanno in particolare siglato un accordo per rafforzare la cooperazione nel campo dei propulsori, nella condivisione di piattaforme per veicoli elettrici, negli acquisti, nelle tecnologie per la guida autonoma, nei servizi post-vendita e nellespansione della rete globale del marchio Lynk Co. LE MOTIVAZIONI. A spiegare le ragioni della decisione sono stati i top manager dei due brand: "Dopo aver valutato diverse opzioni per creare valore", ha spiegato Hkan Samuelsson, presidente e amministratore delegato della Volvo, "abbiamo concluso congiuntamente che un modello di collaborazione tra due società indipendenti sia il modo migliore per garantire una crescita continua e allo stesso tempo realizzare sinergie tecnologiche in molte aree. Accogliamo con favore lopportunità di unulteriore e più profonda collaborazione con Geely Auto". "In qualità di azionisti e gestori di un portafoglio di società interamente possedute e quotate, la Geely Holding vede dei vantaggi significativi da partnership e alleanze più profonde pur mantenendo lindipendenza", ha aggiunto Li Shufu. "Siamo incoraggiati dalle potenziali sinergie e opportunità di crescita favorite da questa collaborazione, che creerà due società ancora più forti e competitive a livello globale nel mondo in rapida evoluzione della tecnologia automobilistica e dei nuovi servizi per la mobilità". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/VOLVO [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GEELY [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/CORONAVIRUS 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2021/02/25/seat_leon_sportstourer_nuovi_motori_metano_diesel_benzina_mild_hybrid_caratteristiche_prezzi/gallery/rbig/2020-Seat-Leon-Sportstourer-03.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34408 Seat Leon Sportstourer - Nuovi motori per la station wagon http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34408&tipo=fv La SEAT [1] ha aggiornato la gamma motori della LEON SPORTSTOURER [2] introducendo tre nuove motorizzazioni: la 1.5 TGI a METANO [3] da 130 CV, la 1.0 eTSI mild-hybrid a benzina da 110 CV e una versione del 2.0 TDI diesel da 115 CV. A questi si aggiunge anche lingresso a listino di uninedita variante integrale. 440 KM A METANO. La Sportstourer a metano monta il 1.5 TGI da 130 CV già visto su altri modelli del GRUPPO VOLKSWAGEN [4], abbinato al cambio automatico Dsg a sette rapporti. Secondo il costruttore, i consumi sono compresi tra 6 e 6,7 m/km, mentre le emissioni di CO2 nel ciclo Wltp sono comprese tra i 108 e i 120 g/km. La familiare è dotata di tre serbatoi per il metano che, complessivamente, hanno un volume netto di 17,3 kg e, a detta della Casa, consentono di percorrere a metano fino a 440 km, che diventano 600 sfruttando anche il serbatoio di benzina da nove litri. Grazie a questa configurazione, la vettura è omologata monovalente e ciò comporta alcuni benefici fiscali, che variano a seconda della Regione di residenza, oltre alla possibilità di accesso in zone a traffico limitato. La TGI è disponibile in abbinamento a tutti gli allestimenti presenti nella gamma e, grazie al contributo del marchio e agli incentivi statali, è offerta a partire da 22.250 euro. MILD HYBRID DA 110 CV. La gamma di powertrain elettrificati, invece, si allarga con lintroduzione del 1.0 eTSI mild hybrid da 110 CV, abbinato al doppia frizione Dsg. In determinate condizioni, il sistema a 48 V permette alla vettura di procedere con il propulsore endotermico spento, mentre in fase di frenata recupera energia che viene poi utilizzata per supportare il motore a combustione durante le accelerazioni. I consumi e le emissioni di CO2 dichiarate si attestano tra 5,3 e 6,2 l/100 km e tra 120 e 141g/km rispettivamente. La nuova motorizzazione mild hybrid è disponibile per tutti gli allestimenti presenti a listino e, al netto degli sconti della Casa e degli incentivi, è offerta a partire da 20.700 euro. UN NUOVO DIESEL ENTRY-LEVEL. Per quanto riguarda i propulsori diesel, il 2.0 TDI ora è disponibile in una nuova versione da 115 CV che, offerta in abbinamento a tutti gli allestimenti, dichiara emissioni di CO2 al di sotto del limite necessario per accedere agli ecoincentivi statali: sconti compresi, il prezzo parte da 20.900 euro. Il 2.0 TDI da 150 CV accoppiato al cambio automatico Dsg a sette marce, invece, ora è offerto anche con la trazione integrale 4Drive negli allestimenti Business, FR e Xcellence. In questo caso i prezzi partono da 26.600 euro. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/SEAT.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/SEAT_LEON_ST [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/METANO [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GRUPPO_VOLKSWAGEN 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2021/02/26/formula_1_la_ferrari_riparte_da_leclerc_e_sainz/gallery/rbig/2021-scuderia-ferrari-piloti.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34415 Formula 1 - La Ferrari riparte da Leclerc e Sainz http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34415&tipo=fv Dopo un anno deludente, la SCUDERIA FERRARI è PRONTA A RIPARTIRE. Il conto alla rovescia per conoscere la nuova SF21 è già iniziato e la curiosità di media e tifosi culminerà il prossimo 10 marzo, giorno della presentazione della nuova vettura. Oggi, il team di Maranello ha svelato la sua formazione di piloti e ha contestualmente riorganizzato i ruoli degli uomini chiave del team. I PILOTI, PRESENTE E FUTURO DELLA ROSSA. I protagonisti di oggi sono i due piloti, il monegasco Charles Leclerc e lo spagnolo Carlos Sainz Jr. Questa è la più giovane coppia di driver della Scuderia dal 1968. I due sono stati protagonisti del video di presentazione nel quale raccontano chi sono e cosa provano nel lavorare in un team speciale come quello della Ferrari. Poi si intervistano a vicenda, portando alla luce tutta la voglia di riscatto da parte di Leclerc e la volontà di integrarsi e ottenere subito risultati da parte di Sainz. Proprio lo spagnolo non vede lora di andare in pista, dopo le lunghe ed estenuanti riunioni del pre-stagione con tecnici e ingegneri. Ha detto: La prima volta in cui ti vesti di rosso è unemozione indimenticabile. Nei prossimi cinque anni voglio diventare campione del mondo e penso che la Ferrari sia il posto migliore dove provare a farlo. COME CAMBIA LA SCUDERIA. Niente rivoluzioni per il nuovo organigramma del team, ma sono stati ridistribuiti i ruoli nellottica di una maggiore efficienza durante quella che si preannuncia come la stagione più lunga di sempre, con 23 Gran Premi, che peserà sia dal punto di vista fisico sia su quello tecnico e gestionale. Per larea tecnica, Enrico Cardile avrà la responsabilità dellarea telaio, mentre Enrico Gualtieri quella sulla power unit. In particolar modo, larea telaio sarà divisa in Vehicle Concept (David Sanchez), Chassis Performance Engineering (Enrico Cardile), Chassis Project Engineering (Fabio Montecchi), Vehicle Operations (Diego Ioverno). Il Team Principal, Mattia Binotto, non dovrà più occuparsi della parte commerciale, che passa alla Scuderia Ferrari Commercial, Marketing and Events e sarà diretto da Nicola Boari. ELKANN: "DOBBIAMO DIMOSTRARE DI VOLER VINCERE". Alla vigilia della presentazione della squadra, il presidente della Ferrari - John Elkann - ha incontrato il team. Oltre agli ingegneri e ai meccanici, cerano anche i due piloti e il team principal Binotto. Elkann ha voluto sottolineare che "la cosa più importante di questa stagione sarà dimostrare la nostra voglia di vincere. Servono responsabilità ed umiltà. Bisognerà prestare attenzione a ogni minimo dettaglio: conta tutto". 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2021/02/25/tesla_model_3_stop_produzione_mancanza_chip/gallery/rbig/2021-tesla-fabbrica-1.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34409 Tesla Model 3 - Si ferma una linea di produzione: mancano i chip http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34409&tipo=fv La TESLA [1] ha temporaneamente fermato una delle linee di produzione della MODEL 3 [2] nella fabbrica di Fremont, in California. Secondo le prime indiscrezioni, lo stop è iniziato il 22 febbraio e sarebbe dovuto durare due settimane, fino al 7 marzo prossimo. ELON MUSK [3], però, recentemente ha dichiarato che la linea è rimasta ferma solo per due giornate ed è ripartita il 24 febbraio. La produzione dovrebbe tornare a pieno regime nei prossimi giorni. Il ceo ha spiegato così lo stop: "Stiamo riscontrando alcuni problemi di fornitura di parti, quindi abbiamo colto loccasione per fermare Fremont per eseguire degli aggiornamenti e la manutenzione delle apparecchiature". Musk non specifica con quali componenti abbiano riscontrato problemi, ma la spiegazione più logica è la carenza di chip che ormai da tempo affligge tutti i settori industriali, specialmente quello automotive. UNA CRISI CHE COLPISCE TUTTI. La Tesla si aggiunge alla lunga lista di costruttori che stanno affrontando il medesimo problema: basta pensare ai CONTINUI AGGIUSTAMENTI ALLA PRODUZIONE [4] di TOYOTA [5], NISSAN [6], HONDA [7], MAZDA [8] e dei marchi di STELLANTIS [9], oppure alla FORD [10] e alla GENERAL MOTORS [11], che sono state costrette a ridurre i volumi produttivi in alcuni dei loro stabilimenti, arrivando a dover parcheggiare nei piazzali i veicoli parzialmente assemblati, in attesa di poter montare le componenti elettroniche. La crisi dei chip, che SECONDO ALCUNI ESPERTI DURERà A LUNGO [12], è talmente impattante che gli Stati Uniti e lUnione Europea hanno iniziato a valutare INIZIATIVE PER RIDURRNE GLI EFFETTI [13]: in particolare, il presidente BIDEN [14] ha annunciato lintenzione di chiedere al Congresso lautorizzazione per UN MAXI-FINANZIAMENTO DA 37 MILIARDI DI DOLLARI [15] per rafforzare la capacità produttiva di processori sul territorio nazionale. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TESLA.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/TESLA_MODEL_3 [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/ELON_MUSK [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2021/02/10/CRISI_CHIP_PRODUZIONE_AUTO_SEMICONDUTTORI.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/TOYOTA.HTML [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/NISSAN.HTML [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/HONDA.HTML [8] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/MAZDA.HTML [9] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/STELLANTIS [10] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FORD.HTML [11] https://www.quattroruote.it/tags/general_motors [12] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2021/02/16/AUTOMOTIVE_IHS_LA_CRISI_DEI_CHIP_DURERA_MESI_OLTRE_600_MILA_AUTO_PRODOTTE_IN_MENO_SOLO_NEL_PRIMO_TRIMESTRE_.HTML [13] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2021/02/12/AUTOMOTIVE_UE_E_STATI_UNITI_AL_LAVORO_PER_RISOLVERE_LA_CRISI_DEI_CHIP.HTML [14] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/BIDEN [15] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2021/02/25/STATI_UNITI_AUTOMOTIVE_LA_CASA_BIANCA_PROMETTE_37_MILIARDI_DI_DOLLARI_PER_SUPERARE_LA_CRISI_DEI_CHIP.HTML 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/foto_spia/2021/02/25/skoda_fabia_2021_novita_dimensioni_motori/gallery/rbig/2021-skoda-fabia-camouflage-01.JPG http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34410 Skoda Fabia - Nuovi dettagli sulla quarta generazione http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34410&tipo=fv Ormai rimangono solo le camuffature a custodire i segreti della NUOVA FABIA [1], il cui debutto dovrebbe essere questione di settimane. Nellattesa, la SKODA [2] ha infatti diffuso ulteriori immagini della vettura e rilasciato informazioni che riguardano le dimensioni, la gamma dei motori e le dotazioni che caratterizzano la quarta generazione della compatta boema. LE DIMENSIONI. Anzitutto ora sappiamo quali saranno, in termini di misure, i risultati derivanti dallutilizzo della piattaforma Mqb-A0, già in dote alle cugine Volkswagen Polo e Seat Ibiza. In questa nuova serie, la Fabia guadagna 11 cm in lunghezza, quasi cinque in larghezza e 9,4 nel passo, con valori che salgono rispettivamente a 4,11, 1,78 e 2,56 metri. Il tutto si tradurrà in maggiore spazio a disposizione per i passeggeri, soprattutto in seconda fila, ma cresce anche il bagagliaio, passando dagli attuali 330 litri a 380 dichiarati (per la versione a cinque porte) e raggiungendo un valore di 1.190 con i sedili posteriori ripiegati. SOLO A BENZINA. Nel cofano arrivano poi i motori Evo, aggiornati per contenere le emissioni e i consumi, due aspetti sui quali la Skoda ha lavorato anche limando il coefficiente di resistenza aerodinamica della Fabia, ridotto a 0,28 (da 0,32), ridisegnando alcune componenti, a partire dalle ruote, e sfruttando una serranda del radiatore a regolazione attiva. La gamma è composta da cinque benzina per potenze comprese tra 65 e 150 CV, anche se lunità più prestante (l1.5 TSI da 150 CV) non sarà proposta in Italia. La scelta nel nostro Paese ricadrà dunque unicamente sui tre cilindri, aspirati MPI da 65 e 80 CV (abbinati a un manuale a 5 marce con una coppia di 95 Nm) e turbo TSI da 95 e 110 CV con una coppia di 175 Nm. Il 110 cavalli può fare coppia con un cambio manuale a 6 marce o con il Dsg a 7 rapporti. FINO A NOVE AIRBAG. Tra le altre novità si segnalano una dotazione di sicurezza ampliata e inedite soluzioni pratiche per vivere lauto. La quarta serie della compatta della Freccia alata offre fino a nove airbag, mentre la lista degli Adas disponibili si allunga con il Travel Assistant, il Side Assistant e il Park Assistant. Da altri modelli della Casa, poi, derivano lo schienale del sedile del passeggero anteriore abbattibile, la tasca posizionata sotto la copertura del vano bagagli, la presa USB C supplementare integrata allo specchietto retrovisore interno e, nel vano posteriore, due tasche porta-smartphone sugli schienali dei sedili anteriori. ARRIVA LA STRUMENTAZIONE DIGITALE. Pur con le pellicole ancora addosso, la Fabia tradisce già in queste immagini alcune caratteristiche del suo rinnovato stile, reso più dinamico da linee scolpite e da una fanaleria dal taglio felino, che attraverso la tecnologia rende il muso della vettura più grintoso. Già nella versione daccesso, infatti, i Led sono presenti per le funzioni principali, mentre, a richiesta, si possono avere i fari full Led. Non sono ancora state fornite, invece, immagini degli interni, nei quali la plancia è stata rimodellata per enfatizzare la larghezza dellabitacolo, debutta il Virtual Cockpit (optional) ed è possibile aggiungere diverse decorazioni a seconda degli allestimenti, che sono tre: Active, Ambition e Style. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2021/02/11/SKODA_FABIA_IMMAGINE_TEASER_CARATTERISTICHE.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/LISTINO/SKODA 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2021/02/24/mondiale_endurance_la_ferrari_in_le_mans_hypercar_dal_2023/gallery/rbig/2021-Ferrari-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34411 Mondiale Endurance - La Ferrari tornerà a Le Mans nel 2023 con una Hypercar http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34411&tipo=fv Una splendida notizia per tutti gli appassionati di motorsport: la FERRARI [1] ha annunciato LAVVIO DEL PROPRIO PROGRAMMA LE MANS HYBRID che porterà il Cavallino Rampante in pista a partire dal 2023 per sfidare in primis PORSCHE [2], TOYOTA [3], AUDI [4] e PEUGEOT [5]. IL RITORNO, 50 ANNI DOPO. Nel 1973, Enzo Ferrari decise di abbandonare le competizioni endurance per concentrarsi esclusivamente sulla Formula 1 e così sarà ancora fino alla fine del 2022. Esattamente cinquantanni dopo, nel 2023 appunto, il Cavallino Rampante schiererà la sua Hypercar nella categoria regina del WEC. La decisione di competere nella top class del Mondiale Endurance è arrivata in seguito a unattenta e dettagliata analisi: dopo aver scartato lipotesi di correre nella Indycar, la Casa di Maranello ha deciso di prendere al volo loccasione di competere ai massimi livelli dellendurance. Il programma di collaudi in pista, il nome della vettura e i piloti che prenderanno parte a questa nuova avventura saranno comunicati più avanti. GRANDI AMBIZIONI. John Elkann, Presidente di Ferrari, ha commentato: "In oltre 70 anni di competizioni abbiamo portato le nostre vetture a ruote coperte a trionfare sulle piste di tutto il mondo, sperimentando soluzioni tecnologiche davanguardia: innovazioni che nascono dai circuiti e rendono straordinaria ogni auto stradale prodotta a Maranello. Con il nuovo programma Le Mans Hypercar, Ferrari rilancia il suo impegno sportivo e conferma la volontà di essere protagonista nei campionati di eccellenza del motorsport mondiale". Jean Todt, presidente della FIA, ha accolto con entusiasmo lannuncio affermando: "Questa è una grande notizia per la FIA e, più in generale, per il mondo del motorsport. Crediamo fortemente nello spirito della Le Mans Hypercar e non vedo lora di vedere concretizzarsi in pista questo ambizioso progetto". Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/FERRARI.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/PORSCHE.HTML [3] https://www.quattroruote.it/auto/toyota.html [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/AUDI.HTML [5] https://www.quattroruote.it/auto/peugeot.html 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2021/02/28/auto_elettriche_i_colossi_delle_batterie/gallery/rbig/2021-batterie-auto-elettriche-1.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34412 Auto elettriche - I grandi produttori di batterie http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34412&tipo=fv Le batterie, ovviamente, giocano un ruolo fondamentale nella diffusione delle auto elettriche. Ma al di là della tecnologia e dellevoluzione tecnica (ATTUALMENTE ANCORATA AL LITIO [1]), oggi le maggiori preoccupazioni sono legate allo SMALTIMENTO [2] e allapprovvigionamento delle materie prime. Quanto a questultimo aspetto, si stima che nellUnione Europea la domanda di litio possa aumentare del 1.800% dal 2020 al 2030, anno in cui la richiesta di cobalto nella stessa area potrebbe addirittura raggiungere le 316 mila tonnellate (nel 2017 erano 104 mila). La produzione di accumulatori, dunque, è e sarà sempre più un fattore strategico per la diffusione dei veicoli elettrici. Emblematiche, in questo senso, sono le parole di Wayne Griffiths, presidente dei marchi Seat e Cupra, secondo il quale ALLA SPAGNA SERVIREBBE GIà UNA FABBRICA AD HOC DI BATTERIE [3]. In Italia, invece, la neonata Italvolt ha appena annunciato la volontà di realizzare in Piemonte LA GIGAFACTORY PIù GRANDE DEUROPA [4]. Ma quali sono i principali player nella produzione di accumulatori per auto? IL COLOSSO CINESE. Il maggiore produttore di batterie al mondo è la Chinas Contemporary Amperex Technology (Catl), che tra i propri clienti può già vantare BMW e Daimler, ma anche Volkswagen, Toyota e Volvo, senza dimenticare la Honda, entrata nel capitale azionario dellazienda cinese con una partecipazione dell1%. Nel 2020 il colosso asiatico ha sottoscritto anche un accordo biennale con la Tesla, che prevede la fornitura di accumulatori per la fabbrica di Shanghai in previsione del raddoppio delle vendite in Cina. PARTNER DI TESLA. Il principale partner industriale della Tesla rimane comunque la Panasonic. Nei mesi scorsi, proprio con la Casa di Elon Musk, lazienda giapponese ha rinnovato gli accordi di fornitura per la Gigafactory di Reno, in Nevada, che dovrebbero portare a UN AMPLIAMENTO DELLA STESSA FABBRICA [5] con una nuova linea di assemblaggio delle batterie. Tra le altre Case con cui la Panasonic ha stretto accordi cè anche la Toyota: con questultima, è stata di recente ampliata la partnership per produrre una nuova generazione di batterie agli ioni di litio destinate alle ibride del marchio nipponico. Le vetture saranno costruite nella fabbrica della prefettura di Tokushima, a un centinaio di chilometri da Osaka, a partire dal 2022. LALTRO "DRAGONE". Sempre la Toyota ha annunciato nel 2020 UNA NUOVA JOINT VENTURE CON LA BYD [6] dedicata alla ricerca e allo sviluppo di batterie per auto elettriche. Del resto, lazienda cinese, partecipata dalla Berkshire Hathaway del miliardario americano Warren Buffett, è uno dei principali fornitori al mondo di batterie, destinate soprattutto a veicoli di propria produzione. UN FUTURO SOLIDO. Tra gli altri colossi asiatici non manca la coreana Samsung SDI, già fornitrice di diverse Case automobilistiche come BMW e Volvo. Entro il 2024 dovrebbe inaugurare un nuovo sito produttivo a Detroit, nel Michigan, e ha persino annunciato batterie allo stato solido con autonomie fino a 800 km: secondo lo stesso produttore, questi accumulatori dovrebbero garantire le stesse prestazioni anche dopo 1.000 cicli di ricarica. TANTE PARTNERSHIP. Arriva dalla Corea del Sud un altro importante fornitore di accumulatori, la LG Chem, che produce batterie per varie Case automobilistiche come Renault, Hyundai e Ford, ma anche a Tesla e Lucid. Lazienda coreana ha stabilimenti persino in Polonia e nel Michigan: presto sarà inaugurato un nuovo sito produttivo in Ohio, frutto di una joint venture con la General Motors. PARTNER DELLA FERRARI. In Corea del Sud ha sede anche il quartier generale della SK Innovation, altro grande fornitore di batterie, scelto persino dalla Ferrari per la SF90 STRADALE [7] dopo lunghi test effettuati con accumulatori di varie aziende. Il colosso asiatico, tuttavia, sta avendo molti problemi sul mercato statunitense: negli Usa, infatti, gli accumulatori della SK Innovation sono stati messi al bando dalla U.S. International Trade Commission (ITC), in seguito a una causa intentata dalla connazionale LG per violazione di brevetti. Un problema non da poco per unazienda che sta investendo ben 2,6 miliardi di dollari nella costruzione di un nuovo stabilimento nei pressi di Atlanta, in Georgia. Nonostante la condanna, è stato tuttavia disposto il via libera temporaneo alla vendita di batterie SK Innovation a Ford e Volkswagen, rispettivamente per la versione elettrica del pick-up F-150 e per la ID.4 americana. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/tecnologia/2020/12/06/batterie_la_loro_evoluzione_dal_piombo_agli_elettrodi_a_secco.html [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/ECOLOGIA/2019/09/12/AUTO_ELETTRICHE_TUTTE_LE_INFORMAZIONI_SUL_RIUTILIZZO_SUL_RECUPERO_E_SULLO_SMALTIMENTO_DELLE_BATTERIE.HTMLHTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/ECOLOGIA/2019/09/12/AUTO_ELETTRICHE_TUTTE_LE_INFORMAZIONI_SUL_RIUTILIZZO_SUL_RECUPERO_E_SULLO_SMALTIMENTO_DELLE_BATTERIE.HTML [3] https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2021/02/23/seat_griffiths_fabbrica_batterie_barcellona_spagna.html [4] https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2021/02/23/seat_griffiths_fabbrica_batterie_barcellona_spagna.html [5] https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2020/08/20/tesla_batterie_panasonic_gigafactory.html [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/INDUSTRIA-FINANZA/2020/04/02/TOYOTA_E_BYD_UNA_JOINT_VENTURE_PER_LO_SVILUPPO_DI_VEICOLI_ELETTRICI.HTML [7] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/FERRARI-SF90-STRADALE 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/industria-finanza/2021/02/26/unrae_dopo_due_anni_tornano_a_scendere_le_emissioni_di_co2_delle_auto_nuove/gallery/rbig/2020-Mercato-Auto-04.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34413 Unrae - Dopo due anni tornano a scendere le emissioni di CO2 delle auto nuove http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34413&tipo=fv Il mercato automobilistico italiano ha visto NEL 2020 [1] uninversione di tendenza nel quantitativo di emissioni di CO2 prodotte dalle vetture di nuova immatricolazione: è quanto emerge dal Book Unrae 2020, pubblicazione dellassociazione delle Case estere che riassume i principali trend del settore automotive italiano. In particolare, il crollo delle vendite di veicoli diesel ha spinto le emissioni a salire dai 112,4 grammi/chilometro del 2017 ai 114,7 del 2018, e poi ai 119,1 del 2019, ma lanno scorso il dato è sceso a 108,3: si tratta del livello più basso dallinizio della serie storica, nel 2008. SEMPRE MENO DIESEL. In termini percentuali, si registra una flessione del 9,1% rispetto al 2019 e del 25% rispetto al 2008. Il motivo è presto detto: lanno scorso, grazie agli incentivi alla rottamazione, il mercato ha assistito a un boom di vendite per le vetture elettrificate e a una contestuale contrazione per le benzina e le diesel. Per questultime i dati sono impietosi: dopo aver sfiorato il 57% del mercato nel 2016 e raggiunto il picco di vendite nel 2017 con oltre 1,11 milioni di unità, i veicoli a gasolio hanno pagato le campagne di demonizzazione scatenate dal DIESELGATE [2] e sono scesi dal 51,2% del 2018 al 39,8% del 2019, e poi al 32,7% dellanno scorso, quando la domanda ha subito una flessione addirittura del 41%. Non va tanto meglio per i veicoli a benzina, in contrazione del 39% e con un peso sul totale del 37,8% (era del 44,4% nel 2019). Le auto a Gpl scendono del 31% e si fermano al 6,8% del totale, mentre quelle a metano passano dal 2% al 2,3% del mercato. BOOM ELETTRIFICATE. A sostituire le alimentazioni tradizionali sono soprattutto le ibride: sulla spinta degli incentivi, le vetture elettrificate hanno aumentato la loro la penetrazione nel mercato, salendo dal 5,7% del 2019 al 16,1%. Le ibride plug-in, con una crescita del 320%, sono passate dallo 0,34% all1,99% e le elettriche, con un +204%, dallo 0,6% al 2,4%. Nel complesso, le immatricolazioni di veicoli "alla spina" sono cresciute del 248%, per una quota in salita dallo 0,9% al 4,3%, grazie non solo alle agevolazioni fiscali ma anche a una crescente offerta di prodotto, accompagnata da una maggior disponibilità di punti di ricarica. A tal proposito, lUnrae sottolinea però che la rete di rifornimento è ancora troppo esigua, soprattutto se confrontata con quella degli altri Paesi europei: con 2,7 colonnine ogni 100 chilometri, contro 4,7 della media europea, lItalia si piazza al quattordicesimo posto nel Vecchio Continente. ETà ELEVATA. Gli incentivi hanno dunque fornito una spinta decisiva allelettrificazione del mercato, ma non hanno ancora risolto il grande problema del parco circolante italiano, ovvero la sua "età avanzata", che comporta risvolti in termini di sicurezza e inquinamento. In Italia circolano oltre 38,5 milioni di vetture, ma circa il 30% appartiene alle categorie da Euro 0 a 3 e ha più di 15 anni. Con i 10,4 milioni di Euro 4 - avverte lUnrae - la percentuale complessiva di auto obsolete e inquinanti sale al 56,4% del totale. LE STIME. Sul mancato rinnovo del parco circolante ha ovviamente avuto un peso decisivo il crollo della domanda causato dalla pandemia del coronavirus. "Quello appena concluso, con 1,38 milioni di auto immatricolate, è il secondo anno peggiore degli ultimi 30, dopo il record negativo di 1,30 milioni nel 2013, e ben al di sotto della media di 1,9 milioni di immatricolazioni dei quattro anni precedenti", afferma il presidente dellUnrae Michele Crisci, ricordando le pesanti conseguenze economiche: "Il settore ha perso 10 miliardi di euro di fatturato rispetto al 2019 e le casse dello Stato 1,8 miliardi di euro di gettito Iva". "Si spera - conclude Crisci - in una ripresa nel 2021 quando, salvo ulteriori restrizioni per Covid e col beneficio degli incentivi, si prevede un rialzo del 12,2% a 1,55 milioni di unità, ancora fortemente in calo rispetto al 2019. Un livello di immatricolazioni largamente insufficiente rispetto alla media, che mette ancora in serio rischio la sopravvivenza di aziende e occupazione. LE ALTRE CURIOSITà. Il Book Unrae fornisce ulteriori curiosità sullandamento del mercato italiano. Per esempio, lanalisi delle vendite per tipologia di carrozzeria mostra un peso delle crossover più vicino a quello delle berline: 36,1% contro 46,1%. Tra i colori, il grigio rimane il preferito (36,3%), seguito dal bianco (25,3%) e dal nero (15,3%). La crisi ha ovviamente colpito anche i carburanti: nel 2020, il consumo di diesel è sceso del 16,6% e quello di benzina del 21,2%, con un parallelo calo delle percorrenze medie. Infine, lanno passato ha segnato una pesante contrazione anche per le autovetture usate che, con 4,67 milioni di passaggi di proprietà, hanno perso il 16,6%; letà media delle auto trasferite tocca un nuovo record dal 2013, arrivando a 9,4 anni. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/MERCATO/2021/01/04/MERCATO_ITALIANO_VENDITE_AUTO_DICEMBRE_2020.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/DIESELGATE 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/nuovi-modelli/2021/02/26/volkswagen_golf_gti_clubsport_45_edizione_limitata_motore_caratteristiche_immagini/gallery/rbig/2021-volkswagen-golf-gti-clubsport-45-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34414 Volkswagen Golf GTI - La Clubsport 45 celebra i successi della hot hatch http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34414&tipo=fv Era il 1976 quando la VOLKSWAGEN [1] lanciò la prima GOLF GTI [2] [3]: ora, a distanza di 45 anni, la Casa tedesca ha presentato la GOLF GTI CLUBSPORT 45, unedizione limitata che celebra i successi della compatta sportiva di Wolfsburg, venduta in oltre 2,3 milioni di esemplari. Gli ordini si apriranno il 1 marzo, ma la vettura sarà disponibile solo per alcuni mercati selezionati e ancora non sappiamo se lItalia è uno di questi. MOTORE TURBOBENZINA DA 300 CV. Lauto è basata sulla versione CLUBSPORT [4], perciò è spinta da un 2.0 TSI da 300 CV e 400 Nm di coppia massima abbinato al cambio automatico Dsg a sette rapporti. Per lo stesso motivo, la due volumi vanta anche un assetto specifico, unaerodinamica rivista, freni maggiorati e una modalità di guida studiata appositamente per lutilizzo in pista. PACCHETTO RACE DI SERIE. Esternamente, invece, questa nuova variante della hot hatch tedesca si differenzia dalla Clubsport "standard" grazie ad alcuni badge identificativi e al tetto nero, completo di spoiler, che rende omaggio al lunotto con cornice nera della prima Golf GTI. La vettura, inoltre, offre di serie i fari Matrix Led IQ.Light e il pacchetto Race, che include i cerchi di lega da 19" con finitura nera lucida e i dettagli rossi, un impianto di scarico sportivo e lo sblocco della velocità massima, che per la Clubsport 45 supera i 250 km/h. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/VOLKSWAGEN.HTML [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/VOLKSWAGEN_GOLF_GTI [3] https://www.quattroruote.it/tags/volkswagen_golf_gti [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/NUOVI-MODELLI/2020/10/14/VOLKSWAGEN_GOLF_GTI_CLUBSPORT_MOTORE_PRESTAZIONI_INTERNI_USCITA.HTML 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/mercato/2021/02/26/citycar_e_utilitarie_i_modelli_in_vendita_in_italia_nel_2021_foto_gallery/gallery/rbig/2021-citycar-utilitarie-italia-foto-gallery-01.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34401 Citycar e utilitarie - I modelli in vendita in Italia nel 2021 - FOTO GALLERY http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34401&tipo=fv Fino a pochi anni fa, le CITYCAR e le UTILITARIE erano modelli fondamentali per le Case automobilistiche. Soprattutto i più grandi marchi italiani, francesi e tedeschi non lesinavano a proporre vetture a ruote basse dei segmenti A e B nei propri listini, in genere offerte in una ricca gamma di versioni e motori. Da un po di tempo, anche in Paesi come il nostro, particolarmente affezionati alle auto più piccole, i gusti della clientela si stanno spostando su altre tipologie di veicoli, a cominciare dalle B-Suv, seppur più grandi e ingombranti. POCO REDDITIZIE. Del resto, le stesse Case stanno concentrando gli sforzi produttivi su modelli dalle dimensioni più generose, anche a causa dei frequenti aggiornamenti dovuti agli standard sulle emissioni imposti dallEuropa, che rendono ancor meno redditizio lo sviluppo di citycar e utilitarie, di cui, tuttavia, non mancano diverse proposte interessanti. LA RASSEGNA. Per scoprire quali, vi invitiamo a scorrere le immagini della nostra galleria, dove potete trovare tutti i modelli a ruote basse dei segmenti A e B oggi in vendita in Italia e alcune informazioni di base. Molte vetture presentano dei powertrain elettrificati mild e full hybrid, se non elettrici, mentre si è ridotta lofferta delle varianti a gasolio: del tutto scomparse tra le citycar e, talvolta, sostituite dalle versioni a GPL [1] o a METANO [2], tali alimentazioni resistono ancora su qualche utilitaria. Links: ------ [1] https://www.quattroruote.it/news/mercato/2021/02/14/auto_a_gpl_i_modelli_in_vendita_nel_2021_foto_gallery_.html [2] https://www.quattroruote.it/news/mercato/2021/02/20/auto_a_metano_i_modelli_in_vendita_nel_2021_foto_gallery.html 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2021/02/28/mondiale_rally_in_finlandia_vince_la_hyundai_con_ott_tanak/gallery/rbig/2021-tanak-hyundai-finlandia.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34399 Mondiale Rally - In Finlandia vince la Hyundai con Ott Tanak http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34399&tipo=fv OTT TANAK ha vinto il RALLY DI FINLANDIA, seconda prova del Mondiale 2021. Lestone della Hyundai ha ottenuto il successo davanti alla Toyota di Rovanperä e allaltra i20 Coupé del belga Neuville. IL GIOVANE FINLANDESE SUGLI SCUDI. Le Toyota erano arrivate in Finlandia con il favore del pronostico, ma hanno dovuto fare i conti con Ott Tanak e la sua Hyundai, capace di costruirsi un comodo vantaggio nelle foreste ghiacciate della Lapponia durante i primi due giorni di gara; poi, senza commettere errori, è andato a vincere la gara con un margine di 17,5 secondi sulla Yaris guidata dallidolo di casa, Kalle Rovanperä. Il ventenne della Toyota, a sua volta, ha dato sfoggio di tutto il suo talento e, nonostante una gara non certo priva di sbavature, è riuscito a capitalizzare la sua esperienza su ghiaccio e neve, tenendosi alle spalle laltra arrembante Hyundai guidata da Thierry Neuville. Con il secondo posto odierno e la vittoria nella Power Stage finale, Rovanperä diventa leader del Mondiale: è il più giovane leader nella storia del WRC. ASSENZE PESANTI. Weekend da dimenticare per Sébastien Ogier. Il sette volte campione del mondo ha commesso un errore sabato pomeriggio, a poche centinaia di metri dal traguardo dellultima prova. Dopo aver colpito un banco di neve, ci si è incastrato ed è stato costretto al ritiro. Oggi, nella Power Stage finale, è riuscito a conquistare un solo punto, che non si può certo definire una consolazione, visto quanto è stato gettato alle ortiche. LE CLASSIFICHE. Rovanperä, con i suoi 39 punti, è ora il leader della classifica. Thierry Neuville, a podio in entrambe le gare finora disputate, insegue da vicino con 35 punti. Scende al terzo posto Ogier, con 31 punti a pari merito con Elfyn Evans. Tra i costruttori, la Toyota è leader con 88 punti, mentre la Hyundai insegue a quota 77. 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/sport/2021/02/27/formula_e_eprix_diriyah_2_vince_bird_con_la_jaguar/gallery/rbig/2021-bird-podio.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34400 Formula E - ePrix Diriyah 2, vince Bird con la Jaguar http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34400&tipo=fv Prima vittoria stagionale per la JAGUAR RACING, grazie a una splendida prestazione di SAM BIRD. Il pilota inglese, partito dalla terza posizione della griglia, è riuscito a beffare il poleman ROBIN FRIJNS, sfruttando a suo favore la bandiera rossa esposta a due minuti dalla fine che ha fatto concludere anzitempo la corsa. Terza posizione per la DS Techeetah di JEAN-ERIC VERGNE, salito sul podio dopo una lotta particolarmente serrata - a suon di sportellate - con il suo compagno di squadra Antonio Félix da Costa. FINALE COL BOTTO. Una gara rocambolesca, terminata con un colpo di scena: al giro 26, lincidente tra la BMW di Gunther e la Nio 333 di Blomqvist, costringe i commissari a esporre le bandiere gialle. Ma qualche secondo dopo, nello stesso punto, la Mahindra di Alex Lynn capotta e striscia sottosopra contro le barriere della grande via di fuga, dopo un contatto con la Jaguar di Evans. Per Lynn è stata una brutta botta: il team ha fatto sapere che è cosciente, ma per precauzione è stato trasportato in ospedale per ulteriori accertamenti. Non è stato certo lunico episodio controverso del weekend: un problema al brake-by-wire ha portato contro le barriere la Venturi di Mortara durante lultima sessione di libere e litalo-svizzero, pur stando bene, ha saltato la gara, così come per precauzione è stato fermato anche il suo compagno di squadra. GARA COMBATTUTA. Oltre alla lotta per la vittoria, che ha visto Bird combattere con il coltello tra i denti contro Frijns prima di potergli strappare la leadership, da evidenziare anche la bella battaglia casalinga tra i due piloti della DS Techeetah. Vergne e Da Costa se le sono suonate di santa ragione, in barba a qualsiasi ordine di squadra, con Jean-Eric che alla fine riesce ad avere la meglio sul compagno di squadra portoghese e conquistare anche un posto sul podio. LE CLASSIFICHE. Dopo i primi due round stagionali, Nyck De Vries è il leader del campionato piloti con 29 punti. Seguono Sam Birdi a quota 25 e Frijns con 22 punti. La classifica costruttori vede la Jaguar Racing in testa con 40 punti e sette di vantaggio sulla Mercedes-EQ. La Casa della Stella ha un solo punto di vantaggio sulla Virgin Racing che, lo ricordiamo, usa lo stesso powertrain del team ufficiale. EPRIX DIRIYAH - RISULTATI DELLA GARA (TOP 10) 1. Bird - Jaguar Racing 2. Frijns - Virgin Racing 3. Vergne - DS Techeetah 4. Da Costa - DS Techeetah 5. Cassidy - Virgin Racing 6. Sette Camara - Dragon Penske Autosport 7. Mueller- Dragon Penske Autosport 8. Turvey - NIO 333 9. Rowland - Nissan e.Dams 10. Rast - Audi Sport ABT 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/primo_contatto/2021/02/25/audi_q3_sportback_tfsi_e_ibrida_plug_in_caratteristiche_prezzo_interni_guida_su_strada/gallery/rbig/2021-audi-q3-sportback-tfsi-e-001.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=34402 Audi Q3 TFSI e - Al volante dellibrida ricaricabile http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=34402&tipo=fv Con questa fanno dieci, tanti quanti sono i modelli IBRIDI PLUG-IN [1] presenti nella gamma della Casa tedesca. Un innesto importante, quello della Q3 [2] e della più dinamica Q3 SPORTBACK [3], se si considera che unAUDI [4] su cinque venduta in Italia è proprio una di queste due Suv. Adesso, quindi, la scelta include un sistema di propulsione in più, che può incontrare i favori di quellutenza il cui commuting quotidiano rientra nei fatidici 50 chilometri circa. Come sottolineiamo sempre nel caso di tutte le Phev, infatti, i massimi benefici di questa tecnologia si apprezzano sui brevi e medi tragitti e se si dispone di un punto di ricarica domestica, per rigenerare il più spesso possibile la batteria. Così, si può viaggiare quasi esclusivamente in elettrico con la rassicurante certezza che, alloccorrenza, ci sono comunque un motore termico e un serbatoio di benzina per ampliare il proprio raggio dazione. POWERTRAIN DA 245 CV. Nella fattispecie delle Q3 TFSI e, il powertrain è quello ormai ben noto del GRUPPO VOLKSWAGEN [5], che vede in prima linea il buon 1.4 turbobenzina accoppiato al cambio a doppia frizione e, sistemato fra i due, un motore elettrico. Per questa Suv, la scelta è ricaduta sulla variante più potente, con un output complessivo di 245 CV anziché i 204 dellarchitettura base. La batteria al litio ha una capacità di 13 kWh (ricarica in circa 5 ore e mezza con la presa domestica, meno di 4 ore con la trifase) e, quando si sceglie di viaggiare in modalità Ev, il range dichiarato secondo il ciclo Wltp oscilla fra i 45 e i 51 km. UN PERCORSO IMPEGNATIVO. Il tragitto che mi aspetta è incantevole paesaggisticamente parlando, ovvero i passi dolomitici, ma piuttosto sfidante per una plug-in ibrida, per via dei considerevoli dislivelli. La mia riserva energetica di 50 km, da computer di bordo, si esaurisce quindi piuttosto in fretta mentre affronto il passo Giau. Ho deciso di mantenere la modalità automatica di gestione dellenergia e di non passare subito allibrido, proprio per apprezzare le prestazioni in puro elettrico su un percorso di montagna: la guida è estremamente fluida e la brillantezza adeguata (0-60 km/h in 5,2 secondi) mi consente di salire spedito fra i tornanti, senza stare a scomodare il 1.4 a benzina; volendo, ma qui non è il caso, potrei pure viaggiare fino a 140 km/h spinto soltanto dai 116 CV e 330 Nm di coppia del motore elettrico. GLI ASSI NELLA MANICA. In discesa recupero un po di energia, con lelettrico che lavora come alternatore ed è anche un buon freno motore virtuale per non sollecitare troppo limpianto frenante, che è elettroidraulico e vanta una buona modulabilità. Il resto del tragitto lo affronto in modalità ibrida, quella in cui la gestione elettronica fa lavorare con la massima efficienza i due propulsori. A disposizione ho però due utili carte che potrei giocarmi: la funzione battery hold, che consente di preservare la batteria per un successivo utilizzo Ev in area urbana, e la battery charge, dove il termico, oltre a fornire trazione, funge da generatore per ripristinare laccumulatore, consci però del fatto che i consumi di benzina, per forza di cose, salgono un po. LA GRINTA CHE NON TI ASPETTI. Direzione passo Falzarego, unaltra arrampicata. Adesso che il 1.4 turbobenzina è della partita, voglio godermi un po di piacere di guida, daltronde questa strada la chiama a gran voce. In salita, con lacceleratore spalmato sul pavimento, la spinta è quella che ti aspetti da un millequattro con 150 cavalli: buona, sì, ma in carriera ammetto di aver guidato attrezzi più performanti. Affondando in kick-down, per richiamare il boost elettrico e tutti i 245 cavalli a raccolta, la sensazione è però quella di un raddoppio delle prestazioni, tantè che il controllo di trazione, causa anche un fondo dalladerenza non ottimale, deve fare gli straordinari. Morale, se serve della grinta qui ce nè un bel po (0-100 in 7,3 secondi) ed è superiore a quella di una qualsiasi altra Q3 diesel o benzina, ad eccezione naturalmente di una RS [6] con cinque cilindri. I NUMERI. Dopo oltre 70 km di saliscendi dolomitici, percorsi senza troppi complimenti nei confronti dellaccelertore, tiro le somme e il risultato non è affatto male: il computer parla di un consumo di benzina di 7 litri per 100 km e uno di energia pari a 13,5 kWh/100 km. Sempre a proposito di conti, ma stavolta quelli economici, fateli bene: se usata nel modo giusto, una vettura del genere potrebbe convenire. I prezzi, ovviamente, sono premium e partono da 47.900 euro per la Q3 e da 50.900 euro per la Q3 Sportback, ma ci sono da prendere in considerazione una serie di benefit. Prima di tutto i 6.500 euro di incentivi statali con rottamazione, ma anche lesenzione dal bollo, o la riduzione del suo importo, a seconda della Regione (e si paga soltanto per i 110 kW del 1.4 a benzina), lassicurazione che può abbassare il prezzo di un 10% circa, laccesso agevolato ad alcune Ztl e ai parcheggi. Per lacquisto, infine, ci sono formule di leasing e di noleggio a lungo termine a condizioni vantaggiose, con canoni all inclusive a partire da 259 euro al mese. Links: ------ [1] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUTO_IBRIDE_PLUG-IN [2] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUDI_Q3 [3] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/AUDI_Q3_SPORTBACK [4] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/AUTO/AUDI.HTML [5] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/TAGS/GRUPPO_VOLKSWAGEN [6] http://www.autosomma.it/HTTPS://WWW.QUATTRORUOTE.IT/NEWS/PRIMO_CONTATTO/2020/02/18/AUDI_SUL_GHIACCIO_CON_LA_RS_Q3_SPORTBACK_VIDEO.HTML 2021-03-01 00:02:04 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/76058194_t.php http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=4134 anahwa http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=4134&tipo=fv fgvghghhgh 2015-04-26 17:56:17 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/ http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=1771 1111 http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=1771&tipo=fv lll 2014-11-22 20:56:32 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/http://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/news/videogiochi/2014/07/24/forza_horizon_2_svelate_le_prime_100_vetture_5_sono_inedite/gallery/2014-forza1.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=20 Forza Horizon 2 - Svelate le prime 100 vetture: 5 sono inedite http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=20&tipo=fv Prime rivelazioni per Forza Horizon 2, il secondo capitolo dello spin-off della nota serie firmata Turn 10 Studios: luscita del racing game è prevista il prossimo 30 settembre per Xbox One e 360, ma nel frattempo i programmatori hanno diffuso la lista delle prime cento auto disponibili. E tra queste, oltre a ritorni "classici", ci sono alcune novità molto speciali. AUTO INEDITE. I primi nomi che saltano allocchio degli appassionati sono quelli di alcune new entry come la Renault Alpine A110 1600S del 1973 o il mitico van Volkswagen Type 2 Deluxe del 1963, le cui quotazioni oggi possono raggiungere anche i 200 mila dollari. E ancora: la Jeep Willys MB del 1945 e la bellissima Jaguar XK120 SE del 1954. Lultima vettura inedita è la Vauxhall Corsa VXR del 2013. AMBIENTAZIONE "APERTA". Come è noto, Horizon 2 offrirà unambientazione open world modellata sullEuropa del Sud, percorribile nella sua interezza e senza limitazioni; inoltre, dalla serie principale verrà importato il sistema "Drivatar", in grado di riprodurre gli stili di guida dei giocatori per rendere gli avversari più imprevedibili. LA LISTA. Di seguito, riportiamo lelenco delle prime cento protagoniste di Horizon 2: al momento del lancio, le vetture saranno il doppio. Presenti anche la Lamborghini Huracàn LP 610-4, "testimonial" del gioco, la Nissan GT-R Black Edition del 2012 e la Pagani Huayra. 2002 Acura RSX Type-S 2007 Alfa Romeo 8C Competizione 2011 Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde 1986 Alfa Romeo Spider Quadrifoglio Verde 1964 Aston Martin DB5 2010 Aston Martin One-77 2012 Aston Martin Vanquish 2013 Audi R8 Coupé V10 plus 5.2 FSI quattro 1995 Audi RS 2 Avant 2006 Audi RS 4 2011 Audi RS 5 Coupé 2013 Audi S4 1997 BMW M3 1991 BMW M3 2012 BMW M5 2011 BMW X5 M 1990 Chevrolet Camaro IROC-Z 1979 Chevrolet Camaro Z28 2012 Chevrolet Camaro ZL1 1970 Chevrolet Chevelle SS-454 2014 Chevrolet Corvette Stingray 2009 Chevrolet Corvette ZR1 1995 Chevrolet Corvette ZR-1 1964 Chevrolet Impala SS 409 1970 Dodge Challenger R/T 2012 Dodge Charger SRT8 1957 Ferrari 250 California 1957 Ferrari 250 Testa Rossa 1994 Ferrari F355 Berlinetta 2012 Ferrari F12berlinetta 2007 Ferrari 430 Scuderia 2013 Ferrari LaFerrari 1980 Abarth Fiat 131 2010 Abarth 500 esseesse 2013 Abarth Punto Supersport 2009 Ford Focus RS 1969 Ford Mustang Boss 302 2000 Ford SVT Cobra R 1993 Ford SVT Cobra R 1987 Ford Sierra Cosworth RS500 2011 Ford Transit SuperSportVan 1997 Honda Civic Type R 2006 HUMMER H1 Alpha 2013 Hyundai Genesis Coupe 3.8 Track 1956 Jaguar D-Type 1961 Jaguar E-type S1 1954 Jaguar XK120 SE 1945 Jeep Willys MB 2011 Koenigsegg Agera 1997 Lamborghini Diablo SV 2014 Lamborghini Huracán LP 610-4 1982 Lancia 037 Stradale 2013 Lexus GS350 F Sport 2010 Lexus LFA 1956 Lotus Eleven 2012 Lotus Exige S 2010 Maserati Gran Turismo S 1994 Mazda MX-5 Miata 2011 Mazda RX-8 R3 2013 McLaren P1 2013 Mercedes-Benz A 45 AMG 2012 Mercedes-Benz C 63 AMG Coupé Black Series 2009 Mercedes-Benz SL 65 AMG Black Series 2012 Mercedes-Benz SLK 55 AMG 2011 Mercedes-Benz SLS AMG 1965 MINI Cooper S 1999 Mitsubishi Lancer Evolution VI GSR 2004 Mitsubishi Lancer Evolution VIII MR 2008 Mitsubishi Lancer Evolution X GSR 2010 Nissan 370Z 1969 Nissan Fairlady Z 432 1994 Nissan Fairlady Z Version S Twin Turbo 2000 Nissan Silvia Spec-R 1971 Nissan Skyline 2000GT-R 1993 Nissan Skyline GT-R V-Spec 2012 Pagani Huayra 2009 Pagani Zonda Cinque Roadster 1969 Pontiac GTO Judge 1973 Pontiac Firebird Trans Am SD-455 1987 Pontiac Firebird Trans Am GTA 1973 Renault Alpine A110 1600S 2003 Renault Sport Clio V6 2010 Renault Megane RS 250 2011 RUF Rt 12 S 1965 Shelby Cobra 427 S/C 1998 Subaru Impreza 22B STi 2005 Subaru Impreza WRX STI 2011 Subaru WRX STI 1994 Toyota Celica GT-Four ST205 2013 Toyota GT86 1995 Toyota MR2 GT 2005 TVR Sagaris 2012 Vauxhall Astra VXR 2009 Vauxhall Corsa VXR 2013 SRT Viper GTS 1992 Volkswagen Golf Gti 16v Mk2 2010 Volkswagen Golf R 1984 Volkswagen Rabbit GTI 2011 Volkswagen Scirocco R 1963 Volkswagen Type 2 De Luxe REDAZIONE ONLINE 2014-07-24 22:33:37 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/80541000._t.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=13 BMW Serie 2 Active Tourer http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=13&tipo=fv In Cina il 15% delle vendite totali. uno dei modelli pi importanti nell'intera storia del marchio, e a Monaco si aspettano grandi cose da lei. La BMW Serie 2 Active Tourer, per il Costruttore che l'ha cos fermamente voluta, l'auto delle prime volte: prima monovolume, primo modello a trazione anteriore, primo motore a tre cilindri. Roba da togliere il sonno a chi ha portato avanti il progetto, che arriver alla prima prova del fuoco il 27 settembre, giorno del debutto sui mercati europei. 2014-07-24 09:10:41 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/91801809._t.jpeg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=12 Peugeot 2008 Castagna http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=12&tipo=fv Nuovo esemplare unico realizzato sulla piccola crossoverProsegue la collaborazione tra Peugeot Italia e la Carrozzeria Castagna: dopo la one-off su base 508 RXH, l'atelier milanese ha ora trasformato una Peugeot 2008: anche la crossover pi abbordabile in gamma, cos, ha indossato per una volta i panni della fuoriserie. Esterni in indaco e rosso. La 2008 Castagna nasce da un lavoro di personalizzazione che passato per un evidente remake di interni ed esterni: la carrozzeria della "special" si gioca tutta sul contrasto tra il rosso (lucido e caratterizzato dalla presenza di gocce di diverso colore in sospensione), e l'indaco (opaco). A completare la policromia, le cromature nere e i dettagli in bianco, oltre alle finiture in legno grezzo che arricchiscono ulteriormente la creazione. 2014-07-24 09:09:45 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/69918031_t.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=11 Nissan Note Nismo http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=11&tipo=fv Le prime foto ufficiali della monovolume sportiva.La Nissan ha diffuso su Twitter le prime immagini della Note Nismo, inedita versione sportiva della monovolume compatta, che amplia ulteriormente la gamma di modelli griffati dal reparto sportivo ufficiale. I colori, bianco rosso e nero, sono quelli gi visti sulla Juke, sulla 370Z e sulla GT-R e il design dei paraurti e dei cerchi in lega cambia radicalmente l'immagine della vettura. Prese d'aria maggiorate, luci led diurne e accenti rossi sui profili la fanno sembrare davvero una piccola GT-R da famiglia, mentre l'interno dominato dal nero con accenti rossi. Per il momento la disponibilit della Note Nismo confermata soltanto per il mercato giapponese, dove sar in vendita in autunno. Ancora tutti da scoprire i dettagli tecnici, probabilmente simili a quelli della Juke, cos come ancora da confermare la disponibilit di questo modello in Europa. 2014-07-24 09:05:38 autosomma http://www.autosomma.it/adzoneuploadnews/19050826_t.jpg http://www.autosomma.it/adzoneblog_post.php?id=1 Salone di Los Angeles http://www.autosomma.it/blog_post.php?id=1&tipo=fv Il Salone di Los Angeles, in calendario dal 18 al 27 novembre, terrà a battesimo la versione rinnovata della Volkswagen CC (che nell'occasione perde il nome Passat). La coupé a quattro porte si adegua al family feeling della Casa tedesca con la griglia a listelli orizzontali e le luci posteriori a led ridisegnate. Nell'occasione del restyling viene aggiornata anche la dotazione di serie con nuovi accessori. L'arrivo nelle concessionarie europee è previsto a partire dal mese di febbraio 2012, prima in Germania, poi a seguire negli altri Paesi. 2011-11-03 11:12:18